Obiettivo numero uno: una scuola di qualità

Commenti

Transcript

Obiettivo numero uno: una scuola di qualità
CN/PR1960/2012
dicembre 2012
Buone Feste
02
03
scuola/1
04
scuola/2
LAVORI PUBBLICI
05
AMBIENTE
Di nuovo in classe
dopo il terremoto
Ampliamento: il
progetto al Ministero
Un Cimitero più
grande e più sicuro
Sfida all’Ultima Sporta?
Sorbolo in prima fila
Concluso l’intervento alla parte storica
della scuola primaria “Oreste Boni”.
Il consolidamento è stato finanziato con
267mila euro svincolati dal Patto di Stabilità
Il Comune ha fatto domanda per accedere
ai fondi stanziati con il Piano Città: richiesto
un finanziamento di 4,8 milioni di euro per la
scuola e la rIqualificazione del centro
Conclusa la prima parte dell’intervento di
ampliamento. A Nord dell’esistente
nasce una nuova “corte”: 216 avelli pronti
già dall’inizio del 2013
Riduzione dei rifiuti, Sorbolo in gara con altri
13 Comuni virtuosi in tutta Italia: in palio
20mila euro. E nel 2013 l’Amministrazione
imbocca la strada della tariffazione puntuale
06
07
08
CULTURA E
SOCIETà/1
CULTURA E
SOCIETà/2
editoriale
SOCIALE
La Biblioteca
dei Bambini
Un luogo per
crescere. Insieme
Demenza: chi assiste
chi assiste?
Al via il progetto del Comune per avvicinare
i cittadini più giovani al piacere della lettura:
un’iniziativa per i piccoli da 0 a 8 anni,
i genitori e gli insegnanti
Nuovi fondi in arrivo per il Centro Giovani,
ormai una realtà consolidata. L’impegno del
Comune per un “patto educativo” a favore dei
ragazzi
Un progetto per sostenere i famigliari
di persone affette da queste patologie.
Il sostegno degli esperti del consultorio
permette di uscire dall’isolamento
Il Sindaco di Sorbolo
Angela Zanichelli
Anni difficili, da
affrontare insieme
2
Obiettivo numero uno:
una scuola di qualità
R
iapre i battenti, conclusi i
lavori di consolidamento necessari dopo il terremoto dello scorso maggio, l’ala storica della
scuola primaria “Oreste Boni”: con
i primi giorni del 2013 alunni e insegnanti torneranno a fare lezione
nella struttura, resa più sicura e accogliente. Un intervento realizzato
anche grazie alla decisione della Regione Emilia Romagna che ha svincolato a questo scopo 267mila euro già
presenti nelle casse del Comune ma
“bloccati” dal Patto di Stabilità 2012
(articolo a pagina 2). Nel frattempo
si è ormai concluso l’iter di progettazione per l’ampliamento dello
stesso Istituto, che resta la priorità
assoluta dell’amministrazione: «Una
scuola - sottolinea il Sindaco, Angela
Zanichelli - che vogliamo mantenere
in centro, cuore pulsante dell’intera
comunità, viva, vivace, in contatto diretto e costante con i principali punti
nevralgici del nostro paese, dal municipio alla parrocchia, dalla biblioteca
al centro civico, dalla scuola secondaria ai negozi di vicinato». Il progetto ha ricevuto un finanziamento
di 250mila euro della Fondazione Cariparma (articolo a pagina 3): «Ora spiega il Sindaco Zanichelli - stiamo
studiando tutte le strade possibili
per reperire la parte mancante della
somma necessaria, 1.350.000 euro
al netto del contributo della Fondazione: un importo non certo ingente,
ma ben al di fuori delle possibilità
di investimento oggi concesse dalla
legge che, come noto, è volta a contenere in ogni modo la spesa pubblica, sia di parte corrente che di investimenti». A questo scopo il Comune
di Sorbolo ha presentato richiesta al
Ministero delle Infrastrutture e dei
Trasporti per accedere ad una parte
dei finanziamenti stanziati nel Piano
Nazionale delle Città, attraverso un
Il consolidamento
dell’ala storica
della primaria,
il progetto di
ampliamento,
i lavori al polo per
l’infanzia: viaggio
tra investimenti
realizzati e
progetti futuri
progetto di riqualificazione del centro, con focus sull’ampliamento della
scuola.
Infine, per completare la panoramica sugli investimenti in ambito scolastico, sono in fase di conclusione
i lavori al polo dell’infanzia di Via
Beethoven, (articolo a pag 2) di cui
sono stati rinnovati completamente
gli impianti di riscaldamento/condizionamento.
«L’importanza della scuola e della
sua qualità, specie per comunità
piccole come la nostra, è centrale»
conclude il Sindaco. «La cultura, il
sapere, il rispetto delle regole e delle
norme di convivenza passano per larga parte dalla scuola, a cui noi siamo
attenti non solo sul piano strutturale,
ma attraverso ogni forma possibile di
dialogo e collaborazione; anche - per
quanto possibile - finanziaria».
>>>>
SERVIZI A PAG 2 e 3
013: che anno sarà per la nostra
comunità? Inutile negarsi che ci saranno nuove difficoltà e sacrifici per
le famiglie, ma anche per i Comuni. Dobbiamo quindi attenderci nuove limitazioni
alla nostra capacità di spesa, sia in parte
corrente (tutto ciò che serve a finanziare
il normale funzionamento del comune e
dei servizi che eroghiamo) sia per la parte
degli investimenti. Insomma siamo pronti
ad affrontare un altro anno difficile; ma lo
faremo, come sempre, con grande equilibrio e senso di responsabilità, cioè senza
prevedere incrementi tariffari, né tassazioni aggiuntive, mirando a salvaguardare
con ogni mezzo la quantità e qualità dei
nostri servizi e continuando a garantire
l’appoggio che merita alla nostra scuola e
alla sua capacità di fare cultura e promuovere aggregazione, in ogni ordine e grado,
ivi comprese le scuole materne private
del territorio, che continueremo a sostenere. Contemporaneamente, però, abbiamo l’obbligo di realizzare investimenti,
che sono l’unico modo per far lavorare le
nostre imprese e mantenere viva l’economia locale. Come potrete leggere nelle
pagine del giornalino dedicate ai lavori
pubblici, abbiamo un impegno prioritario
che è l’ampliamento della nostra scuola
primaria: un obiettivo arduo, ma che perseguiremo con ogni mezzo, mettendo così
il nostro istituto in condizioni di avere, subito e non fra 20 anni, nuovi spazi e una
nuova mensa, alleggerendo così anche la
pressione sull’ala storica che, nel frattempo, abbiamo migliorato, accrescendone la
sicurezza. Oltre a questo, nel 2013 accentueremo gli interventi di manutenzione un
po’ su tutto il patrimonio pubblico: ancora
strade, dopo i lavori svolti nel 2012, ma anche verde, parchi, impianti sportivi, parte
storica del cimitero del capoluogo e illuminazione. Un impegno comunque importante, poiché abbiamo un patrimonio che
è sempre più difficile (e costoso) tenere in
ordine. Come ogni anno, chiudo queste
riflessioni rivolgendo a tutti i Sorbolesi
l’augurio di un sereno 2013, consapevoli
che le accresciute difficoltà, oltre a essere
una limitazione, possono acuire le nostre
capacità di reagire, ma anche di ripensare
il nostro modello di sviluppo e valorizzare
la nostra capacità di saper essere solidali
e vicini a chi ha meno, molto meno di noi,
anche oggi, anche fra noi.
LAVORI PUBBLICI
dicembre 2012
Concluso l’intervento alla parte storica della scuola primaria “Oreste Boni”
Di nuovo in classe dopo il terremoto
I lavori di consolidamento
hanno compreso anche il
posizionamento di due catene
ortogonali alla facciata Est
del Municipio, in Piazza Libertà
V
errà restituita agli alunni
e agli insegnanti al rientro
delle vacanze natalizie l’ala
storica della scuola primaria “Oreste Boni”, interessata - insieme al
Municipio di Piazza Libertà - da un
ampio intervento di messa in sicurezza dopo il terremoto dello scorso
maggio.
I lavori di consolidamento hanno
riguardato prevalentemente la pesante copertura in pannelli prefabbricati e la sottostante orditura di
travi e pilastri in cemento armato,
che costituiva un elemento di vulnerabilità dell’edificio ed è stata
sostituita con un tetto più leggero
con travi in legno lamellare; queste
sono sorrette da nuove murature
portanti in mattoni, ammorsate ai
muri perimetrali.
Tutti gli elementi strutturali sono
stati collegati con adeguate cordolature di connessione; è stata
inoltre ripristinata una preesistente parete divisoria a due teste, che
- assolvendo anche la funzione di
maschio murario - garantirà una migliore risposta sismica della struttura. In concomitanza con i lavori
è stato inoltre trasferito l’archivio
comunale che era ospitato nel sottotetto del municipio e della scuola:
una scelta che consente di alleggerire sensibilmente i carichi gravanti
sulla struttura, contribuendo così a
renderla più sicura.
I lavori - che, comprendevano anche
alcuni interventi già programmati, come la sistemazione di alcune
aule, la manutenzione straordinaria
to il Sindaco, Angela Zanichelli - ma
dell’autorizzazione a spendere soldi
già in nostro possesso, superando i
severissimi limiti imposti dal Patto
di stabilità: una buona notizia che ci
ha consentito di realizzare in pochi
mesi una scuola più sicura e accogliente, in attesa della costruzione
della nuova ala».
«Nell’affrontare questo interven-
to - aggiunge il Sindaco - è stata
fondamentale la collaborazione
della dirigente della scuola, Elena
Conforti, e della referente Lorenza
Ramazzotti: la loro disponibilità ci
ha permesso di sistemare adeguatamente tutte le classi interessate
dai lavori presso la scuola secondaria, in modo da garantire il regolare
inizio dell’anno scolastico».
Il consolidamento
è stato finanziato
con 267mila euro
svincolati dal
Patto di
Stabilità 2012
E ora anche la palestra è più sicura
Si sono conclusi a fine aprile i lavori di messa in sicurezza della palestra di via F.lli Bandiera, resisi necessari dopo i terremoti del 25 e 27
gennaio scorsi: l’intervento - deciso dall’assessorato ai Lavori Pubblici e
dall’Ufficio Tecnico del Comune dopo numerosi incontri con i migliori
tecnici del settore e i Vigili del Fuoco - ha compreso la realizzazione di
placche in acciaio che, fissate alla parete nord, sostengono le tre travi in
legno che sorreggono il soffitto, ed è costato nel complesso circa 7mila
euro.
Dal 26 aprile, tre mesi dopo il
terremoto, la palestra è tornata
ad essere disponibile per l’attività scolastica, ma anche per i
gruppi sportivi che la utilizzavano prima di trasferirsi, a causa
dei lavori, nella nuova tensostruttura. La ridefinizione degli
orari di utilizzo pomeridiani è
affidata alla società Villa Bonelli,
che gestisce, dall’ottobre scorso,
gli impianti sportivi di Sorbolo.
Sorbolo cambia
Si è svolta il 16 novembre
al Centro Civico l’assemblea
“Sorbolo cambia”, il primo
di una serie di incontri tra
Amministrazione e cittadini
che hanno coinvolto, nelle
ultime settimane del 2012,
anche le frazioni di Enzano,
Bogolese, Coenzo e Casaltone. L’obiettivo di questi appuntamenti - che proseguiranno nel 2013 - è presentare i progetti in corso e raccogliere proposte o suggerimenti per quelli futuri.
2
dei bagni, il tinteggio della facciata
e il rifacimento completo della lattoneria, assai deteriorata - sono stati
finanziati dal Comune anche grazie
alla decisione della Regione Emilia
Romagna, che ha scelto di “liberare” 267mila euro dai vincoli del Patto di Stabilità 2012: «Non si tratta di
contributi che arrivano nelle casse
dell’ente - precisa a questo proposi-
Nuovi impianti nella scuola dell’infanzia e nell’asilo nido
Maggiore comfort per i piccoli
ospiti del polo di Via Beethoven
Sono in fase di conclusione i lavori di riqualificazione del polo per l’infanzia di Via Beethoven, appaltati alla ditta Manutencoop Facility Management S.P.A. di Bologna e iniziati
lo scorso 23 agosto.
L’intervento realizzato prevedeva l’introduzione di un impianto di condizionamento e
riscaldamento mediante pompe di calore con
la fornitura ed installazione di split a parete
nelle sale riposo, sia del nido che della scuola
materna, al fine di migliorare il momento del
sonno dei bambini, sia nella stagione estiva
che all’arrivo dei primi freddi, quando ancora
non è funzionante il riscaldamento.
è stato quindi sostituito l’impianto idro-sanitario del Nido, partendo dalla centrale termica e arrivando fino alla porzione centrale del
fabbricato adibita ai servizi comuni, restando
prevalentemente a soffitto all’interno della
controsoffittatura esistente; si è poi proceduto a sistemare e coibentare la centrale termica, nonché a ripristinare la muretta di recinzione esterna in blocco leca.
Inoltre, sono state installate nella scuola
materna le tende oscuranti “a vetro” interne
e le tapparelle esterne in alluminio, al fine di
oscurare le sale riposo, e le tende ombreggianti interne ed esterne nel nido d’infanzia,
al fine di ridurre il riverbero durante le giornate soleggiate e rendere fruibili, nella stagione
estiva, i pergolati e gli spazi esterni attigui al
fabbricato.
L’importo complessivo dell’intero intervento
ammonta a 81mila e 500 euro, di cui 62mila
per il nido d’infanzia (finanziati per il 75% con
contributo della Regione Emilia Romagna) e
19mila 500 euro per la scuola materna, interamente a carico del Comune di Sorbolo.
LAVORI PUBBLICI
dicembre 2012
bando è stata infatti l’occasione
per raccogliere - grazie al lavoro
congiunto dell’ufficio tecnico, coordinato dall’ing. Valter Bertozzi - in
un disegno organico e sistematico
tutta la progettualità che riguarda
il centro del paese, per accrescerne
qualità e vivibilità.
Nel dettaglio, la proposta progettuale di cui si richiede il finanziamento riguarda essenzialmente
l’area e gli edifici della scuola primaria - con uno studio di fattibilità
per il recupero e la valorizzazione
degli edifici esistenti e delle aree
a verde pubblico - e il progetto definitivo per l’ampliamento. «In tal
modo - sottolinea l’assessore Fontanesi - si potrà continuare ad usufruire della posizione centrale della scuola, della vicinanza del verde
e del parco giochi, e degli edifici di
mensa e palestra, rafforzando nel
contempo le relazioni ciclopedonali con i dintorni e creando nuovi
spazi per la collettività».
Il Comune ha fatto domanda per accedere ai fondi stanziati con il Piano Città
Ampliamento, il progetto al Ministero
I
l progetto per l’ampliamento
della scuola primaria di Sorbolo è realtà: ora occorre trovare
i fondi per portarlo a termine. Se
un primo tassello è andato al suo
posto con il finanziamento della
Fondazione Cariparma - che ha
stanziato a questo scopo 250mila
euro - ora un nuovo sostegno per
la realizzazione della nuova scuola potrebbe arrivare dal Governo.
Nei mesi scorsi, infatti, il Comune
di Sorbolo ha presentato richiesta
al Ministero delle Infrastrutture e
dei Trasporti per accedere ad una
parte dei finanziamenti stanziati
nel Piano Nazionale delle Città.
Di cosa si tratta? Con il decreto
legge n° 83 del 2012 il Governo
Monti ha stanziato 2 miliardi di
euro per promuovere una serie di
azioni che rilancino i progetti di
riqualificazione delle aree urbane, creando un circolo virtuoso in
ambito economico ed occupazionale. I Comuni sono stati invitati
a presentare proposte di Contratti di Valorizzazione Urbana,
cioè un insieme coordinato di interventi di riqualificazione delle
città: così ha fatto Sorbolo, che
ha richiesto un finanziamento di
4.820.000 di euro per il progetto
di ampliamento dell’Oreste Boni,
la ristrutturazione della parte
già esistente e la riqualificazione complessiva dell’area centrale
del paese.
Certo non sarà facile ottenere finanziamenti visto che, dai dati in
possesso del Comune, sono ben
427 le amministrazioni che hanno
presentato progetti. Tuttavia Sorbolo non poteva non partecipare a
questo bando, specie alla luce del
fatto che il Comune disponeva del
progetto definitivo di ampliamento
della scuola primaria, del progetto
di massima di adeguamento della
scuola esistente e dell’intera area
circostante. La partecipazione al
Richiesto un
finanziamento di
4.830.000 euro
per la scuola e la
riqualificazione
complessiva
del centro
In fase di conclusione il primo lotto del progetto per aumentare decoro e sicurezza
Nuova luce per Viale Martiri e Piazza Libertà
è in dirittura di arrivo la prima parte dei lavori di sistemazione della viabilità del centro di Sorbolo, che comprende la riqualificazione di Viale Martiri ed alcuni interventi su Piazza della
Libertà. In Viale Martiri si è provveduto a sistemare le aiuole alla
base degli alberi, riposizionando i cordoli in granito e le porzioni
di marciapiede dissestate; sarà inoltre rinnovata parte dell’arredo urbano - cestini portarifiuti, portabiciclette, porta-manifesti
- mentre sono state pulite e riparate le panchine esistenti. Con
la posa di alcuni colonnotti dissuasori in ghisa si cercherà di
impedire la sosta delle auto nelle porzioni pubbliche di marciapiede adibite a percorso ciclo-pedonale, mentre un importante
intervento riguarderà la sostituzione delle esistenti cassette
esterne per la distribuzione dell’energia elettrica, utilizzate durante i mercati e le fiere, con torrette a scomparsa e ad estrazione manuale, oltre ad una colonnina di distribuzione esterna. Si
interverrà inoltre sulla segnaletica verticale ed orizzontale, in
particolare con la sostituzione di tutti i cartelli e la realizzazione
di un nuovo attraversamento pedonale “a raso”.
In Piazza della Libertà, invece, saranno installate due torrette a
scomparsa per la distribuzione dell’energia elettrica di potenza
adeguata per le manifestazioni che vi si allestiscono ed è stato
realizzato il relativo quadro elettrico vicino al Municipio. Sarà
infine effettuata la pavimentazione del ritaglio centrale a verde
e della porzione di passerella, con lastre di granito di recupero
dello stesso formato di quello esistente sulla piazza, mentre i
lampioni saranno sostituiti con lampade a basso consumo e ad
elevato risparmio energetico. In lavori proseguiranno nei prossimi mesi con una serie di interventi analoghi in via Gramsci.
IN BREVE
PER IL COMUNE
NEL 2013 UN DEBITO
RESIDUO CONTENUTO
Le disposizioni di legge che,
da qualche anno, hanno interessato la finanza dei Comuni
danno la possibilità di utilizzare le spese previste ma non
effettuate oppure le maggiori
entrate non utilizzate - il cosiddetto avanzo di bilancio - per
estinguere il debito contratto
attraverso mutui o prestiti obbligazionari (Boc) che gli stessi
enti locali hanno ottenuto per
finanziare opere pubbliche.
«Anche il Comune di Sorbolo
vi ha fatto ricorso seppur in
misura contenuta» afferma
l’assessore al Bilancio Marco
Tagliavini. «Sfruttando questa
possibilità, quindi, a partire dalla precedente amministrazione
sono stati rimborsati gradualmente tutti i mutui e ora rimane
un residuo contenuto di prestiti
obbligazionari; nel dettaglio
i Boc rimasti da rimborsare
sono pari ad euro 1.227.817».
Il vantaggio di estinguere anticipatamente il debito contratto
permette di liberare gli importi
destinati a rimborsare le rate di
mutui e Boc e di utilizzarli per
altre spese: «In un momento in
cui lo Stato trasferisce sempre
meno risorse agli enti locali prosegue Tagliavini - poter usufruire di un piccolo “tesoretto”
significa dare ossigeno alla
Gestione ordinaria del comune
e magari fronteggiare quelle
emergenze, si pensi al settore
sociale, che spesso bussano
alla porta quando meno te lo
aspetti».
3
LAVORI PUBBLICI
dicembre 2012
Conclusa la prima parte dell’intervento di ampliamento
Un Cimitero più grande e più sicuro
L’intervento
è coerente con il Piano Cimiteriale,
a suo tempo redatto e condiviso
anche con la Sovrintendenza per
i Beni Architettonici e
Paesaggistici dell’Emilia Romagna
Il progetto prevede
la ripresa fedele dei motivi
architettonici, dei materiali e
delle geometrie delle due corti
già esistenti
S
i è da da poco conclusa la
prima parte dei lavori di ampliamento del cimitero di Sorbolo: secondo le linee guida contenute nel Piano Cimiteriale una
nuova “corte” sta nascendo più a
nord dei due fabbricati già esistenti, grazie ad un intervento che verrà
realizzato per stralci. Il primo lotto
dei lavori - costato 400mila euro e
appaltato all’Impresa Sequino Costruzioni di Fontevivo - è stato terminato a fine 2012: grazie a questo
intervento già all’inizio del 2013
verranno benedetti e consegnati
alla comunità 216 avelli. Un ulteriore galleria, del tutto simile e alla
prima e contentente altri 216 avelli,
verrà realizzata nei prossimi anni.
Il progetto di ampliamento, firmato
dall’Ing. Marco Morini della società
di ingegneria A.I.Erre Engineering
di Parma, ha portato alla realizzazione di una struttura a galleria
aperta, con i loculi disposti ortogonalmente al muro esterno: sono
stati ripresi e mantenuti quanto più
fedelmente possibile i motivi archi-
Nel corso del 2013
Il Comune provvederà anche al
consolidamento e restauro della
parte storica del Cimitero: un
intervento necessario dopo il sisma
di gennaio 2012
tettonici, le geometrie e i particolari costruttivi dell’esistente. Così
come nei due corpi storici del Cimitero, la galleria è organizzata su
due piani; nell’angolo dell’edificio è
presente inoltre un vano scala e un
ascensore di dimensioni idonee al
trasporto delle salme al piano superiore.
Nel suo complesso il progetto è
stato coordinato dall’ing. Valter
Bertozzi, responsabile dell’Ufficio
Tecnico del Comune di Sorbolo, che
ne ha seguito i dettagli architettonici e strutturali insieme all’architetto Anna Cavalli: «Si tratta di
un’opera importante per il paese e
A Nord
dell’esistente
nasce una nuova
“corte”:
216 avelli pronti
già all’inizio
del 2013
di un investimento significativo per
le casse comunali» afferma a questo proposito l’ingegner Bertozzi.
«La scelta logistica e i dettagli architettonici sono coerenti con il
piano cimiteriale esistente, che fu
a suo tempo redatto e condiviso
anche con la Sovrintendenza per i
beni architettonici e paesaggistici
dell’Emilia Romagna».
«Completato nei tempi previsti il
primo stralcio del progetto - conclude Bertozzi - nei prossimi mesi ci
concentreremo sul consolidamento
e restauro della parte storica del
cimitero, necessari dopo il sisma di
maggio 2012».
Presto al via i lavori per il nuovo percorso ciclopedonale
A piedi e in bici fino a Corte Godi
Una nuova pista ciclopedonale collegherà presto il centro di Sorbolo
all’abitato di Corte Godi: il progetto per
realizzare il nuovo percorso - da tempo atteso dai residenti della frazione
- è stato infatti approvato a fine anno
dalla giunta, che ha previsto un investimento di circa 380 mila euro.
«Il costo dell’opera - precisa l’assessore all’Ambiente, Massimo Petrelli
- è legato non solo alla lunghezza del
tracciato, che sarà di 1,1 chilometri,
ma anche al fatto che si dovrà intervenire su parte della rete fognaria, installando alcune nuove tubature».
La pista partirà dal parcheggio di via
Matteotti e sarà realizzata, per la
parte extraurbana, a lato del fosso di
4
guardia della provinciale.
Naturalmente verranno mantenuti
tutti i passi carrai esistenti e saranno
realizzati anche due passaggi ciclopedonali rialzati, tutti segnalati e illuminati, così da mettere in sicurezza
ciclisti e pedoni, in corrispondenza di
via Pastore e sulla provinciale. Verrà
posata anche la predisposizione dell’illuminazione per l’intero tratto, anche
se la posa dei lampioni sarà realizzata
con uno stralcio successivo.
«I residenti di Enzano - afferma infine
l’assessore Petrelli - ci hanno chiesto
di prolungare il percorso fino alla loro
frazione: questo è certamente un impegno che affronteremo nei prossimi
anni».
IN BREVE
MANUTENZIONE
STRAORDINARIA ALLA
CASA DEGLI ANZIANI
Un intervento di manutenzione straordinaria sta riguardando in questi mesi la Casa
Protetta di via Beethoven: a
seguito di una serie di sopralluoghi dell’Ufficio Tecnico è
stato infatti evidenziato un
problema di umidità, con il
distacco di alcune porzioni
dell’intonaco delle murature,
sia perimetrali portanti che
divisorie interne.
Il progetto vuole rendere la
struttura più salubre e idonea all’importante funzione
a cui è destinato e prevede il
rifacimento del marciapiede
esterno - sulla porzione Ovest
della Casa Protetta - al fine
di impedire che l’acqua piovana venga assorbita dal laterizio perimetrale portante,
causando un disgregamento
dell’intonaco interno dell’edificio.
Durante i lavori - per i quali il
Comune ha stanziato 40mila
euro - tutte le opere sono
coordinate tenendo in considerazione le esigenze degli
anziani ospiti delle strutture,
isolando le aree interessate
dal cantiere con apposita recinzione e segnaletica di cantiere.
AMBIENTE
dicembre 2012
Già da alcuni anni
il Comune di Sorbolo partecipa a
“Porta la Sporta”, il progetto di
educazione e sensibilizzazione
ambientale promosso dall’Associazione Comuni Virtuosi
Patto dei Sindaci contro le emissioni:
obiettivo -20% entro il 2020
Efficienza energetica, sviluppo delle energie rinnovabili e del mercato
elettrico, produzione sostenibile di idrocarburi nazionali e potenziamento
delle politiche energetiche locali: sono queste le fondamentali finalità del
Patto dei Sindaci, cui il Comune di Sorbolo ha aderito assieme ad altre sei
amministrazioni del parmense, capoluogo compreso. Il Patto è un movimento europeo che guarda ad una nuova strategia di sviluppo economico locale, fino ad oggi firmato da 4 mila comuni continentali: suo obiettivo principale è riuscire a ridurre del 20% le emissioni di Co2 entro il 2020
attraverso un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile. «La sottoscrizione
della convenzione internazionale - ha sottolineato Massimo Petrelli, assessore all’Ambiente del
Comune di Sorbolo - è
una importante opportunità di crescita, anche
economica, per l’intero
territorio»
In palio 20mila euro da utilizzare per la scuola del paese
Sfida all’Ultima sporta?
Sorbolo è in prima fila
Q
uattordici città concorrenti, sei mesi a disposizione,
20mila euro in palio: sono
i numeri della Sfida all’Ultima
Sporta, la competizione che dal
1° novembre vede Sorbolo gareggiare in sostenibilità ambientale
con altri tredici Comuni italiani. Il
progetto, promosso dall’Associazione dei Comuni Virtuosi con il
patrocinio del Ministero dell’Ambiente e dell’ANCI, ha l’obiettivo di
ridurre l’utilizzo dei sacchetti “usa
e getta” coinvolgendo i cittadini in
una competizione in cui vince chi
consuma meno borsine. L’idea nasce negli Stati Uniti sotto il nome
di Reusable Bag Challenge e nel
2009 arriva a toccare oltre 30 cittadine - un’intera Contea - del Colorado, permettendo un risparmio
complessivo per l’ambiente di oltre
5 milioni di sacchetti.
Per contribuire alla versione locale della Sfida basterà fare acquisti nei 23 negozi di Sorbolo
aderenti al progetto (elenco completo si trova nel box qui a fianco
e sul sito del Comune, www.comune.sorbolo.pr.it) senza richiedere contenitori di plastica o altri
materiali. Ogni compera effettuata così fino al 30 aprile 2013
varrà un punto: il Comune che registrerà il numero più alto di sacchetti risparmiati si aggiudicherà
il premio di 20mila euro, offerto
da Banca Monte, Frà Production-
Ecotton Bag e Novamont.
«Come previsto dal progetto – afferma l’assessore all’Ambiente
del Comune di Sorbolo, Massimo
Petrelli – destineremo l’eventuale
vincita all’acquisto di materiale didattico e all’organizzazione di progetti di educazione ambientale per
la nostra scuola».
«Alla Sfida – spiega ancora l’Assessore Petrelli – sono stati ammessi solo i Comuni che nel 2011
hanno superato il 60% di raccolta
differenziata: tra questi Sorbolo,
che oltre ad aver partecipato a numerose campagne per la riduzione
dei rifiuti, ha raggiunto e superato
la soglia del 72,3%».
Proprio grazie al livello sempre
maggiore di raccolta differen-
Riduzione dei
rifiuti, Sorbolo
in gara con
altre 13 città
virtuose in tutta
Italia. E nel
2013 il Comune
imbocca la strada
della tariffazione
puntuale
ziata (inclusa quella di materie
“pregiate” come il vetro, la carta
o la plastica che, oltre a contribuire sensibilmente a salvaguardare
l’ambiente, rappresentano un’autentica risorsa, in quanto dalla loro
raccolta giunge al Comune anche
qualche beneficio economico) le
famiglie di Sorbolo nel 2012 hanno
visto scendere la tariffa rifiuti del
3%. «Questa riduzione tariffaria
potrebbe rappresentare soltanto
un primo passo verso ulteriori tagli, se vi sarà un impegno ancora
maggiore di tutti» afferma Petrelli. «Occorre però che ci impegniamo a migliorare la nostra raccolta
differenziata, separando con maggiore cura l’organico dal residuo, il
vetro, la plastica e la carta; molto
è stato fatto, ma ancora una lunga
strada resta da compiere».
In questo senso il 2013 sarà per
Sorbolo un anno importante: «Con
la collaborazione di Iren avvieremo - spiega l’assessore Petrelli
- infatti il progetto per quantificare l’indifferenziato conferito da
ogni utenza; questa innovazione
rappresenta il primo passo sulla
strada della tariffazione puntuale, secondo la logica “quanti rifiuti produci, tanto paghi”. In questo
modo l’ambiente ne avrà grandi
benefici, ma anche le nostre tasche, con una tariffa destinata a
comprimersi gradualmente, ma
costantemente».
I negozi aderenti
Di seguito i negozi di Sorbolo che
partecipano all’iniziativa: per contribuire al risultato del paese basterà fare
acquisti in questi luoghi SENZA richiedere la borsina “usa e getta”!
Soliani Alberto e Vinaglio Roberta snc
Via Gramsci 32
Cocconi Mariacandida
Via XXV Aprile 46
Pecchini Snc di De Salvo Antonio & C
Via XXV Aprile 6
Viscuso Giuseppe, Via Gramsci 54 e
Pini Andrea, Piazza della Libertà 6
Forno Pollastri srl, Via Marconi 31
Giacomazzi Srl, Via Gramsci 31
F.lli Fornasari di Fornasari Massimo
Srl,SS dell Cisa 65
Basile Valter, Via Rabaglia 10 - Coenzo
Amadei Aldo, Piazza Libertà 5/b
Minimarket CRAI di De Paduanis Renato, Via Gramsci 58
Corradi Paolo, Via Martiri della Liberta, 11
Mauro e Maurizio snc
Via SS Faustino e Giovita 5
Fermi Daniela, Via Gramsci 9
Roatti Ulrica, Via Matteotti 2
Salumeria Mordacci snc, Piazza Libertà 10
Morini Lucia, Via Martiri della Libertà
31
Fedele Stefano, Via Focherini 22
Pecchini Snc, Str. di Bogolese 2
Da Teo di Vailati Facchini Teodora
Via XXV Aprile, 25
Farmacia dott. Busani, Via I. Focherini, 11
Farmacia di Chiozzola
Via Dante Alighieri, 2 - Bogolese
Supermercato COOP
Piazza Lavoratori La Sovrana
5
CULTURA e società
dicembre 2012
IN BREVE
SORBA D’ORO:
I RICONOSCIMENTI
DEL COMUNE
Durante la Fiera d’Ottobre
di Sorbolo si è svolta la XXVI
edizione del premio Sorba
d’Oro, l’ambìto riconoscimento che, ogni anno il Sindaco,
a nome dell’amministrazione
comunale e della commissione “Sorbolo che produce”,
conferisce ad un’attività economica che, nel tempo, si sia
particolarmente distinta nel
proprio ambito produttivo,
dal commercio all’industria,
dall’artigianato all’agricoltura. E proprio sull’agricoltura,
un comparto ancor oggi molto importante per l’economia
Un’iniziativa per i piccoli da 0 a 8 anni, i genitori e gli insegnanti
La Biblioteca dei Bambini
L’
amore per la lettura, il piacere di avere tra le mani un
libro che ci mette in comunicazione con altri pensieri, altri
luoghi, altre culture, altri mondi è
il modo migliore per approfondire la conoscenza di sé e degli altri,
per alimentare l’intelligenza e per
costruire consapevolezza e libero
pensiero.
Avvicinare al piacere della lettura
è quindi compito primario per chi
si occupa di cultura, specialmente
in questo periodo storico in cui la
potenza degli strumenti telematici
allontana sempre più dal libro. Con
queste finalità l’assessorato alla
Cultura ha promosso il progetto
“La Biblioteca dei Bambini” rivolto a bimbi da 0 a 6 anni con i loro
genitori ed a bimbi ed insegnanti
delle prime e seconde classi della
scuola primaria.
Il progetto prevede diversi momenti; inizierà con la Biblioteca
che esce dai luoghi istituzionali e
va nelle classi per farsi conoscere e per stimolare il desiderio di
un rapporto personale tra bambini e libri mediato da insegnanti
e bibliotecari. La fase successiva
prevede la conoscenza e l’esplo-
Al via il progetto
del Comune per
avvicinare i
cittadini più
giovani al piacere
della lettura
Domenica 23/12 nella Chiesa Parrocchiale di P.zza Libertà
Auguri di Natale in musica con il
concerto dei Mandolinisti di Parma
della zona, è caduta la scelta
del 2012, conferendo il premio
al Caseificio Sociale Bassa
Parmense di Ramoscello, che
festeggia quest’anno il suo
quarantesimo anno di attività. Ma la festa si è arricchita
in questi ultimi anni di un altro importante riconoscimento: si tratta della Sorba per la
ricerca-Premio Aldo Gelati, il
premio che viene concesso a
giovani che si siano distinti
nel campo dello studio e delle
ricerca, in Italia e all’estero, e
che quest’anno è stato consegnato a Milo Bianchi, classe
1978, nonostante la giovane
età già professore associato
di economia presso l’Università Paris Dauphine di Parigi.
Consegnata anche, infine, la
“Sorba della riconoscenza”,
dedicata agli esercenti che,
nel corso dell’anno, hanno
cessato un’attività pluridecennale: il riconoscimento è
andato alla parrucchiera Carla Ceci Marasi e alle signore
Renata e Laura Pattini.
6
Domenica 23 dicembre, alle 21, presso la
Chiesa parrocchiale di Piazza Libertà si terrà
uno speciale concerto attraverso cui l’Amministrazione comunale - in collaborazione con
Ascom e le associazioni di volontariato sorbolesi - vuole formulare i propri auguri a tutti i
cittadini di Sorbolo. Protagonista della serata
sarà l’orchestra di strumenti a plettro “I Mandolinisti di Parma”. Questa formazione, nata
nel 1977 per merito di alcuni appassionati di
mandolino, si è negli anni sempre più affermata diventando una importante certezza nel
campo di quel particolare strumento che è il
mandolino: numerosi i concerti tenuti nei teatri e sale di Parma e provincia, con escursio-
ni a Bologna e provincia, Como, Cervia (RA),
Milano, Savignano s.P. (MO) e Roma, dove ha
riscosso un lusinghiero successo. L’orchestra
- composta da mandolini, mandole e chitarre si esibirà in un repertorio di musica classica e
fantasie natalizie, sotto la direzione della Maestra Maria Cleofe Miotti, che ne cura anche
la preparazione.
«La musica - afferma a questo proposito Rita
Buzzi, assessore alla Cultura - è fonte di piacere e di benessere ma anche di unione e questa serata sarà proprio l’occasione per tutte
le componenti della comunità sorbolese di
incontrarsi e di scambiarsi gli auguri per le festività imminenti e per il nuovo anno».
razione del Centro Civico e della
Biblioteca che verrà raccontata
ai bambini come contenitore della
memoria anche locale e luogo di
accesso libero e gratuito al materiale librario. Verranno illustrate le
varie sezioni e settori che compongono la Biblioteca affinchè questa
diventi un luogo famigliare dove
muoversi in autonomia.
Nei mesi primaverili, si svolgeranno poi letture nel parco pubblico
che circonda il Centro Civico per
accrescere l’aspetto piacevole
della lettura. Il progetto rivolto
ai bimbi da 0 a 6 anni prevede il
coinvolgimento degli insegnanti
ma soprattutto dei genitori con
incontri aperti e partecipati per
confrontarsi sulla lettura, sul piacere del raccontare con un libro
tra le mani e per riflettere sull’importanza e sul significato della
lettura nei primissimi anni di vita.
Ci saranno poi momenti di letture
animate scelte per le diverse età
dei bimbi. Questo programma va
ad integrare “Nati per Leggere”,
progetto promosso già da gennaio in collaborazione con i pediatri
del territorio.
«La Biblioteca di Sorbolo, ricca di
circa 14.000 volumi, con 21 ore
di apertura settimanale - afferma l’assessore alla Cultura, Rita
Buzzi - vuole essere il centro di
promozione culturale per tutti i
cittadini di Sorbolo e a tale scopo promuove diverse iniziative».
«Ritengo però particolarmente
utile lavorare con i bambini sia
perchè i pedagogisti riconoscono
che leggere o ascoltare letture nei
primi anni di vita stimola la curiosità, la capacità di verbalizzare il
proprio pensiero e di riconoscere
le proprie emozioni, sia perchè la
dimestichezza con il libro acquisita nei primi anni resterà un ottimo
strumento per tutta la vita».
Da febbraio inoltre riprenderà, l’ultimo sabato di ogni mese, la lettura
animata rivolta a tutti i bimbi da 4 a
8 anni presso la Biblioteca: il tema
è “Racconti dal mondo”.
CULTURA e società
dicembre 2012
L’impegno del Comune per un “patto educativo” a favore dei giovani
Un luogo per crescere. Insieme
La sala “Ulisse Adorni”
si trova al pian terreno del Centro
Civico di Via Gruppini ed è stata
inaugurata il 1° ottobre 2011
N
uovi fondi in arrivo per il
Centro di Aggregazione
Giovanile di Sorbolo SMS,
grazie al progetto della Provincia
di Parma “Innovazione e tecnologia nei luoghi di aggregazione”
finanziato dalla Regione Emilia Romagna. In particolare 11.440 euro
saranno impiegati per la dotazione strumentale e tecnologica dei
centri di aggregazione giovanile
dell’Unione Bassa Est (Mezzani e
Sorbolo), di Colorno e Parma. Questo contributo regionale, assieme
a quello erogato nell’ambito del
progetto SMS e a quello erogato
da Fondazione Cariparma, va ad
integrare l’impegno del Comune di
Sorbolo nel mantenere attivi i progetti rivolti ai giovani.
«A Sorbolo - afferma l’assessore
alla scuola e cultura Rita Buzzi
- l’apertura ai giovani della sala
Ulisse Adorni del Centro Civico è
ormai una realtà consolidata. Uno
spazio dedicato alla spontanea
aggregazione che i ragazzi sentono come un loro spazio di ritrovo
dove, terminati gli impegni scolastici, si incontrano per trascorrere
qualche ora divertendosi in giochi
di gruppo e chiacchierando o per
organizzare attività, affiancati da
un educatore». Un luogo di aggregazione, un luogo sicuro, un luogo di riferimento per tanti ragazzi
che qua trovano momenti di svago
ma anche figure di adulti con cui
confrontarsi su problematiche sociali e personali. «Il sottile lavoro
educativo svolto quotidianamente
dagli educatori - afferma infatti
l’assessore Buzzi - risulta essere
spesso un lavoro poco visibile ma
fondamentale. Gli educatori sanno
che il loro lavoro è proiettato nel
futuro e che occorre continuità
nel tempo per affiancare i giovani
nel costruirsi una propria identità.
L’Amministrazione comunale sa
che i giovani sono la risorsa della
nostra comunità e quindi si è impegnata e si impegnerà per dare
continuità a questo progetto e per
sostenere quella “sfida educativa”
che veda un impegno convinto e
determinato da parte degli adulti.
Anzi la vera sfida è costruire un
patto tra le varie componenti della
nostra comunità, un “patto educativo” che metta insieme la famiglia,
la scuola, l’amministrazione comunale, la parrocchia, le associazioni,
le società sportive. Non si può essere divisi su questo tema». A questo scopo il Comune, oltre al centro
di aggregazione giovanile e al doposcuola per i ragazzi della prime,
seconda e terza media, affianca
la scuola sostenendo economicamente i progetti educativi rivolti
ai ragazzi tra i quali ricordiamo il
Consiglio Comunale dei Ragazzi
che si insedierà in gennaio. Promuove incontri formativi con gli
educatori, e le famiglie con l’obiettivo di aiutare gli adulti a trasmettere ai giovani quel senso di appartenenza e di identità che permetta
loro di connettere il passato con il
presente e con i sogni del futuro.
«Certo, - conclude l’assessore - il
lavoro da fare è ancora tanto e sarà
tanto più incisivo quanto più sarà
condiviso».
Nuovi fondi in
arrivo per il
Centro Giovani,
ormai una realtà
consolidata
Oltre 2mila euro alle famiglie di Sorbolo
Dal Comune un aiuto perchè
lo sport sia davvero per tutti
Nel 2013 il Comune di Sorbolo - grazie anche all’importante contributo di Coop Consumatori Nordest - erogherà alle sue famiglie
complessivamente 2596 euro per agevolare la
pratica sportiva da parte dei cittadini più giovani; tutti, anche quelli economicamente più
svantaggiati.
Un importo non indifferente, che nei prossimi mesi l’ente verserà a coloro che ne hanno
fatto domanda e che sono rientrati nei criteri
stabiliti dall’apposito bando: questo, scaduto
il 31 di ottobre, permetteva di richiedere un
contributo per pagare la quota di iscrizione
ad una pratica sportiva che coprisse fino al
50% e comunque fino ad un massimo di 110
euro per tutti i minori residenti sul territorio
di Sorbolo di età compresa tra i 6 e i 14 anni
e con una ISEE inferiore ai 22.000 euro. Sono
state 28 le domande presentate, con l’aggiunta di una respinta perché non rispondente ai
requisiti richiesti.
«Viste le difficoltà sempre maggiori cui vanno
incontro le famiglie - afferma a questo proposito Nicola Cesari, assessore allo Sport - il
Comune di Sorbolo ha voluto attivarsi per far
sì che la pratica di una disciplina sportiva non
resti preclusa alle fasce più deboli della cittadinanza».
“Un Comune per Amico”
Aver realizzato la nuova tensostruttura del centro sportivo di Sorbolo
senza alcuna barriera architettonica: è grazie a questo intervento che i
Comune di Sorbolo si è aggiudicato - insieme a Medesano - la quinta
edizione del premio “Un Comune per amico”, istituito dalla Provincia,
dal Comitato italiano paralimpico (Cip) e dall’Associazione nazionale
mutilati e invalidi
civili (Anmic): un
riconoscimento
nato proprio per
premiare le amministrazioni del
territorio che si
sono maggiormente distinte
nell’abbattimento delle barriere
architettoniche,
soprattutto in
ambito sportivo.
Sorbolo-Viriat:
gemelli di gusto!
Sessanta sorbolesi hanno partecipato alla delegazione che,
la scorsa estate, ha fatto visita
alla comunità di Viriat, paese adagiato sulle colline della della Bresse e
gemellato con Sorbolo da dodici anni. Per l’occasione i cittadini di Sorbolo
hanno partecipato alla “Marche Gourmande”, la camminata enogastronomica a cui hanno contribuito cucinando oltre 90 kg di torta fritta. Nel
2013 saranno i cugini francesi ad essere ospitati a Sorbolo in occasione
della Festa della Repubblica, il 2 giugno prossimo.
7
SOCIALE
dicembre 2012
Un progetto per sostenere i famigliari di persone affette da queste patologie
Demenza: chi assiste chi assiste?
La “Scuola del Caregiver”
proseguirà nel corso del 2013
con una serie di incontri dedicati
in particolare alla stimolazione
cognitiva
Q
uando in famiglia c’è un
malato affetto da demenza, chi assiste chi assiste?
Da questo interrogativo nasce
l’idea della “Scuola del Caregiver”, un progetto promosso dai
professionisti del Consultorio per
la Diagnosi e Cura dei Disturbi
Cognitivi, con A.I.M.A. e l’Assessorato ai Servizi Sociali dei Comuni di Sorbolo e Mezzani, e avviato
lo scorso ottobre con quattro incontri tenutisi - grazie alla disponibilità della PRO.GES. -presso il
Centro Diurno della Casa degli
Anziani di Sorbolo.
«Il sostegno degli esperti del
Consultorio - spiega Giuseppe
Contento, assessore alla Sanità
e alle Politiche sociali - offre un
accompagnamento al fine di una
migliore gestione della malattia,
che può passare attraverso l’accettazione di un aiuto, il parlare
con altri di ciò che si prova e sapersi prendere degli spazi per sé.
Gli incontri non risolvono tutti i
problemi quotidiani ma forniscono informazioni sulla malattia e
indirizzano verso le competenze
che possono offrire aiuti. Essi
costituiscono il primo passo per
uscire dall’isolamento relazionale
e sentirsi sostenuti dalla collettività».
Gli incontri di ottobre, condotti
dalle dottoresse Pagliara e Ferrari Pellegrini (psicologhe–Psicoterapeute AIMA – Centro Disturbi
Cognitivi) hanno riguardato diversi aspetti del problema; dai diffe-
renti stadi di evoluzione della malattia ai disturbi comportamentali
e del tono dell’umore, dal mantenimento dell’autonomia attraverso la stimolazione cognitiva alle
problematiche del linguaggio e
della comunicazione.
«Nel corso del prossimo anno il
Comune ha la ferma intenzione
di proseguire questa esperienza,
Nozze d’oro per l’Avis Sorbolo:
50 anni di volontariato e solidarietà
È una donazione lunga 50 anni quella
dell’AVIS di Sorbolo. Mezzo secolo è infatti
passato dal 1962, anno di fondazione della
sezione instancabilmente attiva del paese.
Le prime donazioni avvennero nell’ambulatorio del dottor Fochi, fino al trasferimento
nell’attuale sede di via Gruppini, avvenuto
nel 1973. L’associazione conta oggi a Sorbolo un migliaio di soci, oltre a 500 emeriti.
Questi effettivi hanno permesso nel 2011 di
raccogliere 1500 sacche di sangue, dato che
rappresenta il record per quanto riguarda
l’AVIS locale.
«Come dimostrato da questi numeri
– afferma Umberto Verona, Presidente della Sezione di Sorbolo - è forte
il radicamento dell’associazione nel
territorio comunale e oltre. Il nostro
impegno non deve dirsi concluso al
raggiungimento dell’importante soglia dei 50 anni di vita: la ricerca di
nuovi volontari e la sensibilizzazione
alla donazione, soprattutto tra i giovani, rimangono i nostri obiettivi principali». Esistono anche progetti per il
futuro: «Abbiamo già un accordo con
il Comune – prosegue Verona – per
l’ampliamento della sede, oggi non
più adeguata al gran numero di donatori che la frequentano e di attività
B7701212
cora compromesse da questo tipo
di patologie».
Per informazioni:
Sportello Sociale del Comune
di Sorbolo, tel. 0521/669617
Consultorio Disturbi Cognitivi,
tel. 0521/241324
Casa degli Anziani di Sorbolo,
tel. 0521/697567
Il sostegno
degli esperti
del Consultorio
permette di uscire
dall’isolamento: è
il primo passo per
accettare un aiuto
Il Comune celebra la sezione locale con un’onorificenza
8
che riteniamo davvero soddisfacente» afferma l’assessore Contento.
«In particolare - conclude - concentreremo i prossimi passi del
progetto sull’attività di stimolazione cognitiva, che rappresenta
uno strumento molto importante
per mantenere, nella fase iniziale
della malattia, le funzioni non an-
che qui si svolgono».
La sezione ha deciso di dedicare la Festa del
Donatore del 2012 alla celebrazione dell’importante anniversario d’oro. La consueta tre
giorni di inizio settembre è stata così impreziosita da feste gastronomiche e musicali
culminate nella giornata conclusiva che, oltre al corteo, alla messa e alla premiazione
dei donatori benemeriti dell’anno, ha visto
la consegna da parte dell’amministrazione
comunale di una targa di onorificenza alla
sezione. [Francesco Bandini]
Una nuova ambulanza per la CRI
Inaugurata a settembre la
nuova ambulanza a disposizione del Comitato della Croce
Rossa di Sorbolo, acquistata
grazie al contributo di tanti
sorbolesi e della Fondazione
Cariparma. La generosità dei
cittadini e delle ditte ha infatti permesso di raccogliere il
60% dei 78 mila euro necessari
all’acquisto del mezzo che ha
sostituito un’autoambulanza
gravata di un numero elevato di chilometri e non più adeguata alle necessità di oggi; il restante 40% è stato offerto dalla Fondazione. Il nuovo veicolo dispone di tutte le strumentazioni oggi indispensabili nelle
situazioni di emergenza. Con questa donazione sia la Fondazione Cariparma, sia i cittadini hanno dimostrato un grande attaccamento alla
CRI. «La Croce Rossa è da sempre presente nel momento del bisogno di ogni persona; – afferma Danilo Cabassi, commissario CRI
di Sorbolo – quando è stato l’ente ad avere bisogno del contributo di tutti, la popolazione sorbolese ha risposto con straordinaria prodigalità». Per dare atto dell’acquisto alla cittadinanza e
renderne onore, il 22 settembre un corteo si è snodato per le vie
del centro giungendo alla sede della Croce Rossa. Qui Don Montali ha ufficiato la S. Messa e benedetto l’ambulanza; in seguito
sono intervenuti il sindaco Angela Zanichelli e il commissario
provinciale Giuseppe Zammarchi. «Il corteo – continua Cabassi
– oltre che dovuto, è un gesto pensato per ricordare alla cittadinanza il servizio infaticabile dei 170 volontari del comitato
locale, impegnati ogni giorno in un compito svolgibile solo con
l’aiuto di tutti coloro che hanno a cuore la Croce Rossa». In occasione dell’inaugurazione, inoltre, il Sindaco Angela Zanichelli
ha consegnato al Comitato - a nome di tutta l’Amministrazione
- un assegno di 5000 euro, che vanno ad aggiungersi a quelli
personalmente donati dagli amministratori e dai consiglieri
comunali. [Francesco Bandini]

Documenti analoghi