Mariano Keller, il trampolino di giovani promesse.

Commenti

Transcript

Mariano Keller, il trampolino di giovani promesse.
16
SETTORE GIOVANILE
COPPA CAMPANIA
lunedì 27 giugno 2011
ALLIEVI-LA FINALE/ IL TEAM DI MINOPOLI CORONA IL SOGNO SUPERANDO IN RIMONTA LA PROMOTION GIUGLIANO
Pro Calcio Napoli, i campioni siete voi
PRO CALCIO NA.
PROM. GIUGLIANO
2
1
PRO CALCIO NAPOLI: Amato 6
(1’ st Marotta 6), De Lorenzo 6.5, Sorrentino 7, De Chiara 7, Esposito 6.5,
Panebianco 6.5 (1’ st Vinci 6.5), Spagnulo 7 (36’ st Poli), Conte 6.5, Di Palma 7 (27’ st Mattiello 6.5), Valentino
7, Catello 6.5 (16’ st Borges 6.5). All.
Minopoli 7.
PROMOTION GIUGLIANO: Zuppardi 6 (10’ st Abbate A. 6), Abbate V
6., Gottardo 6, Brusciano 6 (36’ pt Mostrato 6), Liguori 6, Fiorillo 6, Giorgio
6, Esposito 6, Diarko 6 (29’ pt Piscopo 6, 13’ st Migliaccio 6), Di Paola 6.5,
Palmigiano 6.5. All. Rinaldi 6.
ARBITRO: Pascarella di Nocera 7.
RETI: 31’ pt Liguori, 39’ st Spagnulo, 7’ st De Chiara.
NOTE: Amm.:Brusciano, De Lorenzo e Abbate V.
SECONDIGLIANO. Grande gior-
nata di sport allo stadio “Barassi”, dove i ragazzi della Pro Calcio Napoli si
aggiudicano la Coppa Campania al
termine di una gara combattuta contro la Promotion Giugliano. I ragazzi
di Rinaldi partono bene con Palmigiano, autentica spina nel fianco sinistro degli avversari, e con Di Paolo
sulla fascia opposta. Dopo mezzora
Diarko abbandona il terreno di gioco
per infortunio. La Pro Calcio parte
molto contratta, ma dopo 20’ il centrocampo comincia a carburare e la
squadra riesce ad uscire dalla propria
trequarti. Dopo 20’ arriva la prima occasione da rete per la Pro Calcio con
Spagnulo. Dopo 10’ altra palla rete
propiziata dalla verticalizzazione di
Valentino per Di Palma che, sbilanciato da un intervento scomposto di
un difensore avversario, riesce comunque a superare il portiere venendosi però a trovare in posizione troppo angolata per battere a rete. Dopo
10’ sul fronte opposto arriva la rete del
Giugliano, con Liguori. La Pro Calcio
reagisce e pareggia al 39’ grazie ad
un preciso lancio di Di Palma per Spagnulo che sorprende Gottardo, Zuppardi tenta un’uscita disperata ma la
palla termina in rete. Nella ripresa la
Pro Calcio mette subito a segno la rete della vittoria grazie ad una punizione di De Chiara dalla trequarti che,
grazie ad un rimbalzo che beffa Zuppardi, si trasforma in goal. La Promotion tenta di reagire alzando il ritmo
della gara ma senza riuscire a penetrare le maglie della difesa avversaria. Ottima la direzione di gara del signor Pascarella, agevolato dal comportamento molto corretto dei giocatori.
Giuseppe Pace
LE DICHIARAZIONE DEI TECNICI
Rinaldi: « Nulla da recriminare»
Minopoli: «Credevo nella vittoria»
NAPOLI. «Nulla da dire ai
ragazzi, forse meritavamo
qualcosina in più ma non ho
niente da recriminare,
complimenti agli avversari»
queste, sono state le parole
di Rinaldi tecnico della
Promotion Giugliano a fine
gara, rammaricato per la
sconfitta ma sereno. «Una
bella gara e una bella
giornata per tutti, i ragazzi
erano emozionati ma poi
hanno capito che non c’era
nulla da temere» questo il
commento di mister
Minopoli, che durante tutta
la gara ha sempre creduto
nella vittoria. «Sono
felicissimo, non ho altre
parole» laconico il commento
rubato a De Chiara, autore
del goal della vittoria che a
stento riesce a realizzare la
situazione. Vicenzo Pastore,
presidente e segretario del
comitato campano della Lega
Nazionale Dilettanti ha
consegnato i premi parlando
ai ragazzi «dopo la doccia è
finita, tutti a casa a studiare
e a comportarci per bene,
questo sport termina col
fischio finale dell’arbitro» e
poi conclude «un ragazzo su
trentamila arriva in serie A,
noi abbiamo il dovere di
occuparci di tutti».
gipa
L’INTERO STAFF DEL PRESIDENTE RIGHI HA FESTEGGIATO AL TEATRO PALAPARTENOPE LA FINE DELL’ANNO CALCISTICO DAVANTI AD UN FOLTO PUBBLICO
Mariano Keller, il trampolino di giovani promesse
NAPOLI. Non è una favola ma è
pura realtà. Non poteva terminare
in miglior modo la stagione della
Mariano Keller, con una festa che
ha visto protagonisti i vari dirigenti, i piccoli calciatori e tanti ospiti
dello spettacolo e dello sport. Tanti successi sono stati archiviati negli anni, dal 1974 (periodo di nascita della società) a oggi, ed era
giusto regalare a tutto lo staff Keller una serata così. Ci ha pensato
in prima persona il Presidente, Salvatore Righi, che con l’aiuto di Ciro Capone, responsabile delle attività di base, ha messo in scena
un vero e proprio festival tra musica, cabaret e premiazioni. Il Teatro Palapartenope è gremito, il colpo d’ occhio era di varcare la soglia d’ingresso e avvertire l’ entusiasmo di centinaia di ragazzi e
genitori che non aspettavano altro
che il “Mariano Keller Day”. La
conduzione della serata è stata affidata a una coppia frizzante e comunicativa come Rossella Sambuca e Patrizio Cacciatore. Ore 21:15,
si accendono le luci e parte lo
show con una coreografia della
INTERSOCIALE
Compagnia Giovanile dell’Accademia dello Spettacolo, montata
da Irma Cardano. Con il cabaret di
Nando Varriale, diret tamente da
Zelig, termina la prima parte del
“Mariano Keller Day”. La seconda
metà di show è arricchita dalle
premiazioni per lo “Scugnizzo
d’Oro”, un’iniziativa lanciata dall’Associazione Culturale per i Minori di Nisida, e a proposito è stato intervistato il Presidente della
Keller, Salvatore Righi: “Ricordo il
mio passato, so quanto certe persone soffrano e sono prontissimo
a dargli una mano”. Le premiazioni, affidate a Rossella Sambuca e al
giornalista sportivo di Televomero, Alfredo Paturzo, vedono protagonisti più personaggi del mondo
del Calcio e dello Spettacolo: Antonio Floro Flores (calciatore Genoa): “Vengo da una realtà complicata e adoro i bambini, ne ho tre e
per loro ci sarò sempre. Il mio futuro? Spero di sapere qualcosa entro
venerdì”; Paolo Palermo (procuratore sportivo): “Io e Antonio Floro
Flores saremo a Nisida per collaborare col progetto “Scugnizzo
d’Oro”; Ivan Pastore (direttore
sportivo Nocerina): “Il calcio in
Campania ha fatto un grosso passo avanti quest’anno, con il Napoli in Champions, la Nocerina e la
Juve Stabia in B e la Keller che, ancora una volta, ha dato dimostrazione di come si lavora con i giovani in un ambiente particolare come quello di Napoli”; Antonio Sasso (direttore “Il Roma”): “Questa
serata, per me, ha un sapore speciale. Riaffiorano in me tanti ricordi della gioventù, avevo tanti amici dirigenti, ma c’è n’era uno che
ricordo con tanto affetto, era un dirigente del Salvator Rosa, sì, era
lui…Mariano Keller”; Ciccio Marolda (giornalista “Il Mattino”), Ciro Serrao (presidente Arzanese),
Vincenzo Sarno (calciatore Reggina), Salvatore Amatrudo (preparatore atletico F.I.G.C), Gennaro
Manna (proprietario Teatro Palapartenope), Di Marino (presidente
Internapoli), Sorrentino (allenato-
re Internapoli) e la squadra dell’Internapoli, neopromossa in Serie D.
Subito dopo è stato proiettato un
video che narrava la storia della
Keller, raccontata dai personaggi
storici della società come mister
Sambuca, mister Mandragora e
mister Sponzilli e tanti illustri nomi che hanno scritto la storia di
questa splendida realtà. Divertenti i siparietti dei veterani che ricordavano le vicissitudini del loro
trascorso come calciatori prima e
a oggi come staff tecnico e dirigenziale. Il tutto era condito da
una cornice di migliaia di bambini e ragazzi (indossavano tutti la
divisa da passeggio) che svolazzavano lungo tutto il teatro. A quest’appuntamento non potevano
che mancare due ospiti celebri come Peppe Iodice, che ha presentato il suo nuovo spettacolo all’Arena Flegrea, e Sal Da Vinci,
cantante internazionale della musica italiana. Un vero e proprio de-
lirio all’entrata in scena del cantante napoletano che ha svolto un
medley delle sue tracce più famose del musical “Scugnizzi” e tanti
altri pezzi. Durante la serata è stata presentata la squadra dei Mini
Allievi Regionali (classe ’95) di Mr.
Mandragora, vincitori del titolo Regionale, composta dai seguenti
nomi: La Storia, Izzo, Corrado, Augusto, De Biase, Fiorentini, Gala,
Margarita, Pardo, Rizzuto, Sivero,
Aprile, De Simone, Perna, Principe, Scuotto, Turco, Lenti, Roghi,
Romano, Mendetta, Andro, Marsiglia e Starita. Ne sentiremo parlare, sicuro. Molti di loro, tra le varie categorie, sono stati già venduti a grossi club, come Roma,
Siena e Inter, il futuro è dalla loro
parte. Grazie alla Keller sono esplosi tanti calciatori in tutt’Italia e il
progetto di Salvatore Righi è di
proseguire così, fornendo ai ragazzi tutti i mezzi umani e tecnici per
sfondare la porta del mondo del
calcio. Allievi e Giovanissimi, eliminati quest’anno agli ottavi di finale dei Play Off, hanno sfilato insieme ai ragazzi dei Mini Giovanissimi e ai rispettivi allenatori,
per un “in bocca al lupo” per la
prossima stagione. Il momento più
significativo di questa serata è stato l’applauso ricevuto da tutto lo
staff allenatori della Mariano Keller, da quelli della scuola calcio a
quelli del settore agonistico. Un
applauso lungo, sentito, che ha fatto scappare le lacrime perfino al
Presidente Righi, a conferma del
fatto che si lavora in un ambiente
vivo e sereno. Insomma, come dicevamo all’inizio… “non è una favola…è pura realtà”, sembra utopia ma esiste davvero. La Keller è
e sarà il trampolino di lancio per
tanti piccoli calciatori, i loro genitori lo sanno, qui c’è divertimento, un approccio sano allo sport ma
soprattutto… si respira aria di vittorie.
Fabio Cannavo
1’ GIORNATA-TORNEO ROMA SPORT/ FERRARO-MONACO, CHE SHOW: TRA CANON SERVICE E PARTENOPE FINISCE 3-3
La Coconuda parte col botto: poker alla Farmax
COCONUDA
FARMAX
4
1
COCONUDA: D'Avino 7, Di
Nardo 6 (1’ st Di Leva 6 ), Mancinelli 6.5, Cocciardo 6, Troise
6.5, Russo 6, Frenna 6, Cangiano 6, Aliev 7 (1’ st Scolastico 6),
Dentice 6.5 (1’ st Radice 6.5),
Esposito 7. All Coscia 7.
FARMAX ALBATROSS: Di
Maro 6, Tarantino 5.5, Marfella
6.5 (1’ st Esposito 6 ) Rosolino 6,
Scognamiglio 6.5, Gallo 6 (1’ st
Miceli 6), Panetta 6, Gambardella 6, Borricelli 6, Martello 6 (1’ st
Simeoli 6), Gambardella 6. All
Sellitti 6.5.
ARBITRO: Apice di Napoli 6.5.
RETI: 5’ pt Aliev, 10’ pt Mancinelli, 35’ pt Aliev, 25’ st Esposi,
45’ st Simeoli.
NOTE: Spettatori 60 circa.
NAPOLI. Pirotecnica vittoria
dell’undici di mister Coscia che
inaugura con una goleda la prima giornata del torneo Roma
Sport. Ma andiamo per gradi.
Passiamo alla cronaca. Pronti e
via. Parte subito forte la Coconuda del Presidentissimo Roberto
Esposito che prende subito il comando della gara e con il suo
bomber Aliev gia' al quinto minuto dal fischio di inizio, si porta in vantaggio. La Farmax del
tecnico Sellitti accusa il colpo e
non riesce a reagire e, ad approfittarne e' ancora la squadra Coconuda che, perviene al gol al
minuto trenctacinque con Mancinelli che si fa trovare pronto
sotto rete sull'assist di Aliev che
corona la sua superlativa prestazioneal termine di un'azione corale. Si va al riposo dunque con i
padroni di casa sul doppio vantaggio. Nella seconda frazione di
gioco finalmente, dopo una strigliata negli spogliatoi e una
giandola di cambi suona la sveglia per la Farmax che comincia
a rendersi pericolosa e ad impegnare il sempre forte D' Avino
ma l'illusione di una possibile
miracolosa rimonta svanisce al
minuto venticinque quando su
una veloce azione di contropiede Esposito con un efficace dribbing si porta in area e batte inesorabilmente l’ estremo difensore Di Maro con un abile tocco di
esterno destro, chiudendo cosi'
la gara. Inutile se non per il tabellino finale il gol di Simeoli per
la Farmax allo scadere. Buona la
direzione di gara del signor Apice di Napoli.
Valentina Palmieri
3
3
ne condizioni. Spettatori 60 circa.
CANON SERVICE: Loffredo 6
.5, Crispino 6, Desiderio 6, Mele 6, Mauriello 6, Rigione 6.5,
Cerbone 6, Capuozzo 6,Artiaco
7 Monaco 8, Delle Vedove 6.5.
All Mele 6.5.
A.S. PARTENOPE: Guarino 7
Passante 6.5, Rinaldi 6.5 Coppola 6.5, Zampino 6.5, Vizioli 7
Amato 6.5, Ferraro A. 6.5, Galeota 6.5, D'Abbundo 6, Stasi 6 (
10’ st Ferraro G. 7 ). All.: Palmieri 6.5.
ARBITRO: Esposito di Napoli
6.5.
RETI: 10’ pt D'Abbundo, 38’ pt
Monaco, 15’ st Ferraro G., 25’ st
Monaco, 38’ st Monaco, 42’st
Ferraro G.
NOTE: Terreno di gioco in buo-
NAPOLI. Partita vivace ed
emozionante quella disputatasi
al campo “Simpatia” di Pianura tra due squadre che si sono
date battaglia fino alla fine senza inutili tatticism sancendo un
pari che tutto sommato accontenta entrambe le compagini. I
due allenatori hanno trovato
molti giovani interessanti da immettere nel proprio organico che
disputera' il prossimo torneo intersociale e tra essi citiamo Ferraro, autore di una splendida
doppietta e di promettente Vizioli tra le fila della Partenope
mentre nella Canon ha disputato una gara straordinaria il fortissimo Monaco autore di una
tripletta. La gara sempre viva ha
CANON SERVICE
A.S. PARTENOPE
visto un susseguirsi di azioni veloci e tecnicamente ben sviluppate e solo per la bravura dei
due portieri non si e' assistito
ad un risultato ancora piu' ricco di gol. Ma passiamo alla cronaca. Pronti e via. Dopo un leggero studio a centrocampo, è la
Partenope a sbloccae subito il risultato. La reazione della Canon
arriva allo scadere dei prirmi 45’
. Ad inizio ripresa, l’undici di
Palmieri riparte a spron battuto
trovando il gol al 15’ con Ferraro, ma i locali non ci stanno e,
dopo appena dieci minuti si riportano in parità con Monaco
che, al 38’ si ripete mettendo a
segno la sua tripletta di giornata. A due minuti dallo scadere la
Partenope trova il meritato 3-3
chiudendo così la gara.
Federica Palmieri