La papaia

Commenti

Transcript

La papaia
papaia
Alimenti
Le schede di
La papaia
Utile per dimagrire e contro
la ritenzione idrica
w Kcal 43/100 g
w Grassi 0,26 g
w Proteine 0,47 g
w Glucidi 10,82 g
w Fibre 1,7 g
w Colesterolo 0
il frutto tropicale
anti radicali liberi
n La papaia (Carica papaya) è il frutto dell’omonima
pianta originaria dei Caraibi
e oggi coltivata in numerosi
paesi tropicali.
n Ha un elevato contenuto
di carotenoidi che nel corpo
si trasformano in vitamina
A. È ricca di vitamina C, che
insieme alla A contribuisce
a eliminare l’eccesso di radicali liberi. Sono inoltre
presenti potassio diuretico,
papaina (un enzima per digerire le proteine)
e fibre depurative.
usala
anche come
integratore
Enciclopedia Digitale del Dimagrimento
35
45 50 55 60
40
65
Le schede di
35
45 50 55 60
40
65
Alimenti
papaia
Il super consiglio
dimagrante
Con la papaia fresca puoi
preparare un dessert, da
gustare ogni giorno per
almeno un mese a fine
cena. Ti aiuterà a ridurre il
girovita e a bruciare più calorie. Ecco come fare: metti
la polpa di 1 papaia piccola
matura in una ciotola, condisci con 1 presa di pepe e
una di cannella, mescola
bene e mangia subito per
evitare che i principi nutritivi anti grasso si ossidino,
perdendo la loro efficacia.
Come utilizzarla
nella dieta
La papaia fresca può essere usata a fine pasto
perché non favorisce le
fermentazioni intestinali.
Adatta anche come ingrediente di insalate di
verdure oppure di cereali,
è ottima anche per la preparazione di risotti, salse
e dolci, ma la cottura, in
questi casi, distrugge parte dei suoi principi attivi
dimagranti.
Perché con la papaia
perdi peso
Tra i principi attivi della papaia troviamo
gli enzimi proteolitici, sostanze chimiche
che consentono la completa assunzione
delle proteine assunte nello stesso pasto.
Questo fa sì che il metabolismo, stimolato
da una maggior quantità di proteine, sia
più veloce ed efficace nel bruciare le calorie introdotte. Inoltre, i muscoli ricevono
più nutrimento e sono proprio loro che,
aumentando e tonificandosi, bruciano il
grasso accumulato.
Le conferme della scienza
Alcuni studi scientifici hanno dimostrato
che un’integrazione della dieta quotidiana con papaia fermentata contribuisce a
tenere sotto controllo la glicemia nel sangue, riducendone i valori (se alti).
Tenendo sotto controllo i picchi alti di glicemia è possibile mantenere il metabolismo attivo, bruciando più calorie e contrastando la formazione di adipe, soprattutto
di quello addominale. A tal fine, si consiglia l’assunzione della papaia fermentata
sotto forma di succo, polvere, capsule o
compresse (secondo le indicazioni riportate sulla confezione).
Enciclopedia Digitale del Dimagrimento
primo
Le schede di
35
45 50 55 60
40
65
Ricette
Farfalle con
zucchine,
menta e pepe
Con potassio diuretico
e fibre regolarizzanti
254
Kcal
a persona
ersone
ti per 2 p
n
ie
d
e
r
g
in
tipo
120 g di pastaliodsele
farfalle, meg integrale;
integrale o sem
cole;
2 zucchine picen
1 ciuffo di mi olitao;
1 cucchiaio d d'oliva;
extravergine integrale
sale marino
e pepe q.b.
Enciclopedia Digitale del Dimagrimento
Le schede di
35
primo
45 50 55 60
40
65
Ricette
PREPARAZIONE
◗ Lessa la pasta in una pentola con
abbondante acqua leggermente salata in ebollizione. Nel frattempo, in un
tegame antiaderente ben caldo (unto
con un filo d'olio e asciugato con carta da cucina) fai rosolare le zucchine
tagliate a rondelle sottilissime.
Farfalle con zucchine,
menta e pepe
◗ Scola la pasta al dente, versala nel
tegame con le zucchine e fai saltare
per 2 minuti su fiamma vivace. Spolverizza con pepe nero appena macinato e menta fresca tritata, mescola e
servi subito in tavola. A piacere, puoi
aggiungere grana grattugiato.
I benefici degli
ingredienti
sulla salute
pasta
Il super consiglio
dimagrante
Per comporre il tuo menu
light servi questo primo
piatto con un secondo a
base proteica (pollo, tacchino, vitello, uova, legumi, tofu o ricotta se lo
spolverizzi con grana) accompagnato da verdure a
piacere. È preferibile non
aggiungere pane, perché
la pasta fornisce già i carboidrati del pasto. Vanno
per lo stesso motivo evitati
gallette, patate ecc.
e
zucchin
menta
La pasta contiene triptofano, un aminoacido che si
trasforma in serotonina, il
cosiddetto ormone della
felicità che migliora l'umore e placa la fame nervosa.
Inoltre, le fibre della pasta
integrale consentono di
assorbire meno grassi e
zuccheri.
Ricche di acqua e di potassio, insieme ai finocchi
sono ai primi posti tra le
verdure anti ritenzione e
anti cellulite. Saltate brevemente in padella, conservano gran parte dei loro
nutrienti salva linea.
Nota per le sue proprietà
rinfrescanti, la menta è
utile anche per migliorare
la digestione e favorire la
diuresi. Può essere coltivata in un vasetto anche
in casa.
Enciclopedia Digitale del Dimagrimento
anti pancia
Le schede di
Menu
Menu per una
pancia piatta
E riduci il girovita in sette giorni
Utilizza per almeno una settimana i nostri sette menu quotidiani, che prevedono
l’uso di alcune ricette presenti in questo gruppo di schede e potrai perdere fino a
3 cm di girovita senza fatica e senza ridurre drasticamente le calorie dei tuoi pasti.
Prima di colazione: 70 gocce di macerato glicerico di noce.
Colazione: tè verde; 1 kiwi; 1 crostatina; 125 g di yogurt magro naturale; 3 noci.
Pranzo: 60 g di pasta integrale condita con salsa di pomodoro; 150 g di
scaloppine di vitello (o seitan) in padella; verdure preferibilmente cotte.
Cena: 2 uova sode con verdure a piacere preferibilmente cotte; 3 gallette di riso; 1 mela rossa bio cotta e mangiata con la buccia.
Spuntini: 1 kiwi e 4 mandorle oppure 125 g di yogurt magro naturale.
Lunedì
ì
Marted
ledì
Merco
Prima di colazione: 70 gocce di macerato glicerico di noce.
Colazione: tè verde; 1 mela; 60 g di pane integrale senza lievito con 3
cucchiaini di marmellata di arancia amara senza zucchero; 125 g di yogurt magro naturale (anche di soia) oppure 100 g di ricotta; 4 mandorle.
Pranzo: petto di pollo impanato; verdure preferibilmente cotte
e 50 g di pane integrale senza lievito.
Cena: passato di verdure (200 g di verdure, 150 g di patate e 150 g di
legumi; peso dei legumi cotti, se li pesi a crudo dimezza la quantità).
Spuntini: 1 mela e 4 mandorle oppure 125 g di yogurt magro naturale.
Prima di colazione: 70 gocce di macerato glicerico di noce.
Colazione: tè verde; 1 kiwi; 30 g di salmone affumicato (o 3 cucchiaini
di marmellata e 125 g di yogurt magro naturale); 2 fette di pancarré
integrale tostate; 3 noci.
Pranzo: polenta (60 g di farina di mais istantanea e acqua q.b.) con
200 g di merluzzo cotto con salsa di pomodoro e verdure a piacere.
Cena: passato di verdure (vedi martedì).
Spuntini: 1 mela e 4 mandorle oppure 125 g di yogurt magro naturale.
Enciclopedia Digitale del Dimagrimento
35
45 50 55 60
40
65
Le schede di
35
anti pancia
45 50 55 60
40
65
Menu
ì
Gioved
ì
Venerd
Sabato
ica
Domen
Prima di colazione: 70 gocce di macerato glicerico di noce.
Colazione: tè verde; 1 mela; 1 crostatina; 125 g di yogurt magro naturale; 3 noci.
Pranzo: 60 g di riso semintegrale cucinato a risotto con 2 cucchiaini di
olio d’oliva, 1 scalogno tritato e 200 g di zucca a dadini; 100 g di ricotta
e verdure alla griglia.
Cena: passato di verdure (vedi martedì).
Spuntini: 1 kiwi e 4 mandorle oppure 125 g di yogurt magro naturale.
Prima di colazione: 70 gocce di macerato glicerico di noce.
Colazione: tè verde; 1 mela; 60 g di pane integrale senza lievito con 3
cucchiaini di marmellata di arancia amara senza zucchero; 125 g di yogurt magro naturale (anche di soia) oppure 100 g di ricotta; 4 mandorle.
Pranzo: farfalle con zucchine, menta e pepe; 120 g di fettine
di vitello in padella con verdure cotte.
Cena: 200 g di sogliola al forno con verdure cotte; 3 gallette di riso.
Spuntini: 1 kiwi e 4 mandorle oppure 125 g di yogurt magro naturale.
Prima di colazione: 70 gocce di macerato glicerico di noce.
Colazione: tè verde; 1 kiwi; 1 toast con prosciutto oppure formaggio
magro; 3 noci.
Pranzo: 1 pizza margherita integrale con verdure grigliate (puoi fare
una schiacciatina con 70 g di farina, acqua, sale e olio q.b., la stendi
sottile, la cuoci in un tegame antiaderente, la farcisci e la passi in forno).
Cena: 200 g di salmone al forno con verdure e 250 g di patate al forno.
Spuntini: 1 pera e 4 mandorle oppure 125 g di yogurt magro naturale.
Prima di colazione: 70 gocce di macerato glicerico di noce.
Colazione: tè verde; 1 kiwi; 1 crostatina o 1 fetta di torta di pere o di
mele; 125 g di yogurt magro naturale; 3 noci.
Pranzo: 1 piatto di tortellini (120 g) al ragù; verdure cotte a piacere.
Cena: 200 g di arrosto di vitello (oppure di seitan se sei vegetariano);
3 gallette di riso; verdure cotte.
Spuntini: 1 kiwi e 4 mandorle oppure 125 g di yogurt magro naturale.
Il super consiglio
dimagrante
Per un mese, oltre alle 70 gocce di macerato
glicerico di noce da prendere la mattina con
poca acqua, assumi anche 2-4 perle di Omega
3 al giorno.
Enciclopedia Digitale del Dimagrimento
grassi
Vitamine
& Integratori
Le schede di
I grassi
Quelli giusti sono fondamentali
per stare bene e dimagrire
dove si trovano
I grassi, o lipidi, sono molto diffusi nel regno animale e vegetale. Anche se
nell’immaginario collettivo il termine “grasso” ha assunto un significato negativo, i grassi sono fondamentali per l’organismo sia per la sua salute sia
per la linea, in quanto elementi costitutivi della materia vivente. I grassi, per
esempio, trasportano le vitamina A, E, D, K (liposolubili) nell’organismo, partecipano alla produzione degli ormoni, concorrono a formare i tessuti, sono una
riserva energetica e partecipano alla regolazione della temperatura corporea.
Si trovano soprattutto nei seguenti alimenti (g/100 g): oli vegetali e non (99);
noci di macadamia (76); noci (57,7); mandorle (55,3); salsiccia (53,3); cioccolato
fondente (52,3); mascarpone (47); panna (35); cocco (33,4); groviera (32,4).
Enciclopedia Digitale del Dimagrimento
35
45 50 55 60
40
65
Le schede di
35
45 50 55 60
40
65
grassi
Vitamine
& Integratori
Le fonti naturali
più ricche
n Tra gli alimenti più ricchi
di grassi ci sono gli oli e la
frutta oleosa. Seguono salumi, insaccati e formaggi
grassi, cioccolato e cocco.
n Tra le fonti di grassi buoni troviamo gli oli vegetali
spremuti a freddo (oliva, sesamo, vinaccioli), i semi oleosi (noci, mandorle, girasole
ecc.), il pesce grasso (salmone, sardine, sgombri), il
cioccolato fatto con burro di
cacao (senza i grassi vegetali generici segnati in
etichetta).
Il super consiglio
dimagrante
Tutti i giorni mangia un pugnetto di
semi di girasole, oppure 10 mandorle
o 6 noci suddividendoli tra i 2 spuntini. Ti faranno sentire più sazio fino
al pasto successivo e contribuiranno
a sciogliere il grasso corporeo più rapidamente. Usa poi fino a 2 cucchiai
di olio extravergine d’oliva al giorno,
pesce grasso 3-5 volte a settimana,
carni bianche 3-4 volte a settimana.
Perché con i grassi giusti
elimini i chili superflui
I grassi da eliminare o ridurre drasticamente per dimagrire sono quelli saturi,
presenti per lo più in carni rosse, salumi
e insaccati, formaggi grassi, olio di palma
e di cocco. Quelli che aiutano a dimagrire
sono invece i polinsaturi (come gli Omega
3) e i monoinsaturi (come quelli dell’olio
di oliva), che trovi in pesce, carni bianche,
frutti oleosi e oli che se ne estraggono (a
freddo). Consumati nelle giuste quantità,
questi alimenti contribuiscono non solo a
placare l’appetito, ma anche a proteggere cuore, cervello e linea, prevenendo gli
stati infiammatori che rendono più difficile l’eliminazione del grasso.
La scelta e l’impiego
dell’integratore
Tra gli integratori di grassi i più utili
per il dimagrimento sono quelli a base di Omega, acidi grassi essenziali
antinfiammatori (da pesce o da semi
di lino, borragine, ribes nero, perilla,
enotera), snellenti e protettivi dell’apparato cardiocircolatorio. In genere,
si assumono 1-2 perle al giorno per
almeno 2 mesi, con acqua, preferibilmente durante o dopo il pasto.
Enciclopedia Digitale del Dimagrimento