432-2010 Lavori di realizzazione di nuova piscina scoperta e di

Commenti

Transcript

432-2010 Lavori di realizzazione di nuova piscina scoperta e di
UNIONE BASSA EST PARMENSE
(Provincia di Parma)
Sede legale: Sorbolo, Piazza Libertà, n° 1
Sede amministrativa: Sorbolo, Via al Donatore, n° 2
Telefono 0521/669611, fax 0521/669669
partita iva 02192670343
Proposta n. 508/2010
DETERMINAZIONE N. 432
IN DATA 25.10.2010.
OGGETTO: LAVORI DI REALIZZAZIONE DI NUOVA PISCINA SCOPERTA E DI
TENSOSTRUTTURA POLIVALENTE IN SORBOLO CAPOLUOGO.
AFFIDAMENTO INCARICO PER L’ESECUZIONE DI INDAGINE
SISMICA SUPERFICIALE E PER LA REDAZIONE DELLA RELAZIONE
GEOLOGICO-GEOTECNICA.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
VISTO l’atto, stipulato il 23 dicembre 2009, con cui i Comuni di Colorno, Sorbolo e
Mezzani hanno costituito l’Unione Bassa Est Parmense;
VISTO lo Statuto dell’Unione bassa est parmense ed, in particolare, il suo art. 1, comma 2, il
quale, confermando analoga clausola del suo atto costitutivo, ne dispone il subentro all’Unione di
Sorbolo e Mezzani dall’1 gennaio 2010;
VISTO, inoltre, l’art. 35, comma 3 dello Statuto dianzi menzionato, che, sino alla
stipulazione delle convenzioni di cui al precedente art. 7, dispone l’applicazione all’Unione
subentrante delle deliberazioni con cui i comuni di Sorbolo e Mezzani hanno trasferito le funzioni
all’Unione di Sorbolo e Mezzani;
VISTA la deliberazione del Consiglio dell’Unione n. 58 del 22.12.2009, esecutiva, con cui
sono stati approvati il bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2010, nonché la relazione
previsionale e programmatica ed il bilancio pluriennale per il triennio 2010-2012, cui è ora
subentrata l’Unione bassa est parmense;
VISTA la deliberazione della Giunta dell’Unione n. 46 del 08 luglio 2010, dichiarata
immediatamente eseguibile, con cui è stato approvato il piano esecutivo di gestione per l’esercizio
2010;
VISTO il provvedimento n. 12 del 22 settembre 2009, con cui il presidente dell’Unione di
Sorbolo e Mezzani ha confermato l’emittente nell’incarico di responsabile del servizio assetto ed
uso del territorio - sviluppo economico, valevole nei confronti dell’Unione subentrante sino alla
scadenza ivi contemplata a mente dell’art. 37, comma 9 del suo Statuto;
VISTO il testo unico delle leggi sull’ordinamento delle autonomie locali approvato con
d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
VISTO il vigente regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi;
CONSIDERATO che, nell’ambito del programma delle opere pubbliche dell’anno 2010,
approvato dal consiglio con deliberazione n. 56 del 22/12/2009, esecutiva, sono stati previsti anche
gli interventi di “realizzazione di nuova piscina scoperta a Sorbolo” e di “realizzazione di
tensostruttura polivalente a Sorbolo”, con l’obiettivo progettuale di puntare alla riqualificazione del
Paese, ivi comprese le aree destinate ad attività sportive e ludico-ricreative;
CONSIDERATO che è in fase di redazione il progetto preliminare dei lavori di
“Realizzazione di piscina scoperta in Sorbolo capoluogo”, da parte dell’Arch. Letizia Cattani, con
studio in Fidenza (PR), Via Martiri della Libertà n. 8, appositamente incaricata con determinazione
n. 375 in data 09.09.2010;
CONSIDERATO che è in fase di redazione il progetto preliminare dei lavori di
“Realizzazione di tensostruttura polivalente a Sorbolo”, da parte dell’Ing. Valter Bertozzi con la
collaborazione dell’Arch. Marco Gasparini dell’Ufficio di Progettazione e Direzione Lavori
dell’Ente;
VISTO l’art. 18, comma 1, lett. d), del regolamento generale di attuazione della leggequadro sui lavori pubblici, approvato con d.p.r. 21 dicembre 1999, n. 554 e successive
modificazioni che prevede tra gli elaborati costituivi del progetto preliminare le indagini geologiche
e idrogeologiche preliminari;
VISTO l’art. 25, comma 2, lett. b), del regolamento generale di attuazione della leggequadro sui lavori pubblici, approvato con d.p.r. 21 dicembre 1999, n. 554 e successive
modificazioni che prevede tra gli elaborati costitutivi del progetto definitivo la relazione geologica,
geotecnica, idrologica, idraulica, sismica;
RICONOSCIUTA pertanto la necessità di dare attuazione a tali adempimenti consistenti nel
compimento delle indagini geologiche e idrogeologiche preliminari, relativi alle aree interessate
dagli interventi, contestualmente alle redazioni del progetto preliminare;
DATO ATTO che per la specificità, complessità e urgenza della prestazione richiesta,
ricorrono le condizioni per procedere all'affidamento dell'incarico in oggetto a esterni;
VISTO l’art. 1, comma 173 della legge 23 dicembre 2005, n. 266, che dispone la
trasmissione alla competente sezione di controllo della Corte dei conti gli incarichi di studio e di
consulenza conferiti a soggetti estranei all'amministrazione e gli atti di spesa per relazioni
pubbliche, convegni, mostre, pubblicità e di rappresentanza di importo superiore a 5.000 euro;
VISTA la deliberazione della Corte dei Conti – Sezione delle autonomie – del 17 febbraio
2006, secondo cui la menzionata disciplina, recata dalla legge finanziaria 2006, ha abrogato per
evidenti motivi di incompatibilità, l’art. 1, commi 11 e 42 della legge 30 dicembre 2004, n. 311;
VISTO il codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture approvato con
d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163, ed in particolare l’art. 125, commi da 9 a 14, regolanti le acquisizioni
in economia delle forniture e dei servizi;
VISTO l’art. 62, comma 4, lettera n), del Regolamento dei contratti dell’Unione Bassa Est
Parmense, che annovera tra i servizi che possono eseguirsi in economia, gli studi e i rilevamenti;
DATO atto che tale incarico è volto all’elaborazione di studio propedeutico finalizzato alla
redazione di progetto di opera pubblica;
DATO ATTO che l’incarico è riconducibile alla figura contrattuale tipica del contratto
d’opera professionale, soggetto al contributo previdenziale ed assistenziale (2%), concernendo
professione intellettuale per il cui esercizio è necessaria l'iscrizione in apposito albo;
VISTO l’art. 3, commi 54 e seguenti, della legge 24 dicembre 2007, n. 244;
VISTA la deliberazione della Corte dei Conti - Sezioni riunite in sede di controllo - 15
febbraio 2005, n. 6, recante “linee di indirizzo e criteri interpretativi in materia di affidamento
d'incarichi di studio o di ricerca ovvero di consulenza”, costituente tuttora idonea ricognizione delle
fattispecie rientranti nelle categorie degli incarichi anzidetti, che vi esclude le prestazioni di cui
trattasi, non comportante, inoltre, l’instaurazione di rapporto di collaborazione;
VISTO, altresì, l’art. 1, comma 173, della Legge 23 dicembre 2005, n. 266;
VISTO l’art. 69 del regolamento dei contratti, commi:
− 4, che stabilisce che per servizi di importo inferiore a 20.000 euro, netti d’imposta, è
consentito l’affidamento diretto da parte del responsabile del servizio o dell’ufficio
competente, previo informale sondaggio di mercato;
− 6, lettera d), del regolamento dei contratti che consente di affidare servizi o forniture,
prescindendo dalla suddetta indagine di mercato, non eccedenti euro 2.000, netti d’imposta;
VISTA l’immediata disponibilità ad eseguire la prestazione professionale in narrativa da parte
del Dott Stefano Mantovani dello Studio Mori Mantovani s.r.l., con sede in Parma - Via Strasburgo
n. 18A, iscritto all’Ordine dei Geologi della Regione Emilia Romagna al n° 536, tecnico di fiducia
dell’Ente, all’uopo interpellato, e la relativa offerta economica pervenuta agli atti in data 25.10.2010
prot. n. 8992, che prevede un corrispettivo di € 1.900,00, oltre al contributo previdenziale ed
assistenziale della Cassa Geometri (4%) e all’I.V.A. (20%), per un totale di euro 2.371,20;
RITENUTO di affidare l’incarico in narrativa al Dott Stefano Mantovani dello Studio Mori
Mantovani s.r.l., con sede in Parma - Via Strasburgo n. 18A, che possiede i requisiti tecnici e
professionali per assumere tale affidamento;
VISTI gli artt. 2222 e seguenti, 2229 e seguenti del codice civile;
VISTI gli artt. 107, 109, 183 e 191 del testo unico delle leggi sull’ordinamento delle
autonomie locali approvato con D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
DETERMINA
1. di conferire al Dott. Stefano Mantovani dello Studio Mori Mantovani s.r.l., con sede in Parma Via Strasburgo n. 18A, iscritto all’Ordine dei Geologi della Regione Emilia Romagna al n° 536,
l’incarico per l’esecuzione di indagine sismica superficiale tipo MASW e per la redazione della
relazione geologico-geotecnica, relativa agli interventi di “realizzazione di nuova piscina
scoperta a Sorbolo” e “realizzazione di tensostruttura polivalente a Sorbolo”, da svolgere nel
periodo dal 26.10.2010 al 06.11.2010, per il corrispettivo di euro 1900,00, netti dal contributo
previdenziale ed assistenziale della Cassa Geometri (4%) e dall’I.V.A. (20 %), secondo le
clausole e le condizioni di cui al disciplinare allegato alla presente deliberazione per farne parte
integrante e sostanziale;
2. di stipulare il disciplinare mediante scrittura privata, ai sensi degli artt. 107, comma 3, e 109,
comma 2, del testo unico delle leggi sull’ordinamento delle autonomie locali approvato con
d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
3. di autorizzare la liquidazione del compenso dovuto secondo le modalità stabilite nella
convenzione, previa presentazione di regolare nota debitamente vistata dal Responsabile del
procedimento competente;
4. di dare atto che l’impegno della spesa, prevista in complessivi euro 2.371,20 lordi, sarà
automaticamente assunto all'intervento 2010606 - cap. 355000/1 “Incarichi professionali esterni
- Incarichi professionali per progettazioni opere pubbliche” - imp. 1048/2003, con la
stipulazione del disciplinare anzidetto, ai sensi dell’art. 183, comma 2, lettera c) del testo unico
delle leggi sull’ordinamento delle autonomie locali approvato con D. Lgs. 18 agosto 2000, n.
267;
5. di mandare al responsabile del procedimento gli adempimenti richiesti dalla gestione del
trattamento fiscale, contributivo ed assicurativo dell’incarico conferito.
Il Responsabile dell’Ufficio
F.to Ing. Sonia Berselli
Il Responsabile del Servizio
F.to Ing. Valter Bertozzi
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
VISTO DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
(art. 151, comma 4, del testo unico delle leggi sull’ordinamento delle autonomie locali approvato
con D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267)
Il Responsabile del Servizio Economico Finanziario appone, ex art. 151, comma 4, del testo unico
delle leggi sull’ordinamento delle autonomie locali, approvato con D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, il
visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria del presente impegno di spesa di
€ 2.371,20 all'intervento 2010606 - cap. 355000/1 “Incarichi professionali esterni - Incarichi
professionali per progettazioni opere pubbliche”
Imp. 1048/2003
SUB.
195/2010 “MORI MANTOVANI”
lì, 29/10/2010
Firma ___________________________
Il responsabile del servizio
F.to Dott.ssa Bottoli Monica
DISCIPLINARE D’INCARICO
PER L’ESECUZIONE DI INDAGINE SISMICA SUPERFICIALE E PER LA REDAZIONE
DELLA RELAZIONE GEOLOGICO-GEOTECNICA, RELATIVAMENTE AGLI
INTERVENTI DI “REALIZZAZIONE DI NUOVA PISCINA SCOPERTA A SORBOLO” E
“REALIZZAZIONE DI TENSOSTRUTTURA POLIVALENTE A SORBOLO”
L'anno _________
il giorno ___________
del mese di _____________
fra i signori:
A) Bertozzi ing. Valter, nato a Sant’Ilario d’Enza il 31.07.1965, nella sua qualità di Responsabile
del Servizio Assetto ed Uso del Territorio – Sviluppo Economico dell’Unione Bassa Est Parmense,
d'ora in avanti denominata "Ente", domiciliato per l’ufficio nella sua sede, il quale interviene
esclusivamente in nome, per conto e nell'interesse dell’ente che rappresenta, ai sensi dell’art. 107,
comma 3, del testo unico delle leggi sull’ordinamento delle autonomie locali approvato con D. Lgs.
18 agosto 2000, n. 267 (codice fiscale 02192670343);
B) Dott. Stefano Mantovani, nato a Sissa (PR) il 13/04/1961, iscritto al all’Ordine dei Geologi della
Regione Emilia Romagna al n° 536, in nome e per conto dello Studio Mori Mantovani s.r.l., con
sede in Parma, Via Strasburgo n. 18/A - Partita IVA 02359830342, di seguito denominato
“professionista”;
premesso:
-
-
che con determinazione del responsabile del Servizio Assetto ed Uso del Territorio Sviluppo Economico n° ……… del …………., è stato conferito al Dott. Stefano
Mantovani, in nome e per conto dello Studio Mori Mantovani s.r.l., con sede in Parma - Via
Strasburgo n. 18/A, l’incarico per l’esecuzione di indagine sismica superficiale tipo Masw e
per la redazione della relazione geologico-geotecnica, relativamente alle aree in Sorbolo
capoluogo dove verranno realizzate la piscina scoperta e la tensostruttura polivalente,
rispettivamente in prossimità del Centro Sportivo di via IV novembre ed in adiacenza alla
palestra di via Gruppini;
che con il medesimo atto è stato approvato lo schema di disciplinare regolante l’incarico;
tutto ciò premesso, approvato e ritenuto quale parte integrante del presente disciplinare, con la
presente privata scrittura si stipula e si conviene quanto appresso:
Art. 1 - Oggetto dell’incarico
L’Ente affida al professionista l’incarico per l’esecuzione di indagine sismica superficiale e per la
redazione della relazione geologico-geotecnica , relativamente agli interventi di “realizzazione di
nuova piscina scoperta a Sorbolo” e “realizzazione di tensostruttura polivalente a Sorbolo”.
Le prestazioni oggetto dell’incarico consistono in:
• esecuzione di indagine sismica superficiale tipo Masw con determinazione della Vs30 come
richiesto dalle NTC 2008;
•
relazione geologico-geotecnica comprendente:
-
descrizione dei caratteri litologici, geomorfologici e idrogeologici delle zone di intervento;
-
ricostruzione litostratigrafica e caratterizzazione geomeccanica dei terreni di fondazione;
-
elaborazione ed interpretazione dei dati delle due prove penetrometriche già disponibili, ai
fini della caratterizzazione litostratigrafica e geotecnica locale, con determinazione dei
valori caratteristici e di progetto dei parametri di resistenza e deformabilità;
-
individuazione delle categorie dei suoli di fondazione ai fini della definizione dell’azione
sismica di progetto (Norme Tecniche per le costruzioni di cui al D.M. 14 gennaio 2008) e
determinazione della Vs30 attraverso l’elaborazione dei parametri dell’indagine sismica
superficiale Masw;
-
determinazione dei parametri sismici della zona;
-
verifiche geotecniche per le opere di fondazione previste in relazione alla categoria sismica
della zona e ai carichi della struttura (da fornirsi a cura della committenza o della
progettazione strutturale);
-
prescrizioni di carattere esecutivo.
Art. 2 - Durata dell’incarico
L’incarico ha decorrenza dal 26.10.2010 al 06.11.2010. Alla sua scadenza, l’incarico cesserà senza
necessità di disdetta e senza proroga tacita. E’ consentito il rinnovo per uguale periodo, con
apposito provvedimento, previo assenso tra le parti.
Ciascuna delle parti potrà recedere dall’incarico anticipatamente, mediante semplice comunicazione
raccomandata inviata alla controparte almeno 3 mesi prima della data del recesso.
Art. 3 - Caratteristiche dell’incarico
Il professionista incaricato si impegna ad assumere l’incarico con autonomia di azione e di
organizzazione, escluso qualsiasi vincolo di subordinazione gerarchica con l’Ente.
Le prestazioni saranno svolte in coordinamento con l’ufficio LL.PP., restando comunque
salvaguardata l'autonomia del professionista incaricato nella esecuzione dell'obbligazione
lavorativa.
Art. 4 - Corrispettivi
L’Ente corrisponderà al professionista incaricato, per lo svolgimento delle prestazioni commessegli,
un compenso forfetario di euro 1.900,00, oltre al contributo previdenziale ed assistenziale della
Cassa Geometri (4%) e all’IVA (20 %).
Tale corrispettivo sarà oggetto di liquidazione, verificato l’esatto adempimento della prestazione
convenuta, entro 90 giorni dalla presentazione di regolare fattura.
Art. 5 - Dichiarazioni
Il professionista incaricato dichiara di non trovarsi, per l'espletamento dell'incarico, in alcuna delle
condizioni di incompatibilità, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge. In particolare dichiara:
a) di essere munito di iscrizione all’Ordine dei Geologi della Regione Emilia Romagna;
b) di non avere rapporti con altri enti che vietino l'assunzione dell'incarico, o che altrimenti ostino
allo stesso;
c) di impegnarsi a non svolgere attività in concorrenza con il committente ed a non diffondere
notizie e apprezzamenti attinenti ai suoi programmi ed alla sua organizzazione, e di non compiere,
in qualsiasi modo, atti in pregiudizio della attività del committente medesimo;
d) di fruire di trattamento pensionistico, e, perciò, di essere assoggettato all’aliquota del contributo
previdenziale del 4%.
Art. 6 - Risoluzione
Ogni inadempimento, totale o parziale, delle clausole convenute con il presente disciplinare ne
comporterà la risoluzione, senza ulteriori formalità e con semplice comunicazione raccomandata.
In tal caso, spetterà all’incaricato il cui rapporto sia stato risolto il compenso per le prestazioni
svolte sino allo scioglimento del contratto, che siano riconosciute regolari.
Art. 7 - Clausole diverse
L’incaricato prende atto che i dati personali contenuti nel presente contratto verranno trattati
soltanto per lo svolgimento delle funzioni istituzionali, connesse o strumentali all’esercizio
dell’attività di committente, nei limiti stabiliti dalla legge e dai regolamenti.
La comunicazione e la diffusione dei dati personali saranno effettuate nei confronti dei soli soggetti
autorizzati da norme di legge o di regolamento, o dei soggetti pubblici (esclusi gli enti pubblici
economici) per lo svolgimento di funzioni istituzionali, in quest’ultimo caso previa comunicazione
al Garante.
L’incaricato può esercitare i diritti contemplati dal codice approvato con d.lgs. 30 giugno 2003, n.
196, con le modalità ivi indicate.
Il conferimento dei dati personali ha natura obbligatoria rispetto all’esecuzione delle operazioni cui
esso è preordinato.
Art. 8 - Norma fiscale
La presente scrittura privata, non autenticata, concernendo prestazioni soggette ad I.V.A., sarà
sottoposta a registrazione in caso d'uso, ai sensi dell'art 5 del D.P.R. 26 aprile 1986, n. 131, ed all'art.
1, lett. b) - parte seconda -, della relativa tariffa; in sede di registrazione, sarà soggetta ad imposta in
misura fissa, ai sensi del successivo art. 40 del citato D.P.R. n. 131/86.
Essa è inoltre soggetta all’imposta di bollo, ai sensi dell’art. 2 della Tariffa - parte I - allegata al
D.P.R. n. 642/1972 e successive modificazioni.
Art. 9 - Norma finale
Per tutto quanto non previsto dal presente contratto si fa riferimento alle disposizioni del codice
civile in materia di contratti d'opera ed alle norme vigenti in materia.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Letto, approvato e sottoscritto.
Il responsabile del servizio
Assetto ed Uso del Territorio - Sviluppo Economico
(ing. Valter Bertozzi)
Il tecnico incaricato
(dott. Stefano Mantovani)

Documenti analoghi