messaggio da parte di nancy pelosi, presidente della camera dei

Commenti

Transcript

messaggio da parte di nancy pelosi, presidente della camera dei
MESSAGGIO DA PARTE DI NANCY PELOSI,
PRESIDENTE DELLA CAMERA DEI RAPPRESENTANTI AMERICANA
“Caro Deputato Mecacci,
Le porgo le mie sincere congratulazioni per aver convocato il Quinto Congresso Mondiale dei
Parlamentari Pro-Tibet. La prego di estendere a tal proposito i miei migliori auguri al rilevante
gruppo di legislatori e partecipanti provenienti da più di trenta Paesi che si riuniscono in questa
occasione.
Il valore del sostegno globale de Parlamentari per il popolo Tibetano non può essere sottovalutato.
Esiste un grande sostegno a favore del Tibet in tutto il mondo grazie, in parte, alla leadership di
Sua Santità il Dalai Lama e ai suoi sforzi di promuovere la pace e la non-violenza.
Il Congresso degli Stati Uniti d’America rappresenta da tempo un solido sostegno per il popolo
Tibetano. Nel 2007, sono stata fiera di essere al fianco del Presidente Bush per assegnare il
“Congressional Gold Medal” a Sua Santità per i suoi “molti sforzi continui e notevoli per la pace, la
non-violenza, i diritti umani e la comprensione religiosa”.
Il mese scorso i membri del Congresso si sono nuovamente riuniti con Sua Santità in occasione
dell’assegnazione del premio per i diritti umani della Fondazione Lantos, creata in onore del
Parlamentare scomparso Tom Lantos, che ha aiutato a far divenire il nostro Congresso il primo
corpo legislativo nel mondo a ricevere il Dalai Lama e a dare il suo sostegno al Tibet.
Nei venti giorni successivi, il nostro Congresso ha fatto molto per istituzionalizzare la questione del
Tibet nel nostro Governo, compresa la creazione di un Coordinatore speciale per la Questione
Tibetana e di un fondo dedicato per assistere le comunità Tibetane. Allo stesso modo, si è
registrato un grande progresso dal primo Congresso Mondiale dei Parlamentari Pro-Tibet del 1994
a oggi. Questo Congresso può ulteriormente rafforzare i nostri sforzi collettivi attraverso la
condivisione di informazioni e strategie.
La comunità internazionale ha una comune responsabilità nell’aiutare il popolo Tibetano. Se la
gente che ama la libertà non si pronuncia a favore dei diritti umani in Cina e in Tibet, perdiamo
l’autorità morale di pronunciarci nelle altre parti del mondo.
Come Presidente della Camera dei Rappresentanti e come amica del Tibet, desidero dunque inviare i
miei più distinti saluti e augurare un fruttuoso 5° Congresso Mondiale Pro-Tibet”.

Documenti analoghi