"quindicina" (in pdf) - Santuario Madonna di Avigliano

Transcript

"quindicina" (in pdf) - Santuario Madonna di Avigliano
QUINDICINA ALLA MADONNA DI AVIGLIANO
1) Augustissima Madre di Dio e sempre 6) Augustissima Madre di Dio e sempre Vergine
Vergine Maria Voi che prima di lasciare questa Maria per il Vostro ardente amore a Dio, accendete
terra aveste sempre il cuore rivolto a Dio, nel mio cuore le caste fiamme della carità divina.
distaccatemi dalle cose di questo mondo.
Ave Maria.
Benigna ed umil sempre,
Ave Maria.
quest'anima proteggi,
Vergine Santa e Madre
il nostro cuor Tu reggi,
onnipotente e pia
Madre di carità.
Tu sei la Madre mia,
Madre di carità.
7) Augustissima Madre di Dio e sempre Vergine
Maria per la incorruzione del Vostro corpo
2) Augustissima Madre di Dio e sempre santissimo, ottenetemi la grazia della illibatezza dei
Vergine Maria per il Vostro transito, che fu un miei costumi.
eccesso di amore ottenetemi la grazia di una
Ave Maria.
buona e santa morte.
Fa che il pensier contempli
Ave Maria.
le Tue virtù più rare
Ti adoro assisa in trono
per sempre magnificare,
di gaudio, o gran Regina,
Madre di carità.
angelica, divina,
Madre di carità.
8) Augustissima Madre di Dio e sempre Vergine
Maria per quella immensa gloria che raggiungeste
3) Augustissima Madre di Dio e sempre in cielo possa io sempre onorarVi come meritate.
Vergine Maria per la Vostra assunzione al cielo,
Ave Maria.
ottenetemi la grazia di raggiungerVi in
Tu mansueta e fida,
Paradiso.
ogni dolor soffristi
Ave Maria.
in quello pur gioisti,
D'ogni mortal la pace,
Madre di carità.
Tu sei ristoro e vita,
o Vergine redimita,
Madre di carità.
9) Augustissima Madre di Dio e sempre Vergine
Maria per quell’onore che riceveste dagli Angeli in
Paradiso fa che anch’io Vi veneri sulla terra.
4) Augustissima Madre di Dio e sempre
Ave Maria.
Vergine Maria per la Vostra fede nel Figlio
Dal Tuo trono mostrati
divino accrescete anche in me la fede, in Lui.
col bimbo in braccio assiso,
pieno di sorriso
Ave Maria
Madre di carità.
Modello di sapienza,
del Divin Figlio amore,
fiamma del nostro cuore,
10) Augustissima Madre di Dio e sempre Vergine
Madre di carità.
Maria per quel potere che Vi è stato conferito da
Dio ottenetemi grazia in vita e in morte.
Ave Maria.
5) Augustissima Madre di Dio e sempre
Fu grande la Tua fede,
Vergine Maria per la Vostra ferma speranza in
da sette spade afflitta,
Dio, ottenetemi d'attendere ogni bene solo da
Tu sei la donna invitta,
Lui.
Madre di carità.
Ave Maria.
Eterna è la Tua luce
nella bontà infinita,
11) Augustissima Madre di Dio e sempre Vergine
dà noi soccorso aita,
Maria venuta miracolosamente in mezzo a noi
Madre di carità.
accendetemi nel cuore una tenera devozione per
Voi.
Ave Maria.
Direm coi serafini
le lodi Tue, Maria,
Vergine bella e pia,
Madre di carità.
14) Augustissima Madre di Dio e sempre Vergine
Maria che spargete in questo Santuario grazie e
favori ai Vostri devoti fate che veniamo spesso a
visitarVi e venerarVi.
Ave Maria.
Tu spira negli animi
12) Augustissima Madre di Dio e sempre
affetti casti e santi,
Vergine Maria che assistete da questo Trono il
Tu guida i passi erranti,
popolo Campagnese, scampatelo sempre d’ogni
Madre di carità.
pericolo dell’anima come del corpo.
Ave Maria.
Salva noi servi e figli,
15) Augustissima Madre di Dio e sempre Vergine
Vergine casta e pura,
Maria, Regina del Cielo e della Terra, otteneteci la
di noi sia tua premura,
grazia che dopo d’averVi onorata ed amata
Madre di carità.
nell’esilio, veniamo a lodarVi per sempre nella
Patria del Paradiso.
Ave Maria.
13) Augustissima Madre di Dio e sempre
Nel duol come nel gaudio,
Vergine Maria che eleggeste Campagna per
a Te da mane a sera,
Vostra dimora, fate che non disgustiamo mai la
s’innalzi una preghiera,
Vostra presenza.
Madre di carità.
Ave Maria.
Vergine Aviglianese,
miseri e derelitti,
a Te veniamo afflitti,
Madre di carità.
PREGHIERA
RicordateVi, o pietosissima Vergine Maria, che non si è mai inteso dire al mondo che
alcuno, ricorrendo alla Vostra protezione, implorando il Vostro aiuto e chiedendo il
Vostro patrocinio, sia rimasto da Voi abbandonato. Animato anch'io da tale
confidenza, a Voi ricorro, o Madre, Vergine delle Vergini, a Voi vengo e, con le
lacrime agli occhi, reo di mille peccati, mi prostro ai Vostri piedi a domandare pietà.
Non vogliate o Madre del Verbo disprezzare le mie voci, ma benigna ascoltatemi ed
esauditemi. Amen.
Salve Regina.

Documenti analoghi