Le Costellazioni familiari Bibliografia

Commenti

Transcript

Le Costellazioni familiari Bibliografia
Bibliografia
Dott. Giuseppe Montaldo
Dott. Giuseppe Montaldo
Scopo della nostra missione è aiutarvi a:
♦ Gli ordini dell’amore - Bert Hellinger
♦ Amore a seconda vista - Bert Hellinger
♦ Nella quiete e nella gratitudine - Bert Hellinger
♦ Costellazioni familiari - Bert Hellinger
♦ Riconoscere ciò che è - Bert Hellinger
♦ Senza radici non si vola - Bertold Ulsamer
♦ Immagini dell’anima - Daan van Kampenohout
♦ Le radici dell’amore - Svagito
Giuseppe Montaldo
Giuseppe Montaldo Laureato in Ingegneria, è un ricercatore indipendente, terapeuta
e scrittore.
Esercita la professione di Ingegnere libero
professionista. Si occupa di energia e ambiente con particolare cura per l`architettura
passiva ed il benessere degli ambienti in cui
viviamo
Da quattro anni esercita le Costellazioni
familiari.
Effettua consulenze individuali con il metodo della psico-bio-genealogia utilizzando i
tarocchi per la diagnosi emozionale del consultante
Giuseppe Montaldo è laureando in Naturopatia, terapeuta delle Costellazioni Familiari.
Ha studiato Psico-bio-genealogia con
l`approfondimento dello studio dei tarocchi,
Bioenergetica, Psicologia, Terapia verbale,
Fiori di Bach, Reiki, PNEI, Geobiologia, Domoterapia lavorando con diversi insegnanti.
ENTRARE IN CONTATTO COL
VOSTRO SE’ PIU’ PROFONDO
A questo scopo utilizziamo svariati strumenti:
Dalle Costellazioni familiari individuali e di gruppo;
Alla diagnosi emozionale della vostra persona e del
vostro scopo di vita attraverso la data di nascita e
l’interpretazione dei tarocchi.
.
Attraverso un dialogo con voi, che comporta diversi
strumenti di analisi, vi aiutiamo a ritrovare l’equilibrio
ed il benessere personale condizione necessaria per
programmare un percorso di crescita che può
rivoluzionare la vostra vita.
347 823 99 39
[email protected]
Via Cimarosa 129 Cagliari
Le Costellazioni
familiari
Sito Internet:
http://www.gmontaldo.it
Cosa sono
Che cos’è una costellazione?
La tecnica delle Costellazioni Familiari è ingannevolmente semplice. Chi vuole esaminare la dinamica della propria famiglia sceglie all’interno di un
gruppo delle persone che rappresentino i diversi
componenti. Senza dare loro alcuna spiegazione o
istruzione, il cliente dispone queste persone “al
posto” dei componenti della famiglia di origine collocandole nella stanz secondo ilproprio sentire.
Quello che si ottiene è il ritratto di una famiglia:
una configurazione che esprime qualcosa sul livello di intimità, dolore e amore o sul senso di abbandono che ciascun componente della famiglia prova
in relazione agli altri.
Molto velocemente, all’interno del gruppo, i
rappresentanti cominciano ad avvertire quello che i
membri della famiglia hanno davvero provato - un
fenomeno questo che è stato corroborato numerosissime volte dai componenti reali della famiglia -.
Non è raro che i rappresentanti riportino sensazioni corporee che si rivelano acurate rappresentazioni di infermità appartenenti alla persona che
stanno rappresentando.
Le leggi fondamentali del sistema familiare secondo il lavoro sistemico di Bert Hellinger:
• La legge dell’appartenenza:
tutti i componenti di una famiglia hanno pari
diritto di esserne parte. Ognuno, prescindere
da chi sia, quando arrivi o cosa faccia, ha
ugualmente diritto a occupare il proprio posto al
suo interno. Non fa alcuna differenza che un
figlio sia un geniale musicista, abbia delle malattie o degli handicap psicofisici o soffra di
gravi disturbi del comportamento. Lo stesso
vale anche per la famiglia allargata.
Cosa sono
Il fatto che qualcuno sia morto in giovane età o si
sìa suicidato non cambia niente rispetto al suo
basilare diritto di appartenenza. Tutti devono essere parimenti inclusi e rispettati.
• La legge della gerarchia:
i componenti di un sistema familiare si collocano
al suo interno secondo l’ordine di arrivo.Quelli
che sono arrivati prima si collocano “più in alto” di
chi è arrivato in seguito. I fratelli o le sorelle maggiori hanno priorità su quelli minori; la prima moglie deve essere ricordata come la prima, la seconda come quella che precede la terza e così
via.
• La legge dell’equilibrio:
Qualsiasi ingiustizia subita o compiuta da un
membro della famiglia che appartenga a una
generazione precedente deve essere successivamente bilanciata dall’operato di un membro della
stessa famiglia.
Sul piano personale siamo consapevoli del
desiderio di pareggiare qualcosa che ci è successo, restituendo un favore o una ferita ricevuti.
Esiste però una forza molto più potente in gioco
nel sistema familiare, una forza che ci costringe a
pagare non per i nostri misfatti bensì per quello
che possono aver fatto i nostri antenati. All’interno del sistema familiare qualunque atto negativo
commesso in passato e a cui non è stato posto
rimedio finirà per palesarsi nelle generazioni successive, come un virus da sempre presente
nell’organismo ma che assume solo dopo tempo
il carattere di malattia.
La scoperta di queste leggi non scaturisce
da un ragionamento etico ma dalla semplice osservazione, ovvero da quello che è comunemente conosciuto nei circoli accademici come approccio fenomenologico alla realtà.
(Le radici dell’amore - Svagito
Hanno detto
Aprirsi a ciò che i genitori ci hanno dato o ci possono dare, accettare senza giudizio ciò che c’è
nella relazione con loro, guardare a noi stessi
come a un elemento dentro un sistema molto più
ampio e intelligente di quanto si possa pensare
mediante la nostra limitata percezione della storia
del mondo, ci consente di fluire con armonia e
gioia dentro a una realtà sconosciuta ma benevola, madre generativa di equilibrio e di successo.
In tutti i campi esistenziali, nel lavoro, nella salute, nella genitorialità.
(Conoscere le costellazioni familiari - Bert e Marie Sophie Hellinger)
Oggi sembra che agli essere umani stiano crescendo le ali. Sembra che non ci siano più ostacoli ai progressi della scienza e della tecnica. Allo
stesso tempo, però, aumentano le guerre, le catastrofi ambientali e le paure dell’uomo. Le ali ci
sono, mancano le radici.
La famiglia è il terreno in cui siamo radicati. Fino
a quando non (ri)conosceremo queste radici, le
ali che ci stanno spuntando resteranno deboli. Le
rappresentazioni sono un mezzo per scoprire
queste radici e per liberarle da tutto ciò che le
indebolisce e le danneggia. Allora la forza potrà
fluire dalle radici alle ali.
(Senza radici non si vola - Bertold Ulsamer)

Documenti analoghi