Tiroide Taranto

Transcript

Tiroide Taranto
La distribuzione del rischio di ricovero per Tumore maligno della Tiroide nella
Provincia di Taranto
A. Mincuzzi°, N. Bartolomeo*, P.Trerotoli*, S. Minerba°
° S.C. Statistica Epidemiologia ASL Taranto
*Dipartimento di Scienze Biomediche ed Oncologia Umana, Università degli Studi di Bari Aldo Moro
OBIETTIVI: Il cancro della tiroide rappresenta una patologia in notevole accrescimento in tutti i
paesi industrializzati. Questo comporta un incremento della sensibilità degli operatori sanitari che
pongono maggiore attenzione alla diagnosi della patologia nel loro ambito di osservazione. Varie
richieste di approfondimenti epidemiologici provengono anche dal tessuto sociale e istituzionale:
dalle indagini della Procura per denuncie dei cittadini contro l’eccessivo inquinamento ambientale
alle pressioni delle varie associazioni ambientaliste che riconducono al problema “diossina”
l’aumento e l’eccesso delle patologie oncologiche tiroide rilevate nel territorio. Alla luce di queste
premesse è stato effettuato un approfondimento che ha l’obiettivo di georeferenziare i soggetti
residenti nella Provincia di Taranto e di visualizzare la distribuzione del rischio di ricovero in tutti i
Comuni della Provincia, con il dettaglio delle Sezioni di Censimento nel Comune di Taranto.
MATERIALI E METODI: La descrizione della distribuzione del rischio di ricovero del cancro tiroideo
è stata effettuata utilizzando le banche dati sanitarie disponibili all’interno della S. C. statistica
Epidemiologia e della Cattedra di Statistica Medica dell’Università degli Studi di Bari; in particolare
sono stati integrati tra loro i dati delle Schede di Dimissione Ospedaliera, dell’Anagrafe degli
Assistiti e dell’Anagrafe del Comune di Taranto. Ai fini del calcolo degli indicatori è stato rilevato il
numero di casi di tumore maligno della Tiroide dall’archivio delle Schede di Dimissione
Ospedaliera (SDO), considerando caso il primo ricovero di ciascun individuo residente in Puglia
avvenuto in qualunque struttura ospedaliera regionale e del resto d’Italia, nel periodo tra il 2001
ed il 2010.
La distribuzione del cancro della Tiroide nel territorio della provincia di Taranto e della città di
Taranto è stata descritta mediante i seguenti indicatori:
- numero grezzo di eventi per sesso e classe di età;
- tasso standardizzato per sesso e classe d’età;
- rischio relativo (RR) della patologia, aggiustato per sesso, classe d’età e indice di deprivazione
dell’area di cui si descrive il rischio.
L’analisi è stata condotta per due distinti livelli geografici (comuni della provincia di Taranto e
sezioni di censimento ISTAT del comune di Taranto), suddividendo il periodo di osservazione in
due intervalli 2001- 2005 e dal 2006-2010).
La standardizzazione dei tassi è stata effettuata con metodo indiretto, secondo la formula:
(1)
Tasso standardizzato=O/E*tasso di riferimento.
Dove O indica i casi osservati in una certa area ed E i casi attesi nella stessa area. I tassi di
riferimento sono quelli rilevati nella regione Puglia nello stesso periodo a cui si riferisce
l’indicatore.
I valori attesi della formula (1) sono ottenuti da un modello di regressione logistica con variabile
dipendente il logit dell’odd dei casi e come variabile indipendente il sesso e la classe d’età. I valori
attesi così calcolati sono stati utilizzati in un modello Bayesiano per la determinazione del rischio di
ammalarsi per ogni specifica causa aggiustando il RR tenendo conto, per ciascuna area geografica,
del valore dell’indice di deprivazione, e del valore del RR delle aree circostanti. Nelle mappe della
provincia di Taranto il RR è stato calcolato e rappresentato a livello comunale considerando come
“aree circostanti” i comuni adiacenti; mentre, nella città di Taranto, il RR è stato calcolato e
rappresentato a livello di sezione di censimento considerando “circostanti” le sezioni presenti in
un raggio di 500 metri a partire dal confine di ciascuna area.
L’obiettivo di questa modalità di analisi è legata alla necessità di rendere meno brusche le
variazioni di RR tra aree vicine, volendo supporre che il semplice confine amministrativo non possa
essere il determinante di una evidente variazione spaziale del rischio di ammalarsi.
Al fine di attribuire sia i casi di ricovero che la popolazione alla appropriata sezione di censimento
si è proceduto, per ogni anno, alla georeferenziazione di ciascun residente nella città di Taranto
presente nell’anagrafe sanitaria degli assistiti, sulla base dell’indirizzo di residenza presente nella
predetta anagrafe.
L’attribuzione della sezione di censimento ai casi è stata ottenuta con una procedura di “Record
Linkage” (RL) tra l’anagrafe degli assistiti e le SDO.
Il RL è stato condotto in tre fasi. Nella prima fase è stato effettuato un RL deterministico, secondo
il quale due individui sono considerati legati in caso di perfetta uguaglianza del codice fiscale in
entrambe le banche dati considerate. Le schede non associate con il RL deterministico sono state
sottoposte, nella seconda fase, ad un RL probabilistico, ponendo come vincolanti per il
riconoscimento reciproco di un soggetto nelle due banche dati, il Cognome e l’Anno di Nascita, e
come variabili di confronto il Comune di Residenza, il Giorno e il Mese di Nascita. Ad ogni
accoppiamento corrisponde un punteggio derivante dalla probabilità che due record provenienti
dalle due banche dati corrispondano allo stesso soggetto. Scegliendo opportunamente il
punteggio si minimizza il rischio di falsi positivi (soggetti che sono considerati identici quando
invece non lo sono), e il rischio di falsi negativi (soggetti che non si riconoscono tra le due banche
dati, quando in realtà sono identici).
I soggetti non associati con RL deterministico o probabilistico sono stati ricontrollati manualmente
al fine di raggiungere la massima completezza possibile di attribuzione di casi alla appropriata
sezione di censimento.
I dati sono stati elaborati utilizzando il software SAS 9.3. I RR, aggiustati tenendo conto delle aree
circostanti, sono stati determinati utilizzando il software Winbugs14. Le mappe sono state
realizzate utilizzando il software «Quantum Gis», software open source per la georeferenziazione
e la rappresentazione spaziale di eventi.
RISULTATI: Le mappe di distribuzione del tumore maligno della Tiroide nei comuni della Provincia
di Taranto (Fig. 1-2) mostrano una presenza in eccesso della patologia che interessa il capoluogo e
i comuni dell’area orientale della provincia. Dal confronto tra i due quinquenni emerge come, nel
quinquennio 2001-2005 l’eccesso di rischio rimane al di sotto del 50% in 10 comuni, mentre nel
quinquennio 2006-2010 si rileva in 22 comuni di cui 3 mostrano un eccesso di rischio compreso fra
il 50% e il 100% (Tab. 1-2).
I risultati della distribuzione per area di censimento nel Comune di Taranto confermano la
tendenza all’aumento nel tempo della distribuzione della patologia che interessa prevalentemente
le aree periferiche che vanno dal centro abitato verso il polo sud-orientale della città, con eccessi
che si mantengono in media per quartiere al di sotto del 50% (Fig. 3-4).
DISCUSSIONE: I risultati dell’approfondimento confermano la tendenza all’incremento di questa
patologia nell’ultimo decennio. Ciò potrebbe essere dovuto ad un aumento della pressione
diagnostica e alla conseguente attività terapeutica ad essa legata. Parallelamente all’aumento dei
ricoveri si registra, infatti, un aumento delle tiroidectomie che i residenti nella Provincia di Taranto
tendono a subire in strutture ospedaliere extra regionali (le regioni che rappresentano le mete
principali per la gestione della patologia oncologica tiroidea sono: Lazio, Toscana e Marche).
Cionondimeno, nell’ambito della valutazione del rischio di ricovero rispetto a quello che può
essere considerato uno standard regionale è evidente un eccesso della distribuzione della
patologia nell’area orientale della Provincia che può essere solo in parte giustificato da una
eventuale maggiore sensibilità degli operatori sanitari e dei residenti nei comuni di pertinenza. Un
notevole apporto alla valutazione potrà essere fornito dai dati di incidenza del Registro Tumori
della Sezione di Taranto del Registro Tumori Puglia in via di accreditamento.
Fig.1 - Distribuzione geografica del Rischio Relativo di ricovero per “Tumore maligno della
tiroide” nella provincia di Taranto. Anni 2001-2005.
2001
Fig.2 - Distribuzione geografica del Rischio Relativo di ricovero per “Tumore maligno della
tiroide” nella provincia
cia di Taranto. Anni 2006-2010.
2006
Tab.1
Tab. 2
Fig. 3 - Distribuzione geografica del Rischio Relativo di ricovero per “Tumore maligno della
tiroide” nella città di Taranto. Anni 2001-2005.
2001
Fig. 4 - Distribuzione geografica del Rischio Relativo di ricovero per “Tumore maligno della
tiroide” nella città di Taranto. Anni 2006-2010.
2006

Documenti analoghi