Le società partecipate sono il cancro delle amministrazioni locali

Transcript

Le società partecipate sono il cancro delle amministrazioni locali
S L A I
C O B A S
S i n d a c at o d ei L a v ora t o ri A u t o rg a n i zza t i I n t er c a t e g o ri al e
Sede legale: via Masseria Crispi, 4 - 80038 Pomigliano d’Arco (NA) - tel/fax
081.8037023 Sede Nazionale: viale Liguria, 49 - 20143 Milano - tel/fax 02.8392117
“Le società partecipate sono il cancro delle amministrazioni locali”
La poca trasparenza sui bilanci
dei Comuni, delle Società partecipate e
Aziende controllate determina, al cittadino
comune, la materiale impossibilità di avere
un quadro prospettico chiaro e preciso
sullo stato dei conti pubblici.
Un’azione
amministrativa-economica
probabilmente
portata
avanti
da
Amministratori che approvano i bilanci, le
variazioni e gli equilibri per alzata di mano non conoscendo tutta la reale situazione
complica questo dispositivo e non aiuta a far luce sulla reale esposizione dei debiti
dei Comuni.
Basta interpellare gran parte degli Amministratori per rendersi conto che stentano ad
avere cognizione di quali e quanti risultati in termini di utili o di perdite. Eppure di
anno in anno si approvano i Bilanci senza avere mai una relazione chiara della spesa
pubblica allargata, con scostamenti o fallimenti. Infatti sono in tanti quei cittadini che
sono in attesa della pubblicazione dei prossimi bilanci dei Comuni e loro partecipate.
Da tanti anni si susseguono i Presidenti della Corte dei Conti ma le relative relazioni,
all’apertura dell’anno giudiziario contengono, quasi sempre, le stesse ammonizioni:
corruzione in aumento, per mille rivoli si spreca denaro pubblico ed in particolare
attraverso le partecipate. “”«Le società partecipate sono il vero cancro delle
amministrazioni locali, un passato di cui non ci si riesce a liberare, con incarichi e
consulenze dai compensi fuori mercato che non hanno prodotto niente
I Comuni, le Aziende controllate e le Società partecipate dovrebbero pubblicare
online i relativi bilanci sul sito del Comune. Esiste la reale convinzione che, per un
motivo o per l’altro, e sull’andamento di una miriade di Società e Aziende
partecipate.
Non rispettare la volontà del legislatore e la normativa in vigore non è solo una
violazione potenzialmente sanzionabile ma è una cattiva pratica che impedisce di
capire quante somme si spendono e
come. Sarebbe importante accertare
quanti fondi pubblici sono stati
erogati, a chi e con quali risultati.
Cosa maggiormente utile sarebbe
quella di capire indennità, gettoni di
presenze e rimborsi vari per capire
poi, fino in fondo, i ritorni ed i
vantaggi per l’Ente.
A chi giova tenere all’oscuro
l’opinione pubblica su patrimoni,
partecipazioni e costi di tutta la macchina amministrativa? Se un’Amministrazione
ricorre a sistematiche omissioni, molto probabilmente, vuol dire che è interessata a
nascondere qualcosa che nulla ha a che fare con la giusta e sana gestione
del patrimonio pubblico.
Per Slai Cobas rimane ferma la convinzione che «l’azione di riequilibrio dei conti
pubblici non possa subire alcun allentamento, essendo una precondizione per le
prospettive di rilancio dell’economia e della crescita».
i dati che emergono anche dalla corte dei conti in Italia emerge che sono si muovono
tutti in senso peggiorativo delle precedenti stime governative, tanto con riguardo alla
recessione economica, quanto ai saldi dei conti pubblici e al rapporto tra debito e
prodotto».
Sarebbe giusto per il cittadino, e per
gli stessi lavoratori conoscere chi
deve prendere provvedimenti per
arginare questo allarmate fenomeno
e quali provvedimento sono stati
presi contro chi ha creato grandi
carrozzoni che non hanno prodotto
nulla?
Trasparenza
1.
2.
Pubblicazione di un bilancio consuntivo che sia comprensibile ai cittadini
Pubblicazione ordinata, stabile e perennemente aggiornata di tutte le voci di dettaglio e delle
principali voci riassuntive
3.
Pubblicazione di tutte le forniture di beni e servizi con i relativi contratti
4.
Miglioramento della tracciabilità di appalti e sub-appalti
5.
Adozione degli standard Open goverment
Onestà, etica, legalità
1.
Lotta all'utilizzo irresponsabile della città tramite un sistema sanzionatorio che penalizzi
l'esercizio illegale
2.
Tetto alle retribuzioni dei dirigenti delle società partecipate e divieto di doppi incarichi
3.
Nomine dei dirigenti delle società partecipate effettuate tramite concorso e sulla base di CV
pubblici con selezione aperta a tutti i cittadini
4.
Riduzione delle consulenze esterne e verifica in ordine a comportamenti illeciti o censurabili o
comunque contrari al pubblico interesse
Cittadini al governo, partecipazione
1.
Creazione a livello comunale e municipale di un regolamento che favorisca la partecipazione
"attiva" (referendum deliberativi per temi di interesse collettivo)
2.
Adozione del Bilancio Sociale partecipato
3.
Istituzione per le società partecipate di meccanismi di controllo dal basso per cittadini e
lavoratori
4.
Creazione di un sistema informativo e di monitoraggio, trasparente e accessibile a tutti cittadini
per valutare la situazione contabile e gestionale di tutte le società e di tutti i suoi dipendenti
Semplificazione
1.
2.
Chiusura, ove possibile, di tutti i contratti finanziari derivati
Miglioramento del sistema delle gare d'appalto
Risparmio, efficienza
1.
Introduzione di meccanismi di controllo sull'efficienza e sull'efficacia della gestione delle casse
comunali;
2.
Introduzione di indicatori di performance per i dirigenti delle municipalizzate che mettano in
relazione quanto previsto con gli obiettivi effettivamente raggiunti
3.
Radicale Riduzione del numero membri dei Cda e riduzione dei costi degli stessi
4.
Comparazione tra gli indicatori dei diversi Municipi per evidenziare i comportamenti virtuosi
SLAI COBAS via Domenico Pacchi 4 Castelnuovo Garfagnana (LU) 55032tel/fax 0583.1893804
e-mail: [email protected] http://slaicobasclaplucca.blogspot.com/
http://slaicobasclaplucca.blogspot.it/