Le 10 Start up in Silicon Valley

Commenti

Transcript

Le 10 Start up in Silicon Valley
In Silicon Valley, la Regione lancia il Technology Venture Launc Program
A Menlo Park 10 start up emiliano-romagnole parteciperanno di lezioni teoriche con
docenti e professori delle più importanti Università economiche americane, eventi di
networking e visite ad incubatori e aziende della Silicon Valley
Bologna - La Regione Emilia-Romagna, supportata da Aster ha lanciato il
programma AsterinUsa, un presidio in Silicon Valley per supportare le start up della
Emilia-Romagna che vogliono internazionalizzare il proprio mercato, cercare nuovi
finanziamenti e accrescere le proprie competenze. Ora l’attività è concentrata sullo
studio dei servizi e sulle opportunità, che saranno aperte anche nel 2016 alle start up
della regione.
Il primo risultato è stata la selezione di 10 start up emiliano-romagnole, che
parteciperanno gratuitamente al Silicon Valley TVLP Express a Menlo Park. Un
programma per sviluppare un’idea di impresa, accrescere le proprie competenze ed
acquisire quella che viene definita la Silicon Valley mindset. Il programma consiste in
lezioni teoriche con docenti e professori delle più importanti Università economiche
americane, eventi di networking e visite ad incubatori e aziende della Silicon Valley.
La Silicon Valley rappresenta oggi un modello virtuoso di ecosistema economico, in
cui la collaborazione tra start up innovative, università e investitori ha creato un polo
d’attrazione nevralgico per le più importanti aziende high-tech al mondo. La Silicon
Valley è il centro mondiale per la creazione di start up innovative. Qui, nel 1939 è
nata la prima azienda di elettronica civile, la Hewlett-Packard, fondata da due
laureati di Stanford università in cui, negli anni ‘50, venne creato l’incubatore
Stanford Research Park. Qui hanno sede Facebook, Twitter, Google, Tesla, Uber,
Google e ovviamente Apple.
Ecco le 10 start up del Technology Venture Launc Program
1. Marco Biasin - FruttaWeb
Laureato in Scienze Politiche a Bologna, ha avuto esperienze all’estero in Irlanda,
Washington, New York e Dubai, per studio e lavoro.
E’ ora al secondo anno del Master in International Management all’Università di
Bologna. Nel frattempo coordina FruttaWeb.com, un sito di vendita online di frutta e
verdura fresca con consegna ovunque tramite corriere espresso. Con la più grande
offerta possibile di prodotti ortofrutticoli.
2. Giovanni Cavallo - Sgnam
Sgnam (www.sgnam.it) è il modo più semplice per ordinare dai migliori ristoranti in
zona. Usando l’app o il sito, si possono raggiungere in pochi click centinaia di
ristoranti che consegnano a domicilio. Il servizio al momento è attivo su 7 città
italiane con più di 300 ristoranti affiliati e più di 30,000 ordini consegnati. Giovanni
Cavallo è laureato in Economia aziendale all’Università di Bologna.
3. Nicola Calboli, Easy Dinner
Easy Dinner, una piattaforma di comunicazione innovativa che connette ristoratori e
utenti tramite sito web e mobile app, sostituendo l’ormai obsoleto volantino cartaceo.
Negli ultimi mesi la piattaforma si è arricchita di una sezione per utenti vegetariani e
vegani
4. Fabio Catani - GoVid
Fabio CEO è fondatore di Emmett Brown una video agency focalizzata nella
realizzazione di explainer video in cartoon per startup e grandi brand. Laureato in
Comunicazione e Marketing, da sempre lavora nel mondo digital. GoVid è un web
tool che permette in pochi minuti di creare video di alta qualità partendo dai contenuti
foto/video del proprio smartphone, Un processo totalmente automatizzato che
permette la realizzazione di video professionali senza la conoscenza di alcun
software di video editing specialistico.
5. Massimo Giacchino - Tickete
Una piattaforma di big data analytics delle abitudini e dei comportamenti d’acquisto
dei consumatori attraverso l’analisi degli scontrini fiscali. Vincitori della Start Cup
Emilia-Romagna 2014.
6. Andrea Lugli - LocalJob
Andrea Lugli laureato in Scienze di Internet e Informatica per il Management. Nel
2014, con un gruppo di altri 4 studenti, ha fondato una software house che ha messo
a punto il progetto LocalJob, un marketplace di prestazioni professionali ed
artigianali svolte a domicilio tramite geolocalizzazione. La piattaforma consente ai
professionisti di espandere il loro mercato attraverso visibilità locale e nuovi
strumenti di lavoro, come la ricezione real time di richieste di preventivo e di
interventi in urgenza. Il consumatore potrà sempre affidarsi al miglior professionista
grazie al sistema di feeback basato sulla community locale.
7. Federico Thei - Elements
Laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni e dottore di ricerca in Information
Technology presso l'Università di Bologna, nel dicembre 2013 ha fondato insieme ad
altri 4 soci Elements SRL: una startup innovativa che produce strumentazione
elettronica di misura impiegata in ambito scientifico per lo studio e l'utilizzo di
nanosensori. I sistemi di misura sono realizzati tramite microchip custom fabbricati in
tecnologia CMOS, progettati appositamente da Elements grazie al suo team di
esperti ingegneri microelettronici. Le tecnologie microelettroniche sviluppate
consentono la realizzazione di strumentazione miniaturizzata, quindi portatile e di
semplice utilizzo, estendendo l'impiego delle nanotecnologie a nuove applicazioni,
abilitandone l'uso nella vita quotidiana.
8. Anna Giulia Balducci - PlumeStars
PlumeStars è una start-up innovativa con sede a Parma specializzata in polveri
antibiotiche da somministrare per via inalatoria. Anna Giulia Balducci, CEO di
PlumeStars, ha partecipato al programma di incubazione Seedlab ed ha contribuito
a portare PlumeStars alla vincita del premio Unicredit “Talento delle Idee”. Ad oggi, il
conferimento della designazione di farmaco orfano da parte di EMA (Agenzia
Europea dei Medicinali) e FDA (Food and Drug Administration) alla polvere di
Amikacina, rappresenta un incoraggiante punto di partenza per lo sviluppo di un
nuovo medicinale destinato ai pazienti affetti da fibrosi cistica.
9. Elena Galli - Saladz
Elena ha partecipato al Food Innovation Program, master che l’ha portata ad
intraprendere diversi progetti innovativi in ambito food. Saladz è il progetto per un
innovativo format di salad bar che ha l’obiettivo di indurre il consumatore ad adottare
un’alimentazione corretta, riducendo fame compulsiva ed emotional eating. Il
bancone delle insalate è dotato di un sistema di sensori connessi a un wearable
device in grado di rilevare gli emotional eating patterns del consumatore. Mentre il
consumatore riempie la sua ciotola di insalata, il wearable device e il bancone delle
insalate sono in grado di rilevare il suo stato emozionale e di guidarlo/a nella scelta
degli alimenti migliori per la sua salute. Oltre a Saladz Elena è parte del team che
sta sviluppando Mylbread, un sistema di bread delivery che si appoggia a una
community di panetterie con cui ha vinto la Feeding Fair hackathon ad Expo 2015.
10. Roberto Pasi - SpesaCasa
28 anni, laureato in Filosofia presso l’Università di Bologna.
SpesaCasa è una piattaforma web che unisce piccoli produttori e negozi, offrendo
loro la possibilità di avere un canale di vendita online dedicato ai propri clienti con
servizio integrato di consegna a domicilio, specializzato nel trasporto di prodotti
alimentari freschi. L’obiettivo di SpesaCasa è valorizzare il tempo dei propri clienti,
riducendo gli spostamenti in città ed il tempo, che quotidianamente viene sprecato
nel traffico cittadino. Il servizio soddisfa anche le esigenze dei piccoli punti vendita
che non avrebbero da soli le forze per la gestione di un proprio e-commerce.

Documenti analoghi

Programma visita in California 11/2015

Programma visita in California 11/2015 Giovedì 5 novembre Due esperti faranno una introduzione alla Silicon Valley presso il Buck’s of Wood a Redwood City dove si ritrovano tutti gli investitori della Silicon Valley. Venerdì 6 novembre ...

Dettagli