Rai - Corsport Grande calcetto e grande vittoria. Se Premium ha la

Commenti

Transcript

Rai - Corsport Grande calcetto e grande vittoria. Se Premium ha la
Rai - Corsport
Grande calcetto e grande vittoria. Se Premium ha la Champions e Sky l'Euroleague,
la Rai ha il grandi firme. Il 3 a 1 con il Corriere dello Sport racconta solo in parte
l'ottima prestazione dei Tumba boys, oggi impegnato in un corso di aggiornamento.
Imbattuti da due anni, i ragazzi della Tv pubblica mostrano la loro crescita vincendo
e convincendo sotto un solo caldo come questa fase del torneo. Serviva continuità,
parola abusata senza che perda di significato. Ebbene, forse la più bella prestazione
del torneo, sembra averla offerta, ma il cammino è ancora molto lungo...
BARCARIOL: Appare più spavaldo del solito, senza mai concedere nulla dietro. Sa che
può rifiatare, ma non troppo, se gli togli l'agonismo perde la sua rabbia sportiva. Si
propone e imposta con disinvoltura, ci ha preso gusto ma se c'è una punta da arginare
ecco lo scoglio giusto. Elasticità di un muro.
BERLIRI: Preciso e pulito. Non te ne accorgi fino a quando non suola verso l'interno
creando uno spazio di fronte a sè. Come un Mosè dei nostri tempi divide la squadra
avversaria ma mai il suo spogliatoio, unanime nel sottolineare la sua importanza.
ANGELI: Passo felpato e lingua corta. Parla solo per rimproverare il portiere di rompergli
troppo i palloni, lui invece li rompe agli avversari infilandosi come una spina nelle maglie
del Corriere. Con un po' più di cattiveria sotto porta l'Angeli ci può fare Felici.
ORSINI: "Ragazzi non mi cambio" poi dopo 10 minuti te lo trovi in campo con la solita
eleganza che lo contraddistingue anche in panchina. Non sa stare lontano dal pallone e
infatti lo tratta come fosse uno di famiglia. Fa lo stesso con i suoi ragazzi, professore di
calcetto.
DE SISTI: Con una zampata regala il due a zero della svolta nel primo tempo. Con la
consueta classe offre tranquillità nel secondo. Più teso del solito, buon segno, il Picchietto
della Rai sta sul pezzo come sempre, esigente e fondamentale. La montagna è alta ma lui
ha già iniziato a scalarla e richiama i compagni dall'alto.
SORRENTINO: Pesanti dichiarazioni a fine partita lasciano spazio ad un futuro lontano
dalla Rai. Eppure il buon Fede sembra ormai inserito alla perfezione nel gruppo campione
in carica. Mastino della difesa con ottimo senso tattico, che i suoi tagli lo portino in un'altra
squadra? Non è la Rai? Improbabile....
VISCO: E' talmente tanta la voglia di fare gol che alla fine lo fa nella porta sbagliata.
Sbatte su Sonnino e si sbatte per recuperare palloni. Il solito grande cuore, si abbatte ma
non cade mai.
AVERSA: Furia cavallo del west è sempre lo stesso, ma se al galoppo aggiungi i gol, il
ronzino diventa stallone. E' tornatooo è tornatoooo, urlano dalle tribune i suoi tifosi in
delirio. Bum bum Aversa, speriamo che i complimenti lo galvanizzino ancora di più.
Soldatino, King e pure D'artagnan.
TRAP: In assenza di Gargiulo si dimostra ancor più uomo squadra. Una foto lo ritrae come
un rom al semaforo con secchio e barba lunga. In realtà è a bordo campo a mordere come
al solito. CASAMONICA DEL SUD