Afinestr A

Commenti

Transcript

Afinestr A
finestra
A
nuova
Supplemento a Nuova Finestra n. 389 Marzo 2013 Anno XXXIV - � 3,00
prodotti e tecnologie
per l’architettura
rKuPy1DAbU/wY3gthG6K0IsWuxLfBoVidL3j8jpXLIk=
the shard di renzo piano LA CANTINA antinori il museo sostenibile
Panorama al primo posto sapore di mare Facciate e fuoco
facciate resistenti al sisma verso le case a energia zero
dalla cpd al cpr ospitalità in classe a
La trasparenza dell’Amministrazione
Il Croydon Council PSDH Civic Building è un moderno complesso di
edifici che serviranno come uffici dell’Amministrazione Pubblica
del Comune di Croydon nei dintorni di Londra. Un moderno edificio
completamente vetrato come metafora della trasparenza della Pubblica
Amministrazione. A cura di Alberto Schoenstein. / A cura di Alberto Schoenstein
nuovo/Il Croydon Council PSDH Civic Building
31
finestra 01/13
1▼
2▼
■ Il nuovo complesso funge da catalizzatore per la riqualificazione
dell’intero quartiere circostante, fornendo un forte senso di identità e
di presenza nell’ambito della rivitalizzazione complessiva dell’area di
Croydon nei dintorni di Londra. L’edificio offre una giustapposizione
complementare al Municipio ed alla Torre dell’Orologio, risalenti al 17°
secolo, che simboleggiano il cuore democratico di questa località alle
porte di Londra. L’attuale storico Municipio è una magnifica espressione
di Palazzo Civico e rimane l’ideale per essere al centro delle funzioni
democratiche. Il nuovo edificio utilizza il rapporto con l’esistente come
controparte contemporanea.
1. Doppia pelle sbalzo inferiore / 2. Gioco visivo fra vetro e mattoni, tra nuovo e antico.
NON RESIDENZIALE
NUOVO
credit progetto
Progetto Croydon Council PSDH Civic Building a Croydon, Londra UK Contractor: Sir Robert McAlpine Progettista: EPR Architects Project
Manager: John Laing & Son Ltd Sistemi di facciata: Gruppo Focchi Vetri: Iinterpane - AGC Glass Immagini e disegni: Focchi
3
4
La proposta dei progettisti, lo studio londinese EPR Architects, ha
cercato di rendere il design invitante e al contempo completamente
trasparente al pubblico in modo che i cittadini siano invogliati ad
entrare e impegnarsi nelle attività del Consiglio che nel contempo
avvengono in modo visibilmente trasparente. “I nostri principi di
approccio al design degli edifici non residenziali si basano sull’integrazione nel contesto, qualità degli spazi, chiarezza della forma, luce
naturale e sostenibilità”.
Sottolineano i progettisti, e ancora “Lavoriamo a stretto contatto con i
clienti per capire le loro esigenze, siamo orgogliosi di fornire edifici sostenibili, ambienti stimolanti in cui lavorare, perché riconosciamo che gli
uffici sono al centro della nostra vita quotidiana. Facciamo il possibile per
collegare gli edifici con il loro contesto e massimizzare l’ingresso della luce
naturale un luogo dove si possa stare bene. Siamo fermamente convinti
che tutti gli edifici devono rispondere prima di tutto alle loro funzioni e
al contesto”.
Se la parte storica in mattoni rossi può essere vista come elemento di
patrimonio civico, il nuovo edificio rappresenta, quindi, una forte immagine di trasparenza sia visiva architettonica che sia metaforica.
Ciò che vi avviene dentro deve essere trasparente a tutti. Il nuovo edificio nel contempo continua a rispettare il rapporto con la storia della
comunità pur rappresentandone l’immagine del futuro.
5
Un contrappunto vetrato
L’edificio nuovo è prevalentemente rivestito in vetro in linea con le aspirazioni del Consiglio Comunale di Croydon, ovvero fornire un’espressione di trasparenza e di apertura della funzione pubblica verso la comunità. Per rendere sostenibile un edificio completamente vetrato è stato
scelto un involucro a doppia pelle che avvolge completamente l’edificio
e si propone di massimizzare l’ingresso della luce naturale, riducendo al
minimo l’ingresso del calore.
Uno dei criteri più importanti utilizzati nella progettazione dallo studio
Epr è stato quello di garantire un design sostenibile, minimizzando il
consumo di energia, ove possibile. Il complesso è costituito sostanzialmente da due blocchi: il Main Building di 13 piani fuori terra e l’Annex
Building di 5 piani fuori terra, per un totale di circa 20.000 m2.
Le principali tipologie di prodotto utilizzate in facciata sono una facciata
continua a montanti e traversi per il piano terra e il primo piano, una
facciata a doppia pelle a cellule (con intercapedine di 800 mm) per gli
altri piani. L’Atrio è realizzato con vetri stratificati mono piano e traversi
portanti. Una facciata a doppia pelle compatta (con intercapedine di
180 mm) è stata utilizzata per la zona terrazzi. Il lucernario di tamponamento atrio interno è composto da una facciata a montanti e traversi. Il
piano di copertura vede un rivestimento con frangisole orizzontali per
mascherare gli impianti.
3. Facciata doppia pelle. / 4. Immagine dello sbalzo vetrato superiore. / 5. Sezione verticale sbalzo superiore.
nuovo/Il Croydon Council PSDH Civic Building
33
finestra 01/13
NON RESIDENZIALE
NUOVO
6
La facciata
La tipologia di facciata, tutte fornite dal braccio inglese del Gruppo
Focchi, Focchi UK, che caratterizza principalmente il progetto è
quella a doppia pelle dove vengono utilizzati prodotti di alta qualità
innovativa: Per la realizzazione della prima pelle è stato installato
un sistema a cellule, il vetro isolante incollato con silicone strutturale è costituito da una lastra esterna stratificata, spessore 66.2 con
coating selettivo Ipasol (Interpane - AGC Flat Glass) neutral 60/33,
distanziale a bordo caldo da 18 mm con gas argon e lastra stratificata interna di sicurezza spessore 55.2 con un valore di trasmittanza
termica Ug di 1,1 W/m2 °K.
La pelle esterna è costituita da vetri stratificati temperati extra chiari serigrafati di spessore 13 mm agganciati alla struttura in acciaio
zincata a caldo tramite accessori a “rotules” in acciaio inox AISI 316
con testa svasata in corrispondenza dei vetri.
L’intercapedine ventilata di 800 mm tra le due pelli è resa pedonabile mediante l’utilizzo pannelli grigliati in acciaio zincato a caldo
il cui peso è sostenuto da staffe a mensola aggettanti dal piano di
facciata.
L’accesso all’intercapedine è assicurata mediante l’utilizzo di più di
100 porte di servizio inserite in facciata.
La seconda pelle riveste completamente tre fronti del Main Buil6. Sezione verticale involucro fronte sud. / 7. Visione 3D del complesso.
7
ding con sbalzi dalla geometria trapezoidale che si estendono fino
a 5 metri in altezza oltre il livello dei terrazzi, dove sono collocati i
louvres automatizzati per l’estrazione dell’aria calda durante la fase
estiva.
Per la facciata inclinata del fronte sud sono stati inoltre progettati
moduli a parallelogramma per assecondare la complessa geometria
dell’edificio.
I test prestazionali eseguiti hanno evidenziato le ottime caratteristiche acustiche e termiche del prodotto. L’abbattimento acustico
in/out testato in conformità con la EN 140-5:1995 è pari a Rw 45
dB, abbattimento da piano a piano testato in conformità con EN
20140:1992 è pari a 58 dB.
Dai calcoli termici eseguiti si evince un ottimo valore di trasmittanza termica pari a 1,30 W/m2 °K.
I manufatti sono stati consegnati in cantiere con trasporti “just in
time” e stoccati ai vari piani dai quali poi sono stati preparati per
l’installazione che è avvenuta operando completamente dall’interno
verso l’esterno con sequenza dal basso verso l’alto utilizzando dispositivi di sollevamento situati a vari piani dell’edificio.
La cantierizzazione del progetto ha comportato più di un anno di
progettazione a stretto contatto con l’architetto e la preparazione di
oltre 1000 disegni esecutivi.