Colt Telecom, fondata a Londra nel 1992 da Fidelity Investments

Commenti

Transcript

Colt Telecom, fondata a Londra nel 1992 da Fidelity Investments
Colt Telecom, fondata a Londra nel 1992 da Fidelity Investments - la più grande società di
fondi d’investimento a capitale privato - è diventata il principale operatore europeo in fibra
ottica e provider di soluzioni informatiche gestite per le comunicazioni aziendali. COLT, leader
in Europa nei servizi di telecomunicazione per il business offre alle grandi, medie e piccole
aziende e ai carrier un ampio portafoglio di Servizi Dati, Voce e Servizi Informatici Gestiti.
Possiede e gestisce una delle reti più estese e tecnologicamente più avanzate d’Europa, grazie
alla quale può garantire ai propri clienti flessibilità e affidabilità, con i migliori SLA del settore.
Opera in 13 Paesi, possiede e gestisce una rete di 25.000 km, che include reti metropolitane
in34 delle maggiori città Europee con connessioni dirette in fibra in 16.000 edifici, e 19 COLT
data centre.
Colt si rivolge esclusivamente al segmento business e offre una vasta gamma di servizi di
telecomunicazione tecnologicamente avanzati sia ad aziende di grandi dimensioni sia ad
aziende medio piccole:
• Managed Services: è la suite di servizi che vanno dalla co-location presso il Data Centre
alle soluzioni IT completamente gestite, per le quali COLT si fa carico di realizzare il progetto e
implementare i servizi, riducendo i rischi e diminuendo i costi del cliente;
• Ethernet: il portafoglio di servizi Ethernet di COLT è il più vasto in Europa. Offre servizi
Point-to-Point, Point-to-Multipoint e Any-to-Any in 13 paesi che permettono alle aziende di
aggiornare in modo semplice ed economico il proprio modo di gestire le proprie comunicazioni;
• COLT Total: una soluzione su IP pensata specificatamente per le aziende medio-piccole che
offre accesso veloce a Internet, servizi voce e un’ampia gamma di servizi opzionali, inclusi
Managed Business Email e Managed PC Backup.
In Italia da 10 anni, Colt, che ha scelto Torino per sfruttare il posizionamento della città
sull’asse Est-Ovest euro-mediterraneo, ha cablato l’area torinese per un’estensione di circa 150
Km e ha trovato qui le condizioni favorevoli in ambito urbano per l’avvio del primo data centre
della città.