VITA PARROCCHIALE / PARISH LIFE

Commenti

Transcript

VITA PARROCCHIALE / PARISH LIFE
29 NOVEMBRE 2009 1MA DOMENICA DI AVVENTO
SANTE MESSE DELLA SETTIMANA
Lun 30 S. Andrea, ap.
19:30 Mar 1
S. Eligio, vesc.
19:30 Mer 2
S. Bibiana. m.
19:30 In on. di S. P. Pio e S. Antonio x grazia ricevuta
Gio 3
S. Francesco Saverio
19:30 Ven 4
S. Giovanni Damasceno, dott.
19:30 20:00-22:00 ADORAZIONE EUCARISTICA
Sab 5
S. Dalmazio, m.
19:30 -
Devota
DOMENICA 6 DICEMBRE 2009 SS. MESSE RACCOMANDATE
9:00 LINDA ZIC-CUDDIHEY
GUIDO PADOVAN
In on. di S. Nicola di Bari
TONY IANNI
FRANCESCO e CONCETTINA CARELLA
Genitori
Leonardo Napolitano e fam.
Francesca Papalia
Rosina Timpano
Figlio Vincenzo e fam.
10:30 ANNA BORGONSOLI
LEO RISPOLI
ANGELA SIDOLI
ANNA e MAURO DINARDO
Vickie e Mike Oliveri
Grandchildren
Antonietta Micucci
Figli Iolanda e Carmine
12:00 SALVATORE CAMPANARO
Moglie e figlia
VITA PARROCCHIALE / PARISH LIFE
La colletta di Domenica scorsa è stata di / The collection from last Sunday totaled: $1,270.00
BOWLING: Christsmas Party, December 12th.
Il comitato invita per questa occasione non solo i membri
anche altre persone che volessero trascorrere una serata con
mangiare fresco e familiare e con buona musica e allegria. Il
prezzo a testa è $35.00.
La musica è eseguita dalla band “Espresso”.
The committee is inviting not only the members but also all
who would like to spend an evening with home made dinner
and good music and entertainment. The price is $35.00 per
person.
The music will be played by the band «Espresso».
SERATA DI FINE ANNO
NEW YEAR EVE DINNER DANCE
Cominciano ad arrivare le prime prenotazioni per questa
serata. Ricordo solo che abbiamo la disponibilità di 140
posti!
Questo è il menu: antipasto di pesce; cannelloni; insalata
mista; Roast-beef con contorni; dolce e caffè; durante la
serata: finocchi, mandarini, castagne, panettone, panino con
porchetta; due bottiglie di vino e una bottiglia di spumante
italiano per ogni tavolo. Il prezzo è di $80.00 a persona.
L’aspetto musicale è a cura di “Salvatore” (Montreal).
I biglietti sono pronti per essere ritirati e pagati!
We have already received our first reservations for this
evening. Note that we have 140 seats available.
The menu is as follows: fish antipasto; cannelloni; garden
salad; roast-beef with entrées; coffee and dessert; during the
evening: anis, mandarins, chestnuts, Italian Christmas
bread; porchetta in a bun; two bottles of wine and one
champagne bottle per table.
The price is $80.00 per person.
Music will be provided by «Salvatore» (Montreal).
The tickets are ready to pick up and sale.
DAL VANGELO Lc 21,25-28.34-36
Eccoci ancora all'inizio di un nuovo anno, all'inizio di
un nuovo avvento e ne ringraziamo il Signore che ci
dona di essere vivi anche se con acciacchi. Intorno a
noi le luci delle strade già ci circondano, i negozi sono
pieni di addobbi che invitano ad entrare e la televisione
ci pubblicizza un felice e gustoso Natale.
La liturgia sembra che arrivi in ritardo rispetto al
mondo che attende il Natale… In realtà non è così;
primo perché già le ultime settimane del tempo
liturgico, culminate con la festa di Cristo Re, sono
state nel segno dell'attesa della venuta di Cristo; e poi
perché l'Avvento, che inizia oggi, ci fa capire che il
mondo non sta attendendo un bel niente, se non pance
piene e cuori vuoti, luci intermittenti che passeranno
ancora una volta allo staccare delle spine con il nuovo
anno.
Non riduciamo il Natale alla bella festa, ricca di solite
emozioni, che poi passa, come al solito... con addosso
soltanto la stanchezza (e ci saremo tolti anche questo
pensiero!)
Cogliamo invece l'occasione dell'Avvento, tempo
favorevole per la nostra conversione, per rinnovare lo
sguardo della speranza; per riconoscere che Gesù
Cristo entra veramente nel nostro tempo, gli dà un
senso profondo; inonda lo spazio d'amore, regalando
pure le stelle alle stalle… il 25 dicembre non si ridurrà
a pura, nostalgica commemorazione di un avvenimento
passato. Ma sarà un altro anticipo della sua venuta
definitiva.
Per la terza domenica consecutiva i brani delle letture
ci portano a riflettere sul “dopo”, sulla fine del mondo,
su quello che verrà alla fine dei tempi.
Ma quella di oggi non è una giornata conclusiva,
finale, come poteva essere domenica scorsa, ma l'inizio
di una nuova speranza, un “avvento”. Sapere dove si
andrà a finire per percorrere la via giusta.
Non si tratta di aspettare secoli, millenni o milioni di
anni: nel momento in cui usciamo dal tempo (e la
chiamiamo morte…) saremo fuori dal tempo stesso e
quindi immediatamente proiettati al cospetto della
“fine dei tempi”, con tutti i segni che il Vangelo di
oggi ci preannuncia.
Oggi siamo chiamati a chiederci: quanto siamo lontani
da Betlemme? Ovvero: cosa attendiamo in questo
momento?
C'è infatti la possibilità di non attendere niente e
nessuno, di sopravvivere invece che di vivere. E di
sopravvivere al Natale invece che di viverlo.
Con Lui o senza di Lui non è la stessa cosa. Cambia
tutto.
Gesù riprende la famosa immagine della visione di
Daniele, indicandoci non la fine dell'uomo e del
mondo ma il loro fine: incontrare il Figlio dell'uomo
che viene.
Sì, “Dio viene”. Questa espressione così sintetica
contiene una forza di suggestione sempre nuova. In
qualunque momento, “Dio viene”. Se siamo
affaccendati alle cose della terra - agli affanni della
vita - non ci accorgeremo mai che egli viene e
moriremo di paura ogni volta che ci vediamo tremare o
mancare la terra sotto i piedi. Se invece alziamo e a
leviamo il capo, allora ciò che sembrava solo angoscia
e dolore, si apre allo stupore e alla gioia. Risollevatevi:
il verbo che indica l’ “alzarsi” può essere anche
tradotto metaforicamente con “fatevi animo”. Lo
stesso verbo è usato al capitolo 11 quando si descrive
la donna che da diciotto anni era curva e non poteva
alzarsi in nessun modo. L'incontro con Gesù, il
liberatore, le farà sperimentare non tanto la guarigione
fisica ma soprattutto la liberazione interiore (cfr. Lc
11,10-13).
Chi vigila, animato dalla preghiera, ha già il capo alto
ed è pronto ad incontrare il Signore Gesù, non come un
giudice ma come un fratello.
COPERTURA FINALE DELLA RAMPA
FINAL COVERAGE OF THE RAMP
Il lavoro prosegue. Venerdì scorso sono andato a
controllare il lavoro in fabbrica e, adesso, tutti
pezzi sono arrivati. Mercoledì prossimo
cominceranno ad installare la struttura in
ferro.
Finora si sono raccolti $21,000.00.
Ringrazio fin d’ora tutti coloro che hanno
risposto contribuendo finanziariamente al
progetto.
C’è ancora disponibilità di buste speciali
per questa realizzazione.
The work is progressing. Last Friday I visited Fortran and
all the parts have arrived, and next Wednesday they
should start to install the iron structure.
Until now, we received $21,000.00.
I would like to thank all who have
esponded financially by contributing to
this project. There are still more envelopes
available to contritute to this project.
It’s not about waiting for centuries, thousands or millions of
years: when we exit this world (and we call it death...) we
We are once again at the beginning of a new year, at the
will be out of time and thus we will be immediately thrown
beginning of a new advent and we thank the Lord who
in the presence of the "end of times", with all the signs that
donates us the gift of being alive even if with afflictions.
today’s Gospel preannounce.
Around us lights of the season already surround us, the
Today we are called to ask ourselves: how far are we from
shops are filled with decorations that draw us to enter and
Bethlehem? Or: what are we looking for at this moment?
television advertises a happy and delicious Christmas.
There is the possibility of not waiting for anything and no
The liturgy seems to arrive late with respect to the world
one, surviving rather than living. And surviving Christmas
awaiting Christmas... In reality it’s not so; firstly because
already in the last weeks of liturgical time, culminating with rather than experiencing it.
With Him or without Him is not the same thing. Everything
the feast of Christ King, were waiting for the coming of
changes.
Christ, and then why does Advent, which begins today,
make us understand that the world is not waiting for merely Jesus takes up the famous image of Daniel’s vision, not
suggesting the end of man and the world but their aim: to
anything, if not filled bellies and empty hearts, flashing
meet the Son of man who will come.
lights that will be once again disconnected with the new
Yes, "God comes". This expression so synthetic contains an
year.
Let’s not reduce Christmas to a mere feast, rich of the usual always new power of suggestion. "God comes" at any
emotions, which then end, as usual,... only with exhaustion moment. If we are so busy with the earthly things - the
preoccupations of life - we will never realize that he will
(and we will have gotten this out of the way!)
Instead we should take this occasion of Advent, a favorable come and we will die of fear whenever we feel the earth
tremble under our feet. If instead we raise and lift our head,
time for our conversion, to renew the aspect of hope; to
recognize that Jesus Christ really comes into our time, gives then what seemed only anguish and pain, is open to
astonishment and joy. Raise yourselves: the verb indicates
us a profound significance; inundates the area of love,
giving even the stars to the stables... December 25, will not to "stand erect" can be also translated metaphorically with
"take heart". The same verb is used in Chapter 11 when it
be reduced to a pure nostalgic commemoration of a past
describes a woman who had a spirit that had disabled her
event. But it will be another reminder of his definitive
coming. The readings for the third consecutive Sunday lead for eighteen years. She was hunched over and completely
us to reflect on the "after", on the end of the world, on what unable to stand up straight. Her encounter with Jesus, the
liberator, will give her not so much the experience of
will be the end of time.
physical healing but especially the inner freedom (cf.)
But today is not a conclusive, final day, as it might have
(Luke 11, 10-13).
been last Sunday, but it’s the beginning of a new hope, an
Whoever is attentive, uplifted by prayer, already has his
"advent". Knowing where we will end up by taking the
head high and is ready to meet the Lord Jesus, not as a
right path.
judge but as a brother.
FROM THE GOSPEL Lk 21,25-28.34-36
TEMPO DI AVVENTO:
ADVENT PERIOD:
TEMPO DI PREPARAZIONE
PREPARATION TIME
Con questa domenica inizia il periodo di preparazione alle
celebrazioni natalizie. Oltre gli abbellimenti di luci, alberi
natalizi, presepi, ci prepareremo spiritualmente alla festa del
Natale con la celebrazione della Festa dell’immacolata a cui
siamo invitati a partecipare anche per far sentire la nostra
preghiera a quattro persone che faranno la professione di
fede cattolica provenienti dalla chiesa Ortodossa; con la
tradizionale Novena di Natale. Per chi lo desidera il 21 e il
22 Dicembre (lunedì e martedì) avremo la possibilità di
accostarci al sacramento della Riconciliazione (confessione)
dalle ore 19:00 alle 20:30.
Quest’anno la nostra « carità » con i poveri è indirizzata
alle Missioni Vincenziane dell’India. A questo scopo la
prossima settimana vi sarà consegnata una busta che
riporterete il giorno di Natale.
Grazie per la vostra continua collaborazione.
This Sunday marks the beginning of the preparation period
for the Christmas celebrations. Other than the decorations of
lights, Christmas trees, manger, we will prepare ourselves
spiritually for Christmas with the celebration of the feast of
Mary Immaculate to which we are all invited to participate
and let our prayers resonate for four people who will be
declaring their profession of the Catholic faith from the
Orthodox Church with the traditional Christmas Novena.
For those who so wish on December 21st and 22nd (Monday
and Tuesday) there will be the opportunity for us to receive
the sacrament of reconciliation (confession) from 7:00 to
8:30 p.m.
This year our 'charitable donations' for the poor is directed
to the Indian Vincentians missions. Towards this cause you
will be given an envelope next week which you will then
bring back on Christmas day with your generous donation.
Thank you for your continued collaboration.