Valorizzazione della qualità dei prodotti come strategia vincente per

Commenti

Transcript

Valorizzazione della qualità dei prodotti come strategia vincente per
Aggiornamento in acquacoltura
Firenze, 12-13 aprile 2013
Valorizzazione della qualità dei prodotti
come strategia vincente per
consolidare quote di mercato
Dip. di Scienze delle Produzioni Agroalimentari
e dell’Ambiente, Sezione di Scienze animali
Via delle Cascine, 5 - 50144 Firenze (Italy)
Tel. +39-055-3288405, Fax.+39-055-321216 ,
E-mail address: bi[email protected]
Presidente di Assoittica Italia
Bianca Maria Poli
Necessità di strategie produttive e di marketing
La forte competizione delle nazioni extra- EU
che forniscono oltre due terzi
del prodotto ittico consumato in Europa
rende necessaria
la messa in atto di strategie produttive e di marketing
in grado di accrescere la capacità di competizione
dell’acquacoltura nazionale ed europea.
Un mezzo ammissibile in questo mondo globalizzato:
la valorizzazione del nostro prodotto di acquacoltura
tramite quanto può differenziarlo oggettivamente
rispetto a quello di importazione:
la cultura della qualità
universalmente riconosciuta all’Italia
e ai suoi prodotti alimentari
CULTURA DELLA QUALITA’
L’aumento dell’efficacia e della diffusione
di sistemi che spingano ad adottare una
cultura della qualità
quanto più ampia possibile,
porta al miglioramento della qualità
del prodotto e del processo produttivo
che, in una fase di prolungata recessione
come quella che il Paese sta registrando,
può rappresentare
uno strumento finalizzato
a consolidare la capacità competitiva sotto stress
Innovazione e modernizzazione di qualità per la crescita del Paese.
Il sistema delle certificazioni per la competitività (Accredia-Censis, 2011)
“Nonostante la crisi generale, i periodi di recessione e
la crescente diffidenza da parte delle aziende,
il mercato della certificazione è ancora solido
e la bilancia tende verso il segno positivo.”
“Le nostre aziende continuano a investire
per dotarsi di certificazioni di qualità
sia per i propri prodotti che per i processi produttivi,
scelta incoraggiata dalle crescenti esigenze
di sicurezza da parte dei consumatori
e dalla necessità di rafforzare la credibilità
della propria offerta e delle proprie competenze,
soprattutto sui mercati internazionali.”
Aziende e siti produttivi certificati ISO 9001 in Italia
+ 12 %
Le certificazioni
più utilizzate
per i prodotti ittici di acquacoltura
LA CERTIFICAZIONE
E’ l’azione mediante la quale una terza parte
indipendente (detta Organismo di Certificazione
accreditato) dichiara che - con ragionevole
attendibilità - un determinato prodotto, processo o
servizio è conforme ad una specifica norma o ad un
altro documento informativo. E’ volontaria.
volontaria
ENTI DI NORMAZIONE
ORGANISMO DI ACCREDITAMENTO
ORGANISMI DI CERTIFICAZIONE (n. 171)
Accreditamento in Italia
n. 171
n. 1011
n. 200
Unico Ente nazionale di accreditamento, senza
fini di lucro, riconosciuto dallo Stato (2010).
ACCREDIA valuta la competenza tecnica e l'idoneità professionale
degli operatori di valutazione della conformità
accertandone la conformità a regole obbligatorie e norme volontarie,
per assicurare il valore e la credibilità delle certificazioni.
Dipartimenti: Certificazione e ispezione; Laboratori di prova;
Laboratori di prova per la sicurezza degli alimenti; Laboratori di taratura.
L'accreditamento garantisce che i rapporti di ispezione, di prova e di taratura e
le certificazioni (di sistema, prodotto e personale) che riportano il marchio di
ACCREDIA siano rilasciate nel rispetto dei più stringenti requisiti
internazionali in materia di valutazione della conformità, e dietro una
costante e rigorosa azione di sorveglianza
sul comportamento degli operatori responsabili.
Ogni Paese europeo ha il suo Ente di accreditamento senza fini di lucro.
Tutte le certificazioni, le ispezioni, le prove e le tarature
accreditate sotto il suo marchio
sono riconosciute come equivalenti e accettate in tutti i paesi europei.
Tipologie di certificazione
Certificazioni di Sistemi
di Gestione
tutte volontarie
norme volontarie e/o private
(di terza parte, prodotto e processo)
Certificazioni di prodotto
regolamentate da norme
cogenti europee
1. Certificazione di sistemi di gestione
La certificazione di sistema, assicura la capacità di una
organizzazione (produttrice di beni o fornitrice di servizi) di
strutturarsi e gestire le proprie risorse
ed i propri processi produttivi in modo da
riconoscere e soddisfare i bisogni dei clienti,
impegnandosi al miglioramento continuo.
Forma di assicurazione indiretta, riguarda i sistemi di gestione
per la qualità (SGQ, regolata dalla norma ISO 9001:2008);
ambientale (SGA, ISO 14001: 2004);
per la salute e sicurezza sul lavoro (SCR, OHSAS 18001);
per la sicurezza delle informazioni (SSI, ISO 27001);
per la sicurezza alimentare (FSM, ISO 22000).
Aziende certificate in Italia ISO 9001, ISO 14001
Agricoltura, pesca (coltivazione, allevamento) (2011)
Le aziende agricole e ittiche certificate in Italia
sono 465 di cui:
- 397 a norma ISO 9001, sistema di gestione per la
qualità
- 68 a norma ISO 14001, sistema di gestione
ambientale
Gli organismi accreditati per il rilascio delle
corrispondenti certificazioni sono:
- 18 per lo schema sistemi di gestione per la qualità
- 7 per lo schema sistemi di gestione ambientale
Le certificazioni volontarie in Italia di prodotto ittico
UNI EN ISO 9001:2008 (2013)
N. 10 certificate con Certiquality
Compagnie ittiche riunite srl (Golfo degli Aranci - OT) Allevamento,
pesca, confezionamento e vendita di specie ittiche
Cooperativa pescatori Arborea s.c.a.r.l.(Arborea-OR) Allevamento,
stabulazione e finissaggio in mare, depurazione, lavorazione,
confezionamento e vendita di molluschi bivalvi vivi. Lavorazione,
confezionamento, vendita di molluschi gasteropodi
Società agricola Sterpo s.p.a. (Bertiolo – UD) Allevamento,
macellazione, lavorazione, distribuzione di trote e pesci
d’acquadolce. Commercializzazione di trote e pesci d’acqua dolce
affumicati e relative conserve a marchio aziendale.
n. 4 aziende di trasformazione
n. 2 Aziende prodotti ittici congelati e surgelati (Panapesca – Massa
Cozzile e Surgelati Nuova Madero –Serravalle Pistoiese - PT)
N. 1 Compagnie ittiche riunite (Porto Viro-RO) lavorazione e
commercio all’ingrosso di prodotti ittici
Le certificazioni volontarie di prodotto ittico
UNI EN ISO 9001:2008
n. 16 certificate da CSQA (2013)
Gioioso Ittica Sas di Mario Gioioso (Fasano – BR) produzione, lavorazione,
confezionamento e distribuzione di prodotti ittici freschi, congelati e
decongelati.
Boso Snc di Boso Francesco (Lavis-TN) lavorazione, confezion. di prodotti
ittici freschi, decongelati ed essiccati (Stoccafisso). Commercializzazione di
pesce, crostacei, molluschi e conserve di pesce.
Marea srl (Camerota-SA) Commercio all’ingrosso di prodotti ittici.
Lavorazione, sezionamento, confezionamento di prodotti ittici.
Acqua srl (Quatucciu-CA) Produzione di piatti pronti a base di pesce crudo.
Astro-Associazione Troticoltori Trentini sca (Lavis-TN) Sviluppo e
trasformazione di prodotti ittici e preparati a base di pesce
Garofolini Giancarlo (Vallio Terme-BS) Macellazione e lavorazione di trote.
Sviluppo di prodotti a base di trote.
Capecchi spa (Guidonia –RM) Cernita, lavorazione, confezionamento,
ghicciatura dei prodotti della pesca refrigerati e congelati e stoccaggio
di molluschi bivali vivi confezionati
Blupesca (Chioggia-VE) ricevimento, depurazione lavorazione di
molluschi bivalvi (cozze e vongole veraci)
C.a.m., Conservificio Allevatori Molluschi srl (Chioggia-VE)
ricevimento, depurazione, lavorazione di molluschi bivalvi
(cozze e vongole veraci)
n. 7 aziende di trasformazione
Sistemi di gestione per la sicurezza alimentare
(FSM – Food safety management) ISO 22000:2005
Rintracciabilità di filiera dei mangimi e degli alimenti ISO 22005:2008
ISO 22000: 2005
60 certificazioni di sistemi di gestione per la sicurezza alimentare
sono state concesse ad aziende in ITALIA nei settori:
produzione di mangimi;
catering;
prodotti freschi di origine animale;
prodotti alimentari a lunga conservazione,
produzione di prodotti chimici e biologici per l'industria
alimentare e zootecnica.
ISO 22005:2008
20 certificazioni in ITALIA Rintracciabilità di filiera dei mangimi e
degli alimenti
Le certificazioni volontarie di prodotto ittico
UNI EN ISO 22000:2005 e 22005:2008
n. 7 certificate Certiquality (2013)
22000: 2005 SISTEMA DI GESTIONE PER LA SICUREZZA ALIMENTARE
- Cooperativa pescatori di Arborea s.c.a.r.l. (Arborea - OR) Allevamento stabulazione,
finissaggio in mare, depurazione, lavorazione, confezionamento e vendita Molluschi
bivalvi vivi. Lavorazione, confezionamento, vendita molluschi gasteropodi.
- Acquaviva s.r.l. (Porto Viro – RO) Depurazione, confezionamento di Molluschi bivalvi vivi
- M.GI.B. s.r.l. (Bosco Mesola – FE) Depurazione, selezione e confezionamento di Molluschi
vivi.
- Valle Ca’ Zuliani (Pila di Porto Tolle –RO) Riprod. Allev. trasporto, e vendita di avannotti di
specie ittiche marine. Allev. Ingr.trasp. e vendita di specie ittiche di taglia commerciale
Mobilpesca Surgelati s.p.a. (Altopascio – LU) Lavorazione Deposito e commercio di prodotti
della pesca congelati e surgelati.
22005:2008 RINTRACCIABILITA’di filiera
- A.L.M.E.CA Allevatori pescatori del Parco della seta (Rosolia-RO) Rintraccibilità di filiera
di molluschi bivalvi
- Miltili Cesenatico (Cesenatico - FC) Commercializzazione mitili
- Valle Ca’ Zuliani (Conselice – RA) Rintracciabilitàaziendale di orata, branzino, sarago e
ombrina boccadoro, dalla riproduzione alla vendita avannotti o del pesce in cassetta
Le certificazioni volontarie di prodotto ittico
UNI EN ISO 22000:2005 e 22005:2008 (2013)
22000: 2005 SISTEMA DI GESTIONE PER LA SICUREZZA ALIMENTARE
Boso Snc di Boso Francesco (Lavis-TN) lavorazione, confezionamento di
prodotti ittici freschi, decongelati ed essiccati (Stoccafisso).
Commercializzazione di pesce, crostacei, molluschi e conserve di
pesce. (ISO 9001)
Marea srl (Camerota-SA) Commercio all’ingrosso di prodotti ittici.
Lavorazione, sezionamento, confezionamento di prodotti ittici. (ISO
9001)
Capecchi spa (Guidonia –RM) Cernita, lavorazione, confezionamento,
ghicciatura dei prodotti della psca refrigerati e congelati e stoccaggio
di molluschi bivali vivi confezionati (ISO 9001)
22005:2008 RINTRACCIABILITA’ di filiera
Agroittica Friulana di Fabio Tedesco (Porcia-PN) Trota bianca e salmonata
(viva e macellata), eviscerata, filetto di trota e medaglioni di trota
venduti confezionati o sfusi, preincartati e confezionati in casse o
vassoi.
Coop Italia Soc. cooperativa (Casalecchio di Reno-BO) Alimentazione di
animali/pesce non contenente e non derivante da soia, mais e derivati
geneticamente modificati.
Utilità e funzione d’uso della certificazione di qualità
secondo le aziende certificate (2011)
Innovazione e modernizzazione di qualità per la crescita del Paese.
Il sistema delle certificazioni per la competitività (2011)
2. Certificazione di Prodotto
volontarie e/o private
Disciplinari volontari di prodotto
(schemi volontari sono 47 e aumentano)
Certificazione di Prodotto (Specifiche tecniche di prodotto)
Certificazione di Prodotto in accordo allo standard BRC
Certificazione di prodotto in accordo allo standard IFS
BRC (British Retailer Consortium)/IFS (International Food Standard) messi a
punto dalla grande distribuzione internazionale (sono allineati con audit congiunti),
industrie di trasformazione
Certificazione Global G.A.P. IFA – Acquacoltura sicurezza e
salute, tracciabilità, minimo uso prodotti chimici, tutela e salute animali, impegno
nei confronti dell’ambiente, conformità normative
No OGM
Certificazione del Sistema di Rintracciabilità di Filiera
Agroalimentare
BRC/IFS GLOBAL STANDARD FOR FOOD SAFETY
lavorazione prodotti ittici e derivati
Standard IFS FOOD (2013)
n.19 aziende in ITALIA prodotti ittici Standard 1 Food
-AGROITTICA LOMBARDA s.p.a. (Calvisano BS) slaughtering and processing of raw fish, smoking process
and packahing of fish, production process and packing of caviar
-ARBI DARIO s.p.a (Pistoia) Production of chilled and frozen fish products and preparations.
-BLUVER SAS di Renna Concetta (Fasano – BR) prod.ittici surgelati, marinati, trattati termicamente e
refrigerati, confezionati
-EFFELLE PESCA srl (Bosco Mesola) Sorting, purification, packaging in modified atmosphere of live molluscs.
-FOOD IMPORT DEI F.LLI MONTI spa (Corropoli – TE) lavorazione porzionatura e confezionamento baccalà e
stoccafisso salati, refrigerati,congelati e stabilizzati con alte pressioni e confez. in film plastico e vaschette e
piatti pronti.
-GRUPPO AZZURRA srl (Cavallino Tre Porti VE) Depurazione, rifinitura, confez.anche sottovuoto di molluschi
bivalvi vivi, echinodermi, e gasteropodi a temperatura controllata.
-ICONSITT srl (Palermo) conf.alici salate, filetti di alici all’olio di oliva e in banda stagnata
-MEDI srl (Controguerra TE) Production and packing of frozen fish
-REDI srl Preparation of fish products marinated in acidic liquid or vegetable oil, packed in modified atm. , SV.
-RIVAMAR srl (Taglio di Po RO) The packing of frozen fishery products
-SMERALDA DI EMILIO PIRAS sas (Cagliari) Produzione e confez. di bottarga di muggine in vasi di
vetro/buste sotto vuoto
-VERBANO ITTICA srl (Sesto Calende VA) Production and packaging of fresh and frozen fish fillets and
cephalopods
Misti:
CSI Compagnia Surgelati Italiana s.p.a, BM Gastronomia srl Parma, Boscomar srl Palomba (Pomezia), Conserviera
adriatica Offida (AP), Garbo surgelati srl (Bracciano), Gea srl (Rapollo GE), N.S.G. srl (Segrate MI)
IFS Produttori Ittici Trevigiani e Società agricola Consortile a.r.l. prodotti del pesce fresco
Det Norske Veritas Italia S.r.l - DNV Business Assurance
(2013)
DNV Business Assurance ha rilasciato 67 certificati ad aziende del settore ittico:
Standard
Certificati emessi
BRC Global Standard - Food (Issue 5), January
2008
6
BRC Global Standard - Food (Issue 6), July 2011
EMAS III
GLOBALGAP CFM
GLOBALGAP IFA AB OPT1
IFS:2007 Version 5
IFS:2012 Version 6
ISO 14001:2004
ISO 22000:2005
ISO 22005:2007
ISO 9001:2008
MSC CofC
PC-Food
SA 8000:2008
Grand Total
5
2
1
1
8
8
5
1
10
13
1
5
1
67
CERTIFICAZIONI REGOLAMENTATE A LIVELLO EUROPEO
L’Italia ha assegnato ad Accredia il compito dell’accreditamento di:
Marchi di qualita’
DOP e IGP (Reg CE 510/06) e STG (Reg CE
509/06)
BIOLOGICO (Reg CE 834/07, 710/2009)
DOP: Denominazione di Origine Protetta
Marchio attribuito dall’Unione Europea a quei prodotti agricoli o alimentari
le cui peculiari caratteristiche qualitative sono
strettamente interdipendenti dalla zona geografica
in cui avviene tutto il processo produttivo.
Secondo il regolamento CE 510/06, art. 2 comma 1 a), è
il nome di una regione, di un luogo determinato o, in casi eccezionali, di
un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare
originario di tale regione, di tale luogo determinato o di tale paese
— la cui qualità o le cui caratteristiche sono dovute
essenzialmente o esclusivamente
ad un particolare ambiente geografico, inclusi i fattori naturali e umani
— la cui produzione, trasformazione e elaborazione
avvengono nella zona geografica delimitata.
DOP registrate: n. 10 prodotti ittici di cui 1 Italiano (2013)
Mesolongi Botargo Grecia (2.07.1996) bottarga di Mesolongi
Pohorelicky kapr Repubblica Ceca (9.05.2007) carpa di Pohorèlice allev
Mexillòn de Galicia Spagna (13.09.2007) mitilo vivo
Tinca Gobba Dorata del Pianalto di Poirino Italia (22.02.2008) Allevato
Kalix Lojrom Svezia (13.11.2010) Uova di Coregone bianco essiccate
Karp Zatoski Polonia (25.05.2011) Cyprinus carpio allevata metodo Zator
Moules de Bouchot de la Baie du Mont-Saint-Michel Francia
(30.6.2011) Mitili vivi della Baia di Mont-Saint-Michel
Phù Quoc Vietnam (11.10.2012) salsa di pesce fresco e fermentato
Isle of Man Queenies Regno Unito (8.11.2012) canestrelli isola di Man
Kitkan viisas Finlandia (15.03.2013) Coregoni bianchi dei laghi degli
altipiani di Koillismaa
Pubblicata (2012) Cozza di Scardovari
IGP: Indicazione Geografica Protetta
Marchio attribuito dall’Unione europea a quei prodotti agricoli e
alimentari per i quali una determinata qualità, la reputazione o altre
caratteristiche dipendono dall’origine geografica.
Secondo il Regolamento CE n. 510/06, art. 2 comma 1 b), è
il nome di una regione, di un luogo determinato o, in casi eccezionali,
di un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare
come originario di tale regione, di tale luogo determinato
o di tale paese
— del quale una determinata qualità, la reputazione o altre
caratteristiche possono essere attribuite a tale origine geografica
— la cui produzione e/o trasformazione e/o elaborazione
avvengono nella zona geografica delimitata.
IGP registrate: 19 prodotti ittici di cui 1 italiano
UK 7, D 5, F 3 - IRL, I, CS, RC 1
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
Whitstable Oysters (Ostriche di Whitstable) UK (24.01.1997)
Coquille St. Jacques de Cotés-D’Armor (Cappesante della Còtes d'Armor) Francia (19.06.1998)
Clare Island Salmon (Salmone di Clare Island) Irlanda (5.10.1999)
Schwarzwaldforelle (Trota Iridea dello Schwarzwald) Germania (13.07.2000)
Oberpfalzer Karpfen (Carpe dell’Alto-Palatinato) Germania (22.08.2002)
Arbroath Smokies (Eglefino affumicato) UK (2.03.2004)
Anchois de Collioure (Acciuga di Collioure) Francia (25.06.2004)
Holsteiner Karpfen (Carpe di Holsteiner) Germania (5.10.2007)
Trebonsky kapr (carpe Trebonsky) Repubblica Ceca (30.11.2007)
Acciughe sotto sale del Mar Ligure Italia (5.08.2008)
Scottish Farmed Salmon (Salmone scozzese allevato) UK (31.12.2008)
Huitres Marennes Oléron (ostriche affinate o allevate in claires) Francia (30.02.2009)
Traditional Grimsby smoked fish (Pesce affum. tradizionale di Grimsby) UK (22.10.2009)
Cornish sardines (Sardine della Cornovaglia) UK (3.03.2010)
Lough Neagh Eel (Anguilla del Lough Neagh) UK (8.11.2011)
Yancheng Long Xia ( Procambarus Clarkii cotto e cong. E SV) Cina (17.08.2012)
Frankischer Karpfen (Carpea a specchi di Franconia) Germania (31.10.2012)
Aischgrunder Karpfen ( Cyprinus carpio, Carpa a specchi fresca) Germania (24.11.2012)
Scottish Wild Salmon (salmone selvaggio scozzese) UK (11.12.2012)
Pubblicate (2012):Trote del Trentino, Salmerino del Trentino
Iniziativa API per trote friulane
Prodotto ittico biologico
Acquacoltura biologica
disciplinata da specifiche regole del Reg.CE 710/2009 (1 luglio 2010) e DM 11954 e
11955 con specifiche disposizioni nazionali per notifica e campionamento
(alghe, pesci, crostacei, echinodermi e molluschi)
Sistema globale di gestione sostenibile basato sull’interazione tra l’adozione
delle migliori pratiche in termini di:
impatto ambientale
impiego responsabile dell’energia e delle risorse naturali
(acqua, suolo, materia organica, aria)
mantenimento di un alto livello di biodiversità
applicazione di criteri rigorosi in materia di benessere degli animali.
Organismi accreditati per lo schema che operano
nel settore acquacoltura e alghe marine:
BIOS srl, BIOZOO srl, CCPB srl,
ICEA - Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale, IMC srl, QC srl,
Aziende nazionali di prodotti ittici biologici (31.12.2011)
Aziende di acquacoltura
Produzione totale da acquacoltura
biologica (pesci, crostacei molluschi)
Trota
n. 15
1.124.000 kg
38.000 kg
Spigola
279.000 kg
Orate, muggine, anguilla
807.000 kg
Aziende di trasformazione e
conservazione di prodotti ittici
biologici (pesci, crostacei e molluschi)
n. 31
Aziende di acquacoltura certificate BIO (2013)
CCPB srl (BO)
Produzione di animali di acquacoltura
Biotrotadolomiti (Predazzo-TN) troticoltura
Adriamar di Pari Giancarlo (Rimini) molluschi, pesci crostacei in mare
Altomare srl (Gabicce Mare – PU) mitili
Acquadimare s.s. Cocci Luciano e c. (Rimini) pesci, molluschi, alghe
Lavorazione e commercializzazione prodotti di acquacoltura
Circeo pesca srl (Corciano.PG)
Sea srl (Gabicce Mare – PU)
ICEA
Prodottori ittici Trevigiani (Tv) Trota iridea intera, eviscerata e decapitata, filetto (BRC/IFS)
Azienda agricola Rio Fontane Trota iridea
BIOS
Panittica Pugliese Soc. Agr. (BA) avannotteria spigole e orate
Blue Valley srl. (VE) allevamento in valle di spigole,orate, cefali, anguille
Visinvest srl (FE) allevamento in valle di spigole,orate, cefali, anguille
Az Agr Ferri de Lazara di Gaetani Arabella - Valgrande (VE) allevamento in valle di spigole,orate,
cefali, anguille
QC srl (SI)
Eredi Rossi Silvio (Sefro-MC) troticoltura
Biozoo (SS)
Acquacoltura Palmadoro (Golfo dell’Asinara-SS) allevamento di Spigole e orate
Fuori Accredia:
The Aquaculture Stewardship Council
Certifying responsible aquaculture
Certificazione ecologica ASC
Pangasio
n. 19
2010
Tilapia
n.23
2009
Abalone
2010
Bivalvi
2010
Pangasio vietnamita
IQF-Fillets
conventional
farmed
Water
%
Protein
%
Additives
Product C
85.0
11.1
E330,
Salt,
water
Ecological
farmed
80.2
17.2
no
Con l’aumento della competizione e crescita
della produzione di specie di basso costo
come la tilapia e il pangasio sarà necessario
differenziare fra le specie in termini di effetti
promotori della salute
Fuori Accredia
Friend of the Sea è un’iniziativa gestita da un’associazione
senza scopo di lucro con sede in Italia.
Nata dall’esperienza del progetto Dolphin-Safe per la salvaguardia dei
cetacei, è un importante schema di certificazione
dei prodotti ittici da pesca e da acquacoltura.
Requisiti:
•Impianti con minimo impatto su habitat critici
•Rispetto parametri legislativi sulle acque reflue
•Utilizzo mangimi sostenibili certificati o ritagli di produzione
•Riduzione delle fughe dagli impianti in mare
•Minimo uso di antibiotici e niente uso ormoni crescita
•Rispetto dei parametri della responsabilità sociale per lavoratori
•Graduale riduzione dell’emissione di CO2
Certificazioni settore acquacoltura ad oggi:
3 Australia, 5 Cile, 2 Costa Rica, 1 Finlandia, 4 Francia, 2 Germania, 1 Grecia, 2 India, 18 Italia. 1 Malesia,
1 Mauritius, 5 Olanda, 1 Norvegia, 1 Perù, 1 Singapore, 7 Spagna, 13 Svzizzera, 1 Tunisia, 1 Turchia,
3 Inghilterra, 2 Scozia, 2 USA, 10 Vietnam
ACQUACOLTURA
n. 18
- Acquazzurra spa, schiuditoio, riproduttori da seme, impianto di acquacoltura, lavorazione,
distribuzione, Dicentrarchus labrax, Sparus aurata (COOP)
- Agroittica Lombarda spa, Riproduttori da seme, impianto acquacoltura, lavorazione, Acipenser
trasmontanus, Acipenser baeri
- Astro cooperativa agricola, impianto di acquacoltura, lavorazione, Onchorhyncus mykiss,
Salvelinus fontinalis, Salvelinus alpinus
- Caviale srl, impianto di acquacoltura, Acipenser gueldenstaedtii, Acipenser baeri, Acipenser
naccarii
- COO.P.A.M. soc. Cooperativa, lavorazione, esportazione, distribuzione, altro, Dicentrarchus
labrax, Sparus aurata, Argyrosomus regius
- Eredi Rossi Silvio, schiuditoio, riproduttori da seme, impianto acquacoltura, lavorazione,
distribuzione, Onchorhyncus mykiss (COOP)
- Euroittica srl, lavorazione e distribuzione, Tapes semidecussatus
- Fjord spa, lavorazione e distribuzione, Salmo salar
- Ittica Golfo di Follonica soc. Agricola srl, impianto di acquacoltura, lavorazione e distribuzione,
Dicentrarchus labrax, Sparus aurata (COOP, CONAD)
- M.Gi.B. srl, schiditoio, riproduttori da seme, impianto di acquacoltura, Tapes semidecussatus
- New Dorico srl, impianto di acquacoltura Morone spp (COOP)
- Piscicoltura del Golfo di Gaeta, impianto di acquacoltura, Dicentrarchus labrax, Sparus aurata
(COOP)
- Produttori ittici Trevigiani, lavorazione, Onchorhyncus mykiss (CONAD)
- Rivamar srl, lavorazione, importazione, distribuzione, Mytilus chilensis
- Società Agricola Sterpo, impianto di acquacoltura, Onchorhyncus mykiss
- Società agricola “Fattoria del pesce” srl, impianto di acquacolatura, Onchorhyncus mykiss
- Spezzina itticoltura srl, impianto di acquacoltura, Dicentrarchus labrax, Sparus aurata (COOP)
- Valle Ca’ Zuliani, impianto di acquacoltura, Dicentrarchus labrax, Sparus aurata
Immagine della qualità presso le aziende già certificate
Innovazione e modernizzazione di qualità per la crescita del Paese.
Il sistema delle certificazioni per la competitività (2011)
La qualità,
(e non necessariamente
la certificazione della qualità)
deve essere un MUST
per le aziende!
LA QUALITA’
La qualità non è un costo da pagare per
qualcosa di superfluo.
La qualità è un requisito indispensabile per
ogni azienda che voglia essere competitiva
e in grado di rispondere ai mutamenti
continui del mercato,
anche se la certificazione non è di per sé
la soluzione unica
dei problemi di competitività ed efficienza
delle aziende italiane
Parametri che condizionano la qualità
dei prodotti di aquaculture
fattori ambientali
qualità dell’acqua
(contaminanti chimici e
microbiologici)
microbiologici)
sistema di allevamento
sostenibile
benessere animale
Sicurezza
Igienico sanitaria
Specie
Fattori genetici
qualità degli avannotti
Strategia nutrizionale:
Trasporto,
procedure di raccolta e
metodo di uccisione
procedure post raccolta
tempi di sviluppo del rigor
proprietà dielettriche,
compattezza
Freschezza
attributi sensoriali
•crudo (aspetto generale, degli
Qualità/composizione dieta,
finissaggio
Stagione di raccolta,
taglia commerciale
Mofologia e indici
morfometrici appropriati
costanza di attributi
Convenienza
Comodità d’uso
Tracciabilità,
etichettatura
occhi, colore e odore delle
branchie, colore, odore della
carne)
•cotto (consistenza, odore, sapore,
aroma, succosità)
•shelf life
Caratteristiche
chimiche, nutrizionali e
salubrità al consumo
(crudo e cotto)
MONITORAGGIO DEL PRODOTTO FINALE
DI ACQUACOLTURA
I numerosi fattori di variazione in vita e post raccolta
rendono necessario un monitoraggio del prodotto,
In modo che le scelte degli allevatori e
degli operatori lungo la catena di distribuzione
sulla base di validi punti di riferimento
si traducano con costanza in un prodotto di acquacoltura
sicuro, di alta qualità e salubrità per il consumatore.
Diviene dunque necessario stabilire standard di qualità
ben definiti e su base scientifica
per ciascuna specie allevata,
per le differenti strategie di alimentazione e
per le differenti condizioni di allevamento, biologico incluso,
da usare come una guida per assicurare che ogni sviluppo delle
tecniche produttive non risulti in una diminuzione
della qualità del prodotto
al di sotto degli standard stabiliti.
GROSSO PROBLEMA LEGATO ALL’ALIMENTAZIONE
La futura prospettiva dell’industria acquacolturale
va verso una vera sostenibilità
anche in termini di una graduale e sostanziale
diminuzione della farina di pesce e/ olio di pesce
nei mangimi e loro sostituzione con quantità
crescenti di altre sorgenti alimentari,
prevalentemente di origine vegetale, alghe incluse,
cambiamenti che si rifletteranno soprattutto
in cambiamenti nel quadro acidico dei prodotti.
Da non trascurare il fatto che
il mantenimento dei significativi benefici per la salute
del consumo di pesce anche prodotto
di allevamento è il miglior argomento che l’industria
possiede per la vendita !
The atherosclerotic risk profile is affected differently by fish flesh
with a similar EPA and DHA content but different n-6/n-3 ratio
il consumo regolare anche a breve termine
- due volte la settimana per 2 mesi e mezzo di pesce bianco allevato (spigola / orata)
sembra aver predisposto
a favorevoli cambiamenti biochimici :
migliori livelli di markers circolanti di aterosclerosi quali
parametri lipidici, markers infiammatori, profilo emoreologico
Tali effetti dipendono
dalla contemporanea presenza di
> 3,5 g settimanali di EPA + DHA n-3
e di un corretto rapporto PUFA n-3/n-6
Sofi et al., 2009, Inter. J. Food Sci. Nutr. 60 (S5): 50-59;
Sofi et al., 2013, Asia Pac J Clin Nutr 22 (1):32-40;
The future of European aquaculture, EATIP,
Product quality, Consumer safety and Health: Thematic Area 1
Obiettivo: fornire prodotti di acquacoltura di alta qualità, proteggere e accrescere
il mercato del pesce allevato che sia pienamente in grado di soddisfare le attese
del consumatore, inclusi aspetto, sapore, consistenza, caratteri nutritivi e
provenienza
- Definire e standardizzare parametri dei prodotti di acquacoltura
- Sviluppare e valutare strumenti pratici e metodi veloci per gli
operatori per misurare la qualità dei prodotti, inclusi parametri
fisico/chimici come texture, colore, contenuto di grasso, simulando
parametri organolettici
-Descrivere i parametri che possono essere manipolati per creare
prodotti differenziati rivolti a mercati e gruppi di consumatori particolari
e assicurare la rintracciabilità di questi prodotti per verificare la loro
qualità e provenienza
- Sviluppare e/o applicare nuove tecnologie e materiali nell’industria di
lavorazione/trasformazione dei prodotti ittici che ne migliorino la qualità
λ1
λ2
λ 64
API (2003)
Linee guida e specifiche tecniche per la certificazione di prodotto di
trote, spigole e orate di acquacoltura
Che tenevano conto anche la Presentazione del pesce sul mercato:
Sicurezza alimentare: assenza di contaminanti biologici e chimici a livelli
che possano risultare nocivi per la salute del consumatore (REG. CE
1881/ 2006) e più lunghi tempi di sospensione dei farmaci autorizzati.
Caratteristiche morfologiche: conformazione corporea che non differisca
sostanzialmente da quella delle spigole e delle orate nate e cresciute in
ambienti naturali (FC non > 1,2 per le spigole e non > 1,5 per le orate)
Caratteristiche organolettiche: Freschezza garantita con non > 24h o non
>36h (nel caso di provenienza da isole) dalla data di cattura ed assenza
di odori e sapori anomali nel cotto
Caratteristiche nutrizionali: basso contenuto di lipidi e alto contenuto in
acidi grassi polinsaturi (< 11% lipidi, > 29% totale PUFA, > 21% di PUFA
n-3)
CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE
L’attuale forza e credibilità dell’acquacoltura nazionale sarebbe
aumentata tramite una più completa standardizzazione,
dai processi di produzione fino
alla qualità misurabile del prodotto finale.
Potrebbe essere pensata una iniziativa per costituire
un Consorzio di tutela per un
Pesce di aquacoltura di qualità italiana
La capacità di rendere risconoscibile la qualità del prodotto locale
in questo mercato globale e competitivo consentirebbe
un miglioramento dell’immagine pubblica
- fattore essenziale per lo sviluppo nel settore conferendo alle imprese un vantaggio commerciale
(ad esempio migliore margine di profitto e prezzi più stabili)
CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE
L’applicazione di metodi moderni di controllo
di sicurezza, qualità e rintracciabilità dei prodotti ottenuti,
combinata con un maggiore flusso di informazioni
di riconosciuta correttezza e validità,
dovrebbe rendere il consumatore
sempre più a suo agio con il prodotto allevato
e propenso a scegliere a ragion veduta
prodotto ittico locale,
innescando con maggiore forza
il necessario processo
di crescita del tasso di autosufficienza
dei prodotti ittici, oggi molto basso.
CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE
Per questa via il messaggio sulla accertata
sicurezza/qualità
del prodotto di acquacoltura
di qualità italiana
diverrà familiare ed affidabile per il
consumatore, aumentando
la competitività delle imprese.
Pasta con trota salmonata
Branzino al forno
Orata alla mediterranea
GRAZIE PER L’ATTENZIONE!!