commercianti

Commenti

Transcript

commercianti
]
WWWORKERS
di Giampaolo Colletti*,
@gpcolletti
[email protected]
storie e consigli
per chi lavora in rete
Davide de
Gennaro
Roccato 1
Barbara
Basso 3
Sergio Atzori nel
negozio di famiglia 2
C’è chi unisce un negozio su strada e un sito online.
Così scala i mercati e genera fatturato
commercianti
al quadrato
Uno più uno non fa necessariamente due. Perché, se a un negozio fisico associ quello online, puoi scalare
mercati e generare fatturato. Lo di-
il lavoro dei genitori, un negozio di famiglia
specializzato nella vendita di articoli professionali per la cucina: attività in perdita. Il dopo è lo stesso lavoro, però svolto sul Web, con
un negozio virtuale dedicato alla vendita degli
stessi articoli. Nasce così Professional Cooking
(www.professionalcooking.it), che riceve 4mila
ordini e fattura 200mila euro all’anno.
Dal negozio fisico a quello online, andata e
ritorno. Perché negli ultimi anni si sta anche
verificando il movimento opposto. Barbara
Basso (3) ha prima aperto www.robedacartoon.it, un e-commerce dedicato ai prodotti
legati ai cartoni animati. «Ho iniziato con un
budget ridicolo, circa 3mila euro. Il sito l’ho
fatto da sola e ho acquistato la prima merce»
mi ha raccontato Barbara, che oggi ha una dipendente, un negozio su strada e un fatturato
di 20mila euro mensili in continuo aumento.
La sua scommessa di lasciare il posto fisso per
crearsi un negozio online è vinta!
cono i numeri e lo raccontano le storie di successo, anche se purtroppo l’Italia resta ancora
fanalino di coda in Europa. Si sta diffondendo
una nuova generazione di commercianti che
al punto fisico associa la vendita online per
community molto segmentate. Eccoli allora i
nuovi wwworkers, commercianti al quadrato,
che alla crisi dei consumi rispondono sperimentando nuove vie “digitali”.
Così ha fatto la famiglia De Gennaro Roccato (1) di Varese. Marito e moglie hanno
aperto otto anni fa Tabatashop.com, un negozio online basato sulla vendita di articoli
per l’infanzia, nello specifico prodotti naturali importati da varie parti del mondo. Dalla Rete poi sono passati al negozio fisico, per
poi tornare all’online. «Negli ultimi anni, l’ecommerce è sempre più gettonato. Di contro,
oggi i costi di gestione del negozio sono
altissimi, così a fronte di una parità di riEsperto di media digitali e nuove
cavi tra online e offline abbiamo deciso
professioni sul Web, Giampaolo
di chiudere il negozio e di dedicarci solo
Colletti ha fondato la community
alla Rete» ha raccontato Davide De Gennaro
dei lavoratori della rete
Roccato. Risultato: 150 ordini al
wwworkers. Autore di
mese e una dipendente assunta.
vari libri, ha lavorato con
Da Milano alla Sardegna. Il laradio e tv e collabora con
voro di Sergio Atzori (2), 30enne
riviste e blog. INFO:
residente a Olbia, è fatto di un
www.wwworkers.it
Giampaolo
Colletti
prima e di un dopo. Il prima era
[email protected]
l’esperto
114 millionaire
un
7 consigli per
merce
ottimo e-com
1
2
3
4
5
6
7
Punta su un header, ovvero
la parte superiore del sito, chiara
ed essenziale.
Inserisci un campo di
ricerca visibile sulla home page
e sulle pagine interne.
Usa belle immagini, meglio
se realizzate da un professionista.
Inserisci sotto ogni
prodotto il link di
condivisione dei social network.
Rendi visibile il campo
dei commenti e incentiva le
recensioni da parte degli utenti.
Le informazioni
fondamentali della pagina
devono essere immediatamente
visibili, riduci lo scroll.
Valorizza le politiche di
acquisto e rendi visibili le
icone che indicano la garanzia di
sicurezza per le transazioni.
Si ringrazia per
la collaborazione
l’esperto di e-commerce
Giovanni Cappellotto
(www.giovannicappellotto.it).