meggiorini a mc “Da piccolo sognavo di diventare un pompiere. Ora

Commenti

Transcript

meggiorini a mc “Da piccolo sognavo di diventare un pompiere. Ora
CAMPIONATO ITALIANO SERIE A TIM
domenica 02.11.14 - 10^ giornatA
numero
meggiorini a mc
“Da piccolo sognavo
di diventare un pompiere.
Ora invece voglio infiammare
ogni gara che gioco” Pag. 5-7
top sponsor
fornitore esclusivo
top sponsor
official team bus
SPOnsor tecnico
sede uff.le ritiro estivo
SPOnsor ufficiale
05
settore giovanile
L’orgoglio di Marco Fioretto:
“Forti come gli anni scorsi
con un Bottagisio in più”
Pag. 21
SPOnsor ufficiale
SPOnsor ufficiale
partner istituzionale
fornitori ufficiali
style partner
official training center
media partner
C
M
Y
CM
MY
CY CMY
K
hospitality partner
radio ufficiale
partner esclusivo
web partner
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
bentegodi
& dintorni
Il punto della situazione
Tempo di Halloween, tempo di spiriti. È coincisa
con le prime gare del nuovo Chievo targato Maran la ricorrenza della festività celtica mutuata
dai nordamericani e di rimbalzo tornata in Europa. Un’atmosfera da brividi che ben si presta a
descrivere il clima delle sfide che i gialloblù sono
chiamati a disputare nella speranza di recuperar
posizioni in classifica. Dopo Genoa e Palermo,
affrontate rispettivamente domenica e mercoledì scorsi, ecco materializzarsi quest’oggi al
TEAM MONDO CHIEVO:
EDITORE:
Coordinamento Amici del Chievo
NUOVO CENTRO FISIOTERAPICO
E SPORTIVO
AMBULATORI
GINNASTICA
POSTURALE
PISCINA, ACQUAGYM,
PREPARTO IN ACQUA
DIRETTORE RESPONSABILE:
Marco Sancassani
CONDIRETTORE:
Paolo Sacchi
IDEAZIONE e COORDINAMENTO:
Simone Fiorini
CREATIVITà ed IMPAGINAZIONE:
MO.DA Comunicazione
www.modacomunicazione.com
COLLABORATORI:
Angela Borruto,Dino Guerrini,
Gian Pietro Panareo, Marco Sancassani,
Paolo Sacchi
FOTOGRAFI:
Roberto Gandolfi, Renzo Udali
AMMINISTRATORE:
Coordinamento “Amici del Chievo”
FISIOTERAPIA
FITNES, CORSI DI
YOGA, FISIOPILATES
PALESTRA
STATISTICHE A CURA DI:
Ufficio Stampa A.C. ChievoVerona
e Alessandro Longo
STAMPA: Mediaprint
Testata registrata presso il Tribunale di Verona col nr. 1850 del 7 ottobre 2009
Anno 6 - Numero 12 del 2 novembre 2014
Bentegodi il Sassuolo - già corsaro lo scorso
anno - in attesa di ricevere tra sette giorni il Cesena. Tutte, tranne forse i liguri, probabili dirette
concorrenti nella corsa alla salvezza. Dolcetto o
scherzetto quindi l’inevitabile quesito posto al
Chievo e ai suoi tifosi? Senza dubbio dolce è
stata la prima parte del debutto in panchina del
tecnico trentino, scherzoso per non dir beffardo
ne è stato il finale. Quello visto all’inizio contro i
rossoblù è stato un Chievo restituito a sé stesso:
desideroso di giocare e volitivo nel ricercare il
risultato, le cui trame di gioco sono state ben
surrogate dall’atavico ricorso all’orgoglio, allo
stimolo personale, alla voglia di crederci sempre
di cui proprio Rolando Maran è più che valido
traghettatore. Ahinoi, il cinismo dell’avversario e
il dazio dell’uomo in meno, hanno però trasformato un possibile successo in una rimonta patita, dando ancor più corpo nei tifosi più sensibili
ai fantasmi della bassa classifica. Ma ora Halloween è passato e l’unico spirito ad aleggiare
sul Bentegodi e dintorni dovrà essere per tutti
quello di rivalsa.
INDICE:
I protagonisti_pagine 05-07
Ciak si gioca_pagina 09
La classifica_pagina 11
Le rose_pagine 12-13
C’era una volta_pagina 17
ChievoVerona gallery_pagina 19
Chievopedia_pagina 22
Il settore giovanile_pagina 23
Rivolgendoti al centro Atlante troverai il medico dello sport,
l’ortopedico, il fisioterapista, l’osteopata, il fisiatra, il posturologo
e gli esperti fitness e pilates più qualificati a definire il tuo
programma riabilitativo personalizzato o il percorso posturale
ideale e ad accompagnarti nelle attività utili a migliorare o
ripristinare la tua efficienza motoria.
Sarai seguito da un team di grande esperienza nell’applicazione
delle più moderne tecniche diagnostiche e terapeutiche che,
coadiuvato dalla disponibilità delle più avanzate apparecchiature,
ti consiglierà la fisioterapia o la ginnastica in palestra più
adeguata alle tue esigenze o indicata dal tuo medico.
La potenza della fibra
liberata in aria
Vieni a conoscerci e a visitare il centro: in Atlante sarai sempre
accolto con entusiasmo perché tu possa sentirti a tuo agio ed
essere motivato ad affrontare il percorso verso il tuo benessere
e la tua salute fisica.
Contattaci oggi stesso:
Atlante S.r.l.
Strada Bresciana, 14 - 37139 Verona - Tel. +39 045 2061676
www.centroatlanteverona.it
pagina 02
Tel: 045 9200030
Email: [email protected]
Web: bit.ly/mylink-super-wifi
mylink.indd 1
30/10/14 09:14
marco sancassani
A.C. CHIEVOVERONA
1929
Fondazione dell’Opera
Nazionale Dopolavoro (O.N.D.) Chievo
1931/35
Partecipa al campionato
“Liberi” affiliato alla F.I.D.A.L.
1935/48
Partecipa ad alcuni tornei
prima di sospendere le
attività. Nel 1948 assume
la denominazione di
A.C. Chievo
1948/51
Seconda Divisione Veneta
1951/59
Prima Divisione Veneta
1959
Alla nascita della Lega
Nazionale Dilettanti la FIGC cambia la denominazione ai
campionati: la Prima
Divisione diventa Seconda
Categoria
1959/60
Seconda Categoria.
Assume la denominazione di Cardi Chievo
1960/63
Prima Categoria Veneta
1963/65
Seconda Categoria Veneta
1965/67
Prima Categoria Veneta
1967/69
Seconda Categoria Veneta
1969/70
Prima Categoria Veneta
1970/75
Promozione Veneta.
1975
Promozione in Serie D
1975/80
Serie D. Nel 1981 assume
denominazione
Associazione
Calcio Paluani Chievo
1981/86
Campionato Interregionale
Nel 1986 cambia
denominazione in
Associazione Calcio Chievo.
1986
Promozione in Serie C2
1986/89
Serie C2
1989
Promozione in Serie C1
1989/94Serie C1. Nel 1990 assume
la denominazione attuale di
Associazione Calcio
ChievoVerona
1994
Promozione in Serie B
1994/2001 Serie B
2001
Promozione in Serie A
2001/07
Serie A
Nel 2002-03 partecipa alla Coppa UEFA. Nel 2006-07
partecipa al terzo turno
preliminare di Champions’
League e quindi ancora alla
Coppa UEFA
2007/08
Serie B. Promosso in Serie A.
Vince la Coppa “Ali della Vittoria”
2008
Promozione in Serie A
2008/13
Serie A. Nel 2009 il Chievo
festeggia gli 80 anni di storia
02.02.12 Pellissier primo
calciatore del Chievo a
raggiungere tra i professionisti il
traguardo dei 100 gol.
2014/15
13^ stagione in
Serie A
marco sancassani
pagina 03
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
i protagonisti
riccardo meggiorini
bertima.it
APOSTOLICOADV.IT
A tu per tu coi giocatori gialloblù
Si può dubitare di ciò che diciamo
ma si crederà a ciò che faremo
“Quando ero bambino il mio sogno era fare il vigile del fuoco.
C’è un perché, ed è legato alla
mia famiglia. Quando avevo sette anni, ci fu un grosso incendio
nell’azienda agricola dei miei genitori. Intervennero immediatamente i pompieri e riuscirono a
spegnere le fiamme, impedendo
che si propagassero all’abitazione. Senza il loro aiuto sarebbe
stato impossibile salvare la nostra casa. Così diventarono immediatamente i miei eroi, tanto da
sognare di poterli emulare quando
sarei diventato grande. Poi, è chiaro, che per me fare il calciatore è
aver coronato un sogno. A dire il
vero è stato un desiderio che
ho maturato col tempo: da
bambino non pensavo che
nella mia vita avrei fatto il
giocatore di calcio, o comunque non era in cima alla lista
delle mie aspirazioni. Poi con gli
anni, giocando con i ragazzini
della mia età, mi sono accorto di
avere delle qualità. Segnavo tanti
gol e ho iniziato a sognare di poter
diventare un professionista.
Calcisticamente parlando più che pompiere sei un incendiario: il ruolo di attaccante,
quello che segna i gol, in fondo rappresenta colui che infiamma le partite.
Fondamentalmente è così, ed è quello che
vorrei fare sempre in campo. In carriera, se
escludiamo qualche partita giocata da esterno a Cittadella e, andando a ritroso nel tem-
Una reputazione di leader
conquistata ogni giorno sul campo
grazie a macchine affidabili,
performanti, sicure ed innovative.
La più ampia gamma di macchine
trinciatrici sul mercato per
soddisfare ogni tipo di esigenza,
in tutto il mondo. Per l’utilizzatore
hobbista e per il più severo
degli utilizzatori professionali.
Il nostro lavoro noi
lo sappiamo fare bene.
Di noi ci si può fidare.
Via Musi, 1/A-3 - 37042 Caldiero (VR) - ITALIA
Tel. 045.6139711 - Fax 045.6150251 - [email protected]
BERTI
pagina
04- Pagina AFORISMI LAVORO - 210 x 297.indd
1
Casa dolce casa. Potrebbe essere questo il
motto di Riccardo Meggiorni, nato a Isola
della Scala e tornato a Verona per verstire
la maglia del Chievo dopo una carriera che
l’ha portato in giro per l’Italia. Dal vivaio
dell’Inter fino all’esordio nella massima
divisione, per poi confrontarsi con il calcio della Serie C e ripartire in un’ascesa
che lo ha visto attraversare le piazze di
La Spezia, Pavia, Cittadella, con cui ha
conquistato la promozione tra i cadetti.
Le diciotto reti nella stagione 2008/09 in
serie B gli sono valse il ritorno in A con
il Bari. Poi ancora Bologna, Novara e
Torino prima dell’arrivo a Veronello
l’estate scorsa e proseguire in Serie A col Chievo una carriera importante. Se però diventare un
calciatore professionista è il principale sogno di tanti bambini, per
Meggiorini in realtà era solo al
secondo posto.
23/05/2014 12:40:34
paolo sacchi
po ancora all’epoca delle squadre giovanili, ho
sempre ricoperto questo ruolo. E ora voglio
dare il mio meglio con la maglia del Chievo.
A proposito di maglie, il tuo curriculum
professionistico si è aperto con addosso
una divisa piuttosto illustre.
Sì, quella dell’Inter, con cui ho debuttato in serie
A: probabilmente giocare quella gara è finora
la più grande emozione della mia carriera.
In quella partita di dieci anni fa
a Cagliari in campo al tuo fianco c’erano Adriano, Stankovic,
Zanetti…
Avevo diciotto anni: giocare quella volta anche solo per dieci minuti al fianco
di grandi campioni è stata un’emozione
davvero unica. L’allenatore era Mancini.
Sono stato il primo giovane lanciato da lui
nella sua carriera da allenatore nerazzurro.
L’Inter ti ha lanciato ma poi l’hai poi castigata giocandole contro.
In effetti contro l’Inter ho segnato più di
una volta, tra cui una doppietta l’anno
scorso. Si vede che porta bene. Anche
se il gol che ricordo più volentieri in
carriera è quello che ho segnato con
il Bari, al San Nicola, contro la Juventus, nel campionato 2009/10.
C’erano sessantamila persone
allo stadio: inutile dire che è un
emozione incancellabile segnare davanti a un pubblico
così.
Quest’anno davanti a
te c’è una nuova sfida: per la salvezza
serviranno anche
le tue reti.
Qui al Chievo mi
auguro
davvero di re-
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
i protagonisti
riccardo meggiorini
presenta
IL MARCHIO DI GARANZIA
Lo troverai su tutti i prodotti Paluani:
sarà il vero distintivo di riconoscimento
della qualità delle materie prime che utilizziamo
e del nostro rispetto per l'ambiente.
Scopri le nostre videoricette sempre nuove
e condividile con gli amici su paluani.tv
pagina 06
scarica l’app
Paluani
.
i
o
n
r
e
p
r
Oggi
e
p
i
n
a
m
Do
i!
l
g
i
f
i
r
t
s
o
in
galare soddisfazioni a tutti, società e tifosi.
Segnare un gol all’esordio è stata una grande gioia. Anzi, andare a rete dopo cinque dal
mio ingresso in campo è stato fantastico. Il
rammarico è che non sia servito a battere
l’Empoli. Comunque indipendentemente da
chi segna, l’importante è che la squadra conquisti i tre punti.
Hai vissuto in tante città e tante regioni: Lombardia, Liguria, Veneto, Piemonte,
Puglia e Emilia Romagna, oltre al Veneto, naturalmente. Essere calciatore offre
l’opportunità di scoprire l’Italia.
La possibilità di conoscere posti, città e persone differenti è l’aspetto più bello dell’essere
calciatore. Scoprire stili di vita, cultura e modi
di vivere differenti è davvero stimolante. Di
solito si pensa che occorra viaggiare in altri
Paesi o continenti lontani per vivere esperienze differenti. Invece anche in Italia ogni
luogo ha peculiarità uniche. Dalla mentalità al
cibo, per non dire del modo di vivere e vedere il calcio. Gli aspetti sono tanti ed è bello
scoprirli tutti quando è possibile. Devo essere
però onesto: quando viaggio o sono lontano
alla fine penso sempre a casa. Alla campagna
in cui sono nato e al lago, dove adoro vivere.
Certo che il lesso con la pearà in effetti
è unico...
Ma no, a casa mia si mangia il risotto all’isolana!
Giusto: Isola della Scala, la fiera del riso…
La verità è che mia madre è talmente brava
a cucinarlo che lo fa persino meglio di quello
della fiera. Il risotto fatto in casa ha qualcosa
di speciale. Poi in più mia madre è una numero uno.
Hai 29 anni, sei nel pieno della maturità
agonistica: ti sei dato degli obiettivi?
Sono una persona che è abituata a pensare
al “noi” prima dell’io, dunque il risultato della
squadra per cui gioco viene prima di tutto.
L’obiettivo non può che essere quello di mantenere la categoria. Conquistare la salvezza
del Chievo è dunque il prossimo traguardo
che spero di raggiungere: seguendo le indicazione del mister e giocando di squadra potremmo farcela.
Come immagini la tua vita post calciatore?
Difficile rispondere. Spero ovviamente di giocare ancora a lungo però poi vorrei fare qualcosa al di fuori del mondo del calcio. Dove
vivrò? Non credo in città. Sono nato in campagna e mi è sempre piaciuta la tranquillità. E
poi sono innamorato del lago. Abito a Lazise
da quattro anni e adoro quel posto, in tutte
le stagioni. Mi piacerebbe continuare a vivere
lì oppure in campagna vicino ai miei genitori.
A fare cosa, non saprei… È una vita che man-
gio sempre fuori, e quindi sono affascinato
dal mondo della ristorazione, dei ristoranti. Mi
piace mangiare bene, dunque chissà…
Dei tuoi ex o attuali compagni con chi hai
rapporti più stretti?
Soprattutto con Daniele Padelli e Matteo Rubin. Sono stati miei compagni al Torino e a
loro sono molto legato. Ci sentiamo spesso,
è un’amicizia che va aldilà della professione.
Quali sono i tuoi interessi fuori dal calcio?
L’elenco è lungo. Prima praticavo il motocross. Poi ho capito che era troppo pericoloso per abbinarlo alla professione di calciatore
dunque l’ho sostituito con la bici da corsa. Ne
ho un paio a casa e quando ho un pò di tempo mi metto in sella. D’estate praticamente
ogni giorno: mi piace davvero tanto.
Quindi in questi giorni se qualcuno vede
sfrecciare un ciclista dalle parti di Lazise,
potrebbe essere Riccardo Meggiorini?
No, dai, sfrecciare no. Sono uno che pedala
tranquillo. In ogni caso un calciatore non ha la
gamba da ciclista. Inoltre adoro anche giocare
a biliardo. In estate passo la sera a giocare:
non mi rendo nemmeno conto del tempo che
passa.
In ritiro sfidi i compagni?
Macché, non c’è nessuno in grado di giocare
con me! Il fatto è che ho imparato a giocare
molto bene in questi anni. Il biliardo non è
solo una questione di mira. Non si tratta solo
di mandare la palla in buca: è questione di tattica. L’ho capito negli anni. Ho avuto maestri
d’eccezione e ho conosciuto diversi giocatori
di grandi qualità. Giocare contro chi disputa i
principali tornei consente di imparare e migliorare tantissimo.
pagina 07
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
S C O P R I L A N U O VA I M M A G I N E C I T R E S
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
ciak, si gioca!
u.s. sassuolo
L’avversaria come dentro un film
N u o v i ,
b e l l i ,
c o l o r a t i
e … s e m p r e
p i ù
b u o n i !
La 63^ squadra iscritta alla massima divisione in rappresentanza della più piccola città
(40mila abitanti) non capoluogo di provincia
dai tempi del Dopoguerra escludendo il Chievo espressione di una frazione di Verona. E
ancora, l’ultima matricola arrivata nell’elite del
calcio nostrano a distanza di otto anni dal
Treviso. Sono queste alcune delle curiosità
legate alla scalata in dieci anni del Sassuolo
partito dalla serie C2. Sempre e comunque
producendo un gioco dinamico e divertente anche a costo di incassare qualche rete
di troppo. Il gioco, inteso come sistema ma
anche come voglia di imporsi a prescindere
dall’avversario, è stato e continua a essere
il marchio di fabbrica con cui la compagine
guidata da Eusebio Di Francesco ha saputo
conservare su filo di lana la categoria e l’arma su ancora puntare per mantenerla, magari
con meno patemi. Dopo un avvio di torneo in
sordina con all’attivo quattro punti frutto di
altrettanti pareggi ottenuti in sette giornate,
i neroverdi, galvanizzati dall’aver rallentato la
corsa della Juventus, hanno iniziato a scalare
posizioni grazie ai successi su Parma e Empoli.
gian pietro panareo
basilicata coast to coast
Nelle prime tre partite da CT della Nazionale, Antonio Conte l’ha schierato a sorpresa al
centro dell’attacco azzurro venendo ripagato
da eccellenti prestazioni e dal gol realizzato alla Norvegia. Una grande soddisfazione
per Simone Zaza, primo lucano dopo Franco
Selvaggi a indossare la maglia dell’Italia con
l’esclusiva di essere stato il primo marcatore
originario di quella terra. Nato a Policoro, in
provincia di Matera il 25 giugno 1991, a 11
anni entra nel settore giovanile dall’Atalanta.
Con gli orobici esordisce in Serie A nel marzo
2009 contro il Chievo. Da svincolato, nella
stagione 2010/2011 firma per la Sampdoria con cui colleziona due presenze. L’anno
successivo viene girato in prestito alla
Juve Stabia in Serie B quindi al Viareggio in Lega Pro. La sua carriera trova i
primi importanti acuti ad Ascoli. Le 18
reti segnate non bastano a salvare i
marchigiani ma convincono la Juventus
ad acquistarne il cartellino prima cederlo al Sassuolo con la formula della compartecipazione risolta a giugno a favore
dei neroverdi con diritto di riacquisto da
parte dei bianconeri. Centravanti mancino di stampo moderno dotato di un
eccellente bagaglio tecnico è uno degli
attaccanti più promettenti emersi negli
ultimi anni.
l’uomo dei sogni
www.citresgourmet.com
CITRES S.p.A. – Via del Giglio, 19 Bovolone (VR)
pagina 08
casa dolce casa
Foto: R. Gandolfi
Scopri tutte le ricette su
E’ stato il principale artefice dello storico
approdo del “Sasol“ in serie A e della salvezza ottenuta dai neroverdi al loro debutto. Una doppia impresa che è valsa a
Eusebio Di Francesco la riconferma sulla
panchina degli emiliani fino al giugno del
2016. Ex giocatore, fra le altre, della Roma
con la quale ha vinto lo scudetto nel 2001
e della Nazionale, il 45enne tecnico pescarese vive la prima esperienza da allenatore
nel 2008 con il Lanciano in Lega Pro seguita l’anno successivo da quella alla guida
della squadra della propria città culminata con la promozione in serie B. Il buon
campionato disputato con gli abruzzesi ma
soprattutto la proposizione di un calcio
molto tattico ed effervescente ispirato a
quello del suo “maestro” Zeman, gli permettono di raccogliere consensi e estimatori. L’esordio nella massima categoria con
il Lecce non è gratificante. L’esonero non
pregiudica tuttavia la sua nomea di mister
emergente. Abile nel valorizzare i giovani
nel 2012 è ingaggiato dal Sassuolo nell’intento di compiere il grande salto. Missione
che realizza al primo tentativo certificando un proficuo connubio interrotto solo lo
scorso inverno per poco più di un mese,
quando, con la squadra all’ultimo posto,
viene temporaneamente sostituito da Alberto Malesani.
L’allenatore neroverde Eusebio Di Francesco
In occasione della recente sfida con la
Juventus il club presieduto da Carlo
Rossi ha offerto il proprio sostegno e finanziamento all’iniziativa “ Stadio aperto senza barriere”, promossa in accordo
con la Lega di Serie A con lo scopo di
rendere ancor più il “Mapei Stadium“
luogo di aggregazione vivibile e sicuro
nonché opportunità per i tifosi, rimosse
le reti di protezione, di poter assistere
alla partita a contatto con i giocatori in
campo. Rispetto a Juventus e Udinese, le altre due uniche società italiane
con a disposizione un impianto proprio,
l’attuale stadio del Sassuolo con sede a
Reggio Emilia e ufficialmente chiamato
Città del Tricolore, non appartiene al
club ma, dopo l’acquisizione avvenuta
il 5 dicembre 2013, all’azienda del suo
patron, l’imprenditore Giorgio Squinzi,
sponsor e azionista di maggioranza del
club. A inaugurare, nel giorno dell’Immacolata, la prima volta da padroni di casa,
l’incrocio tra neroverdi e Chievo deciso
nella nebbia da Théréau.
pagina 09
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
serie a
tim
Turni e classifiche aggiornati al 29/10/14 - s.s. 2014/15 - 10^ giornata 02/11/14
official
training center
nOVITà 2014
L’Hotel Veronello presenta una novità che renderà felici tutti gli amanti del calcio:
tre nuovissimi campi da calcio e calcetto in erba sintetica di ultima generazione.
In dettaglio, l’Hotel Veronello mette a disposizione di tutti un campo a 11 e
due campi a 5. I campi sono dotati di spogliatoi e impianti di illuminazione e
vantano l’erba sintetica di ultima generazione. La stessa, per esempio, utilizzata anche
dalla Nazionale azzurra su un campo di Coverciano: massimo confort e sicurezza per gli
sportivi di qualsiasi età. Per informazioni e prenotazione dei campi si può telefonare al
numero 045/7235021.
squadra
punti
G
V
N
P
RF
RS
Juventus
22
9
7
1
1
16
4
Roma
22
9
7
1
1
16
4
Milan
16
9
4
4
1
18
12
Sampdoria
16
9
4
4
1
9
5
Udinese
16
9
5
1
3
11
9
Lazio
15
8
5
0
3
15
8
Napoli
15
9
4
3
2
17
12
Inter
15
9
4
3
2
15
10
Genoa
15
9
4
3
2
10
8
Fiorentina
13
9
3
4
2
9
6
Torino
11
9
3
2
4
7
9
Hellas Verona
11
8
3
2
3
9
14
Sassuolo
10
9
2
4
3
10
15
Cagliari
9
9
2
3
4
14
12
Palermo
9
9
2
3
4
9
17
Atalanta
8
9
2
2
5
4
11
Empoli
7
9
1
4
4
10
16
Cesena
6
9
1
3
5
6
15
ChievoVerona
4
9
1
1
7
6
15
Parma
3
9
1
0
8
12
21
Incontri della
10^ giornata
Napoli – Roma – 01/11 ore 15
Empoli – Juventus – 01/11 ore 18
Parma – Inter – 01/11 ore 20.45
Torino – Atalanta – 01/11 ore 15
Sampdoria – Fiorentina – 02/11 ore 15
Udinese – Genoa – 02/11 ore 15
ChievoVerona – Sassuolo – 02/11 ore 15
Milan – Palermo – 02/11 ore 20.45
Cesena – Hellas Verona – 03/11 ore 19
Lazio – Cagliari – 03/11 ore 21
PROSSIMO TURNO
domenica 09.11.2014
Sassuolo – Atalanta – 08/11 ore 18
Sampdoria – Milan – 08/11 ore 20.45
Cagliari – Genoa – 09/11 ore 12.30
Palermo – Udinese – 09/11 ore 15
Juventus – Parma – 09/11 ore 15
Empoli – Lazio – 09/11 ore 15
ChievoVerona – Cesena – 09/11 ore 15
Fiorentina – Napoli – 09/11 ore 18
Inter – Hellas Verona – 09/11 ore 20.45
Roma – Torino – 09/11 ore 20.45
Paloschi premiato
al Galà del calcio
triveneto
Classifica
Marcatori
7 Callejon (Napoli)
È Alberto Paloschi il vincitore gialloblù
del Gala del calcio Triveneto, manifestazione giunta alla sua 14esima edizione
promossa dai giornalisti dell’Ussi (Unione sportiva stampa italiana) e dall’Associazione italiana calciatori.
6 Tevez (Juventus), Honda (Milan)
5 Icardi (Inter), Djordjevic (Lazio),
Cassano (Parma), Di Natale (Udinese)
4 Ekdal (Cagliari), Sau (Cagliari),
Babacar (Fiorentina), Matri (Genoa),
Osvaldo (Inter), Higuain (Napoli),
Destro (Roma), Gabbiadini (Sampdoria),
Quagliarella (Torino)
Il bomber del ChievoVerona sarà premiato lunedì 24 novembre al Teatro Comunale di Vicenza.
Alla cerimonia parteciperanno oltre
500 studenti delle Scuole Superiori, il
presidente dell’Aic Damiano Tommasi, il
presidente onorario Sergio Campana e
l’allenatore della Nazionale italiana Under 21 Luigi Di Biagio.
Via Veronello, 2 - 37011 Calmasino (Verona)
Tel: +39.045.7235021 - Fax: +39.045.7235756
p.iva: 04168910232 - [email protected]
Il giovane attaccante del ChievoVerona
succede al suo ex compagno di squadra
Luca Rigoni, che si era aggiudicato questo riconoscimento l’anno scorso.
Foto: R. Udali
FOOTBALL & HOLIDAY SERVICES SRL
3 Avelar (Cagliari), Pucciarelli (Empoli),
Tonelli (Empoli), Pinilla (Genoa), Vidal
(Juventus), Menez (Milan), Vazquez
(Palermo), Berardi (Sassuolo), Thereau
(Udinese)
Bomber Alberto Paloschi, 2 reti segnate in stagione
pagina 10
2 Boakye (Atalanta), Cossu (Cagliari),
Rodriguez (Cesena), Paloschi
(ChievoVerona), Ionita (Hellas Verona),
Nico Lopez (Hellas Verona), Guarin
(Inter), Hernanes (Inter) ...
pagina 11
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
U.S. Sassuolo
A.C. ChievoVerona
Allenatore: Eusebio Di Francesco
Allenatore: Rolando Maran
25-Bardi Francesco
1-Bizzarri Albano Benjamín
90-Seculin Andrea
Puggioni Christian
34-Biraghi Cristiano
12-Cesar Boštjan
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
10
-16
-
-
-
-
46
-52
10
-
126
5
45
-88
52
-65
-
-
60
-77
32
-
120
4
N°
GIOCATORE
ANNO
PRESENZE
GOL
2014/15
AMM
ESP
MIN
NAZ
N°
PORTIERI
26-Edimar Curitiba Fraga
21-Frey Nicolas Sebastien
5-Gamberini Alessandro
20-Sardo Gennaro
87-Zukanović Ervin
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
78
2
1
-
161
-
2
-
145
7
5
1
360
10
1
-
154
-
309
7
187
8
5
1
23-Birsa Valter
14-Cofie Isaac
56-Hetemaj Përparim
13-Izco Mariano Julio
6-Kupisz Tomasz
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
2
-
9
-
37
2
109
-
4
1
1
-
8
1
48
4
54
3
133
2
221
7
1
-
8-Radovanović Ivan
19-Botta Rubén Alejandro
7-Lazarević Dejan
10-López Maximiliano G.
69-Meggiorini Riccardo
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
2
-
42
1
4
-
19
1
9
1
5
1
1
-
106
1
14
-
20
1
121
30
144
11
ico
staff tecn
Allenatore
in seconda
allenatore
ori tecnici
collaborat
43-Paloschi Alberto
31-Pellissier Sergio
24-Schelotto Ezequiel M.
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
Presenze / reti totali nel ChievoVerona
Presenze / reti totali in serie A
102
30
403
111
3
-
131
35
348
86
126
9
pagina 12
e atletico
preparator
e atletico
preparator
in seconda
ESP
MIN
NAZ
1992
9
-15
0
0
852
ITA
47
CONSIGLI Andrea
1987
8
-14
1
0
760
ITA
1
BIZZARRI Albano Benjamin
1977
0
0
0
0
0
ARG
79
PEGOLO Gianluca
1981
0
0
0
0
0
ITA
90
SECULIN Andrea
1990
0
0
0
0
0
ITA
16
POLITO Ciro
1979
0
0
0
0
0
ITA
PUGGIONI Christian
1981
0
0
0
0
0
ITA
1
POMINI Alberto
1981
1
-1
0
0
99
ITA
DIFENSORI
34
BIRAGHI Cristiano
1992
9
0
2
0
772
ITA
15
ACERBI Francesco
1988
5
1
3
0
478
ITA
12
CESAR Bostjan
1982
5
0
1
0
401
SLO
5
ANTEI Luca
1992
5
0
1
0
470
ITA
3
DAINELLI Dario
1979
9
0
2
0
852
ITA
13
ARIAUDO Lorenzo
1989
2
0
1
0
193
ITA
26
FRAGA Edimar Curitiba
1986
1
0
0
0
11
BRA
20
BIANCO Paolo
1977
0
0
0
0
0
ITA
21
FREY Nicolas Sebastien
1984
8
0
1
0
758
FRA
28
CANNAVARO Paolo
1981
4
0
1
0
293
ITA
5
GAMBERINI Alessandro
1981
2
0
0
0
75
ITA
23
GAZZOLA Marcello
1985
6
0
1
0
475
ITA
20
SARDO Gennaro
1979
3
0
1
0
261
ITA
3
LONGHI Alessandro
1989
3
0
0
0
185
ITA
87
ZUKANOVIC Ervin
1987
5
1
3
0
472
BOS
21
MANFREDINI Thomas
1980
0
0
0
0
0
ITA
31
PELUSO Federico
1984
8
0
4
1
703
ITA
63
BELLOMO Nicola
1991
1
0
0
0
14
ITA
26
TERRANOVA Emanuele
1987
4
0
0
0
382
ITA
23
BIRSA Valter
1986
8
0
1
0
537
SLO
11
VRSALIKO Sime
1992
7
0
1
0
429
CRO
14
COFIE Isaac
1991
9
0
1
0
534
GHA
56
HETEMAJ Perparim
1986
9
0
2
0
852
FIN
8
BIONDINI Davide
1983
8
0
0
0
412
ITA
13
IZCO Mariano
1983
3
1
0
0
257
ARG
33
BRIGHI Matteo
1981
4
0
1
0
156
ITA
6
KUPISZ Tomasz
1990
0
0
0
0
0
POL
6
CHIBSAH Yussif Raman
1993
3
0
0
0
108
GHA
84
MANGANI Thomas
1987
1
0
1
0
48
FRA
4
MAGNANELLI Francesco
1984
9
0
1
0
843
ITA
8
RADOVANOVIC Ivan
1988
8
0
3
1
626
SER
7
MISSIROLI Simone
1986
7
1
0
0
481
ITA
19
TAIDER Saphir Sliti
1992
8
1
2
0
518
FRA
CENTROCAMPISTI
19
BOTTA Ruben
1990
4
0
0
0
175
ARG
attaccanti
7
LAZAREVIC Dejan
1990
5
0
0
0
239
SLO
25
BERARDI Domenico
1994
6
3
1
1
522
ITA
10
LOPEZ Maxi
1984
8
1
1
0
601
ARG
99
FLOCCARI Sergio
1981
5
2
0
0
337
ITA
69
MEGGIORINI Riccardo
1985
5
1
2
0
264
ITA
83
FLORO FLORES Antonio
1983
4
0
1
0
195
ITA
43
PALOSCHI Alberto
1990
8
2
0
0
510
ITA
95
GLIOZZI Ettore
1995
0
0
0
0
0
ITA
31
PELLISSIER Sergio
1979
3
0
0
0
50
ITA
14
PAVOLETTI Leonardo
1988
4
0
0
0
89
ITA
24
SCHELOTTO Ezequiel Matias
1989
3
0
0
0
211
ARG
17
SANSONE Nicola
1991
9
0
0
0
793
GER
10
ZAZA Simone
1991
6
2
3
0
528
ITA
C
Rolando Maran
AMM
BARDI Francesco
attaccanti
84-Mangani Thomas
PRESENZE
GOL
2014/15
25
CENTROCAMPISTI
63-Bellomo Nicola
ANNO
PORTIERI
DIFENSORI
3-Dainelli Dario
GIOCATORE
M
Y
CM
MY
CY CMY
K
er
Christian Maran
Andrea Tonelli
zi
Lorenzo Squiz
llis
Roberto De Be
Gigi Posenato
pagina 13
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
le partite del chievo
in diretta radio!
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
Giovanni Militello ed i Pulcini 2005
Storia di un sodalizio entusiasmante
Giovanni Militello è uno dei visi nuovi entrato a far
parte della grande famiglia dell’A.S.D. Paluani Life
ChievoVerona quest’estate. Palermitano adottato
dai vigneti della Valpolicella, lavora come infermiere
professionista in ospedale, ma ogni minuto libero che
gli viene concesso è dedicato alla sua famiglia e… al
calcio, naturalmente!
Il Direttore Sportivo Caterina gli ha affidato il gruppo
dei Pulcini 2005 a 6, squadra che la Società ha deciso
di allestire a sorpresa la scorsa primavera, composta
da bambini educati e desiderosi d’apprendere, come
lo stesso Militello li descrive. Non parliamo poi dei loro
genitori, affiatatissimi, che in queste prime partite di
campionato sono già divenuti famosi per i loro “terzo
tempo”, dove a scendere in campo sono panini,
stuzzichini e dolci preparati in casa.
Umile e disponibile quanto competente e costruttivo,
Giovanni è davvero un valore aggiunto per Paluanilife.
Oltre ad essere un mister preparatissimo, è infatti
molto bravo anche nelle vesti di fotografo, belli
sono i suoi scatti che immortalano i ragazzi in
ritiro precampionato a San Zeno di Montagna, e
di realizzatore di locandine, come quelle che ogni
settimana prepara per le convocazioni.
Lo abbiamo intervistato per conoscere il pensiero
che si è fatto di questa “gabbia di leoni” denominata
Paluani Life.
Come e quando è nata la tua passione per il calcio,
Giovanni?
Direi che fin da bambino sono stato attratto dal
pallone: quando in televisione trasmettevano una
partita, rigorosamente in bianco e nero e cioè tanti
anni fa, io andavo in catalessi, rimanevo stregato da
quella sfera che rotolava su e giù per il campo.
Da quanto tempo alleni?
Ho iniziato ad allenare quindici anni fa or sono. La
passione per questo ruolo è stata una conseguenza legata
all’avere dei figli. Li iscrivi a calcio, ti offri per dare una
mano ed eccoti risucchiato in quel mondo che da sempre
ti ha affascinato.
Quali sono le motivazioni che ti hanno spinto a dire di
sì al “progetto Paluani Life”?
Questa primavera, quando Aldo Caterina mi ha proposto
di allenare una delle squadre della Paluani Life, non ci
ho pensato un secondo di più perché il progetto che si è
imposto la Società è completamente in linea con il mio
modo di vedere e concepire il calcio giovanile.
tutti, dopodiché ci dividiamo in due gruppetti, che si
alternano tra l’attività tecnica-motoria e coordinativa,
seguita da Marco, e la parte tecnica e situazionale gestita
dal sottoscritto. Infine le sedute si concludono sempre con
la classica partita da cui nessuno è escluso.
Che rapporto hai con i genitori? E con il tuo “collega di
panchina” Marco Ottobini, che prima hai menzionato?
Devo ammettere che ho trovato dei genitori che seguono
molto da vicino l’attività sportiva dei figli e questo non può
che farmi molto piacere.
Con Marco, invece, l’intesa è stata quasi immediata. Non
potevo sperare di avere accanto una persona migliore in
quanto lui è davvero molto preparato e competente.
Vuoi raccontarci le impressioni che ti sei fatto in questi
primi due mesi sui Pulcini 2005 e, più in generale,
sulla Società in cui ti trovi ad operare?
Il gruppo dei 2005 è formato da quattordici ragazzini, in
gran parte provenienti da quella che lo scorso anno si
chiamava “Chievo School”. Sono molto uniti, tecnicamente
dotati e con una grande voglia di lavorare. Una squadra
importante e con buone prospettive, per farla breve.
Per quanto riguarda la Società, devo dire che ho trovato
l’ambiente ideale per fare calcio a livello giovanile: sano
e composto da persone capaci, le quali sanno metterti a
tuo agio e ti permettono di lavorare al meglio. Sono sicuro
che la Paluani Life nei prossimi anni farà parlare molto
positivamente di sé.
E’ difficile conciliare gli impegni lavorativi con quelli
da mister?
Sino ad oggi, grazie al mio lavoro in ospedale, ai turni ed
alla disponibilità dei colleghi, non ho avuto problemi…
Speriamo continui così!
Come sono organizzati e strutturati le sedute
d’allenamento del tuo gruppo?
Premetto che siamo in due a seguire i ragazzi: accanto a
me c’è infatti Marco Ottoboni. Detto ciò, l’allenamento dura
due ore ed inizia sempre con un gioco a cui partecipano
Per uno stile di vita corretto
Si trova in via Aeroporto A. Berardi, nel cuore
di Chievo, ed è il primo store merchandising
ufficiale Paluani Life e ChievoVerona, nonché
sede dell’omonima neonata società polisportiva
A.S.D. PALUANI LIFE CHIEVOVERONA.
Un importante punto di riferimento per tutti i
tifosi (e non) della squadra clivense.
Per informazioni o curiosità sul mondo targato
Paluani Life seguici sulla pagina Facebook:
www.facebook.com/paluani
Un pronostico sulla partita di oggi: Chievo – Sassuolo?
Più che un pronostico, un augurio… Uno fisso!
verona 87.5 fm stereo
in diretta dalle 18.30 alle 19.30
un’ora di solo chievo con massimo massi
chiama in diretta al 393.6201295
pagina 14
radio ufficiale
a.c. chievoverona
Lo store Paluani Life è aperto da martedì a
sabato compresi, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle
15.00 alle 19.00
o contattando i numeri
045 57 24 02
347 86 20 869
pagina 15
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
c’era una volta
chievo - sassuolo
I precedenti tra gialloblù e neroverdi
Da una parte l’artigianato di qualità, dall’altra
la grande industria. Vista così si penserebbe
subito a Luca Campedelli e a Giorgio Squinzi
- i presidenti delle due squadre - ma la sfida
tra ChievoVerona e Sassuolo non è un derby
Paluani-Mapei, le aziende di famiglia; è piuttosto un confronto tra due diversi modi di
raggiungere l’identico obiettivo come ci ha
dimostrato lo scorso campionato, l’unico giocato contemporaneamente in Serie A dalle
odierne avversarie e in cui entrambe hanno
dovuto lottare e soffrire fin quasi al termine
della stagione per guadagnarsi la permanenza
nella massima categoria. Per la maggior parte
del tempo in zona rischio, gialloblù e neroverdi si sono rincorsi e superati vicendevolmente per tutto il torneo, si sono equivalsi nei
confronti diretti (1-0) imponendosi sul campo
avverso (Théréau a Reggio Emilia, Berardi al
Bentegodi). Quando il campionato è entrato
nella sua fase calda, la società emiliana ha potenziato l’organico con una robusta sessione
invernale di calciomercato, mentre la squadra
della Diga ha saputo attingere alle sue ataviche risorse caratteriali. Alla fine, ambedue
hanno potuto togliere lo spumante dal frigo
per festeggiare rispettivamente il 17esimo e
il 16esimo posto.
marco sancassani
Il bilancio complessivo
Competizione
C
Serie A
C. Italia
Serie C2
Interregionale (Serie
D)
Totali
G
V
N
P
F
S
1
0
0
1
0
1
0
F
1
1
0
0
1
Tot
2
1
0
1
1
1
C
1
1
0
0
2
0
C
3
3
0
0
7
3
F
3
0
1
2
1
4
Tot
6
3
1
2
8
7
C
2
0
2
0
2
2
F
2
0
0
2
0
2
Tot
4
0
2
2
2
4
13
5
3
5
13
12
Mentre la casistica annovera anche un match
di Coppa Italia, edizione 2010/2011 in cui la
qualificazione in gara unica fu appannaggio
dei chievoveronesi (Mandelli e Moscardelli), i primi precedenti risalgono alla stagione
1982/83 e a quella seguente quando il Chievo - allora caratterizzato nella denominazione
sociale anche dallo sponsor Paluani - disputava i gironi veneto-emiliani dell’Interregionale.
All’epoca gli emiliani erano compagine di medio alta caratura e uscirono sempre indenni
dal Bottagisio (2-2 con doppietta clivense di
Fausto Nosè e 0-0), imponendosi due volte
in casa per 1-0 prima di fare il salto di categoria. Neanche vent’anni dopo il piccolo-grande
Ceo sbarcava in Serie A: se non è artigianato
di qualità questo…
pagina 16
Foto: R. Udali
Sebbene recentemente assurte alle luci della
maggior ribalta calcistica nazionale, Chievo
e Sassuolo hanno tuttavia incrociato i tacchetti già nelle serie inferiori. Già sei, con alterne fortune, le gare nell’allora C2 disputate
consecutivamente dal 1986 in poi. Erano gli
anni in cui la presidenza era affidata a Bruno
Garonzi quando in panchina si succedettero
Carlo De Angelis, Pierluigi Busatta e Gianni
Bui. Soprattutto, erano gli anni in cui in campo scendevano in campo - tra gli altri - Lazzarin e Curti, Maran e Moretto, Zanin e Sartori: gli anni che avrebbero visto, nel 1988/89
il Chievo salire in C1.
In azione Alberto Paloschi circondato dai difensori del Sassuolo durante la sfida dello scorso aprile
pagina 17
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
chievoverona
gallery
Tutte le foto dei match su www.flickr.com/photos/acchievoverona/
chievoverona - genoa 1-2
palermo - chievoverona 1-0
A.C. ChievoVeron​a (4-2-3-1): Bardi, Frey, Dainelli, Zukanovic, Biraghi,
Radovanovic, Hetemaj, Birsa (18’ st Lazarevic), Schelotto, Meggiorini (25’ st
Pellissier), Paloschi (31’ st Cofie).
A disposizione: Bizzarri, Seculin, Gamberini, Cesar, Edimar, Sardo, Mangani,
Bellomo, Maxi Lopez.
Allenatore: Rolando Maran.
U.S. Palermo (3-4-1-2): Sorrentino, Munoz, Gonzalez, Andelkovic, Morganella, Rigoni, Barreto, Lazaar (28’ st Emerson), Vazquez (32’ st Quaison), Belotti,
Dybala (38’ st Bolzoni).
A disposizione: Ujkani, Pisano, Joao Silva, Makienok, Della Rocca, Chochev,
Terzi, Feddal, Maresca.
Allenatore: Giuseppe Iachini.
Genoa Cfc: Perin, De Maio, Burdisso, Roncaglia (7’ st Matri), Antonelli, Kucka
(33’ st Iago), Bertolacci, Edenilson, Lestienne (7’ st Greco), Perotti, Pinilla.
A disposizione: Lamanna, Sommariva, Antonini, Izzo, Marchese, Rosi, Mandragora, Mussis.
Allenatore: Gian Piero Gasperini.
A.C. ChievoVerona (4-2-3-1): Bardi, Sardo, Dainelli, Zukanovic, Frey, Cofie,
Hetemaj, Schelotto (22’ st Biraghi), Meggiorini, Birsa (38’ st Pellissier), Maxi
Lopez (32’ st Paloschi).
A disposizione: Bizzarri, Seculin, Gamberini, Cesar, Edimar, Mangani, Kupisz,
Bellomo, Lazarevic.
Allenatore: Rolando Maran.
Marcatori: 35’ pt Zukanovic, 27’ st Matri, 38’ st Pinilla.
Arbitro: Marco Di Bello di Brindisi.
Ammoniti: Meggiorini, Burdisso, Radovanovic, Kucka, Greco, Zukanovic.
Espulsi: al 28’ st Radovanovic per doppia ammonizione.
Note: al 29’ st Bardi para un rigore a Pinilla.
pagina 18
renzo udali
Marcatori: 36’ st Rigoni.
Arbitro: Sebastiano Peruzzo di Schio.
Ammoniti: Sardo, Dybala, Rigoni.
pagina 19
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
i club ufficiali
2014/15
la vetrina
degli amici
Dove trovare gli Amici del Chievo
I calcio club affiliati al Coordinamento si presentano al Mondo Chievo
Calcio Club Buttapietra
(c\o bar ristorante Il ventaglio - V. Cavour,
5 - Buttapietra)
C.C. Aldeno c\o bar Al campo sportivo - Loc. Albere - Aldeno (TN)
C.C. Alto Chievo c\o bar Montresor - V. Bionde, 128 - Chievo (VR)
C.C. Babilonia c\o ristorante Boschetto - L.ge galtarossa, 40 - Verona
C.C. Baldo-Garda - via Gazzoli, 77/2 - 37010 - Costermano (VR)
C.C. Buttapietra c\o bar ristorante Il ventaglio - V. Cavour, 5 - Buttapietra (VR)
C.C. Gran Kieo c\o Eco’s bar - V. di mezzo, 4 - Perzacco (VR)
C.C. Iz Iz Ale Ceo - sede da comunicare
continua il
tesseramento
C.C. Milano Clivense - Paderno Dugnano (MI)
C.C. Montorio c\o circolo Primo maggio - V. lanificio 60 - Verona
C.C. Mussi volanti c\o bar Lemmings - P.zza Chievo, 3 - Chievo (VR)
C.C. Palù c\o pizzeria Pennacchioni - V. Roma, 55 - Palu (VR)
C.C. Pantalona c\o bar Pantalona - V. Berardi, 82 - Chievo (VR)
C.C. Pink Passdion c\o Circolo Tennis Bussolengo - Via Molinara, 1 - Bussolengo (VR)
C.C. Pozzolengo c\o bar Fiorella - V. Gramsci, 18 - Pozzolengo (BS)
C.C. Quei de Mancalacqua c\o Time out caffe - V. Manzoni, 1 - Lugagnano (VR)
C.C. Ragazzi di Palazzina - c\o impianti sportivi - V. Lugo - Verona
C.C. ReCEOto c\o bar Mary - V. M. D’Azeglio - Negrar (VR)
C.C. Roverchiara c\o bar Laghetto dei salici - V. Palù vecchio, 20/a - Roverchiara (VR)
C.C. San Giovanni Lupatoto c\o tabaccheria Faccincani - Via IV Novembre, 33 - S. Giovanni L. (VR)
C.C. The Friends c\o pizzeria Da Tommaso - V. Puglie, 79 - Chievo (VR)
C.C. Viva la Diga c\o pizzeria Da Tommaso - V. Puglie, 79 - Chievo (VR)
Feste, cene sociali e trasferte, appuntamenti che caratterizzano la vita dei tifosi più appassionati. A chi non intende
perderne l’occasione, il Coordinamento
Amici del Chievo offre l’opportunità di
viverli in prima persona. Presso i club
ufficiali citati qui a fianco è possibile
sottoscrivere l’annuale tessera che dà
infatti diritto - oltre a un pratico berretto - a poter partecipare, anche a prezzi agevolati, sulle iniziative degli Amici
del Chievo. Tre le formule di adesione:
Adulto (13 €), Ridotto (6 € fino a 18
anni) e Famiglia (26 € 2 Adulti + 1 Ridotto)*. La campagna associativa chiuderà il 28 marzo 2015. * prezzi passibili
di variazioni.
Il Calcio Club Buttapietra nasce nell’omonimo
paese nel 1994 su iniziativa di amici e conoscenti, riuniti dalla passione verso i colori
gialloblù della Diga. Con sede da ben 13 anni
presso il ristorante Il Ventaglio, il circolo ha
in un recente passato contribuito a progetti
benefici per il reparto oncologico di Padova.
Oggi, invece, il presidente Giovanni Chieppe,
da sempre alla guida di questo club con la
moglie Katia, preferisce sponsorizzare al meglio le trasferte, per permettere ai suoi nuCalcio Club Gran Kieo
(c/o Eco’s bar - V. di mezzo, 4 - Perzacco VR)
Dopo aver condiviso per diversi anni le sorti
della squadra gialloblù, nel 2000 un gruppo
di amici decide di costituire ufficialmente un
calcio club, per poterne seguire sempre più
da vicino le imprese: così è nato il Calcio Club
Gran Kieo. Un nome insolito quello del club
di Zevio, stabilito dai loro membri più giovani
che hanno trasformato l’iniziale Gran Chievo
con una K, rivoluzionando un pò questo nome
con fantasia e creatività e accompagnando
il tutto con una mascotte inusuale e simpatica, ovvero un granchio. La sede storica di
Calcio Club Iz Iz Alè Ceo
A LA TUA
SETE
PLAC
T
DI SPOR
A
SPORTIV
A
I
R
O
T
I
E
ED
SIONAL
S
E
F
O
R
P
STAMPA
RIA
BBLICITA
U
P
A
T
L
RACCO
Si deve al modo di chiamarsi la palla in campo adottato da Renzo Martinelli e dai suoi
compagni di avventure calcistiche la curiosa
denominazione del club. La passione per il
calcio e l’amore per il Chievo hanno poi portato, nel 2000, alla fondazione di un vero e
proprio club. Con una sede ancora vacante,
l’Iz Iz vuole essere prima di tutto un circolo
composto da amici, dove l’importante non è
fare numero ma dimostrare il proprio affetto
verso il Chievo. Ogni anno, oltre alla cena sociale e alla festa di inaugurazione, la famiglia
Martinelli e i suoi collaboratori porta avan-
angela borruto
merosi tesserati (oltre 200 lo scorso anno) di
seguire da vicino quanto più possibile i propri
beniamini. Giovanni e Katia, oltre ad essere le
colonne portanti di questo storico club, hanno anche contribuito alla nascita del Coordinamento degli Amici del Chievo. La prima
delle tante riunioni che hanno poi portato alla
nascita del Coordinamento si è tenuta proprio nel bar gestito da Katia quando attorno
a due tavoli affiancati si radunarono tra gli
altri Ivano Fagnani - attuale presidente degli Amici -, l’allora allenatore della formazione gialloblù Alberto Malesani e un Giovanni
Sartori, alle sue prime esperienze dirigenziali.
questo circolo è il bar Eco’s, anche se ora il
presidente Stefano Dal Sasso sta cercando
una nuova collocazione per lui e i suoi circa
50 tesserati. Un club piccolo che però si è
sempre interessato di questioni sociali, tanto
da partecipare a una delle innumerevoli iniziative sponsorizzate proprio dalla società di
via Galvani: il progetto “Chievo Brasil”. Spesso
e volentieri le feste e le cene del calcio club
Gran Kieo vengono organizzate in collaborazione col vicino circolo di Palù. Un club piccolo ma caloroso e soprattutto sempre pronto
a sostenere i gialloblù, augurando a Maran e
ai suoi ragazzi un sincero “in bocca al lupo”
in questo difficile cammino verso la salvezza.
ti - insieme ad altri gruppi - un’iniziativa
lodevole, nata da Luciano, un loro tesserato
purtroppo scomparso e a lui dedicata: il “progetto Luciano” appunto, volto a raccogliere
fondi per le genti del Nicaragua. Tra i circa
100 tesserati del club, nei primi anni figurava
pure Marco Pacione, il team manager della
squadra gialloblù, con il quale il club ha mantenuto un filo diretto. Oltre alle feste, sempre
ben riuscite grazie alla passione con la quale Renzo, Donatella ed Emiliano si applicano,
diverse sono anche le trasferte organizzate,
molte delle quali antecedenti alla costituzione
ufficiale del club. L’ultima in ordine temporale? Proprio quella di 4 giorni fa a Palermo!
Dossobuono (VR) - Via Cavour, 40
Tel. 045 513038
Chiuso il mercoledì
Tel. 045 9250920 - Fax 045 9251058
www.mediaprint.org - [email protected]
pagina 20
ristorante
Foto: R. Udali
ristorante
C
pagina 21
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2014/15 giornata numero 10
chievopedia
I CHIEVOVERONESI
settore giovanile
marco fioretto
Breve storia dei gialloblù nati in riva all’Adige
Il punto della situazione con il nuovo responsabile tecnico del vivaio gialloblù
Entri in campo per la prima volta in una gara
ufficiale con la maglia della tua nuova squadra ed è già una bella sensazione. L’emozione
poi aumenta, se la tua nuova squadra è una
squadra della tua città. Dopo soli quattro minuti da quando sei entrato ti trovi addirittura a realizzare il goal che sblocca il risultato
e che potrebbe dare tre punti preziosi e ti
senti legittimato a pensare: “Meglio di così”.
Anzi, “Meggio” di così! Perché a questo punto avrete tutti capito che stiamo parlando di
Riccardo Meggiorini, l’autore di quella rete
all’Empoli che avrebbe potuto portare ossigeno supplementare alla classifica clivense.
Con il suo esordio in gialloblù avvenuto lo
scorso 28 settembre, sono diventati trenta
gli atleti nati in Verona e Provincia a vantare
almeno una presenza nelle competizioni ufficiali disputate dalla squadra della Diga. Figure
indimenticabili legate all’ascesa del piccologrande Ceo dall’Interregionale alla Serie C
(Paolo Galli, Luigi Perlina, Flavio Fiorio) o dalla
terza serie al professionismo (Dante Tamagnini) o ancora personaggi passati dal campo
alla scrivania sfiorando il grande calcio (Enzo
Zanin, primatista in questa particolare graduatoria, da anni con vari incarichi dirigenziali), oppure semplici ma comunque in quei
momenti utili calciatori (i tanti giovani usciti
dal vivaio voluto negli anni Ottanta da Giuseppe Campedelli, zio dell’attuale presidente) fino a chi, lanciato proprio dal Chievo, ha
costruito la propria carriera professionale ad
alto livello. Tra questi ultimi Marco Zamboni
(Juve, Napoli, Lecce, Udinese, Verona, Reggina e Sampdoria tra le altre), Matteo Gianello
(Sampdoria, Siena, Verona e Napoli, nonché
oro - come Zamboni - ai Giochi del Mediterraneo ’97) e Stefano Garzon, esordiente
nella massima categoria col Chievo (Sampdoria-ChievoVerona 3-0 del 12.11.2006) prima
di trovare lustro in altre realtà. Oltre a loro,
Federico Cossato che - a differenza del fratello maggiore Michele, altro elemento di
spicco con entrambe le principali compagini
cittadine ma in realtà originario di Milano - ha
espresso i suoi primi vagiti calcistici all’ombra
dell’Arena.
A Federico si devono segnature importanti,
le più storiche delle quali sono le due reti che
garantirono il primo successo (2-1) in un derby di Serie A (24.3.’02). Ovviamente non si
dimenticano tutti coloro che hanno fornito
il proprio contributo nei tempi del dilettantismo quando comunque già allora la militanza
nella squadra della Diga era motivo di orgoglio personale e di valido biglietto da visita
per esperienze future.
“Nemo propheta in patria” ammonirebbero gli
antichi cui il nostro illustre concittadino Berto
Barbarani potrebbe comunque replicare con
la ben nota strofa di una sua poesia: “Lassa
che i zùga….” (*dati aggiornati al 26.10)
marco sancassani
Goleador in Serie A
Pos.
Giocatore
Reti
1
COSSATO Federico
29
2
VICENTINI Massimo
2
3
MEGGIORINI Riccardo
1
Alfieri in Serie A
Pos.
Giocatore
Pres.
1
COSSATO Federico
134
2
MEGGIORINI Riccardo
5
3
GARZON Stefano
1
TOP 10 presenze nei professionisti
Pos.
Giocatore
Pres.
1
ZANIN Enzo
274
2
COSSATO Federico
260
3
FRANCHI Enrico
163
4
FIORIO Flavio
157
5
PERLINA Luigi
117
6
GALLI Paolo
112
7
TAMAGNINI Dante
84
8
GIANELLO Matteo
74
9
ZAMBONI Marco
50
10
DE GRANDI Valentino
31
Goleador nei professionisti
Pos.
Giocatore
Reti
1
FIORIO Flavio
60
2
COSSATO Federico
49
3
GALLI Paolo
10
4
TAMAGNINI Dante
9
5
FRANCHI Enrico
5
6
PERINA Mauro
4
7
FLORIO Alessio
3
8
CHIECCHI Tommaso
1
9
PERLINA Luigi
1
10
MEGGIORINI Riccardo
1
11
SPERI Pietro
1
12
ZAMBONI Marco
1
Un numero sempre più elevato di ragazzi veronesi che formano le varie selezioni, un centro sportivo all’avanguardia dove migliorarsi
ogni giorno e formazioni competitive in tutti
i campionati. Non si poteva chiedere un inizio
di stagione migliore per il Settore Giovanile
del ChievoVerona, che non ha tradito le attese e si è confermato come una delle migliori
scuole calcistiche giovanili di tutta Italia. Sono
200 i ragazzi che formano le 8 squadre del
Settore Giovanile gialloblù: Primavera, Allievi
Nazionali, Giovanissimi Nazionali, Giovanissimi
Regionali, Giovanissimi Professionisti, Esordienti Provinciali, Pulcini 3° Anno e Pulcini 2°
Anno. In totale sono 30 tra allenatori, educatori e fisioterapisti, le persone che compongono tutti gli staff tecnici delle squadre e più
di 10 dirigenti accompagnatori seguono i ragazzi durante ogni partita e negli allenamenti.
Marco Fioretto, responsabile tecnico del Settore Giovanile gialloblù e allenatore degli Allievi Nazionali, racconta la soddisfazione per
questo inizio di stagione e alcuni motivi che
hanno favorito un avvio così gratificante per
il ChievoVerona.
Cosa ti rende più orgoglioso di questo inizio di stagione?
Essere riusciti a portare avanti con qualità
il progetto tecnico sulla falsariga degli anni
precedenti. Tutte le squadre che abbiamo avviato negli anni scorsi hanno avuto la possibilità di continuare il progetto di crescita. I
gruppi di lavoro sono rimasti immutati, con
i soli fisiologici inserimenti fatti per ogni annata. Siamo contenti di vedere le squadre
sul campo, perché percepiamo tutti la stessa
sensazione provata negli ultimi anni, vale a
dire gruppi competitivi e al livello degli anni
precedenti.
Ci sono stati stravolgimenti tecnici rispetto al passato?
No. Tutte le squadre che abbiamo costruito
per questa stagione hanno lo stesso gruppo
di ragazzi della passata annata e lo stesso discorso vale per gli allenatori e gli staff tecnici.
Dagli Allievi in giù tutti gli educatori che lavorano con i ragazzi sono gli stessi degli anni
precedenti e questo fatto è fondamentale
per portare avanti il progetto iniziato tanti
anni fa.
Ci puoi dare un giudizio sulle tre squadre che disputano i campionati nazionali?
Partiamo dai Giovanissimi Nazionali…
Eravamo convinti di avere un gruppo molto competitivo e infatti si sta dimostrando
tale. Sono partiti molto bene come risultati e,
anche se siamo solo all’inizio del campionato,
siamo convinti di avere un gruppo consolidato che abbiamo formato diversi anni fa. Molti
dei ragazzi che formano questa squadra sono
con noi da 4/5 anni, dai Pulcini.
Gli Allievi Nazionali?
Abbiamo unito le annate 1998 e 1999 per
formare un gruppo unico. La maggior parte
dei componenti della squadra sono gioca-
dino guerrini
tori cresciuti nel Settore Giovanile del ChievoVerona sin dall’inizio. Siamo partiti bene, il
gruppo è competitivo come lo era negli anni
precedenti.
La Primavera?
Forse è la squadra che sta facendo meglio
rispetto alle aspettative. Sapevamo che era
un gruppo rivoluzionato, potevamo non essere sulla carta all’altezza del gruppo dell’anno
scorso ma devo dire che la Primavera si sta
dimostrando estremamente competitiva e
ha fatto una bella figura anche nella finale di
Supercoppa contro la Lazio e in campionato
è nelle primissime posizioni. Quest’anno c’è
un altro dato di cui andare orgogliosi: sono
tantissimi i ragazzi veronesi che formano le
squadre del Settore Giovanile: 15 su 23 nei
Giovanissimi Nazionali e 16 su 30 negli Allievi
Nazionali… Dagli Allievi in giù quest’anno abbiamo tantissimi ragazzi di Verona. Se questo
è sempre stato un fatto abbastanza normale
per le categorie più piccole, (Pulcini ed Esordienti), rispetto agli anni scorsi anche le altre
squadre sono composte da un numero molto
più elevato di giovani di Verona e provincia. E
chi non è veronese, spesso, abita qui vicino:
Desenzano, Sirmione, Mantova e Rovereto.
In questo contesto, come consideri il nuovo Centro sportivo Bottagisio?
È un valore aggiunto che si sognava da tempo. per noi è un vantaggio incredibile avere
la possibilità di avere quattro splendidi campi
da calcio dove confrontarsi ottimizzando ogni
minuto di lavoro. Non solo: allenarsi al Bottagisio regala un senso di appartenenza. Questa è una sensazione che non avevamo mai
provato fino a quest’anno e di cui dobbiamo
ringraziare lo sforzo compiuto dal presidente
Campedelli che ci ha messo a disposizione un
centro sportivo straordinario.​
La rete Riccardo Meggiorini va a segno contro l’Empoli nella gara disputata lo scorso 28 settembre
pagina 22
pagina 23
Se vi sentite
giù di carica
ha aperto il nuovo
shop
Vendita diretta batterie per auto,
moto e mezzi pesanti
presso MIDAC SpA
Viale del Progresso 37038 Soave | Verona
Tutti i giorni feriali con orario di apertura dalle 9:30 alle 11:30 e dalle 15:30 alle 17:30
midacbatteries.com
10%
di sconto su tutti i prodotti
esibendo un abbonamento 2014/2015 del Chievo Verona
OFFERTA
SPECIALE
TIFOSI

Documenti analoghi