i protagonisti - Tropea Festival leggere e scrivere

Commenti

Transcript

i protagonisti - Tropea Festival leggere e scrivere
I PROTAGONISTI
DOMENICO AIROMA
Nasce a Portici nel 1963, in magistratura dal 1989, ha
ricoperto, fra gli altri, gli incarichi di sostituto procuratore
a di Napoli e di giudice
per le indagini preliminari nel tribunale della stessa
città. Dal 2008 è procuratore della Repubblica aggiunto
al tribunale di Cosenza. Autore insieme ad Alfredo
Mantovano del volume Irrispettabili, il consenso sociale alle
e (Rubbettino, 2013).
EDOARDO ALBINATI
Scrittore, nasce a Roma nel 1956, dove dal 1994 svolge
attività di insegnamento all’interno del penitenziario di
Rebibbia. Autore di: Arabeschi della vita morale (Longanesi,
1988); Il polacco lavatore di vetri (Longanesi, 1989, nuova
ed. Oscar Mondadori, 1998); Orti di guerra (Fazi, 1997,
nuova ed. Fandango, 2007); Maggio selvaggio (Mondadori,
1999; nuova ed. Oscar Mondadori 2001); 19 (Mondadori,
2001); Il ritorno. Diario di una missione in Afghanistan
(Mondadori, 2002); Svenimenti (Einaudi, 2004; nuova ed.
Fandango, 2010); Tuttalpiù muoio (Fandango, 2006, con
Filippo Timi); Guerra alla tristezza! (Fandango, 2009); Vita
e morte di un ingegnere
nalisti
del Premio Tropea 2013.
GIANDOMENICO AMENDOLA
Professore ordinario di Sociologia Urbana nella Facoltà
di Architettura dell’Università di Firenze, dove è anche
responsabile del CITYLAB, il Laboratorio Interdisciplinare
sulla Vulnerabilità Sociale e la Sicurezza Urbana. Dal
settembre 2001 è presidente dell’AIS - Associazione Italiana
di Sociologia. E’ autore di numerosi volumi, molti dei quali
tradotti.
MARIA FONTANA ARDITO
E’ nata a Francavilla Fontana (BR). Vive tra Cosenza e
Roma. E’ docente di latino e greco. Attualmente svolge
attività di ricerca presso l’Università degli Studi di Roma
“La Sapienza”. E’ presidente dell’Associazione culturale “Dal
cerchio al centro”. È responsabile editoriale della rivista
“Periferia”.
FRANCO ARMINIO
nitosi come
«paesologo», nato a Bisaccia nel 1960. Collabora con diverse
testate locali e nazionali come “il Manifesto”, “Il Mattino”
di Napoli, “Ottopagine”, “Corriere del Mezzogiorno”, ed è
animatore del blog “Comunità Provvisoria”.
GIUSEPPE ARNABOLDI
Diplomato in violino nel 1985 presso il Conservatorio
“G. Nicolini” di Piacenza sotto la guida del M° Giuseppe
Albanesi. Ha fatto parte dell’Orchestra Internazionale
“Jeunesses Musicales”, dell’Orchestra dell’Arena di Verona,
dell’Orchestra da camera del Teatro alla Scala di Milano,
dei Filarmonici di Torino, del gruppo “V. L. Ciampi” di
Piacenza. Dal 1988 al 1994 ha ricoperto ininterrottamente
il ruolo di prima parte e solista nell’Orchestra Regionale
dell’Emilia-Romagna “A. Toscanini” di Parma. Dal 1994 è
titolare della cattedra di violino presso il Conservatorio “F.
Torrefranca” di Vibo Valentia.
MAURICE AYMARD
Storico dell’età moderna, Presidente della Maison
desSciences de l’Homme di Parigi e Directeur d’Etudes
presso l’EcoledesHautesEtudes en SciencesSociales
di Parigi, si è specializzato a partire dal 1960, sotto la
direzione di Fernand Braudel, sulla storia economica e
sociale del mondo mediterraneo in età moderna. Dal 1976
si è dedicato, con Braudel e ClemensHeller, alla direzione
ca della MSH di Parigi.
LIVIA BLASI
Nasce a Milano il 25 febbraio 1973. Nel 1996 si laurea in
Lingue e letterature straniere moderne presso l’Università
della Calabria. Nel 1996 vince il concorso per titoli ed
esami alla Scuola di Giornalismo radiotelevisivo della
Rai a Perugia. Ha lavorato presso “Il Tempo” redazione
di Roma, il Tg5 redazione di Roma, l’Ansa redazione di
Perugia. Dal 1999 lavora in Rai, presso la sede regionale
della Calabria. È conduttrice di telegiornali e giornali radio.
Dal 2010 è caposervizio. Presenta le serate del Premio
n dalla prima edizione. Ha una vera passione per la
letteratura, e i suoi scrittori preferiti sono: Luigi Pirandello,
omas Mann, Friedrich
Dürrenmatt, Arthur Schnitzler.
GIORGIO BOATTI
Nasce a Zinasco nel 1948 è autore di libri e inchieste sulla
storia recente del nostro Paese. Ha pubblicato tra l’altro:
Piazza Fontana. 12 dicembre 1969: il giorno dell’innocenza
perduta e Preferirei di no. Le storie dei dodici professori che
si opposero a Mussolini, editi da Einaudi. Da Mondadori:
La terra trema. Messina 28 dicembre 1908: i trenta secondi
che cambiarono l’Italia, non gli italiani, (Premio Palmi,
Premio Corrado Alvaro, Premio RhegiumJulii). Nel 2012
da Laterza ha pubblicato Sulle strade del silenzio. Viaggio per
monasteri d’Italia e spaesati dintorni. Giornalista, collabora
a “La Stampa” e a “Il Venerdì di Repubblica”.
GIOVANNI BOMBARDIERI
Ordinario di Riace (Reggio Calabria), attualmente è
Procuratore della Repubblica aggiunto di Catanzaro. Ha
ricoperto, in passato, l’incarico di Sostituto Procuratore a
Roma e Gip a Locri.
CARLO BORDONE
(Torino, 1968). Giornalista, traduttore e copywriter.
Ha scritto per le riviste “Rumore”, “Mucchio Selvaggio”,
“Mucchio Extra”, attualmente collabora con “Il Fatto
Quotidiano”. E’ autore e traduttore di vari libri di argomento
musicale pubblicati da Arcana e Giunti.
DIEGO BOTTACIN
Prima di essere eletto in Consiglio regionale è stato
consigliere provinciale e sindaco di Mogliano Veneto, dal
1992 al 2005, è stato Vicepresidente della Commissione
Sanità e sociale e componente della Commissione Territorio
e viabilità. Attualmente sono capogruppo del Gruppo
Misto nel Consiglio regionale del Veneto e promotore del
movimento Verso Nord - Un’Italia più vicina all’Europa.
PAOLA BOTTERO
E’ giornalista, esperta di comunicazione pubblica e
strategica, scrittrice, editrice. Nata a Torino nel 1967,
dal 2000 ha scelto la Calabria come terra d’adozione.
Vive tra Roma e Reggio Calabria. Scrive per varie testate
giornalistiche, cartacee e on line. Carta vetrata (Sabbiarossa
Ed., 2013) è la sua quarta opera di narrativa, dopo i romanzi
Iussanguinis (Città del Sole, Rc, 2009), Bianco come la
vaniglia (Sabbiarossa, Rc, 2011), il fantanoir ‘Ndranghetown
(Agenzia X, Mi, 2011). Ha scritto inoltre, a più mani, due
libri inchiesta: con Alessandro Russo il diario Senza targa
(Sabbiarossa, Rc, 2012), viaggio nella buona vita della
Calabria; con R. Arena, F. Chirico, C. Riso, A. Russo, La
’ndrangheta davanti all’altare (Sabbiarossa, Rc, 2013), prima
a in Calabria
SILVIO COLLOCA
Avvocato. Studio Legale Milano, Bergamo, Vibo Valentia.
MICHELE COPPOLA
Nato a Torino nel 1973, viene eletto, nel 2010, nel Consiglio
regionale del Piemonte e diventa Assessore regionale alla
Cultura, Patrimonio linguistico, Museo Regionale di
Scienze Naturali, Ecomusei, Politiche giovanili. Dal punto
di vista professionale si è occupato di comunicazione,
marketing e pubbliche relazioni. Appassionato di cinema,
ama leggere, in particolare saggi politici, storici ed
economici.
LUCIANA CORDÌ
E’ nata a Vibo Valentia nel 1984; si è laureata in Filologia
Moderna presso l’UniCal con una tesi in antropologia;
durante gli anni universitari ha collaborato con alcuni
periodici. Ha frequentato un corso Herzog in editoria e
ha svolto uno stage presso la “Luigi Pellegrini Editore”.Nel
2012 ha frequentato un corso di perfezionamento annuale
in “Metodologie didattiche e didattica inclusiva negli alunni
con BES” presso il Centro di Formazione Mecenate con
sede a Catanzaro.
MARCELLO CORIGLIANO
Nato a Vibo Valentia nel 1976, vive a Bologna e lavora tra
Bologna Milano e Berlino. Laureato all’Accademia di Belle
a e Scultura si occupa principalmente di
a degli
Esclusi” testo critico Rocco Pititto docente di teorie del
a del linguaggio
presso l’università “Fedrico II” di Napoli.Nel 2011 la mostra
collettiva “Fuori dal guscio” alla Fonderia delle Arti, Roma.
Nel 2012 è vincitore nella sezione Installazioni del 1°
premio “ZFS Zagarise segni per il futuro”. Nel 2013 “Totti
Temporary exhibition”, Milano
MARGHERITA CORRADO
È nata e vive a Crotone. Archeologa e ricercatrice storica,
si è laureata in Lettere Classiche all’Università Cattolica del
Sacro Cuore di Milano e specializzata presso la Scuola di
Specializzazione in Archeologia di Matera. E’ impegnata in
campagne di scavo in diverse regioni italiane. È volontaria
in attività didattiche in campo storico-archeologico.
RAFFAELLA COSENTINO
Specialista in Comunicazione, ha lavorato per società
multinazionali ed enti istituzionali occupandosi di piani
strategici di Relazioni Pubbliche, creazione e produzione
cio Stampa, gestione delle
Sponsorship e Responsabilità Sociale d’Impresa. 15 anni di
esperienza maturata in diversi mercati, dal largo consumo,
al farmaceutico; ha curato mostre ed eventi culturali; dal
2006 è giornalista pubblicista e per 4 anni è stata direttore
ca.
GIOACCHINO CRIACO
Nasce ad Africo nel 1965. Scrittore, dopo anni di
sperimentazione, nel 2008 pubblica Anime nere, il suo
primo romanzo, di grande impatto socio-culturale. Racconta
e descrive quelle realtà minori al limite della civiltà, che
nonostante facciano parte di un contesto territoriale inserito
in una nazione sviluppata e democratica sembrano proseguire
a vivere di leggi e tradizioni proprie, a dimostrazione di una
sica e politica forse irriducibile.
CRISTINA DONÀ
È stata, a partire dalla metà degli anni ’90, una delle voci
più originali della scena musicale italiana. Accanto a
erhours o i
nire una nuova stagione
del rock di matrice mediterranea, riuscendo a conquistarsi
il plauso di gente come Robert Wyatt, David Byrne o Peter
Walsh (già produttore di Scott Walker, di Peter Gabriel e dei
Simple Minds). E’ stata la prima artista italiana a esibirsi al
Meltdown Festival di Londra.
NICCOLÒ FABI
Muove i suoi primi passi all’interno del fervido ambiente
musicale di inizio anni Novanta, la popolarità arriva nel
1997 con la vittoria del Premio della Critica al Festival di
Sanremo. Seguono 7 album che segnano il percorso artistico
di Niccolò Fabi, artista che si è sempre contraddistinto per
una particolare attenzione nei confronti della parola. Il
panorama musicale, vede la sua partecipazione in diversi
progetti, per citarne alcuni, la collaborazione con Jarabe De
Palo, Daniele Silvestri, Max Gazzè, Fiorella Mannoia. Di
rilevante importanza anche la scrittura di alcune colonne
sonore, tra cui “Come Dio comanda” di Gabriele Salvatores
e “Pulce non c’è” di Giuseppe Bonito.
PASQUALE FALCO
Fonda nel 1977 la rivista “Periferia” e, successivamente, nel
1986, la casa editrice “Edizioni Periferia”, che opera in spazi
nazionali e internazionali e che ospita, nel suo catalogo, fra
gli altri, molte opere di intellettuali calabresi.
RAFFAELE FAMÀ
Pittore, scultore e ceramista, nato nel 1960 a San Costantino
Calabro (VV), ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di
Milano, conseguendo il diploma di pittura. La sua ricerca
artistica si inserisce nell’ambito delle più recenti tendenza
gurative internazionali. Ha partecipato a numerose
mostre e concorsi d’arte, riportando premi e riconoscimenti.
SABINA FEDELE
Nata a Vibo Valentia, si è diplomata in violino presso
il Conservatorio di Vibo Valentia sotto la guida del M°
Giuseppe Arnaboldi. Nel 2009 ha frequentato la Master class
di violino e viola al Conservatoire Italien de Paris tenuta dal
M° Marco Misciagna. Dal 2006 collabora stabilmente in
qualità di violinista al tour di concerti di Amedeo Minghi
in Calabria ed ha accompagnato in formazione orchestrale
diversi cantanti di musica leggera tra cui Paola Turci, Syria,
Nada, Peppe Voltarelli. Attualmente prosegue l’attività
concertistica come viola solista, in duo con Giuseppe
Arnaboldi.
GIAN ARTURO FERRARI
E’ nato a Gallarate nel 1944. Si è dedicato, dal 1974 al
1989 all’insegnamento universitario come Professore
Incaricato di Storia della Scienza e poi Associato di Storia
co presso l’Università di Pavia. Ha
maturato successivamente un’importante esperienza
in ambito editoriale e culturale, riconosciuta a livello
internazionale iniziando il proprio percorso presso la casa
editrice Boringhieri in qualità di assistente dell’editore.
Successivamente è diventato Direttore Libri alla Rizzoli,
per poi entrare in Mondadori nel 1997. Dall’ottobre 2009
è Presidente del Centro per il Libro e la Promozione della
lettura istituito dal Consiglio dei Ministri e dal gennaio
anca l’Amministratore Delegato Maurizio Costa
nell’elaborazione delle strategie di sviluppo editoriale in
Italia e all’estero.
MARIA GALLORO
Nata nel 1985 a Vibo Valentia, ha conseguito la Laurea
Magistrale in Filologia Moderna, presso l’Università della
Calabria. Nel 2013 si abilita all’insegnamento di materie
umanistiche negli istituti scolastici di primo e secondo
grado. Attualmente, collabora con “Il Quotidiano della
Calabria” e, presso il Dipartimento di Studi Umanistici
dell’Università della Calabria, svolge attività di tutoraggio
per gli studenti iscritti ai vari corsi di laurea.
MARGHERITA GANERI
Nasce a Cosenza nel 1965. Insegna Letteratura italiana
contemporanea presso l’Università degli Studi della
Calabria. Coordinatore dell’indirizzo di Scienze letterarie:
retorica e tecniche dell’interpretazione, interno alla Scuola
dottorale internazionale di studi umanistici dell’Università
della Calabria.
MIMMO GANGEMI
Nasce a Santa Cristina d’Aspromonte nel 1950. Vive a Palmi,
in provincia di Reggio Calabria, dove esercita la professione
di ingegnere. Per Einaudi Stile Libero ha pubblicato nel
2009 Il Giudice Meschino, Premio selezione Bancarella
ction interpretata da
Luca Zingaretti. Collabora, tra gli altri, con “La Stampa”. Per
Editore Garzanti Libri ha pubblicato nel 2013 Il patto del
giudice. La signora di Ellis Island ha vinto il Premio Tropea
2012.
MARCO GATTO
Nato a Castrovillari nel 1983, vive in Calabria. È Presidente
dell’Associazione culturale “Tra mondi” e socio fondatore
dell’Associazione “Penny Wirton”, di cui è responsabile
nel Mezzogiorno. Scrive con continuità su “Il Ponte”, “il
ca
“Lo Sguardo”. Dirige, assieme ad altri, la collana di
a “Matemi” (Galaad editore).
TONINO GAUDIOSO
Nato a Zungri nel 1981, diplomato all’Accademia di Belle
Arti di Brera apre uno studio di scultura nel paese natio, la
sua guida durante gli anni accademici è Michele Zappino.
Vive tra Zungri e Milano, partecipando a diverse mostre,
tra cui la personale “Vento del Sud” patrocinata dal comune
di Bresso (MI). Ha collaborato con il Maestro Ciccio Famà,
attualmente collabora con l’artista vibonese Antonio La
Gamba.
BRUNO GEMELLI
Giornalista, tantissime le collaborazioni giornalistiche.
E’ stato portavoce del presidente della Regione Calabria.
E’ stato direttore responsabile di Calabriaweb, il primo
magazine online realizzato in Italia. Ha scritto molti libri,
tra cui Rosso di sera. Ha pubblicato: Rodolfo Morandi (1976),
Caro Attila (1978), Cessarè (1980), In questa Calabria
(1987), ‘Ndrangeta& Mass Media. Scarti di magazzino
(1991), Il silicio e la parola. La Calabria raccontata su
Internet (2001), Calabria, una regione normale (2006). Il
grande otto. Storie dimenticate di Calabria (Città del Sole,
2013).
MICHELE GERÌA
Nato nel 1965. Production & Location Manager Calabria
Film Commission. Responsabile produzione cast e location
Serie TV “Il Giudice meschino” regia di Carlo Carlei con
Luca Zingaretti, Luisa Ranieri, Gaetano Bruno, Gioele Dix,
Maurizio Comito, Maurizio Marchetti - produzione IIF
di Paola e Fulvio Lucisano. Nel 2012 Coordinatore evento
co della Calabria” - 1° edizione –
Reggio Calabria, Catanzaro Squillace, Cosenza. Soggetto
e produzione esecutiva Cortometraggio “HakunaMatata”
regia di Aldo Iuliano con Salvatore Striano, Gigi Miseferi,
Elena Fonga, Pasqualina Scuncia - Coproduzione con
Kinewiev. Responsabile produzione cast e location Film
“Il sud è niente” di Fabio Mollo con Vinicio Marchioni,
Valentina Lodovini - produzione B24 .
MARIA TERESA IANNELLI
Direttore Museo Archeologico Nazionale di Vibo Valentia;
Direttore del Museo Archeologico dell’antica Caulonia.
Ha organizzato e diretto scavi e ricerche archeologiche nel
territorio di competenza, ha coordinato gruppi di studio
relativi alla storia e all’archeologia della Magna Grecia,
per un periodo di due anni è stata Assessore alla Cultura
e ai Beni Culturali del Comune di Locri. Ha allestito il
Museo nazionale di Vibo Valentia ed alcune sale di quello
nazionale di Reggio Calabria; ha organizzato parecchie
mostre di soggetto storico-archeologico; è responsabile del
Laboratorio di Restauro del Museo Nazionale di Reggio
Calabria; è autrice di numerosi articoli di archeologia.
ALDO IULIANO
Nasce a Crotone nel 1980. Regista e disegnatore di fumetti.
Il suo primo lungometraggio è “Il Re di Bastoni” (con
Roberto Vecchioni ed immagini in esclusiva di Luciano
Ligabue). Ha condotto per tre anni i programmi radiofonici
e collaborato in qualità di attore/regista/montatore
in diverse produzioni indipendenti (Italia, Spagna e
Germania). Ha vinto il Premio Regione Piemonte “Filmare
la storia” per il mediometraggio studentesco “Con i miei
oni Film
Festival con “Guida rapida per salvare il mondo” e “Carpe
Diem”. Regista del cortometraggio “Hakuna Matata”.
L’EBERNIES
hanno 24 e 27 e sono entrambe ciociare. Da otto anni
cantano e suonano nei locali della provincia di Frosinone,
tra la Valcomino, Cassino e il capoluogo. E ora la radio,
ANTONIO LA GAMBA
Vive a Vibo Valentia, dove è nato nel 1957. Ha ordinato
mostre personali a Milano, Bologna, Ferrara, Cosenza,
Domodossola, Lovere e Vibo Valentia, numerosi i suoi
monumenti in marmo, bronzo, granito e acciaio, tra
cui: “Circle of Life” a Cesano Maderno, “In Cammino”
Aeroporto Internazionale Lamezia Terme, “Hemera” ad
Argusto, “Monumenti al carabiniere” a Pizzo, Vibonati,
San Donato di Ninea, “Monumento alla Polizia” a Vibo
Valentia, “Monumento all’emigrante” a San Pietro a Maida.
MARIA LA GAMBA
Classe 1984, laureata in Letteratura e Lingua, Studi Italiani
ed Europea presso “La Sapienza” di Roma, ha insegnato
letteratura italiana in un Istituto Privato, ha lavorato
all’E.R.A. Onlus, Associazione che si occupa di democrazia
linguistica, co-fondatore del sito Archivitalini.it, Social
ciali di Calabria Terra di
Festival e Tropea Festival Leggere&Scrivere.
CESARE LANZA
Nato a Cosenza nel 1942, ha diretto “Il Secolo XIX”, il
“Corriere d’Informazione”, “La Notte”. Collabora con
quotidiani, settimanali, mensili. Autore tv (Domenica
In, Buona Domenica, Il senso della vita ecc.), scrittore
(Nenè, premio Sila 1976, Elogio del gioco d’azzardo,
Caldo argento). Fondatore della rivista “L’attimo fuggente”,
lm La perfezionista e pubblicato Il
Lanzachenecco. È considerato il maggior esperto italiano di
gioco d’azzardo; sull’argomento ha pubblicato una decina
di libri.
DANTE MAFFIA
È nato in Calabria nel 1946 e vive a Roma. Poeta, romanziere
e saggista ha scritto opere tradotte in molte lingue. Docente
Universitario presso l’Università di Salerno. Ha fondato
riviste letterarie di prestigio come “Il Policordo”, e diretto
“Polimnia”. Come critico letterario ha collaborato inoltre
col quotidiano “Paese Sera”. Il suo lavoro più importante
è Il romanzo di Tommaso Campanella, del 1996. Ha vinto
diversi premi: Alfonso Gatto, Rhegium Julii, Montale, Un
ponte per l’Europa, Insieme nell’arte, Stresa (1997) ed è
nalista al Premio Viareggio (1974). Nel 2004 Carlo
Azeglio Ciampi lo ha insignito della medaglia d’oro alla
cultura della Presidenza della Repubblica.
LUIGI MAFFIA
È sostituto Procuratore della Repubblica al Tribunale di
Lamezia Terme. Dal novembre 2004 all’ottobre del 2009
ha prestato servizio presso la Procura della Repubblica di
Velletri dove si è occupato – in particolare – di reati contro
la Pubblica Amministrazione. Dal 15 ottobre del 2009
è rientrato in Calabria, a Lamezia Terme dove si occupa,
in particolare, dei reati in materia di inquinamento, di
diritto ambientale e sicurezza sul lavoro. Recentemente è
stato nominato dal Consiglio Superiore della Magistratura
quale componente del Comitato Direttivo della Scuola della
Professioni Legali presso l’Università di Catanzaro.
CURZIO MALTESE
Giornalista e scrittore nasce a Milano nel 1959. Ha iniziato
ad occuparsi di sport e cronaca per i quotidiani la “Gazzetta
dello Sport”, “La Stampa” e “La Notte”. È editorialista per
il quotidiano “la Repubblica” e il settimanale “il Venerdì”
di Repubblica, dove si occupa anche di critica televisiva e
ca. Autore del libro Come ti sei ridotto del
2006 (modesta proposta di sopravvivenza al declino della
nazione). Nel 2007 ha pubblicato I padroni delle città, libro
nel quale tratta gli aspetti economici e socio-politici della
maggior parte dei capoluoghi italiani.
MARINA MANDER
Triestina, vive e lavora a Milano. Scrive per la
comunicazione e l’editoria e collabora con il quotidiano “Il
Piccolo” di Trieste, occupandosi di arte contemporanea. Tra
le sue opere di narrativa: Manuale di ipocondria fantastica
(Transeuropa, 2000, et al. 2012), Catalogo degli addii
(EditionsduRouergue, 2008, et al. 2010) e La prima vera
bugia (et al. 2011), Nessundorma (Mondadori, 2013).
NATALIO MANGALAVITE
Pianista, percussionista, cantante, arrangiatore e
compositore. Latin jazz, pop, etnofolked electronic. Nato
glio d’arte. Lascia la sua terra nel
1982, alla ricerca di nuovi orizzonti di vita e sonori. Le sue
radici siciliane lo spingono a visitare l’Italia, paese che non
no ad oggi. Lavora e vive dal 1985 a Roma. Ha
suonato e arrangiato per Ornella Vanoni per più di 20 anni.
Ha fatto televisione e suonato nelle orchestre.
ALFREDO MANTOVANO
Nasce a Lecce nel 1958, in magistratura dal 1984, è stato
deputato dal 1996 al 2001 e dal 2008 al 2012 e senatore
dal 2006 al 2008. Ha svolto le funzioni di sottosegretario
dell’Interno dal 2001 al 2006 e dal 2008 al 2011 con
delega alla pubblica sicurezza, al racket, e alla presidenza
della Commissione sui programma di protezione. Autore
insieme a Domenico Airoma di Irrispettabili, il consenso
e (Rubbettino, 2013).
CRISTIANO MONTESANO
È nato a Lagonegro (Pz) il 17 Novembre 1975. Ha
partecipato a diverse esposizioni artistiche, tra le quali:
personale di pittura a Lagonegro (PZ), nell’agosto 2001;
collettiva “Pittori e scultori della Provincia di Potenza”,
presso il Museo Archeologico di Potenza, nel 2004;
collettiva “Buon compleanno Andersen” presso la ex Chiesa
della Misericordia di Perugia, nel 2006; collettiva “Se.Se.Se.”
presso la ex Chiesa della Misericordia di Perugia, nel 2007;
personale di pittura”Inquadrare il cielo” presso il Circolo
Culturale “V.Brancati” di Scicli (RG), nel luglio 2007.
LIONELLA MORANO
Insegnante di Lettere e Presidente della Fondazione Nicola
Liotti, associazione nata a Vibo Valentia nel novembre
1998. Lo scopo dei componenti è quello di organizzare,
promuovere e valorizzare ogni iniziativa attinente o
riconducibile al Meridione in genere e, in particolare,
alla Calabria; si vuole, così, alzare la soglia di attenzione
itta da mille problemi, approfondendo
il dibattito e coinvolgendo quanti dimostrano un sincero
attaccamento alla propria terra e la volontà di non subire in
modo passivo lo status quo ma di migliorarlo, ove possibile.
GIACINTO NAMIA
È stato ordinario di Lettere Latine e Greche nei Licei
Classici e successivamente preside negli stessi. Ha dedicato
la sua attività di studioso soprattutto all’elegia latina. Ha
pubblicato un commento all’VIII libro dell’Eneide di
Virgilio (Torino 1972); ha curato l’edizione latino-italiana
delle Opere di Tibullo e Properzio per i Classici UTET
(Torino, 1973); si è occupato di Lucrezio e di altri autori
latini, ha rivolto inoltre i suoi interessi allo studio di
esponenti e tematiche della cultura calabrese (Vincenzo
Padula, VIto Capialbi, la tradizione classica, e molti altri)
LUCA NANNIPIERI
rma del quotidiano Il Giornale, è membro del
Libertà di
cultura. Meno Stato e più comunità per arte e ricerca
(Rubbettino, 2013).
GABRIELLA NAPOLITANO
Nasce a Monza nel 1979, vive e lavora tra Perugia e Catania.
Dal 2006 espone in numerose collettive e personali. La sua
co.
Dal 2013 collabora alla direzione artistica dell’Ares Film
& Media Festival, Siracusa. È cultore della materia in
Linguaggi e tecniche dell’audiovisivo presso l’Accademia
Statale di Belle Arti di Catania.
ANTONIO NICASO
(Caulonia, 1964) è un giornalista, scrittore, ricercatore e
consulente italiano, uno dei massimi esperti di ‘ndrangheta
a livello internazionale. Tiene corsi estivi di storia della
questione meridionale e storia delle organizzazioni criminali
per post laureati al Middlebury College (Vermont, USA). È
autore di diversi libri tra cui alcuni bestseller internazionali
che sono stati tradotti in diverse lingue. Nel 1995 ha pubblicato
a”, un libro che per la prima volta ha introdotto
e spiegato il concetto di partenariato criminale. Vive e lavora
in Nord America. È componente dell’International Advisory
Council dell’Istituto italiano di Studi Strategici Nicolò
co del Nathanson
Centre on Transnational Human Rights, Crime and Security,
all’Università di York (Canada). Nel 2012 è stato nominato
condirettore del Centro di Semiotica Forense presso il Victoria
College dell’Università di Toronto.
LUIGI MICHELE PERRI
E’ nato a Rogliano nel 1950, giornalista e scrittore.
Fondatore dei giornali “Il Bruscolo”, “Rostema” e la “Piazza”,
co-fondatore di una delle prime emittenti radiofoniche
calabresi “Radio Gamma”. Scrive per diversi quotidiani. Alla
ne degli anni ottanta dirige il periodico della “Fondazione
Guarasci”. Il prestigioso sodalizio dei “Liberi scrittori
a
per la Calabria. Vincitore di numerosi e prestigiosi premi
letterari, fra gli altri il “Raimondo Manzini”, il “Fausto
Gullo” e nel 2011 vince il premio, con pubblicazione a cura
dell’ERI dell’opera Il monocolo, NarreRAI. Vice segretario
nazionale UGL dipendenti RAI. Consigliere e assessore al
comune di Rogliano. All’unanimità, da diciassette sindaci
del comprensorio del Savuto, viene eletto Presidente della
società mista “Presila cosentina”.
VITTORIO PIO
che e
corrispondente delle più importanti manifestazioni
artistiche e culturali italiane e internazionali. Come
rma nel settore cronaca e spettacoli ha pubblicato
per il “Quotidiano della Calabria” e per il “Quotidiano
della sera”, per “la Repubblica”, “il Giornale”, “Rockstar”,
è Letterario
Catanzaro e responsabile contenuti del portale “Nuovi
Talenti RAI”, RadionRelevisione Italiana. Si è occupato
cio stampa
per Associazione Culturale Jonica (Festival Rumori
Mediterranei Jazz), “Ruggero Pegna Show-Net”, “Armonie
D’Arte Festival”, Teatro Politeama Catanzaro (progetto La
grande musica per il cinema), Teatro San Carlo di Napoli
(progetto singolo), “La Notte Piccante a Catanzaro edizioni
2009/2010”, “Transumanze Sila Festival”, “Squilibri Editore”,
“Catanzaro Jazz Fest”, “Tarantella Power”, “Main Street
Festival”, “Serrasuoni”, “Radici Sonore Festival”, “Tropea
Teatro Fest”, “Sonorità Perdute”, “Perturbazioni Sonore”.
FRANCO PIPERNO
sico.
Professore di Struttura della materia, insegna Astronomia
visiva all’Università della Calabria. È stato con Toni
Negri fondatore di “Potere Operaio”. È stato assessore alla
Comunicazione presso il Comune di Cosenza. Ha scritto
Lo spettacolo cosmico. Scrivere il cielo: lezioni di astronomia
(Derive Approdi, 2007).
PIETRO POLLICHIENI
Ha 27 anni e si occupa della parte legale e amministrativa
di “20lin.es”, portale che si rivolge a tutti gli amanti della
scrittura e della lettura. Unisce scrittura collettiva e lettura
interattiva per innovare la creazione di un racconto. Il
progetto nasce interamente in Italia dalle idee di quattro
co-fondatori, sviluppate insieme a otto collaboratori, tutti
di età compresa tra i 24 e i 26 anni. Il debutto in versione
Alfa di 20lin.es è avvenuto durante il Salone Internazionale
del libro di Torino.
ROSELLA POSTORINO
Scrittice, cresciuta a San Lorenzo al mare (IM) e vive
a Roma. Ha esordito con il racconto In una capsula
nell’antologia Ragazze che dovresti conoscere, Einaudi Stile
libero, 2004, ha pubblicato alcuni racconti e anche un saggio
di critica letteraria, Malati di intelligenza (nell’antologia
Duras monamour 3, Lindau, 2003). Il suo primo romanzo,
La stanza di sopra, uscito a febbraio 2007 per Neri Pozza
nalisti del Premio
Strega e ha vinto il Premio Rapallo Carige Opera Prima e
il Premio Città di Santa Marinella. Collabora con le pagine
romane del quotidiano “La Repubblica” e scrive su “Rolling
Stone”. Nel 2009 pubblica per Einaudi L’estate che perdemmo
Dio e nel 2013 Il corpo docile.
MONS. LUIGI RENZO
Vescovo di Mileto – Nicotera – Tropea nel 2007. E’ nato
in provincia di Cosenza nel 1947, ordinato sacerdote 1971e
ricoperto numero incarichi. È stato Direttore del periodico
diocesano “Camminare insieme” ed Insegnante di
Religione nelle Scuole Statali, Rappresentante della C.E.C.
per i Beni Culturali presso la Regione Calabria e Consulente
Ecclesiastico Diocesano dell’Unione Giuristi Cattolici.
Collabora con la “Gazzetta del Sud” e con altri periodici.
DAVID RIONDINO
Toscano, classe 1952, ha lavorato dieci anni a Firenze
alla Biblioteca Nazionale. Artisticamente nasce con la
generazione dei cantautori degli anni Settanta: pubblica
dischi e compone canzoni, come “La canzone dei piedi”
e “Ci ho un rapporto”. A Radio Tre conduce la fortunata
trasmissione “Dottor Djembè” insieme a Stefano Bollani.
In Teatro con Dario Vergassola, Piergiorgio Odifreddi,
Milo Manara. Contemporaneamente si occupa di progetti
artistici tra i quali: Il Giardino della Poesia a San Mauro
Pascoli, il Francigena Festival. Nel 2006 fonda “L’Accademia
dell’Ottava” progetto che ha come obbiettivo il recupero
della tradizione orale toscana, documentare eventi di
ondere
materiali relativi alle improvvisazioni in versi.
DOMENICO ROMANO CARRATELLI
Nato a Reggio Calabria nel 1941, risiede a Vibo Valentia.
Laureato in Giurisprudenza, svolge la professione di
avvocato. Sindaco di Tropea, è stato eletto consigliere
regionale nel 1980. Rieletto alla IV legislatura, ha fatto
parte delle tre Commissioni permanenti del Consiglio. E’
stato, tra l’altro, Presidente della Commissione per il Piano
no al 1992 e ha presieduto la II
Commissione permanente “Sviluppo economico”. E’ stato
eletto Presidente del Consiglio il 4 maggio 1993, carica
no all’agosto 1994. Dopo l’esperienza
alla Presidenza del Consiglio, nella Giunta Veraldi è stato
nominato Assessore al Turismo. Deputato nel 1996 e
senatore nel 2001, nel II Governo Amato ha ricoperto
l’incarico di sottosegretario di Stato ai Lavori pubblici.
KATIA ROSI
E’ nata a Pordenone, ma vive da diversi anni tra Vibo
Valentia e Roma, dove ha conseguito, “cum laude”, la laurea
in Studi Italiani presso L’Università degli Studi di Roma
“La Sapienza”. In seguito, ha svolto le attività del Corso
di Perfezionamento Annuale “Metodologie narrative
nella didattica” presso l’Università per stranieri “Dante
Alighieri” di Reggio Calabria. Appassionata di lettura e
scrittura, compone testi per documentari e sceneggiature;
dal 2007 collabora come giornalista pubblicista alla sezione
“Teatro ed altre arti” della testata giornalistica on line
dell’Associazione Centro Internazionale Cinemavvenire.
MASSIMO ROSSI
Nato a Cortona (AR) nel 1963, vive e lavora a Panicale
(PG). Dal 1990 è LiberoProfessionista nel campo delle Arti
ci,
di Produzione e Post produzione Televisiva, Aziende
private ed Enti pubblici, come consulente su progetti
usione della comunicazione artistica
(Video,Corti, DVD Interattivi).Docente in Linguaggi e
tecniche dell’audiovisivo presso l’Accademia di Belle Arti
diCatania, Palermo, Perugia, Roma e Venezia.
KAREN SARLO
Nata nel 1973 a Vibo Valentia. Iscritta all’Albo dell’Ordine
dei Giornalisti della Calabria, oggi è Redattore Ordinario
presso la sede Rai della Calabria. E’ consigliere professionale
del direttivo del Sindacato dei Giornalisti della Calabria. Dal
1998 al 2003 è stata responsabile della Comunicazione
esterna della Camera di Commercio di Vibo Valentia. Dal
1998 al 2001 è stata membro del Collegio Integrato presso la
Corte d’Appello di Catanzaro per i ricorsi del Consiglio
Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti. Ha ricoperto il ruolo
di Direttore Responsabile del settimanale “La Provincia di
Vibo Valentia”. Ha collaborato con le seguenti testate:
l’inserto Sud de “Il Sole 24 Ore”; “Il Quotidiano della
Calabria”; "il Domani della Calabria”; la rivista “Mediterraneo” edita dalla SACAL Airport di Lamezia Terme; il
periodico “Obiettivo Calabria” della Camera di Commercio
di Catanzaro; È stata Redattore nelle tv “RK" e "Video
Calabria”. Dal gennaio 2003 al settembre 2004 ha svolto la
funzione di capo ufficio stampa della FIP – Cisal nazionale.
CONCETTA SCHIARITI
E’ giornalista professionista dal 2004. Il suo mondo è la
comunicazione in tutte le sue forme. Muove i suoi primi
passi nel settore giornalistico scrivendo per varie testate
regionali e nazionali, tra cui “La Stampa”. Poi, a Roma, si
ascinare dalla radio, lavora in Rai per 8 anni, ed
oggi sta scoprendo la Tv a 7Gold. Per Bazar cura la rubrica
“Migrazioni”: dal Terzo Mondo raccontando le iniziative
italiane all’estero, le vicende di italiani all’estero, storie
di stranieri in Italia, l’idea è quella di creare un network
intercontinentale di informazioni.
MARIA SERRAO
Attrice nota al grande pubblico per essere stata più volte
protagonista sul piccolo e sul grande schermo. Formatasi
al Teatro Stabile di Genova, è stata allieva di Gian Maria
Volontè, Marco Sciaccaluga, Marcello Bartoli, Egisto
Marcucci, con alle spalle esperienze di studio e lavoro con
Grotowsky, Julian Beck e il Living Teathre, Le Coq, Le
Breton.
VITTORIO SGARBI
Nato a Ferrara l’8 maggio 1952. È funzionario storico dell’arte direttore coordinatore – assegnato alla
Soprintendenza ai beni artistici e storici di Venezia. Saggista
e conduttore televisivo. Ha svolto l’insegnamento di storia
delle tecniche artistiche presso l’Università di Udine
a
presso l’Università di Bologna (1974-1978). Collabora
con “Bell’Italia”, “Il Giornale”, “L’Espresso”, “Panorama”,
“Restauro & Conservazione”, “Oggi”, “Arte e Documento”.
MARIO SPAGNUOLO
Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Vibo
Valentia.
TOMMASO STRAMBI
Ha iniziato giovanissimo a raccontare quanto gli succedeva
intorno. A 16 anni ha ideato e condotto su Radio Incontro
Pisa la trasmissione “Scuola e dintorni”, poco dopo
ha iniziato a collaborare con La Nazione. Laureato in
Giurisprudenza a Pisa, dopo il Master in Comunicazione
eri di Firenze, è entrato
con uno stage a La Nazione e ha lavorato nelle redazioni
di Lucca, Pistoia, Viareggio, Montecatini, Firenze, Pisa,
La Spezia, quindi alla redazione cultura e spettacoli di
cio centrale de
“La Nazione”. A febbraio 2008 è stato nominato vice
capocronista a Firenze, dal novembre 2009 è responsabile
della redazione di Siena. Da questo osservatorio privilegiato
ha potuto osservare, seguire e studiare tutta la delicata
vicenda che sta coinvolgendo, ancora oggi, il Monte dei
Paschi. Autore del volume I compagni del Monte (Cantagalli
Edizioni, 2013)
VITO TETI
E’ ordinario di Etnologia presso la Facoltà di Lettere e
a dell’Università della Calabria, dove ha fondato
e dirige il Centro di Antropologie e Letterature del
Mediterraneo. I percorsi della costruzione identitaria, il
motivo della melanconia e della nostalgia, l’antropologia
dei luoghi e dell’abbandono, il rapporto antropologialetteratura sono al centro della sua scrittura. È autore di
ci e ha realizzato numerosi documentari
ci in Calabria e in Canada per conto della Rai. Tra
le sue pubblicazioni si ricordano: Le strade di casa. Visioni
di un paese di Calabria, in collaborazione con S. Piermarini
(Mazzotta, 1983); La razza maledetta. Origini del pregiudizio
antimeridionale (Manifestolibri, 1993); La melanconia del
vampiro. Mito, storia, immaginario (Manifestolibri, 1994,
a, mito
n. ed. aggiornata 2007);
e realtà dell’alimentazione mediterranea (Meltemi, 1999);
Il senso dei luoghi. Memoria e vita dei paesi abbandonati
(Donzelli, 2004); Storia del peperoncino (Donzelli, 2007);
Pietre di pane. Un antropologia del restare (Quodlibet,
2011). Il suo ultimo libro Il patriota e la maestra (Quodlibet,
nalisti del Premio Tropea 2013.
SIMONE TOSONI
Docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore; 2003
Dottorato in Sociologia e Metodologia della Ricerca
Sociale presso l’Università Cattolica di Milano; 2010
Ricercatore confermato in Sociologia dei Processi Culturali
e Comunicativi presso la Facoltà di Sociologia. Autore
che, ha pubblicato diversi
libri: Nuovi media e ricerca empirica (2011), Identità
virtuali. Comunicazione mediata da computer e processi di
costruzione dell’identità personale (2004), Creature simili.
Il dark negli anni ottanta (Agenzia X, 2013) con Emanuela
Zuccalà.
MICHELE TRIMARCHI
E’ Professore Ordinario di Analisi Economica del Diritto
all’Università di Catanzaro “Magna Graecia”. Insegna nei
più importanti corsi post-lauream in gestione della cultura,
ci dei corsi “Cultural Projects
for Development” (ILO-ONU, Torino) e “Arts and Cultural
Skills for Managers” (LUISS, Roma). E’ stato consulente
di numerose pubbliche amministrazioni per il ridisegno
di legislazione in materia culturale. E’ socio fondatore
di ECCOM (Centro Europeo per l’Organizzazione e il
Management Culturale).
ARCANGELO BADOLATI
E’ nato nel 1966, giornalista professionista, laureato in
Giurisprudenza, è caposervizio del quotidiano “Gazzetta
del Sud”. È componente del Centro di documentazione e
oso dell’Università della Calabria
e docente presso l’ateneo al Master sull’Intelligence. Ha
collaborato con “Il Tempo” di Roma, “L’Indipendente”
di Milano e l’Agenzia giornalistica Italia (Agi). È autore,
inoltre, con Marisa Fallico, di “Nera di Calabria” una delle
trasmissioni televisive più seguite della regione. Negli
ultimi anni, oltre al premio Internazionale “Custodi della
memoria” (2011) e al Premio “Luigi Malafarina” per il
giornalismo (2012), ha ricevuto due riconoscimenti speciali
(2010 e 2011) dall’Associazione Nazionale Polizia di Stato
per le inchieste giornalistiche condotte negli ultimi sedici
anni.
GIACOMO BATTAGLIA
Attore, cabarettista, imitatore, nasce a Reggio Calabria nel
1965. La consapevolezza di possedere uno spiccato talento
artistico lo spinge a cimentarsi nelle prime esibizioni in
pubblico. Nel ‘90, notato dal regista Pier Francesco Pingitore
durante la direzione del programma di Rai2 “Stasera mi
butto”, viene ingaggiato dal “Bagaglino”, compagnia del
“Salone Margherita” di Roma. Gli anni successivi, sono un
susseguirsi di presenze televisive, cinema e tanto teatro.
MARIA POMPEA BERNARDI
Medico di origini calabresi con una lunga esperienza nel
campo della organizzazione dei servizi ospedalieri maturata
nell’Azienda Universitaria di Parma, si è insediata alla guida
dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Vibo Valentia.
ALESSANDRO BESSELVA AVERAME
Si occupa di musica da una quindicina d’anni. Lo ha fatto
a lungo sulle pagine del “Mucchio” e ora è approdato a
“Rumore”, dove è coordinatore redazionale. Ha inoltre
tradotto e scritto libri per Arcana, casa editrice con cui
ha pubblicato e Lunatic, analisi dei testi dei Pink Floyd
uscita nella collana Text.
FRANCESCO BEVILACQUA
Francesco Bevilacqua è un “cercatore di luoghi dimenticati”.
Quando qualcuno gli chiede cosa fa nella vita risponde:
“curo una malattia epidemica in Calabria, l’amnesia dei
luoghi. Ma lo faccio con metodi naturali: libro, foto,
lmati, narrazioni”. Descrive il suo modo di viaggiare
come “stanzialità errante”. I suoi mezzi prediletti sono le
nati dall’esperienza della natura e della
montagna, dallo studio e dalla lettura. Sui temi dedicati
alla riscoperta dei parchi, del viaggio, del paesaggio,
delle bellezze naturali calabresi e sulla loro percezione in
narratori e viaggiatori ha scritto quattordici libri. Altri tre li
ha dedicati al rapporto tra uomo e natura.
ALESSANDRO BIANCHI
Nato a Roma nel 1945, è un urbanista, politico e docente
governo Prodi. Dopo la laurea in Ingegneria Civile
all’Università La Sapienza di Roma nel 1970, ha proseguito
la sua carriera in ambito accademico e dal 1987 al 1994 è
cazione del territorio.
Dal 1995 è titolare della cattedra di Urbanistica presso la
facoltà di Architettura dell’Università “Mediterranea” di
Reggio Calabria, dove è stato rettore dal 1999 al 2007.
CATERINA CALABRESE
co “Galileo Galilei”
di Lamezia Terme, è stata trasferita a Lamezia dal Liceo
co di San Giovanni in Fiore dove ha prestato
servizio in qualità di incaricata per quattro anni e, ancor
prima aveva diretto il Liceo di Vibo Valentia per un anno.
Autrice del volume Il Castello di Arena. Storia, arte e cultura
(Pubblisfera, 2012).
MARIO CALIGIURI
E’ nato a Soveria Mannelli il 28 settembre 1960. Professore
associato confermato di pedagogia della comunicazione
all’Università della Calabria, dove dall’anno accademico
1996/97 insegna comunicazione pubblica. Professore
datario alla Facoltà di Scienze della Comunicazione
dell’Università “La Sapienza” di Roma. Collabora con la
Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione (per
la quale ha diretto il Corso di Eccellenza “Comunicare lo
sviluppo”). Presidente della Fondazione “Italia Domani”.
Iscritto all’Albo dei giornalisti dal 1980, ha svolto attività
di consulenza sulla comunicazione presso istituzioni
pubbliche e private. E’ stato coordinatore del Gruppo di
lavoro nazionale sulla Comunicazione Pubblica dell’Anci
(Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia). Per la
Rubbettino editore dirige le collane “Comunicazione
pubblica” e “Intelligence e comunicazione”. E’ autore di
che. Già sindaco di
Soveria Mannelli, è attualmente Assessore alla Cultura della
Regione Calabria.
LORENZO CAPELLINI
Genovese dal 1958 al 1964 vive a Londra dove inizia
l’attività di fotografo. Collabora a giornali e riviste inglesi
ne del
a
industriale (Pirelli, ENI, MAS, ecc.) nella moda (Amica,
Gioia, Novità, Vogue), nell’architettura e arredamento
Arte, Casa Amica, Interni). Dal 1974 al 1986
Lorenzo Capellini si trasferisce a Venezia con l’incarico di
fotografo della Biennale di Venezia. Nel 2013, all’interno del
Salone del Libro di Torino viene presentato il libro Autunno
in Calabria (Minerva Edizioni, 2013) con testo di Marina
Valensise.
BARBARA CASINI
Cantante, chitarrista e cantautrice, da più di 30 anni si
usione della musica popolare
brasiliana. Ha collaborato con importanti personaggi della
scena jazz (e non solo) italiana e internazionale, ha guidato
varie formazioni con le quali ha inciso una ventina di cd
che comprendono sia brani di sua composizione, come il
che
dell’opera di grandi autori come CaetanoVeloso (2003),
Jobim (2004), Chico Buarque (2007), Gilberto Gil (2011),
ne interessantissime commistioni di generi, come il
disco “Vento” (2000), inciso insieme a Enrico Rava con
un’orchestra da camera (Accademia Filarmonica della
Scala), e “Agora Tá” (2012) con una big band (Orchestra
Jazz della Sardegna), entrambi questi ultimi con gli
arrangiamenti di Paolo Silvestri.
LUCA CASTELLI
Nasce a Torino nel 1976 e dalla seconda metà degli anni
Novanta si occupa di musica, Internet, società e dei relativi
intrecci. Nel 2009 ha pubblicato La musica liberata, storia
dei 10 anni che hanno rivoluzionato la fruizione musicale.
Collabora regolarmente con “La Stampa” e cura i blog Il
Pozzo di Cabal e Spotirama.
PIER VIRGILIO DASTOLI
E’ nato ad Anzio (Roma) nel 1949.E’ stato assistente
parlamentare di Altiero Spinelli alla Camera dei Deputati
ed al Parlamento europeo dal 1977 al 1986. E’ consigliere
della Commissione Europea ed è attualmente distaccato
presso la Presidenza della Conferenza dei Presidenti
delle Regioni e delle Province Autonome. E’ membro del
Comitato Centrale del Movimento Federalista Europeo,
del Consiglio Nazionale dell’Associazione Italiana per
il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa e del
Direttivo Internazionale del CIFE. E’ stato nominato
Commendatore al Merito della Repubblica dal Presidente
Napolitano “motu proprio”.
ENZO DE LIGUORO
Attore reggino, ha interpretato ruoli di spessore in pièces
teatrali insieme a Geppy Gleijeses, Giorgio Albertazzi,
Ugo Pagliai, Philippe Leroy, Paola Gassman ed altri grandi
nomi della scena italiana. Collabora con il Teatro Stabile di
iasos Teatro Natura di
Roma, e ha scritto – insieme a Sista Bramini – lo spettacolo
cile formazione di un
giovane cresciuto nella Napoli degli anni ’70-’90.
CESARE DE MICHELIS
Nasce nel 1943. Insegna Letteratura italiana moderna e
Studi Novecenteschi. È presidente della Marsilio Editori.
Ore”. Ha pubblicato Letterati e scrittori nel Settecento
veneziano
Contraddizioni nel Decameron (1984),
Fiori di carta (1990),
(2008),
Moderno antimoderno
erana
2010),
Italiano, Ritratto di Ippolito Nievo (2012).
CRISTINA DE STEFANO
E’ giornalista e scrittrice. Vive e lavora a Parigi come scout
letteraria per molte case editrici di tutto il mondo. I suoi
libri Belinda e il mostro.Vita segreta di Cristina Campo
(Adelphi, 2002) e Americane Avventurose (Adelphi, 2007),
sono stati tradotti in francese, tedesco, spagnolo e polacco.
MONICA DEMURU
Diplomata in recitazione e attiva in teatro dalla metà
degli anni ‘90 con Alfonso Santagata, Derevo, Krypton
aello
Sanzio. Sviluppa un percorso di ricerca sulla vocalità
trasversale tra musicalità pura e attenzione drammaturgia.
cati:
jazz italiano, canzone pop d’autore, sperimentazione di
musica contemporanea, pratica autorale di composizione,
creazione di spettacoli e performance per il teatro. Eventi
musicali e radio - AE DI con Ferruccio Spinetti e Petra
Magoni, Costruzione con Barbara Casini e Gabriele
Mirabassi, Borda con Letizia Renzini, Ranuccio con
Ares Tavolazzi, Blastula con Cristian Calcagnile, B.B. per
Radiotre Rai.
DOMENICO DI FRANCIA
Nato a Vibo Valentia nel 1969, ha frequentato l’Istituto
Statale d’Arte. Diplomato, si trasferisce a Roma e
successivamente in Sud America dove collabora con
l’Accademia di Belle Arti di Bogotà. Rientrato a Vibo,
inizia la collaborazione con l’Accademia di Belle Arti Fidia
e il Liceo Artistico “Domenico Colao”, dove, attualmente,
insegna. Vive tra Vibo Valentia e Nantes; nella città
francese collabora con l’Istituto di Cultura franco-italiana
e l’associazione culturale “Le café du cinéma”.
SETTIMIO FERRARI
Nasce ad Amantea nel 1958. Editore, giornalista, critico
d’arte, è iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Calabria
dal 1988 ed è socio del Circolo della Stampa Pollino Sibaritide. E’ legato da sempre al mondo associazionistico:
co “Autofocus” di Rossano,
Vice Presidente Nazionale e Segretario Regionale dell’Anaf
che) dal 1988 al
1990. Scrive e collabora per testate locali e nazionali.
GIANFRANCO FERRARO
Nasce a Vibo Valentia nel 1975. Vive tra Vibo Valentia e
a
lm
“Un mondo d’amore” di Aurelio Grimaldi e dei corti: “Solo
i sogni sono veri” di Francesco Di Leva e “Giganti” di
a del corto “Furio Camillo”
dell’emergente regista Giuliano Picciotto. Riceve nel 2010
ed Italian Photographer) e nel 2013 il QEP
ed European Photographer). Fotografa per ENI
(Versalis il calendario 2013, con il progetto Welcome into
my work.
GILBERTO FLORIANI
Direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese una delle
caci realtà culturali della Calabria, Polo Regionale
della Lettura che promuove da anni il coordinamento di
oltre 120 biblioteche con tutti i servizi ad esse associati. Ha
care le biblioteche
ondere la pratica della lettura. Dirige la
Collana di edizioni dei classici della civiltà calabrese ed ha
curato numerose pubblicazioni per divulgare e valorizzare
la storia e la cultura del territorio. Come operatore culturale
promuove e realizza annualmente numerosi eventi – mostre,
convegni, incontri con autori, recital, concerti – che vedono
cati artisti e intellettuali italiani.
Collabora attivamente alla realizzazione delle principali
iniziative culturali provinciali e regionali (Settimana
delle biblioteche, Fiera Internazionale del libro di Torino,
Galassia Gutenberg, Premio Nazionale Letterario Tropea).
E’ stato presidente dell’Associazione Italiana Bibliotecari
ca
dal Premio Tropea, del Consiglio di Amministrazione
del Centro per il Libro e la Lettura, della Commissione
nazionale biblioteche pubbliche dell’AIB. Insieme con
Pasqualino Pandullo condivide la responsabilità della
direzione artistica del Tropea Festival Leggere&Scrivere.
ELENA FONGA
Nata a Reggio Calabria nel 1986, attrice di teatro e cinema.
Ha recitato nel cortometraggio “Fuoritempomassimo”
di Alberto Gatto, ha condotto l’evento “Cinema sul
Mediterraneo” in Calabria.
MARIO FORTUNATO
Nato a Cirò nel 1958 è scrittore e giornalista. Nel 1988,
il suo esordio narrativo con Luoghi Naturali. Dal 2000 al
2004 dirige l’Istituto italiano di cultura a Londra. Nel 2007,
ca
nale del Premio Strega e vince il Premio
Mondello e Super Mondello. Autore del volume Il viaggio
a Paros (Bompiani, 2013).
RAFFAELE GAETANO
Giornalista, autore e curatore di originali programmi
di divulgazione culturale per la radio e la televisione, è
direttore artistico di importanti rassegne di letteratura e
a. Noto a livello internazionale per il fondamentale
contributo dato allo studio del sublime leopardiano con il
monumentale Giacomo Leopardi e il sublime (Rubbettino).
SANTO GIOFFRÈ
E’ nato a Seminara. Collabora con diversi giornali della
Regione e con riviste specializzate. E’ vincitore di diversi
premi letterari; è stato insignito di medaglia d’oro per il
Premio Nazionale alla Cultura nel 2002. Cinque anni dopo
riceve il Premio per la Personalità Europea per la Cultura.
Diverse sono le pubblicazioni: Il Terribile Flagello, Gli
Spinelli e le Nobili Famiglie di Seminara, quindi Leonzio
Pilato (Rubbettino, 2005), Artemisia Sanchez (Mondadori,
2001) – romanzo storico ispirato ad una storia vera della
ne ‘700, a cui deve la notorietà e dal quale è
ction televisiva in 4 puntate trasmessa
da Rai Uno -“La Terra Rossa” (Rubbettino, 2010).
NICOLA GRATTERI
(Gerace, 1958) è un Magistrato, Procuratore aggiunto
della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria.
Attualmente è uno dei magistrati più conosciuti della DDA.
Impegnato in prima linea contro la ‘Ndrangheta, vive sotto
scorta dall’aprile del 1989. Ha partecipato a programmi
televisivi di Raitre per la presentazione dei suoi libri:
Fratelli di sangue, La Malapianta e La giustizia è una cosa
seria dove ha evidenziato come alcuni piccoli cambiamenti
(senza grossi costi) possano far ridurre drasticamente gli
inconvenienti connessi alla tr
che
e all’uso strumentale delle intercettazioni. Nel novembre
2011 ha pubblicato assieme ad Antonio Nicaso
a fa
schifo, e nel 2013 per Mondadori Acqua Santissima.
JACOPO GREGORI
Nasce a Rieti nel 1982, vive e lavora tra Perugia e Catania.
Dal 2005espone in diverse collettive e personali in Italia
anca allaricerca pittorica l’uso
co. Dal 2013 collabora alla direzione
artistica dell’Ares Film & Media Festival, Siracusa. È cultore
della materia in Linguaggi e tecniche dell’audiovisivo presso
l’Accademia Statale di Belle Arti di Catania.
MANUEL GRILLO
Editore per passione e tradizione delle edizioni Settecolori.
Dall’inizio del Duemila, dopo l’immatura scomparsa del
suo fondatore e animatore Pino Grillo, ha proseguito
l’attività della casa editrice seguendo l’insegnamento
paterno: radunare intorno a una sigla editoriale autori e
testi, di saggistica e di narrativa, che potessero raggrupparsi
nel nome di un pensiero non conformista, contribuendo
a tracciare il percorso di un pensiero libero, sganciato
dalla dicotomia ideologica destra-sinistra o dalla triade
liberismo-marxismo-capitalismo nel campo politico,
economico e sociale.
EZIO GUAITAMACCHI
Giornalista, scrittore, musicista, autore e conduttore
radiotelevisivo, è fondatore del mensile specializzato JAM,
direttore del Master in Giornalismo e Critica Musicale
presso il CPM di Milano e direttore artistico dei Festival
internazionali “Just Like A Woman” e “Milano Guitar
Festival”. Ha diretto collane di libri musicali per Arcana
(dal 1995 al 1999) e per Editori Riuniti (dal 2000 al 2007)
ed è autore di numerosi saggi. Dal 2005 è la voce rock più
autorevole di LifeGateRadio. Propone in tutta Italia serate
di parole e musica (Acoustic Cafe) e spettacoli in cui
racconta (tra suoni e visioni) la grande storia del rock.
ANTONELLA LATTANZI
E’ nata a Bari nel 1979 e vive a Roma. Laureata in lettere
moderne, collabora con varie case editrici in veste di
traduttrice, editor e correttrice di bozze. Scrittrice e lettrice
appassionata crea storie leggendo i grandi classici. Alle
spalle ha una raccolta di racconti Col culo scomodo. Non
tutti i piercing riescono col buco (Coniglio Editore, 2004)
e il racconto Testa di rinoceronte. Devozione (Einaudi Stile
libero, 2010) è il suo primo romanzo.
GIORGIO LAURO
Nato a Milano nel 1968 è un conduttore radiofonico. Inizia
la sua carriera a 18 anni, lavorando per l’emittente milanese
Radio Popolare alla trasmissione “Barsport”.Dal 1997, passa
alla RAI, dove, per 4 anni, è inviato di Caterpillar. Dal
2000, inizia a condurre “Catersport”, trasmissione sportiva.
Autore con Claudio Sabelli Fioretti del libro A Piedi, edito
da Chiarelettere. A settembre 2008 e febbraio 2009, oltre
a “Catersport”, conduce, con lo stesso Sabelli Fioretti, per
una settimana, il programma di Radio2 “La Mezzanotte
di Radio2 - La prima volta”. Dal 2009 conduce, con Sabelli
Fioretti, su Radio2 Rai “Un giorno da pecora”.
PIERLUCA LIBRA
Nasce a Catania nel 1980, vive e lavora a Catania. È docente
ca computerizzata, web
design e video editing settori nei quali ha alle spalle diverse
pubblicazioni. Dal 2009 approfondisce la ricerca nel campo
a e della video-arte ed espone in diverse
mostre.
ROSANNA LIOTTI
Nata nel 1982, nel 2006 ha conseguito la Laurea in Lettere,
indirizzo Orientale, presso l’Università “La Sapienza” di
Roma, con una tesi in Lingua e Letteratura Turca. Nel 2012
consegue il Master in Mediazione Culturale e Religiosa
cia Salesiana di Roma. Da tempo
collabora con diverse associazioni dislocate sul territorio
calabrese che si occupano di stranieri, svolgendo attività di
mediazione culturale.
LUIGI M. LOMBARDI SATRIANI
E’ nato 1936 a San Costantino di Briatico. Docente di
Antropologia Culturale nelle università di Messina e Napoli,
di Storia delle Tradizioni Popolari all’Università della
Calabria e di Etnologia all’Università “Sapienza” di Roma.
Ha insegnato anche presso università straniere prestigiose
per gli studi antropologici: ad Austin in Texas (USA) e a
San Paolo (Brasile); e in Europa ad Amsterdam, Parigi,
Stoccolma, Valladolid. È stato Senatore della Repubblica
nella XIII Legislatura (dal 1996 al 2001) e ha preso parte
alla Commissione Cultura Senato e alla Commissione
osa e sulle altre realtà
criminali. Ha ricoperto inoltre il ruolo di presidente
dell’Associazione per le Scienze Etnoantropologiche
(AISEA) e nel 2004 ha fondato e diretto “Voci. Semestrale
di Scienze Umane”. Autore di numerosi volumi, collabora
che e con quotidiani italiani
di livello nazionale.
VITTORIO MACIOCE
Caporedattore de “Il Giornale” . E’ cresciuto ad Alvito, un
piccolo paese tra Sora e Cassino, nel versante laziale del
Parco Nazionale d’Abruzzo. Quando può continua a seguire
la narrativa, soprattutto quella americana. E’ convinto
che incroci e crocicchi siano il posto più interessante per
osservare il mondo
MAURIZIO MARCHETTI
Nasce a Messina nel 1953 . Nel cinema, esordisce nel 1989
lm Visioni private con la regia di Ninni Bruschetta
e Francesco Calogero. Ha recitato in moltissime serie
televisive tra le quali “La squadra” nel 2000, “Il commissario
Montalbano” nel 2005, “Butta la luna” nel 2005, “La vita
rubata” nel 2007. Nel 2008 è nel cast della prima serie di
a - Palermo oggi”. La notorietà sul piccolo
schermo arriva con l’interpretazione del personaggio di
Michele Greco nella fortunata serie televisiva “Il capo dei
capi”(2007).
STEFANO MARELLI
E’ nato nel 1970 e vive a Sagno. Ha fatto il benzinaio, il
turista, l’oste e il giornalista. Oggi fabbrica sottotitoli per la
TV svizzera. Altre stelle uruguayane (Rubbettino, 2013) è il
suo primo romanzo.
MARIA TERESA MARZANO
Esperta di comunicazione e
pubbliche
relazioni,
artistico della stagione teatrale di Vibo Valentia e di
numerosi festival musicali. Responsabile del sito di Vibo
Valentia per Magna Graecia Teatro. Ha lavorato per
numerose aziende tra le quali il Gruppo Coin come event
manager.
MARIA PIA MASÈ
Geologa.
ALBERTO MICELOTTA
Nasce a Torino nel 1957. È speaker pubblicitario e di
documentari, doppiatore di programmi per ragazzi, attore
co, producer di video musicali e
trasmissioni televisive, montatore, autore di sceneggiature
e audio editor, regista di spettacoli teatrali, documentari
e cortometraggi. Ha partecipato come attore alle ultime
produzioni cine-televisive di Giulio Base, Antonio Frazzi,
Giuliano Montaldo, Marco Tullio Giordana. Trasferitosi
recentemente a Vibo Valentia, presta la sua voce al Sistema
Bibliotecario Vibonese per alcuni progetti attualmente in
fase di realizzazione e lavora alla preparazione artistica del
suo primo lungometraggio.
FERNANDO MIGLIETTA
Nasce a Squinzano nel 1950. Architetto, urbanista, artista
e critico d’arte, si è occupato della città come “entità e
immagine emblematica” di una cultura nella prospettiva
di una integrazione delle arti. Ha realizzato e ideato con
il suo laboratorio “Città della arti” numerosi progetti di
urbanistica, design e architettura.
FABIO MOLLO
Classe 1980, laureato nel 2002 in storia del cinema presso
la University of East London e nel 2007 si è diplomato in
a di Roma.
Con il suo primo cortometraggio, “Troppo vento” (2003),
ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Ha inoltre seguito un
laboratorio di sceneggiatura con Gabriel García Márquez
nalista al premio Solinas. La sua opera
prima “Il Sud è niente” è stata accolta con molto entusiasmo
all’anteprima mondiale nella sezione Discovery del Toronto
Film Festival.
NUNZIO MASSIMO NIFOSÌ
Nato nel 1967. Ha studiato storia del cinema e del teatro
presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Ha seguito
lmdocumentario, 75’, “Piero Guccione”. Nel 1992 ha iniziato
a scrivere e dirigere i primi cortometraggi presentati in
essi sulla pietra”,
mediometraggio in 35mm, presentato in concorso nei più
importanti festival indipendenti. Nel 1995 ha realizzato il
cortometraggio “Intervista a Godard” presentato come
evento speciale alla Mostra del Cinema di Venezia dello
stesso anno. Sue produzioni sono state recensite da testate
giornalistiche quali “La Repubblica”, “Il Corriere della Sera”,
“Liberazione”, “Biennale News”, “La Sicilia”, “Gazzetta del
Sud”, “Il Giornale di Sicilia”.
FRANCO OLIVA
Giornalista professionista dal 1973. Ha lavorato presso
numerose testate quotidiane e periodiche, anche con
compiti direzionali (Secolo XIX, Mattino di Padova,
Tribuna di Treviso, Nuova Venezia, Espansione, Successo,
Lettera Europea, L’opinione). Ha vissuto e operato per
lunghi periodi all’estero (Washington, Bruxelles, Madrid).
E’ stato consulente per la comunicazione, in particolare
quella basata su Internet, di Ministeri, di Regioni e del
Senato della Repubblica.el sito
LANFRANCO PACE
Nato a Fagnano Alto nel 1947 è un giornalista e scrittore
italiano. A Torino, nel 1969 entra in “Potere Operaio” e
rapidamente ne diviene uno dei massimi dirigenti. Nel
1979, fonda con Franco Piperno, Paolo Virno e Lucio
Castellano, “Metropoli”, rivista in dialogo critico con l’area
dell’Autonomia. Coautore con Lucio Castellano e Cristina
Cocchioni del libro La fabbrica nel sud. Il mercato del lavoro
a Cassino dopo l’insediamento Fiat (Lerici, Cosenza, 1978).
Nel 2008 è stato conduttore del programma televisivo “Otto
e mezzo” assieme ad Alessandra Sardoni. Attualmente è
opinionista politico per il quotidiano “Il Foglio”.
LUCA PALAMARA
Nasce nel 1969. Magistrato, dal 2008 al 2012 presidente
dell’Associazione Nazionale Magistrati (il più giovane che
l’Associazione nazionale magistrati abbia mai avuto), di
cui era già segretario generale. Esponente della corrente
Unicost, giunta con Md e Movimento.
BENEDETTA PALMIERI
E’ nata a Napoli nel 1973, dove scrive e lavora. Ha collaborato
con “Il Mattino” e la rivista “L’isola”, ha pubblicato Un
Due Tre Stella (Pironti Editore); la si può seguire su
benedettanapoli.net. Con I Funeracconti (Feltrinelli, 2011)
nalisti del Premio Tropea 2013.
PASQUALINO PANDULLO
Nato a Tropea nel 1958, giornalista professionista dall’86,
ha lavorato per tre anni al quotidiano “Oggisud”. Risiede
a Cosenza dove, dal gennaio del 1988, lavora presso la
redazione calabrese della Rai: da qui, contribuisce spesso
alle edizioni dei radio e telegiornali delle testate nazionali
dell’emittente pubblica. Ha insegnato “Tecnica degli
audiovisivi” in un corso di perfezionamento post lauream
in metodologie dell’Informazione e della Comunicazione,
istituita nel 1997 dall’Università della Calabria. E’ stato il
Presidente calabrese dell’UCSI (Unione Cattolica Stampa
Italiana) dal 1996 al 1998, assumendo numerose iniziative
lo deontologico dell’attività
giornalistica. E’ il presidente dell’ Associazione culturale
aticati” e Patron del Premio Tropea
Letterario Nazionale.
ANTONIO PREZIOSI
Nasce a Taranto nel 1967, è un giornalista e scrittore italiano.
Dal 2009 è Direttore di Radio Uno e del Giornale radio Rai.
Dall’aprile 2010 a settembre 2011 è stato anche direttore ad
interim della testata “Gr Parlamento”. In qualità di inviato
speciale del Gr segue da dieci anni l’attività della Presidenza
del Consiglio dei ministri. È autore di numerosi articoli e
riviste, ed è stato ospite e relatore in svariate conferenze,
tavole rotonde e trasmissioni televisive. Nel 2010 è stato
per il giornalismo
radiofonico. Insegna comunicazione politica e politiche dei
media presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione
cia Salesiana di Roma e al
laboratorio di giornalismo radiotelevisivo dell’Università
degli Studi e della Scuola di giornalismo della Basilicata.
Collabora con università ed istituti di specializzazione
co della
Fondazione Italia USA. Autore del libro Radiocronaca di
una crisi (RAI-ERI,2013).
MARIA PRIMERANO
E’ medico cardiologo presso l’Azienda Ospedaliera
di Catanzaro. Pianista classica, si diploma presso il
Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria. Giornalista,
collabora con il quotidiano “La Gazzetta del Sud”, curando
le pagine di spettacolo e cultura. Appassionata d’arte,
tiene conferenze, concerti, ed è guida all’ascolto delle
opere liriche come nel foyer nel teatro di Catanzaro, città
in cui vive. Autrice del libro L’anello stregato di Mozart.
Divertissement (Pironti Editore, 2012)
FRANCESCA PROCOPIO
E’ una visual designer specializzata nel campo della
ca. E’ art director presso la home
gallery “Lo Studiolo”, all’interno della quale è collocato il
suo studio creativo. Fa parte di un team di professionisti
che operano sul territorio nazionale ed internazionale
nel mondo della comunicazione visiva. Nel corso della
sua attività professionale riceve diversi riconoscimenti,
nel 2013 viene premiata con n° 1 silver e n° 2 bronze ai
Nikon Professional Awards. Nel mese di settembre (2013)
co intitolato “Ad Opera d’arte”
è stato pubblicato su Photo World Magazine, la rivista di
a più letta in Cina edita dalla agenzia di stampa
cinese Xinhua New Agency.
LOREDANA REMOLO
Nata a Vibo Valentia nel 1981,vive a Pizzo dove opera
come incisore, pittrice e body painter. Nel 2005 realizza per
la Chiesa dell’Immacolata di Pizzo quattro grandi opere
gurano gli Evangelisti. nel 2009 viene scelta per il
Premio Concorso d’Incisione sulla Vita e le Opere di San
Paolo, a Torrita di Siena. Nel 2012 è selezionata per un
casting con il progetto “Guarda come divento un Di-Segno”
attraverso una performance di Body Art –Cinecittà Roma.
Nello stesso anno viene scelta con la performing art per il
I° premio del Festival della Creatività Ecosostenibile Art &
Co di Pizzo (VV)
FLORINDO RUBBETTINO
E’ amministratore unico della Rubbettino Industrie
che ed Editoriali, gruppo che opera nel settore
a. È docente
di Editing nel Corso di Scienze della Comunicazione
all’università del Molise e vice-presidente nazionale dei
ndustria, con delega alla
direzione della rivista “Qualeimpresa”.
ATTILIO SABATO
Nato nel 1957 è giornalista professionista, componente
del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e dirige
il network televisivo “Teleuropa”. Ha collaborato con la
cattedra di Antropologia Culturale all’Università della
Calabria, ha diretto i quotidiani “La Provincia Cosentina”
e “Il Domani di Cosenza”, collabora con l’agenzia Ansa e
il quotidiano la “Gazzetta del Sud”. Ha diretto l’emittente
televisiva Rete Alfa e ha collaborato con la testata
giornalistica “Telemontecarlo”. Autore di molti volumi tra i
quali Codice Rosso (Pellegrini, 2012) insieme ad Arcangelo
Badolati.
CLAUDIO SABBIONE
Laureato in Archeologia Classica ha iniziato l’attività in
ri.
Nel 1973 è diventato Ispettore della Soprintendenza alle
no al 2010. In tale periodo ha
diretto scavi a Crotone, Gioia Tauro, Rosarno, Vibo Valentia,
Tropea, Casignana, Locri, in questo sito è stato direttore del
Museo Archeologico Nazionale dal 1977 al 2010. Collabora
tuttora ad attività di ricerca e di allestimento museale della
Soprintendenza ai Beni Archeologici della Calabria.
CLAUDIO SABELLI FIORETTI
Nasce a Vetralla nel 1944. Giornalista, scrittore e blogger.
Nel 1968 è assunto a Panorama, comincia la sua carriera
da professionista, che lo porta a dirigere “ABC” (dal
1974), “Panorama Mese”, “Sette”, “Cuore” e “Gente Viaggi”.
Dopo aver lavorato a “La Repubblica”, “Tempo Illustrato”,
“L’Europeo” e “Secolo XIX”, dal 1999 inizia il suo rapporto
lavorativo con il “Corriere della Sera” che lo porterà a curare
le interviste del settimanale “Corriere della Sera Magazine”,
per passare poi a “La Stampa”. Editorialista di “Io donna”,
Sabelli Fioretti ha anche scritto molti libri. Dal 2009
conduce su Radio 2 Rai, con Giorgio Lauro, la trasmissione
“Un giorno da pecora”.
GENNARO SANGIULIANO
E’ nato a Napoli nel 1962 è un giornalista e scrittore
italiano, vicedirettore del Tg1 dal 2009. È stato direttore
del quotidiano “Roma” di Napoli dal 1996 al 2001
e successivamente, prima del suo ingresso in RAI,
vicedirettore del quotidiano “Libero”. Scrive anche per
il settimanale “L’Espresso” e per le pagine culturali de
“Il Sole24Ore”. Nel 2003 ha vinto il Premio “Francesco
Bruno” per la saggistica economica e meridionalista.Il 23
sico Nicola Cabibbo,
il Premio Guido Dorso. Il 6 settembre 2009 ha ricevuto il
”,
sezione Giornalismo. Nel 2013 Premio “PelagosPrize” per
il giornalismo culturale.
PIERO SANSONETTI
Nato a Roma nel 1951, è un giornalista italiano. È stato
vicedirettore e condirettore de “L’Unità”, direttore di
“Liberazione” e ha collaborato per il quotidiano “Il
Riformista”. Dal 24 luglio 2010 è direttore del quotidiano
d’informazione regionale “Calabria Ora”.
CARMELO STRANO
losofo, critico delle arti visive.
Professore ordinario di Estetica e, per titolarità, di Storia
dell’Arte Contemporanea all’Università di Catania. Nel
corso di circa 40 anni ha pubblicato su architettura, design,
a, cinema. Ha collaborato per
parecchi anni ai quotidiani “Il Sole 24 Ore”; “Il Tempo”
(in entrambi quale titolare di rubrica di “estetica del
quotidiano”); “La Repubblica”; “Corriere della Sera”, e a
diversi periodici italiani e stranieri. E’ titolare della rubrica
settimanale De Gustibus sul quotidiano “La Sicilia”. Nella
seconda parte degli anni ‘70 ha fondato e diretto la rivista
“Presenze” e, con Pierre Restany, “Natura Integrale”,
periodico plurilingue sull’ecologia della sensibilità,
uso.
SALVATORE STRIANO
E’ nato a Napoli nel 1974, durante un periodo di reclusione
nel carcere di Rebibbia ha frequentato corsi di recitazione,
appassionandosi al teatro, soprattutto shakespeariano.
Ha esordito al cinema grazie al regista Matteo Garrone,
lm “Gomorra”, tratto dal bestseller di Roberto Saviano. Dopo alcuni anni è ritornato in
veste di attore a Rebibbia, dove ha interpretato il ruolo da
lm dei fratelli Taviani “Cesare
deve morire”. Nel 2013 interpreta il ruolo di Vincenzo De
ction di Canale 5 diretto da Alexis Sweet “Il
clan dei camorristi”.
GENNARO TARALLO
Architetto, è amministratore unico di “Asmenet Calabria”,
sigla della società consortile che riunisce l’80% dei
comuni calabresi e che da quattro anni lavora per la loro
informatizzazione. Il Centro Servizi Territoriale “Asmenet
Calabria” è una struttura di aggregazione studiata per
risolvere non solo i problemi dei piccoli Comuni, termine
con cui di solito si intendono i comuni con meno di 5.000
abitanti, ma di tutte quelle realtà medio piccole che si
rontare esigenze di scarsità
nanziarie, mancanza di infrastrutture. “Asmenet
Calabria” cerca di garantire a queste realtà adeguato accesso
ci dell’Informatizzazione.
ANTONELLA TARPINO
Formazione storica, ha pubblicato il volume Sentimenti del
passato. La dimensione esistenziale del lavoro storico (La
Nuova Italia, 1997), e con G. De Luna e M. Meriggi Il corso
di storia per le scuole medie superiori. La scena del tempo
(Paravia, 2003). Ha curato, con V. Teti, Il paese che non c’è
(Communitas, 2011). Per Einaudi ha pubblicato
e
della memoria. Case, rovine, oggetti quotidiani (2008) e
Spaesati. Luoghi dell’Italia in abbandono tra memoria e
futuro (2012).
FABIO TASSONE
Studioso della congregazione dei certosini, è dottore di
ricerca in Scienze del libro. È stato anche bibliotecario
e archivista presso l’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace e
bibliotecario all’Università della Calabria. È attualmente
direttore del Museo della Certosa di Serra S. Bruno, dove
aiuta i visitatori ad avvicinarsi alla vita ed alla spiritualità
dei monaci. Ha pubblicato Certosini a Serra S. Bruno. Nel
silenzio la comunione (2009).
LUIGI TASSONI
Semiologo, critico e storico della letteratura, è professore
ordinario all’Universitá di Pécs, in Ungheria, direttore
del Dipartimento di Italianistica e dell’Istituto di
Romanistica. Dei suoi 34 volumi di saggistica ricordiamo:
i due libri su Mattia Preti (Moretti e Vitali, 1989 e 1990),
Finzione e conoscenza (Lubrina, 1989), Poeti erotici del
Settecento italiano (Mondadori,1994), Sull’interpretazione
(Rubbettino, 1996), e editi da Carocci: Senso e discorso nel
testo poetico (1999), Caosmos. La poesia di Andrea Zanzotto
(2001), e La memoria familiare. Due letture incrociate:
Giuseppe Tomasi di Lampedusa e PéterEsterházy (2007),
Il Viaggiatore visibile. Come leggere i romanzi (2008), la
cura e il commento di Ipersonetto di Andrea Zanzotto
(2001), le Rime e prose proibite di Bertola (2003); editi da
Achetipolibri, L’angelo e il suo doppio. Sulla poesia di Sandro
Penna (2004), Lezione di poesia (2010), Comunicazione e
mediazione (2013), e la cura del volume Petrarca europeo
(2008). Redattore di numerose riviste internazionali,
membro dell’Accademia ungherese delle Scienze, è
presidente della Società Dante Alighieri, comitato di Pécs,
e consigliere culturale dell’Istituto Italiano di Cultura di
Budapest. Dirige i seminari internazionali interdisciplinari
di Pécs.
ANNAMARIA TERREMOTO
Prestigiosa giornalista Caporedattore della Sede Regionale
Rai Calabria. Ha ricevuto, nella sua lunga carriera,
numerosi premi e riconoscimenti.
MARINA VALENSISE
Direttore dell’Istituto italiano di cultura a Parigi.Giornalista,
lavora al “Foglio” dal 1996, ha scritto per “Panorama”, “Il
Giornale”, “Io Donna”, il settimanale “A”, e “Vanity Fair”.
E’ stata fra gli autori di Terra!, il settimanale del Tg5. Ha
scritto un libro su Sarkozy (Mondadori, 2007), curato
l’edizione italiana di vari saggi di François Furet, Il sole sorge
a Sud. Viaggio contromano da Palermo a Napoli via Salento
(Marsilio, 2012) e Autunno in Calabria (Minerva Edizioni,
2013) con Lorenzo Capellini presentato all’interno del
Salone del libro di Torino.
ALDO VARANO
Giornalista professionista, ha svolto il suo impegno
professionale tra la Calabria, soprattutto Reggio, e
Roma. Nato a Riolo Terme (Ra). E’ scritto all’albo dei
giornalisti professionisti dal 1987 dopo essere stato a lungo
la Pci, Pds, Ds
n dall’inizio nell’area più riformista di quel
movimento. In Calabria, dopo l’esperienza di Paese Sera,
ha fatto l’editorialista e il notista politico per il “Giornale
di Calabria”. Per oltre 20 anni ha lavorato per “L’Unità” e ha
collaborato a programmi televisivi nazionali. Ha pubblicato,
tra l’altro (in collaborazione con Agatino Licandro) La città
dolente (Einaudi) e, in collaborazione con il leader del
movimento antiracket e antiusura del paese, Tano Grasso,
Il Pizzo (Baldini e Castoldi) oltre al Il divario che non c’è
(Memoria) oltre a un saggio sulla ’ndrangheta in un volume
collettaneo edito da Laterza.
CORRADO VASQUEZ
Corrado Lorenzo Vasquez nasce a Siracusa nel 1981,
vive e lavora a Catania. Dal 2006 coltiva la passione per
a e per il video. Un suo reportage diventa la
copertinadel n°10 di “Witness journal”; ha realizzato
videoclip per musicisti come Hugo Race, Martasui tubi,
Cesare Basile, Paolo Benvegnù e altri. Recentemente
ha collaborato comeoperatore di camera al primo
lungometraggio di Alessandra Pescetta, “Nightless City”.
VALTER VECELLIO
Giornalista del Tg2, di cui è vice-caporedattore, e direttore
del giornale telematico “Notizie Radicali”, è iscritto al
Partito Radicale dal 1972, è stato componente del Comitato
Nazionale, della Direzione, della Segreteria Nazionale.
E’ stato direttore responsabile del settimanale satirico “Il
Male”. Collabora come editorialista e commentatore a
numerosi giornali e riviste.
MARCELLO VENEZIANI
Nasce a Bisceglie nel 1955. Giornalista e scrittore italiano.
Giornalista professionista dal 1982, all’età di 26 anni,
la direzione del gruppo editoriale Ciarrapico-Volpe-La
no al 1987. Collabora
con “Il Messaggero”, “La Repubblica”, “La Stampa”, il
“Secolo d’Italia”, “L’Espresso”, “Panorama”, “Il Mattino”, “La
Nazione”, “Il Resto del Carlino”, “Il Giorno” e la “Gazzetta
del Mezzogiorno”. Redattore del giornale radio RAI di
mezzanotte, prende parte a vari programmi televisivi e da
vent’anni collabora come commentatore della RAI.
EMANUELA ZUCCALÀ
Nata nel 1972, lavora per “Io Donna” del “Corriere della
Sera”. Scrive cronache italiane, inchieste sociali, storie di
emarginazione. E’ stata più volte nei Paesi dell’ Est europeo
per realizzare dei reportage. Con Legambiente, nel 2006,
ha viaggiato in Bielorussia e a Chernobyl per raccontare la
vita e i sentimenti delle persone a vent’anni dal disastro. Ha
scritto diversi libri, tra cui: Risvegliato dai lupi, Sopravvissuta
ad Auschwitz su Liliana Segre, fra le poche superstiti italiane
della Shoah (entrambi edizioni Paoline), Creature simili. Il
dark negli anni ottanta (Agenzia X, 2013) insieme a Simone
Tosoni.
ANTONINO ZUMBO
lologia e della tradizione
classica presso l’Università di Messina. Dal 1998 a tutt’oggi
insegna anche Letteratura Classica presso l’Università
per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria, della
quale è Pro-Rettore vicario. Autore di un centinaio di
pubblicazioni nel campo della tradizione manoscritta e
dell’edizione di testi greci in frammenti ellenistici e tardoantichi, ha curato - con Ida Mastrorosa - per la Carocci
ca e tecnica
in Grecia e a Roma (2003), e la pubblicazione di ‘Atti di
Convegni’ sulla medesima tematica, su problematiche
linguistiche e dialettali dell’Italia Meridionale e sul teatro
antico e moderno.