Consuntivo 2012 - Unione bassa est parmense

Commenti

Transcript

Consuntivo 2012 - Unione bassa est parmense
UNIONE BASSA EST PARMENSE
(Provincia di Parma)
Sede legale: Sorbolo, Piazza Libertà, 1
Sede amministrativa: Sorbolo, Via del Donatore, 2
Telefono 0521/669611, fax 0521/669669
partita iva 02192670343
PIANO TRIENNALE - CONSUNTIVO 2012 ai sensi dell’art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007
PREMESSA
La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre 2007) prevede, all’art. 2, commi
da 594 a 600, che:
594. Ai fini del contenimento delle spese di funzionamento delle proprie strutture, le amministrazioni
pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, adottano piani
triennali per l’individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell’utilizzo:
a) delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell’automazione
d’ufficio;
b) delle autovetture di servizio, attraverso il ricorso, previa verifica di fattibilità, a mezzi alternativi di
trasporto, anche cumulativo;
c) dei beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali.
595. Nei piani di cui alla lettera a) del comma 594 sono altresì indicate le misure dirette a circoscrivere
l’assegnazione di apparecchiature di telefonia mobile ai soli casi in cui il personale debba assicurare,
per esigenze di servizio, pronta e costante reperibilità e limitatamente al periodo necessario allo
svolgimento delle particolari attività che ne richiedono l’uso, individuando, nel rispetto della normativa
sulla tutela della riservatezza dei dati personali, forme di verifica, anche a campione, circa il corretto
utilizzo delle relative utenze.
596. Qualora gli interventi di cui al comma 594 implichino la dismissione di dotazioni strumentali, il
piano è corredato della documentazione necessaria a dimostrare la congruenza dell’operazione in
termini di costi e benefici.
597. A consuntivo annuale, le amministrazioni trasmettono una relazione agli organi di controllo
interno e alla sezione regionale della Corte dei conti competente.
598. I piani triennali di cui al comma 594 sono resi pubblici con le modalità previste dall’articolo 11 del
decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e dall’articolo 54 del codice dell’amministrazione digitale, di
cui al citato decreto legislativo n. 82 del 2005.
599. Le amministrazioni di cui al comma 594, sulla base di criteri e modalità definiti con decreto del
Presidente del Consiglio dei ministri da adottare, sentita l’Agenzia del demanio, entro novanta giorni
dalla data di entrata in vigore della presente legge, all’esito della ricognizione propedeutica alla
adozione dei piani triennali di cui alla lettera c) del comma 594 provvedono a comunicare al Ministero
dell’economia e delle finanze i dati relativi a:
a) i beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali, sui quali
vantino a qualunque titolo diritti reali, distinguendoli in base al relativo titolo, determinandone la
consistenza complessiva ed indicando gli eventuali proventi annualmente ritratti dalla cessione in
locazione o in ogni caso dalla costituzione in relazione agli stessi di diritti in favore di terzi;
b) i beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali, dei quali
abbiano a qualunque titolo la disponibilità, distinguendoli in base al relativo titolo e determinandone la
consistenza complessiva, nonché quantificando gli oneri annui complessivamente sostenuti a qualunque
titolo per assicurarne la disponibilità.
600. Le regioni, le province autonome e gli enti del Servizio sanitario nazionale, entro novanta giorni
dalla data di entrata in vigore della presente legge, adottano, secondo i propri ordinamenti, gli atti di
rispettiva competenza al fine di attuare i princìpi fondamentali di coordinamento della finanza pubblica
desumibili dai commi da 588 a 602.
Ne consegue la necessità di predisporre apposita relazione per soddisfare ed adempiere a quanto
stabilito dalla Finanziaria 2008.
RELAZIONE ANNUALE A CONSUNTIVO
I piani triennali previsti dalla Finanziaria 2008 vengono predisposti per l’individuazione di misure
finalizzate alla razionalizzazione dell’utilizzo:
1. delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro
nell’automazione dell’ufficio;
2. delle autovetture di servizio, attraverso il ricorso, previa verifica di fattibilità, a mezzi alternativi
di trasporto, anche cumulativo;
3. dei beni immobili a uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali.
Sono altresì indicate le misure dirette a circoscrivere l’assegnazione di apparecchiature di telefonia
mobile ai soli casi in cui il personale debba assicurare, per esigenze di servizio, pronta e costante
reperibilità e limitatamente al periodo necessario allo svolgimento delle particolari attività che ne
richiedono l’uso, individuando, nel rispetto della normativa sulla tutela della riservatezza dei dati
personali, forme di verifica, anche a campione, circa il corretto utilizzo delle relative utenze.
Occorre precisare che dal 01/01/2010 all’Unione di Sorbolo e Mezzani è subentrata l’Unione Bassa
Est Parmense.
1. DOTAZIONI STRUMENTALI
Non avendo dipendenti, l’Unione Bassa Est Parmense non ha postazioni di lavoro proprie: è il
personale dipendente dei Comuni aderenti a svolgere la propria attività lavorativa anche per
l’Unione.
Ciò premesso, le postazioni possono essere complessivamente individuate come segue:
- n. 71 postazioni di lavoro dotate di PC collegati in rete (di cui n. 58 di Sorbolo e n. 13 di Mezzani)
- n. 7 server (di cui n. 5 di Sorbolo e n. 2 di Mezzani)
- n. 8 fotocopiatori (di cui n. 6 di Sorbolo e n. 2 di Mezzani)
- n. 8 scanner (di cui n. 6 di Sorbolo e n. 2 di Mezzani)
- n. 4 apparecchiature fax (di cui n. 3 di Sorbolo e n. 1 di Mezzani)
- n. 21 stampanti (di cui n. 17 di Sorbolo e n. 4 di Mezzani)
Obiettivi per il triennio 20122013-2014:
Risultati raggiunti:
Attrezzature informatiche
Ribadendo quanto detto nella
precedente relazione, l’Unione
non ha postazioni proprie ma
agisce per conto dei Comuni
aderenti circa l’acquisto o il
noleggio
di
attrezzature
informatiche.
Gli obiettivi erano i seguenti:
1. acquisizione di un nuovo
server in sostituzione di
due tra quelli attualmente
utilizzati
2. l’acquisto di n. 5 personal
computer in sostituzione
di
quelli
non
più
utilizzabili
3. acquisto di un monitor
touch screen ad uso del
servizio URP
4. acquisto delle seguenti
attrezzature per il Corpo
Unico
di
Polizia
Municipale:1
centrale
operativa; 18 radio portatili
tetra, 5 radio veicolari, 2
stampanti con 2 scanner, 2
fotocopiatrici (fronte retro
a colori), 2 fotocopiatrici
piccole da tavolo, 2 fax 5
pc portatili, 5 computer, 1
telelaser, 1 pretest alcool, 1
apparato per rilevazione
stupefacenti, 1 fonometro,
3 macchine fotografiche
digitali, 1 videocamera
digitale, 4 stampanti a
colori, 1 etilometro, 3
IPAD,
2
distruggidocumenti
Si specifica che sia per gli
acquisti di cui al punto 1 sia per
quelli di cui al punto 4 sono stati
chiesti dei contributi alla
Regione Emilia Romagna per
spese di investimento.
1. Il contributo concesso all’Unione è stato utilizzato per
l’acquisto di una parte di quanto indicato nella richiesta di
contributo, e più precisamente si è provveduto alla fornitura
del nuovo server.
2. e 3. non si è ancora provveduto a dar corso a tale parte del
programma
4. Per tali acquisti, definiti peraltro nell’accordo di
programma, la Regione ha concesso un contributo pari alla
copertura del 70% della spesa sostenuta dall’Unione.
Sono stati acquistati: 1 centrale operativa; 18 radio portatili
tetra, 2 fax, 3 pc portatili, 7 computer, 1 apparato per
rilevazione stupefacenti, 2 macchine fotografiche digitali, 1
videocamera digitale, 1 etilometro, 2 IPAD, 2
distruggidocumenti.
In sostituzione delle fotocopiatrici da tavolo sono stati
acquistati 2 fotocopiatori da terra; non verranno acquistate le
4 stampanti a colori in quanto sono state acquistate 3 (al posto
di 2) fotocopiatrici fronte retro a colori che, essendo
multifunzione, vengono utilizzate anche come stampanti.
Sono stati inoltre acquistati i seguenti beni, rispettando lo
stanziamento dato dall’accordo di programma: 7 pistole marca
glock; 5 telefonini nokia; 1 macchina affrancatrice; 5 armadi
spogliatoio; 2 dispositivi per scarico armi; 2 armadi corazzati
per pistole; 1 autovelox; 1 impianto antintrusione per il
Comune di Sorbolo; 1 estensione dell’impianto antintrusione
del Comune di Colorno; 2 climatizzatori portatili; 1
climatizzatore fisso; 1 stazione fissa radio tetra; arredi per i tre
presidi.
Pur non essendo previsti dal piano triennale di previsione,
sono state acquistate le seguenti attrezzature per l’ufficio di
piano:2 portatili; 2 stampanti. Per tali acquisti è stato
utilizzato un contributo regionale.
Telefonia fissa
Si ribadisce quanto indicato
nella precedente relazione e cioè
che,
in
occasione
del
trasferimento
degli
uffici
comunali presso la nuova sede, è
stata realizzata una rete unica di
telefonia fissa tra le varie sedi,
intestato
all’Unione,
che
comprende
le
linee
del
centralino di Sorbolo e di
Mezzani, il centro civico di
Sorbolo, la Riserva Parma Morta
di Mezzani
L’Unione di Sorbolo e Mezzani, ora Unione Bassa Est
Parmense, ha aderito alla convenzione di telefonia fissa
stipulata tra Intercent-ER e Telecom Italia spa, avvalendosi di
tariffe particolarmente vantaggiose.
Inoltre nel corso del 2010, con il passaggio alla tecnologia
VOIP, l’Unione ha ridotto ulteriormente, e in maniera
drastica, i costi per le utenze telefoniche.
Tale vantaggio si ripercuote anche negli anni successivi.
TELEFONIA MOBILE
L’Unione è titolare di n. 5 utenze di telefonia mobile e dei relativi telefoni cellulari. Il gestore è
Vodafone Omnitel N.V.: è stata applicata la tariffa più conveniente per l’Ente; a tal punto occorre
sottolineare che la scelta del gestore è stata dettata dal fatto che sul territorio le altre compagnie di
telefonia mobile non trovano copertura, per cui non è stato possibile effettuare comparazioni tra
gestori ma solo tra tariffe dello stesso gestore.
I telefoni sono a disposizione del personale dipendente addetto al servizio di Polizia Municipale,
quindi personale che, svolgendo la propria attività lavorativa pressocchè al di fuori della sede, deve
necessariamente essere reperibile.
I consumi vengono controllati a campione dall’ufficio preposto al pagamento delle fatture.
Obiettivi per il triennio 2012-20132014:
Risultati raggiunti:
Controllo utenze
Si rileva che nel corso dell’anno 2012 sono state
effettuate n. 3 ricariche per i telefoni cellulari pari ad
€ 275,00 ciascuna.
Da ciò si desume che la spesa per il traffico risulta
molto esigua.
Comparazione tra gestori
L’Unione ha aderito nel 2013 alla convenzione
stipulata tra Intercent-ER e TIM per la fornitura dei
servizi di telefonia mobile: le tariffe applicate da TIM
risultano infatti più basse rispetto a quelle del
precedente gestore.
Acquisto di nuovi telefoni cellulari
Sono stati acquistati n. 5 telefoni cellulari nokia
telefoni cellulari (di cui 2 per Sorbolo, 1 per Mezzani
e 2 per Colorno) direttamente dal Corpo Unico di
Polizia Municipale utilizzando il contributo regionale
di cui si è parlato nel paragrafo “dotazioni
strumentali”.
2. AUTOVETTURE DI SERVIZIO
L’Unione, alla data odierna, possiede n. 7 automezzi (n. 2 automobili, n. 3 autocarro, 1 auto e 1
furgone attrezzato a ufficio mobile).
Gli automezzi sono così destinati:
n. 2 autovetture assegnate al servizio di polizia municipale
n. 1 autocarro assegnato al servizio verde pubblico
2 autocarri assegnati al servizio di protezione civile
1 auto assegnato ai servizi ufficio di piano
1 furgone attrezzato a ufficio mobile assegnato al servizio di polizia municipale
Va ricordato che l’Unione non ha dipendenti. Il personale dei comuni aderenti, in caso di necessità,
può utilizzare i mezzi di proprietà dell’Unione o di uno dei Comuni aderenti; in questo modo,
potendo servirsi di mezzi di proprietà di un altro Ente e che al momento del bisogno non è utilizzato,
si evitano spese superflue per l’acquisto di nuovi mezzi.
Obiettivi per il triennio 2012-2013-2014:
Risultati raggiunti
Contratti assicurativi
Dal momento che l’ultima gara relativa
all’affidamento dei contratti assicurativi era stata
aggiudicata per il periodo 01.01.2009-31.12.2011,
si ribadisce quanto indicato nella precedente
relazione a consuntivo e cioè che il risparmio
ottenuto, pari a circa il 10 % rispetto ai contratti
precedenti, ha avuto effetto fino a tutto il 2011.
Acquisti nuovi automezzi
Era previsto l’acquisto di 1 veicolo ufficio mobile,
3 autovetture e 2 motocicli per il Corpo Unico di
Polizia Municipale
Nell’anno 2012 il Corpo Unico di Polizia
Municipale ha acquistato1 furgone attrezzato a
ufficio mobile. Per tali acquisti, definiti peraltro
nell’accordo di programma, la Regione ha
concesso un contributo pari alla copertura del
70% della spesa sostenuta dall’Unione.
Non si è dato ancora corso agli altri acquisti.
Pur non essendo previsti dal piano triennale di
previsione, sono state acquistate le seguenti
attrezzature per l’ufficio di piano: n. 2 autocarri
(ad uso del servizio di protezione civile) e 1 auto
(ad uso del servizio ufficio di piano).
Per tali acquisti è stato utilizzato un contributo
regionale.
SPESE DI GESTIONE ED ESERCIZIO
Essendo i servizi gestiti unitariamente nell’ambito dell’Unione, le spese relative alla fornitura di
carburante e manutenzione degli automezzi, compresi quelli di proprietà dei comuni aderenti, sono
di competenza dell’Unione Bassa Est Parmense.
Restano invece a carico dei singoli Enti le spese relative al pagamento delle tasse di possesso e di
assicurazione.
L’Unione si avvale di due modalità differenti di provvedere alla fornitura di carburante:
quanto ai mezzi di proprietà del Comune di Sorbolo e dell’Unione, di buoni carburante: la scelta è
motivata dal fatto che l’Unione, in seguito a problemi con il vecchio gestore delle tessere multicard
utilizzate dai mezzi di proprietà dell’Unione e del Comune di Sorbolo e legati alla gestione dei
contratti dopo l’entrata in vigore della L. 136/2010 relativa alla tracciabilità dei flussi finanziari, ha
optato per la fornitura di carburante tramite buoni, aderendo alla convenzione Consip;
quanto al Comune di Mezzani, si avvale di tessere multicard, legate alle targhe dei mezzi, in quanto,
trattandosi prevalentemente di mezzi agricoli che operano sul territorio del Comune di Mezzani e
non essendo i buoni spendibili presso i distributori presenti sul territorio di Mezzani, sarebbe più
dispendioso per i mezzi percorrere tragitti troppo lunghi per poter fare rifornimento.
Gli automezzi di proprietà dell’Unione non possono essere adibiti a trasporto cumulativo, in quanto
vengono utilizzati dai lavoratori solo in caso di reale necessità e per svolgere la propria attività al di
fuori della sede dell’Unione.
3. BENI IMMOBILI
L’Unione non ha in proprietà alcun bene immobile ad uso abitativo o di servizio.

Documenti analoghi