Baby lavoratori: 150 milioni, tra i 5 ei 14 anni

Commenti

Transcript

Baby lavoratori: 150 milioni, tra i 5 ei 14 anni
Baby lavoratori: 150 milioni, tra i 5 e i 14 anni
Centocinquanta
milioni di
bambini tra i 5 e i 14 anni, nel
mondo, sono impiegati nel
lavoro minorile. Lo stima
l'Unicef in occasione della
Giornata contro il lavoro
minorile che si e’celebrata il 12
Giugno.
Sono impiegati nelle forme
peggiori di lavoro minorile,
come quelle che prevedono carichi pesanti, contatto con sostanze chimiche e un orario di
lavoro prolungato, il 60% risulta impiegato nell'agricoltura;
il 7% nell'industria e il 26% nei
servizi.
Nell'Africa subsahariana più di
un terzo dei bambini lavora. "Il
lavoro minorile è sia causa che
conseguenza della povertà e del
disagio sociale", ha
detto Gia-como
Guerrera,
Presidente
dell'Unicef Italia.
"Nei paesi in via di
sviluppo - ha
aggiunto - molti
bambini
sono
costretti a lavorare
perché sono orfani
o separati dalle
famiglie, o perché
devono sostenere il
reddito familiare. La crisi finanziaria globale ha ulteriormente spinto i minori ad avviarsi precocemente al lavoro,
specie verso le forme di lavoro
più pericolose.
E per le bambine la situazione è
QUANTOAnche
COSTA
IL “NO”
se non ufficialmente, il sindaco di Toronto Rob Ford ha detto
che probabilmente chiedera’ al
Consiglio comunale di riconsiderare il voto negativo espresso
per un’espansione della casa da
gioco a Woodbine Racetrack.
Il “no” del Consiglio comunale di Toronto alla costruzione di un casino’ in centro citta’ e’ costato ai contribuenti 370.000 dollari ai quali sarebbe da aggiungere un imprecisato costo - oltre 30mila? - del personale comunale impiegato per la preparazione dei
diversi rapporti.
PowerStream, sconti
per il deumidificatore
povertà-lavoro minorile-ignoranza-povertà".
Contro il lavoro minorile,
l'Unicef concentra il suo impegno sull'istruzione, giudicata
l'arma migliore per allontanare
lo spettro di un'ignoranza che è
in primo luogo non conoscenza
dei propri diritti e delle proprie
potenzialità, e sulla diffusione
della cultura della Responsabilità Sociale d'Impresa. Per
l'Unicef, "la Responsabilità
ancora più pesante, perché oltre Sociale d'Impresa consiste nel
a lavorare, esse devono occu- tutelare i diritti dei bambini
parsi dei lavori domestici e della stringendo collaborazioni efficura dei fratellini più piccoli, caci tanto con i Governi quanto
rinunciando alla scuola. Se è con le imprese al fine di provero che la povertà è il seme del muovere da un lato la reproblema, bisogna intervenire sponsabilità degli Stati nel
per spezzare il circolo vizioso garantire, dall'altro quella delle
Sospensione
Imu:
Fucsia pensa
agli italiani
all’estero
L’on. Fucsia Nissoli (Sc),
ha presentato un emendamento in Commissione
Finanze della Camera in
occasione dell’esame del
ddl di “Conversione in legge del decreto-legge 21
maggio 2013, n. 54, recante interventi urgenti in
tema di sospensione del-
I clienti di PowerStream riceveranno un coupon di 50
dollari per acquistare un nuovo deumidificatore Energy
Star portandone uno vecchio di almeno dieci anni e
funzionante al rivenditore di fiducia.
L’iniziativa “save ON energy Exchange events”
prendera’ il via il 14 giugno, si concludera’ il 26 giugno
e sara’ valida in tutti i negozi Canadian Tire dell’Ontario.
L’obiettivo e’ ridurre lo spreco di elettricita’ e risparmiare denaro.
Per informazioni www.powerstream.ca/conservation.
Carni di qualita’ e servizio eccellente
PREZZI
ECCEZIONALI
l’imposta
municipale
propria,…”, il cosiddetto
decreto IMU.
L’emendamento della deputata eletta nella circoscrizione Nord e Centro
America è teso a far sì che
nella sospensione dell’imposta rientrino anche le
“unità immobiliari a destinazione abitativa, nel
limite massimo di una per
ciascun soggetto passivo,
possedute dai cittadini
italiani, non residenti nel
territorio dello Stato, a
titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risultino
locate”. (fonte: Inform)
SCUOLA GUIDA
PER 80ENNI in su
Volete prepararvi bene
per il rinnovo della
patente e per
l’esame di gruppo?
VI ASPETTIAMO!
Vi metto a disposizione i
miei oltre 35 anni
d’esperienza nel settore.
CHIAMATE CON FIDUCIA
Joe al 905.850.0925
PAG. 5 L O SPECCHIO - 14 G IUGNO 2013
IN ITALIA
1 SU 20
Sono più di 1 su 20 in Italia i
minori di 16 anni (5,2% del
totale nella fascia 7-15 anni)
che lavorano.
Tra i 260.000 pre-adolescenti
"costretti" a lavorare, sono
30.000 i 14-15enni a rischio di
sfruttamento che fanno un
lavoro pericoloso
per la loro salute, sicurezza o
integrità morale
aziende nel rispettare e sostenere i diritti dei bambini nei
luoghi di lavoro, nel mercato e
nella comunità.
Al fine di supportare imprese e
governi nella tutela dei diritti
dei bambini, l'Unicef sta sviluppando delle linee guida in
materia".