Compress 3000 AW - Documentazione tecnica

Commenti

Transcript

Compress 3000 AW - Documentazione tecnica
6 720 814 470-00.2I
Split con pompa di calore acqua/aria
Compress 3000 AW
230 V 1 N~ / 400 V 3 N~
6 720 820 747 (2016/07)
Istruzioni per l'uso
2 | Indice
Indice
1
2
Significato dei simboli e avvertenze di sicurezza . . . . . . . . . . . 2
1.1
Spiegazione dei simboli presenti nel libretto . . . . . . . . . 2
1.2
Avvertenze di sicurezza generali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3
Significato dei simboli e avvertenze di sicurezza
1.1
Spiegazione dei simboli presenti nel libretto
Avvertenze
Nel testo, le avvertenze di sicurezza vengono contrassegnate con un triangolo di avvertimento.
Inoltre le parole di segnalazione indicano il tipo e la gravità delle conseguenze che possono derivare dalla non
osservanza delle misure di sicurezza.
Indicazioni generali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3
2.1
Termoregolazione elettronica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3
2.2
Informazioni sulla pompa di calore . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3
3
Panoramica del prodotto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4
3.1
Descrizione delle funzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4
4
Panoramica delle funzioni più frequenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
4.1
Modifica della temperatura ambiente . . . . . . . . . . . . . . . 8
4.2
Impostazione dell'acqua calda sanitaria (ACS) . . . . . . . . 8
4.3
Impostazione del tipo di funzionamento . . . . . . . . . . . . . 9
4.4
Selezione del circuito di riscaldamento per la
visualizzazione standard sul display . . . . . . . . . . . . . . . . 9
4.5
Funzioni preferite . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10
5
1
Ispezione e manutenzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.1
Rimozione della sporcizia e del fogliame . . . . . . . . . . .
5.2
Mantello . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.3
Evaporatore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.4
Neve e ghiaccio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.5
Umidità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.6
Verifica di tenuta gas refrigeranti . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.7
Controllo delle valvole di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . .
5.8
Filtro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.9
Pressostato e protezione contro il surriscaldamento .
10
10
10
10
10
10
11
11
11
11
6
Connessione Internet tramite modulo IP integrato . . . . . . . 13
7
Protezione dell'ambiente/Smaltimento . . . . . . . . . . . . . . . . 14
Sono definite le seguenti parole di segnalazione e possono essere utilizzate nel presente documento:
• AVVISO significa che possono verificarsi danni alle cose.
• ATTENZIONE significa che possono verificarsi danni alle persone,
leggeri o di media entità.
• AVVERTENZA significa che possono verificarsi danni gravi alle persone o danni che potrebbero mettere in pericolo la vita delle persone.
• PERICOLO significa che si verificano danni gravi alle persone o danni
che metterebbero in pericolo la vita delle persone.
Informazioni importanti
Informazioni importanti che non comportano pericoli
per persone o cose vengono contrassegnate dal simbolo
posto a lato.
Altri simboli
Simbolo
Significato
▶
Fase operativa

Riferimento incrociato ad un'altra posizione nel documento
•
Enumerazione/inserimento lista
–
Enumerazione/inserimento lista (secondo livello)
Tab. 1
Termini tecnici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
6 720 820 747 (2016/07)
Compress 3000 AW
Indicazioni generali | 3
1.2
Avvertenze di sicurezza generali
Le presenti istruzioni di funzionamento sono rivolte al gestore
dell'impianto di riscaldamento.
▶ Leggere le istruzioni per l'uso (pompa di calore, termoregolazione,
ecc.) prima dell'utilizzo e conservarle.
▶ Rispettare le avvertenze e gli avvisi di sicurezza.
Utilizzo conforme alle indicazioni
La pompa di calore può essere utilizzata esclusivamente in sistemi di
tipo chiuso per la realizzazione di impianti di riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria ad uso privato.
L'apparecchio non è progettato per altri usi. Gli eventuali danni che ne
derivassero sono esclusi dalla garanzia.
Sicurezza degli apparecchi elettrici per l'uso domestico o scopi
simili
Per evitare pericoli dovuti ad apparecchi elettrici valgono le seguenti raccomandazioni conformi a EN 60335-1:
«Questo apparecchio può essere utilizzato da bambini dagli 8 anni in su
e da persone con ridotte capacità fisiche, sensoriali o mentali o con
esperienza e conoscenza inadeguate, solo se supervisionati o istruiti
sull’utilizzo sicuro dell’apparecchio e se hanno compreso i pericoli derivanti da esso. I bambini non possono giocare con l'apparecchio. La pulizia e la manutenzione non possono essere eseguite da bambini senza
supervisione»
«Se viene danneggiato il cavo di connessione alla rete, esso deve essere
sostituito dal produttore, dal suo servizio di assistenza clienti o da una
persona con qualifica equivalente, questo per evitare l'insorgere di possibili pericoli.»
Ispezione e manutenzione
Pulizia, ispezione o manutenzione carenti o errate possono causare
danni materiali e/o alle persone fino al pericolo di morte.
2
Indicazioni generali
Le pompe di calore AWMS/AWMSS/AWES/AWBS appartengono a una
serie di pompe di calore che utilizza l'energia dell'aria esterna per il
riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria.
Se necessario, invertendo questo processo, prelevando energia termica
dall'acqua del riscaldamento e rilasciandolo verso l'aria esterna è possibile effettuare il raffreddamento. Tale funzionalità tuttavia prevede che
l'impianto di riscaldamento sia strutturato anche per il condizionamento.
Per realizzare un impianto di riscaldamento completo, viene collegata
l'unità esterna della pompa di calore installata all'aperto a un'unità posizionata all'interno dell'edificio a cui è possibile collegare anche il generatore di calore preesistente nell'abitazione, una caldaia, ad esempio.
L'unità interna con resistenza elettrica integrata, o il generatore di calore
preesistente servono come riscaldamento supplementare in caso di fabbisogno termico particolarmente elevato, ad esempio quando la temperatura esterna è troppo bassa per un funzionamento effettivo della
pompa di calore.
L'impianto di riscaldamento è controllato tramite termoregolatore,
posto nell'unità interna. Il termoregolatore regola e controlla l'impianto
tramite varie impostazioni per riscaldamento, raffreddamento, acqua
calda sanitaria e per l'altre funzioni. Ad esempio, la funzione di controllo
disattiva la pompa di calore in presenza di problemi di funzionamento
per evitare il verificarsi di danni ai componenti essenziali.
2.1
Termoregolazione elettronica
Il termoregolatore presente nell'unità interna controlla la produzione di
calore in base ai valori della sonda di temperatura esterna, eventualmente in combinazione con il termoregolatore della temperatura
ambiente (accessorio). La temperatura nell'edificio viene adattata automaticamente in funzione della temperatura esterna.
▶ Far eseguire i lavori soltanto da una ditta specializzata autorizzata.
▶ Far eliminare immediatamente il difetto.
▶ Far ispezionare una volta all'anno l'impianto di riscaldamento da una
ditta specializzata autorizzata e se necessario far eseguire i lavori di
manutenzione e pulizia.
▶ Far pulire il generatore di calore almeno ogni due anni.
▶ Si consiglia di stipulare un contratto di ispezione annuale e di manutenzione in base alle necessità con un'azienda specializzata autorizzata.
L'utente stabilisce la temperatura dell'impianto di riscaldamento, impostando la temperatura del locale sul termoregolatore o sul termoregolatore della temperatura ambiente.
Conversione e riparazioni
Modifiche improprie alla pompa di calore o ad altre parti dell'impianto di
riscaldamento possono causare danni a persone e/o cose.
2.2
▶ Fare eseguire i lavori solo a una ditta specializzata autorizzata.
▶ Mai rimuovere il rivestimento della pompa di calore.
▶ Non apportare modifiche alla pompa di calore o ad altre parti
dell'impianto di riscaldamento.
Aria comburente/aria del locale
L'aria del locale di posa deve essere priva di sostanze infiammabili o chimicamente aggressive.
L'unità interna è collegabile con vari accessori compatibili (ad esempio
termoregolatore per piscina, termoregolazione per impianto solare e
termoregolazione d'ambiente). Le funzioni e le possibilità di configurazione aggiuntive che si determinano in taluni casi sono comunque controllabili tramite il termoregolatore. Per maggiori informazioni sugli
accessori compatibili fare riferimento alle relative istruzioni.
Informazioni sulla pompa di calore
Dopo l'installazione e la messa in funzione della pompa di calore e
dell'unità interna è necessario svolgere ad intervalli regolari determinati
interventi. Tra questi sono previsti i controlli di eventuali segnalazioni di
allarme che si siano verificate, e manutenzione di tipo semplice. Si tratta
di semplici operazioni che l'utente è in grado di svolgere da solo. In caso
le disfunzioni persistano, occorre invece contattare l'installatore
dell'impianto.
▶ Non utilizzare o depositare alcun materiale facilmente infiammabile o
esplosivo (carta, benzina, diluenti, vernici ecc.) nelle vicinanze del
generatore di calore.
▶ Non utilizzare o depositare sostanze corrosive (solventi, colle, detergenti contenenti cloro, ecc.) nelle vicinanze del generatore di calore.
Compress 3000 AW
6 720 820 747 (2016/07)
4 | Panoramica del prodotto
3
Panoramica del prodotto
L'apparecchio è formato da due parti: la pompa di calore (unità esterna)
e l'unità interna con o senza resistenza elettrica integrata, unità interna
posizionata all'interno delle unità immobiliari componenti l'edificio
(AWES/AWMS/AWMSS).
Inoltre è possibile effettuare il collegamento a un generatore di calore
esterno, che può essere costituito o da una caldaia preesistente a gas o
a gasolio o da un'unità di riscaldamento a resistenza elettrica (AWBS).
Le pompe di calore di solito sono installate in base a una di queste due
alternative. Grazie all'elevata flessibilità del sistema però sono possibili
anche molte altre varianti.
3.1
Descrizione delle funzioni
In un'abitazione ci sono due reti di distribuzione di acqua calda: il circuito
di riscaldamento e la rete sanitaria. Il circuito di riscaldamento conduce
l'acqua calda ai radiatori o ai fan coils o all'impianto di riscaldamento a
pavimento a pannelli radianti. La rete sanitaria conduce l'acqua calda
sanitaria alla doccia e ai rubinetti degli apparecchi sanitari.
Se nell'impianto è presente un bollitore/accumulatore ACS, il termoregolatore fa sì che venga attribuita alla produzione d'acqua calda sanitaria
una priorità maggiore rispetto alla funzione di riscaldamento.
La pompa di calore si spegne in presenza di una temperatura esterna di ca. – 20 °C. In questa situazione, il riscaldamento e la produzione d'acqua calda sanitaria
sono sono supportati da un riscaldamento ausiliario, costituito da una resistenza elettrica nell'unità interna o da
un generatore di calore esterno.
• La pressione nel refrigerante scende in seguito alla regolazione operata dalle valvole di espansione e il refrigerante viene ricondotto
nell'evaporatore. In entrata verso l'evaporatore il refrigerante torna
allo stato gassoso.
• Nell'unità interna l'acqua calda dal circuito del fluido termovettore
viene condotta al riscaldamento dell'edificio e alla produzione
d'acqua calda sanitaria.
3.1.2 Unità interna
L'unità interna serve per la distribuzione di energia termica proveniente
dalla pompa di calore nell'impianto di riscaldamento e nel bollitore/accumulatore ACS. Il circolatore presente nell'unità interna è a modulazione
di giri, per cui la velocità viene ridotta automaticamente in presenza di
fabbisogno minore. In tal modo si riduce il consumo energetico.
Quando il fabbisogno termico è maggiore in presenza di temperatura
esterna bassa può essere necessario un generatore di calore ausiliario. Il
generatore di calore ausiliario può essere un dispositivo integrato
oppure esterno e viene attivato e disattivato tramite termoregolatore
presente nell'unità interna. Durante il funzionamento della pompa di
calore, la resistenza elettrica integrata nell'unità interna o il generatore
di calore supplementare producono soltanto la differenza tra la potenza
della pompa di calore e l'energia termica richiesta. Non appena la pompa
di calore è in grado di procurare di nuovo da sola la potenza termica
necessaria, l'apparecchio supplementare viene disattivato automaticamente.
3.1.1 Pompa di calore (unità esterna)
La pompa di calore ha il compito di prelevare l'energia dall'aria esterna e
di trasmetterla all'unità interna.
La pompa di calore è provvista di controllo inverter, ossia è in grado di
variare automaticamente la velocità del compressore, per fornire esattamente il quantitativo energetico necessario di volta in volta. Il ventilatore, anch'esso provvisto di controllo della velocità, in funzione del
fabbisogno. In tal modo il consumo energetico è mantenuto a un livello
minimo.
Sbrinamento
In caso di temperatura esterna bassa sull'evaporatore può formarsi del
ghiaccio. Se l'accumulo dello strato di ghiaccio è tale da ostacolare la circolazione dell'aria nell'evaporatore, viene attivato uno sbrinamento
automatico. La pompa di calore ritorna al normale funzionamento non
appena è avvenuto lo sbrinamento totale del ghiaccio.
Lo sbrinamento è svolto con aumentata potenza del ventilatore in caso
di temperatura esterna superiore a +5°C e con funzione di riscaldamento in corso. In caso di temperature esterne più basse, per attuare lo
sbrinamento viene invertita, tramite valvola motorizzata a 4 vie, la direzione di scorrimento del refrigerante nel circuito, questa tipologia di
sbrinamento è detta inversione di circolazione.
Principio di funzionamento
Il principio di funzionamento della funzione riscaldamento è il seguente:
• il ventilatore aspira aria attraverso l'evaporatore.
• L'energia contenuta nell'aria provoca l'ebollizione del refrigerante. Il
gas generato dal tale processo viene condotto nel compressore.
• Nel compressore aumenta la pressione e la temperatura del refrigerante. Il gas riscaldato viene condotto sotto pressione nel condensatore, presente nell'unità interna.
• Nel condensatore l'energia del gas viene trasferita all'acqua nel circuito del fluido termovettore. Il gas si raffredda e ritorna allo stato
liquido.
6 720 820 747 (2016/07)
Compress 3000 AW
Panoramica del prodotto | 5
Unità interna AWMS/AWMSS
Combinando la pompa di calore esterna con l'unità interna AWMS viene
creato un impianto di riscaldamento e di produzione dell'acqua calda
sanitaria completo, in quanto l'unità interna contiene un bollitore/accu-
mulatore per l'acqua calda sanitaria. Il passaggio da riscaldamento ad
acqua calda sanitaria è gestito da una valvola deviatrice motorizzata a 3
vie. La resistenza elettrica, integrata nell'unità interna viene attivata in
base al fabbisogno reale.
6 720 814 470-03.1l
Fig. 1
Pompa di calore unità esterna, unità interna AWMS/AWMSS con bollitore/accumulatore ACS integrato e resistenza elettrica integrata
Unità interna AWES
Se l'unità esterna viene combinata con l'unità interna AWES ed è prevista
la produzione di acqua calda sanitaria tramite pompa di calore, è necessario collegare un bollitore/accumulatore ACS esterno. Il passaggio da
riscaldamento ad acqua calda sanitaria è gestito da una valvola deviatrice motorizzata a 3 vie esterna. La resistenza elettrica integrata
nell'unità interna è attivata in base al fabbisogno reale.
6 720 814 470-04.1l
Fig. 2
Pompa di calore unità esterna, unità interna AWES con resistenza elettrica integrata, bollitore/accumulatore ACS esterno
Compress 3000 AW
6 720 820 747 (2016/07)
6 | Panoramica del prodotto
AWBS
Se l'unità esterna viene combinata con l'unità interna AWBS e la pompa
di calore deve occuparsi anche della produzione di acqua calda sanitaria, è necessario collegare un bollitore/accumulatore ACS esterno. Il
passaggio da riscaldamento ad acqua calda sanitaria è gestito da una val-
vola deviatrice motorizzata a 3 vie esterna. L'unità interna è provvista di
una valvola miscelatrice. Questa valvola regola l'energia termica dal
generatore di calore ausiliario esterno, che viene attivato dall'unità
interna in funzione del fabbisogno.
6 720 814 470-05.1l
Fig. 3
Pompa di calore unità esterna, unità interna AWBS senza resistenza elettrica integrata, bollitore/accumulatore ACS esterno e generatore di
calore ausiliario esterno
6 720 820 747 (2016/07)
Compress 3000 AW
Panoramica delle funzioni più frequenti | 7
4
Panoramica delle funzioni più frequenti
Il manuale d'uso del termoregolatore riporta una descrizione completa di tutte le funzioni e impostazioni.
menu
4
3
info
5
2
fav
1
6
7
6 720 810 300-01.1O
Fig. 4
Elementi di comando
Pos. Elemento
Descrizione
1
Tasto fav
fav
Spiegazione
▶ Premere per richiamare le funzioni preferite per il circuito di riscaldamento 1.
▶ Tenere premuto per personalizzare il menu delle funzioni preferite in base alle proprie esigenze.
2
Tasto acqua calda sani- ▶ Premere per attivare la funzione dell'acqua calda sanitaria supplementare.
taria supplementare
3
Tasto acqua calda sani- ▶ Premere per selezionare il tipo di funzionamento acqua calda sanitaria.
taria
4
5
menu
info
Tasto menu
Tasto info
▶ Premere per aprire il menu principale.
Se è aperto un menu:
▶ premere per richiamare ulteriori informazioni sulla selezione attuale.
Se è attiva la visualizzazione standard sul display:
▶ premere per aprire il menu informazioni.
6
Tasto di ritorno (tornare indietro di livello)
▶ Premere per passare al menu di livello superiore oppure per rifiutare un valore modificato.
Se viene visualizzata la necessità di assistenza o una disfunzione:
▶ premere per passare dalla visualizzazione standard sul display all'avviso di disfunzione.
▶ Tenere premuto per passare a da un menu alla visualizzazione standard sul display.
7
Manopola di selezione
(con pulsante)
▶ Ruotare per modificare un valore impostato (ad esempio la temperatura) oppure per selezionare menu o voci di
menu.
Se l'illuminazione è assente:
▶ premere per accendere l'illuminazione del display.
Se l'illuminazione è presente:
▶ premere per aprire un menu o una voce di menu selezionata, un valore impostato (ad esempio la temperatura)
oppure per confermare un avviso oppure ancora per chiudere una finestra a comparsa.
Se è attiva la visualizzazione standard sul display:
▶ premere per attivare il campo di inserimento per la selezione del circuito di riscaldamento per la visualizzazione standard sul display (solo in impianti con almeno due circuiti di riscaldamento).
Tab. 2
Elementi di comando
Compress 3000 AW
6 720 820 747 (2016/07)
8 | Panoramica delle funzioni più frequenti
4.1
Modifica della temperatura ambiente
Utilizzo
Risultato
Se in un dato momento fa troppo caldo o troppo freddo: modificare la temperatura ambiente temporaneamente
Modifica della temperatura ambiente fino al prossimo tempo di commutazione
Funzionamento automatico
▶ Ruotare la manopola di selezione (con pulsante) per impostare la temperatura ambiente desiderata.
La sezione di tempo interessata viene visualizzata in grigio nel diagramma a barre del programma orario.
▶ Attendere alcuni secondi o premere il pulsante della manopola di selezione.
Il termoregolatore funziona ora con l'impostazione modificata. La modifica è valida finché non viene raggiunto il tempo di
commutazione successivo del programma orario per il riscaldamento. Successivamente saranno nuovamente valide le
impostazioni del programma orario.
6 720 816 395-905.1O
Annullamento della modifica alla temperatura
▶ Ruotare la manopola di selezione (con pulsante) finché la sezione di tempo interessata viene visualizzata di nuovo in nero
nel diagramma a barre del programma orario e premere il pulsante della manopola di selezione.
La modifica è annullata.
Funzionamento ottimizzato
Se si percepisce costantemente troppo freddo o troppo caldo: impostare la temperatura ambiente desiderata (ad esempio per funzionamento di riscaldamento e
funzionamento in riduzione)
▶ Attivare il funzionamento ottimizzato ( capitolo 4.3).
▶ Attendere alcuni secondi o premere il pulsante della manopola di selezione per chiudere la finestra a comparsa.
▶ Ruotare la manopola di selezione per impostare la temperatura ambiente desiderata.
▶ Attendere alcuni secondi o premere il pulsante della manopola di selezione. Premere il pulsante della manopola di selezione per apportare modifiche nella finestra a comparsa (oppure rifiutare le modifiche premendo il tasto indietro).
La temperatura ambiente valida attualmente viene visualizzata nella metà inferiore del display in una finestra a comparsa.
Il termoregolatore funziona ora con le impostazioni modificate.
6 720 816 395-906.1O
▶ Premere il tasto menu per aprire il menu principale.
▶ Premere il pulsante della manopola di selezione per aprire il menu Riscaldamento/raffreddamento.
▶ Ruotare la manopola di selezione per selezionare il menu Impostazioni temperatura.
▶ Premere il pulsante della manopola di selezione per aprire il menu.
▶ Se sono installati due o più circuiti di riscaldamento, ruotare la manopola di selezione per selezionare Circuito riscaldamento 1, 2, 3 o 4 e premere il pulsante della manopola di selezione.
6 720 816 395-07.1O
Funzionamento automatico
▶ Ruotare la manopola di selezione per selezionare Risc., Attenuazione, Aumento eccessivo oppure Raffreddamento.
▶ Premere il pulsante della manopola di selezione.
▶ Ruotare la manopola di selezione e premerne il pulsante per selezionare l'impostazione desiderata per il funzionamento in
riduzione.
Se è attivata la regolazione della temperatura:
▶ ruotare la manopola di selezione e premerne il pulsante per impostare la temperatura. I limiti dei valori impostati per le
temperature dipendono dall'impostazione per il rispettivo tipo di funzionamento.
Il termoregolatore funziona ora con le impostazioni modificate. Le impostazioni hanno effetto su tutti i programmi orario
per il riscaldamento (se sono installati due o più circuiti di riscaldamento, solo nel circuito di riscaldamento selezionato).
Tab. 3
Temperatura ambiente
4.2
Impostazione dell'acqua calda sanitaria (ACS)
Utilizzo
6 720 645 492-13.3O
Risultato
Se occorre acqua calda sanitaria al di fuori degli orari impostati nel programma orario: attivare acqua calda sanitaria supplementare (= funzione acqua calda sanitaria
immediata).
▶ Premere il tasto acqua calda sanitaria supplementare.
La produzione d'acqua calda sanitaria viene attivata immediatamente alla temperatura e per la durata impostate. Trascorsi
alcuni secondi nella grafica informativa viene visualizzato il simbolo per l'acqua calda sanitaria supplementare.
Per disattivare la funzione di acqua calda sanitaria supplementare prima che sia trascorsa la durata impostata:
▶ premere di nuovo il tasto acqua calda sanitaria supplementare.
6 720 816 395-909.1O
Se l'acqua calda sanitaria risulta troppo fredda o troppo calda: modificare il tipo di funzionamento della produzione d'acqua calda sanitaria
▶ Premere il tasto acqua calda sanitaria.
Il termoregolatore mostra l'elenco per la selezione della produzione d'acqua calda sanitaria.
▶ Ruotare la manopola di selezione per selezionare il tipo di funzionamento desiderato.
▶ Premere il pulsante della manopola di selezione.
Il termoregolatore funziona ora con le impostazioni modificate. Le temperature per il tipo di funzionamento ACS e ACS ridotta
possono essere impostate dal proprio tecnico.
6 720 645 492-37.3O
Tab. 4
Ulteriori impostazioni
6 720 820 747 (2016/07)
Compress 3000 AW
Panoramica delle funzioni più frequenti | 9
Utilizzo
Risultato
Se si desidera evitare che le impostazioni del termoregolatore vengano modificate per errore:
attivare o disattivare il blocco tasti
▶ Premere il tasto acqua calda sanitaria e il pulsante della manopola di selezione tenendo premuto per alcuni secondi per attivare o disattivare il blocco tasti.
Se il blocco tasti è attivo, nel display viene visualizzato il simbolo di una chiave ( fig. 4[5], pag. 7).
Tab. 4
Ulteriori impostazioni
4.3
Impostazione del tipo di funzionamento
Le impostazioni di fabbrica prevedono l'attivazione del funzionamento
ottimizzato poiché questo tipo è quello che garantisce il funzionamento
più efficiente della pompa di calore.
Utilizzo
Risultato
Se si desidera attivare il funzionamento automatico (con programma orario)
▶ Premere il tasto menu per aprire il menu principale.
▶ Premere il pulsante della manopola di selezione per aprire il menu Riscaldamento/raffreddamento.
▶ Premere il pulsante della manopola di selezione per aprire il menu Tipo di funzionamento.
▶ Se sono installati due o più circuiti di riscaldamento, ruotare la manopola di selezione per selezionare Circuito riscaldamento
1, 2, 3 o 4 e premere il pulsante della manopola di selezione.
▶ Ruotare la manopola di selezione per selezionare Auto e premere il relativo pulsante.
▶ Premere e tenere premuto il tasto Indietro per tornare al display standard.
Tutte le temperature del programma orario valido attualmente per il riscaldamento vengono visualizzate nella metà inferiore
del display in una finestra a comparsa. La temperatura valida attualmente lampeggia.
Il termoregolatore regola la temperatura ambiente in base al programma orario attivo per il riscaldamento.
6 720 816 395-905.1O
Se si desidera attivare il funzionamento ottimizzato (senza programma orario)
▶ Premere il tasto menu per aprire il menu principale.
▶ Premere il pulsante della manopola di selezione per aprire il menu Riscaldamento/raffreddamento.
▶ Premere il pulsante della manopola di selezione per aprire il menu Tipo di funzionamento.
▶ Se sono installati due o più circuiti di riscaldamento, ruotare la manopola di selezione per selezionare Circuito riscaldamento
1, 2, 3 o 4 e premere il pulsante della manopola di selezione.
▶ Ruotare la manopola di selezione per selezionare Ottimizzato e premere il relativo pulsante.
▶ Premere e tenere premuto il tasto Indietro per tornare al display standard.
La temperatura ambiente desiderata viene visualizzata nella metà inferiore del display in una finestra a comparsa. Il termoregolatore regola costantemente la temperatura ambiente in base a quella desiderata.
Tab. 5
Brevi istruzioni per l'uso – Attivare i tipi di funzionamento
4.4
Selezione del circuito di riscaldamento per la visualizzazione standard sul display
6 720 816 395-904.1O
più circuiti di riscaldamento, è possibile impostare a quale circuito di
riscaldamento si riferisce quello visualizzato dal display.
Nella visualizzazione standard sul display vengono visualizzati sempre
solamente i dati di un circuito di riscaldamento. Se sono installati due o
Utilizzo
Risultato
▶ Se l'illuminazione è presente, premere il pulsante della manopola di selezione. .
Numero, tipo di funzionamento ed eventualmente il nome del circuito di riscaldamento selezionato vengono visualizzati nella
metà inferiore del display.
▶ Ruotare la manopola di selezione per selezionare un circuito di riscaldamento.
Sono disponibili solamente i circuiti di riscaldamento presenti nell'impianto.
▶ Attendere alcuni secondi o premere il pulsante dellla manopola di selezione.
La visualizzazione standard sul display si riferisce al circuito di riscaldamento selezionato.
Tab. 6
6 720 816 395-902.1O
Panoramica del – circuito di riscaldamento nella visualizzazione standard del display
Compress 3000 AW
6 720 820 747 (2016/07)
10 | Ispezione e manutenzione
4.5
Funzioni preferite
Il tasto fav consente di accedere direttamente alle funzioni utilizzate di
frequente per il circuito di riscaldamento 1. Alla prima attivazione del
tasto fav viene aperto il menu per la configurazione del menu "Preferiti"
(Funzioni preferite). Qui è possibile inserire i propri parametri preferiti
ed eventualmente, adattarli successivamente in base alle proprie esigenze.
La funzione del tasto fav è indipendente dal circuito di riscaldamento
rappresentato nella visualizzazione standard sul display. Le impostazioni modificate tramite il menu "Preferiti" (Funzioni preferite) si riferiscono sempre al circuito di riscaldamento 1.
Utilizzo
Risultato
Se si desidera accedere a una funzione preferita: aprire il menu "Preferiti" (Funzioni preferite)
▶ Premere il tasto fav per aprire il menu Preferiti.
▶ Ruotare la manopola di selezione e premerne il pulsante per selezionare una funzione preferita.
▶ Modificare le impostazioni (come per le impostazioni nel menu principale).
Se si desidera adattare l'elenco dei Preferiti alle proprie esigenze: adattare il menu "Preferiti" (Funzioni preferite)
▶ Premere e tenere premuto il tasto fav finché non viene visualizzato il menu per la configurazione del menu "Preferiti" (Funzioni
preferite).
▶ Ruotare la manopola di selezione e premerne il pulsante per selezionare una funzione (Sì) oppure per annullare la selezione
(No).
Le modifiche sono efficaci immediatamente.
▶ Premere il tasto Indietro per chiudere il menu.
6 720 816 395-15.1O
Tab. 7
Funzioni preferite
5
Ispezione e manutenzione
La pompa di calore necessita di poca ispezione e manutenzione. Ciò
nonostante per mantenere ottimali le prestazioni della pompa di calore,
occore eseguire alcune volte, durante l'anno, le seguenti ispezioni e
manutenzioni:
5.3
AVVERTENZA: le sottili lamelle in alluminio sono delicate e in caso di disattenzione possono danneggiarsi. Mai
asciugare direttamente le lamelle con un panno.
▶ Durante la pulizia indossare guanti protettivi, per
proteggere le mani da ferite da taglio.
▶ Non utilizzare pressioni dell'acqua troppo alte.
• rimuovere la sporcizia e fogliame sull'evaporatore e sull'involucro
PERICOLO: di folgorazione, la pompa di calore è alimentata elettricamente.
▶ Staccare il collegamento elettrico badando a togliere
completamente la tensione di alimentazione elettrica
all'apparecchio prima di effettuare qualsiasi tipo di
manutenzione (fusibile, interruttore di protezione) e
ad impedire un suo reinserimento accidentale non
desiderato.
Danni all'impianto per l'utilizzo di detergenti non idonei!
▶ Non utilizzare detergenti acidi, clorurati o basici né
contenenti prodotti abrasivi.
5.1
Rimozione della sporcizia e del fogliame
▶ Rimuovere lo sporco e il fogliame con una spazzola.
5.2
Evaporatore
Lavare eventualmente i depositi accumulati sulla superficie dell'evaporatore (ad esempio polvere o la sporcizia).
Pulizia dell'evaporatore:
▶ spruzzare il detergente sulle lamelle della batteria di evaporazione in
corrispondenza del lato posteriore della pompa di calore.
▶ Lavare via gli strati di la sporcizia e il detergente con acqua.
5.4
Neve e ghiaccio
In determinate aree geografiche o in caso di forti nevicate la neve può
depositarsi sul retro o sul tetto della pompa di calore. Per evitare l'accumulo di ghiaccio, rimuovere la neve.
▶ Liberare il tetto dal ghiaccio.
▶ Può essere lavato via con acqua calda.
5.5
Umidità
AVVISO: se in prossimità dell'unità interna o dei ventilconvettori si forma di frequente dell'umidità durante il
funzionamento di raffreddamento, tale condizione può
indicare un isolamento dalla formazione di condensa difettoso.
▶ In presenza di umidità in prossimità di componenti
dell'impianto di riscaldamento, spegnere la pompa di
calore e contattare l'installatore dell'impianto.
Mantello
Con il tempo si accumulano polvere e altre particelle di sporco nell'unità
esterna della pompa di calore.
▶ In caso di necessità pulire la parte esterna con un panno umido.
▶ Ritoccare danni e crepe all'involucro con vernice antiruggine.
▶ Per proteggere la vernice è possibile applicare una cera per autovetture.
L'umidità può formarsi anche sotto la pompa di calore (all'esterno) per la
condensa che non viene raccolta nell'apposita vaschetta di raccolta. Si
tratta di una condizione normale che non richiede interventi particolari.
5.6
Verifica di tenuta gas refrigeranti
In conformità con le direttive UE in vigore (in conformità con l'ordinanza
sui gas F, regolamento UE n° 517/2014 in vigore dal 1 gennaio 2015),
gli operatori di apparecchiature che contengono gas serra fluorurati in
6 720 820 747 (2016/07)
Compress 3000 AW
Ispezione e manutenzione | 11
quantità di 5 tonnellate di CO2 equivalente o superiori e non contenute
in schiume devono accertarsi che tali apparecchiature non subiscano
perdite.
Chi acquista un modello ODU è obbligato a far controllare il sistema di
raffreddamento da parte di un tecnico autorizzato. La verifica della
tenuta deve essere svolta in fase di montaggio e in seguito ogni 12 mesi.
▶ Consultare l'istallatore.
5.7
Controllo delle valvole di sicurezza
Si raccomanda di controllare la valvola di sicurezza 1-2
volte all'anno.
Dallo sbocco della valvola di sicurezza potrebbe gocciolare dell'acqua. Non chiudere in nessun caso lo sbocco
della valvola di sicurezza (scarico).
▶ Le gocce dalla valvola di sicurezza dovrebbero fuoriuscire non
appena nell'impianto di riscaldamento viene superata la pressione
massima consentita. Se la valvola di sicurezza continua ancora a gocciolare sotto i 2 bar contattare l'installatore dell'impianto.
▶ Accertarsi visivamente che lo scarico dalla valvola di sicurezza giunga
nello scarico.
5.8
Filtro
Controllare il filtro
Il filtro impedisce alle impurità dall'impianto di riscaldamento di giungere nella pompa di calore. Se il filtro è intasato può provocare disfunzioni.
Per pulire il filtro non è necessario svuotare l'impianto. Il
filtro è integrato generalmente nel rubinetto d'intercettazione e deve essere installato nel ritorno riscaldamento.
▶ Riavvitare il tappo (a mano).
▶ Aprire la valvola (4).
5.9
Pressostato e protezione contro il surriscaldamento
Il pressostato e la protezione contro il surriscaldamento
sono presenti solo nelle unità interne con resistenza elettrica integrata. In caso di intervento della protezione
contro il surriscaldamento, il riarmo deve avvenire manualmente.
Il pressostato e la protezione contro il surriscaldamento
sono collegati in serie. Gli allarmi o le informazioni presenti sul termoregolatore si riferiscono quindi a una
pressione d'esercizio troppo bassa o a una temperatura
troppo alta della resistenza elettrica intergrata.
Se il pressostato è intervenuto, il riarmo avviene automaticamente non
appena la pressione d'esercizio ha raggiunto il valore corretto.
▶ Controllare la pressione sul manometro.
▶ Se la pressione è inferiore a 0,5 bar, aumentarla lentamente rabboccando con acqua attraverso la valvola di riempimento e raggiungere
max. 2 bar.
▶ In caso di dubbi sulle modalità di procedimento contattare l'installatore dell'impianto.
Ripristino della protezione contro il surriscaldamento sull'unità interna
AWMS/AWMS solare:
▶ estrarre il pannello anteriore, inferiore e tirare via, verso l'alto.
▶ Premere con forza il tasto di ripristino della protezione contro il surriscaldamento.
▶ Riposizionare il pannello anteriore.
Ripristino della protezione contro il surriscaldamento sull'unità interna
AWES:
▶ contattare l'installatore dell'impianto.
Pulizia della maglia del filtro
▶
▶
▶
▶
Chiudere la valvola (1).
Svitare (a mano) il tappo (2).
Togliere il filtro e pulire sotto l'acqua corrente.
Rimontare il filtro. Per la correttezza del montaggio, controllare che
le sporgenze di guida coincidano con le scanalature sulla valvola (3).
1
2
1.
2.
3
4
2.
1.
6 720 805 915-01.1I
Fig. 5
Versione del filtro senza anello di sicurezza
Compress 3000 AW
6 720 820 747 (2016/07)
12 | Ispezione e manutenzione
1
Fig. 6
[1]
6 720 810 353-11.1I
Unità interna AWES
Manometro
6 720 820 747 (2016/07)
Compress 3000 AW
Connessione Internet tramite modulo IP (accessorio) | 13
2
3
1
6 720 810 353-10.1I
Fig. 7
[1]
[2]
[3]
6
Unità interna AWMS/AWMS solare
Ripristino (reset) della protezione contro il surriscaldamento
Filtro
Manometro
Connessione Internet tramite modulo IP (accessorio)
Il modulo IP consente di comandare e monitorare tramite unità mobile,
l'unità interna e la pompa di calore. Il modulo serve da interfaccia tra
l'impianto di riscaldamento e la rete (LAN) e consente la funzione
SmartGrid.
Per usufruire completamente della funzione sono necessari un accesso ad Internet e un router con un'uscita
RJ45 disponibile. Per la sua realizzazione possono presentarsi costi supplementari. Per il controllo dell'impianto tramite telefono cellulare è necessario scaricare l'app
gratuita Bosch ProControl.
Messa in funzione
Per la messa in funzione attenersi alla documentazione
del router.
Il router deve essere impostato nel modo seguente:
• DHCP attivo
• Le porte 5222 e 5223 non devono essere bloccate per la comunicazione in uscita.
• Indirizzo IP presente libero
• Filtro indirizzi adattato al modulo (filtro MAC).
• Internet
Il modulo acquisisce automaticamente un indirizzo IP del router.
Nelle impostazioni di base del modulo sono registrati il nome e l'indirizzo del server di destinazione. Non appena viene stabilita una connessione Internet, il modulo si rivolge automaticamente al server
Bosch.
• Rete locale
Il modulo non necessita obbligatoriamente di un accesso ad Internet.
Esso può essere utilizzato anche in una rete locale. In questo caso
non è possibile accedere all'impianto di riscaldamento tramite Internet e il software non può eseguire gli aggiornamenti automatici.
• App Bosch ProControl
Al primo avvio dell'applicazione viene richiesto di immettere il nome
utente e password preimpostati di fabbrica per il login. I dati per il
login sono riportati sulla targhetta identificativa del modulo IP.
• SmartGrid
L'unità interna può comunicare con la borsa (tariffari) dell'energia
elettrica e adattare il funzionamento in modo da avere potenza massima della pompa di calore quando il prezzo della corrente è più favorevole. Per maggiori informazioni visitare il sito Web Bosch.
AVVISO: in caso di sostituzione del modulo IP i dati per
il login andranno persi.
I dati per il login sono diversi per ogni modulo IP.
▶ Immettere i dati per il login dopo la messa in funzione
nel campo di registrazione corrispondente.
▶ Se è stata effettuata una sostituzione procedere secondo le indicazioni del nuovo modulo IP.
In alternativa è possibile modificare la password dal termoregolatore.
Per la messa in funzione del modulo IP è possibile procedere come
segue:
Compress 3000 AW
6 720 820 747 (2016/07)
14 | Protezione dell'ambiente/Smaltimento
Dati per il login del modulo IP
N. produt.:__ __ __ __ - __ __ __ __ __ __ __ __ __ - __ __ __ __ __ __ __ __ __ __
Nome login: ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___
Password: __ __ __ __ - __ __ __ __ - __ __ __ __ - __ __ __ __
Mac: ___ ___ - ___ ___ - ___ ___ - ___ ___ - ___ ___ - ___ ___
7
Protezione dell'ambiente/Smaltimento
La protezione dell'ambiente è un principio aziendale del gruppo Bosch.
La qualità dei prodotti, la redditività e la protezione dell'ambiente sono
per noi obiettivi di pari importanza. Ci atteniamo scrupolosamente alle
leggi e alle norme per la protezione dell'ambiente.
Per proteggere l'ambiente impieghiamo la tecnologia e i materiali
migliori tenendo conto degli aspetti economici.
Imballo
Per quanto riguarda l’imballo ci atteniamo ai sistemi di riciclaggio specifici dei rispettivi paesi, che garantiscono un ottimale riutilizzo.
Tutti i materiali utilizzati per gli imballi rispettano l’ambiente e sono riutilizzabili.
Apparecchi in disuso
Gli apparecchi in disuso contengono materiali potenzialmente riciclabili
che vengono riutilizzati.
I componenti sono facilmente disassemblabili e le materie plastiche
sono contrassegnate. In questo modo i diversi componenti possono
essere smistati e sottoposti a riciclaggio o smaltimento.
Termini tecnici
Pompa di calore/Unità esterna
Costituisce il generatore di calore centrale. Viene installato all'aperto.
Denominazione alternativa: unità esterna. Contiene il sistema di raffreddamento. Dalla pompa di calore l'acqua riscaldata o raffreddata viene
condotta nell'unità interna.
Unità interna
Viene installata nell'edificio e distribuisce l'energia termica proveniente
dalla pompa di calore nell'impianto di riscaldamento e nel bollitore/accumulatore ACS. Contiene il termoregolatore e il circolatore primario per
l'impianto di riscaldamento. Il refrigerante condensato nel condensatore
viene nuovamente ricondotto all'unità esterna.
Impianto di riscaldamento
Indica l'intera installazione formata da pompa di calore, unità interna,
bollitore/accumulatore ACS, impianto di riscaldamento e accessori
abbinabili.
Impianto di riscaldamento
Comprende il generatore di calore, il bollitore/accumulatore ACS, il
radiatore, l'impianto di riscaldamento a pannelli radianti o venticonvettori, o una combinazione di questi elementi, se l'impianto di riscaldamento è formato da vari circuiti di riscaldamento.
Circuito di riscaldamento
La parte dell'impianto di riscaldamento che distribuisce l'energia termica nei vari ambienti. Formato da tubature, pompa e radiatori, tubi flessibili dell'impianto di riscaldamento a pannelli radianti. All'interno di un
circuito è possibile adottare soltanto una delle alternative citate. Se però
l'impianto di riscaldamento è formato da due circuiti, in uno potrebbe
essere installato un radiatore mentre nell'altro un impianto di riscaldamento a pannelli radianti. I circuiti di riscaldamento possono essere eseguiti di tipo diretto o di tipo miscelato (con valvola miscelatrice).
6 720 820 747 (2016/07)
Circuito di riscaldamento diretto (senza valvola miscelatrice)
In un circuito di riscaldamento senza valvola miscelatrice la temperatura
viene controllata nel circuito soltanto attraverso l'energia proveniente
dal generatore di calore (temperatura costante).
Circuito di riscaldamento miscelato (con valvola miscelatrice)
In un circuito di riscaldamento miscelato, la valvola miscelatrice si
occupa della miscelazione dell'acqua di ritorno dal circuito con il caldo
proveniente dal generatore di calore. Per questo motivo i circuiti di
riscaldamento miscelati possono funzionare con una temperatura più
bassa rispetto agli altri impianti di riscaldamento, ad esempio per separare l'impianto di riscaldamento a pannelli radianti che lavora a temperatura più bassa da radiatori, i quali richiedono temperature più elevate.
Valvola miscelatrice motorizzata
La valvola miscelatrice motorizzata è una valvola che miscela l'acqua di
ritorno fredda con l'acqua calda dal generatore di calore per raggiungere
una determinata temperatura. La valvola miscelatrice può trovarsi in un
circuito di riscaldamento o nell'unità interna per il riscaldatore ausiliario
esterno. Essa viene gestita tramite un attuatore elettrico comandato da
una termoregolazione.
Valvola deviatrice a 3 vie
La valvola deviatrice a 3 vie distribuisce l'energia termica ai circuiti di
riscaldamento o al bollitore/accumulatore ACS. La valvola dispone di
due posizioni stabilite per cui il riscaldamento e la produzione d'acqua
calda sanitaria non possono avvenire contemporaneamente. Si tratta
della modalità di funzionamento più efficace perché l'acqua calda sanitaria viene scaldata sempre a una determinata temperatura, mentre la
temperatura dell'acqua calda di riscaldamento viene adattata costantemente in funzione della temperatura esterna.
Apparecchio di riscaldamento ausiliario esterno in funzionamento
bivalente
L'apparecchio di riscaldamento ausiliario esterno è un generatore di
calore separato collegato all'unità interna tramite tubature. L'energia
termica prodotta nell'apparecchio di riscaldamento ausiliario è regolata
tramite una valvola miscelatrice. Per questo motivo viene anche denominato apparecchio di riscaldamento supplementare con miscelatore o
caldaia. Il termoregolatore controlla l'accensione e lo spegnimento
dell'apparecchio di riscaldamento ausiliario in base al fabbisogno termico reale. I generatori di calore ausiliari possono essere caldaie elettriche, a combustibile liquido o a gas.
Circuito primario
La parte dell'impianto di riscaldamento che trasporta l'energia termica
dalla pompa di calore all'unità esterna.
Circuito di raffreddamento
La parte principale della pompa di calore che ricava l'energia dall'aria
esterna e la trasmette come energia termica al circuito primario. Formato da evaporatore, compressore, condensatore e valvola di espansione. Nel circuito di raffreddamento circola il refrigerante.
Evaporatore
Scambiatore di calore tra aria e refrigerante. L'energia dall'aria aspirata
dall'evaporatore provoca l'ebollizione del refrigerante che si trasforma in
gas.
Compressore
Sposta il refrigerante attraverso il circuito di raffreddamento dall'evaporatore al condensatore. Aumenta la pressione del refrigerante allo stato
gassoso. All'aumentare della pressione aumenta anche la temperatura.
Condensatore
Scambiatore di calore tra refrigerante nel circuito di raffreddamento e
acqua nel circuito del fluido termovettore. Durante il trasferimento di
calore scende la temperatura del refrigerante che passa allo stato di
aggregazione liquido.
Compress 3000 AW
Termini tecnici | 15
Valvola di espansione
Riduce la pressione del refrigerante in uscita dal condensatore. In
seguito il refrigerante viene ricondotto nell'evaporatore dove inizia nuovamente il processo.
Punto (temporale) di commutazione
Un orario determinato, al quale ad es. il riscaldamento si attiva oppure
viene prodotta acqua calda sanitaria. Un punto di commutazione è parte
fondamentale di un programma orario.
Convertitore/Inverter
Si trova nella pompa di calore e consente la regolazione del regime del
compressore in funzione del fabbisogno termico.
Temperatura di una modalità operativa
Una temperatura associata a una modalità operativa. La temperatura è
impostabile. Osservare le spiegazioni della modalità operativa.
Fase di attenuazione
Un periodo di tempo durante il funzionamento automatico con la modalità operativa Attenuazione.
Temperatura di mandata
Temperatura con cui l'acqua riscaldata nel circuito di riscaldamento centralizzato scorre dal generatore di calore alle superfici irradianti negli
ambienti.
Funzionamento automatico
L'impianto di riscaldamento riceve calore secondo il programma orario e
viene commutato tra le modalità operative in modo automatico.
Tipo di funzionamento
I tipi di funzionamento per il riscaldamento sono: Risc. e Attenuazione.
Vengono rappresentati con i simboli e .
I tipi di funzionamento per la produzione di acqua calda sanitaria sono:
ACS, ACS ridotta e Off.
A ogni tipo di funzionamento è abbinata una temperatura impostabile
(ad eccezione di Off).
Accumulatore/bollitore di acqua calda sanitaria
Un bollitore/accumulatore per acqua calda sanitaria (ACS) accumula in
grandi quantità l’acqua potabile riscaldata. In questo modo è disponibile
sufficiente acqua calda sanitaria nel punto di prelievo (ad es. rubinetto
dell'acqua). Questo è l'ideale ad es. per le docce abbondanti.
Programma orario per il riscaldamento
Questo programma orario esegue la variazione automatica tra le modalità operative secondo i punti (temporali) di commutazione stabiliti.
Prot.antigelo
In base alla protezione antigelo selezionata, se la temperatura esterna e/
o ambiente scende al di sotto di una determinata soglia critica, si attiva il
circolatore di riscaldamento. La protezione antigelo impedisce il congelamento dell'impianto.
Temperatura ambiente desiderata (anche temperatura nominale /
temperatura nominale ambiente desiderata)
La temperatura ambiente che si desidera avere dal riscaldamento. Può
essere impostata individualmente.
Impostazione di base
Valori impostati in sede di fabbricazione e che sono memorizzati stabilmente nel termoregolatore (ad es. i programmi orari completi), che sono
sempre disponibili e che in caso di necessità possono essere ripristinati.
Fase di riscaldamento
Una fase temporale durante l'utilizzo automatico con tipo di funzionamento
Riscaldamento.
Sicurezza bambini
Le impostazioni nella visualizzazione standard sul display e nel menu
possono essere modificate solo se la sicurezza bambini (blocco tasti) è
disinserita ( pag. 8).
Miscelatore per ACS
Il miscelatore per ACS è un dispositivo che in automatico assicura che
l’acqua calda sanitaria prelevata ai punti di prelievo, non possa avere una
temperatura superiore a quella impostata sul miscelatore per ACS
stesso.
Funzionamento ottimizzato
Nel funzionamento ottimizzato, il funzionamento automatico (il programma orario per riscaldamento) non è attivo e il riscaldamento
avviene costantemente in base alla temperatura impostata per il funzionamento ottimizzato.
Locale di riferimento
Il locale di riferimento è il locale dell'appartamento in cui è installato il
termoregolatore d'ambiente. La temperatura ambiente in questa stanza
serve come grandezza di riferimento per il circuito di riscaldamento
associato.
Compress 3000 AW
6 720 820 747 (2016/07)

Documenti analoghi