Buonanotte Fiorellino - la Carta dei Servizi

Commenti

Transcript

Buonanotte Fiorellino - la Carta dei Servizi
CARTA DEL SERVIZIO DI BUONANOTTE FIORELLINO
CHI SIAMO
La Ludus è una cooperativa di produzione lavoro nata nel 2002 e che dal 2005 gestisce il suo primo
Asilo Nido, recuperando uno spazio vandalizzato situato nel XIII Municipio, in via Decio Azzolino
33. Dal 2006 il Nido viene convenzionato con il Comune di Roma per 39 bambini. Nel 2008,
portando a regime l’utilizzo della struttura, viene inaugurato sempre nella stessa sede l’Asilo
Momo, anch’esso poi convenzionato con il Comune nel 2009. Ad oggi gli Asili Ludus e Momo,
rispettivamente al 1° e al 2° piano della struttura di via Decio Azzolino, ospitano circa 145 bambini,
erogando un servizio altamente professionale in un quadrante di Roma (Torrevecchia,
Montespaccato e Primavalle) critico per tanti aspetti, anche per quelli inerenti i servizi alle
famiglie.
Abbiamo maturato negli anni esperienze nelle attività per l’infanzia e le famiglie, organizzando lo
Spazio Ludoteca e i Centri Estivi 0-6 anni - implementando attività e laboratori per bambini e
genitori, feste ed eventi per tutte le famiglie - sostenendo i progetti sociali dei Servizi Comunali
(Municipio XIII).
Ci siamo messi in gioco con professionalità, flessibilità, risorse, creatività, spirito d’impresa.
Credendo fortemente nel valore del nostro progetto.
MISSION
La nostra vocazione è diffondere nei territori la cultura dell’infanzia e dei servizi educativi,
ponendo al centro della nostra attività la qualità delle relazioni ed il benessere dei bambini e delle
famiglie. Crediamo fortemente nel valore dell’educazione per lo sviluppo integrale della persona. Il
nostro approccio, orientato verso una prospettiva ecologica dello sviluppo umano, considera il
contesto educativo come un sistema complesso di relazioni ed azioni, in cui i diversi protagonisti si
influenzano reciprocamente. La nostra Mission si concretizza nell’essere al servizio dei bambini e
delle loro famiglie, promuovendo l’affermarsi di un modello pedagogico innovativo, integrato, in
grado di apportare contributi originali alla diffusione della cultura dell’infanzia.
1
QUALITA'
Tutti i nostri fornitori possiedono le certificazioni di qualità. Aggiorniamo periodicamente il nostro
Piano di Autocontrollo e il Documento di Valutazione dei Rischi. Monitoriamo sistematicamente
tutte le procedure attivate e ne valutiamo l’efficacia per offrirvi un servizio sempre migliore.
Principi generali
I nostri principi generali e fondanti della gestione dell’asilo nido sono i seguenti:
1. Uguaglianza
L’asilo nido garantisce uguaglianza e parità di trattamento in ogni fase dell’erogazione del servizio
a tutti i bambini e alle famiglie interessate, senza nessuna preferenza o discriminazione. In
particolare ci impegniamo a garantire l’uguaglianza delle opportunità, dando risposte
personalizzate alle differenti esigenzedei bambini, nei limiti dell’organizzazione del servizio.
2. Imparzialità
L’agire degli educatori dell’asilo nido è estraneo a qualsiasi interesse di parte e non è condizionato
da preconcetti o pregiudizi. Nei processi valutativi usiamo criteri oggettivi e strumenti in grado di
garantire la massima obiettività possibile.
3. Continuità
I servizi sono erogati in maniera regolare e stabile, sulla base di una programmazione comunicata
in tempo utile alle famiglie.
L’asilo nido si impegna a comunicare preventivamente eventuali cambiamenti o interruzioni
dipendenti da terzi in modo da garantire, per quanto possibile, una riduzione dei disagi agli utenti.
4. Partecipazione, trasparenza e responsabilità sociale
I nostri servizi favoriscono la partecipazione attiva alle decisioni che riguardano la gestione del
servizio di tutti i portatori di interesse, compresi gli stessi bambini. Trasparenza e responsabilità
sociale sono i nostri principi fondativi, realizzati mediante l’attuazione di regole, strumenti e
procedure specifiche.
5. Efficienzaed efficacia
I servizi sono orientati al conseguimento di risultati educativi utilizzando risorse e modalità
pianificate e con chiarezza di incarichi, ruoli e compiti. Siamo impegnati a valutare regolarmente
l’efficienza e l’efficacia effettiva restituita dall’asilo nido.
FUNZIONAMENTO BUONANOTTE FIORELLINO
Il servizio di nido/materna serale e notturno è un progetto sperimentale
L’attività di “Buonanotte Fiorellino” si innesta nel pieno rispetto dei requisiti presenti nella
Convenzione sottoscritta dalla Ludus coop. con Roma Capitale, Dipartimento Servizi Educativi e
Scolastici, per gli Asili Nido Ludus e Momo. È un servizio di sostegno alle famiglie che, nella
maggior parte dei casi, non hanno reti di sostegno. Si svolge dentro la struttura degli Asili nido
Ludus e Momo, in particolare al secondo piano, presso l’Asilo Momo, un ambiente a misura di
2
bambino, qual è un asilo nido che si rispetti. Anche se non è un servizio educativo, nel senso
stretto del concetto di progetto educativo (asse portante nella strutturazione a 360° di un asilo
nido) che ha una sua strutturazione temporale con il bambino (mentre Buonanotte Fiorellino è su
prenotazione), ne condivide lo spazio e la professionalità del personale educativo e ausiliario. Per
questo ci è piaciuta l’idea di chiamarlo “asilo serale e notturno”. La nostra metodologia si basa su
di un approccio che prende spunto dall’esperienza decennale nell’implementare e sviluppare il/i
progetto/i educativo/i con i bambini e le loro famiglie.
Le attività, soprattutto nella seconda parte della serata, dopo cena, sono pensate per
accompagnare dolcemente i bambini alla nanna, mentre nella prima parte si svolgono attività
motorie, di manipolazione, di gioco più fisico al fine di coinvolgere il bambino in attività ed
esperienze sane, educative, socializzanti e…rilassanti. La cena è un momento di socializzazione, in
cui la preparazione dei cibi è effettuata da cuochi esperti, seguendo scrupolosamente le tabelle
alimentari del Comune di Roma.
È un servizio di sostegno alle famiglie che si trovano in una situazione di difficoltà nella gestione
del carico lavorativo e di riflesso famigliare, di criticità nelle reti parentali ed amicali e più in
generale relazionali, senza escludere chi si trova in un’emergenza (si pensi ad un ricovero di un
famigliare) e non saper come gestire i figli piccoli . Riteniamo che, offrire una risposta a questi
contesti di vita mediante un’accudimento e un’attenzione accurati nei confronti del bambino e dei
suoi bisogni, significhi incidere positivamente sulla qualità della vita del/i genitore/i e, in un’ottica
sistemica, della famiglia e del bambino stesso (tenendo a mente sempre quei contesti di gestione
della vita famigliare complessi).
Di seguito spieghiamo ed approfondiamo quegli elementi che contraddistinguono il nostro servizio
innovativo per le famiglia con bambini dai 0 ai 6 anni, in orario serale e notturno.
Obiettivi
1) Offrire al bambino uno spazio, un ambiente e delle relazioni confortevoli, sicure, di
accudimento e attenzione alle sue necessità;
2) Soddisfare un bisogno e/o una necessità temporanea del nucleo familiare (soprattutto con
bambini piccoli 0-6 anni);
3) Soddisfare il bisogno di quelle famiglie, con bambini piccoli e con genitori che svolgono lavori
notturni (medici, infermieri, forze dell’ordine, ecc.);
4) Soddisfare un bisogno temporaneo di quelle famiglie, con bambini piccoli, che attraversano
difficoltà emergenziali di varia natura (es. accudire familiari presso strutture ospedaliere);
5) Incrementare l’autonomia per le situazioni familiari particolari come le famiglie
monoparentali, o che vivono lontane dal loro paese d’origine e che non possono quindi
contare sull’aiuto, nei casi di emergenza, dei nonni o dei parenti più stretti.
3
Target






Bambini in età da asilo nido (3 mesi - 3 anni);
Bambini in età da materna (dai 4 ai 6 anni);
Coppie in cui i genitori lavorano su turni anche di notte e che hanno in questa fascia oraria
difficoltà nella gestione dei figli;
Genitori che devono affrontare delle emergenze (ricovero del coniuge o di un parente) e che
necessitano di una soluzione tampone;
Famiglie monoparentali, in cui il genitore, che nella maggior parte dei casi è la donna/mamma,
ha così la possibilità di affrontare meglio le emergenze ed il tempo di vita;
Coppie che desiderano riappropriarsi di un momento di svago, in tranquillità e sicurezza per i
propri figli.
Specifiche Tecniche
Di seguito sono descritte le specifiche tecniche del servizio, divise per argomenti:

Orario di apertura/chiusura: il servizio è attivo dalle 19:00 alle 07:00 del mattino, ora di uscita
dalla struttura.

Prenotazione del servizio: il servizio serale e notturno funziona su prenotazione. Per la sera
(19:00-24:00) ci si deve prenotare entro i 3 giorni antecedenti (x es. entro mercoledì per
sabato), mentre per il servizio notturno la prenotazione deve essere fatta 5 giorni prima (il
lunedì per il sabato);

Conoscenza del nucleo - inserimento - osservazione: anche se con tempistiche diverse, perché
è evidente che non vi può essere lo stesso periodo di ambientamento di un nido diurno, la
procedura è analoga, nel senso che il/i genitore/i, la prima volta che usufruiscono del servizio,
devono sostenere un colloquio di conoscenza con il coordinamento. Questo step è obbligatorio
e propedeutico all’inserimento del bambino. Anche se con tempi e modalità diverse, si
applicheranno le stesse metodologie di inserimento e osservazione dei bambini, al fine di
ridurre lo stress di un’esperienza diversa dal solito.

Documentazione da produrre per l’inserimento: la stessa che viene prodotta e sottoscritta dal
nido diurno, che elnchiamo di seguito:
 Domanda di ammissione;
 Scheda info famiglia;
 Informativa tutela privacy;
 Consenso dati personali;
 Delega a terzi ritiro bimbo;
 Corredino nido;
 Liberatoria foto;
 Liberatoria nido;
 Modulo dieta differenziata;
 Richiesta dieta per allergia;
4
 Regolamento riammissione-allontanamento
 Certificato allontanamento.

Suddivisione fasce di età: 03 -12 mesi / 13 - 36 mesi / 3 - 6 anni;

Divisione degli spazi di gioco: spazio specifico per i piccoli 3 - 12 mesi / spazio specifico 13 - 36
mesi / spazio comune 3 - 6 anni. Sono rispettati i rapporti metri/bambino vigenti nella
convenzione in essere.

Attività:
 Bambini piccoli, 3-12 mesi: iniziale fase di gioco - attività sensoriali, motorie, cognitive pasto, attività rilassante propedeutica all’addormentamento (storie, favole, canzoncine e/o
filastrocche);
 Bambini 2-4 anni: iniziale fase di gioco - attività sensoriali, motorie, cognitive in gruppo pasto, attività rilassanti - canzoncine, fiabe interattive di gruppo, attività laboratoriali soft addormentamento;
 Bambini 4-6 anni: iniziale fase di gioco tramite laboratori - pasto - gioco post cena, disegno,
letture, fiabe interattive di gruppo, visione di cartoni animati educativi (da valutare);
 I lenzuolini e le coperte per il sonno sono forniti, puliti, dalla famiglia, che li riprenderà a
fine servizio, inoltre la famiglie deve portare 4 pannolini se necessari, 1 cambio, pigiamino
ed eventuale oggetto transizionale;

Divisione degli spazi notturni: stanza 03 -12 mesi / stanza 13 - 36 mesi / stanza 3 - 6 anni. Sono
rispettati i rapporti metri/bambino vigenti nella convenzione in essere.

Rapporto educatori/bambini e compresenza degli stessi: rapporto educatore/bambini pari ad
almeno 1/6, oltre la presenza di un’ausiliaria (con funzione anche di cuoca), con un numero
minimo di 2 operatori anche in presenza di 1 solo bambino.
 Il personale è costituito da 4 educatrici (minimo 2 per ciascun turno - comunque con il
rapporto 1 a 6), 1 ausiliaria con funzioni di cuoca per ciascun turno (mantenendo sempre il
rapporto 1 a 15), 1 referente/coordinatore del servizio;
 I turni sono suddivisi in 2 (di 6 ore ciascuno), dalle 19:00 alle 01:00 e dalle 24:00 alle 07:00;
 Il Referente/Coordinatore del servizio avrà le stesse caratteristiche previste per il servizio
diurno in convenzione, oltre che la reperibilità notturna, che sarà sempre assicurata;

Funzionamento dei pasti per fasce di età: per i piccoli in fase di allattamento: latte materno o
in polvere, fornito dal/i genitore/i. Per i più grandi si applicano i menù e le tabelle dietetiche
come per il nido diurno e la materna. I pasti, in base alle fasce di età, sono somministrati fra le
19:30 (piccoli fino ai 12 mesi) e le 20:00 (dai 2 anni in poi). La colazione è servita fra le 06:30 e
le 06:40. Alle 07:00 vi è l’uscita dalla struttura (orario limite per permettere la predisposizione
delle attività diurne).
5

Gestione delle emergenze: per tutto il personale sarà prevista una piccola formazione oltre
che la partecipazione al corso di disostruzione pediatrica. La gestione delle emergenze è
analoga al nido diurno.
 È allertato l’ospedale Bambino Gesù dell’apertura del servizio, al fine di avere un ulteriore
riferimento in caso di necessità (per procedure non urgenti).

Sicurezza e Vigilanza: considerato il servizio notturno, al fine di incrementare la sicurezza della
struttura e degli ospiti, sono installate videocamere al cancello di accesso e sono informate le
forse dell’ordine (il Comando dei Carabinieri di Montespaccato e il Commissariato di Polizia
Aurelio) per avere un monitoraggio della zona e della struttura.
Metodologia
Le Educatrici hanno un approccio educativo di tipo ludico/ricreativo. Rispetto al lavoro quotidiano
dell’asilo nido, che si basa sull’implementazione di un progetto educativo, l’asilo H24 è da
considerarsi un servizio di “contenimento” mediante un progetto ludico, nel senso che è
incentrato a far svolgere ai bambini attività di svago, rilassanti e di socializzazione che li
accompagnino al riposo e al sonno.
Le Educatrici hanno delle caratteristiche professionali, ma soprattutto umane, ben precise e cioè
la dolcezza, l’empatia, la capacità di saper leggere ed interpretare i segnali e i linguaggi dei
bambini. Cioè sono valorizzate quelle qualità necessarie alla distensione, alla calma, ma anche alla
gestione dei momenti critici caratteristici dei bambini piccoli, come i risvegli notturni, le crisi di
pianto, etc. In tal senso un’altra caratteristica fondamentale è costituita da un approccio assertivo
ed equilibrato, per affrontare e gestire appunto i momenti critici. Un ulteriore elemento
imprescindibile è costituito dalla formazione e conoscenza delle tecniche di primo soccorso per
bambini e infanti.
Le attivitàsono costituite da giochi di insieme, dalla visione di brevi cartoni animati educativi, da
giochi di ruolo, letture per bambini. Il concetto comunque è lo stesso del nido diurno e cioè quello
di offrire una gamma di possibilità educative/ricreative ai bambini, ma allo stesso tempo lasciarli
liberi di scegliere, al fine di incrementare la loro capacità di scelta e la loro autonomia.
L’accoglienza e l’inserimento avvengono con delle modalità simili a quelle del nido diurno,
soprattutto per i bambini molto piccoli (dai 3 mesi ad 1 anno) e piccoli (dai 2 ai 3 anni), per cui ci
sarà una fase di conoscenza tramite colloquio con il/i genitore/i e presenza degli stessi nella prima
fase di inserimento del bambino. Per i bambini più grandi, fino ai 6 anni, l’inserimento sarà
organizzato e gestito a mo’ di gioco/avventura in un’esperienza speciale, fuori dal normale da
condividere con i coetanei. Anche per questa fascia più grande ci sarà comunque una fase di
conoscenza e osservazione insieme al/i genitore/i.
6
Tariffe (*)

Turno serale 19:00-24:00 = € 19,50

Turno notturno 19:00 - 07:00 = € 60,00

Sottoscrizione della tessera Ludus Card per fruire dei servizi, del costo di € 10,00.
(*) Le tariffe sono soggette a rivalutazione in caso di convenzione
Codice ETICO
Considerate la delicatezza e la novità del servizio, ci siamo dati alcune regole "etiche", in modo da
venire incontro alle esigenze/problematiche dei genitori, ma al contempo rispettando i bisogni del
bambino. Alcuni esempi: la coppia che vuole usufruire del servizio serale per mangiare una pizza o
andare al cinema, lo può fare "una tantum"; vuol dire che se per 3 settimane continuativamente
prenotano il servizio, si chiamano a colloquio e si cerca di capire le motivazioni che sottendono alla
loro volontà, potendo anche rifiutare la prenotazione se non motivata. Se un genitore porta il
bambino per un turno di notte, ma il bambino non si riesce a rilassare e piange in continuazione, si
avvisa il genitore che deve venire a riprenderlo. In questo caso, vengono fatti dai 2 ai 4 tentativi,
con la presenza del genitore, valutando quindi se il servizio è adeguato o meno per il bambino o se
è il caso di non fruirne.
Procedura di reclamo e rimedio
La procedura di reclamo: informare il coordinatore dell’asilo per segnalare una disfunzione.
Questa informativa, può essere sia formale, mediante la compilazione del modulo a ciò
predisposto, sia verbale (di cui, però verrà tenuta traccia scritta). Il modulo, debitamente
compilato, va depositato nell’apposita cassetta posta all’ingresso del nido o inviato via mail
all’indirizzo [email protected] o spedito all’indirizzo del nido stesso. I tempi di risposta sono
stabiliti dagli standard dichiarati.
I rimedi vengono proposti dal servizio (se si tratta del mancato rispetto di uno standard, questo va
ripristinato quanto prima).
Sede
Via Decio Azzolino 33 - 00168, Roma (zona Torrevecchia)
Per info:
06-61662339
347-2831471
[email protected]
Roma, lì 08/04/15
Il Presidente
Ing Gaetano Debilio
7

Documenti analoghi

Carta dei Servizi Asilo Nido Ape Maya

Carta dei Servizi Asilo Nido Ape Maya Non vi obbligo di frequenza nei mesi di luglio e agosto, nei quali comunque è richiesta una quota mensile per il mantenimento del posto, per quei bambini che continueranno il settembre successivo. ...

Dettagli