L`Irlanda al timone per i prossimi sei mesi 2013: cosa succederà in

Commenti

Transcript

L`Irlanda al timone per i prossimi sei mesi 2013: cosa succederà in
COMUNE DI COSENZA
CENTRO D’INFORMAZIONE EUROPEA
INFO POINT EUROPA
NEWSLETTER – GENNAIO 2013
PERIODICO D’INFORMAZIONE
PERIODICOD’INFORMAZIONE D’DDD’INFORMAZIONI
EDD’Dla
’INFORMAZIONE
aderiranno all'UE,
giustizia
Mettere fine alla crisi è la
_2012
________________
N. 001 N O T I Z I E
_________________
e il sostegno allo sviluppo.
Il 1° luglio 2013 l'Irlanda passerà il testimone alla Lituania,
che assicurerà la presidenza
fino alla fine dell'anno.
http://ec.europa.eu/italia/attua
lita/primo_piano/aff_istituzion
ali/priorita_presidenza_ue_irl
anda_it.htm
L’Irlanda al timone per i
prossimi sei mesi
Stabilità economica, crescita
e occupazione: per i prossimi
sei mesi saranno queste le
priorità dell'Irlanda, che rileva
la presidenza dell'UE da
Cipro.
È la settima volta che l'Irlanda
guida l'Unione europea, casualmente proprio 40 anni
dopo la sua adesione.
I sei mesi di presidenza
offriranno
all'Irlanda
la
possibilità di mettere in primo
piano le questioni che ritiene
particolarmente
importanti:
stabilità economica, lavoro e
crescita. Oltre che sulle
iniziative per promuovere la
crescita economica e l'occupazione, l'Irlanda si concentrerà anche sull'ambiente,
i trasporti, i nuovi paesi che
priorità
numero
uno.
L'accordo raggiunto con il
Consiglio relativo alla vigilanza bancaria sarà nuovamente negoziato dal PE. E le
discussioni avanzeranno anche in materia di governance
per
l'eurozona.
Veranno
discusse anche la riforma dei
servizi finanziari, in particolare il ruolo delle agenzie di
rating, il requisito patrimoniale
minimo per le banche e i
bonus dei trader. All'ordine
del giorno ci sarà anche
l'evoluzione
del
mercato
unico.
2013: cosa succederà in
Parlamento?
Un budget per il lungo
termine
Quest’anno il Parlamento
Europeo dovrà affrontare le
riforme per il rilancio economico e la negoziazione del
budget dell'UE fino al 2020, il
cosiddetto piano finanziario
pluriennale. Oltre a numerose
proposte
legislative
che
cambieranno la vita quotidiane dei cittadini: i diritti dei
passeggeri, i limiti della CO2
e gli alimenti OGM.
Il Parlamento dovrà negoziare il piano finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020
con il Consiglio e la Commissione. I deputato desiderano mantenere gli investimenti per la crescita e la
ricerca, e per le infrastrutture
dei trasporti. Una volta che i
negoziati sul budget saranno
conclusi, potranno essere
affrontati temi più specifici
come la politica agricola
comune,
la
ricerca,
il
sostegno alle regioni più
Economia
__________________________________________________________________________________________
Piazza dei Bruzi
87100 - COSENZA
Tel: 0984.813350 – fax 0984.813211
E-mail: [email protected]
povere. E anche il programma Erasmus.
Trasporti
I deputati discuteranno i nuovi
limiti di CO2 per le macchine
sostenendo così il rallentamento del cambiamento climatico. Una volta che la
Commissione proporrà un
aggiornamento della legislazione sui diritti dei passeggeri, il PE proporrà i propri
emendamenti. Una riforma
chiave è legata dal settore
ferroviario: i deputati discuteranno le diverse proposte
della Commissioni per introdurre una maggiore competitività nel mercato.
Altro
Nell'ottica di disincentivare il
fumo, i Parlamento si confronterà e voterà le nuove
regole legate alla vendita del
tabacco. I deputati si esprimeranno anche sugli alimenti
OGM, sulla protezione dei
dati personali e la privacy,
sulle quote rosa nei consigli
d'amministrazione e sulla politica di asilo.
Il 2013 è stato ufficialmente
proclamato "Anno europeo
dei cittadini" con decisione
del Parlamento europeo e del
Consiglio, su proposta dalla
Commissione, pubblicata il 23
novembre 2012 nella Gazzetta ufficiale dell'Unione
Europea.
A vent'anni dal Trattato di
Maastricht e dall'introduzione
della cittadinanza europea,
l'anno europeo sarà l'occasione per presentare le
politiche e i programmi esistenti e spiegare ai cittadini
come beneficiare direttamente dei diritti dell'Unione. Sarà
inoltre lanciato un ampio
dibattito pubblico sull'Unione
Europea del futuro e sulle
riforme necessarie per migliorare la vita quotidiana dei
cittadini europei.
L'Anno europeo dei cittadini è
stato ufficialmente inaugurato
il 10 gennaio 2013 a Dublino
con un dibattito pubblico, in
concomitanza con l'inizio
della presidenza irlandese del
Consiglio.
dei
bandi
di
concorso
dell'Unione Europea e l'obbligo di sostenere le prove di
selezione in una di queste tre
lingue costituiscono una "discriminazione" fondata sulla
lingua. E' quanto ha stabilito
la Corte di giustizia dell'Unione Europea a cui si era rivolta
l'Italia, dopo che il Tribunale
dell'Unione aveva respinto il
ricorso del nostro Paese per
l'annullamento di bandi solo
in tre lingue.
Si tratta di "un'importante
vittoria del nostro Paese",
come ha commentato il
Ministro per gli Affari Europei,
Enzo
Moavero
Milanesi,
ricordando come "l'Italia sia
fortemente impegnata nell'affermare il principio e il valore
del multilinguismo e nella
tutela della lingua italiana
nell'Unione Europea, rispetto
a prassi che tendono a
favorire le tre lingue: francese, inglese e tedesco, generando, nei fatti, una penalizzazione dei cittadini di madrelingua diversa".
http://www.politicheeuropee.it
/comunicazione/18356/annoeuropeo-dei-cittadini
http://www.politicheeuropee.it
/newsletter/18359/corte-digiustizia-ue-bocciatrilinguismo-vittoria-dellitalia
http://www.europarl.europa.e
u/news/it/headlines/content/2
0121213STO04623/html/201
3-cosa-succeder%C3%A0-inParlamento
.
Anno europeo dei cittadini
Corte di Giustizia UE boccia
trilinguismo. Vittoria
dell'Italia
UE: imprenditori cercansi
La pubblicazione in tre lingue
(inglese, francese e tedesco)
Per riprendere il cammino
della crescita e tornare a
livelli più elevati di occu-
_______________________________________________________________________________________ 2
Piazza dei Bruzi
87100 - COSENZA
Tel: 0984.813350 – fax: 0984.813211
E-mail: [email protected]
pazione, l'Europa ha bisogno
di un maggior numero di
imprenditori. Le nuove imprese, soprattutto quelle piccole e medie (PMI), rappresentano la principale fonte di
nuova occupazione in Europa
(quattro milioni di nuovi posti
di lavoro ogni anno). Antonio
Tajani, Vicepresidente della
Commissione europea, ha
presentato oggi un piano
d'azione destinato a sostenere gli imprenditori e a
rivoluzionare la cultura imprenditoriale in Europa.
Il piano sottolinea il ruolo
fondamentale dell'istruzione e
della formazione per far
crescere nuove generazioni
di imprenditori e prevede
misure specifiche a sostegno
degli imprenditori in erba tra i
giovani, le donne, gli anziani,
i migranti e i disoccupati. A
fronte degli elevati tassi di
disoccupazione l'Unione europea dispone di un ampio
bacino di risorse umane
inutilizzate, in particolare fra i
giovani e le donne. Il piano
affronta anche gli ostacoli che
limitano
l'imprenditorialità,
prevedendo misure ambiziose per favorire le start-up e
la creazione di nuove imprese, agevolare il trasferimento di imprese, migliorare l'accesso ai finanziamenti e offrire una seconda
opportunità agli imprenditori
onesti dopo un fallimento di
impresa.
http://ec.europa.eu/italia/attua
lita/primo_piano/industria/pian
o_azione_imprenditoria_it.ht
m
http://ec.europa.eu/italia/attua
lita/primo_piano/giustizia_libe
rta/inaugurazione_centro_cri
mine_informatico_it.htm
_________________
IN EVIDENZA
_________________
Al via il centro europeo anticriminine informatico
A partire dall’11 gennaio il
nuovo Centro europeo per la
lotta alla criminalità informatica (EC3) sarà pienamente operativo allo scopo
di contribuire a proteggere i
cittadini e le imprese europei
dalla criminalità informatica. Il
Centro sarà situato presso
l’Ufficio europeo di polizia
(Europol)
all’Aia
(Paesi
Bassi).
Le indagini condotte in
materia di frodi online, abusi
su minori online e altri reati
informatici coinvolgono regolarmente
centinaia
di
vittime e di sospetti in diverse
parti del mondo. Le operazioni di questa portata non
possono essere portate a
termine con successo esclusivamente dalle forze di
polizia nazionali.
L’apertura del Centro europeo per la lotta alla criminalità
informatica (EC3) segna un
notevole cambiamento rispetto al modo in cui l’UE ha
affrontato la criminalità informatica fino ad oggi. Innanzitutto, l’approccio della
EC3 sarà più lungimirante e
inclusivo. Verranno riunite
competenze ed informazioni,
verrà fornito sostegno alle
indagini penali e verranno
promosse soluzioni a livello
dell’UE.
Smartstudent
Smartstudent è un'iniziativa
del Parlamento europeo, del
Dipartimento per le politiche
europee e della Commissione
europea in collaborazione
con il Ministero degli Affari
Esteri che si rivolge agli
studenti universitari e ai
neolaureati italiani.
Smartstudent è un portale
che ti permette di conoscere
l'Ue, il funzionamento delle
sue istituzioni, e le sue
politiche.
Nella
sezione
Conosci l'Ue troverai tutte le
informazioni di cui
hai
bisogno per capire come le
istituzioni europee agiscono e
operano insieme con quelle
nazionali, e una breve guida
alle politiche dell'Ue che ti
riguardano più da vicino.
Nella sezione invece Opportunità e Prepara la Valigia,
troverai tutte le informazioni
che ti servono per beneficiare
delle opportunità che l'Unione
europea prevede per gli
studenti universitari e i
neolaureati. Tra queste opportunità ti verranno segnalati
i programmi di studio e le
_______________________________________________________________________________________ 3
Piazza dei Bruzi
87100 - COSENZA
Tel: 0984.813350 – fax: 0984.813211
E-mail: [email protected]
opportunità di stage e tirocini
presso le istituzioni dell'Ue.
http://www.smartstudent.it
Per i più piccoli europei
“Metti alla prova
noscenze e gioca
vedere quante
sull'Europa, sulla
ta, l'ambiente, e
ancora ....”
le tue cocon noi per
cose sai
sua monetanto altro
Così il Parlamento europeo
esorta i più piccoli europei a
partecipare ad una serie di
giochi interattivi attraverso i
quali i ragazzi imparano a
conoscere i propri diritti e il
mondo che li circonda.
http://www.europarl.it/view/it/b
ambini.html
_________________
EVENTI
_________________
L'obiettivo del "Premio europeo Carlo Magno della
gioventù" è quello di incoraggiare l'emergere di una
coscienza europea fra i
giovani e la loro partecipazione a progetti di integrazione europea.
l Premio viene assegnato a
progetti, intrapresi da giovani,
che favoriscano la comprensione, promuovano l'emergere di un sentimento
comune dell'identità europea
e diano esempi pratici di
cittadini europei che vivono
insieme come un'unica comunità.
Il "Premio europeo Carlo
Magno della gioventù" viene
assegnato ogni anno dal
Parlamento europeo congiuntamente alla Fondazione del
premio internazionale Carlo
Magno di Aquisgrana.
Il premio per il miglior progetto è di 5.000 euro, il
secondo di 3.000 euro e il
terzo di 2.000 euro. Quale
parte del premio, i tre vincitori
finali riceveranno l'invito a
visitare il Parlamento europeo
(a Bruxelles o a Strasburgo).
Inoltre, rappresentanti dei 27
progetti nazionali selezionati
saranno invitati per un viaggio
di
quattro
giorni
ad
Aquisgrana (Germania).
I premi per i tre migliori
progetti saranno consegnati
dal Presidente del Parlamento europeo e da un rappresentante della Fondazione
del Premio internazionale
Carlo Magno di Aquisgrana
Partecipa subito:
http://www.charlemagneyouth
prize.eu/view/it/introduction.ht
ml
_______________________________________________________________________________________ 4
Piazza dei Bruzi
87100 - COSENZA
Tel: 0984.813350 – fax: 0984.813211
E-mail: [email protected]
BANDI EUROPEI “EUROPA 2013”
N. _001
_______________
TEMPUS IV
________________
Titolo del Programma
TEMPUS IV
Oggetto
Invito a presentare proposte EACEA/35/12 Riforma
dell’istruzione superiore mediante la cooperazione universitaria
Fonte
GUUE C375 del 5/12/2012
Ente Erogatore
Commissione Europea
Obiettivo
Azioni
Beneficiari
Consiste nel promuovere la cooperazione multilaterale tra gli
istituti d’istruzione superiori, gli enti pubblici e le organizzazioni
degli Stati membri dell’UE e dei paesi partner concentrandosi
sulla modernizzazione dell’istruzione superiore.
I due principali strumenti di cooperazione previsti sono:
progetti comuni e misure strutturali. Possono essere finanziati
progetti nazionali e multinazionali.
Istituti d’istruzione superiore pubblici o privati riconosciuti dallo
Stato.
Entità contributo
L’ammontare minimo sarà di 500.000 EUR
Scadenza
26 marzo 2013
Risorse finanziarie disponibili
L’importo totale è stimato a 129,8 Mio EUR
Indirizzi utili
Paesi dell’UE e la Croazia, 4 paesi dei Balcani occidentali, !6
Paesi che si trovano nella zona a sud ea est dell’UE
Education, Audiovisual and Culture Executive Agency
Bruxelles Belgiè
Indirizzo web
http://eacea.ec.europa.eu/tempus
Aree Geografiche
_______________________________________________________________________________________ 5
Piazza dei Bruzi
87100 - COSENZA
Tel: 0984.813350 – fax: 0984.813211
E-mail: [email protected]
_______________________
ERASMUS MUNDUS
_______________________
Titolo del Programma
Programma d’azione ERASMUS MUNDUS 2009-2013-
Oggetto
Invito a presentare proposte – EACEA/38/12
Fonte
GUUE C 400 del 28.12.2012
Ente Erogatore
Commissione Europea
Obiettivo
Promuovere l’istruzione superiore europea, aiutare a migliorare e potenziare le
prospettive di carriera degli studenti e promuovere la comprensione interculturale
attraverso la cooperazione con i paesi terzi.
Azioni
Partenariati Erasmus Mundus ,
Beneficiari
Istituti Superiore
Modalità e procedura
Formulari di candidatura pertinenti per azioni sono disponibili sulla Guida
http://eacea.ec.europa.eu/erasmus_mundus/funding/higher_education_institution_en.php
Scadenza
Entro il 15 aprile 2013
Aree Geografiche
Paesi dell’UE - Paesi Terzi
Indirizzi utili
Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura
Mundus
Bruxelles Belgio
Attuazione nel 2013
Promozione dell’istruzione superiore europea
unità P4 Erasmus
http://eacea.ec.europa.eu/erasmus_mundus/funding/higher_education_institution_en.php
Indirizzo web
_______________________________________________________________________________________ 6
Piazza dei Bruzi
87100 - COSENZA
Tel: 0984.813350 – fax: 0984.813211
E-mail: [email protected]
_______________
MEDIA
_______________
Titolo del Programma
MEDIA 2007
Oggetto
Invito a presentare proposte EACEA/39/12
Sviluppo, distribuzione, promozione e formazione
Sostegno alla digitalizzazione dei cinema europei.
Fonte
GUUE C 377del 7/12/2012
Ente Erogatore
Commissione Europea
Obiettivo
Conservare e valorizzare la diversità culturale, accrescere la
circolazione e la visibilità delle opere audiovisive, rafforzare la
concorrenziale propizio all’occupazione.
Azioni
Beneficiari
Operatori cinematografici
Entità contributo
Pari a un massimo di 20.000 EUR per ogni schermo.
Scadenza
Entro il 31 gennaio 2013
Risorse finanziarie disponibili
Il bilancio ammonta a 4000.000 EUR
Aree Geografiche
Paesi dell’UE, Paesi SEE, Bosnia Erzegovia
Indirizzi utili
Agenzia esecutiva per l’educazione, gli audiovisivi e la cultura
Bruxelles Belgio
Indirizzo web
http://ec.europa.eu/culture/media/fundings/exhibition/digitisationof-cinemas/call_en.htm
_______________________________________________________________________________________ 7
Piazza dei Bruzi
87100 - COSENZA
Tel: 0984.813350 – fax: 0984.813211
E-mail: [email protected]
__________________________
EUROPA PER I CITTADINI
__________________________
Titolo del Programma
“ Europa per i cittadini” (2007-2013)
Oggetto
Invito a presentare proposte 2012- Attuazione delle azioni del
programma: Cittadini attivi per l’Europa, Società civile attiva in
Europa e Memoria europea attiva
Fonte
GUUE C 377 del 7/12/2012
Ente Erogatore
Commissione Europea
Obiettivo
Riunire le persone delle comunità, promuovere iniziative,
rendere l’idea dell’Europa più tangibile per i suoi cittadini
Azioni
Gemellaggio tra città – “ Progetti dei cittadini” e “Misure di
sostegno” – Sostegno a progetti promossi da organizzazioni
della società civile
Beneficiari
Ente pubblico o un’organizzazione senza fini di lucro dotata di
status giuridico
Entità contributo
La sovvenzione massima è di 100.000 EUR
Scadenza
Varie scadenze per la presentazione delle candidature
Risorse finanziarie disponibili
Il bilancio 2013 è selezionato per ciascuna azione
Aree Geografiche
Paesi dell’UE, la Croazia, l’Albania, Bosnia- Erzegovia,
Montenegro, Serbia, Ex Repubblica jugoslava di Macedonia
Indirizzi utili
EACEA Agenzia esecutiva per l’istruzione gli audiovisivi e la
cultura Bruxelles - BELGIO
Indirizzo web
http://ec.europa.eu/citizenship/index_en.htm
http://eacea.ec.europa.eu/citizenship/index_en.htm
_______________________________________________________________________________________ 8
Piazza dei Bruzi
87100 - COSENZA
Tel: 0984.813350 – fax: 0984.813211
E-mail: [email protected]

Documenti analoghi