Istruzioni per l`uso

Commenti

Transcript

Istruzioni per l`uso
Istruzioni per l'uso
Traduzione delle istruzioni originali
KB (E3.1), KB (E5.1)
Incubatori refrigerati
con tecnologia a compressore con regolatore programmabile
Modello
Variante di modello
Cod. art.
KB 23 (E3.1)
KB023-230V
9020-0112, 9120-0112
KB 23-UL (E3.1)
KB023UL-240V
9020-0113, 9120-0113
KB 53 (E3.1)
KB053-230V
9020-0243, 9120-0243
KB 53-UL (E3.1)
KB053UL-240V
9020-0252, 9120-0252
KB 115 (E3.1)
KB115-230V
9020-0242, 9120-0242
KB 115-UL (E3.1)
KB115UL-240V
9020-0253, 9120-0253
KB 240 (E5.1)
KB240-230V
9020-0241, 9120-0241
KB 240-UL (E5.1)
KB240UL-240V
9020-0254, 9120-0254
KB 400 (E5.1)
KB400-230V
9020-0178, 9120-0178
KB 400-UL (E5.1)
KB400UL-240V
9020-0179, 9120-0179
KB 720 (E5.1)
KB720-230V
9020-0111, 9120-0111
KB 720-UL (E5.1)
KB720UL-240V
9020-0167, 9120-0167
BINDER GmbH
Indirizzo
Tel.
Fax
Indirizzo Internet
E-mail
Tel. servizio assistenza
Fax servizio assistenza
E-mail servizio assistenza
Servizio assistenza USA
Servizio assistenza Asia e
Area del Pacifico
Servizio assistenza Russia e СSI
Versione 07/2015
Casella postale 102
78502 Tuttlingen
+49 7462 2005 0
+49 7462 2005 100
http://www.binder-world.com
[email protected]
+49 7462 2005 555
+49 7462 2005 93 555
[email protected]
+1 866 885 9794 o +1 631 224 4340 x3
+852 390 705 04 o +852 390 705 03
+7 495 988 15 16
Art. No. 7001-0177
Indice
1.
SICUREZZA ........................................................................................................... 5
1.1
1.2
Avvertenze legali ................................................................................................................................. 5
Struttura delle avvertenze di sicurezza................................................................................................ 5
1.2.1
Livelli di avvertimento ................................................................................................................ 5
1.2.2
Segnale di sicurezza ................................................................................................................. 6
1.2.3
Pittogrammi ............................................................................................................................... 6
1.2.4
Struttura del testo delle avvertenze di sicurezza ....................................................................... 7
1.3 Posizione delle etichette di sicurezza sull'apparecchio ....................................................................... 7
1.4 Targa dei dati tecnici ........................................................................................................................... 8
1.5 Prescrizioni generali di sicurezza per l'installazione e il funzionamento dell'incubatore refrigerato .... 9
1.6 Utilizzo conforme ............................................................................................................................... 11
1.7 Indicazioni per l’utilizzo ...................................................................................................................... 12
1.8 Misure antinfortunistiche ................................................................................................................... 12
2.
DESCRIZIONE DELL'APPARECCHIO ................................................................ 13
2.1
2.2
2.3
2.4
2.5
Vista dell'apparecchio........................................................................................................................ 14
Pannello comandi .............................................................................................................................. 15
KB (E5.1) 240 / 400 / 720: Pannello di controllo laterale destro (opzionale) ..................................... 16
KB (E5.1) 240 / 400 / 720: Pannello di controllo laterale sinistro (opzionale).................................... 17
Retro del KB ...................................................................................................................................... 18
3.
FORNITURA, TRASPORTO, STOCCAGGIO E INSTALLAZIONE ..................... 18
3.1
3.2
3.3
3.4
Disimballaggio, controllo, elementi forniti .......................................................................................... 18
Istruzioni per un trasporto sicuro ....................................................................................................... 19
Stoccaggio......................................................................................................................................... 19
Luogo di installazione e condizioni ambientali................................................................................... 20
4.
INSTALLAZIONE DELL’APPARECCHIO ............................................................ 21
4.1
4.2
4.3
Distanziali (per apparecchi dalla dimensione 240) ............................................................................ 21
Installazione della protezione antiribaltamento flessibile (KB 400).................................................... 22
Allacciamento elettrico ...................................................................................................................... 23
5.
MESSA IN FUNZIONE ......................................................................................... 24
5.1
5.2
Impostazioni del regolatore programmabile RD3 .............................................................................. 24
Avvertenze generali ........................................................................................................................... 25
6.
MODALITÀ INSERIMENTO VALORE COSTANTE ............................................. 26
7.
EDITORE PROGRAMMA SETTIMANALE ........................................................... 28
7.1
Modello di copia per la tabella dell’editore programma settimanale ................................................. 30
8.
EDITORE PROGRAMMA ..................................................................................... 31
8.1
Generalità per la distinzione tra rampa di valore nominale e salto di valore nominale ..................... 31
8.1.1
Programmazione con impostazione “Ramp” (rampa) (impostazione di base) ....................... 31
8.1.2
Programmazione con impostazione “step” (salto) .................................................................. 33
8.1.3
Istruzioni per la programmazione di tutti i tipi di passaggio di temperatura ............................ 34
8.2 Immissione dei valori nominali per funzionamento programma ........................................................ 34
8.3 Modello di copia per la tabella programma ....................................................................................... 38
8.4 Eliminare una fase di programma ..................................................................................................... 39
9.
LIVELLO AVVIO PROGRAMMA.......................................................................... 40
10. LIVELLO UTENTE ............................................................................................... 43
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 2/106
11. ESEMPIO DI PROGRAMMAZIONE DELL’EDITORE PROGRAMMA
SETTIMANALE..................................................................................................... 50
11.1 Tempo di operazione desiderato ....................................................................................................... 50
11.2 Panoramica del procedimento .......................................................................................................... 50
11.3 Procedimento nei dettagli .................................................................................................................. 51
12. ESEMPIO DI PROGRAMMAZIONE DELL’EDITORE PROGRAMMA ................. 57
12.1 Tempo di operazione desiderato ....................................................................................................... 57
12.2 Panoramica del procedimento .......................................................................................................... 57
12.3 Procedimento nei dettagli .................................................................................................................. 58
13. COMPORTAMENTO IN CASO DI GUASTI ......................................................... 64
13.1 Comportamento dopo un'interruzione di rete .................................................................................... 64
13.2 Messaggi d’allarme ........................................................................................................................... 64
14. DISPOSITIVI DI PROTEZIONE TERMICA........................................................... 64
14.1 Dispositivo di protezione contro le sovratemperature (classe 1) ....................................................... 64
14.2 Regolatore di monitoraggio(termostato di sicurezza classe 3.1) ...................................................... 64
14.3 Termostato di sicurezza classe 3.3 (opzionale per apparecchi dalla dimensione 53) ...................... 65
14.3.1
Termostato di sicurezza classe 3.1......................................................................................... 67
14.3.2
Termostato di sicurezza classe 3.2......................................................................................... 68
15. SBRINAMENTO IN FUNZIONAMENTO DELLA REFRIGERAZIONE ................. 69
16. OPZIONI ............................................................................................................... 70
16.1
16.2
16.3
16.4
16.5
16.6
16.7
16.8
Software di comunicazione APT-COM™ 3 DataControlSystem (opzionale) .................................... 70
Interfaccia Ethernet (opzionale) ........................................................................................................ 70
Data Logger kit (opzionale per apparecchi dalla dimensione 240) ................................................... 70
Uscita analogica della temperatura (opzionale) ................................................................................ 71
Presa stagna della camera interna (opzionale per apparecchi dalla dimensione 53 – no per KB-UL)71
Uscite di contatto mediante contatti di controllo (opzionale per apparecchi dalla dimensione 53) ... 72
Sensore termico Pt 100 addizionale flessibile (opzione per KB 53, 115) .......................................... 73
Sensore termico Pt 100 addizionale flessibile (opzione per KB 240, 400, 720) ................................ 73
17. MANUTENZIONE, PULIZIA E SERVIZIO ASSISTENZA ..................................... 74
17.1 Intervalli di manutenzione, servizio assistenza.................................................................................. 74
17.2 Pulizia e decontaminazione ............................................................................................................... 75
17.2.1
Pulizia ...................................................................................................................................... 75
17.2.2
Decontaminazione .................................................................................................................. 76
17.3 Restituzione di un apparecchio a BINDER GmbH ............................................................................ 77
18. SMALTIMENTO .................................................................................................... 78
18.1
18.2
18.3
18.4
Smaltimento dell'imballo di trasporto................................................................................................. 78
Messa fuori servizio........................................................................................................................... 78
Smaltimento dell’apparecchio nella Repubblica Federale di Germania ............................................ 78
Smaltimento dell’apparecchio negli Stati Membri della CE ad eccezione della Repubblica Federale
di Germania ....................................................................................................................................... 80
18.5 Smaltimento dell’apparecchio in Stati non membri UE ..................................................................... 81
19. ELIMINAZIONE DELLE ANOMALIE .................................................................... 82
20. DESCRIZIONE TECNICA..................................................................................... 84
20.1
20.2
20.3
20.4
20.5
Calibrazione e regolazione in fabbrica .............................................................................................. 84
Protezione dalle sovracorrenti ........................................................................................................... 84
Definizione dello spazio utile ............................................................................................................. 84
Dati tecnici KB (E3.1) ........................................................................................................................ 85
Dati tecnici KB (E5.1) ........................................................................................................................ 87
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 3/106
20.6
20.7
20.8
20.9
20.10
20.11
20.12
20.13
Dotazione e componenti opzionali..................................................................................................... 89
Parti di ricambio e accessori ............................................................................................................. 90
Dimensioni di KB 23 .......................................................................................................................... 91
Dimensioni di KB 53 .......................................................................................................................... 92
Dimensioni di KB 115 ........................................................................................................................ 92
Dimensioni di KB 240 ........................................................................................................................ 93
Dimensioni di KB 400 ........................................................................................................................ 94
Dimensioni di KB 720 ........................................................................................................................ 95
21. CERTIFICATI ........................................................................................................ 96
21.1 Dichiarazione di conformità CE ......................................................................................................... 96
21.2 Certificato per il marchio GS dell’Assicurazione sociale tedesca degli incidenti DGUV ................... 98
22. REGISTRAZIONE DEL PRODOTTO ................................................................. 100
23. CERTIFICATO DI NON CONTAMINAZIONE ..................................................... 101
23.1 Per le apparecchi al di fuori dell’America del Nord e America Centrale .......................................... 101
23.2 Per le apparecchi nell’America del Nord e America Centrale ......................................................... 104
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 4/106
Gentile cliente,
per un funzionamento regolare e corretto dell'incubatore refrigerato KB, è indispensabile leggere con
attenzione il presente manuale in tutte le sue parti e attenersi alle relative istruzioni.
1.
Sicurezza
Il presente manuale fa parte della fornitura e deve essere conservato in un luogo facilmente accessibile.
L’apparecchio deve essere utilizzato solo da personale di laboratorio appositamente formato e a
conoscenza di tutte le misure di sicurezza da adottare quando si lavora in un laboratorio. Rispettare le
norme nazionali in materia di età minima del personale di laboratorio. Al fine di evitare danni alle persone
e alle cose attenersi scrupolosamente alle avvertenze di sicurezza che vi sono specificate.
AVVERTENZA
Mancata osservanza delle prescrizioni di sicurezza.
Gravi lesioni e guasti agli apparecchi.
 Attenersi alle avvertenze di sicurezza riportate nel presente manuale.
 Leggere attentamente e in tutte le loro parti le istruzioni per l'uso dell'incubatore
refrigerato KB.
1.1
Avvertenze legali
Le presenti istruzioni per l'uso contengono informazioni che consentono un utilizzo conforme,
un'installazione, una messa in servizio e un funzionamento corretti e una manutenzione efficace
dell'apparecchio.
La conoscenza e il rispetto delle istruzioni fornite nel manuale sono la premessa indispensabile per
l'utilizzo senza rischi e per la sicurezza durante il servizio e la manutenzione.
Il manuale non può tener conto di tutti i potenziali utilizzi dell'apparecchio. Nel caso si desiderasse
disporre di maggiori informazioni, oppure se dovessero verificarsi problemi particolari che non vengono
trattati nel manuale, si prega di chiedere assistenza al proprio rivenditore specializzato o direttamente
all'azienda produttrice.
Si fa inoltre presente che il contenuto del manuale non fa parte di alcun precedente accordo, promessa o
rapporto giuridico, né costituisce una loro modifica. Tutti gli obblighi di BINDER GmbH sono stabiliti nel
contratto di compravendita che contiene anche il regolamento completo e valido della garanzia. Le
disposizioni di garanzia stabilite nel contratto non vengono né ampliate, né limitate dalle successive
edizioni del presente manuale.
1.2
Struttura delle avvertenze di sicurezza
Nel presente manuale le situazioni di pericolo sono contrassegnate utilizzando le seguenti denominazioni
e simboli, compre previsto dall'armonizzazione delle norme ISO 3864-2 e ANSI Z535.6.
1.2.1 Livelli di avvertimento
I pericoli sono contrassegnati, in base alla gravità e probabilità delle loro conseguenze, con una dicitura,
un colore ed eventualmente un segnale di sicurezza.
PERICOLO
Segnala una situazione pericolosa che, se non evitata, provoca la morte o lesioni gravi (irreversibili).
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 5/106
AVVERTENZA
Segnala una situazione pericolosa che, se non evitata, può provocare la morte o lesioni gravi
(irreversibili).
ATTENZIONE
Segnala una situazione pericolosa che, se non evitata, può provocare lesioni non gravi o lievi (reversibili).
ATTENZIONE
Segnala una situazione che, se non evitata, può danneggiare il prodotto, comprometterne le funzioni o
causare danni a un oggetto situato nelle sue vicinanze.
1.2.2 Segnale di sicurezza
Il segnale di sicurezza avverte l'operatore del pericolo di lesioni personali.
Attenersi a tutte le misure contrassegnate con questo segnale al fine di evitare situazioni che
potrebbero causare lesioni personali o decessi.
1.2.3 Pittogrammi
Segnali di avvertimento
Tensione elettrica
pericolosa
Superficie calda
Atmosfera esplosiva
Rovesciamento
dell'apparecchio
Sollevamento di carichi
pesanti
Pericolo di corrosione e /
o combustioni chimiche
Sostanze nocive e
irritanti
Rischio biologico
Obbligo di lettura delle
istruzioni per l'uso
Obbligo di estrazione
della spina elettrica
Obbligo di sollevamento
in più persone
Pericolo per l'ambiente
Segnali di prescrizione
Obbligo generico
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 6/106
Segnali di prescrizione (continuazione)
Obbligo di sollevamento
con un'attrezzatura
meccanica
Segnali di divieto
Obbligo di rispetto delle
norme ambientali
Indossare guanti
di protezione
Non toccare
Non spruzzare acqua
Non salire
Indossare occhiali
di protezione
Avvertenze per un utilizzo ottimale dell'apparecchio.
1.2.4 Struttura del testo delle avvertenze di sicurezza
Tipologia del rischio / causa.
Potenziali conseguenze.
∅ Istruzioni sulle modalità per evitare il rischio: divieto.
 Istruzioni sulle modalità per evitare il rischio: obbligo.
È inoltre necessario tener conto anche delle istruzioni e delle informazioni non evidenziate in modo
particolare, al fine di evitare guasti che potrebbero causare, direttamente o indirettamente, danni alle
persone e alle cose.
1.3
Posizione delle etichette di sicurezza sull'apparecchio
Sull'apparecchio sono applicati i cartelli indicatori
raffigurati di seguito:
Segnale di sicurezza (avvertimento)
Superficie calda
•
Sportello in vetro interno, sopra la
maniglia della porta di vetro
Leggere le istruzioni per l'uso
•
Apparecchi UL: Porta esterna
dell'apparecchio
•
KB con l‘opzione presa interna: sotto la
presa interna
Etichetta adesiva del servizio assistenza
Figura 1: posizione dei cartelli indicatori (esempio KB 400-UL)
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 7/106
Le avvertenze di sicurezza devono essere complete e leggibili.
Sostituire i cartelli indicatori non più leggibili richiedendone di nuovi al servizio assistenza BINDER.
1.4
Targa dei dati tecnici
La targhetta degli apparecchi KB 23, 53, 115 (E3.1) si trova dietro la porta esterna in basso a sinistra.
La targhetta degli apparecchi KB 240, 400, 720 (E5.1) si trova a destra in basso sul lato sinistro
dell'apparecchio, al di sopra del modulo frigorifero.
Nominal temp.
IP protection
Safety device
Class
Art. No.
Project No.
Built
100 °C
212 °F
20
DIN 12880
3.1
9020-0241
1,20 kW / 5,2 A
200-230 V / 50 Hz
200-230 V / 60 Hz
1N~
Max. operating pressure 15 bar
R 134A – 0,35 kg
Contains fluorinated greenhouse gases
covered by the Kyoto Protocol
Cooling incubator
2015
BINDER GmbH
Im Mittleren Ösch 5
78532 Tuttlingen / Germany
www.binder-world.com
KB 240
E5.1
Serial No. 00-00000
Made in Germany
Figura 2: targa dei dati tecnici (esempio di KB 240 standard)
Dati riportati sulla targa (esempio)
BINDER
KB 240
Cooling incubator
Serial No.
00-00000
Built
2015
100 °C
Nominal temperature
212°F
IP protection
20
Temp. safety device
DIN 12880
Class
3.1
Art. No.
9020-0241
Project No.
--1.20 kW
5.2 A
200-230 V / 50 Hz
200-230 V / 60 Hz
1N~
Max. operating pressure 15 bar
R 134A - 0,35 kg
Contains fluorinated greenhouse
gases covered by the Kyoto Protocol
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Informazioni
Fabbricante: BINDER GmbH
Modello
Nome dell’apparecchio: Incubatore refrigerato
N. di serie. dell’apparecchio
Anno di costruzione dell’apparecchio
Temperatura nominale
Grado di protezione IP secondo la norma EN 60529
Protezione da sovratemperatura secondo la norma DIN
12880:2007
Classe di dispositivo di protezione da sovratemperatura
Articolo n. dell’apparecchio
Opzionale: modello speciale secondo il progetto n.
Potenza nominale
Corrente nominale
Gamma di tensione nominale +/-10%
con la frequenza di rete indicata
Tipo di corrente
Pressione di esercizio massima nel sistema di refrigerazione
Refrigerante tipo e peso di riempimento
Contiene gas fluorurati a effetto serra contemplati dal protocollo
di Kyoto
Pagina 8/106
Simbolo riportato sulla targa
Informazioni
Marchio di conformità CE
Apparecchio elettrico o elettronico introdotto nel mercato dell'UE
dopo il 13 agosto 2005, che deve essere smaltito in modo
differenziato ai sensi della direttiva UE 2002/96/CE sui rifiuti di
apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).
Marchio di certificazione GS dell’Assicurazione sociale tedesca
degli incidenti DGUV (“Deutsche Gesetzliche Unfallversicherung
e.V. (DGUV), Prüf- und Zertifizierungsstelle Nahrungsmittel und
Verpackung im DGUV Test“).
L'apparecchio è stato certificato secondo il sistema GOST R
dall'ente russo GOSTSTANDARD.
o
L’apparecchio è certificato secondo il Regolamento tecnico
dell'Unione doganale (TR CU) per la Russia, Bielorussia e
Kazakistan.
(solamente KB-UL)
1.5
L'apparecchio è stato certificato da Underwriters Laboratories
®
Inc. ai sensi delle norme CAN/CSA-C22.2 No. 61010-1, 2nd
Edition, 2004-07 (Electrical Equipment for Measurement,
Control, and Laboratory Use; Part 1: General Requirements); UL
61010-1, 2nd Edition, 2005-07-22 (Electrical Equipment for
Measurement, Control, and Laboratory Use; Part 1: General
Requirements); IEC 61010-1:2001, 2nd Edition and IEC 610102-10 (Particular Requirements for Laboratory Equipment for the
heating of materials).
Prescrizioni generali di sicurezza per l'installazione e il funzionamento
dell'incubatore refrigerato
Per il funzionamento e il luogo di installazione dell'incubatore refrigerato KB attenersi alla direttiva
BGI/GUV-I 850-0 per il lavoro sicuro nei laboratori (successive alle direttive per laboratori BGR/GUV-R
120 o ZH 1/119) (per la Germania).
BINDER GmbH risponde delle caratteristiche tecniche di sicurezza dell'apparecchio solo se la
manutenzione dello stesso viene effettuata da elettricisti specializzati o da personale tecnico autorizzato
da BINDER e se i componenti dai quali dipende la sicurezza dell'apparecchio, qualora guasti, vengono
sostituiti con pezzi di ricambio originali.
Utilizzare l'apparecchio solo con accessori originali BINDER o con accessori di produttori terzi il cui uso è
stato autorizzato da BINDER. L'utente è responsabile dei rischi derivanti dall'utilizzo di accessori non
autorizzati.
ATTENZIONE
Pericolo di surriscaldamento.
Danneggiamento dell'apparecchio.
∅ NON installare l'apparecchio in nicchie non areate.
 Accertarsi che la circolazione dell'aria sia sufficiente a disperdere il calore.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 9/106
Non utilizzare l'incubatore refrigerato KB in aree a rischio di esplosione.
PERICOLO
Pericolo di esplosione.
Pericolo di morte.
∅ NON installare l'apparecchio in aree a rischio di esplosione.
∅ Nell'ambiente NON devono essere presenti polveri o miscele di solventi e aria.
L'incubatore refrigerato KB non presenta protezioni antideflagrazione.
PERICOLO
Pericolo di esplosione.
Pericolo di morte.
∅ NON introdurre nell'apparecchio materiali che possono incendiarsi o esplodere alla
temperatura di lavoro.
∅ Nella camera interna NON devono essere presenti polveri o miscele di solventi e aria
esplosivi.
L'eventuale solvente contenuto nel materiale caricato non deve essere né esplosivo né infiammabile. Ciò
significa che, indipendentemente dalla concentrazione del solvente, nella camera di vapore NON deve
svilupparsi una miscela esplosiva al contatto con l'aria. La temperatura della camera interna deve essere
inferiore al punto di infiammabilità e di sublimazione del materiale. Informarsi sulle caratteristiche fisiche e
chimiche del materiale e della sua componente umida e sulla loro reazione in caso di trattamento con
energia termica e in presenza di umidità.
Informarsi inoltre sui potenziali rischi per la salute connessi con il materiale caricato e la sua componente
umida o con i prodotti di reazione che possono svilupparsi durante il riscaldamento. Prima della messa in
servizio dell'incubatore refrigerato KB adottare misure atte a prevenire tali rischi.
PERICOLO
Tensione elettrica pericolosa.
Pericolo di morte.
∅ NON bagnare l'apparecchio durante il funzionamento o la manutenzione.
Gli incubatori refrigerati KB sono costruiti in conformità alle norme VDE e collaudate singolarmente
secondo VDE 0411-1 (IEC 61010-1).
Durante e dopo l'operazione, le superfici interne hanno una temperatura vicino al valore prefissato.
ATTENZIONE
Durante il funzionamento, le porte in vetro, le maniglie delle porte in vetro e la
camera interna si riscaldano.
Pericolo di ustioni.
∅ NON toccare le porte in vetro, le maniglie delle porte in vetro, le superfici interne e il
materiale caricato durante il funzionamento.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 10/106
AVVERTENZA
Pericolo di rovesciamento.
Pericolo di lesioni.
Danni all'apparecchio e al carico.
Distacco del riparo inferiore che sporge dall'apparecchio.
 Quando le porte dell'apparecchio sono aperte, NON appoggiare oggetti pesanti sul
riparo inferiore, né salirvi.
1.6
Utilizzo conforme
Gli incubatori refrigerati KB sono adatti per il condizionamento di materiali innocui. A causa della
precisione della loro temperatura questi dispositivi sono particolarmente utili per la coltura di
microrganismi, con una gamma di temperatura ottimale compresa fra 4 °C e 37 °C. Principali campi di
applicazione sono i test di stoccaggio a lungo termine (p.es. a 4 °C), incubazione refrigerata tra i 20 ° C e
25 °C e incubazione a 37 °C (anche con apporto de calore addizionale) o con temperature alternate (p.es.
37 °C / 4 °C).
La miscela di qualsiasi componente del materiale di carico con l’aria, NON deve essere esplosiva. La
temperatura di esercizio deve restare al di sotto del punto di evaporazione o al di sotto del punto di
sublimazione del materiale di carico. Costituenti del materiale caricato non devono comportare il rilascio di
gas pericolosi.
Non sono consentiti usi diversi.
Gli incubatori refrigerati KB non sono dispositivi medici ai sensi della direttiva 93/42/CEE.
Un utilizzo conforme dell'apparecchio prevede inoltre il rispetto delle istruzioni specificate nel
presente manuale e delle istruzioni di manutenzione (cap. 17).
PERICOLO
Pericolo di esplosione o implosione.
Pericolo di intossicazione.
Pericolo di morte.
∅ NON introdurre nell'apparecchio materiali che possono incendiarsi o esplodere alla
temperatura di lavoro.
∅ Nella camera interna NON devono essere presenti polveri o miscele di solventi e aria
esplosivi.
∅ NON introdurre nell'apparecchio materiali che possono comportare il rilascio di gas
pericolosi.
Il materiale di carica non deve contenere ingredienti corrosive che possono danneggiare i
componenti della macchina in acciaio inox, alluminio e rame. Si tratta in particolare gli acidi e
alogenuri. Per eventuali danni da corrosione causati da tali ingredienti, la BINDER GmbH non
si assume alcuna responsabilità.
ATTENZIONE: Per le camere che eseguono il funzionamento continuo senza supervisione, in
caso di introduzione dei campioni insostituibili si consiglia vivamente di distribuire i campioni
ad almeno due camere, se possibile.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 11/106
1.7
Indicazioni per l’utilizzo
In base al tipo di utilizzo e al luogo di installazione, l’azienda (gestore dell’incubatore refrigerato) deve
fornire le indicazioni per l’utilizzo sicuro del congelatore.
Le indicazioni per l’utilizzo, redatte in forma comprensibile e nella lingua degli operatori,
devono essere conservate in modo visibile e permanente nel luogo di installazione.
1.8
Misure antinfortunistiche
Il gestore dell’incubatore refrigerato deve conformarsi la seguente norma: Utilizzo di strumenti di lavoro.
Utilizzo di impianti di raffreddamento, pompe di calore e dispositivi di refrigerazione (GUV-R 500 cap.
2.35) (per la Germania).
Le seguenti misure sono state adottate dal costruttore per evitare incendi ed esplosioni:
• Dati riportati sulla targa
Cfr. cap. 1.4.
• Istruzioni per l'uso
Ogni incubatore refrigerato dispone di istruzioni per l’uso.
• Controllo della temperatura superiore
L’incubatore refrigerato ha un indicatore di temperatura leggibile esternamente.
L’apparecchio è dotato di un ulteriore regolatore di monitoraggio integrato (termostato di sicurezza
classe 3.1 secondo DIN 12880:2007). Un segnale ottico e uno acustico (buzzer) segnalano il
superamento della temperatura.
• Dispositivi di sicurezza, misura e regolazione
I dispositivi di sicurezza, misura e regolazione sono facilmente accessibili.
• Carica elettrostatica
Le parti interne sono collegate a massa.
• Radiazione non ionizzante
Radiazione non ionizzante non è intenzionalmente prodotto, ma viene emessa solo per ragioni
tecniche dal materiale elettrico (p.es. motori elettrici, linee elettriche, solenoidi). La macchina non ha
magneti permanenti. Se le persone con impianti attivi (ad esempio pacemaker, defibrillatori)
mantenere una distanza di sicurezza (distanza della sorgente di campo all'impianto) di 30 cm, una
influenza su questi impianti può essere esclusa con elevata probabilità.
• Protezione contro le superfici accessibili
Collaudata secondo EN ISO 13732-3:2008.
• Pavimenti
Cfr. istruzioni per l’uso cap. 3.4 relative all’installazione.
• Pulizia
Cfr. istruzioni per l’uso cap. 17.2.
• Controlli
L’incubatore refrigerato è stato collaudato dall’Assicurazione sociale tedesca degli incidenti DGUV
(Deutsche Gesetzliche Unfallversicherung e.V. (DGUV), Prüf- und Zertifizierungsstelle Nahrungsmittel
und Verpackung im DGUV Test) e reca il marchio GS.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 12/106
2.
Descrizione dell'apparecchio
Un elevato livello di precisione, affidabilità e sicurezza per tutti i parametri di crescita assicura condizioni
ottimali di incubazione. Inoltre, gli incubatori refrigerati KB sono progettati per la massima facilità d'uso anche in funzionamento continuo, anno dopo anno. Essi soddisfano tutti i requisiti tecnici e l'applicazione
di caratteristiche specifiche necessarie per la sperimentazione, come nei settori della biotecnologia, della
medicina, della botanica, della zoologia e delle industrie farmaceutiche, alimentari e cosmetiche.
Due importanti tecnologie nel campo della temperatura sono state combinate per ottenere il controllo della
temperatura ideale. Il sistema di refrigerazione DCT™ appositamente sviluppato, un processo di
refrigerazione diretta, abbinato con l'APT.line™, tecnologia per il preriscaldamento camera, soddisfa
l'unico presupposto per il raggiungimento di un controllo altamente preciso della temperatura e tempi brevi
di recupero in particolare dopo l'apertura della porta.
Il sistema di refrigerazione è caratterizzata da conduzione di temperatura diretta, precisa, e rapida. Ampie
lastre-labirinto evaporatrici canalizzano il freddo direttamente nell’atmosfera di spazio di lavoro.
Il sistema di preriscaldamento APT.line™ garantisce un alto livello di precisione spazio temporale della
temperatura, grazie alla circolazione di aria verso l'interno diretta e ripartita. Questo è particolarmente
importante per il mantenimento delle temperature - in particolare con la camera piena - e per un rapido
ripristino delle condizioni ottimali di crescita dopo l'apertura della porta. Il vetro interno della porta
garantisce la temperatura costante, quando osservando il processo di incubazione. Il ventilatore consente
inoltre l’esatta realizzazione e il mantenimento della temperatura desiderata. La velocità della ventola è
regolabile digitalmente. Il sistema di riscaldamento e di refrigerazione sono regolate da un
microprocessore (un decimo di grado). Inoltre, l'incubatore refrigerato fornisce quasi infinite possibilità di
adattamento alle singole esigenze dei clienti, basate su ampie opzioni di programmazione del regolatore
sia con programma settimanale che in tempo reale.
Tutte le unità di funzioni comode e facili da utilizzare grazie alla loro chiara disposizione. Le principali
caratteristiche sono una facile pulizia di tutte le unità la soppressione delle possibilità di indesiderate
contaminazione.
La camera interna, la camera di pre-riscaldamento e la parte interna delle porte, sono tutte realizzate in
acciaio inox V2A (N. di materiale 1.4301, equivalente USA AISI 304). L'involucro è verniciato a polveri
colore RAL 7035. Tutti gli angoli e bordi sono completamente rivestiti.
Gli incubatori refrigerati KB sono regolarmente dotati di una interfaccia seriale RS 422 per connessione
con computer (ad es. tramite il software di comunicazione APT-COM™ 3 DataControlSystem (opzionale,
cap. 16.1). Per ulteriori opzioni, vedere cap. 20.6.
I modelli KB 240, KB 400 e720 sono dotati di quattro ruote, di cui le due anteriori con freni.
Range di temperatura (a temperatura ambiente di 25 °C): -5 °C fino a +100 °C.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 13/106
2.1
Vista dell'apparecchio
(3)
(2)
(1)
(4)
(3)
(2)
(1)
BINE
(4)
(5)
(5)
Figura 3: incubatore refrigerato KB (esempi)
(1)
Interruttore generale On-Off
(2)
Regolatore de temperatura RD3
(3)
Pannello comandi
(4)
Maniglia
(5)
Modulo frigorifero
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 14/106
2.2
Pannello comandi
(2)
(1)
Figura 4: pannello comandi
(1)
Interruttore generale On-Off
(2)
Regolatore programmabile RD3
(12)
(2)
(6)
(11)
(1)
Figura 5: pannello comandi KB 23 / 53 / 115 (E3.1)
con opzioni termostato di sicurezza classe 3.3 e illuminazione interna
(1)
Interruttore generale On-Off
(2)
Regolatore programmabile RD3
(6)
Interruttore per l'illuminazione interna (opzione)
(11)
Termostato di sicurezza classe 3.1 (parte dell'opzione termostato di sicurezza classe 3.3)
(12)
Termostato di sicurezza classe 3.2 (parte dell'opzione termostato di sicurezza classe 3.3)
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 15/106
2.3
KB (E5.1) 240 / 400 / 720: Pannello di controllo laterale destro (opzionale)
(8)
(7)
(9)
(10)
Figura 6: Pannello di controllo laterale sul lato destro del modulo frigorifero
con opzioni uscita analogica, uscite di commutazione tramite contatti di comando,
interfaccia Ethernet e sensore addizionale Pt 100
(7)
Presa DIN per uscita analogica 4-20 mA (opzionale)
(8)
Presa DIN per uscite di commutazione tramite contatti di comando (opzionale)
(9)
Presa DIN per sensore addizionale de temperatura Pt 100 (opzionale)
(10)
Interfaccia Ethernet con indirizzo MAC (opzionale)
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 16/106
2.4
KB (E5.1) 240 / 400 / 720: Pannello di controllo laterale sinistro (opzionale)
(11)
(12)
Figura 7: Pannello di controllo laterale sul lato sinistro del modulo frigorifero
con opzione termostato di sicurezza classe 3.3
(11)
Termostato di sicurezza classe 3.1 (parte dell'opzione termostato di sicurezza classe 3.3)
(12)
Termostato di sicurezza classe 3.2 (parte dell'opzione termostato di sicurezza classe 3.3)
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 17/106
2.5
Retro del KB
(13)
(14)
Figura 8: retro del KB con posizione della interfaccia RS 422
(13)
Interfaccia RS 422
(14)
Cavo di rete
3.
Fornitura, trasporto, stoccaggio e installazione
3.1
Disimballaggio, controllo, elementi forniti
Dopo aver tolto l'imballaggio controllare che l'apparecchio e gli eventuali accessori opzionali siano
completi e non abbiano subito danni durante il trasporto. Segnalare immediatamente gli eventuali danni
allo spedizioniere.
È possibile che sulle pareti della camera interna siano presenti tracce lasciate dall'inserimento dei ripiani
durante la prova finale. Queste non compromettono tuttavia la funzionalità dell'apparecchio.
Rimuovere tutti gli elementi di fissaggio e le colle utilizzati per il trasporto, sia all'interno che all'esterno
dell'apparecchio e sulle porte, e togliere dalla camera interna le istruzioni per l'uso e il materiale allegato.
ATTENZIONE
Scivolamento o rovesciamento dell'apparecchio.
Danneggiamento dell'apparecchio.
Pericolo di lesioni causate dal sollevamento di carichi pesanti.
∅ NON sollevare o trasportare l’apparecchio utilizzando la maniglia dello sportello o lo
sportello o il riparo inferiore dell'apparecchio.
∅ NON sollevare manualmente gli apparecchi con dimensioni 720.
 Sollevare dal pallet gli apparecchi con dimensioni 23. 53 und 115 in corrispondenza dei
quattro angoli inferiori con l’aiuto di 4 persone.
 Sollevare dal pallet gli apparecchi con dimensioni 240 in corrispondenza dei quattro
angoli inferiori con l’aiuto di 6 persone o con un'apposita attrezzatura tecnica (carrello
elevatore). Inserire le forche del carrello elevatore esclusivamente al centro del lato
anteriore o posteriore dell'apparecchio.
 Sollevare dal pallet gli apparecchi con dimensioni 720 con un'apposita attrezzatura
tecnica (carrello elevatore). Inserire le forche del carrello elevatore esclusivamente al
centro del lato anteriore o posteriore dell'apparecchio.
∅ NON inserire le forche del carrello elevatore ai lati dell'apparecchio.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 18/106
In caso di restituzione, utilizzare l'imballo originale e attenersi alle istruzioni per un trasporto sicuro (cap.
3.2).
Per lo smaltimento dell'imballo consultare il capitolo 18.1.
Avvertenza per gli apparecchi usati:
Per "apparecchi usati" si intendono gli apparecchi che sono stati utilizzati per brevi prove o installazioni e
che vengono sottoposti a un accurato esame prima di essere rivenduti. BINDER garantisce che tali
apparecchi sono in perfette condizioni tecniche.
Gli apparecchi usati sono contrassegnati da un apposito adesivo posto sulla porta, che va staccato prima
della messa in servizio.
3.2
Istruzioni per un trasporto sicuro
Le rotelle anteriori degli apparecchi con dimensioni 240, 400 e 720 possono essere bloccate con i freni.
Spingere gli apparecchi dotati di rotelle su superfici piane e solo quando sono vuoti, altrimenti si rischia di
danneggiare le rotelle. Attenersi ai suggerimenti relativi ai tempi di disattivazione (cap. 18.2).
ATTENZIONE
Scivolamento o rovesciamento dell'apparecchio.
Danneggiamento dell'apparecchio.
Pericolo di lesioni causate dal sollevamento di carichi pesanti.
 Trasportare l'apparecchio solo nell'imballo originale.
∅ Per il trasporto fissare l'apparecchio con apposite cinghie.
∅ NON sollevare o trasportare l’apparecchio utilizzando la maniglia dello sportello o lo
sportello o il riparo inferiore dell'apparecchio.
∅ NON sollevare manualmente gli apparecchi con dimensioni 720.
 Sollevare gli apparecchi con dimensioni 23. 53 und 115 in corrispondenza dei quattro
angoli inferiori con l’aiuto di 4 persone.
 Sollevare gli apparecchi con dimensioni 240 in corrispondenza dei quattro angoli
inferiori con l’aiuto di 6 persone o con un'apposita attrezzatura tecnica (carrello
elevatore). Inserire le forche del carrello elevatore esclusivamente al centro del lato
anteriore o posteriore dell'apparecchio.
 Sollevare gli apparecchi con dimensioni 720 con un'apposita attrezzatura tecnica
(carrello elevatore). Inserire le forche del carrello elevatore esclusivamente al centro
del lato anteriore o posteriore dell'apparecchio.
∅ NON inserire le forche del carrello elevatore ai lati dell'apparecchio.
• Temperatura ambiente ammessa durante il trasporto: da -10 °C a +60 °C.
Gli imballi per il trasporto possono essere richiesti al servizio assistenza BINDER.
3.3
Stoccaggio
Per lo stoccaggio provvisorio dell'apparecchio utilizzare locali chiusi e asciutti. Attenersi alle avvertenze
per la messa fuori servizio temporanea dell'apparecchio (cap. 18.2).
• Temperatura ambiente ammessa durante lo stoccaggio: da -10 °C a +60 °C.
• Umidità ambiente ammessa: max. 70% UR senza condensa
Se si trasporta l'apparecchio nel luogo di installazione e lo si mette in servizio dopo che è stato
immagazzinato in un ambiente freddo, può formarsi della condensa. Prima di accenderlo attendere
almeno un'ora, affinché possa raggiungere la temperatura ambiente e asciugarsi completamente.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 19/106
3.4
Luogo di installazione e condizioni ambientali
Installare l’incubatore refrigerato KB in un luogo ben areato e asciutto e su una superficie piana,
accertandosi che non sia soggetta a vibrazioni e mettendola in piano con una livella. Il luogo di
installazione deve essere adeguato al peso dell'apparecchio (vedere i dati tecnici nel cap. 20.4). Le
camere sono destinate all’installazione in ambienti chiusi.
ATTENZIONE
Pericolo di surriscaldamento.
Danneggiamento dell'apparecchio.
∅ NON installare l'apparecchio in nicchie non areate.
 Accertarsi che la circolazione dell'aria sia sufficiente a disperdere il calore.
• Temperatura ambiente ammessa durante il funzionamento: da +18 °C a +32 °C. Con temperature
ambiente più elevate possono verificarsi oscillazioni di temperatura.
La temperatura ambiente non deve essere di molto superiore a quella indicata, pari a +22 °C
+/- 3, alla quale si riferiscono i dati tecnici. In condizioni ambientali diverse i dati potrebbero
discostarsi da quelli indicati. I valori inferiori della gamma di temperature dei dati tecnici si
applicano a una temperatura ambiente fino a max. 25 °C.
Ogni aumento della temperatura ambiente di un grado > 25 °C diminuisce la potenza
frigorifera di 1,5 K.
• Umidità ambiente ammessa: max. 70% UR senza condensa.
Quando usate la camera ad una temperatura al di sotto di quella ambientale, e quando l’umidità
ambientale è elevata, potrebbe verificarsi una condensazione dell’umidità sull’unità.
• Altezza di installazione max. 2000 m s. l. m.
Mantenere una distanza minima di 250 mm tra apparecchi delle stesse dimensioni. Distanza dalle pareti:
sul retro 100 mm, ai lati 160 mm. Prevedere uno spazio libero minimo di 100 mm sopra l'apparecchio.
Due incubatori (E3.1) di dimensioni 23, 53 o 115 possono essere impilati, l’uno sull’altro. A tal fine,
collocare dei cuscinetti in gomma sotto tutti i piedi dell’apparecchio superiore per evitare di farlo scivolare.
ATTENZIONE
Pericolo di ribaltamento dell’apparecchio superiore.
Danni agli apparecchi.
 Quando si impilano due apparecchi, posizionare dei cuscinetti in gomma sotto tutti i
piedi dell’apparecchio superiore.
 Impilare solo incubatori della stessa dimensione.
Gli incubatori KB (E5.1) di dimensioni 240, 400 e 720 NON devono essere impilati.
ATTENZIONE
Pericolo in caso di sovrapposizione.
Danneggiamento degli apparecchi.
∅ NON montare gli incubatori refrigerati una sopra l'altra.
Per isolare completamente la macchina dall'elettricità, scollegare la spina dalla rete. Installare la macchina
in modo che la spina sia facilmente accessibile in caso di pericolo.
Per l'utente, non vi è alcun rischio di sovratensioni temporanee in termini della norma EN 61010-1:2010.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 20/106
Con un aumento della quantità di polvere nell'ambiente, pulire il condensatore della ventola (tramite
aspirazione o soffiaggio) più volte l'anno.
Evitare qualsiasi polvere conduttiva in atmosfera secondo lo schema di unità conforme al grado di
inquinamento 2 (IEC 61010-1).
NON installare né utilizzare l'apparecchio in luoghi a rischio di esplosione.
PERICOLO
Pericolo di esplosione.
Pericolo di morte.
∅ Nell'ambiente NON devono essere presenti polveri o miscele di solventi e aria.
 Installare l'apparecchio solo in aree non a rischio di esplosione.
4.
Installazione dell’apparecchio
4.1
Distanziali (per apparecchi dalla dimensione 240)
Servendosi delle due viti in dotazione, montare ambedue i distanziali sul retro dell'apparecchio. Ciò serve
a mantenere la distanza prevista di almeno di 100 mm tra il retro dell'apparecchio e la parete.
Figura 9: Distanziale
Figura 10: retro KB (E5.1) con distanziali montati.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 21/106
4.2
Installazione della protezione antiribaltamento flessibile (KB 400)
Oltre ai distanziali (cap. 4.1) per i dispositivi di dimensioni 400 la protezione antiribaltamento flessibile
fornita dovrebbe essere montata.
Compreso nella consegna:
• 4 viti Torx (in riserva)
• 4 staffe antiribaltamento
• 4 fascette di protezione (2 in riserva)
Fissaggio all’apparecchio:
• Rimuovere due viti sulla parte superiore dal retro dell'apparecchio (a)
• Fissare due delle staffe antiribaltamento in dotazione ogni centrato con queste viti (b).
Fissaggio al muro
• Fissare due dei staffe antiribaltamento in dotazione nel corrispondente distanza, ciascuna con due viti
adatti per il muro con diametro 6mm (c)
Fissaggio delle fascette di protezione
• Infilare una delle fascette di protezione fornite nella fessura prevista della staffa antiribaltamento
dall’apparecchio e una nella fessura della staffa dal muro.
(a)
(a)
(b)
(c)
(c)
Figura 11: retro KB 400 ed installazione della protezione antiribaltamento
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 22/106
4.3
Allacciamento elettrico
Gli incubatori refrigerati KB vengono forniti pronti per il collegamento
• L’incubatore refrigerato KB (E3.1) è dotato di un cavo di rete fisso di almeno 1800 mm e è provvista di
fusibile per correnti deboli che funge da protezione dalle sovracorrenti.
• L’incubatore refrigerato KB (E5.1) è dotato di un cavo di rete fisso di almeno 1800 mm.
Spina di rete
Tensione nominale ± 10%
con la frequenza di rete
indicata
Tipo di
corrente
Protezione
Connettore con messa
a terra
230 V a 50 Hz
1N~
10 A
Connettore con messa
a terra
200-230 V a 50 Hz
1N~
16 A
1N~
16 A
Modello
KB 23 (E3.1)
KB 53 (E3.1)
KB 115 (E3.1)
KB 240 (E5.1)
KB 400 (E5.1)
Connettore con messa
a terra
200-230 V a 50 Hz
NEMA 5-15
115 V a 60 Hz
1N~
12,5 A
KB 240-UL (E5.1)
NEMA 5-20P
100-120 V a 60 Hz
1N~
16 A
KB 400-UL (E5.1)
NEMA 5-20P
1N~
16 A
KB 720-UL (E5.1)
NEMA 6-20P
2~
16 A
KB 720 (E5.1)
200-230 V a 60 Hz
KB 23-UL (E3.1)
KB 53-UL (E3.1)
KB 115-UL (E3.1)
100-120 V a 50 Hz
100-120 V a 60 Hz
200-240 V a 50 Hz
200-240 V a 60 Hz
• Anche la presa deve presentare una terra di protezione.
• Prima di effettuare il collegamento e la prima messa in servizio controllare la tensione di rete.
Confrontare i valori con quelli riportati nella targa dei dati tecnici dell'apparecchio (sul lato sinistro, a
destra in basso, cap. 1.4).
• Per il collegamento attenersi alle disposizioni dell'azienda locale di distribuzione dell'energia elettrica e
alle norme VDE (per la Germania). Si consiglia l'utilizzo di un interruttore differenziale.
• Grado di inquinamento secondo IEC 61010-1: 2
• Categoria di sovratensione secondo IEC 61010-1: II
ATTENZIONE
Pericolo di tensione di rete errata.
Danneggiamento dell'apparecchio.
 Prima del collegamento e della messa in servizio controllare la tensione di rete.
 Confrontare la tensione di rete con i valori riportati nella targa dei dati tecnici.
Confrontare anche i dati elettrici (cap. 20.4).
Per isolare completamente l'apparecchio dall'alimentazione è necessario disinserire la spina di
rete. Installare l'apparecchio in modo che la spina sia accessibile e possa essere estratta
facilmente in caso di pericolo.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 23/106
5.
Messa in funzione
Dopo l’allacciamento elettrico (cap. 4.1), accendere l’apparecchio dall’interruttore principale (1).
Gli apparecchi termici possono emettere odori nei primi giorni dopo la messa in funzione. Ciò non
costituisce un difetto di qualità. Per una rapida riduzione degli odori consigliamo di riscaldare l’apparecchio
per un giorno alla temperatura nominale e di aerare adeguatamente l’ambiente.
ATTENZIONE: Per le camere che eseguono il funzionamento continuo senza supervisione, in
caso di introduzione dei campioni insostituibili si consiglia vivamente di distribuire i campioni
ad almeno due camere, se possibile.
5.1
Impostazioni del regolatore programmabile RD3
Dopo l’accensione dell‘interruttore generale (1) il regolatore si trova alla visualizzazione normale /
funzionamento a valore costante.
Secondo il valore nominale della temperatura impostato, il LED (3a) è illuminato: ciò significa che il
riscaldamento è attivo. Oppure il LED non è illuminato quando la temperatura reale corrisponde al valore
nominale.
Nel Display 1 del regolatore appare il valore effettivo attuale della temperatura.
• Con programmatore settimanale inattivo:
Nel Display 2 del regolatore si vedono data ed ora attuali. Esempio:
15.05.14 13:52
• Con programmatore settimanale attivo:
Nel Display 2 del regolatore si vedono data ed ora attuale e le impostazioni dei canali del
programmatore settimanale. Esempi:
15.05.14 13:52 - -
15.05.14 13:52 - �
15.05.14 13:52 � -
15.05.14 13:52 � �
Canali 1 e 2: OFF
Canale 1: OFF,
Canale 2: ON
Canale 1: ON,
Canale 2:OFF
Canali 1 e 2: ON
(3a) LED Riscaldamento attivo
Display 1
(3b) LED Raffreddamento attivo
(senza funzione)
(3d)
Display 2
LED illuminato: Funzione
programma
LED lampeggiante: eccesso dei
limiti di tolleranza nella modalità
a valore costante di entry mode
o nell’operazione di programma.
Nell’operazione di programma:
arresto temporaneo del
programma.
Figura 12: Regolatore programmabile RD3
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 24/106
Con il regolatore programmabile RD3 è possibile programmare cicli di temperatura. È inoltre possibile
impostare il contagiri del ventilatore per ciascuna fase del programma.
A scelta, è possibile impostare due programmi con un massimo di 10 fasi ciascuno o un programma con
un massimo di 20 fasi ciascuno (impostazioni nel livello utente, cap. 10).
Nella commutazione da 2 programmi a 1 programma, o inversamente, i programmi precedenti
sono eliminati.
La durata di una singola fase di programma può essere impostata a scelta fino a un massimo di 99 ore e
59 min o a 999 ore e 59 min (impostazione nel livello utente, cap. 10). Questa impostazione sarà valida
per tutte le fasi di programma.
La programmazione può essere predisposta direttamente sulla tastiera del regolatore o graficamente sul
PC mediante il software APT-COM™ 3 DataControlSystem (opzionale, cap. 16.1) specificamente
sviluppato da BINDER.
5.2
Avvertenze generali
Il regolatore programmabile RD3 dispone di diversi livelli di funzione:
Visualizzazione normale / funzionamento a valore costante:
• Visualizzazione dell’attuale valore effettivo della temperatura (display 1) e dell’attuale ora e data
(display 2).
• L’unità si trova in funzionamento a valore costante. I valori nominali forniti sono impostati o regolati.
Modalità inserimento valore costante (cap. 6)
• Inserimento del valore nominale per temperatura, numero di giri del ventilatore e del valore nominale
del regolatore di monitoraggio in funzionamento a valore costante
• Inserimento degli valori nominali per temperatura SP1 e SP2 per l’operazione di programma
settimanale
Editore programma (cap. 8)
È possibile inserire 2 programmi a tempo con un massimo di 10 fasi di programma ciascuno o un
programma a tempo con un massimo di 20 fasi (selezione nel livello utente, cap. 10). Inserimento del
valore nominale per temperatura e numero di giri del ventilatore in tutte le fasi del programma (cap. 8.2).
Eliminazione di una fase del programma (cap. 8.4)
Livello inizio programma (cap. 9)
• Selezione di un determinato programma
• Inserimento dei parametri di programma come tempo e numero di cicli del programma.
• Avvio del programma
Editore programma settimanale (cap. 7)
• Impostazione degli shift-points
Livello utente (cap. 10)
• Impostazioni del regolatore definite dall’utente
• Impostazione dell’ora esatta
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 25/106
Visualizzazione normale / funzionamento a valore costante
5s
Modalità inserimento valore
costante
Editore programma
Livello avvio programma
5s
Editore programma
settimanale
Menu visibile solo se il
programmatore settimanale è attivo
nel livello utente
5s
Livello utente
Se non si preme alcun tasto per più di 120 s, il regolatore ritorna dai vari livelli nella posizione iniziale.
6.
Modalità inserimento valore costante
Se non è necessario utilizzare il programmatore settimanale, disattivarlo (impostazione di
base, che può essere inserita nel livello utente, cap. 10). Ogni impostazione dei contatti di
controllo nella modalità di inserimento valore costante è inefficace con il programmatore
settimanale attivo.
Principio di base dell’immissione: I singoli parametri sono aperti in successione con il tasto X/W. Con il
tasto direzionale è possibile inserire i valori. Se il valore lampeggia 1 volta nel display dopo 2 secondi,
mostra che il valore è stato registrato nel regolatore.
Visualizzazione normale
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 19.8
C
p.es. 15.05.06 13:52 - -
(valore effettivo attuale della temperatura)
(tempo reale e data)
(attuale stato di commutazione del programmatore
settimanale Canale1: OFF, Canale 2: OFF, visibile solo se il
programmatore settimanale è attivo nel livello utente, cap.
10)
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
C
p.es. 10.0
SP1 TEMPERATURE
Immissione del valore nominale della
temperatura in °C con i tasti direzionali
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
(valore nominale 1 della temperatura attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: temperatura in °C)
Il valore è visualizzato nel display 1.
Pagina 26/106
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 37.0
(valore nominale 2 della temperatura attualmente inserito)
(visibile solo se il programmatore settimanale è attivo nel
livello utente, (cap. 10)
(grandezza regolatrice da registrare: temperatura in °C)
C
SP2 TEMPERATURE
Immissione del valore nominale della
temperatura in °C con i tasti direzionali
Il valore è visualizzato nel display 1.
Premere il tasto
Display 1 mostra
p.es. 100
Display 2 mostra
SP FAN SPEED
(valore nominale del contagiri ventilatore attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: numero di giri ventilatore
in %)
Inserimento del valore nominale del contagiri
ventilatore in % con i tasti direzionali
Il valore è visualizzato nel display 1.
Premere il tasto
Solo nell’opzione uscite di contatto mediante contatti di controllo (cap. 16.4):
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 000
OPERATION LINE
(stato di contatto attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: stato di contatto)
Inserire lo stato di contatto con i tasti
direzionali
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 40
C
SP SAFETY CONTR.
(valore nominale del regolatore di monitoraggio attualmente
inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: valore nominale del
regolatore di monitoraggio)
Inserimento del valore nominale del
regolatore di monitoraggio in °C con i tasti
direzionali
Note selezione de tipo “limit” o “offset” nel
livello utente (cap. 10).
Il valore è visualizzato nel display 1.
Premere il tasto
Se per più di 120 s non viene premuto nessun tasto, o se viene premuto il tasto EXIT, il regolatore ritorna
alla visualizzazione normale.
Ad ogni modifica del valore nominale occorre osservare di nuovo l’impostazione del regolatore
di monitoraggio nel livello utente (cap. 10), se il regolatore di monitoraggio e regolato al tipo de
valore nominale “Limit”.
Se il ventilatore funziona a meno del 100% del numero di giri, le prestazioni di temperatura e la
ripartizione della temperatura nell’ambiente non è più identica a quella indicata dal produttore.
Questa funzione, pertanto, deve essere utilizzata solo per casi particolari.
KB 23: La potenza di raffreddamento è ridotta quando la velocità della ventola è impostata su
20%.
I valori inseriti nella modalità immissione valore costante valgono anche per lo svolgimento di
un programma e sono registrati o regolati.
Se il programmatore settimanale è attivo, un altro valore nominale (SP2) potrebbe essere parametrizzato
in accordo con la programmazione. Possibilità de temperature troppo alte per la quantità de solvente
introdotto. Disattivare il programmatore settimanale se non lo si deve usare (impostazione di base, che
può essere inserita nel livello utente, cap. 10).
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 27/106
ATTENZIONE
Temperature troppo alte o troppo basse.
Danneggiamento al materiale di carica.
 Disattivare il programmatore se non lo si utilizza.
7.
Editore programma settimanale
L’editore programma settimanale permette la definizione di 4 shift-points di passaggio ogni giorno della
settimana. Uno shift-point definisce un momento ed il passaggio dallo stato ON allo stato OFF dei canali
che si attivano in quel momento.
Funzioni dei canali:
• Canale 1 ON = Il valore nominale 2 è regolato.
• Canale 1 OFF = Il valore nominale 1 è regolato
• Canale 2 = riserva
Il programmatore settimanale è prima inattivo (impostazione di base). Si può attivare il
programma timer settimanale nel livello utente (cap. 10).
Visualizzazione normale
Display 1 mostra
Display 2 mostra
C
p.es. 19.8
(valore effettivo attuale della temperatura)
p.es. 15.05.06 13:52 - - (ora e data reali e reale stato del programmatore settimanale
Canale1: OFF, Canale 2: OFF)
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 0000
PROGRAM EDITOR
(vi trovate nell’editore del programma)
Premere il tasto
Display 1 mostra
0000
Display 2 mostra
WEEK PROG. EDITOR
per 5 s.
per 5 s.
Menu visibile solo se il programmatore settimanale è attivo
nel livello utente, cap. 10)
(vi trovate nell’editore programma settimanale)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
UserCod?
0000
Inserimento del codice utente con i tasti
direzionali
(Inserire il codice utente, il display
lampeggia)
p. .es. 0001 (impostazione di base, che può
essere inserita nel livello utente, cap. 10).
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Continua automaticamente dopo 2 s.
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Monday
Selezionare un giorno della settimana (lunedì
a domenica) con il tasto
(selezione di un giorno della settimana)
(impostazione attuale: “Monday” (lunedì))
Il giorno della settimana è visualizzato nel
display 2.
Premere il tasto programma
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 28/106
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Shiftpt.
(nessuna funzione)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Shiftpt.
(selezione dello shift-point)
(attuale shift-point: 1)
1
Selezionare lo shift-point (1 a 4) con il tasto
Il valore è visualizzato nel display 2.
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. --.-S1:
(ora dello shift-point selezionato)
(shift-point selezionato: S1)
(Impostazione attuale: shift-point non programmato)
--:--
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
--.-Time
(ora dello shift-point selezionato)
(entrata in orario dello shift-point desiderato)
(Impostazione attuale: shift-point non programmato)
--:--
Immissione dell’ora (hh:mm) con i tasti
direzionali
Il valore è visualizzato nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Ch1 = SP2:
(Immissione dello stato del Canale 1)
(Impostazione attuale: Off)
Off
Immissione dello stato del Canale 1 (ON o
OFF) con i tasti direzionali
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Channel 2:
Off
(Immissione dello stato del Canale 2) (nessuna funzione)
(Impostazione attuale: OFF)
Immissione dello stato del Canale 2 (ON o
OFF) con i tasti direzionali
Premere il tasto EXIT
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 08.30
S1:
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
08:30 - -
Premere il tasto EXIT
(ora attuale dello shift-point)
(attuale shift-point selezionato: S1)
(Impostazione attuale: ora 08.30, canali OFF)
2 x Premere il tasto EXIT
Premere il tasto programma
Selezionare il prossimo shift-point
Selezionare il prossimo giorno della settimana
Per uscire dal menu, premere ripetute volte il tasto EXIT o attendere 120 s. Il regolatore ritorna alla
visualizzazione normale.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 29/106
7.1
Modello di copia per la tabella dell’editore programma settimanale
Creatore programma
Titolo programma
Progetto
Data:
Giorno della
settimana
Ora
hh:mm
Lunedì
AM
PM
Canale 1
(Temperatura)
Canale 2*
ON = SP2
OFF = SP1
ON
OFF
S1
S2
S3
S4
Martedì
S1
S2
S3
S4
Mercoledì
S1
S2
S3
S4
Giovedì
S1
S2
S3
S4
Venerdì
S1
S2
S3
S4
Sabato
S1
S2
S3
S4
Domenica
S1
S2
S3
S4
* Canale 2 è senza funzione nell'unità standard
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 30/106
8.
Editore programma
8.1
Generalità per la distinzione tra rampa di valore nominale e salto di valore
nominale
È possibile programmare varie transizioni della temperatura. Nel livello utente (cap. 10) si può scegliere
tra l’impostazione “Ramp” (rampa) (impostazione di base) e “Step” (salto).
L’impostazione “Ramp” (rampa) consente di programmare vari timi di transizioni della
temperature.
Con l’impostazione dello “Step” (salto) il controllore sarà equilibrato solo a temperature
costanti; programmare “rampe” diventa impossibile.
Un cambiamento tra e impostazioni ”Ramp” e “Step” influenzerà tutti i programmi. Questo può
notevolmente cambiare i tempi di lavoro dei programmi in svolgimento.
8.1.1 Programmazione con impostazione “Ramp” (rampa) (impostazione di base)
I valori nominali si riferiscono sempre all’inizio di una fase di programma, ovvero all’inizio di ogni fase di
programma è impostato o raggiunto il valore nominale registrato. Durante la fase di programma la
variazione di temperatura passa al valore nominale iniziale della fase successiva.
È possibile registrare tutti i tipi di variazioni di temperatura con le corrispondenti divisioni di tempo:
• Variazioni progressive “Rampa del valore nominale” della temperatura
La variazione del valore nominale avviene progressivamente da un valore nominale a quello della fase
di programma seguente nel tempo impostato. Il valore effettivo (X) della temperatura segue ad ogni
momento il valore nominale (W) in continuo cambiamento.
• Fasi di programma con temperatura costante
I valori iniziali di due segmenti di programma immediatamente successivi sono uguali, pertanto il
temperatura rimane costante per tutta la durata della prima fase di programma.
• Variazioni a salto “Salto del valore nominale” della temperatura
I salti di temperatura sono variazioni di temperatura (rampe) che avvengono in un tempo molto breve.
A due fasi con valore nominale identico segue una fase con una nuova temperatura desiderata. Se la
durata della seconda fase è registrata molto breve (impostazione minima di 1 minuto), la variazione di
temperatura avviene con un salto nel più breve tempo possibile.
W
salto
costante rampa
rampa
costante
salto
costante
S05
S01
S02
S03
S04
costante
rampa
S07
S06
S08
S09
t
Figura 13: Possibilità di configurazione delle transizioni di temperatura
(con impostazione di base “Ramp” nel livello utente, cap. 10)
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 31/106
Esempio di un dato di programma come rampa di valore nominale:
W/°C
S01
S02
S03
S04
S05
100
80
60
40
20
0
30
180
120
380
t/min.
Tabella del programma del grafico (con impostazione di base “Ramp”):
Valore nominale
temperatura
[ °C]
TEMP
40
60
90
90
20
Fase
SEC
S01
S02
S03
S04
S05
Durata fase
[hh.mm]
TIME
00:30
01:30
01:00
03:20
00:01
Numero di giri
ventilatore
[%]
FAN
50
100
100
100
100
Contatti di controllo
*
O.LINE
000
000
000
000
000
* Solo nell’opzione uscite di contatto mediante contatti di controllo, v. cap. 16.4.
I dati di questa tabella di programma possono ora essere inseriti in uno dei settori di programma del
regolatore RD3 (cap. 8.2).
Esempio di un dato di programma come salto di valore nominale:
W/°C
S01 S02
S03
S04
S05
S06
S07
S08
100
80
60
40
20
0
30
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
120
180
380
t/min.
Pagina 32/106
Tabella del programma del grafico (con impostazione di base “Ramp”):
Durata fase
SEC
Valore nominale
temperatura
[ °C]
TEMP
[hh.mm]
TIME
Numero di giri
ventilatore
[%]
FAN
S01
S02
S03
S04
S05
S06
S07
S08
40
40
60
60
80
80
20
20
00:30
00:01
01:30
00:01
01:00
00:01
03:20
00:01
50
100
100
100
100
100
100
100
Fase
Contatti di controllo
*
O.LINE
000
000
000
000
000
000
000
000
* Solo nell’opzione uscite di contatto mediante contatti di controllo, v. cap. 16.4.
I dati di questa tabella di programma possono ora essere inseriti in uno dei settori di programma del
regolatore RD3 (cap. 8.2).
Il punto finale del ciclo desiderato deve essere programmato mediante appendici di una fase
supplementare di durata di fase di almeno un minuto (nei nostri esempi sono gli intervalli S05 nella rampa
di valore nominale o S08 nel salto di valore nominale). Altrimenti il programma interrompe troppo presto
un intervallo di tempo, perché la riga del programma non è completa.
8.1.2 Programmazione con impostazione “step” (salto)
Con impostazione “step” (salto) non è necessario programmare la sezione di transazione nell’editore del
programma.
Con l’impostazione dello “Step” (salto) il controllore sarà equilibrato solo a temperature
costanti; programmare “rampe” diventa impossibile.
I valori di una fase di programma rimangono costanti per la relativa durata della fase. All’inizio di ogni
programma, l’unità si riscalda per poter raggiungere i previsti valori nominali il più velocemente possibile.
Ingresso come salto del valore nominale (esempio):
W/°C
S01
S02
S03
S04
100
80
60
40
20
0
30
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
120
180
380
t/min.
Pagina 33/106
Tabella del programma del grafico con impostazione “step” (salto):
Fase
SEC
S01
S02
S03
S04
Valore nominale
temperatura
[ °C]
TEMP
40
60
80
20
Durata fase
[hh.mm]
TIME
00:30
01:30
01:00
03:20
Numero di giri
ventilatore
[%]
FAN
50
100
100
100
Contatti di controllo
*
O.LINE
000
000
000
000
* Solo nell’opzione uscite di contatto mediante contatti di controllo, v. cap. 16.4.
I dati di questa tabella di programma possono ora essere inseriti in uno dei settori di programma del
regolatore RD3 (cap. 8.2).
8.1.3 Istruzioni per la programmazione di tutti i tipi di passaggio di temperatura
Se i limiti di tolleranza inseriti nel livello utente (cap. 10) sono superati o non vengono raggiunti, il
programma sarà temporaneamente fermato fino a quando il valore effettivo si trova all’interno del margine
di tolleranza. Durante questa interruzione dello svolgimento del programma il LED lampeggia (3d). Il
tempo di svolgimento del programma può quindi risultare allungato dalla programmazione di tolleranze.
La programmazione rimane invariata anche dopo un black-out e dopo lo spegnimento dell’unità.
KB 23: La potenza di raffreddamento è ridotta quando la velocità della ventola è impostata su
20%.
Dopo il programma, il regolatore ritorna a funzionare con un valore costante mostrando una
visualizzazione normale ed equilibrando alla temperatura il valore precedentemente inserito nella Modalità
inserimento valore costante.
Prima di iniziare il programma verificare il valore nominale si inserito in Modalità inserimento
valore costante. Con l’interruzione del programma il controllore torna a funzionare con un
valore costante.
Disattivare il programmatore settimanale (impostazione di base, che può essere inserita nel
livello utente (cap. 10) prima di iniziare un programma.
8.2
Immissione dei valori nominali per funzionamento programma
Dalla visualizzazione normale, premendo il tasto X/W per 5 s, si accede all'editore programma. Qui è
possibile inserire i valori nominali uno dopo l’altro in tutte le fasi di programma di un programma
selezionato. A scelta, è possibile impostare due programmi con un massimo di 10 fasi ciascuno o un
programma con un massimo di 20 fasi ciascuno (impostazioni nel livello utente, cap. 10).
Per evitare errori di programmazione, si consiglia di riportare i valori per lo svolgimento del programma in
una tabella (modello nel capitolo 8.3).
Esempio di una tabella di programma (con impostazione di base “Ramp”):
Fase
SEC
S01
S02
S03
S04
S05
Valore nominale
temperatura
[ °C]
TEMP
40
60
90
90
20
Durata fase
[hh.mm]
TIME
00:30
01:30
01:00
03:20
00:01
Numero di giri
ventilatore
[%]
FAN
50
100
100
100
100
Contatti di controllo
*
O.LINE
000
000
000
000
000
* Solo nell’opzione uscite di contatto mediante contatti di controllo, v. cap. 16.4.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 34/106
I dati di questa tabella di programma possono ora essere inseriti nel regolatore programmabile RD3.
Fase 1 – Selezione del programma e della prima fase di programma da inserire:
Visualizzazione normale
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 19.8
(valore effettivo attuale della temperatura)
(data e ora reali e stato attuale del programmatore
settimanale Canale1: OFF, Canale 2: OFF)
p.es. 15.05.06 13:52 - Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
per 5 s.
p.es. 0000
PROGRAM EDITOR
(vi trovate nell’editore del programma)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
UserCod? 0000
(Inserire il codice utente)
Inserimento del codice utente con i tasti
direzionali
p.es. 0001 (impostazione di base, che può
essere inserita nel livello utente, cap. 10).
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Continua automaticamente dopo 2 s.
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 01
---:--- PRG.
(il programma P01 è selezionato)
(è possibile selezionare il programma)
(informazione: relativa alla prima fase di programma con
X/W)
CONTINUE X/W
Il valore è visualizzato nel display 1
Con i tasti direzionali selezionare il
programma P01 o P02
Premere il tasto
Nel programma selezionato P01 o P02 possono essere selezionate le fasi di programma:
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 01
P01: --- SEC.
CONTINUE X/W
(la fase S01 è selezionata)
Fase S01 già effettuata.
Con X/W possono essere inseriti nuovi valori nominali per i
singoli parametri.
o:
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 01
P01: --- SEC
NEW SEC. X/W
(la fase S01 è selezionata)
La fase S01 non è ancora effettuata.
Con X/W possono essere inseriti i valori nominali per i
singoli parametri
Con i tasti direzionali selezionare le fasi da
S01 a S10 o a S20
Se non è stata ancora inserita una fase di programma, ritorna alla visualizzazione 01 per tutti i valori > 01,
perché tutte le fasi devono essere impostate in successione e ogni nuova fase è svolta come NEWSEC.
Se p.es. sono già state impostate tre fasi di programma, dopo deve essere inserito S04, ovvero devono
essere inseriti i valori nominali. Per questo motivo non è possibile inserire prima nessuna fase > S04.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 35/106
Fase successiva – Immissione dei valori nominali nella fase di programma desiderata:
Principio di base dell’immissione: I parametri delle singole fasi sono aperti in successione con il tasto
X/W. Con il tasto direzionale è possibile inserire i valori dei singoli parametri. Se il valore lampeggia 1
volta nel display dopo 2 secondi, mostra che il valore è stato registrato nel regolatore. Se occorre saltare
diversi parametri (p.es. per modificare un parametro in una fase precedente), è possibile saltare
velocemente i parametri tenendo premuto il tasto X/W. Se nessun tasto è premuto per oltre 120 s, il
regolatore ritorna alla visualizzazione normale. Il programma inserito fino a quel momento rimane salvato.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
C
p.es. 40.0
S01: TEMP 40.0
CONTINUE X/W
(valore nominale della temperatura attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: temperatura in °C
(Informazione: continuare con X/W)
Immissione del valore nominale della
temperatura di S01 in °C con i tasti direzionali
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 00.30
S01: TIME 00:30
CONTINUE X/W
(valore nominale della durata attualmente inserito)
grandezza regolatrice da registrare: durata in hh.mm)
(Informazione: continuare con X/W)
Inserimento del valore nominale per la durata
di S01 in hh.mm con i tasti direzionali
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 50
S01:FAN
50
CONTINUE X/W
(valore nominale del contagiri ventilatore attualmente inserito)
grandezza regolatrice da registrare: numero di giri ventilatore
in %)
(Informazione: continuare con X/W)
Inserimento del valore nominale del contagiri
ventilatore di S01 in % con i tasti direzionali
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Premere il tasto
Solo nell’opzione uscite di contatto mediante contatti di controllo (cap. 16.4):
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 000
S01:O.LINE 000
CONTINUE X/W
(stato di contatto attualmente inserito)
grandezza regolatrice da registrare: stato di contatto)
(Informazione: continuare con X/W)
Inserire lo stato di contatto con i tasti
direzionali
Premere il tasto
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 36/106
Selezione della fase di programma successiva di inserire
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 02
P01: --- SEC.
CONTINUE X/W
(la fase S02 è selezionata)
Fase S02 già effettuata.
Con X/W possono essere inseriti nuovi valori nominali per i
singoli parametri.
o:
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 02
P01: --- SEC.
NEW SEC. X/W
(la fase S02 è selezionata)
La fase S02 non è ancora effettuata.
Con X/W possono essere inseriti i valori nominali per i singoli
parametri.
Selezionare la fase successiva da inserire
con i tasti direzionali
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
C
p.es. 60.0
S02:TEMP 60.0
CONTINUE X/W
(valore nominale della temperatura attualmente inserito)
grandezza regolatrice da registrare: temperatura in °C)
(Informazione: continuare con X/W)
Immissione del valore nominale della
temperatura di S02 in °C con i tasti direzionali
ecc.
Dopo che sono state programmate tutte le fasi fino a S10 o S20, segue di nuovo la fase S01. Per uscire
dalla modalità inserimento, premere più volte sul tasto EXIT oppure attendere 120 s → il regolatore ritorna
in visualizzazione normale.
Ad ogni modifica del valore nominale occorre osservare di nuovo l’impostazione del regolatore
di monitoraggio nel livello utente (cap. 10), se il regolatore di monitoraggio e regolato al tipo de
valore nominale “Limit”.
Se il ventilatore funziona a meno del 100% del numero di giri, le prestazioni termiche e la
ripartizione della temperatura nell’ambiente non sono più identiche a quelle indicate dal
produttore. Questa funzione deve essere utilizzata solo per casi particolari.
KB 23: La potenza di raffreddamento è ridotta quando la velocità della ventola è impostata su
20%.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 37/106
8.3
Modello di copia per la tabella programma
Creatore programma
Titolo programma
Progetto
N. programma
Data:
Fase
Valore nominale
temperatura
[ °C]
SEC
TEMP
Durata fase
[hh.mm]
TIME
Numero di giri
ventilatore
Contatti di controllo *
[%]
FAN
O.LINE
S01
S02
S03
S04
S05
S06
S07
S08
S09
S10
S11
S12
S13
S14
S15
S16
S17
S18
S19
S20
* Solo nell’opzione uscite di contatto mediante contatti di controllo, v. cap. 16.4.
I contatti di controllo (O.LINE) sono senza funzione nell'unità standard.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 38/106
8.4
Eliminare una fase di programma
Una fase di programma è eliminata dal programma impostando la relativa durata pari a zero.
Visualizzazione normale
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
per 5 s
p.es. 0000
PROGRAM EDITOR
(vi trovate nell’editore del programma)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
UserCod? 0000
(Inserire il codice utente)
Inserimento del codice utente con i tasti
direzionali
p.es. 0001 (impostazione di base, che può
essere inserita nel livello utente, cap. 10).
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Continua automaticamente dopo 2 s
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 01
--- : --- PRG.
CONTINUE X/W
(il programma P01 è selezionato)
(è possibile selezionare il programma)
(informazione: relativa alla prima fase di programma con
X/W)
p.es. P01.
Il valore è visualizzato nel display 1
Selezionare il programma desiderato con i
tasti direzionali
Premere il tasto
Nel programma selezionato P01 o P02 possono essere selezionate le fasi di programma:
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 01
P01: --- SEC.
CONTINUE X/W
(fase attualmente selezionata: S01)
(è possibile selezionare la fase di programma)
(informazione: Inserimento valore nominale con X/W)
(è annullata se deve essere eliminata la fase
S01).
Selezionare la fase desiderata, p.es. S03, con
i tasti direzionali
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
C
p.es. 90.0
S03:TEMP 90.0
CONTINUE X/W
(valore nominale della temperatura attualmente inserito)
grandezza regolatrice da registrare: Temperatura
(informazione: continuare con X/W)
Nessun’immissione
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 01.00
S03:TIME 01:00
CONTINUE X/W
Inserimento del valore nominale zero per la
durata in hh:mm di S03 con i tasti direzionali
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 00.00
S03:TIME 00:00
DELET SEC. X/W
(valore nominale della durata attualmente inserito)
grandezza regolatrice da registrare: durata)
(informazione: continuare con X/W)
Il valore viene visualizzato nel display o in
entrambi i display (visualizzazione
dipendente dall’impostazione dell’intervallo di
tempo nel livello utente, cap. 10)
(valore nominale della durata attualmente inserito)
grandezza regolatrice da registrare: durata)
(informazione: elimina fase con X/W)
Premere il tasto
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 39/106
Viene visualizzata la fase seguente (nel nostro esempio adesso S03):
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
p.es. 03
P01:S03
CONTINUE X/W
Premere il tasto
(fase attualmente selezionata: S03)
(è possibile selezionare la fase di programma)
(informazione: Inserimento valore nominale con X/W)
EXIT
o attendere 120 s
Il regolatore ritorna alla visualizzazione normale.
Se viene eliminata una fase di programma seguita ancora da altre fasi, queste ultime passano
al posto della fase eliminata.
Nel nostro esempio è eliminata la fase S03. Le fasi S04, S05, ecc., se precedentemente programmate,
ricevono un numero di fase progressivo, ovvero S04 si chiama adesso S03, ecc.
Non è quindi possibile, mettere temporaneamente in stand-by fasi di programma, esse sono soppresse
dalla fase successiva. Per aggiungere una fase in un secondo tempo, anche le fasi successive devono
essere nuovamente impostate.
9.
Livello avvio programma
Prima di iniziare il programma controllare che il valore nominale sia inserito. Alla fine del programma, la
temperatura sarà equilibrata con questo valore. Questo valore non dovrà superare la temperatura di
essiccazione consentita per la quantità di solvente utilizzato.
ATTENZIONE
Temperatura troppo alta o troppo bassa al termine del programma.
Danneggiamento del materiale di carica.
 Verificare il valore nominale del valore fisso e se necessario adattarlo.
Alla fine del programma la temperatura sarà equilibrata con questo valore nominale introdotto nella
modalità inserimento valore costante. Se il programmatore settimanale è attivo, un altro valore nominale
(SP2) dev’essere parametrizzato il accordo con il programma. Disattivare il programmatore settimanale
prima di iniziare il programma (impostazione di base, che può essere inserita nel livello utente, cap. 10).
ATTENZIONE
Temperatura troppo alta o troppo bassa al termine del programma.
Danneggiamento del materiale di carica.
 Disattivare il programmatore settimanale prima di iniziare il programma.
La prima operazione consiste nella selezione del programma. La condizione essenziale è che sia stato
inserito un programma (cap. 8.2) e che l’impostazione “2 programmi con 10 fasi ciascuno” sia stata
selezionata (livello utente, cap. 10).
Infine vengono determinate le impostazioni per lo svolgimento del programma. Si possono definire due
parametri:
• Programma ad avvio ritardato, ossia tempo di ritardo per l’avvio del programma. Esso può essere
inserito con una precisione al minuto e corrisponde a un massimo di 99.59 (99 ore e 59 min). Se il
valore considerato è 00.00, il programma inizia automaticamente.
• Numero di cicli del programma, ossia il numero desiderato delle ripetizioni del programma. Per le
ripetizioni, è possibile inserire valori compresi tra 1 e 99. Se non sono inserite ripetizioni, occorre
inserire il valore 0. Se il programma deve essere ripetuto continuamente, inserire il valore -1. Ora è
possibile ripetere tutto il programma, le fasi non possono essere ripetute singolarmente.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 40/106
Infine il programma selezionato è avviato. Queste operazioni devono essere svolte una dopo l’altra.
Disattivare il programmatore settimanale (impostazione di base, che può essere inserita nel
livello utente, cap. 10) prima di iniziare un programma.
Fase 1 – Selezione del programma (solo per impostazioni “2 programmi “):
Visualizzazione normale
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 1
SEL.PRG
(programma attualmente selezionato)
(selezionare programma 1 o 2)
Inserimento del numero del programma 1 o 2
con i tasti direzionali
Il valore è visualizzato nel display 1.
Fase successiva - Inserimento delle impostazioni per lo svolgimento del programma
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 00.00
RUN TIME
(tempo di attesa selezionato hh.mm)
(inserire il tempo di attesa per l’avvio del programma)
Impostazione del tempo di attesa, nel formato
hh.mm con i tasti direzionali
Il valore è visualizzato nel display 1.
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. -1
REPEAT
(numero di ripetizioni impostato)
(inserire il numero delle ripetizioni programma)
Impostazione del numero di cicli -1, 0, 1, ecc.
con i tasti direzionali
Il valore è visualizzato nel display 1.
Ultima fase – Avvio del programma:
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 1
RUN PRG
(visualizzazione del programma selezionato)
Domanda: Avviare il programma selezionato?
Premere il tasto programma
C
Display 1 mostra
p.es. 25.5
Display 2 mostra
P01:S01 00:29:39
(il tempo corre a ritroso)
valore effettivo attuale della temperatura
Visualizzazione del programma attuale P01 e della fase
S01 e del tempo rimanente della fase del programma
S01
Svolgimento del programma. Il LED verde (3d) è acceso.
Oltre al LED verde (3d) per lo svolgimento del programma, il LED (3a) si accende se il riscaldamento è
attivo o il LED (3b) si accende se la refrigerazione è attiva o nessun LED è acceso se la temperatura
attuale corrisponde al valore nominale.
Durante lo svolgimento del programma, i tasti direzionali e il tasto EXIT non hanno funzione.
Il programma può essere terminato premendo il tasto programma
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
per tre secondi.
Pagina 41/106
Se il tasto
viene premuto durante lo svolgimento del programma, i valori inseriti per la fase di
programma in esecuzione sono visualizzati in sequenza per 5 s ciascuno:
Display 1 mostra
p.es. 65.5
valore effettivo attuale della temperatura
Display 2 mostra
P01:S03 00:47:12
Visualizzazione: Programma P01, fase S03, tempo rimanente
della fase
C
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
C
p.es. 90
SP1 TEMPERATURE
(valore nominale della temperatura impostato 1)
5 s.
Display 1 mostra
Display 2 mostra
C
p.es. 30
SP2 TEMPERATURE
(valore nominale della temperatura impostato 2)
(nessuna funzione durante il programma di operazione)
5 s.
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 100
SP FAN SPEED
(numero di giri ventilatore selezionato)
5 s.
Solo nell’opzione uscite di contatto mediante contatti di controllo:
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 000
OPERATION LINE
(impostazioni attuali contatti di controllo)
Dopo l'esecuzione del programma (e delle eventuali ripetizioni) il regolatore ritorna alla funzione a valore
costante e mostra la visualizzazione normale. I valori precedentemente inseriti nella modalità
impostazione valore costante per la temperatura e il numero di giri del ventilatore sono registrati o regolati.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 42/106
10.
Livello utente
In questo menu possono essere inserite le seguenti funzioni (tra parentesi le abbreviazioni delle rispettive
visualizzazioni sul display 2):
• Indirizzo unità (Adress)
Impostazione dell’indirizzo (1-254) del regolatore per il funzionamento con il software di comunicazione
APT-COM™.
• Codice utente (User-cod)
Qui si può modificare l’impostazione di fabbrica 0001 del codice utente per l’accesso al livello utente.
Questo codice vale anche per l’accesso all’Editore del programma.
Annotare le modifiche del codice utente. Senza codice utente non è più possibile accedere
a questi livelli.
• Tipo del valore nominale del regolatore di monitoraggio (Saf.mode)
Il tipo de valore nominale può essere inserito come...
Limit: massimo consentito di temperatura, come valore assoluto (ad esempio: valore nominale de
temperatura di 37 °C, limite di impostazione a 39 °C)
Offset: superamento massimo consentito del limite di temperatura effettiva del valore nominale (p.es.
2 ° C). Questo massimo consentito di temperatura cambia automaticamente ad ogni cambiamento del
valore nominale de temperatura.
• Valore nominale del regolatore di monitoraggio (Saf.setp)
Il valore nominale del regolatore di monitoraggio (termostato di sicurezza sovratemperatura classe 3.1)
viene visualizzato e può essere cambiato. Può essere inserito un valore assoluto (p.es. 40 ° C) in caso
di impostazione "limite" o un valore relativo (p.es. 2 ° C) in caso di impostazione "Offset”.
Controllare regolarmente l'impostazione del tipo de valore nominale e del valore nominale
del regolatore di monitoraggio in relazione al valore della temperatura inserito in
operazioni a valore fisso o al massimo valore di temperatura selezionata in modalità di
funzionamento del programma.
• Formato decimale (Decimal)
È possibile stabilire l'impostazione di un valore intero o di un decimale (dopo la virgola). La
rappresentazione all’intero del comando si riferisce al display 2 (inserimento valore nominale). La
rappresentazione del valore effettivo sul display 1 avviene sempre con un decimale.
• Cicalino (Buzzer)
“Inactiv” (Inattivo): Nessun segnale acustico nella segnalazione di allarme.
“Activ” (Attivo): Nella segnalazione di allarme (vedi cap. 13.2) si attiva un segnale acustico,
disattivabile premendo sul tasto EXIT.
• Selezione della lingua del menu del regolatore (Language)
È possibile scegliere tedesco, inglese o francese.
• Contatore delle ore di funzionamento (Oper.hs)
Viene fornito il numero delle ore di funzionamento fino al momento attuale o fino all’ultimo
azzeramento (nessuna impostazione, solo visualizzazione).
• Ore di funzionamento massimo (Op.limit)
Inserimento del valore limite del contatore di ore di funzionamento, ovvero del numero massimo di ore
di funzionamento dell'unità. Il raggiungimento del valore limite non ha alcuna funzione.
• Azzeramento ore di funzionamento (Op.back)
Azzerare il contatore delle ore di funzionamento.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 43/106
• Modalità interfaccia (Protocol)
“Modbus“ È possibile utilizzare l’interfaccia dell’unità come interfaccia di comunicazione per il
collegamento a un computer. Si può quindi controllare l’unità mediante il software di comunicazione
APT-COM. È possibile leggere e scrivere i valori di tutti i parametri.
“Printer” (Stampante) È possibile collegare all’interfaccia una stampante di protocollo per l’uscita dei
dati. Alla stampante è inserito il protocollo del valore termico effettivo ciclico con una formattazione
costante con intervalli di stampa variabili.
In entrambi i casi viene collegato un converter di interfaccia RS 422 / RS 232.
• Intervallo di stampa (Prt.-Inv.)
Impostazione dell’intervallo di stampa in minuti. Funziona solo selezionando "Printer" nel relativo punto
del menu.
• Illuminazione del display (Disp.LED)
Selezione tra l’illuminazione fissa o limitata nel tempo, che si spegne automaticamente 300 secondi
dopo l’ultima impostazione.
• Selezione del tipo di programma (PrgSelec)
Selezione tra Inserimento di due programmi con un massimo di 10 fasi ciascuno oppure un
programma con un massimo di 20 fasi.
Nella commutazione da 2 programmi a 1 programma, o inversamente, i programmi
precedentemente esistenti nell'Editore sono eliminati.
• Intervallo di tempo per segmento (Prg.Time)
La durata di una singola fase di programma può essere impostata a scelta fino a un massimo di 99 ore
e 59 min o a 999 ore e 59 min. Questa impostazione vale quindi per tutte le fasi del programma.
Cambiando la durata del tempo, tutti i programmi già disponibili nell’Editore sono eliminati.
• Programmare il tipo di valore nominale (Setp.sim)
Selezionare tra “Ramp” (rampa) e “Step” (salto). Con l’impostazione “Step” non è necessario
impostare la sezione di transizione dell’editore del programma.
Se si seleziona l’impostazione “step” (salto), il regolatore sarà equilibrato solo a
temperature costanti e programmare “ramps” diventa impossibile.
Un cambiamento tra l’impostazione “Ramp” (rampa) e “Step” (salto) influenzerà tutti i
programmi. Questo può notevolmente cambiare il lavoro dei programmi preesistenti.
• Fascia di tolleranza (Tol.Band)
Inserimento di un valore in °C per una fascia di tolleranza. Se il valore effettivo della temperatura
supera o non raggiunge il valore nominale di una fase di programma al di fuori del valore di tolleranza,
il programma si arresta momentaneamente (il LED (3d) lampeggia), fino a quando il valore effettivo
delle temperatura si troverà nuovamente entro i limiti di tolleranza.
L’inserimento del valore “0” indica la fascia di tolleranza non attivata.
• Attivare o disattivare il programmatore settimanale (Prog.Clk)
“Inactive” (Inattiva): Il programmatore settimanale è interrotto (impostazione di base). Il menu di
impostazione corrispondente (cap. 7) non è visibile, com’è il valore nominale 2 nella modalità
inserimento valore costante (cap. 6).
“Active” (Attiva): Il programmatore settimanale è attivo.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 44/106
Inattivando il programmatore settimanale, nessun programma rimane in memoria e sarà
funzionante quando il programmatore settimanale verrà nuovamente attivato.
Disattivare il programmatore settimanale prima di inserire i valori nominali nella modalità
inserimento valore costante (cap. 6). Altrimenti, alcune impostazioni dei contatti di controllo
saranno funzionanti.
Disattivare il programmatore settimanale prima di iniziare un programma (cap. 9).
• Modo display (12h/24h)
Selezionare tra 12 ore (display “AM” o “PM”) o 24 ore.
• Data dell’orologio (Date)
Menu principale. Usare la chiave del programma per accedere alle impostazioni per un anni, mese e
giorno in accordo con il sottomenu.
• Anno dell’orologio (Year)
Inserire l’anno (2006 a 2050)
• Mese dell’orologio (Month)
Inserire il mese (1 a 12).
• Giorno dell’orologio (Day)
Inserire il giorno (1 a 31).
• Ora dell’orologio (Time)
Menu principale. Usare la chiave del programma per accedere alle impostazioni per un anni, mese e
giorno in accordo con il sottomenu.
Non c’è un’interruzione automatica tra il periodo estivo e il restante periodo dell’anno.
• Ora dell’orologio (Hour)
Inserire l’ora (0 a 23).
• Minuto dell’orologio (Minute)
Inserire i minuti (0 a 59).
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 45/106
Visualizzazione normale
Display 1 mostra
p.es. 19.8
C
(valore effettivo attuale della temperatura)
(data e ora attuali, attuale stato di interruzione del
Display 2 mostra p.es. 15.05.06 13:52 - programmatore settimanale Canale1: OFF, Canale 2: OFF)
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
per 5 s.
p.es. 0000
PROGRAM EDITOR
(vi trovate nell’editore del programma)
Premere il tasto
Display 1 mostra
0000
Display 2 mostra WEEK PROG. EDITOR
Menu visibile solo il programmatore settimanale è attivo
(vi trovate nell’editore programma settimanale)
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
per 5 s.
0000
USER-LEVEL
per 5 s.
(vi trovate nel livello utente)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
UserCod?
0000
(Inserire il codice utente, il display lampeggia)
Inserimento del codice utente con i tasti
direzionali
p.es. 0001 (impostazione di base, o il codice
adatto, se già modificato in questo menu).
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Continua automaticamente dopo 2 s
Display 1 mostra
Display 2 mostra
1
Adress
1
Inserimento dell’indirizzo dell’unità (1-254)
con i tasti direzionali
(indirizzo attuale: 1)
(inserimento dell’indirizzo unità)
(indirizzo attuale: 1)
Il indirizzo è visualizzato in entrambi i display.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
1
User-cod
1
Inserimento di un valore nuovo con i tasti
direzionali
(codice utente valido: 1)
(modifica del codice utente)
(inserito attualmente: 1)
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Saf.mode:
Limit
Scegliere tra “Limit” e “Offset” con i tasti
direzionali
(nessuna funzione)
(selezione del tipo del valore nominale del regolatore di
monitoraggio)
(impostazione attuale: “limit”)
L’impostazione è visualizzata in display 2
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 65
Saf.setp
65
Inserimento di un valore nuovo con i tasti
direzionali
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
(impostazione attuale: 65 °C)
(valore de temperatura del regolatore di monitoraggio)
(valore attuale: 65 °C)
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Pagina 46/106
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Decimal:
(nessuna funzione)
(inserimento del decimale)
(impostazione attuale: XXX.X)
XXX.X
Spostamento della posizione della virgola
(decimale) con i tasti direzionali
La posizione della virgola XXX.X o XXXX. è
visualizzata in display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Buzzer
:
(nessuna funzione)
(impostazione del cicalino)
(impostazione attuale: “Active” (Attivo)
Active
Scegliere tra "Active" e "Inactive" con i tasti
direzionali
L’impostazione è visualizzata in display 2
Premere il tasto
Display 1 mostra
0000
Display 2 mostra Language:
(nessuna funzione)
(selezione della lingua del regolatore)
(impostazione attuale: inglese)
English
Selezionare tra le lingue tedesco, inglese e
francese con i tasti direzionali
L’impostazione è visualizzata in display 2
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 0004
Oper.hs
0004:28
(visualizzazione delle ore di funzionamento dell’unità)
(dato delle ore di funzionamento finora effettuate hhhh:mm)
(visualizzazione attuale: 4 ore 28 min)
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
1000
Op.limit
1000:00
Inserire il valore con i tasti direzionali
(impostazione attuale: 1000)
(numero max. delle ore di funzionamento da raggiungere
hhhh:mm (impostazione attuale: 1000 ore)
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Op.back:
No
Scegliere tra "Yes" e "No" con i tasti
direzionali
(nessuna funzione)
(Azzerare il contatore ore di funzionamento?)
(impostazione attuale: No)
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Protocol:
MODBUS
Scegliere tra i protocolli “MODBUS“ e
“Printer“ (stampante) con i tasti direzionali
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
(nessuna funzione)
(selezione della modalità interfaccia)
(impostazione attuale: Modbus)
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Pagina 47/106
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 3
Prt-Inv.
3
Inerire un valore tra 0 e 255 min con i tasti
direzionali
(impostazione attuale: 3 min.)
(intervallo di stampa)
(impostazione attuale: 3 min.)
Il valore è visualizzato in entrambi i display
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Disp.LED:
No
Scegliere tra "Yes" e "No" con i tasti
direzionali
(Illuminazione display funzionamento continuo?)
(impostazione attuale: No)
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
PrgSelec:
2Prg10S
Scegliere tra "2Prg10S" e "1Prg20S" con i
tasti direzionali
(1 programma con max. 20 fasi o
2 programmi con max. 10 fasi ciascuno?)
(impostazione attuale: 2Prg10S)
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
0000
Display 2 mostra Prg.Time:
99:59
Scegliere tra 99:59 in hh:mm o 999:59 in
hhh:mm con i tasti direzionali
(lunghezza max. fase 99:59 o 999:59?)
(impostazione attuale: 99:59)
Il valore è visualizzato nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Setp.sim
Ramp
Scegliere tra “Ramp” (rampa) e “Step” (salto)
con i tasti direzionali
(Rampa o Salto?)
(Impostazione attuale: Rampa)
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Tol.band
0
Inserire il valore in °C con i tasti direzionali
(Fascia di tolleranza in °C)
(impostazione attuale: 0)
Il valore è visualizzato nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Prog.Clk
Inactiv
Scegliere tra "Active" e "Inactive" con i tasti
tasti direzionali
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
(Il programmatore settimanale è attivo o inattivo?)
(Impostazione attuale: Inactive)
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Pagina 48/106
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
12h/24h
(Modo display 12 ore o 24 ore?)
(Impostazione attuale: 24 ore)
24h
Scegliere tra 12 ore o 24 ore con i tasti
direzionali
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Date
(Menu principale: Impostazione data esatta dell’orologio)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 2006
Year
2006
(Impostazione attuale: 2006)
(Impostare anno reale dell’orologio)
L’impostazione è visualizzata nel
display 2.
Inserire l’anno (2006 a 2050) con i tasti
direzionali
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 5
Month
(Impostazione attuale: maggio)
(Impostare il mese reale dell’orologio)
5
L’impostazione è visualizzata nel
display 2.
Inserire il mese (1 a 12) con i tasti direzionali
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 15
Day
15
(Impostazione attuale: 15.)
(Impostare il giorno reale dell’orologio)
L’impostazione è visualizzata nel
display 2.
Inserire il giorno (1 a 31) con i tasti direzionali
Premere il tasto EXIT
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Time
(Menu principale: impostare l’ora esatta dell’orologio)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 13
Hour
13
(Impostazione attuale: 13 ore)
(Menu principale: Impostare l’ora dell’orologio)
L’impostazione è visualizzata nel
display 2.
Inserire l’ora (0 a 23) con i tasti direzionali
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 30
Minute
30
(Impostazione attuale: 30 min.)
(Impostare i minuti dell’orologio)
Inserire il minuto (0 a 59) con i tasti direzionali
Premere ripetute volte il tasto EXIT
L’impostazione è visualizzata nel
display 2.
o attendere 120 s
Il regolatore ritorna alla visualizzazione normale.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 49/106
11.
Esempio
di
settimanale
programmazione
dell’editore
programma
11.1 Tempo di operazione desiderato
Dal lunedì al venerdì la camera deve mantenere una temperatura di più di +20 °C, e durante il weekend
(sabato e domenica) di più di +5 °C.
Il programma funzionerà automaticamente durante l’intero anno e dovrà essere programmato una volta
sola.
11.2 Panoramica del procedimento
1. Impostazioni nel livello utente (cap. 10)
• Impostare il regolatore di monitoraggio al tipo de valore nominale “Limit” e il valore nominale
del regolatore di monitoraggio 3 °C sopra del valore di temperatura massimo del programma
Il valore nominale de temperatura del regolatore di monitoraggio (termostato di sicurezza
sovratemperatura classe 3.1) viene visualizzata e può essere cambiata. È possibile immettere un
valore assoluto, in caso di impostazione "limite", o un valore relativo in caso di impostazione "Offset".
Selezionare l'impostazione "limite" e inserire un valore di 3 ° C al di sopra del valore massimo (ad es.
23 ° C).
• Attivazione programmatore settimanale
• Controllare e, se necessario, impostare l’ora
2. Inserire i valori nominali per il programma settimanale nella modalità inserimento valore
costante (cap. 6)
I valori nominali per il programma di esempio:
SP 1 (notte/weekend) = 5 °C
SP 2 (giorno/settimana) = 20 °C
3. Inizia il programma settimanale nell’editore programma settimanale (cap. 7)
Tabella del programma di esempio:
Giorno della
settimana
Ora
hh:mm
Canale 1 (temperatura)
AM
PM
ON = SP2
OFF = SP1
Lunedì
S1
06:00
ON
Venerdì
S1
20:00
OFF
Assicurarsi che nessun altro shift-point sia stato programmato durante programmi precedenti.
Se così fosse, devono essere cancellati: imposta l’ora del rispettivo shift-point “ --:-- ” con il
tasto
.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 50/106
11.3 Procedimento nei dettagli
1. Impostazioni nel livello utente:
• Impostare il regolatore di monitoraggio al tipo de valore nominale “Limit” e il valore nominale del
regolatore di monitoraggio 3 °C sopra del valore di temperatura massimo del programma
• Attivazione programmatore settimanale
• Controllare e, se necessario, impostare l’ora
Visualizzazione normale
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 19.8
C
(valore effettivo attuale della temperatura)
(data e ora attuali, stato attuale dell’interruzione del
p.es. 15.05.06 13:52 - programmatore settimanale Canale1: OFF, Canale 2: OFF)
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 0000
PROGRAM EDITOR
(vi trovate nell’editore del programma)
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
WEEK PROG. EDITOR
per 5 s.
Menu visibile solo se il programmatore settimanale è attivo
(vi trovate nell’editore programma settimanale)
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
per 5 s.
0000
USER-LEVEL
per 5 s.
(vi trovate nel livello utente)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
UserCod?
0000
(Inserire il codice utente, il display lampeggia)
Inserimento del codice utente con i tasti
direzionali
p.es. 0001 (impostazione di base, o il codice
adatto, se già modificato in questo menu).
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Continua automaticamente dopo 2 s
Display 1 mostra
Display 2 mostra
1
Address
1
Premere ripetute volte il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Saf.mode:
Limit.
Selezionare “Limit” con i tasti direzionali
(indirizzo attuale: 1)
(mento dell’indirizzo unità)
(indirizzo attuale: 1)
prima di Saf.mode appare:
(nessuna funzione)
(selezione del tipo del valore nominale del regolatore di
monitoraggio)
(impostazione attuale: “limit”)
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
23
Saf.setp
23
Inserimento del valore nominale del
regolatore di monitoraggio in °C con i tasti
direzionali
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
valore nominale del regolatore di monitoraggio attualmente
inserito)
(valore nominale del regolatore di monitoraggio)
(valore attuale: 23 °C)
Il valore è visualizzato in entrambi i display
Pagina 51/106
Premere ripetute volte il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
prima di Prog.Clk appare:
0000
Prog.Clk
Active
(Editore programma settimanale attivo o inattivo?
(impostazione attuale: “Active” (attivo))
Selezionare “Active” con i tasti direzionali
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
12h/24h
(Modo display 12 ore o 24 ore?)
(Impostazione attuale: 24 ore)
24h
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Date
(Menu principale:impostare la data dell’orologio)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 2006
Year
2006
(Impostazione attuale: 2006)
(Impostare l’anno dell’orologio)
Inserire il anno (2006 a 2050) con i tasti
direzionali
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 5
Month
(Impostazione attuale: maggio)
(Impostare il mese nell’orologio)
5
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Inserire il mese (1 a 12) con i tasti direzionali
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 15
Day
15
(Impostazione attuale: 15.)
(Impostare il giorno sull’orologio)
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Inserire il giorno (1 a 31) con i tasti
direzionali
Premere il tasto EXIT
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Time
(Menu principale:Impostare l’ora sull’orologio)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 13
Hour
13
Inserire la ora (0 a 23) con i tasti direzionali
(Impostazione attuale: 13 ore)
(Impostare l’ora sull’orologio)
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 30
Minute
30
Inserire il minuto (0 a 59) con i tasti
direzionali
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
(Impostazione attuale: 30 min.)
(Impostare i minuti sull’orologio)
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Pagina 52/106
Premere ripetute volte il tasto EXIT
o attendere 120 s
Il regolatore ritorna alla visualizzazione normale.
2. Inserire i valori nominali per il programma settimanale nella modalità inserimento valore
costante (cap. 6)
I valori nominali per il programma di esempio:
SP 1 (notte/weekend) = 5 °C
SP 2 (giorno/settimana) = 20 °C
Visualizzazione normale
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 19.8
C
(valore effettivo attuale della temperatura)
(data e ora attuali, e stato attuale del programmatore
settimanale Canale1: OFF, Canale 2: OFF)
p.es. 15.05.06 13:52 - Premere il tasto
C
Display 1 mostra
Display 2 mostra
5.0
SP1 TEMPERATURE
(valore nominale 1 della temperatura attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: temperatura in °C)
Immissione del valore nominale della
temperatura 5 °C con i tasti direzionali
Il valore è visualizzato nel display 1.
Premere il tasto
C
Display 1 mostra
Display 2 mostra
20.0
SP2 TEMPERATURE
(valore nominale 2 della temperatura attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: temperatura in °C)
Immissione del valore nominale della
temperatura 20 °C con i tasti direzionali
Il valore è visualizzato nel display 1.
Premere il tasto EXIT. Il regolatore ritorna alla visualizzazione normale.
3. Inizia il programma settimanale nell’editore programma settimanale
Tabella del programma di esempio:
Giorno della
settimana
Ora
hh:mm
Canale 1 (temperatura)
AM
PM
ON = SP2
OFF = SP1
Lunedì
S1
06:00
ON
Venerdì
S1
20:00
OFF
SP 1 (notte/weekend) = 5 °C, SP 2 (giorno/settimana) 20 °C
Assicurarsi che nessun altro shift-point sia stato programmato durante programmi precedenti.
Se così fosse, devono essere cancellati: imposta l’ora del rispettivo shift-point “ --:-- ” con il
tasto
.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 53/106
Visualizzazione normale
Display 1 mostra
p.es. 19.8
C
Display 2 mostra p.es. 15.05.06 13:52 - Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 0000
PROGRAM EDITOR
Premere il tasto
Display 1 mostra
0000
Display 2 mostra WEEK PROG. EDITOR
(valore effettivo attuale della temperatura)
(data e ora attuali, e stato attuale del programmatore
settimanale Canale1: OFF, Canale 2: OFF)
per 5 s.
(vi trovate nell’editore del programma)
per 5 s.
(vi trovate nell’editore programma settimanale)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
UserCod?
0000
Inserimento del codice utente con i tasti
direzionali
(Inserire il codice utente, il display lampeggia)
p.es. 0001 (impostazione di base, che può
essere inserita nel livello utente, cap. 10).
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Continua automaticamente dopo 2 s
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
(selezione di un giorno della settimana)
(selezione attuale: Monday (Lunedì))
Monday
Selezionare il primo giorno della settimana
Monday (Lunedì) con con il tasto
Il giorno della settimana è visualizzato nel
display 2.
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Shiftpt.
(nessuna funzione)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Shiftpt.
1
Selezionare shift-point 1 con il tasto
(selezione di uno shift-point)
(shift-point attuale: 1)
Il valore è visualizzato nel display 2.
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. --.-S1:
--:--
(ora dello shift-point selezionato)
(shift-point attualmente selezionato: S1)
(Impostazione attuale: shift-point non programmato)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
06.00
Time
06:00
Impostare l’ora 06:00 con i tasti direzionali
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
(ora dello shift-point selezionato)
(impostazione dell’ora del predetto shift-point)
(Impostazione attuale: 6.00 in punto)
Il valore è visualizzato nel display 2.
Pagina 54/106
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Ch1 = SP2:
(impostazione dello stato del Canale 1)
(Impostazione attuale: ON)
On
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Impostare lo stato del Canale 1 ON con i tasti
direzionali
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Channel 2:
(impostazione dello stato del Canale 2)
(Impostazione attuale: OFF)
Off
Premere il tasto EXIT
Display 1 mostra
Display 2 mostra
06.00
S1:
06:00 � -
(ora dello shift-point selezionato)
(shift-point attualmente selezionato: S1)
(Impostazione attuale: ore 6.00, Canale 1 ON)
Premere 2 x il tasto EXIT
Display 1 mostra
Display 2 mostra
per selezionare il seguente giorno della
settimana
0000
(selezione di un giorno della settimana)
(selezione attuale: Friday (Venerdì))
Friday
Selezionare il seguente giorno della
settimana Friday (Venerdì) con il tasto
Il giorno della settimana è visualizzato nel
display 2.
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Shiftpt.
(nessuna funzione)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Shiftpt.
1
Selezionare lo shift-point 1 con il tasto
(selezione dello shift-point)
(shift-point attuale: 1)
Il valore è visualizzato nel display 2.
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. --.-S1:
--:--
(ora dello shift-point selezionato)
(shift-point attualmente selezionato: S1)
(Impostazione attuale: shift-point non programmato)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
20:00
Time
20:00
Impostare l’ora 20:00 con i tasti direzionali
(ora dello shift-point selezionato)
(impostazione dell’ora del predetto shift-point)
(Impostazione attuale: 20.00 in punto)
Il valore è visualizzato nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Ch1 = SP2:
Off
Impostare lo stato del Canale 1 OFF con i
tasti direzionali
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
(impostazione dello stato del Canale 1)
(Impostazione attuale: OFF)
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Pagina 55/106
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Channel 2:
(impostazione dello stato del Canale 2)
(Impostazione attuale: OFF)
Off
Premere il tasto EXIT
Display 1 mostra
Display 2 mostra
20.00
S1:
20:00 - -
(ora dello shift-point selezionato)
(shift-point attualmente selezionato: S1)
(Impostazione attuale: ore 20.00 in punto, canali OFF)
Premere ripetute volte il tasto EXIT
o attendere 120 s
Il regolatore ritorna alla visualizzazione normale.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 56/106
12.
Esempio di programmazione dell’Editore programma
12.1 Tempo di operazione desiderato
Dal lunedì al venerdì la camera deve mantenere una temperatura di più di 20 °C e durante il weekend di
più di 5 °C.
Il programma funzionerà automaticamente durante l’intero anno e dovrà essere programmato una volta
sola.
12.2 Panoramica del procedimento
1. Impostazioni nel livello utente (cap. 10)
• Impostare il regolatore di monitoraggio al tipo de valore nominale “Limit” e il valore nominale
del regolatore di monitoraggio 3 °C sopra del valore di temperatura massimo del programma
Il valore nominale de temperatura del regolatore di monitoraggio (termostato di sicurezza
sovratemperatura classe 3.1) viene visualizzata e può essere cambiata. È possibile immettere un
valore assoluto, in caso di impostazione "limite", o un valore relativo in caso di impostazione "Offset".
Selezionare l'impostazione "limite" e inserire un valore di 3 °C al di sopra del valore massimo (ad es.
23 °C).
• Impostare l’intervallo di tempo per segmento (Prg.Time) a 999 ore 59 min.
La durata di una singola fase di programma può essere impostata a scelta fino a un massimo di 99 ore
e 59 min o a 999 ore e 59 min. Selezione impostazioni 999:59.
Cambiando la durata del tempo, tutti i programmi già disponibili nell’Editore sono eliminati.
• Disattivare la funzione limiti di tolleranza
Selezionare l’impostazione “0” significa che non sono presenti limiti di tolleranza. In questo modo si
evita un’interruzione del corso del programma di riscaldamento durante il rapido “set-point step”.
• Disattivare il programmatore settimanale
Disattivare il programmatore settimanale prima di iniziare un programma (impostazione di base).
Diversamente, saranno inefficaci ogni impostazione dei contatti di controllo nell’editore del programma.
2. Inizia il programma nell’editore programma
Tabella del programma di esempio:
Fase
SEC
Valore nominale
temperatura
[ °C]
TEMP
S01
S02
S03
S04
20
20
5
5
Durata fase
[hh.mm]
TIME
119:59
000:01
047:59
000:01
Numero di giri
ventilatore
[%]
FAN
Contatti di controllo
*
100
100
100
100
000
000
000
000
O.LINE
Accertarsi che non ci siano sezioni di programma preesistenti (S05 ecc.) dovute a programma
iniziati precedentemente. Se così fosse, devono essere cancellati (vedere cap. 8.4).
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 57/106
3. Impostare il numero di cicli all’infinito nel livello iniziale del programma e iniziare il programma
Il programma di esempio descritto deve iniziare nel preciso istante di cambiamento della
temperatura (per esempio il lunedì, alle 0.01 o alle 7.00). Se il programma non può essere
iniziato manualmente al momento desiderato, è possibile programmare un programma adatto
con un ritardo di tempo massimo di 99 hs. 59 min Dopo questo rallentamento il programma
inizia automaticamente (cap. 9).
12.3 Procedimento nei dettagli
1. Impostazioni nel livello utente:
• Impostare il regolatore di monitoraggio al tipo de valore nominale “Limit” e il valore nominale
del regolatore di monitoraggio 3 °C sopra del valore di temperatura massimo del programma
Il valore nominale de temperatura del regolatore di monitoraggio (termostato di sicurezza
sovratemperatura classe 3.1) viene visualizzata e può essere cambiata. È possibile immettere un
valore assoluto, in caso di impostazione "limite", o un valore relativo in caso di impostazione "Offset".
Selezionare l'impostazione "limite" e inserire un valore di 3 °C al di sopra del valore massimo (ad es.
23 °C).
• Impostare l’intervallo di tempo per segmento (Prg.Time) a 999 ore 59 min.
La durata di una singola fase di programma può essere impostata a scelta fino a un massimo di 99 ore
e 59 min o a 999 ore e 59 min. Selezionare impostazioni 999:59.
Cambiando la durata del tempo, tutti i programmi già disponibili nell’Editore sono eliminati.
• Interrompere le funzioni limiti di tolleranza
Selezionare l’impostazione “0” significa che non sono presenti limiti di tolleranza. In questo modo si
evita un’interruzione del corso del programma di riscaldamento durante il rapido “set-point step”.
• Disattivare il programmatore settimanale
Disattivare il programmatore settimanale prima di iniziare un programma (impostazione di base).
Diversamente, saranno inefficaci ogni impostazione dei contatti nell’editore del programma.
Visualizzazione normale
Display 1 mostra
p.es. 19.8
C
(valore effettivo attuale della temperatura)
(data e ora attuali,attuale stato del programmatore
settimanale Canale1: OFF, Canale 2: OFF)
Display 2 mostra p.es. 15.05.06 13:52 - Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 0000
PROGRAM EDITOR
(vi trovate nell’editore del programma)
Premere il tasto
Display 1 mostra
0000
Display 2 mostra WEEK PROG. EDITOR
per 5 s.
Menu visibile solo se il programmatore settimanale è attivo
(vi trovate nell’editore programma settimanale)
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
per 5 s.
0000
USER-LEVEL
per 5 s.
(vi trovate nel livello utente)
Premere il tasto programma
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 58/106
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
UserCod?
0000
(Inserire il codice utente, il display lampeggia)
Inserimento del codice utente con i tasti
direzionali
p.es. 0001 (impostazione di base, o il codice
adatto, se già modificato in questo menu).
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Continua automaticamente dopo 2 s
Display 1 mostra
Display 2 mostra
1
Adress
(indirizzo attuale: 1)
(inserimento dell’indirizzo unità)
(indirizzo attuale: 1)
1
Premere ripetute volte il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Saf.mode:
prima del Saf.mode appare
(nessuna funzione)
(tipo del valore nominale del regolatore di monitoraggio)
(Impostazione attuale: „Limit“)
Limit.
Selezionare “Limit” con i tasti direzionali
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
23
Saf.setp
23
(valore nominale del regolatore di monitoraggio attualmente
inserito)
(valore nominale del regolatore di monitoraggio)
(valore attuale: 23 °C)
Inserimento del valore nominale del
regolatore di monitoraggio 23 in °C con i tasti
direzionali
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Premere ripetute volte il tasto
Display 1 mostra
prima del Prg.Time appare
0000
Display 2 mostra Prg.Time:
999:59
(Massima lunghezza della fase 99:59 o 999:59?)
(Impostazione attuale: 999:59)
Selezionare 999:59 in hhh:mm con i tasti
direzionali
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Tol.Band
(Limite di tolleranza in °C)
(Impostazione attuale: 0)
0
Impostare valore 0 significa eliminare limiti di
tolleranza, con i tasti direzionali
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
Prog.Clk
Inactive
(Il programmatore settimanale è attivo o inattivo?)
(Impostazione attuale: inattivo)
Selezionare “Inactive” significa disattivare il
programmatore settimanale, con i tasti
direzionali
Premere ripetute volte il tasto EXIT
L’impostazione è visualizzata nel display 2.
o attendere 120 s
Il regolatore ritorna alla visualizzazione normale.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 59/106
2. Inizia il programma nell’editore programma
Tabella del programma di esempio:
Fase
Durata fase
SEC
Temperatura
Valore nominale
[ °C]
TEMP
[hh.mm]
TIME
Numero di giri
ventilatore
[%]
FAN
S01
S02
S03
S04
20
20
5
5
119:59
000:01
047:59
000:01
100
100
100
100
Contatti di controllo
*
O.LINE
000
000
000
000
In questo esempio il programma è cominciato al primo posto del programma (P01).
Visualizzazione normale
Display 1 mostra
p.es. 19.8
C
(valore effettivo attuale della temperatura)
(data e ora attuali,attuale stato del programmatore
settimanale Canale1: OFF, Canale 2: OFF)
Display 2 mostra p.es. 15.05.06 13:52 - Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
per 5 s.
p.es. 0000
PROGRAM EDITOR
(vi trovate nell’editore del programma)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
0000
UserCod? 0000
(Inserire il codice utente)
Inserimento del codice utente con i tasti
direzionali
p.es. 0001 (impostazione di base, che può
essere inserita nel livello utente, cap. 10).
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Continua automaticamente dopo 2 s.
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
01
---:--- PRG.
(il programma P01 è selezionato)
(è possibile selezionare il programma)
(informazione: relativa alla prima fase di programma con
X/W)
CONTINUE X/W
Selezionare il programma P01 con i tasti
direzionali
Il valore è visualizzato nel display 1.
Premere il tasto
Nel programma selezionato P01 è visualizzata la prima fase di programma S01:
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
01
P01: --- SEC.
CONTINUE X/W
o
NEW SEC. X/W
Fase S01 è selezionata
Con X/W possono essere inseriti nuovi valori nominali per i
singoli parametri.
Selezionare fase S01 con i tasti direzionali
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 60/106
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
C
20.0
S01: TEMP 20.0
CONTINUE X/W
(valore nominale della temperatura attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: temperatura in °C)
(Informazione: continuare con X/W)
Immissione del valore nominale della
temperatura di S01 20 in °C con i tasti
direzionali
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
119
S01: TIME 119:59
CONTINUE X/W
(valore nominale della durata attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: durata in hh.mm)
(Informazione: continuare con X/W)
Inserimento del valore nominale per la durata
di S01 119 ore 59 min. con i tasti direzionali
Premere ripetute volte il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
02
P01: --- SEC.
CONTINUE X/W
o
NEW SEC. X/W
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
prima del P01: --- SEC appare:
Fase S02 è selezionata
Con X/W possono essere inseriti nuovi valori nominali per i
singoli parametri.
Selezionare fase S02 con i tasti direzionali
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
C
20.0
S02: TEMP 20.0
CONTINUE X/W
(valore nominale della temperatura attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: temperatura in °C)
(Informazione: continuare con X/W)
Immissione del valore nominale della
temperatura di S02 20 in °C con i tasti
direzionali
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
000
S02: TIME 000:01
CONTINUE X/W
(valore nominale della durata attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: durata in hh.mm)
(Informazione: continuare con X/W)
Inserimento del valore nominale per la durata
di S02 1 min. con i tasti direzionali
Premere ripetute volte il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
03
P01: --- SEC.
CONTINUE X/W
o
NEW SEC. X/W
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
prima del P01: --- SEC appare:
Fase S03 è selezionata
Con X/W possono essere inseriti nuovi valori nominali per i
singoli parametri.
Selezionare fase S03 con i tasti direzionali
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 61/106
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
C
5
S02:TEMP 5
CONTINUE X/W
(valore nominale della temperatura attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: temperatura in °C)
(Informazione: continuare con X/W)
Immissione del valore nominale della
temperatura di S03 5 in °C con i tasti
direzionali
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
047
S02: TIME 047:59
CONTINUE X/W
(valore nominale della durata attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: durata in hh.mm)
(Informazione: continuare con X/W)
Inserimento del valore nominale per la durata
di S03 47 ore 59 min. con i tasti direzionali
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
Premere ripetute volte il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
04
P01: --- SEC.
CONTINUE X/W
o
NEW SEC. X/W
prima del P01: --- SEC appare:
Fase S04 è selezionata
Con X/W possono essere inseriti nuovi valori nominali per i
singoli parametri.
Selezionare fase S04 con i tasti direzionali
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
C
5
S02:TEMP 5
CONTINUE X/W
(valore nominale della temperatura attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: temperatura in °C)
(Informazione: continuare con X/W)
Immissione del valore nominale della
temperatura di S04 5 °C con i tasti direzionali
Premere il tasto
Display 1 mostra
Display 2 mostra
alternativamente
000
S02: TIME 000:01
CONTINUE X/W
(valore nominale della durata attualmente inserito)
(grandezza regolatrice da registrare: durata in hh.mm)
(Informazione: continuare con X/W)
Inserimento del valore nominale per la durata
di S04 1 min. con i tasti direzionali
Premere ripetute volte il tasto EXIT
Il valore è visualizzato in entrambi i display.
o attendere 120 s
Il regolatore ritorna alla visualizzazione normale.
Accertarsi che non ci siano altre sessioni di programma (S05 ecc.) preesistenti, dovute ad altri
programmi precedenti. Se così fosse devono essere cancellate (vedere cap. 8.4).
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 62/106
3. Impostare il numero di cicli all’infinito nel livello iniziale del programma e iniziare il programma
Il programma di esempio descritto deve iniziare nel preciso istante di cambiamento della
temperatura (per esempio il lunedì, alle 0.01 o alle 7.00). Se il programma non può essere
iniziato manualmente al momento desiderato, è possibile programmare un programma adatto
con un ritardo di tempo massimo di 99 ore 59 min. Dopo questo rallentamento il programma
inizia automaticamente (cap. 9).
Visualizzazione normale
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
1
SEL.PRG
(programma attualmente selezionato)
(selezionare programma 1 o 2 )
Inserimento del numero del programma 1 con
i tasti direzionali
Il valore è visualizzato nel display 1.
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 00.00
RUN TIME
(tempo di attesa selezionato hh.mm)
(inserire il tempo di attesa per l’avvio del programma)
Impostazione del tempo di attesa, se
desiderato, nel formato hh.mm con i tasti
direzionali
Impostare 00.00 significa iniziare subito i
programmi.
Il valore è visualizzato nel display 1.
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
-1
REPEAT
(numero di ripetizioni impostato)
(inserire il numero delle ripetizioni programma)
Impostazione del numero di cicli –1, cioè
ripetizioni infinite, con i tasti direzionali
Il valore è visualizzato nel display 1.
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
p.es. 1
RUN PRG
(visualizzazione del programma selezionato)
(Domanda: Avviare il programma selezionato?)
Premere il tasto programma
Display 1 mostra
Display 2 mostra
C
20.0
P01:S01 119:49
(il tempo corre a
ritroso)
valore effettivo attuale della temperatura
Visualizzazione del programma attuale P01 e della fase S01
e del tempo rimanente della fase del programma S01
Svolgimento del programma. Il LED verde (3d) è acceso.
Oltre al LED verde (3d) per lo svolgimento del programma, il LED (3a) si accende se il riscaldamento è
attivo o il LED (3b) si accende se la refrigerazione è attiva o nessun LED è acceso se la temperatura
attuale corrisponde al valore nominale.
Durante lo svolgimento del programma, i tasti direzionali e il tasto EXIT non hanno funzione.
Il programma può essere terminato premendo il tasto programma
Se il tasto
viene premuto durante lo svolgimento del programma, i valori inseriti per la fase di
programma in esecuzione sono visualizzati in sequenza per 5 s ciascuno.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 63/106
13.
Comportamento in caso di guasti
13.1 Comportamento dopo un'interruzione di rete
Interruzione di rete nel funzionamento a valore costante (visualizzazione normale): i parametri
impostati rimangono salvati. Al ripristino della fornitura di corrente il funzionamento riprende con i
parametri precedentemente impostati.
Interruzione di rete nel funzionamento con programma: Al ripristino della fornitura di corrente il
funzionamento del programma riprende con i valori nominali raggiunti nel programma.
13.2 Messaggi d’allarme
I segnali d’allarme come ad es. “TEMP. LIMIT” quando viene superato il limite di tolleranza, sono
visualizzati solo nella visualizzazione normale nel display 2.
Il cicalino può essere attivata o disattivata nel livello utente (cap. 10). Può essere ripristinata premendo il
tasto EXIT. Il messaggio d’allarme visualizzato nella visualizzazione normale si spegne soltanto quando la
causa dell'allarme è stata risolta.
14.
Dispositivi di protezione termica
14.1 Dispositivo di protezione contro le sovratemperature (classe 1)
Il incubatore refrigerato è dotato di un dispositivo interno di protezione termica classe 1.0 secondo DIN
12880:2007, che protegge l'apparecchio e impedisce che, in caso di gravi anomalie, possa diventare
pericoloso.
Al raggiungimento di una temperatura di circa 110 °C il dispositivo di protezione termica spegne
l'apparecchio in modo permanente. L'utente non ha più la possibilità di rimetterlo in funzione. Il fusibile
termico non è accessibile dall'esterno e può essere sostituito solo da un tecnico specializzato. In tal caso
rivolgersi a un servizio clienti autorizzato o al servizio assistenza BINDER.
14.2 Regolatore di monitoraggio(termostato di sicurezza classe 3.1)
L’incubatore refrigerato è dotato di serie con un regolatore di monitoraggio elettronico (termostato di
sicurezza sovratemperatura classe 3.1 secondo DIN 12880:2007). In caso di errore questo secondo
regolatore, elettricamente indipendente, assume il controllo a una temperatura massima.
Il regolatore di monitoraggio serve per proteggere l’apparecchio, il suo ambiente ed il materiale caricato,
da temperatura in eccesso non ammessa. In caso di errore la temperatura all’interno della camera è
limitata al valore impostato. Attenersi alla direttiva BGI/GUV-I 850-0 per il lavoro sicuro nei laboratori
(successive alle direttive per laboratori BGR/GUV-R 120 o ZH 1/119) (per la Germania).
Quando interviene il regolatore di monitoraggio, il display 2 del regolatore visualizza il messaggio “TEMP.
LIMIT” (Limitazione temperatura). Si l'avvisatore sia stato attivato nel livello utente (cap. 10), viene
emesso un segnale acustico. Il regolatore di monitoraggio continua a impostare l'apparecchio sul suo
valore nominale, finché la temperatura non scende al di sotto di tale valore e l'utente non resetta il
messaggio di allarme con il tasto RESET.
Il tipo di valore nominale e il valore nominale del regolatore di monitoraggio possono essere impostati nel
livello utente (cap. 10) del regolatore programmabile.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 64/106
Tipi di valore nominale del regolatore di monitoraggio
Impostazione nel livello utente (cap. 10) del regolatore programmabile RD3.
Limit
(Valore
limite)
Temperatura massima ammessa assoluta.
Esempio:
Valore nominale di temperatura 40 °C
Impostazione di valore limite (valore nominale regolatore di monitoraggio) a 42 °C.
Offset
Sovratemperatura massima oltre il rispettivo valore nominale. La temperatura massima
cambia automaticamente ad ogni modifica del valore nominale.
Esempio:
Valore nominale di temperatura 40 °C
Impostazione di valore Offset (valore nominale regolatore di monitoraggio) a 2 °C.
Controllare periodicamente l'impostazione del regolatore di monitoraggio per verificare se il
valore nominale è di tipo " Limit “ (valore limite) o "Offset"; fare riferimento:
• al valore nominale di temperatura immesso (per la modalità a valori fissi)
• alla temperatura più alta del programma scelto (per la modalità programma)
Impostare il regolatore di monitoraggio su un valore di circa 2 °C … 5 °C maggiore rispetto al
valore nominale di temperatura.
14.3 Termostato di sicurezza classe 3.3 (opzionale per apparecchi dalla
dimensione 53)
Con l'opzione termostato di sicurezza sovratemperatura / sottotemperatura (termostato di sicurezza
classe 3.3 secondo DIN 12880:2007) l'apparecchio è dotato di due addizionali termostati di sicurezza
(classe 3.1 e classe 3.2). La combinazione dei due dispositivi viene definita termostato di sicurezza classe
3.3.
Il termostato di sicurezza classe 3.3 viene utilizzato per proteggere l’incubartore refrigerato, l'area
circostante e il materiale di carico da un aumento o una diminuzione della temperatura non consentiti. In
proposito è necessario attenersi alla direttiva BGI/GUV-I 850-0 per il lavoro sicuro nei laboratori
(successive alle direttive per laboratori BGR/GUV-R 120 o ZH 1/119) (per la Germania).
Nel termostato di sicurezza classe 3.1 viene impostato un valore massimo della temperatura che non
deve essere superato durante l'intervento di regolazione del termostato di sicurezza classe 3.1. Questa
protezione contro le temperature troppo elevate serve, ad esempio, a proteggere da un eccesso di
temperatura l'incubatore refrigerato, il suo ambiente e il materiale oggetto del trattamento.
Nel termostato di sicurezza classe 3.2 viene impostato un valore minimo della temperatura che non
deve essere superato per difetto durante l'intervento di regolazione del termostato di sicurezza classe 3.2.
Questa protezione contro le temperature troppo basse può, ad esempio, proteggere da
sottoraffreddamento i carichi sensibili.
La combinazione dei termostati di sicurezza classe 3.1 e classe 3.2 viene definita termostato di sicurezza
classe 3.3.
Il termostato di sicurezza classe 3.3 non dipende dal regolatore, né sotto il profilo funzionale né sotto
quello elettrico e, in caso di guasto, lo sostituiscono nella regolazione della temperatura.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 65/106
LED rosso di allarme
Figura 14: termostato di sicurezza classe 3.1 o classe 3.2
Per KB (E3.1) di dimensioni 53 e 115, i termostati di sicurezza classe 3.1 (11) e classe 3.2 (12) sono posti
sul pannello di controllo:
Valore nominale
-------------------------------------
Sottotemperatura
__________________
Sovratemperatura
__________________
-------------------------------------
Figura 15: termostato di sicurezza classe 3.3 con KB (E3.1)
Per KB (E5.1) di dimensioni 240, 400 e 720, i termostati di sicurezza classe 3.1 (11) e classe 3.2 (12)
sono posti sul pannello di controllo laterale sinistro.
(11)
Sovratemperatura
Valore
nominale
(12)
(2)
Sottotemperatura
Figura 16: termostato di sicurezza classe 3.3 con KB (E5.1)
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 66/106
14.3.1 Termostato di sicurezza classe 3.1
Se si ruota la manopola (11) fino all'arresto finale (posizione 10) il termostato di sicurezza classe 3.1
funge da protezione dell'apparecchio. Se lo si imposta su un valore appena superiore alla temperatura
nominale selezionata con il regolatore, funge da protezione del materiale.
Dopo che il termostato di sicurezza classe 3.1 ha assunto la funzione di regolazione (si accende il LED
rosso di allarme, e nel KB (E5.1) in più un segnale acustico e la indicazione “TEMP ALARM” nel Display
2), è necessario eseguire le seguenti operazioni:
• spegnere il segnale acustico con il tasto EXIT (solo KB (E5.1)).
• scollegare l'apparecchio dalla rete elettrica.
• individuare la causa del guasto ed eliminarla.
• rimettere in funzione l'apparecchio come indicato nel cap. 5.
Impostazione:
Per controllare a quale temperatura interviene il termostato di sicurezza classe 3.1, accendere
l'apparecchio e impostare il valore nominale desiderato nel termostato.
La suddivisione della scala da 1 a 10 corrisponde al range di temperatura da 0 °C a 120 °C e facilita
l'impostazione.
• Ruotare la manopola del termostato di sicurezza con una moneta fino
all'arresto finale (posizione 10) (protezione dell'apparecchio).
• Dopo la regolazione sul valore nominale preimpostato, riportare la manopola
nel punto di commutazione (ruotandola in senso antiorario).
• Il raggiungimento del punto di commutazione è segnalato dall'accensione
del LED rosso di allarme, e nel KB (E5.1) in più dal segnale acustico e la
indicazione “TEMP ALARM” nel Display 2.
• Per individuare l'impostazione ottimale del termostato di sicurezza ruotare la
manopola in senso orario di circa due tacche della scala graduata (il LED
rosso di allarme si spegne.
Figura 17: impostazione del termostato di sicurezza classe 3.1
Controllare regolarmente l'impostazione e modificarla in caso di variazione del valore nominale
o del carico.
Controllo di funzionamento:
Controllare il dispositivo di surriscaldamento classe 3.1 ad intervalli adeguati per la sua funzionalità. Si
raccomanda che l'operatore autorizzato esegue questo controllo, per esempio, prima dell'inizio di un
processo di lavoro lungo.
E ancora possibile impostare il regolatore di monitoraggio (cap. 14.2) tramite il menu di
regolatore. In caso di valori diversi impostati tramite il menu e tramite la manopola di controllo,
quello che sarà raggiunto il primo è il valido. Le altre impostazioni del dispositivo di sicurezza
classe 3.1 tramite la manopola di controllo forniscono ulteriori garanzie di sicurezza in quanto
spengono l'apparecchio in caso di temperatura superiore indipendentemente dal controllore.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 67/106
14.3.2 Termostato di sicurezza classe 3.2
(12a)
(12)
Il termostato di sicurezza cl. 3.2 consente di impostare un valore minimo per
la regolazione della temperatura. Questa protezione da un abbassamento
non consentito della temperatura può essere utilizzata, ad esempio, per
proteggere dal raffreddamento le colture particolarmente sensibili.
Se si ruota la manopola (12) fino alla posizione 1, il termostato di sicurezza
classe 3.2 non svolge alcuna funzione. Se lo si imposta su un valore appena
inferiore alla temperatura nominale selezionata con il regolatore, funge da
protezione del materiale.
Dopo che il termostato di sicurezza classe 3.2 ha assunto la funzione di regolazione (si accende il LED
rosso di allarme, e nel KB (E5.1) in più un segnale acustico e la indicazione “TEMP ALARM” nel Display
2), è necessario eseguire le seguenti operazioni:
• spegnere il segnale acustico con il tasto EXIT (solo KB (E5.1)).
• scollegare l'apparecchio dalla rete elettrica.
• individuare la causa del guasto ed eliminarla.
• rimettere in funzione l'apparecchio come indicato nel cap. 5.
Impostazione:
Per controllare a quale temperatura interviene il termostato di sicurezza, mettere in funzione l'apparecchio
e impostare il valore nominale desiderato nel termostato.
La suddivisione della scala da 1 a 10 corrisponde al range di temperatura da -40 °C a +160 °C e facilita
l'impostazione.
• Ruotare la manopola del termostato di sicurezza con una moneta fino alla
posizione 0 (termostato senza funzione).
• Dopo la regolazione sul valore nominale preimpostato, riportare il
termostato di sicurezza nel punto di commutazione (ruotandolo in senso
orario).
• Il raggiungimento del punto di commutazione è segnalato dall'accensione
del LED rosso di allarme, e nel KB (E5.1) in più dal segnale acustico e la
indicazione “TEMP ALARM” nel Display 2.
• Per individuare l'impostazione ottimale del termostato di sicurezza ruotare
la manopola in senso antiorario di circa due tacche della scala graduata (il
LED rosso di allarme si spegne).
Figura 18: impostazione del termostato di sicurezza classe 3.2
Controllare regolarmente l'impostazione e modificarla in caso di variazione del valore nominale
o del carico.
Controllo di funzionamento:
Controllare il dispositivo di surriscaldamento classe 3.2 ad intervalli adeguati per la sua funzionalità. Si
raccomanda che l'operatore autorizzato esegue questo controllo, per esempio, prima dell'inizio di un
processo di lavoro lungo.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 68/106
15.
Sbrinamento in funzionamento della refrigerazione
Gli incubatori refrigerati BINDER hanno una permeabilità molto ridotta. Si è deciso di rinunciare
all'installazione di un dispositivo di sbrinamento ciclico automatico in favore di una precisione della
temperatura molto elevata. Il sistema di raffreddamento DCT™ evita efficacemente la formazione di
ghiaccio sulle piastre dell'evaporatore. L'umidità atmosferica può tuttavia condensarsi sulle piastre e
formare uno strato di ghiaccio.
Chiudere sempre bene la porta.
• Funzionamento con valori nominali di temperatura superiori a +5 °C e una temperatura
ambiente di 25 °C:
L'aria da sola è sufficiente per sbrinare lo strato di ghiaccio. Lo sbrinamento è continuo e automatico.
• Funzionamento con valori nominali di temperatura inferiori a +5 °C:
L'evaporatore può ghiacciarsi. Sbrinare manualmente l'apparecchio.
In caso di valori nominali di temperature inferiori a +5 °C sbrinare manualmente
l'apparecchio a intervalli regolari:
• Impostare la temperatura a 40 °C.
• Lasciare in funzione l'apparecchio per circa 30 minuti con la porta chiusa.
L’eccesso di sbrinatura è indice di una riduzione delle prestazioni di refrigerazione.
KB 23: La potenza di raffreddamento è ridotta quando la velocità della ventola è impostata
su 20%.
• Funzionamento con valori nominali di temperatura inferiori a 0 °C (KB dalla dimensione 53):
In caso di funzionamento con valori nominali inferiori a 0 °C può formarsi condensa sulla superficie
interna della porta esterna all'altezza della guarnizione.
In caso condensa eccessiva, verificare la tenuta della guarnizione.
Dopo uno o due giorni di funzionamento all'interno di una camera con temperature inferiori a 0 °C può
formarsi uno strato sottile di ghiaccio sulla porta interna dell'apparecchio e sulla porta in vetro.
L'eccessiva formazione di ghiaccio dipende dalla temperatura e dall'umidità ambiente. Ciò non
condiziona il funzionamento dell'apparecchio.
Se si imposta un valore nominale < 0 °C, la potenza frigorifera si riduce a causa della
formazione di ghiaccio sugli evaporatori. È quindi necessario sbrinare regolarmente
l'apparecchio, ad es. una volta alla settimana.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 69/106
16.
Opzioni
16.1 Software di comunicazione APT-COM™ 3 DataControlSystem (opzionale)
L’incubatore refrigerato è dotato di serie di un'interfaccia RS 422 per il collegamento del software di
comunicazione APT-COM™ 3 DataControlSystem di BINDER. Il collegamento a un computer avviene
tramite l’interfaccia del KB mediante un converter di interfaccia.
Assicurarsi che nel livello utente (cap. 10) sia correttamente attivata la modalità interfaccia su
“Modbus”.
A intervalli regolabili vengono memorizzati i valori attuali per la temperatura e per il numero di giri del
ventilatore. Inoltre è possibile procedere alla regolazione grafica del regolatore mediante PC. Il sistema
APT-COM™ consente la messa in rete fino a 30 apparecchi. Sono disponibili maggiori informazioni nel
manuale specifico del software di comunicazione APT-COM™ di BINDER.
Allocazione del pin dell’interfaccia RS 422 (13) sul lato posteriore
dell’unità:
pin 2:
pin 3:
pin 4:
pin 5:
pin 7:
RxD (+)
TxD (+)
RxD (-)
TxD (-)
Terra
16.2 Interfaccia Ethernet (opzionale)
Con questa opzione l'apparecchio è dotato di un'interfaccia Ethernet (10) invece dell'interfaccia RS 422
cui può essere collegato il software di comunicazione APT-COM™ 3 DataControlSystem di BINDER.
L'indirizzo MAC dell’apparecchio è riportato su un'etichetta adesiva a destra accanto all'interfaccia
Ethernet. Ad intervalli impostabili viene emesso il valore corrente di temperatura e di numero di giri del
ventilatore.
16.3 Data Logger kit (opzionale per apparecchi dalla dimensione 240)
Il registratore di dati “BINDER Data Logger” offra un sistema indipendente di monitoraggio a lungo termine
per la temperatura per diverse gamme di temperature.
Il registratore di dati avvia una tastiera e un display LCD di grandi dimensioni con funzioni di sveglia e
orologio in tempo reale. I dati di misura sono registrati nel registratore di dati e possono essere letti dopo
la fine della misurazione tramite l'interfaccia RS232 del registratore di dati. Il intervallo di misura è
programmabile, può memorizzare fino a 64.000 valori misurati. Per leggere i dati sirve el Data Logger
Evaluation Software. Un protocollo combinato di allarme e di stato può essere inviate direttamente a una
stampante seriale.
Data Logger Kit T 220: Sensore per la temperatura nella camera: range di temperatura -90 °C a
+220 °C.
Per istruzioni dettagliate per l'installazione e il funzionamento del BINDER Data Logger,
vedere le istruzioni di installazione n. 7001-0204 e le istruzioni originali del fabbricante,
incluso con il Data Logger
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 70/106
16.4 Uscita analogica della temperatura (opzionale)
In questa opzione, l’apparecchio è dotato di un’uscita analogica di 4-20 mA per la temperatura. Questa
uscita può essere utilizzata per la trasmissione a sistemi di elaborazione dati esterni o a dispositivi di
registrazione.
Il collegamento avviene mediante una presa DIN.
Nei KB (E3.1) di dimensioni 53 e 115, la presa DIN si trova sul retro dell'apparecchio.
Nei KB (E5.1) di dimensioni 240, 400 e 720, la presa DIN (7) si trova nel pannello di controllo laterale
destro.
USCITA ANALOGICA 4-20 mA DC
PIN 1:
PIN 2:
temperatura –
temperatura +
Range di temperatura: -10 °C a +100 °C
Figura 19: Ripartizione dei pin nella presa DIN
È aggiunta una spina DIN adatta.
16.5 Presa stagna della camera interna (opzionale per apparecchi dalla
dimensione 53 – no per KB-UL)
La presa della camera interna è protetta contro gli spruzzi d'acqua.
Grado di protezione IP 67 230 V 1N ~ 50-60 Hz
Carico massimo 500 W
Temperatura massima di esercizio con questo componente opzionale: 90 °C
AVVERTENZA
Superamento della temperatura massima consentita.
Tensione elettrica pericolosa.
Pericolo di morte.
Danneggiamento della presa della camera interna.
∅ NON superare il valore nominale di temperatura di 90 °C.
 Impostare il regolatore di monitoraggio a 90 °C.
 Se si utilizza il componente opzionale termostato di sicurezza classe 3.3, impostare il
termostato meccanico cl. 3.1 a 90 °C.
Se nella camera interna sono presenti apparecchi elettrici collegati, il calore che ne fuoriesce
può modificare il range di temperatura e umidità.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 71/106
ATTENZIONE
Pericolo di cortocircuito.
Danneggiamento dell'apparecchio.
 Utilizzare solo il connettore in dotazione (grado di protezione IP 67). Inserire il
connettore e fissarlo avvitando.
 Se la presa resta inutilizzata, chiudere il tappo a vite e ruotarlo per fissarlo.
Pin 2
Pin 1
Pin 1
Pin 3
PE
PE
Figura 20: presa della camera interna
(vista anteriore)
Pin 2
Pin 3
Figura 21: connettore a tenuta stagna fornito
(vista anteriore)
16.6 Uscite di contatto mediante contatti di controllo (opzionale per apparecchi
dalla dimensione 53)
I contatti di comando 1, 2 e 3 servono per connettere determinate unità ad uscite di contatto prive di
potenziali alle quali si può accedere mediante una presa DIN nel pannello di controllo laterale destro. I
contatti di comando consentono l’accensione e lo spegnimento controllati dal programma delle singole
uscite di contatto prive di potenziali e sono programmabili sia in modalità di impostazione valore costante
(Cap. 6) sia in editore programma (Cap. 8) mediante le contatti di comando (stato 0= OFF (spento), stato
1 = ON (acceso).
Disattivare il programmatore settimanale prima di inserire i valori nominali nella modalità
inserimento valore costante (cap. 6) o prima di iniziare un programma per il editore
programma (cap. 8). Altrimenti, alcune impostazioni dei contatti di controllo saranno
funzionanti.
Il collegamento avviene mediante una presa DIN.
Nei KB (E3.1) di dimensioni 53 e 115, la presa DIN si trova sul retro dell'apparecchio:
Nei KB (E5.1) di dimensioni 240, 400 e 720, la presa DIN (8) si trova nel pannello di controllo laterale
destro.
Figura 22: Ripartizione dei pin nella presa DIN
È aggiunta una spina DIN adatta.
Contatto di comando 1
1
2
Pin 1: Polo
Pin 2: Contatto di
chiusura
Stato acceso ON: 1xx
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Contatto di comando 2
3
4
Pin 3: Polo
Pin 4: Contatto di
chiusura
Stato acceso ON: x1x
Contatto di comando 3
5 Pin 5: Polo
6 Pin 6: Contatto di
chiusura
Stato acceso ON: xx1
Pagina 72/106
Carico massimo dei contatti di commutazione: 24V AC/DC - 2,5A
PERICOLO
Tensione elettrica pericolosa.
Pericolo di morte.
Danni ai contatti di commutazione e alla presa di collegamento.
∅ NON superare il carico massimo di commutazione pari a 24 V CA/CC, 2,5 A.
∅ NON collegare apparecchi con un carico di commutazione superiore.
16.7 Sensore termico Pt 100 addizionale flessibile (opzione per KB 53, 115)
Un ulteriore sensore di temperatura Pt100 flessibile consente di misurare la temperatura del materiale di
ricarica per mezzo di un sistema indipendente di misura con ingresso Pt100. Il sensore di protezione
superiore del tubo flessibile Pt100 può essere immerso in sostanze liquide.
Specifiche tecniche del sensore Pt 100:
1
• Tecnica a tre conduttori
• Classe B (DIN EN 60751)
2
3
• Ambito di temperatura fino a 320 °C
• Tubo di protezione lungo 45 mm di acciaio inox
materiale N. 1.4501
1 2 3
1 2 3
Presa Lemo
Spina Lemo
Figura 23: Sensore termico Pt 100 opzionale
16.8 Sensore termico Pt 100 addizionale flessibile (opzione per KB 240, 400,
720)
Un ulteriore sensore di temperatura Pt100 flessibile consente di misurare la temperatura del materiale di
ricarica per mezzo di un sistema indipendente di misura con ingresso Pt100. Il sensore di protezione
superiore del tubo flessibile Pt100 può essere immerso in sostanze liquide.
Sensore Pt 100
PIN 1:
Pt 100
PIN 2:
Pt 100
PIN 3:
Pt 100
1 2 3 4 5 6
È aggiunta una spina DIN adatta.
presa DIN (9)
spina DIN
1 2 3 4 5 6
Figura 24: Ripartizione dei pin nella presa DIN (9) nel pannello di controllo laterale destro
Specifiche tecniche del sensore Pt 100:
• Tecnica a tre conduttori
• Classe B (DIN EN 60751)
• Ambito di temperatura fino a 320 °C
• Tubo di protezione lungo 45 mm di acciaio inox materiale N. 1.4501
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 73/106
17.
Manutenzione, pulizia e servizio assistenza
17.1 Intervalli di manutenzione, servizio assistenza
PERICOLO
Tensione elettrica pericolosa.
Pericolo di morte.
∅ L’apparecchio NON deve bagnarsi durante il funzionamento o i lavori di manutenzione.
∅ NON svitare la parete posteriore dell'apparecchio.
 Disattivare l'interruttore principale e staccare la spina di rete prima di qualsiasi
intervento di manutenzione.
 Manutenzione generale sull'apparecchio deve essere eseguito esclusivamente da
elettricisti specializzati o da personale tecnico autorizzato da BINDER.
 Manutenzione del sistema di refrigerazione deve essere eseguita esclusivamente da
personale addestrato che ha una formazione secondo la norma EN 13313:2010 (ad
esempio meccanico di refrigerazione con un certificato di competenza conformemente
al regolamento n. 303/2008/CE). Seguire le disposizioni di legge nazionali.
Accertarsi che l'apparecchio sia sottoposto a manutenzione almeno una volta all'anno e che i requisiti di
legge siano rispettati in termini di qualifiche del personale di servizio, l'ambito di controllo e la
documentazione. Tutti gli interventi sul sistema di refrigerazione (riparazioni, ispezioni) devono essere
documentati.
Con la manutenzione eseguita da personale non autorizzato scaduta la garanzia.
Sostituire la guarnizione dello sportello solo a freddo. Altrimenti la guarnizione resterà
danneggiata.
Con un aumento della quantità di polvere nell'aria ambiente, pulire il condensatore della ventola (da
aspirazione o soffiaggio) diverse volte l'anno.
BINDER consiglia di stipulare un contratto di manutenzione. Per ulteriori informazioni rivolgersi al servizio
assistenza BINDER:
Tel. servizio assistenza BINDER:
Fax servizio assistenza BINDER:
E-mail servizio assistenza BINDER:
Servizio assistenza BINDER USA:
Servizio assistenza BINDER Asia e Area del Pacifico:
Servizio assistenza BINDER Russia e СSI
Indirizzo Internet BINDER
Indirizzo postale BINDER
+49 (0) 7462 2005 555
+49 (0) 7462 2005 93555
[email protected]
+1 866 885 9794 o +1 631 224 4340 x3
(numero verde per gli USA)
+852 390 705 04 o +852 390 705 03
+7 495 988 15 16
http://www.binder-world.com
BINDER GmbH, Casella postale 102,
D-78502 Tuttlingen
I clienti internazionali potranno rivolgersi ai rivenditori BINDER di zona.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 74/106
17.2 Pulizia e decontaminazione
Dopo ogni utilizzo dell’apparecchio, effettuare una pulizia, al fine di evitare eventuali danni da corrosione
causati da ingredienti del materiale di prova.
PERICOLO
Tensione elettrica pericolosa.
Pericolo di morte.
∅ NON spruzzare acqua o detergenti sulle superfici interne ed esterne.
∅ Disattivare l'interruttore principale e staccare la spina di rete prima di
effettuare la pulizia.
 Asciugare completamente l’apparecchio prima di riaccenderlo.
17.2.1 Pulizia
Scollegare la camera dal circuito di alimentazione prima di pulirla. Tirare il connettore di alimentazione.
Le parti interne dell'apparecchio devono essere mantenuti puliti. Rimuovere i residui del
materiale caricato accuratamente.
Asciugare le superfici con un panno umido. Inoltre, è possibile utilizzare i seguenti detergenti:
Superfici esterne
camera interna
rack
guarnizioni dello sportello
Detergenti di comune commercializzazione senza acidi o alogenuri.
Pannello della
strumentazione
Detergenti di comune commercializzazione senza acidi o alogenuri.
Parti zincate delle
cerniere, parete
posteriore della struttura
esterna
Normali detergenti disponibili in commercio non contenenti acidi e alogenuri.
Soluzioni a base di alcool.
BINDER consiglia il detergente neutro con art. n. 1002-0016.
BINDER consiglia il detergente neutro con art. n. 1002-0016.
NON utilizzare detergente neutro sui superfici zincati
Non utilizzare assolutamente detergenti che possono comportare danni da reazione i componenti
dell'apparecchio o con il materiale caricato. In caso di dubbi sull'idoneità del detergente, contattare il
servizio assistenza BINDER.
Per una pulizia accurata dell'apparecchio BINDER consiglia il detergente neutro cod. art. 10020016.
BINDER GmbH non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni da corrosione causati
da altre sostanze.
BINDER GmbH non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni da corrosione causati
dalla pulizia dell'apparecchio non effettuata.
ATTENZIONE
Pericolo di corrosione.
Danneggiamento dell'apparecchio.
∅ NON utilizzare detergenti contenenti acidi o alogenuri.
∅ NON utilizzare detergente neutro su altre superfici (ad es. sulle parti zincate delle
cerniere o sulla parete posteriore della struttura esterna).
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 75/106
Per la protezione della superficie, eseguire la pulizia nei tempi più rapidi possibili.
Dopo aver pulito, rimuovere completamente i detergenti dalle superfici con un panno inumidito.
Lasciare asciugare il apparecchio.
I saponi possono contenere cloruri perciò NON devono essere usati per la pulizia.
Per ogni pulizia occorre utilizzare dispositivi di protezione personale adatti al pericolo.
Dopo la pulizia, lasciare aperta lo sportello dell'apparecchio o rimuovere il tappo del passaggio .
Il detergente neutro può causare danni alla salute in contatto con la pelle e per ingestione.
Attenersi alle istruzioni per l'uso e alle avvertenze di sicurezza relative al detergente neutro
riportate sui recipienti.
Consigliati misure di protezione: Per proteggere gli occhi, indossare occhiali di protezione. Adatti guanti di
protezione in contatto completo: gomma butilica o nitrilica, tempo di penetrazione: > 480 min.
ATTENZIONE
Contatto con la pelle, e ingestione
Danni alla pelle e agli occhi causati da ustioni chimiche.
∅ NON ingerire. Tenere lontano da cibi e bevande
∅ NON scaricare nel sistema fognario.
 Indossare guanti e occhiali di protezione
 Evitare il contatto con la pelle.
17.2.2 Decontaminazione
Spetta al gestore assicurare che, in caso di contaminazione dell'apparecchio con sostanze pericolose, sia
eseguita una decontaminazione appropriata.
Prima della decontaminazione chimica isolare l'apparecchio dall'alimentazione disinserendo la spina
elettrica.
Non utilizzare assolutamente prodotti di decontaminazione che possono comportare danni da reazione i
componenti dell'apparecchio o con il materiale caricato. In caso di dubbi sull'idoneità del prodotto di
decontaminazione, contattare il servizio assistenza BINDER.
Disinfettanti adatti:
Camera interna
Normali disinfettanti per superfici disponibili in commercio non contenenti acidi e
alogenuri.
Soluzioni a base di alcool.
BINDER consiglia la soluzione spray disinfettante cod. art. 1002-0022.
Per la disinfezione chimica BINDER consiglia la soluzione spray disinfettante cod. art. 10020022.
BINDER GmbH non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni da corrosione causati
da altre disinfettante.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 76/106
Ad ogni operazione di decontaminazione occorre utilizzare sempre attrezzature di protezione
personale commisurate al pericolo.
In caso di imbrattamento della camera interna con sostanze biologiche o chimiche pericolose si può
procedere in 2 modi, a seconda del tipo di contaminazione e del materiale caricato:
(1) Spruzzare un disinfettante adatto nella camera interna dell'apparecchio.
Prima della messa in servizio asciugare sempre molto bene l'apparecchio e ricambiare completamente
l'aria, perché durante la disinfezione possono formarsi gas esplosivi.
(2) Se necessario incaricare un tecnico di smontare i componenti della camera interna e pulire la camera
di preriscaldo o sostituirne le parti molto sporche. I componenti della camera interna possono essere
sterilizzati in uno sterilizzatore o un'autoclave.
In caso di contatto con gli occhi, il spray disinfettante può causare danni agli occhi causati
da ustioni chimiche. Attenersi alle istruzioni per l'uso e alle avvertenze di sicurezza relative
alla soluzione spray disinfettante riportate sui recipienti.
Consigliati misure di protezione: Per proteggere gli occhi, indossare occhiali di protezione.
ATTENZIONE
Contatto con gli occhi.
Danni agli occhi causati da ustioni chimiche.
∅ NON scaricare nel sistema fognario.
 Indossare occhiali di protezione.
Dopo l'utilizzo della soluzione spray disinfettante: asciugare l'apparecchio e ricambiare l'aria.
17.3 Restituzione di un apparecchio a BINDER GmbH
Qualsiasi apparecchio BINDER inviato allo stabilimento di BINDER GmbH per la riparazione o per altri
motivi sarà accettato esclusivamente se provvisto del codice di autorizzazione (codice RMA) da noi
rilasciato. Il codice viene assegnato al momento dell'inoltro telefonico o per iscritto del reclamo, prima
della restituzione (!) dell'apparecchio BINDER. Per ottenere il codice di autorizzazione è necessario fornire
le seguenti informazioni:
• Tipo di apparecchio e numero di serie
• Data di acquisto
• Nome e indirizzo del rivenditore specializzato presso il quale è stato acquistato l'apparecchio
• Tipo di guasto o descrizione esatta dell'errore
• Indirizzo completo dell'acquirente, eventualmente persona di riferimento e modalità di contatto
• Luogo di installazione
• Certificato di non contaminazione che escluda il rischio di contaminazione precedentemente compilato
(cap. 23) e inoltrato via fax
Il codice di autorizzazione deve essere riportato in modo riconoscibile sull'imballo originale o chiaramente
annotato sui documenti di spedizione.
Per motivi di sicurezza non saranno accettate spedizioni di reso prive di codice di
autorizzazione.
Indirizzo di ritorno:
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
BINDER GmbH
Abteilung Service
Gänsäcker 16
78502 Tuttlingen
Germania
Pagina 77/106
18.
Smaltimento
18.1 Smaltimento dell'imballo di trasporto
Elemento dell’imballo
Reggette per il fissaggio del
sovraimballaggio al pallet
Materiale
Smaltimento
Plastica
Riciclaggio della plastica
Cassa in legno (opzionale)
con viti metalliche
Legno non grezzo (standard IPPC)
Metallo
Legno massiccio (standard IPPC)
Legno massiccio (standard IPPC)
Riciclaggio del legno
Riciclaggio del metallo
Riciclaggio del legno
Riciclaggio del legno
Schiuma PE
Riciclaggio della plastica
Cartone
Metallo
Cartone
®
Styropor o schiuma PE
Riciclaggio della carta
Riciclaggio del metallo
Riciclaggio della carta
Riciclaggio della plastica
Schiuma PE
Riciclaggio della plastica
Pellicola PE
Riciclaggio della plastica
Pellicola PE
Riciclaggio della plastica
Pallet KB (E3.1)
Pallet KB (E5.1)
con materiale espanso di
riempimento
Sovraimballaggio con punti
metallici
Copertura superiore apparecchio
Paraspigoli
Protezione porta,
protezione delle griglie
Busta per manuale d'istruzioni
Foglio a bolle d'aria (imballaggio
di accessori opzionali)
Qualora non sia possibile riciclarli, tutti gli elementi utilizzati per l'imballaggio potranno essere smaltiti con i
rifiuti non riciclabili (rifiuti domestici).
18.2 Messa fuori servizio
Spegnere l'interruttore generale (1). Scollegare l'apparecchio dalla rete elettrica.
Quando si spegne l’apparecchio dall’interruttore principale (1), i parametri memorizzati restano
in memoria.
• Disattivazione temporale: si vedano le istruzioni per un idoneo magazzinaggio, cap. 3.3.
• Disattivazione finale: smaltimento dell’apparecchio come descritto nei capitoli da 18.3 a 18.5.
18.3 Smaltimento dell’apparecchio nella Repubblica Federale di Germania
Ai sensi della direttiva UE 2002/96/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio in materia di rifiuti di
apparecchiature elettriche ed elettroniche, gli apparecchi BINDER sono classificati come "Strumenti di
monitoraggio e controllo" (Categoria 9) destinati esclusivamente ad uso industriale e NON possono
essere conferiti ai centri di raccolta pubblici.
Gli incubatori refrigerati KB sono contrassegnati dal simbolo con il marchio degli strumenti
elettrici ed elettronici fabbricati/immessi sul mercato CE dopo il 13 agosto 2005 devono
essere smaltiti separatamente ai sensi della Direttiva 2002/96/CE sui rifiuti di
apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) e della legge tedesca per gli apparecchi
elettrici ed elettronici (Elektro- und Elektronikgerätegesetz, ElektroG). Il marchio RAEE: un
cestino per rifiuti dotato di rotelle e sbarrato da una croce con una barra sottostante. Una
parte importante dei materiali deve essere riciclata per proteggere l’ambiente.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 78/106
Dopo aver terminato l’utilizzo, smaltire il dispositivo in conformità alla legge tedesca per gli apparecchi
elettrici ed elettronici (Elektro- und Elektronikgerätegesetz, ElektroG) del 23 marzo 2005, BGBl. I p. 762 o
contattare l’assistenza BINDER che organizzerà il ritiro e lo smaltimento dell’apparecchio secondo la
legge tedesca per gli apparecchi elettrici ed elettronici (Elektro- und Elektronikgerätegesetz, ElektroG) del
23 marzo 2005, BGBl. I p. 762.
ATTENZIONE
Infrazione di una legge vigente.
∅ NON conferire gli apparecchi BINDER ad un centro di raccolta pubblico.
 Fare smaltire opportunamente l'apparecchio presso un'azienda di riciclaggio certificata
ai sensi della legge tedesca sulle apparecchiature elettriche ed elettroniche - ElektroG
(del 23.03.2005, BGBl. I S. 762)
oppure
 Incaricare il servizio assistenza BINDER dello smaltimento. Si applicano le condizioni
commerciali generali della ditta BINDER GmbH valide al momento dell'acquisto.
In fase di riciclaggio ai sensi della direttiva UE 2002/96/CE, gli apparecchi BINDER dismessi vengono
disassemblati da aziende certificate che provvedono a separare i diversi tipi di materiali. Per evitare di
mettere in pericolo la salute dei collaboratori, gli apparecchi devono essere del tutto privi di materiale
tossico, infettivo o radioattivo.
È responsabilità dell'utilizzatore dell'apparecchio accertarsi che, prima della consegna ad
un'azienda di smaltimento, l'apparecchio sia privo di materiale tossico, infettivo o radioattivo.
• Prima dello smaltimento, pulire l'apparecchio per eliminare tutte le sostanze tossiche
inserite o che incrostano le superfici.
• Prima dello smaltimento, disinfettare l'apparecchio per eliminare tutte le possibili fonti di
infezione. Si noti che le eventuali fonti di infezione non si trovano solamente nella camera
interna dell'apparecchio.
• Qualora non sia possibile eliminare con sicurezza tutte le sostanze tossiche e le fonti di
infezione, smaltire l'apparecchio come rifiuto speciale in conformità delle disposizioni
nazionali vigenti.
• Compilare il certificato di non contaminazione (cap. 23) e allegarlo all'apparecchio.
AVVERTENZA
Contaminazione dell'apparecchio con materiale tossico, infettivo o radioattivo.
Pericolo di intossicazione.
Pericolo di infezione.
∅ NON avviare MAI l'apparecchio al riciclaggio ai sensi della direttiva UE 2002/96/CE se
presenta incrostazioni di sostanze tossiche o fonti di infezione.
 Prima dello smaltimento, eliminare le sostanze tossiche o le fonti di infezione che
incrostano le superfici dell'apparecchio.
 Se l'apparecchio è contaminato da sostanze tossiche o fonti di infezione che non
possono essere eliminate, smaltirlo come rifiuto speciale in conformità delle disposizioni
nazionali vigenti.
Il refrigerante utilizzato R 134A (tetrafluoretano 1,1,1,2) non è combustibile alla pressione ambientale. Non
disperderlo nell'ambiente. In Europa, il ricupero del refrigerante 134A (GWP 1300) è prescritto dal
regolamento n. 842/2006/CE. Accertarsi che i requisiti di legge siano rispettati in termini di qualifiche del
personale di servizio, lo smaltimento e la documentazione.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 79/106
18.4 Smaltimento dell’apparecchio negli Stati Membri della CE ad eccezione
della Repubblica Federale di Germania
Ai sensi della direttiva UE 2002/96/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio in materia di rifiuti di
apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), gli apparecchi BINDER sono classificati come
"Strumenti di monitoraggio e controllo” (Categoria 9) destinati esclusivamente ad uso industriale e NON
possono essere conferiti ai centri di raccolta pubblici.
Gli incubatori refrigerati KB sono contrassegnati dal simbolo con il marchio degli strumenti
elettrici ed elettronici fabbricati/immessi sul mercato CE dopo il 13 agosto 2005 devono
essere smaltiti separatamente ai sensi della Direttiva 2002/96/CE sui rifiuti di
apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). Il marchio RAEE: un cestino per rifiuti
dotato di rotelle e sbarrato da una croce con una barra sottostante. Una parte importante
dei materiali deve essere riciclata per proteggere l’ambiente.
Dopo aver terminato l’utilizzo, informare il distributore presso il quale è stato acquistato l’apparecchio, che
ritirerà e smaltirà l’apparecchio ai sensi della Direttiva 2002/96/CE del 27 gennaio 2003 sui rifiuti di
apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).
ATTENZIONE
Infrazione di una legge vigente.
∅ NON conferire gli apparecchi BINDER ad un centro di raccolta pubblico.
 Fare smaltire opportunamente l'apparecchio presso un'azienda di riciclaggio certificata
ai sensi dell'equivalente nazionale della direttiva UE 2002/96/CE.
oppure
 Incaricare dello smaltimento il rivenditore presso il quale è stato acquistato
l'apparecchio. Si applicano gli accordi conclusi con il rivenditore al momento
dell'acquisto dell'apparecchio (ad es. le sue condizioni commerciali generali).
 Qualora il rivenditore non fosse in grado di ritirare e smaltire l'apparecchio, informare
servizio assistenza BINDER.
In fase di riciclaggio ai sensi della direttiva UE 2002/96/CE, gli apparecchi BINDER dismessi vengono
disassemblati da aziende certificate che provvedono a separare i diversi tipi di materiali. Per evitare di
mettere in pericolo la salute dei collaboratori, gli apparecchi devono essere del tutto privi di materiale
tossico, infettivo o radioattivo.
È responsabilità dell'utilizzatore dell'apparecchio accertarsi che, prima della consegna ad
un'azienda di smaltimento, l'apparecchio sia privo di materiale tossico, infettivo o radioattivo.
• Prima dello smaltimento, pulire l'apparecchio per eliminare tutte le sostanze tossiche
inserite o che incrostano le superfici.
• Prima dello smaltimento, disinfettare l'apparecchio per eliminare tutte le possibili fonti di
infezione. Si noti che le eventuali fonti di infezione non si trovano solamente nella camera
interna dell'apparecchio.
• Qualora non sia possibile eliminare con sicurezza tutte le sostanze tossiche e le fonti di
infezione, smaltire l'apparecchio come rifiuto speciale in conformità delle disposizioni
nazionali vigenti.
• Compilare il certificato di non contaminazione (cap. 23) e allegarlo all'apparecchio.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 80/106
AVVERTENZA
Contaminazione dell'apparecchio con materiale tossico, infettivo o radioattivo.
Pericolo di intossicazione.
Pericolo di infezione.
∅ NON avviare MAI l'apparecchio al riciclaggio ai sensi della direttiva UE 2002/96/CE se
presenta incrostazioni di sostanze tossiche o fonti di infezione.
 Prima dello smaltimento, eliminare le sostanze tossiche o le fonti di infezione che
incrostano le superfici dell'apparecchio.
 Se l'apparecchio è contaminato da sostanze tossiche o fonti di infezione che non
possono essere eliminate, smaltirlo come rifiuto speciale in conformità delle disposizioni
nazionali vigenti.
Il refrigerante utilizzato R 134A (tetrafluoretano 1,1,1,2) non è combustibile alla pressione ambientale. Non
disperderlo nell'ambiente. In Europa, il ricupero del refrigerante 134A (GWP 1300) è prescritto dal
regolamento n. 842/2006/CE. Accertarsi che i requisiti di legge siano rispettati in termini di qualifiche del
personale di servizio, lo smaltimento e la documentazione.
18.5 Smaltimento dell’apparecchio in Stati non membri UE
ATTENZIONE
Danni ambientali.
 Per la messa fuori servizio definitiva e lo smaltimento dell'apparecchio, rivolgersi al
servizio assistenza BINDER.
 In fase di smaltimento attenersi alle disposizioni di diritto pubblico vigenti in materia, in
modo tale da garantire la tutela dell'ambiente.
La scheda madre dell'apparecchio contiene una batteria al litio che deve essere smaltita in base alle
normali disposizioni locali.
Il refrigerante utilizzato R 134A (tetrafluoretano 1,1,1,2) non è combustibile alla pressione ambientale. Non
disperderlo nell'ambiente. In Europa, il ricupero del refrigerante 134A (GWP 1300) è prescritto dal
regolamento n. 842/2006/CE. Accertarsi che i requisiti di legge siano rispettati in termini di qualifiche del
personale di servizio, lo smaltimento e la documentazione.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 81/106
19.
Eliminazione delle anomalie
Anomalia
Riscaldamento
Il valore nominale de
temperatura no è raggiunto
dopo il tempo specificato.
L'apparecchio scalda sempre, il
valore nominale non viene
rispettato.
Possibile causa
Le porte non sono chiuse
completamente
Guarnizione porta difettosa.
Regolatore non regolato o
intervallo di regolazione
superato.
Regolatore difettoso.
Sensore Pt 100 difettoso
Relè a semiconduttore difettoso.
Regolatore non regolato o
intervallo di regolazione
superato.
Riscaldamento difettoso.
L'apparecchio non scalda.
LED (3a) “Riscaldamento attivo“
Relè a semiconduttore difettoso.
è acceso.
Regolatore di monitoraggio ha
spento l'apparecchio.
Temperatura limite raggiunta.
Regolatore di monitoraggio
L'apparecchio non scalda.
impostato su un valore troppo
LED (3a) „Riscaldamento attivo“ basso.
no è acceso.
Regolatore di monitoraggio
difettoso.
Relè a semiconduttore difettoso.
Regolatore difettoso.
Alimentazione elettrica assente.
Tensione di esercizio errata.
L'apparecchio non esegue
alcuna funzione.
Deviazione rispetto i tempi di
riscaldamento indicati.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Fusibile dell'apparecchio
scattato.
Provvedimenti necessari
Chiudere le porte completamente.
Cambiare la guarnizione porta.
Calibrare e regolare il regolatore.
Informare il servizio assistenza
BINDER.
Calibrare e regolare il regolatore.
Informare il servizio assistenza
BINDER.
Lasciate raffreddare l'apparecchio.
Verificare l’impostazione del valore
nominale de temperatura e del
regolatore di monitoraggio.
Eventualmente selezionare un
valore limite adeguato.
Informare il servizio assistenza
BINDER.
Verificare che la spina di rete sia
inserita nella presa.
Verificare che la tensione erogata
dalla presa sia 100-120V o 200240V.
Controllare il fusibile ed
eventualmente sostituirlo. Se scatta
nuovamente informare il servizio
assistenza BINDER.
Regolatore difettoso.
A causa di un guasto
dell'apparecchio la temperatura
Informare il servizio assistenza
nominale è stata superata di
BINDER.
circa 10 °C. È scattato il
dispositivo di protezione contro le
sovratemperature (classe 1).
Caricare meno l'apparecchio o
considerare tempi di riscaldamento
L'apparecchio è carica piena.
più lunghi.
Pagina 82/106
Anomalia
Possibile causa
Riscaldamento (continuazione)
È stata raggiunta la temperatura
limite impostata.
Il termostato meccanico classe
3.1 scatta
(opzione termostato di sicurezza Apporto di calore esterno
eccessivo.
classe 3.3).
Controllore difettoso.
Termostato difettoso.
Relè a semiconduttore difettoso.
Il termostato meccanico classe È stata raggiunta la temperatura
limite impostata.
3.2 scatta
(opzione termostato di sicurezza
classe 3.3).
Controllore difettoso.
Termostato difettoso.
Potenza frigorifera
Temperatura ambiente > 25 °C
(cap. 3.4).
Compressore spento.
Valvole elettromagnetiche
Potenza frigorifera assente o
difettose.
insufficiente.
Manca il refrigerante o è
insufficiente.
Apporto di calore esterno
eccessivo.
Regolatore
Tempo di esecuzione del
programma maggiore di quello
programmato.
Il programma interrompe in
anticipo un segmento.
I programmi sono stati
cancellati.
Il regolatore ritorna alla
visualizzazione normale da
qualunque livello.
Visualizzazione RANGE
ERROR CH1 nel visualizzazione normale in Display 2
Provvedimenti necessari
Verificare l'impostazione del valore
nominale di temperatura e del
termostato di sicurezza cl. 3.1.
Eventualmente selezionare un
valore limite adeguato.
Ridurre l'apporto di calore.
Informare il servizio assistenza
BINDER.
Verificare l'impostazione del valore
nominale di temperatura e del
termostato di sicurezza cl. 3.2.
Eventualmente selezionare un
valore limite adeguato.
Informare il servizio assistenza
BINDER.
Scegliere un luogo di installazione
più fresco.
Informare il servizio assistenza
BINDER.
Ridurre l’apporto di calore.
Non programmare ALCUN limite di
Programmazione delle tolleranze tolleranza nella fase de salto, in
modo da consentire la massima
inappropriate.
velocità di riscaldamento.
In fase di programmazione, definire
il punto finale del ciclo desiderato
Riga di programma incompleta.
aggiungendo un ulteriore segmento
della durata di almeno un minuto.
Quando si stanno per cancellare
Cambio da un programma a due
dei programmi assicurarsi di non
o da due programma ad uno.
averne più realmente bisogno.
Nessun tasto è stato premuto per Ripetere i passaggi, impostando
120 s.
rapidamente i valori.
Rottura del sensore tra il sensore
Informare il servizio assistenza
e il regolatore o sensore Pt 100
BINDER.
difettoso.
Programmare il tipo del valore
Le transizioni di temperatura in Programmazione del tipo del
nominale in accordo con la modalità
modalità “Ramp” sono realizzate valore nominale a “Step” (salto)
“Ramp” (Rampa) nel livello utente
solo como salti.
nel livello utente (cap. 10).
(cap. 10).
Gli interventi di riparazione devono essere eseguiti esclusivamente da personale tecnico
autorizzato da BINDER. Gli apparecchi riparati devono corrispondere allo standard qualitativo
previsto da BINDER.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 83/106
20.
Descrizione tecnica
20.1 Calibrazione e regolazione in fabbrica
L'apparecchio è stato calibrato e regolato in fabbrica. Le operazioni di calibrazione e regolazione sono
descritte tramite istruzioni di prova standardizzate nel sistema QM BINDER ai sensi della norma DIN EN
ISO 9001 (certificazione TÜV CERT dal dicembre 1996) ed effettuate in modo corrispondente. Gli
strumenti di prova utilizzati sono sottoposti alla necessaria procedura di controllo, anch'essa descritta nel
sistema QM BINDER ai sensi della norma DIN EN ISO 9001, e vengono calibrati e verificati regolarmente
in rapporto ad un campione DKD.
20.2 Protezione dalle sovracorrenti
Tutti apparecchi eccetto KB 720-UL sono dotati di fusibile di protezione dalle sovracorrenti accessibile
dall'esterno. Il fusibile si trova sul retro dell'apparecchio, sotto il fermacavo del cavo di rete. Il portafusibile
è dotato di elemento fusibile di 5 mm x 20 mm (Versione CUL: 6,3 mm x 32 mm). Sostituire il fusibile con
un elemento analogo che presenta le stesse caratteristiche nominali. I dati sono riportati nella tabella dei
dati tecnici dei diversi modelli. Se il fusibile scatta rivolgersi a un elettricista qualificato o al servizio
assistenza BINDER.
L'apparecchio KB 720-UL e dotato di fusibili interni non accessibili all’esterno. Se questi fusibili saltano,
informare un ingegnere elettronico o l’assistenza BINDER.
20.3 Definizione dello spazio utile
Lo spazio utile qui raffigurato viene calcolato nel seguente modo:
A, B, C = misure interne (L, H, P)
a, b, c distanza delle pareti
c
C
B
b
a
a
a = 0,1*A
b = 0,1*B
c = 0,1*C
VUTIL = (A - 2 * a) * (B - 2 * b) * (C - 2 * c)
b
c
A
Figura 25: calcolo dello spazio utile
I dati tecnici si riferiscono allo spazio utile definito nel modo indicato.
Non caricare il materiale all'esterno dello spazio utile così definito.
Non riempire lo spazio utile per più del 50%, in modo da consentire una sufficiente circolazione
dell'aria nella camera.
Non suddividere lo spazio utile in aree separate inserendovi materiale ingombrante.
Non collocare i materiali da testare direttamente a contatto tra loro, ma mantenendo una
distanza sufficiente a consentire la circolazione dell'aria e una distribuzione omogenea della
temperatura.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 84/106
20.4 Dati tecnici KB (E3.1)
Dimensioni dell’apparecchio
Dimensioni esterne
Larghezza
mm
Altezza (piedini/rotelle compresi)
mm
Profondità
mm
Profondità compresa maniglia dello sportello,
mm
pannello di strumentazione e 30 mm per il cavo
Distanza posteriore
mm
Distanza posteriore porta aperta
mm
Camera vapore, volume
l
Dimensioni interne
Larghezza
mm
Altezza
mm
Profondità
mm
Volume camera interna
l
Numero di rack (regolare / max.)
Carico per rack
Kg
Carico totale ammesso
Kg
Numero di sportelli
Pezzi
Porte in vetro interne
Pezzi
Dati della temperatura
Gamma della temperatura
°C
a 5 °C
±K
Fluttuazione della temperatura
a 40 °C
±K
a 5 °C
±K
Variazione della temperatura
a 25 °C
±K
a 40 °C
±K
Tempo di riscaldamento
a 40 °C
min
Tempo di raffreddamento da 40 °C a 5 °C
min
min
Tempo di ripristino dopo che la porta è a 5 °C
rimasta aperta per 30 s.
a 40 °C
min
Dati elettrici
(Varianti di modello KB023-230V, KB053-230V, KB115-230V)
Sistema di protezione IP ai sensi della EN 60529
Tensione nominale (±10 %)
V
con frequenza di rete 50 Hz
Tipo di corrente
Hz
Presa di alimentazione
Potenza nominale
kW
a 5 °C
W
Consumo energetico
a 40 °C
W
Categoria di installazione ai sensi di IEC 61010-1
Grado di inquinamento ai sensi di IEC 61010-1
A
Fusibile dell’apparecchio 5 x 20 mm / 230V /
sfasamento ritardato (T)
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
23
53
115
435
620
520
635
840
580
835
1025
650
600
660
730
100
100
36
100
160
77
100
160
158
222
330
277
10
2/3
12
25
1
1
400
400
330
53
2/4
15
40
1
1
600
480
400
115
2/5
20
50
1
1
0 a +100
0,2
0,2
0,7
0,3
0,3
11
61
5
2
-5 a +100
0,1
0,1
0,6
0,2
0,3
5
58
4
1
-5 a +100
0,1
0,1
0,4
0,1
0,2
9
83
5
1
20
20
20
230
230
230
1N~
1N~
1N~
Presa antiscossa
0,34
0,46
0,46
50
260
222
60
215
115
II
II
II
2
2
2
10
10
10
esterno
esterno
esterno
Pagina 85/106
Dimensioni dell’apparecchio
23-UL
53-UL
115-UL
Dati elettrici deviante KB-UL per USA e Canada
(Varianti di modello KB023UL-240V, KB053UL-240V, KB115UL-240V)
Tensione nominale (±10%)
V
115
115
115
con frequenza di rete 60 Hz
Presa di alimentazione
NEMA
5-15P
5-15P
5-15P
Potenza nominale
kW
0.34
0.36
0.46
A
12,5
12,5
12,5
Fusibile dell’apparecchio 6,3 x 32 mm 250V /
sfasamento superritardato TT
esterno
esterno
esterno
Fusibile de temperatura addizionale
classe 1 (DIN 12880) interno
Altri dati
Peso (vuoto)
kg
44
72
105
Peso di riempimento di refrigerante R 134A
kg
0,075
0,130
0,175
(GWP 1300)
Tutte le specifiche tecniche sono valide esclusivamente per le versioni standard degli apparecchi vuoti, in
presenza di una temperatura ambiente di +22 °C ± 3 °C e con fluttuazioni della tensione di rete di ± 10%. I
dati tecnici sono determinati secondo la norma della fabbrica BINDER Parte 1:2015 attenendosi alla
norma DIN 12880:2007 e si riferiscono a una velocità del ventilatore del 100%.
Tutti i dati indicati sono valori medi tipici per gli apparecchi di serie. Con riserva di modifiche
tecniche.
Quando la camera è a pieno carico, a seconda della quantità di materiale caricato è possibile
che la velocità di riscaldamento e di raffreddamento si discosti dai valori indicati.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 86/106
20.5 Dati tecnici KB (E5.1)
Dimensioni dell’apparecchio
Dimensioni esterne
Larghezza
mm
Altezza (rotelle compresi)
mm
Profondità
mm
Profondità compresa maniglia dello sportello,
mm
pannello di strumentazione e 30 mm per il cavo
Distanza posteriore (almeno) (distanziali)
mm
Distanza dalle pareti laterali (almeno)
mm
Camera vapore, volume
l
Numero di sportelli
Pezzi
Porte in vetro interne
Pezzi
Dimensioni interne
Larghezza
mm
Altezza
mm
Profondità
mm
Volume camera interna
l
Numero di rack (regolare / max.)
Carico max. per rack
kg
Carico totale ammesso
kg
Dati della temperatura
Gamma della temperatura
°C
Fluttuazione della temperatura
max.
±K
max.
±K
a 4 °C
±K
Variazione della temperatura
a 25 °C
±K
a 37 °C
±K
Compensazione termica max. fino a 40 °C
W
a 4 °C
minuti
Tempo di ripristino dopo che la porta è
a 25 °C
minuti
rimasta aperta per 30 s.
a 37 °C
minuti
Dati elettrici
(Varianti di modello KB240-230V, KB400-230V, KB720-230V)
IP sistema di protezione ai sensi della EN 60529
con frequenza di rete 50 Hz
V
Tensione nominale
(+/-10%)
con frequenza di rete 60 Hz
V
Tipo di corrente
Presa di alimentazione
Potenza nominale
kW
a 4 °C
Wh/h
Consumo energetico
a 25 °C
Wh/h
a 37 °C
Wh/h
Categoria di installazione ai sensi di IEC 61010-1
Grado di inquinamento ai sensi di IEC 61010-1
Fusibile dell’apparecchio 5 x 20 mm / 230V /
A
sfasamento medio (M)
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
240
400
720
925
1460
800
925
1945
800
1250
1925
890
880
880
970
100
100
348
1
1
100
100
564
1
1
100
100
918
2
2
650
785
485
247
2/9
30
100
650
1270
485
400
2/15
30
120
970
1250
576
698
2/15
45
150
-5 a +100
0,1
0,5
0,2
0,2
0,2
300
16
1
1
-5 a +100
0,1
0,6
0,4
0,2
0,3
500
14
1
3
-5 a +100
0,1
0,5
0,2
0,2
0,2
600
12
1
2
20
200-230
20
20
200-230
200-230
-200-230
200-230
1N~
1N~
1N~
Presa antiscossa
1,20
1,40
2,30
245
385
435
225
365
420
260
420
510
II
II
II
2
2
2
16
16
16
esterno
esterno
esterno
Pagina 87/106
Dimensioni dell’apparecchio
240
400
Dati elettrici deviante KB-UL per USA e Canada
(Varianti di modello KB240UL-240V, KB400UL-240V, KB720UL-240V)
con frequenza di rete 50 Hz
V
--100-120
Tensione nominale
(+/-10%)
con frequenza di rete 60 Hz
V
100-120
100-120
Tipo di corrente
1N~
1N~
Presa di alimentazione
NEMA
5-20P
5-20P
Potenza nominale
kW
1,70
1,40
Fusibile dell’apparecchio 6,3 x 32 mm 250V /
16
16
A
sfasamento superiore TT
esterno
esterno
Interruttore automatico, categoria B, 2 poli
A
--Fusibile de temperatura addizionale
classe 1 (DIN 12880) interno
Altri dati
Peso (vuoto)
kg
170
220
Livello di rumore (valore medio)
dB (A)
52
53
Peso di riempimento di refrigerante R 134A
kg
0,350
0,300
(GWP 1300)
720
200-240
200-240
2~
6-20P
2,30
-16
309
53
0,380
Tutte le specifiche tecniche sono valide esclusivamente per le versioni standard degli apparecchi vuoti, in
presenza di una temperatura ambiente di +22 °C ± 3 °C e con fluttuazioni della tensione di rete di ± 10%. I
dati tecnici sono determinati secondo la norma della fabbrica BINDER Parte 1:2015 attenendosi alla
norma DIN 12880:2007 e si riferiscono a una velocità del ventilatore del 100%.
Tutti i dati indicati sono valori medi tipici per gli apparecchi di serie. Con riserva di modifiche
tecniche.
Se si imposta un valore nominale < 0 °C, la potenza frigorifera si riduce a causa della
formazione di ghiaccio sugli evaporatori. È quindi necessario sbrinare regolarmente
l'apparecchio, ad es. una volta alla settimana.
Quando la camera è a pieno carico, a seconda della quantità di materiale caricato è possibile
che la velocità di riscaldamento e di raffreddamento si discosti dai valori indicati.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 88/106
20.6 Dotazione e componenti opzionali
Utilizzare l’incubatore refrigerato solo con accessori originali BINDER o con accessori di
produttori terzi il cui uso è stato autorizzato da BINDER. L'utente è responsabile dei rischi
derivanti dall'utilizzo di accessori non autorizzati.
Dimensioni dell’apparecchio
Dotazione standard
Regolatore microprocessore programmabile RD3 con display LED
Regolatore di monitoraggio di temperatura classe 3.1 secondo DIN
12880:2007
Interfaccia RS 422 di comunicazione
Porta in vetro interna
Sistema di raffreddamento DCT™ con refrigerante R134a
4 rotelle (2 con freni)
Passaggio con tappi in silicone 30 mm a sinistra
Opzioni / accessori
Porte di accesso 10 / 30 / 50 / 100 mm con connettore in silicone
Porte di accesso 30 / 50 / 100 mm con connettore in silicone
Dispositivi di sicurezza griglie (4 pezzi)
Rack addizionale in acciaio inossidabile
Rack perforato in acciaio inossidabile
Rack rinforzato in acciaio inossidabile, con 1 set di dispositivi di
sicurezza griglie (caricamento mass 70 kg)
Rack rinforzato (caricamento mass. 67 kg) con l'aggiunta di
fissaggio per il funzionamento agitatore, sistema di rollio
Cuscinetti in gomma per un sicuro impilamento (4 pezzi)
Interfaccia Ethernet (invece di RS 422)
Uscite di contatto a potenziale zero con presa DIN a 6 poli, spina
DIN compresa (non su KB 23-UL)
Presa stagna della camera interna 230 V IP 67 (spina IP 67)
(non sui modelli UL)
Sensore di temperatura addizionale Pt 100 flessibile, con presa
LEMO a 3 poli
Sensore di temperatura addizionale Pt 100 flessibile, con presa DIN
a 6 poli, spina DIN compresa
Uscita analogica di temperatura 4-20mA, non regolabile, con presa
DIN a 6 poli, spina DIN compresa
Data Logger Kit T 220
Porta chiudibile a chiave
Termostato di sicurezza cl. 3.3 secondo DIN 12880:2007
Illuminazione interna (KB 53 ,115, 240: 15 W; KB 400, 720: 30 W)
Certificato di calibratura della temperatura
Misura della temperatura spaziale con certificato
Documentazione di qualificazione
Tavolo stabile su ruote orientabili con freni di blocco
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
KB (E3.1)
23
53 115
KB (E5.1)
240 400 720















---



---



---
















-

--

-

--

-

--
-



-



-



--
--




--






--

--

--
-
-
-















--
--
--
--
--
--











--


--























--







--







--
Pagina 89/106
20.7 Parti di ricambio e accessori
BINDER GmbH risponde delle caratteristiche tecniche di sicurezza dell'apparecchio solo se la
manutenzione dello stesso viene effettuata da elettricisti specializzati o da personale tecnico
autorizzato da BINDER e se i componenti dai quali dipende la sicurezza dell'apparecchio,
qualora guasti, vengono sostituiti con pezzi di ricambio originali. L'utente è responsabile dei
rischi derivanti dall'utilizzo di accessori non autorizzati.
Dimensioni
dell’apparecchio
23
KB (E3.1)
53
115
KB (E5.1)
400
240
720
Cod. art.
6004-0051 6004-0007 6004-0008 6004-0101 6004-0101 6004-0106
Descrizione
Rack, acciaio inossidabile
Rack perforato, acciaio
6004-0052 6004-0029 6004-0030 6004-0040 6004-0040 8009-0486
inossidabile
Rack perforato con l'aggiunta
di fissaggio per il
-8012-0287 8012-0288 8012-0639 8012-0639 8012-0673
funzionamento agitatore
Rack rinforzato con 1 set di
---8012-0638 8012-0638 8012-0674
dispositivi di sicurezza griglie
Guarnizione sportello in
6005-0090 6005-0095 6005-0096
silicone
Guarnizione sportello in
---6005-0147 6005-0212 6005-0196
silicone (caldaia)
Guarnizione sportello in
---6005-0161 6005-0211 6005-0197
silicone (sportello esterno)
Guarnizione sportello
-----6005-0192
intermedio in silicone
Descrizione
Cuscinetti in gomma per un sicuro impilamento (4 pezzi)KB (E3.1)
Fusibile (T) 5x20mm 250V 10A KB 23 / 53 / 115 (E3.1)
Fusibile (TT) 6,3 x 32 mm / 250 V / KB (E3.1)-UL
Fusibile (M) 5x20mm 250V 16A KB 240 / 400 / 720 (E5.1)
Fusibile (TT) 6,3 x 32 mm / 250 V / 16A KB 240 / 400 (E5.1)-UL
Dispositivi di sicurezza griglie (4 pezzi) KB 23 / 53 / 115 (E3.1)
Dispositivi di sicurezza griglie (4 pezzi) KB 240 / 400 / 720 (E5.1)
Protezione antiribaltamento flessibile KB 400
Tappo in silicone per passaggi d30
Fusibile termico classe 1 (completo)
Sensore di temperatura Pt 100 a gomito KB 23 / 53 / 115 (E3.1)
Sensore di temperatura 2x Pt 100 lineare KB 240 / 400 / 720 (E5.1)
Sensore di temperatura Pt 100 lineare (porta) KB 240 / 400 / 720 (E5.1)
Certificato di calibratura della temperatura
Misura della temperatura spaziale con certificato (2-5 punti di misura)
Misura della temperatura spaziale con certificato (6-9 punti di misura)
Misura della temperatura spaziale con certificato (10-18 punti di misura)
Misura della temperatura spaziale secondo DIN 12880:2007 con certificato
(27 punti di misura)
Documentazione di qualificazione
Data Logger Kit T 220
Detergente neutro, 1 kg
Tavolo stabile su ruote orientabili con freni di blocco KB 53 / 115 (E3.1)
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Cod. art.
8012-0001
5006-0088
5006-0045
5006-0013
5006-0033
8012-0531
8012-0620
8009-0828
6016-0035
8009-0335
5002-0031
5002-0043
5002-0021
DL018021
DL018022
DL018023
DL018024
DL018025
DL018031
8012-0715
1002-0016
9051-0018
Pagina 90/106
20.8 Dimensioni di KB 23
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 91/106
20.9 Dimensioni di KB 53
20.10 Dimensioni di KB 115
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 92/106
20.11 Dimensioni di KB 240
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 93/106
20.12 Dimensioni di KB 400
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 94/106
20.13 Dimensioni di KB 720
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 95/106
21.
Certificati
21.1 Dichiarazione di conformità CE
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 96/106
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 97/106
21.2 Certificato per il marchio GS dell’Assicurazione sociale tedesca degli
incidenti DGUV
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 98/106
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 99/106
22.
Registrazione del prodotto
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 100/106
23.
Certificato di non contaminazione
23.1 Per le apparecchi al di fuori dell’America del Nord e America Centrale
Dichiarazione sulla sicurezza e innocuità per la salute
Erklärung zur Sicherheit und gesundheitlichen Unbedenklichkeit
L’Ordinanza tedesca sulle Sostanze Pericolose (GefStofV), e le norme relative alla sicurezza sul luogo del
lavoro, richiedono la compilazione di questo modulo per tutti i prodotti che ci vengano rispediti, in modo
che venga garantita la salute e sicurezza dei nostri dipendenti.
Die Sicherheit und Gesundheit unserer Mitarbeiter, die Gefahrstoffverordnung GefStofV und die Vorschriften zur
Sicherheit am Arbeitsplatz machen es erforderlich, dass dieses Formblatt für alle Produkte, die an uns
zurückgeschickt wird.
In mancanza di un modulo compilato in tutte le sue parti, non sarà possibile procedere alla
riparazione.
Ohne Vorliegen des vollständig ausgefüllten Formblattes ist eine Reparatur nicht möglich.
• Il modulo compilato in tutte le sue parti dovrebbe esserci trasmesso in anticipo via fax (+49 (0) 7462
2005 93555) o tramite lettera, in modo che questa informazione sia disponibile prima di ricevere
l’apparecchio/il componente. Una seconda copia di questo modulo dovrebbe accompagnare
l’apparecchio/il componente. Infine si dovrebbe informare il trasportatore.
Eine vollständig ausgefüllte Kopie dieses Formblattes soll per Telefax (Nr. +49 (0) 7462 2005 93555) oder Brief
vorab an uns gesandt werden, so dass die Information vorliegt, bevor das Gerät/Bauteil eintrifft. Eine weitere
Kopie soll dem Gerät/Bauteil beigefügt sein. Ggf. ist auch die Spedition zu informieren.
• Informazioni incomplete o una non conformità della procedura comporteranno inevitabilmente grossi
ritardi nell’elaborazione. Ci auguriamo che comprenderete questa misura, che non dipende dalla
nostra volontà, e che ci aiuterete a velocizzarla.
Unvollständige Angaben oder Nichteinhalten dieses Ablaufs führen zwangsläufig zu beträchtlichen
Verzögerungen in der Abwicklung. Bitte haben Sie Verständnis für Maßnahmen, die außerhalb unserer
Einflussmöglichkeiten liegen und helfen Sie mit, den Ablauf beschleunigen.
• Compilate il modulo in tutte le sue parti.
Bitte unbedingt vollständig ausfüllen!
1.
Apparecchio/ componente / tipo: / Gerät / Bauteil / Typ:
2.
N. seriale/ Serien-Nr.:
3.
Dettagli sulle sostanze utilizzate / sostanze biologiche / Einzelheiten über die eingesetzten
Substanzen/biologische Materialien:
3.1
Designazione / Bezeichnungen:
a)
___________________________________________________________________________
b)
___________________________________________________________________________
c)
____________________________________________________________________________
3.2
Misure di sicurezza necessarie per maneggiare queste sostanze / Vorsichtsmaßnahmen
a)
____________________________________________________________________________
b)
____________________________________________________________________________
c)
____________________________________________________________________________
beim Umgang mit diesen Stoffen:
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 101/106
3.3
Misure necessarie in caso di contatto con la pelle o di rilascio nell’atmosfera / Maßnahmen
a)
__________________________________________________________________________
b)
__________________________________________________________________________
c)
__________________________________________________________________________
d)
__________________________________________________________________________
3.4
Altre importanti informazioni da tenere in considerazione / Weitere zu beachtende und
a)
__________________________________________________________________________
b)
__________________________________________________________________________
c)
__________________________________________________________________________
4.
Dichiarazione
bei Personenkontakt oder Freisetzung:
wichtige Informationen:
di
rischio
di
queste
sostanze
(spuntare
Erklärung zur Gefährlichkeit der Stoffe (bitte Zutreffendes ankreuzen) :
le
caselle
relative)
/
 4.1 Per materiali non tossici, non radioattivi, biologicamente innocui / für nicht giftige, nicht
radioaktive, biologisch ungefährliche Stoffe:
Con il presente garantiamo che il sopramenzionato apparecchio / componente… / Wir versichern,
dass o.g. Gerät/Bauteil...
 Non è stato esposto a o non contiene alcuna sostanza tossica o altrimenti pericolosa / weder giftige
noch sonstige gefährliche Stoffe enthält oder solche anhaften.
 Che i prodotti finali generati non sono tossici e non rappresentano un pericolo / auch evtl. entstandene
Reaktionsprodukte weder giftig sind noch sonst eine Gefährdung darstellen.
 Eventuali residui di sostanze pericolose sono stati rimossi / evtl. Rückstände von Gefahrstoffen entfernt
wurden.
 4.2 Per sostanze tossiche, radioattive, biologicamente dannose o sostanze pericolose o
qualsiasi altro materiale pericoloso/ für giftige, radioaktive, biologisch bedenkliche bzw.
gefährliche Stoffe oder anderweitig gefährliche Stoffe.
Con il presente garantiamo che … / Wir versichern, dass …
 Le sostanze pericolose, che sono entrate in contatto con l’attrezzatura/componente sopra
menzionato, sono state elencate in modo completo al punto 3.1 e che le informazioni a tal riguardo
sono complete / die gefährlichen Stoffe, die mit dem o.g. Gerät/Bauteil in Kontakt kamen, in 3.1 aufgelistet
sind und alle Angaben vollständig sind.
 Che l’apparecchio /componente non è entrato in contatto con la radioattività / das Gerät/Bauteil nicht mit
Radioaktivität in Berührung kam
5.
Tipo di trasporto / trasportatore / Transportweg/Spediteur:
Trasporto a cura di (mezzo e nome della società di trasporto, ecc.) Versendung durch (Name Spediteur o.ä.)
_______________________________________________________________________________
Data di spedizione a BINDER GmbH / Tag der Absendung an BINDER GmbH:
________________________________________________________________________________
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 102/106
Con il presente dichiariamo che sono state intraprese le seguenti misure / Wir erklären, dass
folgende Maßnahmen getroffen wurden:
 Le sostanze pericolose sono state rimosse dall’apparecchio / componente, in modo che non sussista
alcun rischio per le persone durante il trasporto o la riparazione di questi articoli / das Gerät/Bauteil
wurde von Gefahrstoffen befreit, so dass bei Handhabung/Reparaturen für die betreffenden Person keinerlei
Gefährdung besteht
 L’apparecchio è stato imballato in modo sicuro e adeguatamente identificato / das Gerät wurde sicher
verpackt und vollständig gekennzeichnet.
 Le informazioni sulla pericolosità della spedizione (se necessarie) sono state fornite al trasportatore /
der Spediteur wurde (falls vorgeschrieben) über die Gefährlichkeit der Sendung informiert.
Ci impegniamo a garantire che indennizzeremo BINDER GmbH per qualsiasi danno consequenziale
dovuto a incompleta o errata informazione e che esenteremo BINDER GmbH da eventuali richieste di
risarcimento avanzate da terze parti./ Wir versichern, dass wir gegenüber BINDER für jeden Schaden, der
durch unvollständige und unrichtige Angaben entsteht, haften und BINDER gegen eventuell entstehende
Schadenansprüche Dritter freistellen.
Siamo informati che, ai sensi dell’Articolo 823 del Codice Civile tedesco (BGB), siamo direttamente
responsabili nei confronti di terze parti, a tal riguardo, specialmente verso i dipendenti di BINDER GmbH,
a cui è affidata la manipolazione/riparazione dell’apparecchio / componente. / Es ist uns bekannt, dass wir
gegenüber Dritten – hier insbesondere mit der Handhabung/Reparatur des Geräts/des Bauteils betraute Mitarbeiter
der Firma BINDER - gemäß §823 BGB direkt haften
Nome:
_____________________________________________________________________
Posizione:
_____________________________________________________________________
Data / Datum: _____________________________________________________________________
Firma / Unterschrift: ________________________________________________________________
Timbro della società / Firmenstempel:
L’attrezzatura rispedita in fabbrica per gli interventi di riparazione deve essere accompagnata
da un certificato di non contaminazione compilato in tutte i sue parti. Per assistenza e
interventi di manutenzione sul posto, tale certificato di non contaminazione deve essere
presentato al tecnico dell’assistenza prima dell’intervento. Non è possibile eseguire alcun tipo
di riparazione o manutenzione dell’attrezzatura, senza un adeguato certificato di non
contaminazione debitamente compilato.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 103/106
23.2 Per le apparecchi nell’America del Nord e America Centrale
Product Return Authorization Request
Please complete this form and the Customer Decontamination Declaration (next 2 pages) and attach the
required pictures.
E-mail to: [email protected]
After we have received and reviewed the complete information we will decide on the issue of a RMA
number. Please be aware that size specifications, voltage specifications as well as performance
specifications are available on the internet at www.binder-world.us at any time.
Take notice of shipping laws and regulations.
Please fill:
Reason for return request
 Duplicate order
 Duplicate shipment
 Demo
Page one completed by sales
 Power Plug / Voltage
115V / 230 V / 208 V / 240V
 Size does not fit space
 Transport Damage
Shock watch tripped? (pictures)
 Other (specify below)
_____________________
Is there a replacement PO?
 Yes
 No
Was the unit unboxed?
 Yes
 No
Was the unit plugged in?
 Yes
 No
Was the unit in operation?
 Yes
 No
Pictures of unit attached?
 Yes
 No
Pictures of Packaging
attached?
 Yes
 No
If yes -> PO #
If yes -> Date PO placed
Purchase order number
BINDER model number
BINDER serial number
Date unit was received
Customer Contact Information
Pictures have to be attached!
Distributor Contact Information
Name
Company
Address
Phone
E-mail
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 104/106
Customer (End User) Decontamination Declaration
Health and Hazard Safety declaration
To protect the health of our employees and the safety at the workplace, we require that this form is
completed by the user for all products and parts that are returned to us. (Distributors or Service
Organizations cannot sign this form)
NO RMA number will be issued without a completed form. Products or parts returned to our
NY warehouse without a RMA number will be refused at the dock.
A second copy of the completed form must be attached to the outside of the shipping box.
1.
Unit/ component part / type:
2.
Serial No.
3.
3.1
List any exposure to hazardous liquids, gasses or substances and radioactive material
List with MSDS sheets attached where available or needed
(if there is not enough space available below, please attach a page):
a)
____________________________________________________________________________
b)
____________________________________________________________________________
c)
____________________________________________________________________________
3.2
Safety measures required for handling the list under 3.1
a)
____________________________________________________________________________
b)
____________________________________________________________________________
c)
____________________________________________________________________________
3.3
Measures to be taken in case of skin contact or release into the atmosphere:
a)
____________________________________________________________________________
b)
____________________________________________________________________________
c)
____________________________________________________________________________
d)
____________________________________________________________________________
3.4
Other important information that must be considered:
a)
____________________________________________________________________________
b)
____________________________________________________________________________
c)
____________________________________________________________________________
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 105/106
4.
Declaration of Decontamination
For toxic, radioactive, biologically and chemically harmful or hazardous substances, or any other
hazardous materials.
We hereby guarantee that
4.1
Any hazardous substances, which have come into contact with the above-mentioned equipment /
component part, have been completely listed under item 3.1 and that all information in this regard is
complete.
4.2 That the unit /component part has not been in contact with radioactivity
4.3
Any Hazardous substances were removed from the unit / component part, so that no hazard
exists for a persons in the shipping, handling or repair of these returned unit
4.4
The unit was securely packaged in the original undamaged packaging and properly identified on
the outside of the packaging material with the unit designation, the RMA number and a copy of this
declaration.
4.5
Shipping laws and regulations have not been violated.
I hereby commit and guarantee that we will indemnify BINDER Inc. for all damages that are a
consequence of incomplete or incorrect information provided by us, and that we will indemnify
and hold harmless BINDER Inc. from eventual damage claims by third parties..
Name:
_______________________________________________________________________
Position:
_______________________________________________________________________
Company:
_______________________________________________________________________
Address:
_______________________________________________________________________
Phone #:
_______________________________________________________________________
Email:
_______________________________________________________________________
Date:
_______________________________________________________________________
Signature:
____________________________________________________________________________
Equipment returned to the NY warehouse for repair must be accompanied by a completed
customer decontamination declaration. For service and maintenance works on site, such a
customer decontamination declaration must be submitted to the service technician before the
start of work. No repair or maintenance of the equipment is possible without a completed form.
KB (E3.1 + E5.1) 07/2015
Pagina 106/106

Documenti analoghi