Martin Luther King : tappe principali della sua vita

Transcript

Martin Luther King : tappe principali della sua vita
Martin Luther King : tappe principali della sua vita
• 1929
15 gennaio: nasce Martin Luther King Jr, figlio del reverendo Martin Luther King Sr e di Alberta Christine
Williams, ad Atlanta, in Georgia.
• 1935-1944
King frequenta la scuola elementare David T. Howard, il liceo sperimentale dell'Università di Atlanta e il liceo
Brooker T. Washington. Supera l'esame di ammissione al Morehouse College di Atlanta senza aver conseguito il
diploma di scuola superiore.
• 1947
King ottiene il permesso di predicare e diventa assistente di suo padre, pastore della Chiesa battista di
Ebenezer, ad Atlanta.
• 1948
25 febbraio: King riceve gli ordini per il ministero battista.
Giugno: King si diploma al Morehouse College con una laurea di primo grado in sociologia.
Settembre: King entra al seminario teologico Crozer, a Chester, in Pennsylvania. Dopo aver assistito alle lezioni
del dottor A.J . Muste e del dottor W. Johnson Mordecai che esaltavano la figura del Mahatma Gandhi, inizia a
studiare seriamente il pensiero del leader indiano.
• 1951
Giugno: King si laurea al Crozer con una laurea di secondo grado in teologia.
• 1953
18 giugno: King sposa Coretta Scott a Marion, in Alabama.
• 1954
17 maggio: la Corte Suprema degli Stati Uniti, in occasione della causa Brown contro il ministero della Pubblica
istruzione, dichiara all'unanimità incostituzionale la segregazione razziale nelle scuole pubbliche.
31 ottobre: King viene insediato dal reverendo Martin Luther King Sr come ventesimo pastore della chiesa di
Dexter Avenue, a Montgomery.
• 1955
5 giugno: King consegue il dottorato in teologia sistematica all'Università di Boston.
17 novembre: nasce, a Montgomery, Yolanda Denise, prima figlia di King.
1 dicembre: la signora Rosa Parks, una sarta quarantaduenne di Montgomery, si rifiuta di cedere il proprio posto
a un bianco su un autobus e viene arrestata.
5 dicembre: primo giorno del boicottaggio degli autobus a Montgomery. Inizia il processo alla signora Parks. Si
tiene una riunione dei leader del movimento. Martin Luther King viene eletto all'unanimità presidente di
un'organizzazione denominata, su proposta del reverendo Ralph Abernathy, Montgomery Improvement
Association (MIA).
10 dicembre: la compagnia di autobus di Montgomery sospende il servizio nei quartieri neri.
• 1956
26 gennaio: King viene arrestato per eccesso di velocità: va a cinquanta chilometri all'ora in una zona di
Montgomery dove il limite è di quaranta. Viene rilasciato dietro sua stessa garanzia.
30 gennaio: viene scagliata una bomba nel portico della casa di Martin Luther King, a Montgomery. Coretta King
e la signora Roscoe Williams, moglie di un membro della congregazione, sono a casa con la piccola Yolanda
Denise. Nessuno resta ferito.
2 febbraio: viene intrapresa un'azione legale in una corte distrettuale federale perché le leggi di segregazione
razziale sui mezzi pubblici di Montgomery vengano dichiarate incostituzionali.
21 febbraio: King viene incriminato, assieme ad altri partecipanti al boicottaggio degli autobus di Montgomery,
con l'accusa di aver organizzato una cospirazione tesa a ostacolare e impedire lo svolgimento di un'attività
"senza giusto o legale motivo".
4 giugno: una corte distrettuale degli Stati Uniti stabilisce che la segregazione razziale sugli autobus cittadini è
incostituzionale.
10 agosto: King parla davanti a un'assemblea del partito democratico a Chicago.
30 ottobre: il sindaco di Montgomery Gayle ordina all'ufficio legale della città di "valutare le procedure ritenute
idonee a porre termine all'uso di automobili in condivisione e ai sistemi di trasporto sorti in seguito al
boicottaggio".
13 novembre: la Corte Suprema degli Stati Uniti conferma la decisione presa dai tre giudici della corte
distrettuale che hanno dichiarato incostituzionale le leggi statali e locali dell'Alabama che stabiliscono la
segregazione sugli autobus.
20 dicembre: l'ingiunzione federale che proibisce la segregazione sugli autobus viene recapitata ai funzionari
della città e della compagnia di autobus. Altre ingiunzioni arrivano a funzionar! dello stato.
21 dicembre: è abolita la segregazione sugli autobus di Montgomery.
• 1957
27 gennaio: viene rinvenuta una bomba inesplosa nel portico della casa di King.
Febbraio: viene fondata la Southern Christian Leadership Conference (SCLC). Martin Luther King è eletto
presidente.
18 febbraio: la rivista "Time" mette King in copertina.
17 marzo: King tiene un discorso per il Prayer Pilgrimage for Freedom, in occasione della celebrazione del terzo
anniversario dell'abolizione della segregazione da parte della Corte Suprema. Il discorso, intitolato "Give Us the
Ballot" ("Dateci il voto"), è pronunciato al Lincoln Memorial, a Washington, DC.
23 giugno: King ha un colloquio con il vicepresidente degli Stati Uniti, Richard M. Nixon.
Settembre: il presidente Dwight D. Eisenhower incarica la Guardia nazionale dell'Arkansas di scortare nove
studenti negri all'interno di una scuola per soli studenti bianchi, a Little Rock, in Arkansas.
9 settembre: il Congresso approva il primo atto sui diritti civili dall'epoca della Ricostruzione dopo la Guerra
civile, creando la Civil Rights Commission e la Civil Rights Division presso il Dipartimento della giustizia.
23 ottobre: nasce il secondogenito dei coniugi King, Martin Luther III.
• 1958
23 giugno: King, assieme a Roy Wilkins dei NAACP, A. Philip Randolph e Lester Granger, incontra il presidente
Dwight D. Eisenhower.
3 settembre: King viene arrestato nei pressi del tribunale di Montgomery con l'accusa di vagabondaggio (in
seguito modificata in "non obbedienza a un ufficiale"). Viene liberato dopo il pagamento di una cauzione di
cento dollari.
4 settembre: King viene incarcerato dopo essersi dichiarato "innocente" dall'accusa di non aver obbedito a un
ufficiale. La cauzione viene immediatamente pagata, nonostante l'obiezione di King, dal commissario della
polizia di Montgomery, Clyde C. Sellers.
17 settembre: la casa editrice Harper & Row pubblica il libro di Martin Luther King, "Stride Toward Freedom:
The Montgomery Story".
20 settembre: King viene pugnalato al petto dalla signora Izola Curry, una quarantaduenne successivamente
dichiarata disturbata mentale. Il ferimento avviene nel centro di Harlem mentre King sta autografando il suo
libro appena uscito. Le sue condizioni sono giudicate serie ma non critiche.
• 1959
30 gennaio: King incontra a Detroit Walter Reuther, presidente del sindacato United Auto Workers.
2 febbraio-10 marzo: Martin Luther King e la moglie Coretta passano un mese in India per studiare le tecniche
non violente di Gandhi, ospiti del primo ministro indiano Nehru.
• 1960
24 gennaio: la famiglia King si trasferisce ad Atlanta. King diventa pastore aggiunto, con il padre, nella Chiesa
battista di Ebenezer.
1 febbraio: ha luogo a Greensboro, in Carolina del Nord, il primo sit-in di studenti nelle tavole calde contro la
segregazione razziale.
17 febbraio: si organizza una manifestazione per l'arresto di King in base all'accusa di aver presentato, nel 1956
e nel 1958, false denunce dei redditi per le imposte dovute allo stato dell'Alabama.
15 aprile: viene fondato su base temporanea lo Student Nonviolent Coordinating Committe (SNCC) per
coordinare la protesta studentesca alla Shaw University, a Raleigh, in Carolina del Nord (l'organizzazione
diventerà permanente a partire dall'ottobre 1960). Martin Luther King e James Lawson sono i principali oratori
in occasione della fondazione alla Shaw University.
28 maggio: King viene prosciolto dall'accusa di evasione fiscale da una giuria di soli bianchi a Montgomery.
24 giugno: King ha un incontro sul tema dei diritti civili con John F. Kennedy, candidato democratico alle
elezioni presidenziali degli Stati Uniti.
19 ottobre: King viene arrestato e messo in carcere nel corso di un sit-in ad Atlanta, con l'accusa di aver violato
la legge statale sulla proprietà privata.
22-27 ottobre: le accuse di Atlanta decadono. Tutti i dimostranti arrestati vengono rilasciati eccetto Martin
Luther King, che viene trattenuto con l'accusa di aver contravvenuto a una sentenza convalidata per una
violazione del codice stradale. Viene dapprima trasferito nella prigione della contea di DeKalb, a Decatur, in
Georgia, e in seguito nella prigione di stato di Reidsville, da dove viene rilasciato dietro pagamento di una
cauzione di duemila dollari.
• 1961
30 gennaio: nasce Dexter Scott, il terzo figlio dei coniugi King.
4 maggio: il primo gruppo di Freedom Riders, sorto per abolire il regime segregazionista sugli autobus
interstatali, parte da Washington, DC, su autobus Greyhound. Il gruppo, organizzato dal Congress of Racial
Equality (CORE), parte poco dopo che la Corte Suprema ha dichiarato illegale la segregazione nei terminal dei
trasporti interstatali. Il 14 maggio, poco fuori Anniston, In Alabama, l'autobus viene bruciato. Al loro arrivo a
Birmingham i Riders vengono accolti da un tumulto di bianchi. In seguito vengono arrestati a Jackson, in
Mississippi, e passano dai quaranta ai sessanta giorni nel penitenziario di Parchman.
15 dicembre: King arriva ad Albany, in Georgia, invitato da W.G. Anderson, leader del movimento locale per
l'abolizione della segregazione nei luoghi pubblici che era nato nel gennaio del 1961.
16 dicembre: King viene arrestato durante una dimostrazione ad Albany. Viene accusato di ostruire il
marciapiede e manifestare senza permesso.
• 1962
27 febbraio: King viene processato e condannato per aver guidato la marcia di Albany.
2 maggio: King viene invitato a unirsi alle proteste di Birmingham.
27 luglio: King viene arrestato nel corso di una veglia di preghiera presso il municipio di Albany e incarcerato
con l'accusa di non aver obbedito a un poliziotto, per aver ostruito il marciapiede e per turbamento della quiete
pubblica.
20 settembre: James Meredith fa il suo primo tentativo di iscriversi all'Università del Mississippi. Viene in effetti
iscritto d'ufficio dalla Corte Suprema e scortato nel campus di Oxford, in Mississippi, da ufficiali giudiziari, il 1°
ottobre 1962.
16 ottobre: King ha un incontro di un'ora con il presidente John F. Kennedy alla Casa Bianca.
• 1963
28 marzo: nasce Bernice Albertine, la quarta figlia dei King.
Marzo-aprile: si tengono sit-in di protesta contro la segregazione nelle tavole calde a Birmingham. King viene
arrestato durante una dimostrazione.
16 aprile: King scrive "Lettera dalla prigione di Birmingham" mentre è in carcere per aver dimostrato.
3-4-5 maggio: Eugene ("Bull") Connor, responsabile della pubblica sicurezza di Birmingham, ordina l'uso di cani
poliziotto e di idranti contro i dimostranti (giovani e bambini).
20 maggio: la Corte Suprema degli Stati Uniti dichiara incostituzionali le ordinanze che stabiliscono la
segregazione a Birmingham.
Giugno: l'editore Harper & Row pubblica il libro di Martin Luther King, "Strength to Love".
11 giugno: il governatore George C. Wallace cerca di opporsi all'ordinanza del tribunale che impone
l'integrazione nell'Università dell'Alabama, bloccando la porta d'entrata e rifiutandosi personalmente di lasciar
entrare gli studenti neri e i rappresentanti del Dipartimento della giustizia. Il presidente John F. Kennedy fa
eseguire l'ordine dalla Guardia nazionale dell'Alabama, e il governatore Wallace recede dalla sua azione.
12 giugno: il leader del NAACP di Jackson, in Mississippi, Medgar Evers, viene assassinato all'alba nella sua casa
con un colpo di fucile. Il suo funerale si tiene a Jackson il 15 giugno. Evers viene sepolto al cimitero nazionale di
Arlington, a Washington, DC, il 19 giugno.
28 agosto: si svolge la marcia di protesta di Washington, la prima grande manifestazione a livello nazionale. King
pronuncia il suo discorso "I Have a Dream" ("Io ho un sogno") dai gradini del Lincoln Memorial. Alla fine della
manifestazione, assieme agli altri leader del movimento per i diritti civili, incontra il presidente John F.
Kennedy alla Casa Bianca.
2-10 settembre: il governatore Wallace ordina alla polizia dell'Alabama di sospendere il processo di
integrazione, ordinato dal tribunale, nelle scuole elementari e superiori dell'Alabama fino a quando non venga a
lui ingiunta l'ordinanza. Il 10 settembre le scuole vengono integrate da un ordine del tribunale.
22 novembre: il presidente Kennedy viene assassinato a Dallas, in Texas.
• 1964
Estate: il Council of Federated Organizations (COFO) dà il via al Mississippi Summer Project, una campagna
itinerante per la registrazione degli aventi diritto al voto, organizzata da studenti bianchi e neri.
Maggio-giugno: King si unisce ad alcuni militanti della SCLC che manifestano a favore dell'integrazione nelle
strutture pubbliche di alloggio a St Augustine, in Florida. Viene incarcerato. Giugno: l'editore Harper & Row
pubblica il libro di Martin Luther King "Why We Can’t Wait".
21 giugno: si denuncia la scomparsa di tre militanti per i diritti civili, James Chaney (nero), Andrew Goodman e
Michael Schwerner (bianchi), dopo un breve viaggio a Philadelphia, in Mississippi.
2 luglio: King assiste alla firma del Public Accomodations Bill, parte del Civil Rights Act del 1964, del presidente
Lyndon B. Johnson, alla Casa Bianca.
18-23 luglio: scoppia una rivolta ad Harlem. Un nero viene ucciso.
Agosto: scoppiano rivolte nel New Jersey, in Illinois e in Pennsylvania.
4 agosto: agenti dell'FBI rinvengono i corpi dei tre militanti dei diritti civili James Chaney, Andrew Goodman e
Michael Schwerner sepolti nei pressi della città di Philadelphia, in Mississippi. Lo sceriffo della contea di
Neshoba, Rainey, e il suo vice, Cecil Price, sono presumibilmente implicati negli omicidi.
Settembre: King e il reverendo Ralph Abernathy visitano Berlino ovest, su invito del sindaco Willy Brandt.
18 settembre: King è accolto in udienza da papa Paolo VI, in Vaticano.
10 dicembre: King riceve il premio Nobel per la pace a Oslo, in Norvegia.
• 1965
21 febbraio: Malcolm X, leader dell'Organizzazione per l'unità degli afro-americani, ed ex leader dei Musulmani
neri, viene ucciso da neri a New York.
7 marzo: un gruppo di manifestanti (della SNCC e della SCLC), guidati da Hosea Williams della SCLC, viene
picchiato mentre attraversa il ponte Edmund Pettus, nel corso della marcia da Selma a Montgomery, in
Alabama, da alcuni agenti di polizia in servizio sull'autostrada, comandati da Al Lingo, e da agenti dello sceriffo,
guidati da Jim Clark. Un'ordinanza del governatore Wallace aveva proibito la marcia.
9 marzo: il pastore James Reeb, della Chiesa unitaria, viene picchiato da quattro segregazionisti bianchi a Selma
e muore due giorni dopo.
15 marzo: il presidente Johnson rivolge un messaggio alla nazione e al Congresso, nel quale descrive il disegno
di legge sul diritto di voto che presenterà al Congresso due giorni dopo, usando lo slogan del movimento per i
diritti civili:
Vinceremo".
16 marzo: manifestanti bianchi e neri vengono picchiati da uomini dello sceriffo e dalla polizia a cavallo a
Montgomery.
21-25 marzo: oltre tremila manifestanti lasciano Selma per raggiungere Montgomery, protetti dalle truppe
federali. Lungo la strada si uniscono a loro altri venticinquemila dimostranti. Al loro arrivo al Campidoglio
ascoltano un discorso di Martin Luther King.
25 marzo: sparano a Viola Liuzzo, moglie di un agente d'affari della Teamsters Union di Detroit, e la uccidono,
mentre sta riportando a Selma un gruppo di manifestanti.
Luglio: King visita Chicago. La SCLC si unisce al Coordinating Council of Community Organizations (CCCO),
guidato da Al Raby, e assieme danno vita al Chicago Project.
Agosto-dicembre: in Alabama la SCLC conduce la campagna per la registrazione al voto nelle contee di Green,
Wilcox ed Eutaw, e nelle città di Montgomery e Birmingham.
6 agosto: il presidente Johnson firma il Voting Rights Act.
11-16 agosto: nella rivolta del ghetto di Watts, a Los Angeles, muoiono trentacinque persone, di cui ventotto
neri.
• 1966
Febbraio: King affitta un appartamento nel ghetto nero di Chicago.
23 febbraio: King incontra Elijah Muhammad, leader dei Musulmani neri, a Chicago.
Marzo: King occupa un palazzo in un quartiere povero di Chicago e viene citato in giudizio dal proprietario.
25 marzo: la Corte Suprema degli Stati Uniti stabilisce che ogni tassa sul voto è incostituzionale.
Primavera: King fa un giro in Alabama per sostenere i candidati neri. Alle primarie in Alabama i neri votano per
la prima volta in grande numero dal periodo della Ricostruzione.
16 maggio: alla grande manifestazione di Washington contro i combattimenti in Vietnam viene letta una
dichiarazione contro la guerra di King, il quale accetta di diventare co-presidente dell'associazione Clergy and
Laymen Concerned about Vietnam.
Giugno: Stokely Carmichael e Willie Ricks (della SNCC) usano per la prima volta in pubblico lo slogan "Black
Power" ("Potere nero"), di fronte ai giornalisti a Greenwood, in Mississippi.
6 giugno: sparano a James Meredith all'inizio della "Marcia contro la paura", di 350 chilometri, da Memphis, in
Tennessee, a Jackson, in Mississippi.
10 luglio: King lancia una campagna per fare di Chicago una "città aperta" in fatto di abitazioni.
5 agosto: King viene preso a sassate mentre guida una manifestazione in mezzo a una folla di bianchi inferociti,
al Gage Park nella zona sud-ovest di Chicago.
Settembre: la SCLC lancia un progetto che ha lo scopo di integrare le scuole di Grenada, in Mississippi.
Autunno: la SCLC da inizio al Progetto di educazione dei cittadini dell'Alabama, nella contea di Wilcox.
• 1967
Gennaio: mentre si trova in Giamaica, Martin Luther King scrive il libro "Where Do We Go from Here?"
12 marzo: in Alabama viene dato ordine di porre fine alla segregazione in tutte le scuole pubbliche.
25 marzo: in un discorso tenuto al Chicago Coliseum, King attacca la politica del governo in Vietnam.
4 aprile: King tiene un discorso sulla guerra in Vietnam, "Oltre iI Vietnam", alla chiesa di Riverside, a New York.
10-11 maggio: uno studente nero viene ucciso durante la rivolta nel campus del nero Jackson State College, in
Mississippi.
6 luglio: il Dipartimento di giustizia annuncia che oltre il cinquanta per cento dei votanti neri che ne hanno
diritto sono stati registrati in Mississippi, Georgia, Alabama, Louisiana e Carolina del Sud.
12-17 luglio: nella rivolta di Newark, in New Jersey, muoiono ventitré persone e settecentoventicinque
rimangono ferite.
23-30 luglio: nella rivolta di Detroit,
trecentoventiquattro rimangono ferite.
la
peggiore
del
secolo,
muoiono
quarantatré
persone
e
26 luglio: i leader neri Martin Luther King Jr, A. Philip Randolph, Roy Wilkins e Whitney Young lanciano un
appello per la fine delle rivolte "che si sono dimostrate inefficaci e dannose alla causa dei diritti civili e
all'intera nazione".
30 ottobre: la Corte Suprema conferma la sentenza di condanna per il reato di offesa alla corte per King e altri
sette leader neri che hanno organizzato le manifestazioni di Birmingham nel 1963. King e i suoi collaboratori
scontano quattro giorni di carcere.
27 novembre: King presenta la Campagna dei poveri della SCLC, con lo scopo di farsi portavoce dei problemi
della popolazione povera, sia nera sia bianca.
• 1968
12 febbraio: sciopero dei lavoratori della nettezza urbana di Memphis, in Tennessee.
28 marzo: King guida una marcia di seimila persone attraverso il centro di Memphis in appoggio allo sciopero dei
lavoratori della nettezza urbana. Scoppiano disordini durante i quali alcuni manifestanti neri saccheggiano
negozi della città. Un ragazzo di sedici anni viene ucciso e cinquanta persone rimangono ferite.
3 aprile: King tiene il suo ultimo discorso, l've Been to the Mountain Top ("Sono stato sulla cima della
montagna"), al Masonic Temple di Memphis.
4 aprile: King viene colpito da un cecchino mentre si trova al balcone della sua stanza al secondo piano del
Motel Lorraine di Memphis. Muore per le conseguenze della ferita da arma da fuoco alla nuca presso l'ospedale
St Joseph. Il suo killer è arrestato a Londra circa due mesi più tardi. Si chiama James Earl Ray e ha precedenti
per rapina, alcolismo e spaccio di moneta falsa. Al processo è condannato a novantanove anni di reclusione, ma,
qualche anno dopo, riesce ad evadere. Lo catturano nuovamente e rivela che non era stato lui l'assassino di
King, sostenendo di sapere chi è il vero colpevole, ma il nome non potrà mai farlo, perché viene accoltellato la
notte seguente nella cella in cui è detenuto.
“Ai nostri più accaniti oppositori noi diciamo: Noi faremo fronte alla vostra capacità di infliggere sofferenze con
la nostra capacità di sopportare le sofferenze; andremo incontro alla vostra forza fisica con la nostra forza
d’animo. Fateci quello che volete e noi continueremo ad amarvi.
• 1986
18 gennaio: in seguito all'approvazione della Public Law 98-144, il presidente Ronald Reagan firma un proclama
con il quale dichiara ogni terzo lunedì di gennaio festa nazionale in onore della data di nascita di Martin Luther
King Jr.
• 2006
30 gennaio: muore Coretta Scott King.

Documenti analoghi

Martin Luther King - Istitutocomprensivocavaria.it

Martin Luther King - Istitutocomprensivocavaria.it Fin dall'infanzia Martin Luther King dovette subire i traumi dei bambini che scoprono di essere diversi e discriminati in una società razzista. Ha cinque anni quando, la madre dei suoi compagni bia...

Dettagli

Selma Scheda analisi

Selma Scheda analisi Parker nel 1988. L'opera è ispirata all'assassinio di tre attivisti dell'African-American Civil Rights Movement – James Earl Chaney, Andrew Goodman e Michael Schwerner – avvenuto nella contea di Ne...

Dettagli