Frode fiscale: evasione di IVA attraverso la vendita di auto di lusso

Commenti

Transcript

Frode fiscale: evasione di IVA attraverso la vendita di auto di lusso
Frode fiscale: evasione di IVA attraverso la vendita di auto di lusso.
Tratto da una esperienza operativa del Comando Regionale Sardegna
Il Comando provinciale di Oristano ha intrapreso una serie di articolate indagini nei
confronti di diverse società collegate, e riconducibili ad un noto imprenditore oristanese,
dedite al commercio di autovetture di lusso.
L’attenzione dei finanzieri è stata attirata da una serie di anomalie relative a
immatricolazioni di una grande quantità di autovetture di lusso acquistate formalmente
nell'isola di Cipro, ma con documenti tedeschi, registrazioni tutte avvenute presso la locale
motorizzazione e riconducibili ai predetti imprenditori. Inoltre l'elevato tenore di vita degli
imprenditori coinvolti, soliti ad organizzare eclatanti pranzi luculliani offerti a centinaia di
invitati (alcuni dei quali volti noti del mondo dello spettacolo, trasportati anche con aerei
privati direttamente nel piccolo centro oristanese), ha catalizzato l'attenzione dei finanzieri,
visti i bassi redditi dichiarati al fisco dagli stessi.
Le indagini hanno permesso di far rilevare che, attraverso una sofisticata organizzazione
criminale, i soggetti coinvolti sono riusciti ad inserirsi nel mercato nazionale delle
autovetture extra-lusso e da collezione, vendute a prezzi oltremodo concorrenziali grazie
all'emissione ed all'utilizzo di fatture false, prodotte da società fantasma nazionali ed
estere.
IL meccanismo fraudolento, noto con il nome di "frode carosello", prevede l'interposizione
fittizia di uno o più soggetti economici vuoti (società fantasma) che si inseriscono nelle
compravendite con l'estero al solo fine di consentire l'evasione dell'l.V.A. alle società
"formalmente regolari" destinatarie finali delle autovetture.
In appena due anni i malfattori sono riusciti ad occultare all'erario redditi per oltre
30.000.000 di euro, riuscendo a frodare € 2.000.000,00 di Iva e oltre € 400.000,00 di
imposte dirette non corrisposte.
Fra i clienti, ignari della natura fraudolenta delle operazioni commerciali, diversi vip del
mondo dello sport e dello spettacolo (una ex velina, diversi calciatori, un cantante e perfino
un conduttore radiofonico di successo). Tra le autovetture commercializzate spiccano una
Ferrari Enzo,prodotta in sole 400 unità, del valore di € 800.000,00, e due Mclaren
Mercedes SLR valutate oltre € 400.000,00 cadauna, oltre a numerose altre Ferrari,
Porsche, Audi e Mercedes di ingente valore economico.
Singolare, tra l'altro, un'operazione commerciale fittizia, che ha dato l'input ed il nome
all'intera operazione, avente ad oggetto la compravendita di 560.000 fiori di loto, creando
in tale modo un credito Iva superiore al milione di euro, utilizzato nelle successive
operazioni di vendita delle autovetture. In questa fase sono intervenute addirittura due
società fantasma, una offshore con sede in Panama ed una cipriota, create ad arte dalle
"menti" italiane.
Consigli Utili
- diffidare di prezzi di acquisto molto inferiori al normale valore di mercato
- acquistare beni mobili registrati solo ed esclusivamente presso rivenditori di fiducia.

Documenti analoghi