Disciplinare impianti solari e sistemi fotovoltaici

Transcript

Disciplinare impianti solari e sistemi fotovoltaici
DISCIPLINARE COMUNALE PER L’INSTALLAZIONE DI
IMPIANTI SOLARI E SISTEMI FOTOVOLTAICI (da 1,00 a 20 kWp)
PREMESSA
Com’è noto, il tema del risparmio energetico sta avendo in questi anni una rapida diffusione
ed è al centro di numerosi dibattiti.
Per risparmio energetico, in senso stretto, si intende il risparmio di fonti energetiche non
rinnovabili, ossia il risparmio di petrolio, metano, combustibili solidi e materiali fossili in genere.
L’utilizzo delle fonti rinnovabili può essere un mezzo di risparmio energetico, riducendo il
consumo delle fonti energetiche tradizionali.
L’Italia, in ottemperanza alle disposizioni europee, ha varato una serie di leggi al fine di
incentivare l’utilizzo delle fonti rinnovabili favorendo così il risparmio energetico.
Per esempio il recente D. Lgs. 30 maggio 2008, n. 115 “Attuazione della direttiva
2006/32/CE relativa all'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici” prevede che gli
interventi di incremento dell'efficienza energetica che prevedano l'installazione di singoli generatori
eolici con altezza complessiva non superiore a 1,5 metri e diametro non superiore a 1 m, nonchè di
impianti solari termici o fotovoltaici aderenti o integrati nei tetti degli edifici con la stessa
inclinazione e lo stesso orientamento della falda e i cui componenti non modificano la sagoma degli
edifici stessi, sono considerati interventi di manutenzione ordinaria e non sono soggetti alla
disciplina della denuncia di inizio attività […] qualora la superficie dell'impianto non sia superiore a
quella del tetto stesso. In tale caso, fatti salvi i casi di cui all'articolo 3, comma 3, lettera a), del
decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, e successive modificazioni, e' sufficiente una
comunicazione preventiva al Comune.
Infatti, tra i sistemi utilizzati per produrre energia elettrica da fonti rinnovabili, sta avendo
sempre più diffusione il ricorso alla posa, sopra le coperture dei fabbricati, di collettori solari, per la
produzione di acqua calda sanitaria, o di pannelli solari fotovoltaici per la produzione di energia
elettrica.
In questa ottica, tenendo anche presente il tessuto storico-artistico che caratterizza molte
città italiane è opportuno che il Comune detti alcune prescrizioni al fine di contemperare l’esigenza
di favorire la diffusione di tali sistemi alternativi di produzione di energia con la tutela del contesto
urbano preesistente.
Il presente “Regolamento Comunale disciplina l’installazione di impianti solari e
fotovoltaici” e si pone come obiettivo proprio quello di regolamentare l’inserimento dei nuovi
impianti tecnologici salvaguardando i singoli fabbricati individuati nella Tavola 11/1 – CTR
(zonizzazione P.R.G. vigente) e/o compresi nelle Zone A, B, C e D6 per i quali è consentita la
realizzazione delle sole tipologie B2 e B3 del DM del 19/02/2007.
ART. 1
Disposizioni generali
1. Le indicazioni previste dal presente Regolamento si riferiscono a tutto il territorio comunale.
Esso è valido ed efficace sino al subentro di eventuale nuova normativa, per cui le norme
regolamentari in contrasto con le norme di rango superiore si intendono disapplicate.
2. La collocazione di pannelli solari termici e fotovoltaici sulle coperture degli edifici esistenti è
ammissibile, nel rispetto di eventuali norme a tutela dei caratteri architettonico-ambientali
riconosciuti dal P.R.G., nonché delle norme statali e regionali, ispirandosi ai principi della
salvaguardia del decoro urbano, dell’aspetto architettonico dei fabbricati nonché della
limitazione dell’impatto visivo e paesaggistico.
1
ART. 2
Morfologia e collocazione dei pannelli
1. I pannelli dovranno avere una configurazione equilibrata inserendosi convenientemente nella
composizione architettonica e formale degli edifici, sia esistenti che di nuova costruzione.
2. I pannelli dovranno essere disposti preferibilmente secondo forme geometriche semplici e
regolari, conseguite con l’accostamento dei componenti impiantistici, ottenendo forme coerenti
con le falde dei tetti.
3. Con riferimento alla medesima superficie di appoggio è fatto divieto di:
a) impiegare pannelli di tipologia, dimensioni e colorazioni evidentemente differenti tra loro;
b) imporre ai pannelli orientamenti ed inclinazioni differenti tra loro.
4. La disposizione di cui al punto precedente si applica a tutti gli impianti collocati.
ART. 3
Prescrizioni obbligatorie che riguardano i nuovi interventi edilizi e le ristrutturazioni
(Utilizzo di impianti solari termici per il fabbisogno energetico
di riscaldamento dell’acqua per usi igienico-sanitari)
1. Nel caso di nuovi interventi edilizi e nelle ristrutturazioni di edifici esistenti che comportino la
sostituzione degli impianti, deve essere prevista l’installazione di pannelli solari termici per
soddisfare il fabbisogno di acqua calda per gli usi igienico-sanitari, in modo tale da soddisfare
almeno il 60 per cento del fabbisogno annuale di energia primaria richiesto per la produzione di
acqua calda sanitaria dell’edificio.
2. Se l’ubicazione dell’edificio rendesse tecnicamente impossibile l’installazione degli impianti
solari termici o il completo soddisfacimento dell’obbligo di cui al comma 1, il proprietario o chi
ne ha titolo dovrà provvedere all’integrazione energetica con fonte rinnovabile differente. I
serbatoi di accumulo, collocati su edifici ricadenti nelle zone A, B, C e D6 del P.R.G. vigente,
devono essere posizionati all’interno degli edifici.
ART. 4
Prescrizioni obbligatorie che riguardano i nuovi interventi edilizi e le ristrutturazioni
(Diffusione dell’utilizzo di impianti solari fotovoltaici per i fabbisogni elettrici negli edifici)
1. In armonia con quanto previsto dall’allegato I, comma 13, del D. Lgs. 192/2005 e s.m.i., nel
caso di nuova costruzione e negli interventi di ristrutturazione di fabbricati esistenti, di
qualunque destinazione, in cui sia previsto il rifacimento della copertura, è obbligatoria
l’installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.
2. A far data dal 01/01/2011, dovrà essere garantita una produzione energetica non inferiore a 1
kWp per ciascuna unità abitativa, compatibilmente con la realizzabilità tecnica dell'intervento.
Per i fabbricati industriali, artigianali e commerciali, di estensione superficiale superiore o
uguale a 100 m², la produzione energetica minima è di 5 kWp. In alternativa all’impianto
fotovoltaico è consentita l'installazione di altra tipologia di impianti purchè sempre da fonti
rinnovabili.
2
3. Nel caso di installazione di nuovi impianti fotovoltaici, dovrà essere favorita la scelta di
impianti completamente integrati nella copertura.
ART. 5
Semplificazioni dei procedimenti amministrativi per gli impianti da fonti rinnovabili
1. Le installazioni di impianti da fonti di energia rinnovabile sono regolamentate come di seguito
descritto.
E’ considerata attività libera l’installazione di impianti:
a) solari termici;
b) fotovoltaici;
se aderenti o integrati nei tetti degli edifici con la stessa inclinazione e lo stesso orientamento
della falda e i cui componenti non modificano la sagoma degli edifici stessi, (interventi
considerati di manutenzione ordinaria, ai sensi del D. Lgs. n. 115/2008).
Nei casi sopra menzionati sarà sufficiente una comunicazione preventiva al Comune, da far
pervenire almeno 20 giorni prima dell’inizio dei lavori, secondo il modello allegato,
attestante il rispetto della normativa vigente e del presente regolamento.
Sono invece soggetti a Denuncia di Inizio Attività:
l’installazione di impianti solari termici o fotovoltaici non rientranti nella categoria riportata
al punto precedente.
2. Alla comunicazione preventiva e alla Denuncia di inizio attività, va sempre allegato:
a) progetto dell’impianto, con relazione, schemi e elaborati grafici redatto da professionista
iscritto nelle specializzazioni o sezioni degli albi professionali abilitanti, secondo il rispettivo
ordinamento, alle prestazioni specialistiche richieste, come previsto dall’art. 5, comma 4 del
D.M. 19/02/2007 per i sistemi fotovoltaici;
b) documentazione fotografica del sito di installazione;
c) estratto catastale;
d) titolo di proprietà o di possesso dell’immobile;
e) riferimenti del titolo ad edificare (data e numero provvedimento);
f) copia del documento di riconoscimento del proprietario in corso di validità;
g) dichiarazione sostitutiva del progettista dell’impianto, come da allegato A;
h) documento unico di regolarità contributiva (DURC) della ditta esecutrice dei lavori;_
i) dichiarazione del proprietario/responsabile dell’impianto, che si obbliga a comunicare al
comune, nel caso di rimozione, sostituzione anche parziale o rinnovo degli stessi
dell’avvenuto smaltimento dei materiali di risulta presso ditte autorizzate;
j) dichiarazione di aver preso visione del regolamento redatto dal Comune e di realizzare le
opere conformemente alla stesso;
k) comunicazione di fine lavori e dichiarazione di conformità dell’impianto realizzato rispetto al
progetto presentato; __
l) altra documentazione strettamente utile.
NOTA: la documentazione di cui ai punti a), b) e c) può essere compresa in un unico elaborato.
3. La conclusione dei lavori, va sempre comunicata dal proprietario al comune con allegata la
dichiarazione di conformità dell’impresa esecutrice dei lavori, redatta secondo il D.M. 37/08 e
comprensiva degli allegati obbligatori, compreso il progetto esecutivo dell’impianto di cui al
punto 2 lett. a qualora lo stesso sia stato modificato in fase esecutiva.
3
ART. 6
Interventi su fabbricati condominiali
1. Nel caso di installazione di collettori solari o di pannelli fotovoltaici su immobili costituiti da
più di 4 unità abitative è obbligatoria la realizzazione di impianti centralizzati dotati di sistemi
automatizzati di termoregolazione e contabilizzazione individuale del calore. Nell’impossibilità
tecnica di disporre in tale senso, è comunque consentito realizzare impianti autonomi, fatta salva
la predisposizione di un intervento che sia compatibile con un futuro ampliamento a tutte le
unità.
2. Nel caso di interventi riguardanti la posa in opera di pannelli fotovoltaici o collettori solari
termici, da posizionarsi su parti condominiali, dovrà essere prodotta copia della delibera o
verbale di riunione condominale attestante la disponibilità a procedere.
3. Ai sensi dell’art. 123 comma 2 del DPR 380/2001, per la realizzazione degli interventi di cui al
punto 2, sono valide le decisioni prese a maggioranza delle quote millesimali.
ART. 7
Interventi su manufatti individuati nella Tavola 11/1 - CTR (zonizzazione P.R.G. vigente)
e ricompresi nelle Zone A, B, C e D6
1. E’ consentito istallare impianti fotovoltaici in riferimento agli edifici privati, nei limiti massimi
di potenza consentiti dalle regole sullo scambio sul posto e nel rispetto del presente
regolamento.
2. Per gli impianti solari termici è consentita l’istallazione degli stessi, dimensionandoli fino a
soddisfare il fabbisogno energetico di riscaldamento dell’acqua per usi igienico-sanitari del
fabbricato e/o delle diverse unità abitative e nel rispetto del presente regolamento.
3. Su tutti gli edifici ricadenti nelle zone di cui al presente articolo ( Zone A, B, C e D6 del P.R.G.
vigente) è fatto divieto di inserimento dei pannelli in facciata.
ART. 8
Modalità di smaltimento degli impianti
1. I soggetti proprietari e/o responsabili degli impianti, nel caso di rimozione, sostituzione anche
parziale o rinnovo degli stessi, sono tenuti a comunicare e a documentare al Comune l’avvenuto
smaltimento dei materiali di risulta presso ditte autorizzate.
ART. 9
Disposizioni transitorie e finali
APPENDICE
RIFERIMENTI NORMATIVI
-
Legge 09/01/1991 n. 10 “Norme in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico
e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia”;
4
-
-
-
-
Legge 18 giugno 1993, n.192 ”Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14
maggio 1993, n. 140, recante proroga dei termini per la presentazione delle dichiarazioni dei
redditi relative all'anno 1992.”
DPR 26/08/1993 n.412 “Regolamento di attuazione della Legge n. 10/91” Art. 7 comma7;
DPR n. 380/2001 capo VI Art. 123;
D.Lgs. 29/12/2003 n. 387 “Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione
dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno
dell'elettricità”;
D.Lgs. 19/08/2005 n. 192 aggiornato con D.Lgs. 29/12/2006 n. 311;
D.M. 19/02/2007 (G.U. 23/12/07 n. 45);
Legge n. 244 del 24/12/2007 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale
dello Stato” (finanziaria 2008);
Decreto legislativo 30 maggio 2008, n. 115 ”Attuazione della direttiva 2006/32/CE relativa
all'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici e abrogazione della direttiva
93/76/CEE”;
Decreto Legge n. 207 del 30/12/2008 (cosiddetto Decreto “Milleproroghe”);
Decreto Legge n. 40 del 25/03/2010 “Disposizioni urgenti tributarie” (art. 5).
5
Allegato A
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’
(Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)
DA PRESENTARE A CURA DEL PROGETTISTA E DEL COLLAUDATORE DELL’IMPIANTO SOLARE
ALL’ATTO DELLA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO E DEL COLLAUDO FINALE
Il/la sottoscritto/a _________________________________________________________________________________
(cognome) (nome)
nato in _______________________________________________ (______________) il _______________________
(luogo)
(prov.)
residente in _____________________________ (______) alla Via______________________________ n. _______
(luogo)
(prov.)
(indirizzo)
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di
formazione o uso di atti falsi, richiamate dall’art. 76 del D.P.R. 445 del 28 dicembre
2000,
DICHIARA
1) di essere regolarmente iscritto/a all’albo professionale tenuto dall’ordine/collegio de__________
___________________________ sez. ________ settore __________________________________
della provincia di __________________________ con il n. _______________________________
2) che, secondo lo specifico ordinamento professionale, è abilitato/a alle prestazioni specialistiche
espressamente richieste secondo l’art. 5, comma 4 del D.M. 19/02/2007 per i sistemi fotovoltaici e
del D.M. 37/08 per i sistemi solari termici e fotovoltaici.
Dichiara, altresì, di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui al D. Lgs. n. 196/2003, che i dati
personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell'ambito del
procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.
Allega:
- copia di un valido documento di riconoscimento.
……………………………………….
(luogo, data)
……………………………………………..
Il Dichiarante
Ai sensi dell’art. 38, D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000, la dichiarazione è sottoscritta dall’interessato in presenza del dipendente addetto ovvero
sottoscritta o inviata insieme alla fotocopia, non autenticata di un documento di identità del dichiarante, all’ufficio competente via fax, tramite un
incaricato, oppure a mezzo posta.
6
COMUNICAZIONE PER L’ESECUZIONE DI INTERVENTI DI INTERVENTI
DI INCREMENTO DELL’EFFICIENZA ENERGETICA NONCHE’ DI
IMPIANTI SOLARI O FOTOVOLTAICI
(ARTICOLO N. 11 DEL D.LGS. 30 MAGGIO 2008, N. 115 – ATTUAZIONE DELLA
DIRETTIVA 2006/32/CE RELATIVA ALL’EFFICIENZA DEGLI USI FINALI
DELL’ENERGIA E I SERIVIZI ENERGETICI E ABROGAZIONE DELLA DIRETTIVA
93/76/CEE – G.U. 3 LUGLIO 2008, N. 154
I sottoscritti:
PROPRIETARIO:
Cognome ____________________________________ Nome ____________________________
nato/a _________________________________________________ il _________________, C.F:
_______________________________ residente in ____________________________________
Via ____________________________________ n. ______ CAP ________ tel ______________
Fax ________________ e-mail _______________________________________________ nella
sua
qualità
di
_______________________________________________________________
come risulta da allegata autocertificazione.
DITTA INSTALLATRICE:
Ditta ___________________________________________________ con sede/domicilio finale in
_________________________________________ via ___________________________ n. ___
CAP _______
tel. ____________ fax _______________ e-mail _______________________
C.F. / P.IVA __________________________ legalmente rappresentata dal Sig. ______________
________________ nella sua qualità di ______________________________________________
con la presente, comunicano preventivamente I'esecuzione di opere di manutenzione
ordinaria previste dal 3° comma, art. n. 11 del D.L gs. 30.05.2008, n. 115, da realizzarsi su
immobile censito in catasto del Comune di Torella dei Lombardi al foglio ___ - mappale ______ e
ubicato in via ________________________________________al civico n. ___.
Le opere che si intendono eseguire consistono in: ______________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
progettista impianto:______________________________________________________________
7
L’impianto avrà una potenza di _________kWp
_________kWh
e una producibilità annua di stimata di
Si Assicura comunque il rispetto integrale del 3° c omma art. n. 11 del D.Lgs. 115 che testualmente
recita: ''3. Fatto salvo quanto previsto dall’art. 26, comma 1, della Legge 9 gennaio 1991, n. 10 e
successive modificazioni, gli interventi di incremento dell'efficienza energetica che prevedano
l'installazione di singoli generatori eolici con altezza complessiva non superiore a 1,5 metri e
diametro non superiore a 1 metro, nonché di impianti solari termici o fotovoltaici aderenti o integrati
nei tetti degli edifici con la stessa inclinazione e lo stesso orientamento della falda e i cui
componenti non modificano la sagoma degli edifici stessi sono considerati interventi di
manutenzione ordinaria e non sono soggetti alla disciplina della denuncia di inizio attività di cui agli
articoli 22 e 23 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia di cui
al DPR 6 giugno 2001, n. 380 e successive modificazioni qualora la superficie dell'impianto non sia
superiore a quella del tetto stesso. In tale caso, fatti salvi i casi di cui all’art. 3, comma 3, lettera a)
del D.Lgs. 19 agosto 2005, n. 192 e successive modificazioni è sufficiente una comunicazione
preventiva al Comune”.
Comunichiamo inoltre che i lavori avranno inizio effettivo in data ________________
II sottoscritto dichiara, edotto e informato che devono essere sempre e comunque rispettati
e di conoscere i disposti di cui:
al DM 22 gennaio 2008 n. 37 (riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione
degli impianti negli edifici con particolare riguardo ai disposti di cui agli articoli 5 comma 2, e 7,
comma 2, articoli n. 9, 11, 12);
al Decreto del 24 ottobre 2007 del Ministero del Lavoro che estende I'obbligo del Documento
Unico di Regolarità Contributiva (DURC) a tutti i settori di attività, che é entrato, a tutti gli effetti,
in vigore il 30 dicembre 2007;
al Titolo IV, capo I, del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 (attuazione dell'articolo 1 della Legge 3
agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza dei luoghi di lavoro).
TORELLA DEI LOMBARDI, lì ________________
IL PROPRIETARIO
________________________
LA DITTA INSTALLATRICE
_____________________________
IN ALLEGATO:
◻ progetto dell'impianto, con relazione, schemi e elaborati grafici, redatto da professionista
iscritto nelle specializzazioni o sezioni degli albi professionali abilitanti, secondo il rispettivo
ordinamento, alle prestazioni specialistiche richieste, come previsto dall’art. 5, comma 4 del
D.M. 19/02/2007 per i sistemi fotovoltaici;
◻ documentazione fotografica del sito di installazione;
◻ estratto catastale;
◻ titolo di proprietà o di possesso dell’immobile;
◻ riferimento del titolo ad edificare (data e numero provvedimento);
◻ copia del documento di riconoscimento del proprietario in corso di validità;
8
◻ dichiarazione sostitutiva del progettista dell’impianto, come da allegato “A”;
◻ documento unico di regolarità contributiva (DURC) della ditta esecutrice dei lavori;
◻ dichiarazione del proprietario/responsabile dell’impianto, che si obbliga a comunicare al
comune nel caso di rimozione, sostituzione anche parziale o rinnovo degli stessi dell’avvenuto
smaltimento dei materiali di risulta presso ditte autorizzate;
◻ dichiarazione di aver preso visione del regolamento redatto dal Comune e di realizzare le opere
conformemente allo stesso;
◻ comunicazione di fine lavori e dichiarazione di conformità dell’impianto realizzato rispetto al
progetto presentato;
◻ altra documentazione strettamente utile.
9

Documenti analoghi