MacCosmetics, la tecnologia della bellezza

Commenti

Transcript

MacCosmetics, la tecnologia della bellezza
IL GRUPPO HA APERTO A ROMA
IL NEGOZIO PIÙ GRANDE D'ITALIA,
DOVE PRODOTTI E SERVIZI OFFRONO
ALLE CLIENTI UN NUOVO MODELLO
D'ACQUISTO: "PIÙ CHE LA VENDITA
PER NOI È IMPORTANTE INSEGNARE
APPLICAZIONI E USI CORRETTI"
Mac Cosmetics, la tecnologia della bellezza
Susanna Paparatti
^
Roma
l'Italia a Paese europeo nel quale la
Mac Cosmetics sembra aver concentrato gli investimenti per i prossimi
tre anni. Un passo importante, soprattutto tenendo conto del momento contingente che sta vivendo la nostra economia. La recente apertura dello store più
grande d'Italia targato Mac è arrivata pochi giorni fa in via del Corso a Roma, nel
cuore della città: 130 metri quadrati articolati su due piani che, nel rispetto della
filosofìa del brand, offrono alla clientela
ulteriori opportunità.
Punta di forza sono i servizi (già testati
nella recente inaugurazione del punto
vendita di Parigi, aChamps-Elysées) Navigator Panel e Lash Bar. Nei primi sono
evidenziate le peculiarità dei prodotti divisipertipologia,finiture,copertura, tex¬
ture e caratteristiche di pelle, agevolandone così la conoscenza; nel caso dei La-
E
shsipotranno invece provare le cigliafìnte utilizzando apposite mascherine trasparenti. Packaging eleganti, ma essenziali, rapporto qualità prezzo accattivante, possibilità di comporre le palette, "ritiro dei vuoti" premiato conun rossetto a
scelta (fatta eccezione per quelli delle
collezioni Viva Glamlecuivenditevanno
Il nuovo negozio di Mac Cosmetics
inaugurato di recente a Roma in via
del Corso: 130 metri quadrati
disposti su due piani con prodotti
e servizi dedicati alla bellezza
interamente al MAC. Found a supporto
dei soggetti affetti da Hv/Aids).
Ma quali sono i veri punti di forza del
marchio canadese che fa parte della
Estée Lauder Companies?: «Non penso
siano solo questi i motivi che portano la
clientela negli store — spiega Paolo Deponti, Brand Manager Mac Italia—bensìla possibilità di fare unashoppingexperience. Più che la vendita per noi è fondamentale insegnare come applicare i prò dotti nel modo e con gli strumenti corretti». Una politica che nel 2012 e nell'anno
in corso ha sancito l'apertura anche di tre
punti vendita mono marca in centri
commerciali di Torino, Roma e Caserta,
mentre vengono studiati altri progetti
per il Sud, sinora poco coperto. Oggi il
marchio è presente in 10 punti vendita
presso Coin (uno dei quali da tempomry
diverrà presto permanente), uno alla Rinascente, oltre agli store di Bologna e Torino. E poi ci sono i "Pro Store" di Roma e
Milano: gli unici due che vendono anche
le linee specifiche per i professionisti:
«Entro il 2016 contiamo di "esportare"
nelle maggiori città italiane il modello di
via del Corso—prosegue Deponti—nonostante la flessione generale dei consumi il comparto della cosmesi e particolarmente del make-up vive una realtà a
parte. Possiamo dire che questo ed il passato anno hanno comunque registrato
un incremento delle nostre vendite».
Il rossetto, d'altronde, è sempre stato
un prodotto che, anche nei momenti difficili non ha avuto stalli, anzi, un piccolo
investimento dal risultato immediato.
Così il brand prosegue nei "credo" di
sempre, lontano dalle lusinghe della
pubblicità, mettendo in vendita esclusivamente prodotti testati nei back-stage
delle sfilate e nei servizi fotografici (unica
eccezione ai classicipunti vendita è stato
nel2012 lo sbarco online, che sembra dare ottimi risultati), andando in contro alle esigenze di una clientela trasversale,
sempre più consapevole. «Dalla ventenne alla donna matura e, soprattutto, con
linee e colori per soddisfare ogni tipo di
pelle: europea, asiatica, africana».
© RIPRODUZIONE RISERVATA