Prendersi cura delle maglie in lana Merino

Commenti

Transcript

Prendersi cura delle maglie in lana Merino
La lana Merino Australiana
Prendersi cura delle
maglie in lana Merino
Manuale di formazione
Indice:
K2 / L1
Livello:
Introduzione
Lingua:
Italiano / Italian
CONTENUT O
AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
2 AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
PAGINA
INTRODUZIONE
5
1. Il lavaggio della tua maglia in lana Merino
5
1.1. Pulizia
6
1.2. Asciugatura
7
1.3. Stiratura
8
1.4. Ripiegatura
9
1.5. Conservazione
10
2. Come risolvere i problemi
11
2.1. Le maglie perdono la forma
11
2.2. Le maglie formano “pilling”
12
2.3. Riparare buchi e fili tirati
12
2.4. Rimozione delle macchie
13
AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
3
Le maglie in lana Merino
sono soffici, hanno una fluidità
eccellente, sono traspiranti
e confortevoli da indossare,
hanno una grande elasticità ed
un’eccellente comportamento
all’uso.
Di tutti i tipi di lana disponibili,
la lana Merino Australiana è
considerata la più fine.
La fibra di lana Merino è
anche naturale, biodegradabile
e rinnovabile.
La Lana Merino è una fibra
eccellente per produrre
4 AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
maglie perché non solo offre
“traspirabilità” ma possiede
anche un naturale recupero
dell’elasticità, grande drappeggio
e prestazioni superiori.
Seppur resistente, la lana Merino
è una fibra delicata e come tutte
le cose delicate va trattata
con cura. Qualche attenzione
permetterà alla tua maglia di
durare più a lungo.
Questo manuale ti fornisce
suggerimenti e consigli per
la cura delle maglie in lana
Merino.
AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
5
1 AVERE CURA DELLA
TUA MAGLIA IN LANA MERINO
1.1. PULIZIA
Introduzione al lavaggio
Prima di tutto leggere l’etichetta per la cura
dei capi che normalmente è cucita all’interno
dell’indumento. Questa fornisce le istruzioni
di lavaggio, asciugamento e stiratura
dell’indumento.
Nel passato le maglie di lana si infeltrivano
se lavate in lavatrice, ma oggi grazie ad una
tecnologia sviluppata negli anni ’70, uno
speciale trattamento applicato alla lana,
consente ripetuti lavaggi in lavatrice senza
paura di restringimenti o perdita di colore.
Le maglie fabbricate con lana trattata
recano l’etichetta Lavabile in Lavatrice
o Total Easy Care (vedi in alto a destra).
Le istruzioni variano in funzione di stile,
tipo, ecc., è quindi importante seguirle con
attenzione.
Ci sono quattro opzioni di base per il
lavaggio delle magie in lana Merino.
1. Lavaggio a secco
La tua maglia dovrà essere affidata ad
una lavanderia professionale per essere
certi che la sua qualità superiore sia
mantenuta dopo il lavaggio.
2. Lavaggio a mano
Lavare a mano in acqua tiepida, circa
30°C, usando un detergente delicato
preferibilmente approvato Woolmark.
Lasciare in ammollo per circa 10 minuti
prima risciacquare a fondo prima in
acqua tiepida e poi in acqua fredda.
3. Lavabile in Lavatrice
Le maglie con l’etichetta Woolmark
Lavabile in Lavatrice possono essere
lavate con sicurezza più volte in
lavatrice senza che si manifesti
infeltrimento. Idealmentele maglie
con questa etichetta vanno lavate con
ciclo lana (azione delicata a 40°C).
Se la tua lavatrice non ha il ciclo lana,
6 AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
si raccomanda di usare il lavaggio
a freddo oppure il ciclo per delicati.
4. Total Easy Care
Alcune maglie Merino fabbricate con
cicli speciali hanno l’etichetta Total
Easy Care. Significa che questa maglia
può essere lavata in lavatrice (come
la maglia lavabile in lavatrice descritta
sopra), e in aggiunta può essere
asciugata in asciugabiancheria a
bassa temperatura.
Note importanti di lavaggio
Le maglie etichettate Lavabile in Lavatrice
o Total Easy Care, se necessario, possono
essere lavate anche a mano o a secco.
Indipendentemente dal metodo di lavaggio
è consiglibile rovesciare il capo prima del
lavaggio. Si protegge così la parte esterna
della maglia aiutando a prolungare l’effetto
“nuovo” del capo.
Sebbene le maglie in lana Merino siano
realizzate con alti standard di stabilità
del colore per minimizzare il rischio
di migrazione o perdita di colore, si
raccomanda di non lavare colori scuri
e intensi con colori pastello o bianchi.
Per evitare ogni possibilità di trasferimento
di colore da una maglia all’altra, dopo
il lavaggio non lasciare mai le maglie
a contatto, per esempio in un cesto,
per un tempo prolungato.
Quando si lavano le maglie a mano
è meglio lavarle individualmente o per
gruppi di colore simili. Per minimizzare
l’infeltrimento o distorsioni evitare di agitarle
energicamente, strizzarle o torcerle.
Sia per il Lavabile a mano che per il Lavabile
in Lavatrice (incluso Total Easy Care), usare
solo detersivo delicato neutro preferibilmente
marcato Woolmark. (Cerca il simbolo
Woolmark sulla confezione).
Evitare di usare detergenti forti, detergenti
“Bio” contenenti enzimi o altri detergenti
contenenti candeggianti.
Non usare mai candeggianti sia a base
di cloro che di ossigeno.
Quando si usa un detergente in polvere si
consiglia di scioglierlo prima di aggiungerlo
al bagno. Così facendo si evita che granuli
di detergente si attacchino alla maglia e
potenzialmente siano causa di buchi.
Nel risciacquo finale si possono aggiungere
ammorbidenti, ma fare attenzione che
siano ridotti al minimo indispensabile.
Una quantità eccessiva può favorire la
formazione di “palline”, perché le fibre
lubrificate possono muoversi e migrare
verso la superficie della maglia.
1.2. ASCIUGAMENTO
Dopo il lavaggio si suggerisce di asciugare
la maglia in piano ad eccezione delle
maglie Total Easy Care che possono
essere asciugate in asciugabiancheria
a bassa temperatura o regolazione per
delicati. Anche il Total Easy Care può
essere asciugato in piano come il Lavabile
a Mano ed il Lavabile in Lavatrice.
Per l’asciugatura in piano si può usare un
asciugamano bianco o chiaro. Il capo può
anche essere asciugato su filo: rovesciare
prima la maglia, quindi centrifugarle e
appoggiarla sul filo a livello delle ascelle,
riportando il polsino manica sul filo, a
fianco del corpo. Se il filo ha un diametro
inferiore a 1cm. usare due fili.
Esistono anche apposite reti che si collocano
sulla vasca da bagno. Questa opzione
accelera l’asciugatura.
AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
7
1.3 STIRATURA
Introduzione alla stiratura
Quando si dispone la maglia ad asciugare
porre attenzione a rimetterla delicatamente
in forma corretta eliminando il più possibile
le pieghe.
Lasciare che l’indumento asciughi
naturalmente.
Se possibile asciugare sempre in piano.
L’asciugatura da appeso può causare
deformazioni dovute al peso dell’acqua
contenuta nell’indumento allungandolo
eccessivamente, facendogli perdere forma,
specialmente se la maglia è pesante.
Se si usano mollette fare attenzione che
queste non abbiano segni di ruggine.
Mettere la maglia ad asciugare su un
appendino non solo la farà allungare,
ma inevitabilmente si formeranno gobbe
sulle spalle. Gli appendini a filo sono
particolarmente controindicati.
Durante l’asciugatura evitare la luce
diretta del sole o amplificata (dietro una
finestra) o il calore diretto.
Non mettere la maglia di lana Merino
ad asciugare sul termosifone. La parte
di maglia piegata sopra asciugherà più
in fretta causando un cambiamento di
colore e quindi danneggierà la maglia
in quest’area.
8 AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
La necessità di stirare la maglia in lana
Merino dopo il lavaggio e l’asciugatura
dipende dalla presenza di pieghe e
dall’aspetto generale. Generalmente le
maglie grosse, pesanti, soffrono meno di
stropicciatura durante il lavaggio, quindi si
potrebbero anche indossare senza stiratura.
Tuttavia la decisione di stirare o meno il
capo dipende dalle preferenze personali.
Note importanti sulla stiratura
Regolare il ferro da stiro sul simbolo lana
o medio. Se troppo caldo può causare
scolorimento o nel peggiore dei casi
segni di bruciatura.
Rovesciare la maglia, stenderla e
rimettere delicatamente in giusta taglia.
Usare la funzione vapore oppure
spruzzare una minima quantità di acqua
per facilitare la rimozione delle pieghe
ed eventualmente la rimessa in forma.
Non applicare una pressione inutile
perché si causerà una superficie lucida.
Non lasciare appoggiato e fermo il ferro da
stiro sulla maglia per non causare bruciature.
Dopo la stiratura rimettere la maglia
dritta, appoggiarla su una superficie liscia
per circa 5 minuti per farla ricondizionare
prima di piegarla. Ciò previene la
formazione di pieghe.
Non spruzzare amidi per stiratura o
ammorbidenti e balsami perché possono
dar luogo a depositi superficiali sulla maglia.
Non stirare maglie che recano l’etichetta di
manutenzione con l’indicazione “non stirare”.
1.4. PIEGATURA
Le maglie dovranno essere conservate
piegate e non appese.
Conservarle in armadio su appendini
le farà allungare formando anche gobbe
nelle spalle.
Se si è obbligati a conservare le maglie
in lana Merino su appendini, utilizzare
quelli studiati per la maglieria. Questi sono
più larghi e imbottiti per avere miglior
supporto alle spalle. Non usare appendini
di plastica sottili o di filo metallico perché
inevitabilmente deformeranno le spalle e nel
peggiore dei casi possono formare buchi.
Prima di piegare la maglia e riporla si
raccomanda di esaminarla e accertarsi che
non vi siano lanugine o altri elementi secchi
da rimuovere gentilmente con una spazzola.
La rimozione di palline e il rammendo di
eventuali buchi sono descritti più avanti.
Ripiegare la maglia in lana Merino è
facile ed il modo corretto richiede solo
quattro semplice fasi.
AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
9
Ci si può proteggere dalle tarme con
l’uso di contenitori in plastica sigillati
come menzionato sopra. Una protezione
aggiuntiva si acquisisce con l’uso di
antitarma. In passato si usavano le palline di
naftalina che davano uno sgradevole odore.
Oggi sono disponibili prodotti inodore efficaci
e molti sono a base di prodotti naturali come
la lavanda o il rosmarino. Raccomandiamo
di usare questi ultimi quando si ripone la
vostra maglia in lana Merino.
Fase 1: Appoggiare la maglia a faccia in
giù su una superficie piana e rimuovere
delicatamente eventuali pieghe.
Fase 2: Piegare la manica lungo la maglia
allineando il polsino con la cucitura dell’altro
lato. Ripetere l’operazione con l’altra
manica sovrapponendola alla prima.
Le tarme sono attirate dal grasso e dallo
sporco, quindi riporre le maglie sempre
pulite dopo averle lavate.
2 RISOLVERE
EVENTUALI PROBLEMI
Fase 3: Piegare verticalmente ogni lato della
maglia in modo che i due lati si tocchino al
centro dell’indumento.
Fase 4: Piegare in due la maglia dal basso
verso l’alto. Se la maglia fosse lunga
potrebbe essere necessario ripiegarla in
tre. Girare la maglia con la parte frontale
verso l’alto.
2.1. LE MAGLIE PERDONO LA FORMA
Se la maglia perde la sua forma a causa
di un lavaggio non corretto, perchè riposta
nella maniera sbagliata o per usura, si può
ripristinare con la seguente procedura.
• Rovesciare la maglia.
1.5 CONSERVAZIONE
Prima di riporre la vostra maglia in lana Merino
accertarsi che sia ben asciutta e non vi siano
gocce/macchie di umido che potrebbero dar
luogo alla formazione di muffe.
Riporre in luogo asciutto evitando che prenda
raggi diretti del sole.
La conservazione delle maglie in lana
Merino in contenitori di plastica va bene
purché non siano oltremodo compresse,
siano asciutte e protette dai raggi solari.
Sacchetti di plastica richiudibili offrono
anche una certa protezione dalle tarme e
altri insetti che potrebbero danneggiarle.
10 AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
E’ utile rimuovere l’aria dai sacchetti il più
possibile, ma non usare l’estrazione/vuoto
perchè la conseguente compressione può
formare pieghe difficili da rimuovere.
Se le maglie sono conservate avvolte in
carta velina assicurarsi che non sia colorata
e sia del tipo esente da acidi.
Sfortunatamente I tessuti naturali come la
lana sono soggetti a danni causati dalle
tarme specialmente nei mesi estivi. Le
tarme depongono le uova sulla lana e dopo
la schiusa le larve si cibano delle fibre per
vivere. Ciò da luogo a buchi. Mediamente una
singola tarma depone 100 uova alla volta
quindi si comprende che il risultato può essere
catastrofico rendendo la maglia inutilizzabile.
• Mettere la maglia in una bacinella
con acqua tiepida (circa 30°C) con
una sola goccia di detergente.
• Lasciare in ammollo per 10–15 minuti.
• Non agitare o strizzare.
• Buttare l’acqua e strizzare gentilmente
per eliminarne il più possible.
• Lasciare sgocciolare.
• Risciacquare se necessario. Tuttavia
se è stata usata una sola goccia di
detergente per facilitarne la bagnatura
non è necessario farlo.
• Terminato di gocciolare mettere la
maglia su un asciugamano bianco
o di colore chiaro.
• Delicatamente risistemare la maglia
in forma e taglia e lasciare asciugare.
Per porzioni di maglia distorte, come
le spalle deformate dall’appendino,
inumidire con acqua tiepida (30-40°C)
muovendo leggermente l’area.
Dopo l’asciugatura, la maglia riacquista la
sua forma.Una maglia etichettata Lavare
solo a secco o Lavare a mano che è stata
inavvertitamente lavata in lavatrice e quindi
infeltrita rappresenta l’unico caso nel quale
non ne sarà possibile il recupero del capo.
Il formarsi del feltro è infatti una situazione
irreversibile che rende la maglia inutilizzabile.
AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
11
2.2. LE MAGLIE FORMANO “PILLING”
Il “pilling” è la formazione di palline
lanuginose sulla superficie della maglia
che invecchiano in maniera sgradevole
il capo.
Il pilling è causato dallo sfregamento durante
l’indosso e può avvenire in qualsiasi parte
dell’indumento. Le aree più comuni sono
intorno a gomiti, ascelle,maniche, addome
e le altre aree della maglia che durante l’uso
entrano in contatto con le maniche della maglia.
Il pilling è un fenomeno molto complesso
e dipende da molti fattori inclusa l’azione
di chi usa la maglia. Generalmente si può
formare molto pilling se la persona è molto
attiva o se la maglia durante l’uso entra in
contatto con superfici abradenti, come nel
caso dello stare seduti ad una scrivania.
Essendo il pilling molto complesso nessuno
può garantire che non si formerà, ma ci sono
diverse possibilità di minimizzarlo. Ci sono
anche metodi per rimuoverlo qualora si sia
formato.
quantità eccessiva di ammorbidente sulla
già molto morbida maglia in lana Merino,
può favorire la migrazione delle fibre verso
la superficie dando quindi luogo al pilling.
Suggerimenti per la rimozione del pilling
Quando si usa l’ammorbidente nel
risciacquo finale sia del lavaggio a mano
che in lavatrice, limitarlo al minimo. Una
Per riparare i buchi sono necessari un
uncinetto o un ago a linguetta per poter
governare il filo dall’esterno all’interno
dove poi viene fissato.
Se non si sono formate molte palline
queste possono essere rimosse a mano.
Dovrà essere fatto abitualmente dopo
l’asciugatura e prima o durante la stiratura.
Esistono anche piccoli apparecchi a batteria
studiati per rimuovere pilling e pelucchi che
sono molto efficienti e restituiscono alla
maglia un aspetto come nuovo.
In alternativa si può affidare la maglia
a rammendatrici di professione.
Non applicare mai alcuna forma di calore
perchè tende a fissare la maggior parte delle
macchie rendendole difficili da rimuovere.
2.3. RIPARARE BUCHI E SMAGLIATURE
Non appena compare un buco ripararlo
immediatamente anche se piccolo. Nelle
strutture a maglia i buchi diventano grandi
Applicare lo smacchiatore in piccoli quantitativi
alla volta, dall’esterno della macchia verso il
centro per evitare di diffonderla.
A seconda di quanto è penetrato lo sporco,
potrebbe essere necessario ritrattare la
maglia con lo smacchiatore.
2.4. RIMOZIONE DELLE MACCHIE
La chiave del successo nella rimozione
delle macchie è la velocità. L’operazione
deve essere fatta immediatamente.
In generale per mantenere la tua maglia
con un bell’aspetto rimuovi l’eventuale pilling
con regolarità.
maglia non visibile per verificare l’effetto,
qualora ci fosse, sul colore. Alcuni
prodotti infatti causano cambiamento di
colore o effetto sbiancante. In questo
caso usare un prodotto alternativo.
Tamponare l’area trattata con
un tessuto bianco o un tessuto assorbente.
Per rimuovere le palline si può usare
un pettine, ma deve essere fatto molto
delicatamente per non danneggiare la
maglia causando buchi.
Minimizzare la formazione di pilling
Per ridurre il rischio del formarsi di pilling
rovesciare sempre la maglia per il lavaggio.
La migrazione di fibre durante il lavaggio
o l’asciugatura genera fuoruscita delle
stesse fibre che quindi possono formare
palline, che però si formeranno in questo
modo solo sull’interno della maglia.
rapidamente e spesso diventano irreparabili.
Applicare smacchiatori a base solvente
come trielina, olio di eucalipto, trementina,
alcool denaturato in ambiente ben ventilato.
Dopo il trattamento con lo smacchiatore
sciacquare con acqua fredda.
E’ consigliabile lavare a mano con
detergente delicato, preferibilmente
approvato Woolmark prima di asciugare.
Un contagocce è utile per applicare
la giusta quantità di prodotto nell’area
interessata.
In caso di macchie tenaci o molto penetrate
la sola soluzione è portare la maglia presso
una lavanderia professionale.
Quando si usa lo smacchiatore non
sfregare perchè questo potrebbe
causare un cambiamento nel colore. Lo
smacchiatore dovrebbe essere applicato
tamponando delicatamente.
Prima di applicare lo smacchiatore sulla
macchia eseguire un test in un’area della
12 AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
13
Gestire sporchi particolari:
La tabella sottostante fornisce una guida di cosa usare per rimuovere macchie
MACCHIA
METODO DI RIMOZIONE
MACCHIA
METODO DI RIMOZIONE
PENNA
Trattare con olio di eucalipto o alcol denaturato.
ROSSETTO
Trattare con olio di eucalipto, trementina o trielina.
Sciacquare in acqua fredda, quindi applicare una soluzione
TRUCCO
Come per il rossetto.
LATTE
Come per l’uovo.
BIRRA
CAFFÈ
SANGUE
BURRO
CHEWING GUM
CIOCCOLATO
di acqua e aceto bianco e risciacquare in acqua fredda.
Mescolare alcool e aceto bianco in parti uguali e tamponare
delicatamente l’area, poi pressare con un tessuto assorbente.
Tamponare con aceto bianco e poi risciaquare in acqua fredda.
Rimuovere l’eccesso con un coltello o cucchiaio, immergere
l’area sporca in trielina e spremere leggermente.
Come per la cera.
Tamponare delicatamente l’area con un tessuto imbevuto di
acquaragia prima di pressare con un tessuto assorbente.
ERBA
Tamponare delicatamente con alcool denaturato o isopropilico.
SUGO
Tamponare la macchia con un tessuto imbevuto di acqua tiepida.
UOVO
Trattare con acquaragia, poi con aceto bianco diluito.
FRUTTA
Come per il sugo.
SUCCO DI FRUTTA
Come per il sugo.
GELATO
Come per la birra.
INCHIOSTRO
Come per la penna.
14 AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
SENAPE
VERNICE A BASE
DI PETROLIO
MACCHIA
DI SUDORE
RUGGINE
SEGNI DI BRUCIATO
Sciacquare con una soluzione di ammoniaca,
seguita da aceto bianco diluito.
Trattare con trementina.
Tamponare e imbibire con una soluzione di aceto bianco.
Trattare con succo di limone o aceto bianco diluito.
Raschiare delicatamente la parte bruciata poi trattare
con acqua ossigenata diluita.
LUCIDO DA SCARPE
Come per il rossetto.
CATRAME
Come per la vernice (a base petrolio).
VOMITO
Come per la rimozione della birra.
CERA
renderla fragile, quindi farla spezzare. Rimuovere i residui
Mettere la maglia in congelatore per solidificare la cera e
tamponando con alcool denaturato o isopropilico.
VINO
Trattare con acqua contenente una soluzione di ammoniaca.
(ROSSO O BIANCO)
Risciacquare con acqua salata.
AVERE CURA DELLE MAGLIE MERINO
15
www.woolmark.com
Per ulteriori dettagli contatta il Responsabile Clienti o il personale di
Sviluppo Prodotto di The Woolmark Company.
A: Sydney Head office. Level 30, HSBC Centre, 580 George St, Sydney NSW 2000,
Australia T: +61 2 8295 3100 F: +61 2 8295 4100
Nonostante la società The Woolmark Company Pty Limited ed i suoi dipendenti, amministratori ed incaricati e chiunque abbia contribuito a realizzare questo materiale
(“noi”) abbiano profuso ogni ragionevole sforzo per assicurare che le informazioni contenute in questo materiale fossero corrette ed aggiornate al momento della sua
pubblicazione, è vostra responsabilità confermare la loro accuratezza, affidabilità, adeguatezza, diffusione e completezza rispetto all’utilizzo che intendete farne. Nella
misura consentita dalla legge, escludiamo tutte le condizioni, garanzie, termini e obblighi espressi, impliciti o imposti per legge o comunque relativi alle informazioni
contenute in questo materiale o all’utilizzo dello stesso da parte vostra e non siamo responsabili nei vostri confronti di alcuna perdita o danno, comunque derivante
o relativo a qualunque azione legale o responsabilità teoriche (incluse perdite o danni indiretti, speciali o consequenziali, perdite per mancato guadagno o perdite di
opportunità), derivante o connesso con questo materiale o con il suo utilizzo.
©The Woolmark Company Pty Limited. Luglio 2013. Tutti i diritti riservati.Questa pubblicazione è protetta dal diritto d’autore. Ad eccezione di quanto consentito dalle leggi
in materia di diritto d’autore nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta con qualunque procedimento, elettronico o altro, senza l’espressa autorizzazione
scritta del titolare dei diritti. Né le informazioni ivi contenute possono essere memorizzate in formato elettronico o in qualunque altra forma senza tale autorizzazione.