UN VIAGGIO A CACCIA DI AURORE BOREALI NELLA LAPPONIA

Commenti

Transcript

UN VIAGGIO A CACCIA DI AURORE BOREALI NELLA LAPPONIA
* Tarcento
Via Roma, 17 - Tel. 0432.792551
* San Daniele
Via Umberto 1°, 32 - Tel. 0432.954546
UN VIAGGIO A CACCIA DI AURORE BOREALI
NELLA LAPPONIA PIU' ESTREMA
22-27 gennaio 2016
Viaggio fotografico in compagnia del fotoreporter Gabriele Menis
Giorno 1 – benvenuti in Lapponia! Ritrovo dei Signori
Partecipanti presso l'aeroporto di Venezia ed imbarco sul
volo per Luleå. Arrivo in Lapponia e trasferimento in
minibus VIP privato alla vostra sistemazione in cottage
tipico rustico, situato in riva al fiume Tornio, che segna il
confine tra Lapponia finlandese e svedese. La struttura,
situata sulla sponda finlandese, è inserita nell’antico
villaggio di pescatori di Kukkolankoski, nei pressi delle
rapide più lunghe della Lapponia (3,5 km). Il flusso dell’acqua è così potente che l’acqua nei punti
più scoscesi non gela neppure con i rigidi climi invernali, con temperature fino a -35 gradi. La cena
di benvenuto sarà servita in una splendida struttura rustica con vista fiume. Dopo cena, possibilità
di sauna (ogni sera, quota a parte da corrispondere in loco) o passeggiate notturne libere alla
ricerca dell’aurora boreale con l'assistenza del fotografo professionista Gabriele Menis.
Sistemazione in appartamento con 3 camere doppie, cucinino e servizi. Possibilità di sistemazione
in appartamento con una doppia, cucinino e servizi, previo supplemento.
Giorno 2 – motoslitta. Dopo colazione, avrete l’opportunità
di partecipare a un workshop fotografico a cura di Gabriele
Menis, che vi darà consigli, suggerimenti e trucchi del
mestiere per ottenere le migliori fotografie dell’aurora e dei
paesaggi che ammirerete durante il viaggio. In tarda
mattinata, dopo aver ricevuto le istruzioni per la guida in
totale sicurezza, inforcheremo la motoslitta (2 persone per
motoslitta, i bambini sotto i 12 anni viaggiano su una
piccola slitta a traino) e ci recheremo sul fiume Tornio, che
è in gran parte ghiacciato, per un meraviglioso safari di circa due ore, circondati dai meravigliosi
panorami di questa valle. A metà percorso, ci fermeremo per una pausa caffè e potrete cambiare
pilota nelle motoslitte con 2 passeggeri. Rientro in serata, cena tipica e caccia all’aurora boreale
(con assistenza del fotografo).
Giorno 3 – pesca e natura. Dopo aver fatto colazione in
tarda mattinata, ci prepareremo per il passatempo
nazionale lappone: la pesca sul ghiaccio. La tecnica è
semplice: si scava un buco sul ghiaccio con una trivella a
mano, e si attende che i pesci abbocchino, dando dei piccoli
strattoni ogni 10-15 secondi per attirare l’attenzione del
pesce. Con un po’ di fortuna, si può portare a casa l’ambita
preda. Per i lapponi la pesca sul ghiaccio è anche e
soprattutto un modo per riconciliarsi con la natura, e
meditare in un luogo lontano da tutto. Un’esperienza emozionante sarà quella di tirare su con le
vostre mani le reti utilizzate dai pescatori della zona per la bottatrice, l’unico merluzzo d’acqua
dolce. E come ogni lappone che si rispetti, mangerete il pesce che avrete pescato alla brace – il più
fresco della vostra vita! In assenza di fortuna nella pesca, prepareremo delle salsicce di agnello
biologico della Valle del Tornio – deliziose! In serata, dopo una cena tipica, potrete godervi la
splendida natura della zona in totale relax, magari andando la sera a caccia di aurora nei dintorni
nel caso in cui si presentino le condizioni, accompagnati dal fotografo Gabriele Menis.
Giorno 4 – husky. Colazione tarda e mattinata di relax. Il
pomeriggio sarà dedicato a un safari con i cani husky
siberiani – magnifica esperienza immersi nella natura e nel
silenzio della Lapponia! Trasferimento all’allevamento di
husky (circa 1h in autobus), dove potrete conoscere questi
splendidi animali di origine siberiana, che trovano il loro
habitat ideale a temperature vicine ai -20 gradi. A bordo di
una slitta da loro trainata, partirete per un percorso in
mezzo alla foresta di betulle e conifere circostante. Durante
l’escursione verrà fatta una pausa caffè, e vi verrà offerto uno spuntino. Rientro all’allevamento di
husky e successivo trasferimento a Kukkolankoski, dove vi attenderà una cena tipica e una possibile
nuova caccia all’aurora boreale insieme al fotografo.
Giorno 5 – cultura lappone. Colazione in tarda mattinata.
In motoslitta (ghiaccio permettendo, 10 minuti) o in
autobus (in assenza di ghiaccio, 45 minuti) raggiungeremo
la sponda svedese del fiume Tornio, dove si trova il
villaggio di pescatori di Kukkolaforsen, perfettamente
conservato e ancora abitato dalle famiglie che lo
popolavano nell’antichità (una delle quali gestisce da
quattro generazioni l’attiguo villaggio vacanze). Visiterete il
museo del pesce e imparerete come si viveva in queste zone in passato. Avrete inoltre la possibilità
di osservare come si fa il pane azzimo alla maniera tradizionale lappone, sulla brace, e di gustare
l’ottimo caffè preparato in infusione, insieme a uno spuntino a base di specialità della zona.
Successivamente, dopo un trasferimento di circa 1h, raggiungeremo Kemi, una delle città più
grandi della Lapponia. Qui avremo tempo per visitare il Castello di Neve, che viene ricostruito ogni
anno con un tema diverso e decorato dalle splendide sculture di ghiaccio di artisti famosi. Cena
tipica al ristorante di ghiaccio – esperienza unica non solo dal punto di vista gastronomico ma
anche da quello sensoriale! Notare che la temperatura della sala da pranzo è di circa -5 gradi
(indipendentemente dalla temperatura esterna), quindi occorre portare indumenti adeguati.
Rientro in serata a Kukkolankoski, con possibilità di sauna
(quota a parte) o passeggiata nei dintorni con possibilità di
osservazione dell’aurora boreale accompagnati dal
fotografo professionista Gabriele Menis. Cercheremo per
l’ultima volta di catturare questo fascio di luce originato
dall’ingresso nell’atmosfera di particelle solari che formano
misteriosi disegni nel cielo simili alla traccia lasciata dalla
coda di una volpe (da cui il nome finlandese: revontulet).
Giorno 6 – arrivederci Lapponia! Trasferimento all’aeroporto di Lulea per il volo di ritorno. Fine del
viaggio.
-----
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:
Min 10 partecipanti
€ 2.300
Supplemento per appartamento studio (con 1 camera doppia): €160 a persona (5 notti).
Supplemento guida singola per la motoslitta (giorno 2): €80 a persona.
Il programma comprende:
- Il volo di linea (€ 297 - tariffa soggetta a riconferma in base alla effettiva disponibilità della
stessa al momento della conferma);
- La franchigia bagaglio;
- Tutti i pernottamenti in cottage rustico ammobiliato, con tre camere doppie, servizi e
cucinino;
- La colazione;
- Tutti i pasti indicati (pranzo leggero e cena ogni giorno) con bevande analcoliche e caffè;
- Il noleggio dell’abbigliamento tecnico per le attività all’aperto (inclusa la caccia all’aurora);
- L’assicurazione per la motoslitta (franchigia circa €700 per incidenti con responsabilità);
- Tutte le escursioni descritte;
- L'assistenza continua e i workshop fotografici a cura del fotografo professionista e
“cacciatore di aurore boreali” Gabriele Menis;
- I trasferimenti necessari con autobus privato, e tutti gli ingressi alle attrazioni menzionati;
- L’assicurazione medico-bagaglio.
Il programma non comprende:
- Le tasse aeroportuali € 150 - soggette a riconferma;
- Le bevande alcoliche, i pasti e tutto ciò che non è elencato in "il prezzo comprende"
Questo tour è pensato per soddisfare le esigenze di coloro che vogliono catturare il meglio della
Lapponia, in un singolo viaggio pieno di emozioni, sapori, profumi e luoghi che ricorderete per
sempre! Durante tutto il viaggio Gabriele Menis, fotografo professionista di lingua italiana sarà a
disposizione per consigli e indicazioni su come fotografare i paesaggi in cui ci imbatteremo, e
specialmente l'aurora boreale.
Il clima può variare considerevolmente da un giorno all’altro. Si potrebbero avere mattine serene e
pomeriggi di neve, giornate nuvolose e notti stellate con la magica presenza dell’aurora boreale. Le
temperature in questo periodo normalmente oscillano tra -5 e -30 gradi, con bassa umidità e venti
talvolta anche molto forti.
Tutte le attività e le escursioni proposte si avvalgono della assistenza di esperte guide locali che ne
garantiscono lo svolgimento in condizioni di massima sicurezza. Ci riserviamo il diritto di modificare
i percorsi, invertire le attività anche tra un giorno e l’altro o cancellare le escursioni qualora non si
presentino le condizioni ideali. Alcune escursioni all’aperto prevedono la consegna di indumenti
termici, che saranno noleggiati da noi e sono sempre compresi nel prezzo.
I pasti sono preparati da esperti chef locali e cucinati, nei limiti del possibile, con materie prime
della zona, procurate da aziende per lo più biologiche e comunque a gestione familiare.
L’agricoltura, la pesca e l’allevamento, nonostante i chiari vincoli climatici, sono industrie
importanti, che si sono specializzate nel corso degli anni coniugando tecnologia e tradizione.
Supportiamo l’economia della zona anche servendoci da queste aziende, che ci permettono di
avere un elevatissimo standard di pasti.
ASPETTI TECNICI E FOTOGRAFICI
Durante tutto il viaggio ci sarà l’affiancamento del fotografo professionista di lingua italiana
Gabriele Menis, che offrirà assistenza e supporto per la parte fotografica. Verranno effettuati
incontri informativi e workshop fotografici per poter immortalare al meglio lo spettacolare
fenomeno naturale dell'aurora boreale e la bellezza dell'Artico.
Prima della partenza verrà inviato ai partecipanti un vademecum con i consigli sull’attrezzatura
fotografica, gli accorgimenti necessari per proteggerla al meglio dalle basse temperature e
informazioni sul fenomeno delle “northern lights”.
Nota: l’aurora boreale è un fenomeno naturale che non può essere garantito con assoluta
certezza, in quanto influenzato dalle condizioni meteo e dall'attività solare. Il tour operator può
solo programmare l’itinerario e il periodo di effettuazione del viaggio in modo tale da massimizzare
la probabilità di osservazione.
Attrezzatura fotografica consigliata - Benchè sia possibile partecipare con qualsiasi tipo di
attrezzatura fotografica, per ottenere i risultati migliori, si consiglia un corredo minimo costituito
da un corpo macchina di tipo reflex digitale, un grandangolare (con ottica al di sotto dei 30 mm) o
comunque un obiettivo standard, ed eventualmente un teleobiettivo. E' inoltre consigliabile essere
muniti di un buon treppiede (essenziale), una batteria di scorta, uno zaino fotografico ed un
computer portatile opzionale (per chi desiderasse visionare subito le immagini scattate ed
effettuare una prima post-produzione).
INFORMAZIONI PRATICHE
Fuso orario: il viaggio si svolge in Lapponia, una terra situata all’interno dei Paesi Nordici
(Finlandia, Svezia e Norvegia). In particolare, gran parte di questo viaggio si svolge in Finlandia, che
comporta un cambio di fuso orario (la Finlandia è un’ora avanti rispetto all’Italia e alla Svezia).
Clima e abbigliamento: le temperature in gennaio normalmente sono comprese tra -5 e -25 gradi,
con estremi opposti fino a +5 e -35. Durante il periodo le giornate sono brevi, ma il buio non è
intenso grazie alla copertura nevosa. Si consiglia di equipaggiarsi con indumenti adeguati (scarponi
caldi, sottoveste, calzemaglie, giacca a vento impermeabile, cappello di lana con paraorecchi,
guanti, sciarpa). Nel caso in cui siano necessari indumenti e attrezzature tecniche per lo
svolgimento di certe attività (ad esempio, per la pesca o la motoslitta), provvederemo noi al loro
noleggio per la durata dell’attività.
Valuta: la Finlandia adotta l’euro, la Svezia la Corona Svedese. Le carte di debito (Maestro, Cirrus) e
di credito (Visa, Mastercard, American Express o Diners) si possono quasi sempre utilizzare anche
per i piccoli pagamenti. Dato che nella zona di confine l’euro è accettato anche in Svezia,
consigliamo di non portare con sé Corone Svedesi.
Pagamenti: LappOne accetta pagamenti per bonifico bancario SEPA. Normalmente, richiediamo un
anticipo (non rimborsabile) par al 30% del costo del viaggio più l’eventuale tariffa aerea al
momento della prenotazione, e il saldo 15 giorni prima della partenza.
Sicurezza: Tutte le attività e le escursioni proposte si avvalgono della assistenza di esperte guide
della zona che ne garantiscono lo svolgimento in condizioni di massima sicurezza. Ci riserviamo il
diritto di modificare i percorsi o di cancellare le escursioni qualora le condizioni climatiche non
permettano lo svolgimento dell’attività. L’ordine delle giornate, così come mostrato, potrebbe
cambiare in funzione del giorno di arrivo e delle previsioni del tempo. In condizioni climatiche
estreme, alcune attività potrebbero essere annullate – in questo caso organizzeremo attività
alternative secondo la disponibilità.
Leggi e usanze: in generale, i paesi nordici sono molto tolleranti ed aperti, e raramente si hanno
problemi. Tuttavia, è bene sempre attenersi alle indicazioni della del vostro accompagnatore, e
seguire i loro consigli, specie quando si ha a che fare con gente del posto, che potrebbe prendere
certi vostri comportamenti, anche involontari, in maniera offensiva. Una regola importante, che è
in vigore in tutta la Lapponia, è il Diritto di Ogni Uomo, che sancisce la libertà di movimento,
accampamento e raccolta dei frutti del bosco (compresi i funghi) in qualsiasi terreno, pubblico o
privato che sia, a patto di non recare danno o disturbo e fuori dalle aree protette. Questa legge
viene applicata in maniera molto seria, ed è il motivo per cui non vedrete mai recinzioni di nessun
tipo, salvo quelle a protezione di aree militari o di zone pericolose (come le miniere). Per il turista
questo significa completa libertà di movimento, ma ricordate la frase magica: senza arrecare danno
o disturbo (anche una cartina gettata per terra costituisce una grave violazione). La sauna è un rito
importante nella cultura lappone: in sauna si va rigorosamente nudi, e non è frequente mischiarsi
tra persone di sesso diverso che non si conoscono, nel rispetto della privacy. Nella sauna si deve
restare fin quando il corpo non dà segnali di disagio (alta sudorazione, respirazione affannosa, vista
annebbiata, etc.): in quel caso è importante uscire subito, temprarsi con un breve soggiorno
all’aperto (il contrasto termico, contrariamente alle credenze popolari italiane, è molto salutare!),
idratarsi (evitare l’eccessivo consumo di alcolici) e rilassarsi finché non si raggiunge un equilibrio
con il proprio corpo difficile da trovare in altre situazioni. Il ciclo può essere ripetuto diverse volte –
non ci sono regole: seguite il vostro corpo!
Assistenza sanitaria: il livello delle strutture sanitarie dei Paesi Nordici è generalmente ottimo.
L’ospedale più vicino si trova a Kemi (circa 40 minuti di viaggio da Kukkola). La normale Tessera
Sanitaria Europea vi consente l’accesso al servizio sanitario pubblico. Per visitare i paesi nordici non
sono necessarie vaccinazioni o precauzioni sanitarie particolari.
Rischi e pericoli: la Lapponia è uno dei luoghi più sicuri al mondo per quanto riguarda la criminalità
comune. Tuttavia, le distanze, il clima e l’isolamento impongono delle precauzioni. In estate, i
fastidi maggiori sono dati dalle punture di insetti (soprattutto zanzare): consigliamo l’uso di
repellenti e un preparato a base di cortisone o simili per alleviare i sintomi dopo la puntura. In
inverno, occorre porre attenzione all’abbigliamento, che deve consentirvi di sopportare
agevolmente temperature che scendono, in casi estremi, fino a -40 gradi.
Le case sono generalmente molto ben riscaldate (anche troppo, secondo alcuni), e quindi è
importante vestirsi “a cipolla”, in modo da poter rimanere leggeri quando ci si trova all’interno
degli edifici. Attenzione all’escursione termica quando entrate ed uscite dagli edifici: può superare
60 gradi! Le escursioni all’aperto possono portare a situazioni di rischio dovute al clima: seguite
sempre le istruzioni delle nostre guide, e non esitate a segnalare situazioni di disagio fisico
(l’ipotermia si manifesta a temperature anche molto superiori allo zero). Non avventuratevi in
escursioni che richiedono sforzi notevoli (come la motoslitta o il trekking) se non vi sentite bene.
L’acqua del rubinetto è potabile ovunque. In generale non lo sono, invece, le acque di laghi e fiumi,
per quanto cristalline possano apparire, e quindi vi sconsigliamo di berle. Le eccezioni, cioè i casi in
cui l’acqua del lago o del fiume si può bere, vi verranno indicate dalle nostre guide – seguite
sempre le loro indicazioni! Nel consumare carne e pesce, attenetevi ai metodi di preparazione
tradizionali. Alcuni funghi in vendita in Finlandia (ad esempio, il “korvasieni”) sono velenosi e
vanno bolliti 3-4 volte prima della consumazione.
Guida: Le regole del codice della strada sono simili a quelle italiane, anche se ci sono piccole
differenze. Durante la guida, prestate la massima attenzione alla fauna locale (soprattutto, renne
ed alci). Ogni anno, gli incidenti che coinvolgono questo tipo di animali sono numerosi. Le renne, in
particolare, hanno unmovimento impredicibile e non lineare, e non si curano dei veicoli presenti in
giro, né dei suoni ( ad esempio il clacson, o le eventuali urla del conducente) o del comportamento
umano. In questi casi, occorre avere pazienza, specie quando le renne decidessero che la strada è
un buon luogo per fare un riposino! La guida in inverno presenta gli ovvi rischi dovuti alle
condizioni del fondo stradale. La guida sotto l’influenza di alcolici, anche in piccolissima
percentuale, non viene tollerata e viene punita con pene severe, che vanno dal ritiro della patente,
alla confisca del veicolo, fino all’arresto. Vi consigliamo di affidarvi sempre al nostro servizio di
autista privato, che potrà evitarvi di ricordare le regole della guida.