Qui Regione - Piadina e Salama da sugo

Commenti

Transcript

Qui Regione - Piadina e Salama da sugo
Qui Regione
Piadina e Salama da sugo,
sapori inimitabili
Ambasciatrici del made in Italy, la Romagna e Ferrara
ottengono dall’Ue il marchio Igp con i loro prodotti simbolo,
a garanzia di produttori e consumatori
L
voce del made in Italy. Il riconoscimento è pubblicato sulla Gazzetta ufficiale Ue del 24 ottobre
2014 (regolamenti 1173 e 1174). Le produzioni
che non rispettano il disciplinare potranno essere
sanzionate.
La Piadina romagnola è uno dei simboli della
Romagna e la sua reputazione si intreccia con
la storia e le tradizioni locali. Il disciplinare riconosciuto dall’Unione europea differenzia le
diverse tipologie disponendo un’etichettatura
specifica per quella riminese, più sottile e larga,
e concedendo un’ulteriore riconoscibilità alla
piadina ottenuta con processi per la maggior
parte manuali, tipica dei chioschi. Gli ingredienti sono gli stessi: farina, acqua, sale, grassi,
lievito, senza conservanti, aromi e additivi. La
produzione riguarda le province di Rimini, Forlì-Cesena,
Terremoto, chiesta all’ue la proroga degli aiuti per le imprese
Ravenna e, in parte, Bologna.
In questo modo si garantisce
Il Ministero delle Politiche agricole, accogliendo le sollecitazioni della Regione Emilia-Romail rispetto di regole comuni e
gna, ha chiesto alla Commissione europea la proroga di un anno per il pagamento degli aiuti
si argina l’incidenza crescente
alle aziende agricole colpite dal sisma del maggio 2012, spostando così il termine al 29 magdelle lavorazioni ottenute fuori
gio 2017. La proposta, se accolta, permetterà di superare la disparità tra le aziende agricole
dalla Romagna.
e le altre imprese insita nelle decisioni comunitarie sugli aiuti di Stato: infatti per le agricole
il saldo dei contributi deve avvenire entro 4 anni dal verificarsi dell’evento, e quindi entro il
La Salama da sugo è un salumaggio 2016, mentre per le altre imprese non è prevista alcuna scadenza.
me, tipicamente ferrarese, la
cui forma «a melone» con diviNODO IDRAULICO MODENA: OPERE PER QUASI 50 MILIONI DI EURO
sione in 6/8 spicchi e strozzatura mediana, risale al periodo
Sono on line le opere di messa in sicurezza del nodo idraulico modenese. L’elenco riguarda
Estense. Composta da carni
i lavori nei fiumi Secchia e Panaro, con l’indicazione di Comuni interessati, enti attuatori e
importi dei singoli interventi; le attività di sfalcio delle arginature e gli interventi straordinari
suine aromatizzate con vino e
sulla fauna selvatica. Sono stati programmati operazioni strutturali per quasi 50 milioni di euro.
spezie e insaccate nella vescica
Sempre per l’alluvione 2014 e la tromba d’aria del 2013, sono stati trasferiti dalla Regione ai
naturale, viene stagionata in
Comuni modenesi oltre 19 milioni di euro per i privati danneggiati. Il ripristino dei danni ai beni
specifiche condizioni ambienimmobili (abitazioni distrutte o danneggiate e parti comuni), nonché la spesa per la riparaziotale e venduta come prodotto
ne dei danni ai beni mobili o l’acquisto, deve essere sostenuta entro il 30 giugno 2015. La specrudo o cotto. Lavorazione e
sa per la riparazione dei beni mobili registrati o l’acquisto di beni mobili registrati equivalenti a
quelli distrutti va sostenuta entro il 31 dicembre 2014.
confezionamento sono diffuse
Le banche potranno anticipare le risorse per i beneficiari, grazie a un accordo siglato con
in quasi tutta la provincia di
Regione e Comuni. Ulteriori 14 milioni di euro sono stati messi a disposizione dal Governo per
Ferrara. Anche in questo caso il
interventi urgenti a seguito delle alluvioni che il 13 e 14 ottobre hanno colpito le Province di
riconoscimento dell’Igp è una
Parma e Piacenza.
garanzia contro le imitazioni
sia per i produttori che per i
Info: www.regione.emilia-romagna.it/notizie/2014/novembre/Speciale-alluvione-gennaio2014
consumatori.
20
020-021Agr_11.indd 20
Dell’Aquila
a Piadina romagnola e la Salama da sugo
ferrarese hanno ottenuto il marchio di
Indicazione geografica protetta. Salgono
così a 41 i prodotti Dop e Igp dell’EmiliaRomagna, che consolida il suo primato italiano
ed europeo con il più alto numero di produzioni
agroalimentari a qualità certificata e importante
Fotolia
A cura della
REDAZIONE
novembre 2014
19/11/14 07.47
ottobre 2014
020-021Agr_11.indd 21
21
19/11/14 07.47

Documenti analoghi