Codice di autodisciplina Codice di autodisciplina

Commenti

Transcript

Codice di autodisciplina Codice di autodisciplina
Allegato “C”
Codice di autodisciplina
Codice di autodisciplina (codice etico)
1- Il Restaurant Manager o assimilato, iscritto all’ Associazione F.I.MA.R. ,
riconosce il diritto del consumatore (cliente) e più specificatamente:
a) Tutela della salute del cliente
b) Sicurezza e qualità dei servizi e delle derrate alimentari
c) Adeguata informazione e corretto uso della pubblicità
d) Esercizio delle pratiche commerciali, secondo principi di buona fede,
correttezza operativa e lealtà.
e) Educazione al consumo
f) Trasparenza ed equità nei rapporti commerciali
g) Erogazione dei servizi secondo parametri di qualità ed efficienza secondo
ancora da stabilire.
h) I prezzi applicati, in conformità alle disposizioni di legge, devono essere
indicati con trasparenza
2- Il Restaurant Manager o assimilato, iscritto all’Associazione F.I.MA.R.,
svolge la pratica commerciale con diligenza professionale correlata, in
termini di equità, alla qualità del servizio, alla classificazione dell’esercizio,
al valore complessivo del prodotto.
3- Il Restaurant Manager o assimilato, iscritto all’Associazione F.I.MA.R., si
impegna a non attivare pratiche e/o associazioni commerciali ingannevoli
e/o aggressive, con riferimento ad un successivo decreto.
4- Nell’esercizio delle sue funzioni, il Restaurant Manager, o assimilato,
iscritto all’Associazione F.I.MA.R., si impegna ad attuare qualsiasi azione
benevola finalizzata alla protezione di minori e alla dignità umana.
5- Il Restaurant Manager o assimilato, iscritto all’Associazione F.I.MA.R.
adotta, all’interno della propri attività, gestione analitica, controllo di
gestione e Food Cost Control, con lo scopo di migliorare e ottimizzare le
performance gestionali dell’esercizio commerciale.
6- Il Restaurant Manager o assimilato, iscritto alla F.I.MA.R.
si impegna a
rendere il marketing parte integrante del suo lavoro, là dove possibile,
implementando, mantenendo e migliorando le strategie di marketing
dell’azienda in cui opera.
7- Il Restaurant Manager o assimilato, iscritto alla F.I.MA.R. deve dedicarsi
nell’accrescere il potenziale dei propri addetti ai lavori, qualsiasi sia il ruolo
che questi ultimi svolgono. E nello specifico:
a) Sviluppare emozioni positive nei confronti degli errori altrui
b) Adottare un ascolto attivo e riflessivo
c) Dispensare vantaggi
d) Favorire il P.E.S.
P. – Personalmente migliorato ( propria parte di vittoria)
E. – Economicamente migliorato (sicurezza auto-generata)
S. – Socialmente migliorato ( significato esistenziale)
8- Il Restaurant Manager o assimilato, iscritto alla F.I.MA.R. si impegna a
supportare e valorizzare le capacità di ogni membro del suo staff,
guidandolo attraverso l’esempio, al miglioramento costante nel proprio
lavoro.
9- Il Restaurant Manager o assimilato, iscritto alla F.I.MA.R. possiede
qualifiche dovute a studi accademici, percorsi formativi o esperienza,
tuttavia si impegna a migliorare continuamente le proprie competenze
personali e professionali, specificatamente nell’ambito del restaurant
marketing, leadership, gestione e controllo, menu engineering, menu
analysis e a trasferire le proprie competenze al team.
10 Il Restaurant Manager o assimilato, iscritto alla F.I.MA.R.
applica con
diligenza il menu engineering o menu analysis con tecniche sempre
aggiornate, garantendo un giusto equilibrio tra l’esercizio commerciale e le
aspettative del cliente.
11 Il Restaurant Manager o assimilato, iscritto alla F.I.MA.R., opererà
garantendo il principio di sopravvivenza e soddisfazione, esaudendo sia gli
interessi dei consumatori (clienti) che dei soggetti portatori dei fattori
produttivi ( società, personale addetto).

Documenti analoghi