BVLGNotizie 66 ottobre 2016 - Banca Versilia Lunigiana e

Transcript

BVLGNotizie 66 ottobre 2016 - Banca Versilia Lunigiana e
ANNO XXI numero 66 - ottobre 2016
Edito dalla BANCA VERSILIA LUNIGIANA e GARFAGNANA
Sede e Direzione Generale in Pietrasanta, via Mazzini, 80
il personaggio
GIAMPIERO
PARDINI
All’indomani dei successi olimpici
“LA VITTORIA
SI FA IN TEAM”
BVLG
VITA SOCIALE
Una nuova rubrica
BVLG UN TERRITORIO
MERAVIGLIOSO
Scopriamo Santa Lucia
PRIMO PIANO
CONOSCIAMO
LA FILIALE
DI CAPEZZANO
Registrazione Tribunale di Lucca
n. 641 del 12/07/1995
DIRETTORE RESPONSABILE
Raffaele Capparelli
COMITATO BVLG NOTIZIE
E COMUNICAZIONE
Giuseppe Menchelli
Solano Corrado Lazzotti
Stefania Prosperi
Antonio Tommasi
C
M
Y
CM
MY
CY
CMY
K
REDAZIONE E COORDINAMENTO
Raffaele Capparelli
Ufficio Comunicazione
piazza Statuto, 3
Pietrasanta - tel. 0584 737358
[email protected]
PROGETTO GRAFICO
Bottega Grafica Pietrasanta
ad. Paco Cacciatori
Ufficio Stampa BGP: Andrea Mazzi
FOTOGRAFIE
Ufficio Stampa Pardini Armi: copertina e pagg. 12-15; Raffaele Capparelli, Lorenzo Sciadini: pagg. 18, 19; Davide Papalini, fonte: Wikipedia pag. 20; Shutterstock e Repertorio le altre.
STAMPA
Impressum Srl - Carrara
NUMERO 66 - OTTOBRE 2016
Editore Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana Credito Cooperativo
Società cooperativa
Tirature 700 copie - Distribuziona gratuita
Scaricabile gratuitamente su bvlg.it
2
www.bccversilia.i
UNA BANCA
Vicina alle pe
BVLG ispira la pro
persona. BVLG non
del benessere dei s
Seguici su:
#una
L’EDITORIALE
UN’ESTATE
MERAVIGLIOSA:
il turismo come volano
dell’economia dei nostri
territori
ENZO STAMATI
U
n’estate meravigliosa. Innumerevoli eventi e manifestazioni
hanno permesso ancora una volta di fare conoscere le bellezze dei nostri
luoghi. Dalle mostre ai festival, dalle fiere di settore ai mercatini all’interno dei
piccoli borghi, da premiazioni ad eventi
di intrattenimento sui litorali.
La stagione estiva ci consegna dati confortanti sul nostro territorio. L’incremento delle presenze e la conferma che le
nostre zone rappresentano alcune delle
mete turistiche più ricercate ci permette
ancora una volta di vedere come il settore del turismo possa proporsi come moltiplicatore di benessere, con innegabile
ricaduta positiva per tutta l’economia
locale.
Osservando i tanti appuntamenti che sul
territorio hanno reso ancora più visibili Versilia, Lunigiana e Garfagnana che
anche grazie a questo fervore si mantengono tra le mete più appetibili per i
turisti italiani e stranieri, ci preme sottolineare ancora una volta il ruolo svolto
dal nostro istituto. In questo numero di
BVLG Notizie sarà possibile osservare
come anche quest’anno la nostra banca
abbia fatto la sua parte partecipando e
contribuendo fattivamente allo sviluppo
delle manifestazioni e eventi che hanno permesso ai nostri territori di essere
protagonisti dell’estate 2016. Inoltre
quest’anno la banca si è fatta parte attiva
nella creazione di eventi grazie alle molte iniziative portate avanti dal Club Giovani Soci. Da parte nostra vi è la forte
volontà di continuare ad aiutare il nostro
territorio verso la crescita, per spingerlo
definitivamente fuori da quelle difficoltà
PRESIDENTE BVLG
che a livello nazionale ancora attanagliano persone e attività economiche.
Da questa volontà nascono le sfide che ci
stiamo ponendo per questo fine 2016 ma
soprattutto per il 2017. Continuare oggi
a fare il nostro mestiere, essere banca anticiclica, che riesce a spingere verso la
direzione opposta alla crisi, è la grande
sfida e il nostro obiettivo principale.
Per quanto riguarda la riforma del credito cooperativo possiamo dire che perdura una fase di lunga gestazione. La nostra
banca è ben attenta all’evolversi dei fatti
ma è anche tranquilla e ottimista vista la
nostra solidità. In sintesi il messaggio
che ci preme trasmettere a tutti i portatori d’interesse è che in noi permane
ora e domani la volontà di creare valore
sul territorio e per il territorio. La Banca
Versilia Lunigiana e Garfagnana rappresenterà sempre la volontà dei propri soci
e della propria comunità, continuando ad
avere la priorità di creare benessere per
la collettività.
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 3
SALUTO ISTITUZIONALE
UNA BUONA SEMESTRALE
e solidità patrimoniale
in aumento
PAOLO PELLICCIONI
A
spettando segnali incoraggianti
dall’economia nazionale la nostra realtà bancaria mantiene il
suo ruolo di banca del territorio continuando a creare valore per la comunità
e per i soci. Buoni risultati arrivano dalla semestrale di bilancio che si chiude
con un rispettabile utile di 2,7 milioni di
euro. I dati al 30 giugno ci consegnano
ancora una volta una banca in salute che
riesce a creare valore nonostante il contesto macroeconomico difficile.
Continua purtroppo a perdurare la difficoltà dell’economia globale e le aziende
del nostro territorio subiscono forzatamente questo andamento economico che
non riesce ancora a svoltare dalla crisi.
In una situazione particolare come quella odierna, con un prodotto interno lordo
che viene stimato ancora sotto o intorno l’1% di crescita, condizione che non
permette di invertire in maniera decisa la
rotta, il nostro istituto risponde creando
nuove opportunità di finanziamento per
famiglie e imprese e volontà di incrementare valore per la nostra economia
locale. I dati economici legati al turismo
ci confortano soprattutto per quanto riguarda tutto l’indotto perché l’incremento dei turisti porta benessere non solo
alle attività ma anche alle famiglie che
vivono sul territorio.
DIRETTORE GENERALE BVLG
Una banca presente e attiva che rassicura
la propria clientela grazie all’aumentata
patrimonializzazione che ha portato il
CET 1 ratio, indice di solidità utilizzato come riferimento da tutte le banche,
dal 18,10% al 18,40%, ancora in crescita
nonostante sia già di per sé tra i più alti
del sistema bancario italiano.
Creare fiducia sul territorio portando
valore per famiglie e aziende, strumenti dedicati che rispondono alle effettive esigenze della clientela, prudenza e
oculatezza nella gestione delle risorse
economiche: queste le regole che ci permettono di condurre con lungimiranza la
nostra attività sul territorio.
Noi rispondiamo presente a chi ci chiede una soluzione rapida e efficace per le
proprie esigenze, come il mutuo legato
alle attività turistiche e come i finanziamenti destinati alla prevenzione e per
la sicurezza antisismica richiesta dalla
clientela dopo i tragici eventi del 24 agosto scorso.
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 5
SALUTO ISTITUZIONALE
UN IMPEGNO
CONCRETO:
essere al servizio
della banca e dei soci
MAURIZIO ADAMI
VICEDIRETTORE GENERALE BVLG
È con grande piacere ed enorme emozione che inizio questa “lettera aperta”
verso la Banca e verso i Soci.
Desidero in primis ringraziare il CDA,
il Presidente Enzo Stamati e il Direttore Paolo Pelliccioni per la fiducia accordatami. Rivolgo inoltre un sentito
ringraziamento a tutti i Colleghi che mi
hanno aiutato nella crescita lavorativa e
personale, permettendomi oggi di poter
rappresentare la Nostra banca nel ruolo
di Vicedirettore generale.
Siamo una famiglia unita, che dimostra
ogni giorno di creare valore per la collettività, grazie al forte legame con la
comunità ed all’indispensabile sinergia
tra dipendenti, clienti e soci, nostra primaria ricchezza che ci contraddistingue
delle altre banche.
Per questo motivo un altro ideale ringraziamento e un forte e caloroso abbraccio va ai nostri soci, senza i quali la
Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana
non esisterebbe e non sarebbe così forte e solida. Molti di loro mi conoscono
per gli oltre trenta anni di attività svolta
all’interno della nostra azienda. Ricordo
ancora quel lontano 1986, quando iniziai
questa splendida avventura. La “nostra
casa” era l’antica, romantica e memorabile Cassa Rurale ed Artigiana di Pietrasanta, dove si respirava fra soci, clienti e
impiegati quel profumo di “pietrasantinità” che sempre ho respirato in famiglia
e che porto da sempre nel cuore.
Oggi la mia attenzione non dimentica
tutti i soci attivi sul nostro territorio e
con i quali non ho ancora avuto il piacere
d’istaurare stretti rapporti. Spero quanto prima di poter venire a contatto con
ciascuno di loro in un rapporto diretto,
umano e professionale.
Il ruolo tecnico ricoperto negli ultimi
anni come Responsabile area crediti mi
ha forse reso un po’ meno visibile rispetto a quelli commerciali ricoperti in precedenza, sia come Viceresponsabile alla
filiale di Ripa sia come Responsabile a
Forte dei Marmi. Non è però mai mancato il rapporto continuo con Soci e clienti,
perché la relazione diretta e la vicinanza
con essi sono parte integrante del nostro
compito di Banca del territorio.
Questo nuovo incarico è una soddisfazione e una sfida allo stesso tempo. Cercherò di portare con me le esperienze
precedenti, facendo attenzione agli insegnamenti di coloro che mi hanno preceduto; da Stefano Filiè, all’attuale Direttore Paolo Pelliccioni, fino ad arrivare a
Ivo Mencaraglia, attuale Consigliere. Ho
imparato tanto da loro e porterò con me
tutti i preziosi consigli.
Un pensiero in particolare va al mio primo Direttore Giovanni Tosi e al compianto Presidente Paolo Tommasi, senza
i quali non avrei avuto l’opportunità di
fare parte questa grande famiglia.
Il mio impegno concreto sarà quello di
essere sempre al servizio della banca,
mantenendo stretto e continuo il contatto
con Soci e clienti, cercando con forza di
consolidare il valore e mantenere la notevole affidabilità della Nostra Banca a
sostegno della comunità e del territorio.
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 7
AREA FINANZA
LA CRISI DEL SISTEMA BANCARIO:
ITALIA E GERMANIA A CONFRONTO
Intervista a Maurizio Cordova, responsabile Area Finanza
BVLG
D. Si sente spesso parlare delle difficoltà del sistema bancario
italiano. Ma se il sistema bancario italiano non gode di molta
salute, come stanno le banche straniere, ad esempio quelle legate ad un’economia forte come quella tedesca. In una frase:
come stanno le banche tedesche?
Non certamente meglio delle banche italiane direi: Deutsche
Bank rischia di essere travolta da spese legali (a partire dal rischio di una sanzione da 14 miliardi di dollari da parte degli
Usa) e dalla vertiginosa montagna di derivati a cui è esposta
(42 trilioni di euro, una cifra che è pari a tre volte il Pil europeo
e 15 volte circa quello tedesco); Commerzbank che tra i suoi
azionisti annovera, dopo un precedente salvataggio, il governo
tedesco con il 15% del capitale, si parla di una pesante ristrutturazione in via di definizione: il taglio di 9mila posti di lavoro
(il 20% circa della forza lavoro totale e quasi il doppio rispetto
alle previsioni degli analisti) e la sospensione dei dividendi.
D. Valutato il contesto macroeconomico del settore in Germania, come può essere valutata la “crisi” delle banche tedesche?
Il sistema bancario tedesco è caratterizzato da una bassa redditività e da una forte dispersione per il numero elevato di banche.
Il combinato disposto di alti costi e bassa redditività crea una
fragilità di fondo. Inoltre, le banche tedesche sono più esposte
ai derivati (soprattutto la Deutsche Bank). Infatti la quota di
derivati della banche tedesche è sopra la media europea.
D. Questo dei derivati è una paura che attanaglia il piccolo
risparmiatore italiano. Anche nelle banche italiane sono presenti percentuali elevate di derivati?
Assolutamente no: i problemi delle grandi banche tedesche e di
quelle italiane sono diversi. Per le prime è relativo all’esposizione in titoli problematici (cd. tossici) e derivati, mentre per le
8
banche italiane è l’esposizione a crediti male allocati.
Il grafico in basso a sinistra rappresenta la performance azionaria in borsa del titolo DB e del titolo Intesa San Paolo dal 2011
ad oggi (in giallo il titolo Intesa San Paolo e in bianco il titolo
DB). E’ chiara la sottoperformance del titolo tedesco soprattutto negli ultimi 2 anni.
Maurizio Cordova
Resp. Area Finanza BVLG
AREA MERCATO
IL BENESSERE DEI SOCI
E DEL TERRITORIO
IL FOCUS DELL’AREA MERCATO
Intervista a Giuseppe Marsili
D. Oggi come da richiesta del Responsabile Mercato della banca non parliamo solo di prodotti e servizi alla clientela. Per quale motivo?
Come sapete la nostra è una banca di
credito cooperativo e il primo obiettivo
è e rimane il benessere dei soci e del territorio. Abbiamo notato che il terremoto
del 24 agosto scorso ha scosso profondamente anche la gente che vive nei nostri luoghi. La paura, la preoccupazione
che situazioni drammatiche come quelle
di Amatrice possano succedere nelle nostre aree di competenza ha portato molti
clienti a chiedere informazioni nelle nostre filiali, cercando soluzioni per mettersi al riparo da eventi e calamità come
quelle purtroppo accadute.
D. La banca ha già studiato delle proposte apposite per questo tipo di calamità?
Quello che la nostra banca può fare è
ascoltare quello che chiedono clienti
e soci. Per questo motivo è nato un finanziamento studiato appositamente per
l’adeguamento antisismico degli immobili di proprietà dei privati e delle aziende che lavorano sul nostro territorio di
competenza. Ascoltando pareri di esperti
del settore la strada migliore si è rivelata la creazione di un finanziamento per
perseguire l’adeguamento degli edifici,
perché solo in questo modo possiamo
creare sicurezza per i nostri cittadini sul
territorio.
D. Che tipo di strumenti possono utilizzare i soci e clienti?
Gli strumenti studiati sono rappresentati da un mutuo ipotecario e da un finanziamento chirografario. Sono due
strumenti tecnicamente differenti ma
entrambi permettono di mettere in sicurezza abitazioni adibite a casa principali
GIUSEPPE MARSILI
Resp. Area Mercato BVLG
o a seconda casa, ma anche edifici dove
insistono attività commerciali. L’adeguamento antisismico che potrà essere
finanziato, se opportuno, anche a stato
avanzamento lavori e ricordiamo inoltre
che le spese sostenute sono detraibili fiscalmente. Una mano concreta al territorio e una volontà ferma di essere a fianco
della nostra gente.
CALCIO GIOVANILE
UN ACCORDO PER GARANTIRE LA SALUTE
E LA SICUREZZA DI CALCIATORI E SPETTATORI
La banca ha ratificato gli accordi siglati
tra Federazione Toscana delle Banche
di Credito Cooperativo e il Comitato
Regionale Toscana - Federazione Italiana Giuoco Calcio - Lega Nazionale
Dilettanti finalizzati all’acquisto dei defibrillatori per gli impianti sportivi e per
finanziare la quota di iscrizione ai campionati di appartenenza.
Un’iniziativa che contribuisce a garantire la salute e la sicurezza dei calciatori
e spettatori.
L’intesa di quest’anno inoltre amplia
l’accordo dello scorso anno permettendo di finanziare anche le spese sostenute
dalla società per il settore scuola calcio e
giovanile, come ad esempio tesseramenti, assicurazioni, iscrizione ai tornei dei
giovani calciatori.
10
BVLG vuole in questo modo venire incontro alle esigenze delle società calcistiche nell’ottica di sostenere, in un momento particolarmente difficile, le micro
realtà calcistiche che svolgono un servizio formativo e sociale sul territorio.
www.bccversilia.it
UNA BANCA DA AMARE.
Vicina alle persone e alla comunità locale.
BVLG ispira la propria attività all'attenzione e alla promozione della
persona. BVLG non ha scopo di lucro e destina l’utile alla promozione
del benessere dei soci e del territorio. Persone che lavorano per le persone.
#unabancadaamare
GIAMPIERO PARDINI
IL PERSONAGGIO BVLG
IN COPERTINA
Giampiero Pardini, la moglie Pina,
il pluricampione Olimpico Niccolò Campriani
e la sua fidanzata, l’atleta Petra Zublasing,
alla cerimonia commemorativa dell’oro olimpico
Nel cuore della Versilia, è nato il grande
sogno, oggi una straordinaria realtà che lavora, produce ed esporta in tutto il mondo.
Il momento della vittoria dell’Oro olimpico di Niccolò Campriani è ancora
fresco di emozioni e ben scolpito nella
mente. “Il mio telefono iniziò subito a
squillare tra chiamate e messaggi. Una
vera e propria esplosione”, racconta
Giampiero Pardini, mentre i suoi occhi
si illuminano nel ricordo della gioia e
dell’orgoglio di aver visto un proprio
campione trionfare in Brasile. Perché
in fondo è un po’ come se lo avesse
vinto lui quel titolo. La mano, la mira,
la precisione, la forza fisica e mentale
12
erano indubbiamente di Niccolò, l’ingegnere che Pardini ha accolto qualche
anno fa nella sua azienda, prima come
stagista, e che poi ha seguito e accompagnato come atleta olimpionico anche
nella terra carioca. Ma la tecnologia, la
funzionalità, la straordinaria efficienza
tecnica sono della sua carabina Made in
Pardini. Creata e testata proprio nell’azienda camaiorese. Qui, nel cuore della
Versilia, è nato il grande sogno, oggi
una straordinaria realtà che lavora, produce ed esporta in tutto il mondo, senza
conoscere crisi. E non poteva esserci
regalo migliore per festeggiare i quarant’anni della Pardini Armi che mantiene sulla via Italica il cuore nevralgico
dell’azienda, sebbene esistano già una
succursale negli Stati Uniti ed una in
Germania. Con l’intero podio conquistato nella specialità maschile di pistola
automatica, la Pardini Armi ha ottenuto
ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro tre
medaglie d’oro, due d’argento e due di
bronzo. Un vero e proprio primato che
l’azienda nata dalla genialità e dall’intu-
GIAMPIERO PARDINI - La vittoria si fa in Team
izione di Giampiero Pardini è riuscita a conquistare nel tiro a segno, che con due tecnici
ha seguito i suoi atleti anche in Brasile. Ed
oggi, a quarant’anni da quel lontano 1976,
è l’eccellenza mondiale nella produzione di
armi sportive destinate alle discipline olimpiche. Oggi pistole e carabine fabbricate in
Versilia arrivano in tutto il mondo.
“Il mercato europeo e americano è
consolidato - spiega il patron dell’azienda, socio della Banca Versilia
Lunigiana e Garfagnana - mentre
importanti commesse ci arrivano
sempre più dalla Cina, ormai nostro
primo cliente, dalla Thailandia e
dall’India. Paesi in cui questo tipo di
sport sta avendo uno sviluppo incredibile. Tanto che nel primo semestre
di quest’anno abbiamo registrato una
crescita del 28 per cento di vendite”.
E la Pardini è senza dubbio l’unica
ad avere una fitta rete commerciale
così sviluppata. “Il nostro segreto?
- si domanda - garantire assistenza,
seguendo l’atleta in ogni aspetto e
in ogni momento”. Ma soprattutto
essere un team. Ed è questo l’orgoglio di Giampiero Pardini
che, mentre ci accompagna nei reparti
della fabbricazione di pistole
e carabine, ci
presenta chi
con lui condivide qualcosa
di più che un
solo lavoro,
ma una vera
e propria passione, una storia:
i suoi collaboratori,
tutti uniti dallo spirito tipico delle più grandi e belle
famiglie. Ognuno è specializzato in un settore: chi
nella fabbricazione delle
impugnature, forgiando il
noce, legno pregiato quanto
resistente; chi nell’assemblaggio dei componenti più
piccoli; chi nel controllo del
lavoro delle più moderne
macchine. Perché alla fine è
il dettaglio il segreto di un
prodotto che piace ed è apprezzato da atleti di tutto il
mondo. “Investiamo molto
nella tecnologia. E sebbene oggi gli
ultimi gioielli della tecnologia svolgano molte delle mansioni, con una
precisione che spacca il millimetro,
è il lavoro umano, fatto di esperienza, capacità, competenza, l’elemento essenziale e determinante della
qualità”, sottolinea Pardini. L’arte
del sapere fare, e fare bene, da oro
olimpico potremmo dire, qui è fondamentale. Ed il Made in Italy, anche
in questo settore, è particolarmente apprezzato e ricercato all’estero.
“Il lavoro in gruppo è sicuramente
un elemento determinante che negli
anni ha permesso di far crescere e
sviluppare la nostra azienda – tiene
a sottolineare Giampiero Pardini –.
Oggi sono in venti a condividere
quotidianamente il progetto con un
caporeparto che segue ciascun lavoro, dal grezzo alla rifinitura conclusiva. La nostra azienda segue ogni
elemento, compresa la viteria che
produciamo internamente, proprio
per garantire la qualità in ogni minimo dettaglio”.
Camaiorese di nascita,
Giampiero Pardini è
stato un tiratore di
spicco nel tiro a
segno italiano
gareggiando in tutte
le specialità̀
di tiro con
l’arma corta.
Nel 1969 il
suo primo contatto, del tutto casuale
con il tiro a segno. Ma fu quasi un
amore a prima vista. Perché già nel
1970 era approdato ai campionati italiani. “La mia storia in questo
mondo comincia nel 1970, quando – racconta – mi avvicinai al tiro
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 13
IN COPERTINA
a segno, conquistando un posto nella
nazionale italiana già un anno dopo.
Da un lato il tiro, dall’altro la curiosità
per la meccanica. Un mix straordinario
che ha trasformato Giampiero Pardini in
produttore di armi sportive, riuscendo
a presentare, in pochi anni, una gamma
completa di pistole per il tiro accademico che si è via via ampliata, ottenendo
numerosissimi successi internazionali. “All’inizio la nostra produzione era
concentrata sulle sole armi corte, di recente estesa a quelle lunghe. Agli esordi
iniziai a sviluppare il progetto di una
pistola libera che commercializzai nel
14
1976 con il nome di PGP 75. Ottenne
un immediato successo e portò l’avvio
della collaborazione con Fiocchi Munizioni che, dal 1981, provvide alla distribuzione delle nostre produzioni a livello
mondiale”. Nello stesso anno nacque la
prima pistola ad aria compressa Pardini, il modello P10 con caricamento a
leva, mentre nel 1983 la linea per il tiro
accademico venne completato dai modelli GPO (automatica), SPE (standard
e sportiva) e MP (grosso calibro). Nel
1993 vengono poi presentate le pistole
di grosso calibro della serie PC. La linea dell’aria compressa si è sviluppata negli anni con la presentazione di
nuove vincenti proposte. E così via! Di
intuizione in intuizione; di successo in
successo...
Il 2013 è stato invece l’anno della prima
carabina ad aria compressa Pardini, il
modello GPR1 sviluppato con Niccolò
Campriani, successivamente declinato
negli allestimenti Top, Evo e Pro. Numerosi, dunque, i successi internazionali
della scuderia Pardini. Roberto Di Donna e Ralf Schumann, tra i primi testimonial di Pardini Armi, hanno vinto le
prime due medaglie d’oro olimpiche ad
Atlanta 1996. Alle successive Olimpiadi
d i
Sydney Pardini conquista un oro con
Franck Dumoulin (ad aria
compressa), un argento e
un bronzo nella specialità̀
di pistola automatica. Con
due ori (Ralf Schumann in
pistola automatica e Maria
Nei suoi
40 anni di
storia la nostra
azienda si è trasformata da una
piccola officina
dotata di un tornio e una fresa a
una complessa
realtà industriale.
GIAMPIERO PARDINI - La vittoria si fa in Team
Per me le nostre
non sono armi,
ma un attrezzo sportivo
come può essere la racchetta per il tennista.
Grozdeva in pistola sportiva), un argento (pistola sportiva) e un bronzo (ad aria
compressa donne), anche alle Olimpiadi
di Atene del 2004 Pardini Armi dimostra
di essere azienda leader nella produzione di armi sportive; nel 2008, a Pechino,
l’azienda toscana conquista ancora un
argento e un bronzo nella specialità̀ delle 5 sagome, mentre ai Giochi di Londra (2012) il dominio di Pardini nelle
specialità̀ accademiche si concretizza
con due ori (Leuris Pupo in pistola automatica e Jangmi Kim in sportiva), due
argenti (automatica e ad aria compressa
uomini) e due bronzi (automatica e pistola sportiva). I trionfi sportivi raccontano quindi la
storia di una produzione sempre in crescita e sempre alla ricerca di quel particolare che nell’insieme fa un prodotto di
eccellenza. Un prodotto che ha permesso di “firmare” i numerosi e prestigiosi
successi internazionali della scuderia
Pardini. “Nei suoi 40 anni di storia –
racconta con entusiasmo Giampiero
Giampiero Pardini tra Roberto Di Donna e Niccolò Campriani,
passato e presente dei suoi successi sportivi
Pardini, un uomo che si è fatto tutto da
solo, che ha investito in se stesso e nella
sua passione – la nostra azienda si è trasformata da una piccola officina dotata
di un tornio e una fresa a una complessa
realtà industriale dotata di 14 macchine
a controllo numerico e venti dipendenti.
Una grossa componente del lavoro è comunque ancora rappresentata dal valore
aggiunto della sua manodopera specializzata e dal saper fare squadra. Per me
le nostre non sono armi, ma un attrezzo
sportivo come può essere la racchetta
per il tennista. Di fatto: il tramite per
ottenere quel successo, che si raggiunge
sempre costruendo se stesso, educando
il corpo e la mente”. Ma se c’è un principio ispiratore del lavoro di Giampiero
Pardini è quello del costante e continuo
migliorarsi. Pur mantenendo la semplicità, tiene a precisare. “Perché se uno
dei nostri prodotti è facile da utilizzare, è facile anche da realizzare”. Ecco il
principio ispiratore del suo lavoro quotidiano, insieme al team che lo segue e lo
affianca. Lavorare nella semplicità per
la semplicità. “E tutto questo si ottiene
solo attraverso il continuo aggiornamento e il continuo studio delle migliori
soluzioni tecnologiche. Dobbiamo continuamente essere aggiornati sulle ultime invenzioni e sulle ultime novità che
la tecnica e la tecnologia ci mettono a
disposizione”. Questo per essere competitivi sul mercato e per realizzare prodotti che siano sempre i migliori.
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 15
SCOPRIAMO UNA FILIALE
LA BANCA A MISURA DI FAMIGLIA
CAPEZZANO PIANORE
U
16
n istituto bancario è in grado, di fatto, di scattare la
fotografia di un territorio.
A Capezzano Pianore, frazione del
Comune di Camaiore, a metà tra il
mare, la collina e la montagna, la filiale della Banca di Credito Cooperativo riesce a fornire una immagine
chiara e dettagliata della realtà di
questa porzione della Versilia.
giorno con la propria clientela, che
qui ha trovato un indubbio punto
di riferimento. “La nostra clientela
è molto seguita – spiega Barbara
Barsanti, responsabile di Filiale –
negli investimenti e nelle operazioni
grazie ad un rapporto costruito nel
tempo basato sulla semplicità e la
comprensibilità, elementi cardine
delle nostre azioni quotidiane”.
Qui la popolazione è molto operosa, con una grande propensione al
lavoro, anche sodo, e al risparmio.
Sono 63 i milioni di euro affidati dai
risparmiatori alla filiale della Bcc,
che ha sede proprio nel cuore nevralgico del paese. Duemilacinquecento i clienti, di cui la stragrande
maggioranza privati. Di questi, infatti, cinquecento sono le ditte o le
piccole aziende. Un rapporto stretto,
confidenziale quello che il personale della filiale stringe e coltiva ogni
La filiale di Capezzano Pianore della Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana, è sul territorio dal 1991. E’
stata la terza nata dopo le filiali di
Marina di Pietrasanta e Ripa di Seravezza. Ma chi sono clienti della
sede di Capezzano Pianore? “Principalmente si tratta di privati – spiega la responsabile di filiale – che
hanno le esigenze tipiche di un capo
famiglia. Da noi non vengono le
grandi aziende, ma le microaziende,
che possono avere un bilancio fino
Barbara Barsanti
Responsabile di Filiale
Capezzano Pianore
Se dovessimo stilare un identikit del
cliente della filiale di Capezzano Pianore della Banca di Credito Cooperativo questo come sarebbe?
“Diciamo che in generale è tradizionale,
prudente, conservatore, con un’età media abbastanza alta – risponde la responsabile di filiale – Questo è un territorio
solido, di grandi risparmiatori.
Certo anche qui si è vissuto il momento
critico della crisi, ma essendo il tessuto
economico per lo più di piccole aziende
o di singoli professionisti, la crisi non ha
avuto un grande impatto sociale”.
La filiale di Capezzano
Pianore conta su 2.500
clienti per una raccolta
di 63 milioni di euro.
La squadra della filiale di Capezzano, oltre
che dalla titolare, è composta da un team
coeso. Il Viceresponsabile Marco Lari e
Patrizia Tedeschi offrono un servizio di
consulenza approfondita nei locali posti
al primo piano, mentre Giada Sciarroni,
Cristiana Calcagnini e Cristina Cardini
offrono il loro ausilio alla clientela che ha
bisogno di servizi di consulenza veloce nei
locali al piano terra.
a 5 milioni di euro, i piccoli artigiani, o in generale professionisti. Con
loro stringiamo un rapporto stretto,
proprio perché è questa la missione
della nostra Banca e la popolazione
di questo territorio è naturalmente
portata alla costruzione di un rapporto direi confidenziale.
In particolare la zona di Capezzano
Pianore è abitata da famiglie che
hanno una lunga tradizione di coltivatori diretti. E’ la storia del territorio a ricordarcelo, la sua naturale
vocazione. E proprio questa tradizione si traduce, in materia di bilancio familiare, in una propensione al
risparmio – spiega Barbara Barsanti
–, con patrimoni che quasi sempre
comprendono anche unità immobiliari. I nostri clienti, in sostanza,
hanno la cultura del risparmio. Sono
molto razionali e non fanno mai il
passo più lungo della gamba”.
Gli ampi locali della Filiale
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 17
BVLG UN TERRITORIO MERAVIGLIOSO
SANTA LUCIA
LO SCRIGNO DELLA VERSILIA
Ci sono luoghi che custodiscono la nostra memoria. Piccoli scrigni che spesso siamo abituati a vedere, ma che non
sempre ci soffermiamo ad osservare.
Ed allora merita concentrare la nostra
attenzione anche sui tanti piccoli borghi
che arricchiscono il territorio versiliese.
Piccoli completamenti di una terra che
non finisce mai di stupire e che sa unire
la vitalità della spiaggia, con la preziosità dell’entroterra, fino alla straordinaria bellezza delle zone più montane.
E tra i luoghi più caratteristici di una
Versilia magari meno da copertina, ma
altrettanto affascinante c’è la frazione
di Santa Lucia, nel Camaiorese. Piccolo, quanto carico di storia. Antico
borgo denominato “in Vegliatola” per
la sua posizione strategica, in epoca
medievale era adibito alla sorveglianza
e sicurezza di uno degli accessi a Camaiore; una sorta di avamposto per garantire la sicurezza alla Campus Maior
già importante centro abitato. La frazione di Santa Lucia assunse in seguito il
nome della santa a cui era dedicata la
sua chiesa. All’inizio il piccolo borgo
apparteneva alla Vicaria di Pietrasanta,
ma in seguito finì sotto la giurisdizione di Camaiore, come pure la chiesa,
dapprima sotto la Pieve di Santa Feli-
18
In epoca medievale era adibito
alla sorveglianza e sicurezza di
uno degli accessi a Camaiore
cita. Ma nel Quattrocento, dopo che le
carestie e le pestilenze colpirono gravemente la popolazione della zona, venne
inserita fra le chiese appartenenti a San
Michele di Camaiore
Oggi il borgo è divenuto meta di numerosi turisti che
sono sempre più
attratti dai caratteristici vicoli ben
curati e dallo stupendo panorama
con il mare sullo
sfondo che possiamo ammirare
dal sagrato della
chiesa. Una eccezionale terrazza
sulla Versilia.
Il territorio di Camaiore – come
noto - è molto vasto, tra i più estesi
dell’intera riviera
versiliese ed è l’unico comune che ha
molte frazioni collinari e montane e
sbocco sul mare. A nord i borghi principali sono Casoli, ai piedi delle Alpi
Apuane, nelle cui vicinanze si trova la
Grotta all’Onda; Greppolungo, sede di
un antico castello; Metato, a ridosso
VIAGGI ALLA SCOPERTA DEI BORGHI DEL TERRITORIO
Camaiore è il
territorio che
più di ogni altro in
Versilia unisce la
montagna con il
mare
di un contrafforte
del Monte Prana,
con la chiesa di
Santa Maria Assunta del XVIII
secolo;
Montebello, alle pendici
del Monte Gabberi, con i ruderi del
castello.
Nella parte occidentale del comune sorgono Monteggiori, con la
struttura medievale fortificata;
Capezzano Pianore, con la Villa Borbone delle Pianore
del XVIII secolo; Pedona, con la chiesa
di San Jacopo del XIII secolo.
A sud si trovano invece Pontemazzori,
con la chiesa di Sant’Andrea; Nocchi,
con la Villa Montecatini- Bartolomei,
residenza signorile; Montemagno e
Valpromaro attraversati dalla Via Francigena; Pieve, con la pieve di San Giovanni Battista del XII secolo.
A est i bei borghi di Gombitelli, posto
su un crinale del Monte Calvario, con
il suo dialetto unico; Orbicciano, con le
chiese di San Giorgio e San Lorenzo;
Migliano, con la chiesa di San Martino;
Santa Maria Albiano Castello, con la
chiesa di Santa Maria, risalente al XIII
secolo.
Sulla costa infine si trova Lido di Camaiore, con le sue spiagge di sabbia
fine tra Marina di Pietrasanta e Viareggio. Camaiore dunque è il territorio che
più di ogni altro in Versilia unisce la
montagna con il mare.
Santa Lucia, un paesino incantato sulle pendici delle
colline fra Camaiore ed il mare della Versilia.
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 19
BVLG UN TERRITORIO MERAVIGLIOSO
IL CUORE DELLA GARFAGNANA
GRAMOLAZZO
GPS: 44°09′42.88″N 10°14′22.39″E
Metti uno straordinario lago, metti la bellezze delle montagne,
la loro imponenza, il vedere della vegetazione, metti un paese
piccolo, ma forte nel carattere, condisci il tutto con straordinari
sapori che la terra ci dona, come le castagne, il farro, le patate.
Unisci il tutto ed ottieni tradizione, bellezze paesaggistiche e
naturali, esaltazione per il palato. Ecco in un mix di sensazioni evocative Gramolazzo, frazione del comune di Minucciano,
nell’alta Garfagnana, nel territorio della provincia di Lucca,
alle pendici del Monte Pisanino, all’interno del Parco Naturale
regionale delle Alpi Apuane.
Tra le bellezze è il lago, di origine artificiale, che porta il nome
del paese, ad essere la meta turistica preferita, specie tra gli
amanti della pesca. Sono molte infatti le gare che vengono organizzate sulle sue sponde ogni anno.
Il lago venne creato agli inizi del Novecento, proprio mentre
veniva realizzato il lago di Vagli, per sfruttarlo per l’energia
idroelettrica. Il lago ha una superficie di un chilometro quadrato ed è il fiume Serchio di Gramolazzo, uno dei due rami
che unendosi al Serchio di Sillano forma il Serchio che sfocia
a Migliarino Pisano, che gli rifornisce il ricambio di acqua. Un
altro immissario del lago è il torrente Acqua Bianca che nasce
alle pendici del Pisanino. In estate la balneazione è consentita
in alcuni arenili sabbiosi.
Ed è anche una meta preferita da campeggiatori. Non si può
passare da Gramolazzo senza aver assaggiato prodotti tipici
della tradizione culinaria come: il lardo, la torta di farro o i
necci con la ricotta.
PICCOLO MA DALLA GRANDE STORIA
NICOLA
E’ piccolo, ma ha una storia lunghissima ed anche affascinante.
Il borgo di Nicola, frazione di Ortonovo, nel cuore della Lunigiana, in provincia di La Spezia potrebbe far risalire le origini
del proprio toponimo addirittura ai bizantini e derivare dal riferimento ad una antica miniera d’oro, scoperta dagli abitanti di
Luni, ma poi esauritasi in fretta. Il borgo fortificato è nato tra
l’undicesimo e il dodicesimo secolo. Antica anche la sua autonomia amministrativa: dopo la caduta dell’antica città romana
di Luni, il territorio di Nicola fu distinto da quello di Ortonovo
tramite un apposito decreto vescovile e dotato di un autonomo statuto nel 1237. Dopo essere passato di mano tra diverse
signorie, dai Visconti agli Spinola fino ai
fiorentini Medici, passò
alle dipendenze, dal 1495,
del Banco di
San Giorgio e
poi direttamente sotto la Re-
20
GPS: 44°04′44.83″N 10°02′25.09″E
pubblica di Genova, e sotto il capitanato di Sarzana, fino alla
dominazione napoleonica. La sua storia di indipendenza finisce
nel 1806 quando la municipalità di Nicola venne soppressa e
annessa a quella di Ortonovo (da sempre distinta e autonoma rispetto al borgo) diventandone, di fatto, una sua frazione. Tra le
bellezze artistiche da vedere senza dubbio il Castello di Nicola,
edificato al di fuori del centro storico del borgo. Di esso e della
vicina torre rimangono visibili alcuni ruderi e uno stemma fiorentino, quest’ultimo a ricordo della dominazione quattrocentesca della signoria dei Medici.
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 21
BVLG Incontro con il CDA
IL VALORE DI ESSERE
CREDITO COOPERATIVO
INCONTRIAMO IL VICEPRESIDENTE VICARIO BVLG
Intervista a Giuseppe Menchelli
D. La BCC si presenta come una banca “diversa” rispetto al competitor del
settore, ma siete diversi davvero? In
cosa consiste questa diversità?
Le banche di credito cooperativo nascono nel solco della “rerum novarum”
di papa leone XIII a fine del 1800. Oggi
dopo molte fusioni, in Italia se ne contano circa 350; il modello delle bcc è
fondato sul localismo e su motivazioni
etiche che fanno la nostra diversità, una
diversità sancita nel nostro statuto, nel
quale c’è l’obbligo di operare in prevalenza nel territorio dove siamo presenti
e nei comuni confinanti.
Sempre nel nostro statuto sta scritto
che la nostra finalità non è fare utili, ma
quello di creare le migliori condizioni
a favore dei nostri soci per l’accesso al
credito e ai servizi bancari. L’utile che
deriva dalla nostra attività di impiego
e di raccolta di denaro e di erogatori di
servizi bancari viene destinato ancora
al territorio sotto forma di sostegno al
sociale, al mondo del volontariato, alla
scuola, alla cultura: di particolare importanza e da sottolineare il bando delle borse di studio riservato agli studenti
meritevoli delle terze medie e di tutte le
classi delle scuole medie superiori; anche quest’anno sono oltre 300 le borse
di studio che saranno erogate ad altrettanti giovani meritevoli per oltre 80.000
euro di valore.
GIUSEPPE MENCHELLI
Vice Presidente Vicario BVLG
D. Il settore bancario è attraversato da
problemi che mettono in fibrillazione
i tanti risparmiatori. Ma la bcc è una
banca sicura?
Il sistema bancario attraversa una crisi
profonda a causa della situazione internazionale negativa che coinvolge tutto
l’occidente e delle tante partite incagliate e a sofferenza, che pesano sui bilanci delle banche e questo soprattutto
in Italia.
Altri paesi europei in questi anni hanno
sistemato le proprie sofferenze prima
dell’entrata in vigore delle regole europee sul bail in – e cioè la possibilità che
oltre agli azionisti vengano penalizzati
anche i depositanti delle banche in crisi – basti pensare alla Germania che ha
utilizzato 153 miliardi di denaro pubblico per sistemare i conti delle proprie
banche, come del resto hanno fatto la
Spagna, il Portogallo e altri ancora. La
nostra banca non ha da temere nulla.
Con un indice Cet 1 pari a 18,4% ( l’
indice utilizzato per misurare l’affidabilità delle banche) la nostra banca
si pone ai vertici del sistema bancario
italiano.
Questa solidità è frutto anche della possibilità di operare in un territorio sano
come il nostro e di non poter operare
sui mercati dei derivati e sui mercati
internazionali; all’epoca questa limitazione appariva quasi una menomazione, con gli occhi di oggi è stato sicuramente un fatto positivo. Da tenere
inoltre conto che la nostra forza è anche
quella di avere una struttura unita e coesa: dal Consiglio di Amministrazione,
alla dirigenza e ai 170 dipendenti, tutti
determinati nel lavorare con passione
nell’interesse della banca e nel creare
valore per i nostri soci e per il nostro
territorio.
22
BVLG Incontro con il CDA
potuto toccare con mano una realtà a
dir poco “frizzante” ed in espansione,
in particolare nel settore turistico e portuale.
D. In questo sviluppo verso nord-ovest,
quale tipologia di clientela può beneficiare della presenza della banca di
credito cooperativo?
Innanzitutto le famiglie e le piccole e
medie imprese.
Ricordiamo che la nostra banca ha
scritto nel proprio statuto un messaggio chiaro: creare valore per il territorio
di competenza. Il territorio che andiamo a sviluppare è fatto di tante attività
commerciali e di abili artigiani. Il comprensorio portuale ha un forte indotto di
piccole e medie imprese che hanno bisogno di poter contare su una banca che
conosce le proprie esigenza per crescere
e poter continuare a fare il proprio lavoro con serenità. Inoltre un altro settore
sicuramente importante è il turismo; i
dati confermano una crescita di turisti a
doppia cifra anche per i prossimi anni,
con ricadute importanti per l’economia
di un’area vasta che comprende proprio
il territorio di competenza del nostro
istituto.
Ma dietro ad ogni impresa ci sono persone e famiglie che trovano anch’esse risposte e sostegno da parte di una
banca come la nostra, nata per offrire ai
propri soci prodotti finanziari alle migliori condizioni e che destina i proventi della propria attività, a sostegno delle
iniziative culturali, sportive, assistenziali ed educative del territorio.
D. Quali sono le politiche di sviluppo
che pensate di mettere in atto in questo
immediato futuro?
Guardiamo con attenzione a politiche
di collaborazione con altri istituti del
nostro mondo, nel frattempo vogliamo potenziare la nostra presenza sul
territorio in cui già operiamo, abbiamo
chiesto la possibilità di poter aprire
una filiale alla Spezia che andrà ad aumentare la nostra presenza in provincia
dove già siamo presenti con gli sportelli di Sarzana, Borghetto Vara e a Bottagna di Vezzano Ligure.
Siamo certi che La Spezia possa rappresentare per noi un mercato interessante dove non esistono sovrapposizioni di banche del nostro mondo e dove,
analizzando i dati territoriali, abbiamo
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 23
BVLG Incontro con un dipendente
PROFESSIONISTI
DELLA SEMPLICITÀ
INCONTRIAMO LA RESPONSABILE DEL PERSONALE BVLG
Intervista a Maura De Maria
La soddisfazione dei Clienti e la professionalità del personale della Banca.
Sono questi i due “fari” che guidano la
Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana.
Un lavoro quotidiano fatto di esperienza,
professionalità e competenza. “La nostra missione: mantenere alta la fiducia
dei nostri clienti e conquistare la fiducia
di quelli che lo saranno”. Una sfida sempre più impegnativa che ogni giorno la
BVLG affronta con convinzione, come
ci spiega Maura De Maria, responsabile
del personale della banca.
“E’ una scelta che seguiamo con coerenza, perché siamo convinti che sia la
strada giusta e necessaria per arrivare
al traguardo di garantirci la fiducia dei
nostri clienti. In un momento di estrema
incertezza, lavoriamo per generare fiducia nella nostra organizzazione”.
Ma come si ottiene tutto questo?
“Senza dubbio la qualità e la professionalità del nostro personale saranno gli
elementi sempre più determinanti per la
soddisfazione dei nostri clienti. La capacità di attrarre e mantenere soddisfatti
clienti e soci è conseguenza della serietà
dei comportamenti che mettiamo in pratica ogni giorno. Ecco perché è fonda-
mentale conoscere il cliente, conoscere
i suoi timori nel futuro, ascoltare i suoi
bisogni finanziari e proporgli le soluzioni più adeguate.
Questi sono gli obiettivi di ogni giorno
di lavoro per il nostro personale. I nostri clienti possono entrare nelle nostre
agenzie con fiducia, ma sappiamo che
dobbiamo meritarla. E qui dobbiamo
impegnarci tutti, dai vertici fino ai neoassunti. Siamo consapevoli che la fiducia della clientela nel nostro operato è la
migliore garanzia per il nostro posto di
lavoro, oggi e nel futuro”.
Il ruolo del bancario cooperativo per
il futuro è dunque sempre più importante. Quale approccio deve avere nello
svolgere la propria professione?
“Il professionista che opera nella nostra
Banca di Credito Cooperativo deve essere il professionista della semplicità.
Deve, cioè, dare risposte semplici e chiare sia ai clienti esperti che a quelli meno
evoluti, meno abituati alle complessità
del mondo bancario e alle sue terminologie. Questa capacità si raggiunge attraverso la formazione e l’aggiornamento
continuo. Ciò che ci ha spesso contraddistinto è la capacità di dare risposte sia
ai giovani alle prese con i primi risparmi, sia agli anziani talvolta in difficoltà
con le complessità della finanza, sia alle
MAURA DE MARIA
Responsabile Risorse Umane
famiglie ed alle piccole imprese che invece hanno esigenze sempre più evolute
e spesso accompagnate da tecnologie on
line e multimediali.
E la banca, al suo interno, cosa fa per
rendere questo possibile?
“Innanzitutto cerchiamo di ascoltare
le esigenze del nostro personale come
chiediamo loro di ascoltare le esigenze
di clienti e soci”.
Voglio inoltre ricordare che il ruolo del
“bancario cooperativo” è differente da
quello sviluppato da altre tipologie di
banche. Come descritto dall’articolo 1
della nostra Carta dei Valori le banche
di credito cooperativo hanno come riferimento principale il “primato e centralità della persona”, ispirando la propria
attività all’attenzione e alla promozione
della persona. Essere banche “di persone
che lavorano per le persone” non è solo
una frase fatta. La nostra banca investe
sul capitale umano, costituito dai soci,
dai clienti e dai collaboratori, valorizzandolo stabilmente.
La formazione identitaria è un altro
aspetto che ci permette di portare avanti
la missione di “banca differente”. Attraverso la continua attenzione da parte
dell’azienda ai propri collaboratori riusciamo a creare la stessa relazione di
Personale competente,
serio e preparato per saper
ascoltare e dare
risposte chiare
e comprensibili
a tutti
24
BVLG Incontro con un dipendente
Le banche di credito cooperativo hanno come riferimento principale il “primato e
centralità della persona”.
fiducia che vogliamo che il personale di
contatto possa trasmettere a soci e clienti.
Possiamo fare alcuni esempi concreti
di “banca differente” anche nelle relazioni con i dipendenti?
“Dove possibile, cerchiamo di far lavorare il nostro personale vicino a casa o
in sedi di lavoro raggiungibili con mezzi
pubblici. Cerchiamo di agevolare il rapporto vita-lavoro anche nei momenti più
difficili della vita che possono capitare
a tutti, come una maternità, l’assistenza
ai figli piccoli, o l’assistenza a genitori
anziani e invalidi.
La banca investe per preservare condizioni di lavoro sicure e gradevoli, supporta il personale quando si trova a dover
compiere
passi
importanti come
l’acquisto della
casa, o nell’assicurare il suo
futuro attraverso
i fondi pensione
integrativi. Inoltre non dimentichiamo che è importante per noi
anche ascoltare la
voglia autentica di
crescita professionale, soprattutto
quando questa è
accompagnata da
impegno e potenzialità.
Per questo, osserviamo i comportamenti
del nostro personale. In un progetto di
qualche tempo fa abbiamo individuato,
insieme ai responsabili di ufficio e di
agenzia i comportamenti “meritevoli”.
Fra questi, cito qualche esempio: - impegno a comprendere i bisogni dei clienti e
a soddisfarli nel tempo; identità con i valori della banca, rispetto della puntualità
e del decoro, trasmissione alla squadra
della conoscenza personale.
Altro motivo di orgoglio deriva dalla
coerenza ai nostri valori, messa in pratica dal vertice aziendale, Consiglio di
amministrazione e Direzione, che anche
quando hanno concluso operazioni di
incorporazione o acquisizione di altre
banche, hanno conservato tutti i posti di
lavoro”.
Non ultimo, la banca sta proseguendo
negli investimenti per migliorare gli spazi fisici dove accogliere i nostri clienti
con riservatezza e comodità.
Riconoscimento per i 25 anni di servizio del collega
NICOLA CAIVANO
Prima della riunione del consiglio di
amministrazione del 4 agosto scorso
è stata consegnata la medaglia per i
25 anni di servizio al collega Nicola
Caivano.
In forza alla filiale di Pietrasanta, il
collega viene premiato dal Direttore
Generale Paolo Pelliccioni alla presenza del Presidente Enzo Stamati e
dal Presidente del Collegio sindacale
Leonardo Alberti.
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 25
EVENTO TERREMOTO
#TERREMOTO2016CENTROITALIA
Terremoto Centro Italia
LE BCC IN PRIMA LINEA
LE BCC VICINE ALLE POPOLAZIONI COLPITE CON
AIUTI IMMEDIATI E FONDI PER LA RICOSTRUZIONE.
Le Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane sono
concretamente vicine alle popolazioni colpite dal violento
sisma del 24 agosto. A livello nazionale, Federcasse ha attivato - in collaborazione con le Federazioni Locali interessate
(Lazio-Umbria-Sardegna e Marche) - una raccolta di fondi da
destinare a iniziative di solidarietà a favore delle popolazioni
colpite dal sisma. A questo proposito è stato aperto un apposito
conto corrente presso Iccrea Banca Spa, con la causale “Terremoto 2016 Centro Italia” presso il quale saranno convogliati i contributi di amministratori, dipendenti, soci, clienti delle
Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane e di
chiunque voglia contribuire a sostenere, attraverso l’impegno
delle banche di comunità dei territori colpiti, l’opera di primo
soccorso e ricostruzione.
6
1
0
2
o
t
o
Terrem
a
i
l
a
t
I
o
r
t
Cen
à
t
i
n
u
m
o
c
i
d
e
h
e
c
n
n
o
i
a
b
z
u
r
le
t
s
o
c
i
r
a
à.
per l
t
i
n
u
m
o
c
!
e
l
U
T
del
NCHE
A
I
C
A
AIUT
sse
a
c
r
e
Fed
a
03
o
0
t
2
a
3
t
intes
0 00
8
o
i
0
r
a
0
0
anc
0
b
0
o
2
c
3
i
00 0
Bonif
0
8
0
T
talia
IT 56 :
I
o
r
t
en
le
Causa oto 2016 C
m
Terre
26
EVENTO TERREMOTO Le azioni BVLG e BCC
Aperitivo solidale
PER AMATRICE
H
a ottenuto un grande successo
l’aperitivo per Amatrice organizzato dal Club Giovani Soci.
L’evento ha permesso di raccogliere oltre 2.000 euro a favore dei terremotati.
Tramite questo aperitivo solidale il Club
Giovani Soci ha voluto raccogliere fondi a favore delle popolazioni che hanno
subito danni causati dal terremoto del 24
agosto scorso.
I locali di piazza del Duomo a Pietrasanta hanno aderito all’evento e hanno
messo a disposizione il 40% di quanto
raccolto con le consumazioni effettuate
Giovedì 22 settembre dalle ore 19 alle
21.
La serata aperta a tutti, ha avuto il patrocinio del Comune di Pietrasanta e ricordiamo che sul totale raccolto dai locali
durante l’aperitivo solidale “pro-terremotati” la banca ha contribuito mettendo a disposizione la stessa cifra raccolta
dai bar della piazza. “La grande partecipazione all’iniziativa ha dimostrato
quanto le persone del nostro territorio
siano sempre in prima linea quando si
parla di solidarietà. - ha detto il Presidente BVLG Enzo Stamati - “Ringrazio
ancora una volta il gruppo dei giovani
soci della banca e i locali e bar di Piazza
del Duomo che hanno subito aderito con
entusiasmo all’iniziativa ed il Comune
di Pietrasanta che ha dato il suo patrocinio all’evento”
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 27
BVLG Club Giovani Soci
Un’Estate densa di eventi
per il CLUB GIOVANI SOCI
I giovani sono una risorsa importante per il
Credito Cooperativo. La Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana crede nei giovani e
valorizza la loro partecipazione attiva per
la creazione di valore sul territorio. Un confronto costante tra banca e giovani.
Giovedì 21 luglio al Bar Pinolo di Lido
di Camaiore prima aperitivo del Socio
BVLG.
L’evento organizzato dal Club Giovani
Soci è stato un momento di aggregazione per cominciare a conoscere i giovani
soci BVLG e anche per farsi conoscere
dal territorio e sul territorio. L’iniziativa
è stata organizzata presso un’attività socia della banca e che ha corrisposto ai
soci presenti uno sconto sulla consumazione. Si è ricreato sul territorio il valore
del creare condizioni di favore per i soci
e veicolato nell’occasione le modalità
mutualistiche di creare benessere per i
soci e per la comunità.
Si è svolto Domenica 31 luglio a Gramolazzo il 10° motoraduno in Garfagnana.
I Giovani Soci BVLG si sono gemellati e hanno fatto parte dell’iniziativa già
presente da molti anni sul territorio. Il
bellissimo giro dei laghi della Garfagnana ha permesso di ammirare le bellezze
incontaminate di boschi e di paesaggi di
montagna.
Presso la sede di Gramolazzo della banca è stato creato un punto di riferimento
e di appoggio logistico per la manifestazione e per i giovani soci presenti al
Motoraduno.
28
BVLG Club Giovani Soci
Sabato 13 e Domenica 14 agosto si è
svolto il primo torneo di Beach Volley organizzato dal Club Giovani Soci
BVLG. Tante squadre composte dai giovani soci della banca che si sono “date
battaglia” sui campi da beach volley
messi gentilmente a disposizione dal
socio BVLG Daniele Taccola al Bagno
Biancamano. Due bellissime giornate di
sport accanto al Pontile di Tonfano, terminate con la premiazione della squadra
vincitrice e con la promessa di mettere in
palio il titolo per l’anno prossimo.
L’iniziativa portata avanti per tutta l’estate per arrivare alle giornate del Forum, Giovani Soci di Firenza ha riscosso
grande successo e partecipazione.
I Giovani Soci BVLG hanno partecipato al concorso e hanno gestito per
una settimana, dal 29 agosto al 4
settembre, il profilo nazionale Instagram dei Giovani Soci
promuovendo i nostri territorio e la nostra comunità, facendo conoscere anche
le iniziative che vengono portate avanti.
L’account Instagram ha visto foto dalla
Versilia, dalla Lunigiana e dalla Garfagnana e le foto dei territori sono state
scelte tra le molte foto che i giovani soci
hanno postato sul profilo facebook del
Il lungo cammino estivo del Club Giovani Soci BVLG ha trovato il suo ultimo
appuntamento stagionale al 6° Forum
Nazionale dei Giovani Soci.
Questa edizione del Forum, dal titolo
Club. Le migliori 14 foto, votate da una
giuria di giovani soci, hanno ottenuto
visibilità nazionale su profilo Instagram
dei giovani soci. Un bellissimo evento
“social sui social”.
“BCC Lab. Eccellenze in rete”, è stata
caratterizzata dalla modalità workshop,
con la finalità di rendere sempre più protagonisti i Giovani Soci, ai quali è stato
chiesto di ragionare insieme su diverse
aree tematiche (arte, tecnologia, cooperazione e ambiente), per proporre e selezionare le migliori idee, anche imprenditoriali, per valorizzare i nostri territori.
Con grande orgoglio della banca il Club
Giovani Soci BVLG, con ben otto suoi
rappresentanti, ha fatto parte dei vari tavoli tematici e creato valore per tutto il
mondo giovanile e per il credito cooperativo.
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 29
BVLG Eventi/Sponsorizzazioni sul territorio
BVLG consegna ai Lions
un DEFIBRILLATORE
la donazione
va alla Croce
Rossa di Seravezza.
Prosegue l’impegno BVLG per la
comunità ed il territorio
Venerdì 29 luglio a Seravezza è avvenuta la donazione alla Croce Rossa di un defibrillatore DAE. Tramite la richiesta avanzata dalla Croce
Rossa ai Lions Club Viareggio Versilia Host si sono potute creare così
le condizioni per fornire all’’associazione una dotazione ad oggi veramente fondamentale.
Prosegue in questo modo l’impegno della Banca Versilia Lunigiana
e Garfagnana per la comunità e per
il territorio di competenza. Un impegno continuo, fatto di tante piccole e
grandi iniziative, come quella odierna.
Il defibrillatore è stato consegnato
presso la sede della Croce Rossa a
Ripa di Seravezza. Per la Banca era
presente il Presidente Enzo Stamati e
alla cerimonia hanno partecipato anche il Presidente dei Lions Club Viareggio Versilia Host Erminio Ventura, Il Vicepresidente del comitato
Viareggio Luca Lunardini, nonché i
delegati della sezione di Ripa della
Croce Rossa Diego Sacchelli e Matteo De Stefano.
“Con questo intervento la Banca
Versilia Lunigiana e Garfagnana
sottolinea la sua attenzione verso il
territorio di competenza - osserva il
Presidente BVLG Stamati - dimostrando di essere non solo un istituto
bancario, ma anche un soggetto attento alle necessità ed alle richieste
del territorio sul quale opera. Caratteristica sulla quale la banca fonda
ogni giorno il proprio impegno”.
Per Erminio Ventura, Presidente
del Lions Club Viareggio Versilia
Host “Questa donazione vuole ricordare la costante attenzione che il
Club Lions Viareggio Versilia Host
rivolge alle fasce più deboli e alle
periferie del nostro territorio”. “Ringrazio BVLG - conclude il Socio
Lions Luca Lunardini - ricordando
la necessità di un sempre maggiore
comune impegno di solidarietà tra
mondo del volontariato ed enti. Una
sinergia che può portare grandi risultati con importanti positive ricadute
sulle nostre comunità”.
SARZANA OPERA FESTIVAL 2016
BVLG ANCORA VICINA ALLE ARTI
Grandi star ed avvenimenti di altissima qualità per l’edizione 2016 del
Sarzana Opera Festival. Artisti di fama
internazionale e tantissimi giovani talenti venuti a Sarzana da ogni parte
del mondo per partecipare al Concorso
“Spiros Argiris” e per farsi conoscere
dagli addetti ai lavori. La 17° edizione del concorso ha visto una massiccia
partecipazione di giovani provenienti
30
da Germania, Corea, Stati Uniti, Spagna, Messico e naturalmente da tutta
Italia. Il Sarzana Opera Festival conferma in questo modo la sua leadership
nella formazione dei giovani talenti e
la qualità della sua programmazione.
BVLG continua ad appoggiare la manifestazione per aiutare fattivamente la
crescita della cultura musicale sul proprio territorio.
BVLG Eventi/Sponsorizzazioni sul territorio
PEPERONCINO DAY 2016
Grande successo per l’evento
Ha riscosso grande successo la quinta
edizione del Peperoncino Day organizzata il 20 e 21 agosto scorsi nella
splendida cornice di Villa Borbone
a Viareggio. L’evento dedicato alla
“Coltura e Cultura” del Peperoncino ha
ottenuto un boom di presenza con grande soddisfazione degli organizzatori.
La manifestazione, supportata dalla
nostra banca, ha proposto un ricco
programma di eventi: dai convegni di
approfondimento sul peperoncino alla
scoperta delle proprietà nascoste di
questo splendido “frutto piccante”.
Peperoncino”.
L’evento, diventato ormai un must dell’estate
versiliese, stato organizzato magistralmente
dall’azienda Carmazzi
di Viareggio sotto la
direzione di Adolfo
Giannecchini (nella foto
mentre consegna un
bouquet di peperoncini).
E ancora la AgriLudoteca per bambini
e l’imperdibile “Gara di Mangiatori di
ASSOLUTI ITALIANI DI SUP RACE 2016
NIMBUS SURF CLUB
Sono stati un successo gli Assoluti
italiani di Sup Race 2016 che si sono
svolti il 11 e 12 settembre sulle spiagge di Marina di Pietrasanta.
Tanto pubblico e tanto divertimento
per il surf con pagaia. L’evento organizzato dal Nimbus Surfing Club di
Marina di Pietrasanta ha visto la partecipazione di molti atleti provenienti
da tutta Italia.
La gara combinata si è sviluppata in
due giorni: Sabato 11 si sono svolte le
gare di “Long Distance” mentre domenica si è svolta la “Beach race”.
I titoli di Campione Assoluto Italiano
nelle competizioni Long Distance e
Beach Race sono stati conferiti a Leonard Nika e Chiara Nordio nella categoria 12’6 ed a Claudio Nika nei 14
mentre i titoli di Campione Assoluto
Italiano Sprint sono stati attribuiti a
Paolo Marconi e Laura Dal Pont nella
classe 12’6 ed a Reza Nasiri nei 14.
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 31
BVLG Eventi/Sponsorizzazioni sul territorio
BVLG ALLA 51ª EDIZIONE
DI MARMOMACC A VERONAFIERE
Il presente e il futuro del settore lapideo internazionale si sono incontrati
alla Marmomacc di Verona, per l’appuntamento annuale più importante
legato al settore.
La più importante manifestazione
mondiale per marmi, graniti, tecnologie di lavorazione, design e formazione che si è svolta dal 27 al 30 settembre ha confermato la Fiera di Verona
centro dell’interscambio globale di
pietra naturale.
Edizione
record con
+10% di
espositori:
più
di
1.650
aziende da
53 nazioni
e 67mila
operatori
specializzati, arrivati da 146
Paesi.
In crescita anche espositori e metri
quadrati. Tra i mercati di riferimento
conferme da Stati Uniti, Germania,
Spagna; balzo in avanti per gli operatori cinesi; significativo incremento
dei buyer della Gran Bretagna.
Un successo rappresentato da un quartiere fieristico sold out, con tutti i 12
padiglioni e le aree esterne occupati,
per un totale di oltre 80mila metri
quadrati espositivi (+4% sul 2015).
Ottime conferme dai mercati di Stati
Uniti, Germania, Spagna, il balzo in
avanti del 45% degli operatori cinesi e
un significativo incremento dell’11%
di quelli della Gran Bretagna”.
Nei quattro giorni di fiera, oltre al
business, grande attenzione è stata riservata a iniziative ed appuntamenti
dedicati al mondo del design e della
formazione.
La Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana è stata presente alla fiera con i
propri rappresentanti che hanno voluto visitare le aziende del nostro territorio presenti e condividere con loro
le opportunità di sviluppo del settore.
Nella foto da sinistra: Umberto Agostinelli (Viceresponsabile filiale Avenza), Giorgio Cardellini (Responsabile
Area Territoriale Versilia Costa), Morena Barsanti terza da destra (sviluppo estero); Massimo Costa secondo
da destra (Responsabile Area Territoriale Versilia Colli).
DONATI DUE PERSONAL COMPUTER
ALLA SCUOLA ELEMENTARE
DI CASTAGNETOLA
Sono stati consegnati Mercoledì 12 ottobre dalla
banca due personal computer alla Scuola Elementare
di Castagnetola.
Il nostro Istituto come banca locale è da sempre impegnato nelle piccole e grandi necessità del territorio dove opera. Anche quest’iniziativa rientra tra le
attività che BVLG vuole implementare per rendere
fattiva la vicinanza ai ragazzi e alle scuole.
Il materiale didattico è stato consegnato da Giovanni
Cesarano, Responsabile Area Lunigiana della banca
e da Thomas Lazzarotti in rappresentanza della filiale di Massa.
32
BVLG Libri, Mostre ed Arte
Il LIBRO i Tesori nascosti
nelle Chiese di Pietrasanta
Si è tenuta venerdì 16 settembre presso
la chiesa di Sant’Agostino a Pietrasanta
la presentazione del libro “I tesori nascosti nelle chiese del centro storico di
Pietrasanta”. Il volume, scritto e documentato da Piero Mori e Mario Taiuti e
corredato delle foto di Giorgio Cespa, ci
conduce in un viaggio tra le opere d’arte
racchiuse nelle chiese del centro storico
pietrasantino.
Alla presentazione hanno preso parte,
oltre agli autori, il Sindaco di Pietrasanta
Massimo Mallegni e lo scrittore Costantino Paolicchi, la storica Maria Giulia
Costagli e Luigi Santini, Presidente Istituto Storico Lucchese sezione Versilia.
Per la Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana era presente il Presidente Enzo
Stamati, che ha sottolineato: “Questa
splendida guida alla scoperta dei tesori
nascosti delle chiese del centro storico
di Pietrasanta è un vero e proprio dono
degli autori a questa città. Un dono prezioso, perché permetterà ai “Pietrasantesi” di essere ulteriormente consapevoli
della bellezza in cui quotidianamente
vivono”.
La MOSTRA di Cordoni e Bimbi
Lo Spirito del Lago
La mostra “LO SPIRITO DEL LAGO”
è un interessante progetto a cura di Giuseppe Cordoni e Adriana Bimbi.
Il paesaggio come ritratto e come partitura musicale ci permette di riscoprire
non solo parti del nostro territorio, ma
anche e soprattutto paesaggi interiori,
parti nascoste di noi stessi.
Attraverso il lavoro portato avanti dai
sedici artisti dell’Accademia delle Belle Arti di Firenze è possibile andare a
riscoprire la profondità nel nostro paesaggio lacustre e comprendere come la
natura e la macchia attorno al Lago di
Massaciuccoli permea il nostro sentire.
Da qui parte l’indissolubile legame con
la musica pucciniana, che nasce proprio
attraverso lo stesso sentire di Giacomo
Puccini e dei pittori della Bohème.
Il soggetto tematico di questa mostra
tocca nel profondo e fa conoscere altri
luoghi e altre modalità di bellezza del
nostro territorio. La Banca Versilia Luni-
giana e Garfagnana è orgogliosa di avere
contribuito alla creazione del progetto e
ringrazia tutti colori che hanno permesso di creare con entusiasmo questa esperienza originale nel panorama artistico
versiliese”.
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 33
BVLG Libri, Mostre ed Arte
PROGETTO FOTOGRAFICO
“SPORTING MARBLE”
Si è svolta Sabato 3 settembre la presentazione del progetto fotografico
“Sporting Marble”.
Ponzanelli, Stefano Ticci, Margherita
Zalaffi, Denis Dallan, Diletta Carli,
Luca Tesconi e Paolo Bertolucci.
Il connubio tra arte e sport a sostegno della lotta alla distrofia muscolare nasce da un’idea di Giulia Talini
e Valentina Laura Rosi e rivive nella contemporaneità con esiti di forte
suggestione e con il nobile fine della beneficienza. La forza espressiva
della fotografia per rileggere l’antico
binomio arte e sport. Grazie al contri-
buto BVLG è stato possibile dare vita
a questo progetto che ha visto in campo sportivi del calibro di Michele Bartoli, Marcello Lippi, Nicola Vizzoni,
PierLuigi Collina, Fabio Nari, Giulio
Donati, Sara Morganti, Alessandro
I fotografi che hanno prestato gratuitamente la loro opera sono: Luca Ponzanelli, Patricia Franceschetti, Nicola
Gnesi, Stefano Baroni, Mara Mazzei,
Libero Musetti, Nicola Bertellotti, Simona Palumbo, Barbara Cardini.
“Alluvione - Cardoso, tra passato e presente”
Un interessante volume a 20 anni dalla sciagura.
“Il 19 giugno del 1996, venti anni
fa, un evento eccezionale e terribile
devastò parte dell’alta Versilia e
della piana sottostante.
Il simbolo di questa alluvione fu
il paese di Cardoso, che ne uscì
distrutto e con dodici persone di
meno”.
La banca ha voluto fortemente contribuire alla realizzazione di piccolo
volume, sentendo di non poter restare
fuori dalla realizzazione di un libro
34
che vuole raccontare e ricordare la
storia del proprio
territorio e della
propria gente.
BVLG Libri, Mostre ed Arte
INAUGURATO IL GESSO DI “FERRUCCIO
BRESCIANI” ULTIMA OPERA
DI ROMANO COSCI
Si è tenuta Martedì 11 ottobre presso
la Direzione generale BVLG la cerimonia di inaugurazione del modello
in gesso di Ferruccio Bresciani, posizionato all’entrata della sede di Via
Mazzini a Pietrasanta in modo da renderlo visibile alla clientela, ai soci e a
tutta la comunità. La Comunità di Capezzano Monte nei mesi scorsi ha realizzato una statua e un libro dedicati
al compaesano Ferruccio Bresciani
che nel primo dopoguerra introdusse
molti ragazzi del paese alla lavorazione del marmo, creando professioni e
posti di lavoro. BVLG ha contribuito
alla realizzazione del libro e da questo gesto è nata l’intenzione del comitato, in segno di riconoscenza, di
donare alla banca il modello in gesso
della statua, che è l’ultima opera eseguita dal
compianto Maestro Romano Cosci. La cerimonia di inaugurazione ha
visto la presenza della
famiglia di Cosci e della
comunità di Capezzano
Monte, dove è presente la statua di Ferruccio
Bresciani.
“La donazione del comitato “Ferruccio Bresciani” ci inorgoglisce per il valore
sostanziale dell’opera – osserva il
Presidente Enzo Stamati - ultima di
Romano Cosci, ma anche per quello
simbolico. Ferruccio Bresciani ha insegnato l’arte di “lavorare il marmo”
a tanti giovani di Capezzano Monte.
Nella sua persona ritroviamo lo spirito dell’artigiano e della cooperazione.
Non posso pensare ad uno spirito più
vicino a quello rappresentato dalla nostra banca”.
L’ONOREVOLE E ARTISTA CARLO CARLI
DONA DUE SUE OPERE ALLA BVLG
Si è tenuta Lunedì 10 ottobre presso
la sala CdA in Piazza Statuto la cerimonia di consegna dei due quadri
donati dall’Onorevole e artista Carlo
Carli alla Banca Versilia Lunigiana e
Garfagnana.
La donazione nasce per volontà
dell’artista di consegnare due opere
per quello che rappresenta la banca stessa sul
territorio, espressione
della comunità e del tessuto sociale ed economico.
La Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana ringrazia l’artista e socio
della banca per l’importanza delle opere donate
e per il significato che
accompagna la donazio-
ne stessa.
La donazione dell’On. Carli rappresenta un gesto veramente importante
- afferma il Presidente Enzo Stamati
- La banca riceve due opere che vanno
ad arricchire la già importante collezione di quadri e sculture che sono appartenenti all’Istituto. Ricevere queste opere dall’artista e socio è per noi
dimostrazione della vicinanza dei soci
alla banca e contributo alla comunità
e all’accrescimento culturale che rappresenta uno dei principi di BVLG e
delle banche di credito cooperativo”.
“Ho voluto donare queste due opere
alla Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana - conferma l’Onorevole Carlo
Carli - per il legame stretto che la stessa tiene con il territorio, espressione
della comunità e del forte legame con
il tessuto artigianale e produttivo.
«Un ringraziamento sentito - continua
il Direttore Generale Paolo Pelliccioni - all’artista Carli che dona queste
sue opere. Dalle sue parole traspare il
ruolo che la banca ha come contributo
alla comunità e al mondo produttivo,
soprattutto per quello artigianale a cui
siamo particolarmente legati e vicini”.
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 35
BVLG Vita Sociale
Perchè
ESSERE SOCIO
Il Socio è una figura chiave per tutte le
Banche di Credito Cooperativo: con il
suo impegno contribuisce alla crescita e
al sostegno della Comunità dove l’istituzione Banca cooperativa opera.
Diventare Soci BVLG significa:
- rafforzare il senso di appartenenza a
un’azienda di credito che si fonda sulla
solidarietà, la mutualità, la cooperazione
e che reinveste gli utili nel suo territorio;
- contribuire indirettamente alla crescita economica e sociale della Comunità
locale;
- ottenere vantaggi economico-finanziari
in termini di costi, commissioni e tassi
più vantaggiosi rispetto ai non soci;
- partecipare ai momenti di socializzazione finalizzati al coinvolgimento della
compagine sociale;
- essere parte attiva nella gestione della
banca attraverso la partecipazione alle
assemblee sociali.
In particolare, la figura del Socio è ben
definita sia nello Statuto Sociale, sia
nella Carta dei Valori del Credito Cooperativo:
Dall’art 2 dello Statuto Sociale:
“Nell’esercizio della sua attività, la
Società si ispira ai principi cooperativi
della mutualità senza fini di speculazione privata. Essa ha lo scopo di favorire
i soci e gli appartenenti alle comunità
locali nelle operazioni e nei servizi di
banca, perseguendo il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed
economiche degli stessi e promuovendo
lo sviluppo della cooperazione e l’educazione al risparmio e alla previdenza
nonché la coesione sociale e la crescita
responsabile e sostenibile del territorio
nel quale opera.”
Dall’art 2 della Carta dei Valori del Credito Cooperativo:
“L’impegno del Credito Cooperativo si
concentra, in particolare, nel soddisfare
36
Quella del “Socio” è una figura chiave per
tutte le Banche di Credito Cooperativo: con
il suo impegno contribuisce alla crescita e
al sostegno della Comunità dove l’istituzione Banca cooperativa opera.
i bisogni finanziari dei soci e dei clienti, ricercando il miglioramento continuo
della qualità e della convenienza dei
prodotti e dei servizi offerti. Obiettivo
del Credito Cooperativo è produrre utilità e vantaggi, è creare valore economico, sociale e culturale a beneficio dei
soci e della comunità locale e “fabbricare” fiducia.”
Il Socio, tramite la partecipazione alle
assemblee sociali, prende parte attiva
alla vita della banca.
Il Bilancio Sociale é lo strumento che
ogni anno evidenzia l’impatto sociale
sul territorio dell’attività bancaria.
L’Ufficio Soci rappresenta un preciso
punto di riferimento e un canale privilegiato per comunicare con la Banca.
Le gite sociali sono un importante e
piacevole momento di socializzazione,
dove il Socio gode di una agevolazione
sulla quota di partecipazione.
I Soci sono i principali clienti della Banca, in quanto destinatari per legge di oltre il 50% dei finanziamenti complessivamente erogati.
I figli dei Soci godono di un bonus nelle
graduatorie relative al bando per le borse
di studio.
“Casa BVLG”, la piazza virtuale dove
le aziende socie praticano condizioni di
favore ai soci della banca. A breve sarà
navigabile il sito casabvlg.it.
I Soci possono avere un rimborso delle
spese sostenute per l’acquisto dei libri
scolastici per i figli (attualmente riservato alle classi della scuola media inferiore).
I Soci godono delle seguenti agevolazioni:
•
•
•
•
•
•
condizioni di favore per prestiti
personali, mutui casa alle famiglie,
mutui fondiari per le aziende;
sconto su alcune tipologie di polizze assicurative;
riduzione sulle spese per custodia e
amministrazione titoli;
riduzione sul costo della Carta del
Credito Cooperativo rispetto al costo della carta base;
riduzione sulle spese di istruttoria
fidi;
riduzione sulle commissioni di collocamento dei prodotti del Risparmio Gestito;
Esistono inoltre alcuni prodotti dedicati:
•
•
•
conto Socio
conto Socio azienda
mutuo Più
BVLG Vita Sociale
Pietrasanta
agenzia sede, via Mazzini 80
tel. 0584 7371
[email protected]
Pietrasanta
agenzia di città, via Monginevro
località Iare - tel. 0584 793334
[email protected]t
Marina di Pietrasanta
via Donizetti 9 - tel. 0584 745777
[email protected]
Forte dei Marmi
via IV Novembre 4 - tel. 0584 82752
[email protected]
Querceta
via Versilia 1 ang. via Don Minzoni
tel. 0584 760887
[email protected]
Ripa di Seravezza
Lido di Camaiore
viale Kennedy c/o Esselunga
tel. 0584 610275
[email protected]
Camaiore
piazza XXIX Maggio 26
tel. 0584 984857
[email protected]
Viareggio
via San Francesco ang. Via Fratti
tel. 0584 30870
[email protected]
Stiava
via Matteotti 52 - tel. 0584 970094
[email protected]
via A. De Gasperi 123
tel. 0584 767153
[email protected]
Massa
Pontestazzemese
Carrara
piazza Europa 1 - tel. 0584 775031
[email protected]
Capezzano Pianore
via Sarzanese 121 - tel. 0584 915025
[email protected]
Camaiore piazza XXIX Maggio 26 - tel.
0584 984857 [email protected]
via Eugenio Chiesa 4 - tel. 0585 89501
[email protected]
Avenza, via XX Settembre 177
tel. 0585 89503
[email protected]
Sarzana
via Brigate Partigiane Muccini 61/a tel.
0187 60291
[email protected]
Vezzano Ligure
loc. Bottagna, via Provinciale Piana 19
tel. 0187 991563
[email protected]
Borghetto di Vara
via IV Novembre 1 - tel. 0187 897181
[email protected]
Gramolazzo
via Primo Tonini 84 - tel. 0583 69411
[email protected]
Piazza al Serchio
via Roma 22 - tel. 0583 605670
[email protected]
Filicaia
via Vecchiacchi 41/43
tel. 0583 612060
[email protected]
Castelnuovo di Garfagnana
via Valmaira 26/28 tel. 0583 643218
[email protected]
Gallicano
via della Rena 26 - tel. 0583 730519
[email protected]
ottobre 2016 - BVLGNotizie - 37
BVLG Vita Sociale
Nasce CASA BVLG
La piazza virtuale per far conoscere
ed incontrare i Soci
BVLG e i propri soci lanciano insieme
una nuova sfida. Creare aggregazione
e momenti di condivisione è una delle
volontà della banca. Allo stesso tempo
conoscere tutte le opportunità che i soci
sul territorio di competenza possono
proporre non è così semplice.
Nasce da questo volontà di fare conoscere e di “mettere insieme” che la banca
del territorio intende proporre gratuitamente alle aziende socie del territorio
una concreta e moderna possibilità di
sviluppo delle loro potenzialità.
Allo stesso tempo vogliamo dare l’occasione ai Soci clienti consumatori di risparmiare per i propri acquisti, creando
in questo modo sinergia e valore per i
soci e per la comunità.
Casa BVLG si presenta come una piattaforma innovativa: sarà un “mercato
virtuale” dove far entrare in contatto la
domanda e l’offerta mostrando allo stesso tempo le eccellenze dei nostri territori, molto spesso non adeguatamente
conosciute.
pria attività ed i propri prodotti.
Casa BVLG sarà un’opportunità di crescita e sviluppo per le aziende dei nostri
territori, creando una vetrina virtuale
Casa BVLG vuole diventare veramente
la Casa dei Soci, un posto dove sarà possibile trovare soluzioni, un posto dove
far nascere sinergie tra aziende e fare in
modo che i soci consumatori possano,
tramite sconti esclusivi a loro riservati,
far circolare le proprie risorse all’interno
dei nostri territori.
Casa BVLG in sintesi sarà un’opportunità in più per tutti.
La scelta di questo strumento innovativo
nasce dall’evidenza dei numeri sulla penetrazione di internet in Italia e dal numero di persone connesse ogni giorno:
il 63% degli italiani pari a 38 milioni di
persone, si connettono tramite internet,
oltre che una forte diffusione, Internet in
Italia ha anche un grande utilizzo. Nel
2016 la percentuale di utenti che accedono a internet da mobile è aumentata
del 5%, mentre gli accessi complessivi –
comprensivi di desktop e mobile – sono
aumentati del 3%.
È interessante notare che il 79% delle
persone che utilizzano internet accedono ogni giorno, mentre solo l’1% degli
utenti accede a internet solo poche volte
al mese.
Queste cifre fanno comprendere l’importanza anche per i nostri soci di essere
presenti in rete per far conoscere la pro-
38
mediata di contatto con gli oltre 5 mila
Soci e 40.000 mila clienti della nostra
banca che potranno diventare in questo
modo potenziali fruitori dei loro beni e
servizi.
dove farsi conoscere e proporre sconti ed
iniziative commerciali a prezzi di favore
per i Soci della nostra Banca.
Anche i soci che hanno già un proprio
sito internet potranno vedere in “Casa
BVLG” un’ulteriore occasione per mostrare le proprie eccellenze, permettendo
il collegamento al proprio sito tramite un
link in modo da avere una possibilità im-
Chi fosse interessato ad aderire potrà trovare ogni informazione presso l’ufficio
soci tramite l’email [email protected]
Il sito dedicato a questa iniziativa
casabvlg.it è in costruzione e sarà navigabile entro fine anno.
(Fonte dati su internet: http://www.slideshare.
net/wearesocialsg/digital-in-2016)
"Inquadra questo QR
per scaricare la versione
digitale di BVLG notizie

Documenti analoghi