il trenino di teddy - Centro Studi ParmaInfanzia

Commenti

Transcript

il trenino di teddy - Centro Studi ParmaInfanzia
Comune di Parma
Assessorato alle Politiche
per l’Infanzia e la Scuola
Centro Studi e Ricerche per l’Infanzia e l’Adolescenza –ParmaInfanzia S.p.a.
PROGETTO “SCUOLE
E CULTURE DEL MONDO”
4° ANNUALIÀ
A cura di
Cinzia Barabbani e Valentina Riccardi
In collaborazione con i mediatori culturali del Comune di Parma
Amancay Casas, Svetlana Erokhina, Rana Faqih,
Abi Fellah, Rita Yea, Vojsava Tahirai, Charles Deho
Anno Scolastico 2005/2006
1
A chi è rivolto:
Il progetto è rivolto agli alunni della Scuola dell’Infanzia e agli alunni delle prime classi
della Scuola Primaria.
E’ comunque adattabile alle necessità degli alunni dell’ultimo biennio della Scuola Primaria
attraverso l’ampliamento e l’approfondimento delle proposte.
Finalità e motivazioni
“ (…) La Scuola dell’Infanzia si premura che i bambini riconoscano ed apprezzino l’identità
personale ed altrui nelle connessioni con le differenze di sesso, di cultura e di valori
esistenti nelle rispettive famiglie, comunità e tradizioni di appartenenza.”
“ La Scuola dell’infanzia metta il bambino nella condizione di produrre messaggi, testi e
situazioni attraverso una molteplicità ordinata ed efficace di strumenti linguistici (…)”
“(…) obiettivo del processo formativo della Scuola primaria è la visione della diversità delle
persone e delle culture come ricchezza.
Conoscenze e abilità previste entro la classe quinta:
-
scoprire differenze di vita e di abitudini all’interno dei gruppi ( familiari, scolastici…)
rilevare diversità culturali in relazione ad abitudini di vita e a condizioni climatiche;
attivare attività di ascolto, conoscenza di sé e di relazione positiva nei confronti
degli altri;
realizzare attività di gruppo giochi sportivi, esecuzioni musicali…) per favorire la
conoscenza e l’incontro con culture ed esperienze diverse.
E’ partendo da queste affermazioni contenute nelle “Indicazioni nazionali per la Scuola
dell’Infanzia e della Scuola primaria” che abbiamo costruito il percorso didattico
interculturale “ Il trenino di Teddy”: un progetto che ha come finalità ultima:
-
sviluppare le competenze comunicative di ascolto, di comprensione e
produzione linguistica che stanno alla base di un proficuo rapporto con se
stessi, con gli altri e con la realtà esterna.
2
Questa finalità viene perseguita attraverso il raggiungimento di questi obiettivi specifici:
-
conoscenza e utilizzo della lingua inglese come “lingua ponte” che consente una
prima comunicazione fra persone di provenienza diversa;
valorizzazione delle lingue di origine degli alunni;
miglioramento della conoscenza della lingua italiana;
creazione di un ambiente plurilingue.
La motivazione che ci ha spinto a seguire questa strada è stata soprattutto la quotidiana
verifica del fatto che gli alunni stranieri rischiano di “perdere” la madrelingua, in quanto non
valorizzata e apprezzata.
Il fatto che il bambino non italofono sia bilingue non viene visto come una ricchezza e una
potenzialità ed è l’alunno straniero stesso che evita di esprimersi nella sua lingua, quasi se
ne vergognasse, nel tentativo di sentirsi il più possibile parte del gruppo.
E’ evidente però quanto sia importante stimolare i bambini a non dimenticare la cultura e
la lingua d’origine, per prevenire i disagi da disorientamento e per evitare un difficile
percorso di costruzione della propria identità.
Ecco quindi la necessità di confrontare codici linguistici per osservarne analogie e
differenze e per riscontrare, al di là delle diversità, la comune funzione di ogni lingua.
Per evitare comunque che l’alunno straniero si senta eccessivamente posto al centro
dell’attenzione, abbiamo pensato di partire dall’utilizzo della lingua inglese come “lingua
altra” che consente di unire e comunicare e che mette tutti, sia i bambini italiani che gli
stranieri, nella stessa condizioni di incertezza o curiosità.
Quali sono i risultati attesi
-
Il mantenimento e la valorizzazione della lingua d’origine
Un maggior coinvolgimento dell’alunno straniero, visto come portatore di saperi,
storie, competenze.
La costruzione di una didattica dei confronti e dei punti di vista.
L’apertura della scuola alla diversità culturale.
L’incoraggiamento a momenti di socializzazione.
Una maggiore partecipazione dei genitori stranieri alla vita della scuola.
3
I momenti del percorso
Teddy:
- viaggia
- visita paesi
diversi
- comunica in
inglese
- incontra altre
lingue
- …e impara a
conoscere









saluti
colori
danze
animali
ricette
feste
famiglie
abitudini
modi per conoscersi
Il progetto è suddiviso in 10 unità di apprendimento della durata di due ore circa che
prevedono uno stimolo iniziale (l’incontro con Teddy o l’arrivo di una sua lettera) un
momento di confronto e conversazione che favorisca l’apprendimento della lingua inglese
e l’approccio con altre lingue e un’attività pratica.
Le lingue verranno valorizzate attraverso momenti che prevedano scambi di saluti, facili
informazioni, momenti musicali e giochi.
Si prevede infatti l’utilizzo di linguaggi diversi: ludici, grafico pittorici, mimico-gestuali,
verbali, musicali…
La memorizzazione dei vocaboli e l’incontro con alfabeti diversi saranno favoriti dall’uso di
“flash-cards”, di strumenti audiovisivi e dalla realizzazione da parte degli alunni stessi di
cartelloni .
Ogni viaggio proposto è corredato da materiale prodotto dai mediatori culturali che hanno
collaborato alla realizzazione del progetto con traduzioni, pronuncia di termini, informazioni
generali su usi e costumi dei vari paesi.
Una ricetta modificabile
Abbiamo inteso questo progetto come estremamente flessibile e modificabile dagli
insegnanti che intendano adattarlo meglio alla realtà nella quale operano.
Sarà possibile infatti soffermarsi per più tempo su un tema o un paese in particolare per
approfondirne la conoscenza, ma anche scegliere di valorizzare solo alcune lingue oltre
all’inglese.
I tempi potranno essere ampliati o ridotti, le proposte adeguate alle risorse, i temi collegati
a specifiche esigenze del curricolo.
4
Le famiglie e i mediatori
E’ possibile, anzi è auspicabile, che alcuni momenti vengano vissuti coinvolgendo
direttamente le famiglie sia italiane che straniere.
Perché non invitare i genitori perché ci mostrino la realizzazione di una ricetta, se non una
danza o un gioco?
E’ un bel modo per farli sentire partecipi e importanti.
Anche i mediatori sono una risorsa insostituibile per approfondire la conoscenza di culture
altre: sono i nostri “ costruttori di ponti, saltatori di muri…” ed hanno le competenze
necessarie per valorizzare il nostro viaggio.
5
PER BAMBINI DELLE CLASSI 1°, 2°, 3° ELEMENTARE.
Nel primo incontro si avrà la presentazione del personaggio Teddy attraverso la lettura di
una letterina in inglese. Questa arriverà con un orsetto di peluche (Teddy appunto) che
narrerà la sua storia. E’ consigliabile partire da una prima lettura in inglese seguita da un
tentativo di spiegazione da parte dei bambini prima della traduzione vera e propria della
letterina. I bambini dovranno sapere che l’orsetto, che gira il mondo col suo trenino , parla
inglese perché viene dall’Inghilterra e perché questa è una lingua con cui si può
comunicare in tutto il mondo. Ad ogni incontro Teddy racconterà dell’ultimo Paese da lui
visitato. Si consiglia l’utilizzo di un planisfero e di un cartellone a forma di treno,in modo
che i bambini possano visualizzare le tappe del viaggio ed attaccare su ogni vagone ciò
che imparano da ogni viaggio di Teddy, i nuovi vocaboli inglesi e nelle altre lingue
incontrate.
PER I BAMBINI DELLE CLASSI 4° E 5° ELEMENTARE.
Il personaggio Teddy è per i bambini più grandi non sarà un orsetto bensì un bambino
inglese della loro stessa età che sta viaggiando per il mondo. Teddy comunicherà con la
classe per corrispondenza. Durante il primo incontro l’insegnante leggerà la lettera di
Teddy e chiederà ai bambini cos’ hanno capito e se vogliono rispondere a questo nuovo
amico. Successivamente ogni bambini scriverà la propria lettera di presentazione.
E’ consigliabile la costruzione di un cartellone con le foto dei bambini e la loro letterina.
PRIMO INCONTRO
VIAGGIO IN ITALIA
Tema:
ACCOGLIERE A
SCUOLA
SECONDO INCONTRO
TERZO INCONTRO
VIAGGIO IN ITALIA
VIAGGIO IN CINA
Tema:
Tema:
CONOSCERE SE
SETTIMO
INCONTRO
I
COLORI
QUARTO
INCONTRO
STESSI
E GLI
VIAGGIO
IN AFRICA
VIAGGIO
IN- INDIA
ALTRI
LE AZIONI
QUINTO INCONTRO
SUB-SAHARIANA
Tema:
QUOTIDIANE.
VIGGIO IN MAROCCO
Tema:
GLI ANIMALI.
Tema:
LE FESTIVITÀ ED IL
SESTO INCONTRO
CIBO.
OTTAVO INCONTROILTRAVESTIMENTO
VIAGGIO IN RUSSIA
VIAGGIO IN ALBANIA
Tema:
Tema:
IL CORPO
LA FAMIGLIA
.
6
PRIMO INCONTRO
Il primo viaggio del nostro amico Teddy si svolgerà nel nostro Paese, in Italia. Qui di
seguito potrete trovare le lettere di presentazione del nostro amico.
LETTERA DELL’ORSETTO TEDDY.
Hello! I’m Teddy the bear.
I come from England.
I’m visiting Italy.
What’s your name?
Love,Teddy.
LETTERA DEL BAMBINO TEDDY.
Hello!I’m an English child and my name is Teddy. I’m 10 years old and I’m visiting Italy.
Would you like to be my friends? What’s your name?
Love,Teddy
PROPOSTE DI ATTIVITÀ DOPO IL PRIMO INCONTRO CON TEDDY
VOCABOLARIO
LINGUAGGIO ATTIVO:
hello- I’m- my name is- I’m 10 years old – I come from- what’s your name
LINGUAGGIO RICETTIVO:
English child- I’m visiting- would you like to be my friendsMATERIALI:
Primo ciclo:
orsetto di peluche,letterina,cartoncini,forbici,colori ,palla.
Secondo ciclo:
letterina,cartoncini,forbici,colori,fotografie dei bambini.
7
GIOCHI & C.
Per conoscersi meglio i bambini si mettono in cerchio con l’insegnante al centro;
quest’ultima lancia loro la palla chiedendo “what’s your name?” e riprendendola indietro.
In un secondo momento i bambini si lanceranno la palla da soli rispondendosi a vicenda.
Per integrare ed introdurre il discorso delle altre culture e lingue può essere interessante la
costruzione di un cartellone con i diversi saluti del mondo:
inglese
francese
arabo
spagnolo
hello
salut
Assalum alaika
hola
In culture diverse dalla nostra i nomi propri di persona hanno significati importanti;
l’insegnante può chiedere ai bambini di informarsi sul significato del proprio nome.
Successivamente si confronteranno i diversi significati dei nomi italiani e stranieri.
SECONDO INCONTRO
LETTERA DELL’ORSETTO TEDDY.
Hello my friends!
What are you doing? Are you at school?
In my country I wake up at 8 o’ clock, I go to school at 8:45 and in the afternoon I play with
my friends. After supper I go to bed at 9:30.
And what is you day like?
With love,
Teddy
LETTERA DEL BAMBINO TEDDY.
Hello my friends!
How are you? And what are you doing? Are you at school?
Usually when I am at home I wake up at 8 o’ clock, I have breakfast and then I go to
school at 8:45.
I have dinner at 1:00 a.m. and in the afternoon I do my homework and I sometimes play
with my friends. At 5:00 0’ clock I have tea, and then at 7:30 I have supper with my
parents. At 9:30 I usually go to bed.
And what is your day like?
Love,Teddy.
8
PROPOSTE DI ATTIVITA’ DOPO IL SECONDO INCONTRO CON TEDDY.
VOCABOLARIO
LINGUAGGIO ATTIVO:
Primo ciclo:
Wake up at – go to school – play with friends- go to bed
Secondo ciclo:
wake up at- have breakfast-go to school- have dinner- do homework- have teahave supper-go to bed
LINGUAGGIO RICETTIVO:
Primo ciclo:
What are you doing?- are you at school?- parents-what is your day like?
Secondo ciclo:
How are you?-What are you doing_ are you at school- what is your day like?
MATERIALI:
Primo ciclo:
orsetto di peluche, letterina, cartoncini, forbici, colori, flashcards.
Secondo ciclo:
letterina, cartoncini, forbici, colori, un orologio.
9
GIOCHI & C.
Per i più piccoli un gioco interessante è quello delle azioni quotidiane. Questo gioco ha
come scopo quello di far capire ai bambini che ogni persona compie all’incirca le stesse
azioni nell’arco della giornata e favorire quindi l’integrazione.
I bambini elencano attività comuni come:
- dormire
- alzarsi
- andare a scuola
- giocare con gli amici
e la drammatizzano, mimandole e chiedendo ai compagni di indovinarle.
Un passo successivo è quello di tradurre le attività nella lingua inglese, per cui:
- sleep
- wake up
- go to school
- play with friends
e continuare il gioco del mimo.
In alternativa l’insegnante può fare uso di flash cards ed utilizzarle come sostituto del
mimo.
Per consolidare maggiormente le azioni i bambini possono disegnare su dei cartoncini le
azioni e successivamente incollarle sul quaderno o su di un cartellone in ordine di tempo.
Per i più grandi il gioco si può trasformare un po’, per confluire sulla riflessione delle vite
diverse in Paesi diversi. A questo proposito si può costruire un cartellone con esempi di
vita di bambini in Paesi diversi che hanno orari diversi dai nostri.
Per esempio:
PAESE
argentina
russia
marocco
SVEGLIA
7,30
7,00
6,30
SCUOLA
8,00
8,00
8,00
PRANZO
13,00
A scuola
12,30
MERENDA
17,00
A scuola
16,00
CENA
21,00
20,00
20,00
DORMIRE
23,00
22,00
22,00
Un consiglio è quello di costruire un orologio di cartone da utilizzare con le vignette
o sul cartellone per rendere maggiormente l’idea degli orari.
10
TERZO INCONTRO
LETTERA DELL’ORSETTO TEDDY
Hello my friends!
I am visiting a very beautiful country: I am in China!
All is funny and coloured here.
What is your favourite colour?
Kisses
Teddy
LETTERA DEL BAMBINO TEDDY
Hello friends!
How are you?
Now I am visiting China! All is wonderful here...!
My friend Hay Tao has given me a present: a picture with a red dragon that is a lucky
charm! It is very beautiful and I like it very much because red is my favourite colour.
And what is your favourite colour?
Bye-bye
Teddy
11
PROPOSTE DI ATTIVITÀ DOPO IL TERZO INCONTRO CON TEDDY
VOCABOLARIO
LINGUAGGIO ATTIVO:
Primo ciclo:
What is your favourite colour-my favourite colour is: white, black, red,
green, yellow, blue, brown
Secondo ciclo:
What is your favourite colour-my favourite colour is...-have you got a
personal lucky charm
LINGUAGGIO RICETTIVO:
Primo ciclo:
I am visiting China
Secondo ciclo:
It’s wonderful- a present-a red dragon
MATERIALI:
Primo ciclo:
orsetto di peluche, letterina, cartoncini, forbici, colori , flashcards.
Secondo ciclo:
letterina, cartoncini, forbici, colori.
12
GIOCHI & C.
Per prima cosa i colori vanno fissati nella memoria dei bambini ,utilissime a questo scopo
sono le flashcards :l’insegnante mostrando il colore chiede:”what color is this?” ed i
bambini risponderanno in coro. Il passo successivo sarà quello di chiedere ai bambini di
toccare un oggetto del colore indicato sulla flashcard dicendo:”touch somethig…”
Per entrambi i cicli un gioco consigliato con cui i bambini solitamente si divertono molto è
quello di “strega comanda colori”;al posto della formula italiana “strega comanda colori
comanda…” è necessario usare la variante in lingua Inglese”the whitch says…”
aggiungendo il nome del colore.
Riprendendo la letterina dei bambini più grandi circa il regalo che riceve Teddy dal suo
amico si può provare a costruire un drago rosso di cartone, spiegando anche ai bambini il
significato di esso nella cultura cinese.
Importantissime sono le traduzioni dei nomi dei colori nelle varie lingue, che possono
permettere una drammatizzazione ed uno scambio bellissimo di informazioni e di cultura
(a questo riguardo andare nella parte delle traduzioni dei mediatori per avere informazioni
più dettagliate)
I colori assumono significati diversi a seconda delle culture; risulta quindi utile un piccolo
prontuario con tutte queste curiosità che i bambini possono scoprire attraverso la lettura.
Successivamente possono realizzare vignette o cartelloni con le informazioni ricevute.
13
QUARTO INCONTRO
LETTERA DELL’ORSETTO TEDDY
Hello friends!
Today I am in a Country called India. Do you know it?
It is a beautiful place where I have found some new friends: Tommy is an elephant and
there are other animals as tigers, snakes, crocodiles... and you, have you got some
animal-friends?
Kisses
Teddy
LETTERA DEL BAMBINO TEDDY
Hi my friends! How are you?
Here in India all is wonderful and interesting : I have met many strange animals... do you
know how a tiger is? And a snake? A crocodile, a monkey?!?
Are very different from dog, cat, chiken, horses and so on, aren’t they?
Tell me what animal have you got at home or only what is your favorite one.
Greetings from India
Teddy
PROPOSTE DI ATTIVITÀ DOPO IL QUARTO INCONTRO CON TEDDY
VOCABOLARIO
LINGUAGGIO ATTIVO:
Primo ciclo:
Animals: cat, dog, chiken, horse...
Pets-my favorite pet is..-I have a pet
Secondo ciclo:
In Italy there are dog, cats, chiken...-my favorite pet is..LINGUAGGIO RICETTIVO:
Primo ciclo:
Do you know it?-Have you got some friends?-elephant, snake, tiger...
Secondo ciclo:
Do you know how a tiger is...
MATERIALI:
Primo ciclo:
orsetto ed elefantino di peluche, letterina, cartoncini, forbici, colori,
flashcards.
Secondo ciclo:
letterina, cartoncini, forbici, colori, immagini di ambienti e animali, libri.
14
GIOCHI & C.
L’attività più indicata per questa unità è sicuramente quella della drammatizzazione;
l’utilizzo di un peluches che rappresenti l’amico Tommy renderà i bambini più partecipi
della situazione! Potranno così imitarlo in un percorso creato apposta per loro in classe
dall’insegnante. Non occorre molto:se la palestra è utilizzabile si possono usare i tappetini
per formare una “strada” dove i bambini imiteranno gli animali, al contrario lo stesso
percorso si potrà fare in classe con un po’ meno energia…!
Anche gli altri animali nominati nella lettera possono essere imitati: tigri, serpenti,
coccodrilli, scimmie e quelli comuni dell’Italia come cani, gatti, galline, cavalli…
Importante è l’approfondimento sul significato della figura di determinati animali nelle
culture diverse dalla nostra:a questo proposito rimando alle schede di approfondimento
culturale alla fine del progetto.
Per i più grandi il tema degli animali si collega a geografia e a scienze, discipline che
possono illustrare e farci comprendere l’habitat e la vita di questi esseri: I bambini
potranno scegliere un animale e fare una ricerca di approfondimento su di esso.
15
QUINTO INCONTRO
LETTERA DELL’ORSETTO TEDDY
Marocco is a fantastic place! A friend of mine, Mustafà, Gave me mint tea... it was great!
In England we drink tea every day at five o’clock but is very different from that one
because is lemon savour!
Do you like tea? Do you know how to make tea?
Kisses
Teddy
LETTERA DEL BAMBINO TEDDY
Hello italian friends!
Do you know where Marocco is?
Not so far away but it is very different from Italy and also very beautiful! You know,I have
eaten cous-cous... It was really fantastic! Have you ever eaten it? And what about khobz?
It is a sort of bread... do you know it?
What is your favourite plate? Do you know how to make it?
Love,
Teddy.
16
PROPOSTE DI ATTIVITA’ DOPO IL QUINTO INCONTRO CON TEDDY
LINGUAGGIO ATTIVO:
VOCABOLARIO
Primo ciclo:
I love tea-I prefer milk-I like tea with lemon-with milk
Secondo ciclo:
I have eaten cous cous-I have never eaten it-My favourite plate is...
LINGUAGGIO RICETTIVO:
Primo ciclo:
A friend of mine-mint teaSecondo ciclo:
Do you know where M. is?-have you ever eaten it-what about..-It is a sort of...
MATERIALI:
Primo ciclo:
letterina,cartoncini, forbici, colori , flashcards, ricette, immagini di pietanze,
materiale per cucinare.
Secondo ciclo:
letterina,cartoncini, forbici, colori , flashcards, ricette, immagini di pietanze,
materiale per cucinare.
17
GIOCHI & C.
Diverse possono essere le attività connesse all’argomento del cibo:si possono fare
cartelloni di ogni tipo,ricerche individuali etc…
Sicuramente l’attività più indicata è quella del cucinare in classe alimenti tipici marocchini
come il cous cous, oppure fare una festa multiculturale in cui ogni bambino porta un piatto
tipico del proprio Paese d’origine e confrontarlo e mangiarlo tutti insieme. In questo modo
si potrebbe avere anche la partecipazione importantissima dei genitori o di un mediatore,
che potrebbero spiegare le origini dei piatti, alcune curiosità etc…
18
SESTO INCONTRO
LETTERA DELL’ORSETTO/BAMBINO TEDDY
Hello my friends!
Do you know where Russia is? Today I am in Russia with some friends of mine! They have
helped me doing gymnastc because during my last travel I have eaten too much ...!!!
Do you like gymnastic?
Do you know the English names of the parts of your body?
See you soon, kisses
Teddy
PROPOSTE DI ATTIVITÀ DOPO IL SESTO INCONTRO CON TEDDY
VOCABOLARIO
LINGUAGGIO ATTIVO:
Primo/secondo ciclo:
I like/I don’t like doing gym-parts of the body
LINGUAGGIO RICETTIVO:
Primo/secondo ciclo:
gymnastic-I have eaten so much-see you soon
MATERIALI:
Primo /secondo ciclo:
letterina, cartoncini, forbici, colori, flashcards, cartelloni indicanti le
parti del corpo coi relativi nomi.
19
GIOCHI & C.
Riguardo al corpo ed alla ginnastica si possono fare centinaia di proposte a chi è disposto
ad utilizzare un ambiente come quello della palestra della scuola dove i bambini possono
divertirsi moltissimo.
Utile è senza dubbio la costruzione di un cartellone con le parti del corpo ed i relativi nomi
anche magari in diverse traduzioni.
20
SETTIMO INCONTRO
LETTERA DELL’ORSETTO TEDDY
Hello friend!
How are you? Today I am in the Sub-Saharian Africa, it is really beautiful!
Here people make strange rituals dancing with the sound of percussion and wearing
masks...
In England we wear masks only for Halloween’s day!
And you? Have you got a day in your culture in which you wear a mask?
Kisses
Teddy
LETTERA DEL BAMBINO TEDDY
Hello children!
Do you know where Africa is? Well, I am in Sub-Saharian Africa! It’s really fantastic!
When I arrived into the village of a friend of mine, the people made a ritual for me. They
were wearing strange masks and danced with the sound of percussion... It was great!
In England we dress up in a strange way for Halloween day... like ghost, skeleton or
witches...!
And you? Have you got in your culture a day in which you dress up yourself in a strange
manner?
Kisses
Teddy
21
PROPOSTE DI ATTIVITÀ DOPO IL SETTIMO INCONTRO CON TEDDY
VOCABOLARIO
LINGUAGGIO ATTIVO:
Primo ciclo:
I dress myself like... in Carnevale’s day-I dress myself like a ghost/a
whitch/a skeleton for Halloween’s day
Secondo ciclo:
I dress myself like... in Carnevale’s day-I dress myself like a ghost/a
whitch/a skeleton for Halloween’s day
LINGUAGGIO RICETTIVO:
Primo ciclo:
Rituals-masksSecondo ciclo:
Rituals-masks-sound of percussion-ghost-witch-skeleton
MATERIALI:
Primo ciclo:
orsetto di peluche, letterina, cartoncini, forbici, colori , flashcards.
Secondo ciclo:
letterina, cartoncini, forbici, colori.
22
GIOCHI & C.
I rituali di danze africane con le maschere possono essere mimati dai bambini con l’aiuto
di un mediatore, o con l’ausilio di un video etc… Dopo aver parlato del significato di alcune
maschere africane i bambini possono costruirne alcune a loro piacere, anche appartenenti
alla cultura europea, e improvvisare un teatrino d’incontro delle diverse culture.
Questo incontro andrebbe svolto vicino alla data del carnevale, in questo modo i bambini
potrebbero arrivare a scuola travestiti ed illustrare il significato dei loro travestimenti.
Halloween è un’altra festa menzionata da Teddy, festa che ormai sta prendendo un posto
preciso anche nella nostra cultura;per creare l’atmosfera tipica di questa festa non
occorrono altro che un paio di zucche con occhi, naso e bocca illuminate da una piccola
candela e qualche storiella strana da raccontare ai bambini a luci spente, magari proprio
sull’origine di questa festa.
Sul tema delle feste non si può certo dimenticare quella del compleanno:illustriamo ai
bambini come si festeggiano i compleanni nel mondo e, perché no, facciamo una festa per
il nostro amico Teddy!
Cartoncini e colori ci serviranno per fargli un sacco di regali e di dolcetti!
Naturalmente non può mancare la canzoncina:
Happy birthday to you,
Happy birthday to you,
Happy birthday dear Teddy,
Happy birthday to
23
OTTAVO INCONTRO
LETTERA DELL’ORSETTO / BAMBINO TEDDY
Hi children!
Today I am in Albania!
What a beautiful country! People are very kind... A family has given me a place where I
can sleep and also food!
Their name are:... which is the mother,... which is the father and... And... which are their
sons.
And how is you family? What are the names of your parents?
You know, I miss my mummy very much... I think it’s time to go home now for me!
I hope you enjoyed my stories...!
See you soon
I love you,
Teddy
PROPOSTE DI ATTIVITÀ DOPO L’OTTAVO INCONTRO CON TEDDY
VOCABOLARIO
LINGUAGGIO ATTIVO:
Primo-secondo ciclo:
My mum’s name is...-my daddy’s name is...-my brother's name is...LINGUAGGIO RICETTIVO:
Primo-secondo ciclo:
Kind-sleep-food
MATERIALI:
Primo ciclo:
letterina, cartoncini, forbici, colori, flashcards.
Secondo ciclo:
letterina, cartoncini, forbici, colori.
24
GIOCHI & C.
In questa ultima unità i bambini dovrebbero parlare della loro famiglia e l’insegnante
dovrebbe raccontare come sono quelle del mondo.
I più piccoli potrebbero fare il disegno della propria famiglia ed i più grandi potrebbero fare
anche un’indagine allargata ad altre classi.
Sarebbe utile, oltre all’intervento di un mediatore, l’intervento di alcuni genitori che
raccontino la loro giornata e com’è strutturata la loro famiglia.
25
MEDIATORE:
Amancay Casas
PAESE D’ORIGINE:
Argentina
1- I SALUTI
ciao
benvenuto
arrivederci
TRADUZIONE
hola
bienvenido
Hasta luego
PRONUNCIA
ola
bienvenido
Asta luego
2-ABITUDINI SCOLASTICHE, PASTI
I BAMBINI SI SVEGLIANO ALLE H.: 7,30
PRANZO: 13
MERENDA: 17
CENA: 21. D’estate anche alle 22
LA SCUOLA:NOTIZIE ED INFORMAZIONI:
La scuola è uguale a quella italiana nelle città, invece le scuole di campagna presentano
caratteristiche molto speciali. In campagna o sulle montagne ci sono poche scuole, di
solito posizionate in posti isolati e lontani dalle città, dove si impara in classi uniche che
riuniscono bambini e ragazzi dei dintorni in modo indifferenziato. Gli allievi alle volte
devono fare molti chilometri per arrivare e molti di loro arrivano a cavallo o montando un
asinello.
La maestra prepara loro la prima colazione perché a casa molti non hanno avuto la
possibilità di farla. Non ci sono i computer ne internet e scarseggiano i materiali didattici.
Nelle città e nei paesi più grandi invece, le classi sono molto simili alle nostre. I bambini
portano un grembiulino bianco che serve ad uniformare tutti per non fare distinzioni
secondo il tipo di vestiti indossati.
Le ricreazioni sono di 15 minuti fra materia e materia, così i bambini si sgranchiscono le
gambe e sfogano la loro vivacità.
All’inizio della giornata scolastica si procede ad innalzare la bandiera e tutti cantano l’inno
alla bandiera. A fine giornata, si fa calare la bandiera e ordinati per file si esce da scuola.
26
3-I COLORI
bianco
nero
Rosso
Verde
Giallo
Blu
marrone
TRADUZIONE
blanco
negro
rojo
verde
amarillo
azul
marrón
PRONUNCIA
blanco
negro
rojo
verde
amarilio
asul
marron
EVENTUALI SIGNIFICATI DEI COLORI NELLA CULTURA:
Blanco: purezza
Negro: lutto
4-GLI ANIMALI
Cane
Gatto leone
Pesce
Aquila
Topo
Pinguino
Elefante
Panda
Cammello
Scimmia
mucca
TRADUZIONE
perro
Gato león
Pez
Aguila
Ratón
Pinguino
Elefante
Panda
Camello
Mono
Vaca
PRONUNCIA
perro
Gato león
Pes
Aguila
raton
Pinguino (si pronuncia la u)
elefante
panda
camelio
mono
vaca
EVENTUALE SIGNIFICATO DI ALCUNI ANIMALI NELLA CULTURA:
Cane = fedeltà
Gatto = tradimento
27
5-IL CIBO
RICETTA FACILE DA REALIZZARE A SCUOLA COI BAMBINI:
Alfajores de dulce de leche
Ingredienti:
200 gr di burro
150 gr di zucchero
3 tuorli d’uovo
300 gr di maizena
200 gr di farina
½ cucchiaino di bicarbonato di sodio
2 cucchiaini di polvere lievitante
scorza grattugiata di mezzo limone
essenza di vaniglia
250 gr di dulce de leche (specie di mu che si può trovare nelle drogherie bene fornite
anche con prodotti provenienti da altre parti del mondo)
un po’ di cocco grattugiato.
Preparazione:
si mescola il burro con lo zucchero fino che diventa una crema. Si aggiungono i tuorli uno
a uno.
A parte si mescola la farina con la maizena, il bicarbonato e la polvere lievitante. Si
aggiungono man mano alla crema di burro e zucchero. Poi si aggiunge la essenza di
vaniglia e la scorza di limone. Mescolare molto bene e impastare, dopo aver fatto riposare
l’impasto per 15 minuti, sul tavolo precedentemente infarinato spianare l’impasto
lasciandolo con uno spessore di ½ cm. Procedere a tagliare dei dischetti con un
bicchiere o un piattino. Posizionarli su di una teglia imburrata e cuocerli a forno moderato
non lasciando che prendano colore.
Lasciarli raffreddare e unire uno all’altro con il dulce de leche.
Spalmare dulce de leche sui bordi e poi rotolarli sul cocco grattuggiato.
PIATTI TIPICI:
Empanadas: fagottini ripieni di carne con uvetta passa, olive, cipolla, cumino, ecc. Si
mangiano prendendoli in mano.
Asado: carne arrosta. Uso diffusissimo soprattutto in campagna dove si usa arrostire interi
animali.
Si mangiano anche le interiora.
Arroz con leche: dolce fatto con riso bollito in latte con zucchero e cannella.
NOMI DI INGREDIENTI PARTICOLARI:
chimichurri: acqua bollita con sale grossa, peperoncino, aglio, prezzemolo, che serve per
condire la carne.
28
6-IL CORPO
Testa
Mani
Gambe
Piedi
Occhi
Naso
bocca
TRADUZIONE
cabeza
manos
piernas
pies
ojos
nariz
boca
PRONUNCIA
cabesa
manos
piernas
pies
ojos
naris
boca
DANZA TIPICA DEL PAESE D’ORIGINE:
tango. È il ballo cittadino. I restanti appartengono al folklore.
malambo
chacarera
zamba
7-LE FESTIVITA’
IL COMPLEANNO:COME SI FESTEGGIA:
Solitamente si invitano tutti i compagni di scuola più tutti i cuginetti e amici del quartiere ad
una bella festa che a luogo in casa propria. La mamma fa tutto da sé: torta, panini,
dolcetti, ecc. Anche gli addobbi con l’aiuto di altri familiari. La festa dura dall’ora della
merenda fino a sera. A cena rimangono i familiari. Si spengono le candeline, si canta e si
gioca. I giochi di solito sono organizzati e la mamma da le indicazioni ai bambini.
ALTRE FESTE TIPICHE:
25 di maggio: nel 1810 si costituisce la prima Giunta del governo patrio nel Cabildo di
Buenos Aires, la capitale della Argentina.
9 di Luglio: nel 1816 a Tucumán, si proclama il giorno dell’Indipendenza dalla Spagna, e si
costituiscono le province unite del Rio de La Plata.
TRAVESTIMENTI-MASCHERE :
A carnevale si usa travestirsi con fantasia. Le maschere sono usate soprattutto nelle
province del Nord dove ritroviamo influenze pagane provenienti dalle etnie indigeni. Invece
nelle grandi città i costumi rispecchiano personaggi famosi, simpatici, comici, televisivi,
ecc.
29
8-LA FAMIGLIA
Mamma
Papà
Fratello
sorella
TRADUZIONE
mamá
papá
hermano
hermana
PRONUNCIA
mama
papa
ermano
ermana
NOTIZIE SULLA FAMIGLIA:
La famiglia è molto unita. Generalmente le mamme hanno da tre a più figli. Le mamme di
solito sono molto giovani. Le madri possono essere ancora adolescenti. A trent’anni molte
mamme sono già nonne. I figli più piccoli sono accuditi anche dai fratelli e sorelle più
grandi.
Tutti si aiutano a vicenda e hanno compiti per una riuscita organizzazione familiare.
I nonni sono molto presenti e considerati con rispetto e affetto da tutti. Ci si ritrova con zii,
cugini ed altri familiari per festeggiare le ricorrenze principali.
30
MEDIATORE:
Topalova Albina
PAESE D’ORIGINE:
Moldavia
1-I SALUTI
ciao
benvenuto
arrivederci
TRADUZIONE
noroc
bine aţi venit
la revedere
PRONUNCIA
norok
bine atsi venit
la revedere
2-ABITUDINI SCOLASTICHE, PASTI
I BAMBINI SI SVEGLIANO ALLE H.: 7.00
Pasti: non ci sono orari stabiliti e fissi. tutto è molto flessibile.
LA SCUOLA:NOTIZIE ED INFORMAZIONI:
La scuola è multinazionale.
Le regole più precise e severe.
Se si arriva in ritardo le porte della scuola sono chiuse e non si può entrare.
In molte scuole prima di iniziare le lezioni si fa ginnastica tutti insieme nel piazzale.
Nello stesso edificio ci sono tutte le classi, dalla prima elementare fino alla quinta
superiore.
Le lezioni di ginnastica sono 2 volte alla settimana e alla fine di ogni trimestre per avere le
votazioni sufficienti si devono superare varie prove come fare un percorso in un
determinato tempo etc… .
Si da più attenzione alle materie e meno alla personalità dei bambini.
3-I COLORI
bianco
nero
Rosso
Verde
Giallo
Blu
Marrone
TRADUZIONE
alb
negru
roşi
verde
galben
albastru închis
cafeniu
31
PRONUNCIA
alb
negru
roshi
verde
galben
albastru inkis
cafeniu
EVENTUALI SIGNIFICATI DEI COLORI NELLA CULTURA:
non si possono regalare fiori gialli, hanno significato di addio.
4-GLI ANIMALI
Cane
Gatto leone
Pesce
Aquila
Topo
Pinguino
Elefante
Panda
Cammello
Scimmia
mucca
TRADUZIONE
cîne
Mîţa, leo
peşte
corb
şoarice
pinguin
elefant
PRONUNCIA
kine
mitsa, leo
peshte
corb
shoarice
pinguin
elefant
cămilă
mainuza
vacă
EVENTUALE SIGNIFICATO DI ALCUNI ANIMALI NELLA CULTURA:
5-IL CIBO
RICETTA FACILE DA REALIZZARE A SCUOLA COI BAMBINI:
PIATTI TIPICI: la polenta, mititei ( la polpetta di forma un po’ allungata), sarmali (involtini di
verza o di foglie di uva con il ripieno di roso con la carne), placinte (tipo erbazzone ripieno
di formaggio di pecora o ricotta con erbe, oppure con le patate, oppure con la verza o con
la zucca), zama (zuppa con il brodo di carne con le tagliatelle fatte in casa)
NOMI DI INGRADIENTI PARTICOLARI: Trandafir (le fogli di rosa), cimbur, marari(le foglie
di finocchio), macrisci (acetosa).
32
6-IL CORPO
Testa
Mani
Gambe
Piedi
Occhi
Naso
bocca
TRADUZIONE
cap
mîni
picioare
tăipi
ocii
nasul
gura
PRONUNCIA
cap
mini
picioare
teipi
ochii
nasul
gura
DANZA TIPICA DEL PAESE D’ORIGINE:
hora (la danza che si balla in cerchio tenendosi per mano)
mărunzica (marunzica) in copia
7-LE FESTIVITA’
ALTRE FESTE TIPICHE:
La festa di primavera – MARTISCIOR.
Si festeggia con l’ arrivo della primavera. C’è una vecchia leggenda che dice:
C’era una volta un inverno brutto,vecchio e cattivo che non voleva dare il posto alla
primavera.
Così fu guerra tra la primavera e l’inverno.
Ma la Primavera riuscì a vincere, anche se fu ferita e una goccia di sangue cadde sulla
neve.
Ogni anno nel mese di marzo per festeggiare la primavera tutti portano dalla parte sinistra
vicino al cuore due fili: un rosso e uno bianco per ricordare questa leggenda.
TRAVESTIMENTI-MASCHERE :
Per natale: Babbo natale con la nipotina (la nipotina fatta di ghiaccio)
La strega
La capra
33
8-LA FAMIGLIA
Mamma
Papà
Fratello
sorella
TRADUZIONE
mama
tata
fratele
sora
34
PRONUNCIA
mama
tata
fratele
sora
MEDIATORE:
SVETLANA EROKHINA
СВЕТЛАНА ЕРОХИНА
PAESE D’ORIGINE:
RUSSIA
РОССИЯ
FEDERAZIONE RUSSA
Nuovo ordinamento politico-statale sul territorio dell’ex URSS.
Bandiera della Federazione Russa
Interpretazione dei colori della
bandiera(non ufficiale):
bianco – pace, purezza, perfezione; azzurro – fede, fedeltà, costanza; rosso – energia,
forza, sangue versato per la Patria.
Lo stemma della Federazione Russa
Curiosità perché l’aquila ha due teste che guardano nelle direzione opposte?
per tenere sotto il controllo sia l’est che l’ovest.
Fine del 1991 – disgregazione dell’URSS.
Si formano gli stati indipendenti.
Formazione di CSI (Comunità degli Stati Indipendenti): paesi Baltici – no.
Lo scopo di CSI:ricostruire,ristabilire nelle nuovi condizioni i legami
economici, storico-culturali e politica comune della difesa.
35
Le frontiere degli stati della CSI sono abbastanza convenzionali(ma non si
può fere revisione unilaterale).
RUSSIA: 77% di territorio e 54% di popolazione della CSI.
Repubblica presidenziale.
89 soggetti della Federazione fanno parte della Russia: 21 repubblica,
10 distretti autonomi, 1regione autonoma, 2 città dell’importanza federale, 6
territori(krai) e 49 regioni.
Secondo il trattato Federale (marzo 1992) una parte dei pieni poteri delle
repubbliche (18) passa agli organi federali della Russia (Tatarstan e
Bashkortostan – non l’hanno firmato).
2- I SALUTI
ciao
benvenuto
arrivederci
TRADUZIONE
привет
PRONUNCIA
priviet
добро
пожаловать
до свидания
dabro pazhalavat’
da svidaniya
TRASLITTERAZIONE
“e” iotizzata –“ie” in
“ieri”,quando porta
accento tonico.
Negli altri casi tende
ridursi ad “i”.
“zh” = la”j” in “jour”
“s” si pronuncia come
“s“ nella parola stella
“ya”- sempre
iotizzata, quando
porta accento tonico.
Come “ia”in “piano”.
Negli altri casi tende
ridursi ad “i”.
Incontro tra Teddy e orsetto russo Мишка Mishka
Mi chiamo Teddy, e tu?
Mi chiam Mishka
Molto piacere!
Come va?
Bene.
Меня зовут Teddy,а
тебя?
Меня зовут Мишка.
Очень приятно!
Как дела?
Хорошо.
“sh” = “ш” è più dura della “sc” italiana nella parola “lasciare”,
“ch” = ч è sempre dolce. Come la “c” nella parola “cena”
“kh” = х è come la “c” toscana nella parola “casa”
36
Minya zavut Teddy, a
tibya?
Minya zavut Мишка
Ochen’ priyatna!
Kak dela?
Kharasho.
2-ABITUDINI SCOLASTICHE, PASTI
I BAMBINI SI SVEGLIANO ALLE H.:di solito alle 07.00. Dipende com’è lontana la scuola.
Gli scuolabus negli grandi città non esistono. Bambini vanno accompagnati dai
genitori/nonni o usano i mezzi pubblici. Ma di solito ogni quartiere ha la scuola, perciò è
facilmente raggiungibile a piedi. In campagna di solito a scuola si va a piedi.
La colazione: tè, caffelatte, panini, biscotti e anche каша kasha (pappa), суп sup
(zuppa, minestra): dipende dalle tradizioni famigliari.
PRANZO: Due possibilità: la mensa scolastica o a casa.
I primi: борщ borshch “sh”- è più dura della “sc” italiana nella parola “lasciare”, ”ch”è
empre dolce. Come la “c” nella parola “cena”, sup.
I secondi: carne, pesce, polpette ; contorni: patate (purea , fritte, lesse) , макароны
makarony (tutti tipi di pasta si chiamano “makarony “y” = “ы“ , non c’è la corrispondenza
italiana di questa vocale: somiglia un po’ alla “ и“.
Bibite: tè, l’acqua, bibite, компот kampot (bevanda sulla base di frutta secca, квас 
kvas  (bevanda di pane nero fermentato)
Kvas
MERENDA:si fa a scuola, se i bambini fanno il tempo pieno. A scuola potrebbe essere gia
cibo precotto o snack, la frutta. A casa questa “regola”, direi, non esiste. Bambini se sono
a casa da soli mangiano gli snack, pryaniki (pan speziato),anche pane con burro
spalmato sopra o pane con la marmellata spalmata sopra.
Ma se ci sono i nonni, allora si mangiano bliny o piroghi.
Pryaniki
Bliny
CENA: Variazione dei secondi e bibite. Dipende dai tradizioni famigliari.
37
LA SCUOLA: NOTIZIE ED INFORMAZIONI:
L’anno scolastico comincia il 1 Settembre. Fine dell’anno scolastico – fine di Maggio. Nelle
medie e superiori per passare alla classe seguente devi sostenere gli esami.
Festività scolastiche:
Vacanze d’autunno, di capodanno, di primavera e d’estate.
L’inizio delle stagioni:primavera - 1 Marzo, l’estate - 1 Giugno, l’autunno – 1 Settembre,
l’inverno – 1 Dicembre.
Disciplina: prima che suoni campanello – sono tutti gia nelle aule. Non è permesso alzarsi
e spostarsi nell’aula durante la lezione senza il permesso. Perciò i bambini si scatenano
durante intervallo. Di solito durante la riunione dei genitori tutti i bambini vengono descritti
davanti a tutti – non ci sono i colloqui personali.
Si fanno visite ai musei, teatri, cinema, mostre.
3-I COLORI
bianco
TRADUZIONE
белый
PRONUNCIA
belyi
nero
чёрный
chiornyi
rosso
красный
krasnyi
verde
зелёный
zelionyi
giallo
жёлтый
zhioltyi
blu
синий
sinii
marrone
коричневый
karichnevyi
38
TRASLITTERAZIONE
“y” = “ы”, non c’è la corrispondenza
italiana di questa vocale: somiglia un po’
alla “и“
“i” = “i” breve
“ch” = ч, ”ch”è sempre dolce. Come la
“c” nella parola “cena”
“io” = “ё”.
Come “io” in “ione”. Porta sempre
accento tonico.
“y” = “ы”, non c’è la
corrispondenza italiana di questa vocale:
somiglia un po’ alla “и“
“s” si pronuncia come “s“ nella parola
stella
y=ы
“io” = “ё”. Come “io” in “ione”. Porta
sempre accento tonico.
“y” = “ы”, non c’è la
corrispondenza italiana di questa vocale:
somiglia un po’ alla “ и“
“io” = “ё”. Come “io” in “ione”. Porta
sempre accento tonico.
“y” = “ы”, non c’è la
corrispondenza italiana di questa vocale:
somiglia un po’ alla “и“
“s” si pronuncia come “s“ nella parola
stella
i = й, semiconsonante
“ch” = “ч”, ”ch”è sempre dolce. Come la
“c” nella parola “cena”
“y” = “ы”, non c’è la
corrispondenza italiana di questa vocale:
somiglia un po’ alla “и“
EVENTUALI SIGNIFICATI DEI COLORI NELLA CULTURA:
Rosso – bello/a - bella giovane
Rosso – principale, “красный угол” - il lato solenne (di un’izba russa, riservato a icone e
tavola)
Rosso – rosso (sostenitore dei bolshevichi)
4-GLI ANIMALI
cane
gatto
leone
pesce
TRADUZIONE
собака
кот
лев
рыба
aquila
орёл
topo
мышь
pinguino
elefante
panda
cammell
o
scimmia
пингвин
слон
панда
верблюд
PRONUNCIA TRASLITTERAZIONE
“s” si pronuncia come “s“ nella parola stella
sabaka
kot
lev
ryba
Non c’è la corrispondente italiana di questa
vocale:somiglia un po’ alla “и”, ma nella sua
pronuncia la lingua è sollevata nella parte
centrale invece che in questa anteriore
“io” = “ё”. Come “io” in “ione”. Porta sempre
ariol
accento tonico.
“sh” = “ш”.“sh” è più dura della “sc” italiana nella
mysh’
parola “lasciare”,
“y” = “ы”, non c’è la
corrispondenza italiana di questa vocale:
somiglia un po’ alla “и“
’ = ь (segno ortografico, non si pronuncia , ma
serve per “ammorbidire”consonanti)
Come la corrispettiva in italiano.
pingvin
slon
panda
yu = ю
verblyud
обезъяна
abez’yana
mucca
корова
karova
ya = я
’ = “ъ” (segno ortografico, non si pronuncia , ma
serve per “indurire”consonanti)
EVENTUALE SIGNIFICATO DI ALCUNI ANIMALI NELLA CULTURA:
Dormire come una marmotta (non un ghiro).
Capro – козёл kaziel – gioco del domino.
Orso – медведьmidvied’ una persona grossa e maldestra.
5-IL CIBO
RICETTA FACILE DA REALIZZARE A SCUOLA COI BAMBINI:
Блины bliny (crêpes).
Si mangiano con salmone affumicato,
caviale, panna acida, miele, marmellata.
O pryaniki.
39
PIATTI TIPICI:
Борщ borshch, щиshchi. “shch” = “щ” - il suono di questa lettera è più dolce e più lungo
della “sc” italiana nella parola “lasciare”.
Пельмени pel’mieni sono specie di agnolotti tipici della Siberia. Condimento – panna
acida.
NOMI DI INGRADIENTI PARTICOLARI:
Rapa rossa, aneto.
6-IL CORPO
testa
TRADUZIONE PRONUNCIA
голова
galava
mani
gambe
piedi
occhi
naso
bocca
руки
ноги
ноги
глаза
нос
рот
TRASLITTERAZIONE
“g” = “г”.Dura e sonora.
Come nella parola
“gatta”.Sempre.
ruki
nogi
nogi
glaza
nos
rot
DANZA TIPICA DEL PAESE D’ORIGINE:
Kadril’ – danza tipica russa. Esistono anche l’altri – “Barynya”, “Kalinka-malinka”,etc.
Non si può non parlare del balletto Russo.
Scena di “Lago dei cigni” di Tchaikovski.
40
7-LE FESTIVITA’
IL COMPLEANNO:COME SI FESTEGGIA:
Praticamente come in Italia.
ALTRE FESTE TIPICHE:
Festività civili:
1-2 Gennaio
Capodanno
7
Gennaio
Natale Cristiano Ortodosso
23
Febbraio
Festa della difesa della Patria
8
Marzo
Festa della Donna (Festa della mamma)
1-2 Maggio Festa del Lavoro
9
Maggio
Festa della Vittoria
12
Giugno
Giornata Nazionale (Giorno dell'Indipendenza)
4
Novembre 2005 Giorno dell'Unità (la data cambia a seconda dell'anno)
12
Dicembre Giorno della Costituzione
Festività tradizionali:
13 Gennaio - Capodanno Vecchio
Solo in Russia si usa festeggiare il capodanno per ben due volte. La prima assieme a tutto
il resto del mondo nella notte dal 31 dicembre al 1° gennaio e la seconda nella notte dal
13 al 14. Per Capodanno Vecchio non si fanno regali, non si festeggia tutta la notte e in Tv
vengono riproposte le stesse trasmissioni andate in onda la sera del 31 dicembre. Si
prepara tuttavia una cena festiva (apparecchiando la cosiddetta tavola festiva), celebrando
la ricorrenza in modo più calmo e tranquillo rispetto alla serata del 31 dicembre.
Maslenitsa (Carnevale, settimana grassa) si festeggia sette settimane prima di Pasqua e
per complessivi sette giorni.
Solo in occasione di questa bellissima ed
allegra festa russa potete essere attratti da
divertenti spettacoli per strada, grazie ai
numerosi clown presenti e agli skomorokhi
(giullari). Si possono altresì organizzare
piacevoli giri in slitta, costruire montagne
di ghiaccio, ballare, cantare, scherzare
con gli artisti, fare a palle di neve, salire
con allegria sulle giostre, partecipare a
concorsi diversi e osservare divertiti lo
scontro tra bande di ragazzi che con la
neve…si danno battaglia.
41
TRAVESTIMENTI-MASCHERE :
Le maschere non esistono, ma per le feste popolari la gente si traveste in skomorokhi o
Pietrushka (personaggio che fa ridere, ma può essere cattivo).
8-LA FAMIGLIA
mamma
papa’
fratello
sorella
TRADUZIONE
мама
папа
брат
сестра
PRONUNCIA
mama
papa
brat
sestra
NOTIZIE SULLA FAMIGLIA:
La madre viene considerata la persona più importante della famiglia. Per spiegare dovrei
brevemente raccontare tutta la storia cominciando dalla Rivoluzione d’Ottobre del 1917 .
MEDIATORE:
Fellah Abi
PAESE D’ORIGINE:
Marocco
1-I SALUTI
ciao
benvenuto
arrivederci
TRADUZIONE
‫ﺍﻟﺴﻼﻡ ﻋﻠﻴﻚ‬
‫ﻣﺮﺣﺒﺎ‬
‫ﺍﻟﻰ ﺍﻟﻠﻘﺎﺀ‬
42
PRONUNCIA
Assalamu alaika
Marhaban
Ila allikaa
2-ABITUDINI SCOLASTICHE, PASTI
I BAMBINI SI SVEGLIANO ALLE H.:6 :30
PRANZO: alle 12:30 13:00 e dipende dal periodo dell’anno
MERENDA: alle 16:00 17:00
CENA: dalle 20:00 alle 21:00
LA SCUOLA:NOTIZIE ED INFORMAZIONI:
Ci sono 2 tipi di scuole da noi. Esiste la scuola statale e esistono scuole private fino
all’ottenimento del diploma o laurea. Ovviamente i poveri frequentano le scuole statali,
mentre i ricchi quelle private. Esiste ancora da noi la scuola coranica e si frequenta prima
di accedere alle elementari. Come esistono da noi la scuola dell’infanzia, asili nidi. Negli
ultimi decenni si sono incrementate le scuole private e si è notato che anche la classe
socialmente media iscrive i propri figli in scuole private, mentre quelle statali hanno perso
totalmente credibilità da parte delle famiglie.
3-I COLORI
Bianco
Nero
Rosso
Verde
Giallo
Blu
Marrone
TRADUZIONE
‫ﺍﺑﻴﺾ‬
‫ﺍﺳﻮﺩ‬
‫ﺍﺣﻤﺮ‬
‫ﺍﺧﻀﺮ‬
‫ﺍﺻﻔﺮ‬
‫ﺍﺯﺭﻕ‬
‫ﺑﻨﻲ‬
43
PRONUNCIA
Abiad
Asswad
Ahmar
Akhdar
Assfar
Azrak
Bunny
EVENTUALI SIGNIFICATI DEI COLORI NELLA CULTURA:
il bianco è trasparenza, chiarezza e purità
il verde è pace ed è un colore che era molto usato dal profeta Mohammed
rosso è calore
il nero è considerato buio, malessere e inquietudine
giallo è inizio di prima vera e allegria e gioia.
4-GLI ANIMALI
Cane
leone
Pesce
Aquila
Topo
Pinguino
Elefante
Panda
Cammello
Scimmia
mucca
TRADUZIONE
‫ﻛﻠﺐ‬
‫ﻗﻂ ﺍﺳﺪ‬
‫ﺳﻤﻚ‬
‫ﻧﺴﺮ‬
‫ﻓﺎﺭ‬
‫ﺑﻄﺮﻳﻖ‬
‫ﻓﻴﻞ‬
‫ﺑﻨﺪﺍ‬
‫ﺟﻤﻞ‬
‫ﻗﺮﺩ‬
‫ﺑﻘﺮﺓ‬
PRONUNCIA
Kalbun
Kittun, assadun
Ssamakun
Nassrun
Filun
Jamalun
Kirdun
Bakaratun
EVENTUGNIFICATO DI ALCUNI ANIMALI NELLA CULTURA:
il cane è considerato una guardia e da molta fiducia
il gatto è tenerezza e solitudine
il topo è significato di sporcizia
pinguino da la sensazione di freddezza
cammello ha un significato di grandezza e pazienza e resistenza a difficoltà e temperatura
scimmia ha un significato comico, nella religione mussulmana, alcuni uomini disobbedienti
alle leggi di Dio sono stati trasformati da Dio in scimmie
il maiale è considerato come impuro
la gallina è considerata la sveglia
il panda viene considerato come pigrizia
5-IL CIBO
RICETTA FACILE DA REALIZZARE A SCUOLA COI BAMBINI:
le piadine marocchine
farina e poco lievito e sale
PIATTI TIPICI:
couscous
tagine
44
NOMI DI INGRADIENTI PARTICOLARI:
foglia di Mosè
pepe nero e pepe bianco
zafferano
peperoncino piccante
garofano
prezzemolo fresco
6-IL CORPO
Testa
Mani
Gambe
Piedi
Occhi
Naso
bocca
TRADUZIONE
‫ﺭﺍﺱ‬
‫ﺍﻳﺪﻱ‬
‫ﺍﺭﺟﻞ‬
‫ﻗﺪﻡ‬
‫ﻋﻴﻨﲔ‬
‫ﺍﻧﻒ‬
‫ﻓﻢ‬
PRONUNCIA
Raassun
Aydy
Arjulun
Kadamun
Aaynaini
Annfun
Famun
DANZA TIPICA DEL PAESE D’ORIGINE:
la danza del ventre
7-LE FESTIVITA’
IL COMPLEANNO:COME SI FESTEGGIA:
non tutta la gente da noi festeggia il compleanno, ed è ritenuta come ricorrenza che
appartiene ad altre culture. Ma comunque chi lo festeggia invita di solito a casa sua gli
amici intimi ed si fa una bella cena, con tanto di torta e regali
ALTRE FESTE TIPICHE:
la festa del Ramadan
la festa del Sacrificio dove si sgozza un montone. È una festa che iniziò proprio con il
Profeta Abramo quando stava per sacrificare il proprio figlio e Dio gli mando una pecora
dal cielo che fu sgozzata.
TRAVESTIMENTI-MASCHERE :
negli ultimi vent’anni da noi esiste come da voi il carnevale
45
8-LA FAMIGLIA
Mamma
Papa’
Fratello
sorella
TRADUZIONE
‫ﻣﺎﻣﺎ‬
‫ﺑﺎﺑﺎ‬
‫ﺍﺧﻲ‬
‫ﺍﺧﺘﻲ‬
PRONUNCIA
Mama
Baba
Akhy
Ukhty
NOTIZIE SULLA FAMIGLIA:
esistono due tipi di famiglie:
la famiglia tradizionale dove il marito è il responsabile e capo famiglia dove la moglie è
casalinga e si occupa solamente dello svolgimento di funzioni educative dei figli e la
gestione della casa.
La famiglia moderna dove sia il marito che la moglie sono alla pari, sia nello svolgimento di
educazione nei confronti dei figli sia nella gestione quotidiana della casa.
46
MEDIATORE:
Vojsava Tahiraj
PAESE D’ORIGINE:
Albania
1-I SALUTI
Ciao
Benvenuto
Arrivederci
TRADUZIONE
tungjatjeta
mireserdhe
mireupafshim
PRONUNCIA
Tungiatieta
Mirserdhe
Mirupafscim
2-ABITUDINI SCOLASTICHE, PASTI
I BAMBINI SI SVEGLIANO ALLE H.:7-7.30
PRANZO:13.00-14.00
MERENDA:16.00-17-00
CENA:19,30-21.00
LA SCUOLA:NOTIZIE ED INFORMAZIONI:
La scuola in Albania si suddivide in due cicli obbligatori di 9 anni: elementari che dall’età di
due anni durano 5 anni, e medie 4 anni. Successivamente si possono scegliere diversi
indirizzi alle superiori che solitamente durano 4 anni per poi accedere all’università tramite
concorso.
Le lezioni nella scuola elementare, per mancanza di strutture si svolgono in due turni
mattina o pomeriggio. Nelle scuole statali non è inclusa la mensa. Il programma scolastico
dopo il crollo della dittatura è simile a quello italiano, tuttavia anche la scuola come tutta la
società albanese sta passando un periodo di cambiamenti.
Il ruolo dell’ insegnante è molto importante per la famiglia e la società.
3-I COLORI
Bianco
Nero
Rosso
Verde
Giallo
Blu
Marrone
TRADUZIONE
i/e bardhe
i/e zeze
i/ kuqe
i/ jeshile
i/e verdhe
blu
kafe
47
PRONUNCIA
Bardh
Ses
kuce
Iescile
Verd
Blu
Cafe
EVENTUALI SIGNIFICATI DEI COLORI NELLA CULTURA:
rosso – e kuqe colore che rappresenta lo sfondo della bandiera albanese
nero – e zeze
lutto / è nell’aquila della bandiera
bianco – candore, pulizia
gli altri colori hanno lo stesso significato che in Italia
4-GLI ANIMALI
Cane
Gatto leone
Pesce
Aquila
Topo
Pinguino
Elefante
Panda
Cammello
Scimmia
mucca
TRADUZIONE
Qeni
Mace / Luani
Peshku
Shqiponja
Miu
Pinguini
Elefanti
Ariu Panda
Deveja
Majmuni
Lopa
PRONUNCIA
Ceni
Maze / luani
peshcu
Scipogna
Miu
Pinguini
Elefanti
Ariu panda
Devia
Maimuni
Lopoa
EVENTUALE SIGNIFICATO DI ALCUNI ANIMALI NELLA CULTURA:
aquila – simbolo del paese e contenuto nella bandiera (Shqiperi-Albania viene da shqipeaquila, paese delle aquila)
gli altri animali hanno più o meno stesso significato che in Italia
5-IL CIBO
RICETTA FACILE DA REALIZZARE A SCUOLA COI BAMBINI:
Le frittelle – farina, uova, lievito, latte o yogurt, olio.
Si mischiano gli ingredienti e il contenuto si sbatte energicamente, si lascia a riposare per
30 min. e si frigge in olio bollente. Si mangiano con miele, nutella, oppure formaggi.
PIATTI TIPICI:
Byrek-pasta sfoglia ripiena di diversi ingredienti
Bakllava- dolce fatto con pasta sfoglia, burro, noci e sciroppata
Japrak – involtini di foglie di vite fresche con riso, carne trita e spezie
48
NOMI DI INGREDIENTI PARTICOLARI:
farina- miell
uova - veze
carne - mish
olio – vaj
zucchero – sheqer
formaggio – djath
sfoglia - pete
6-IL CORPO
Testa
Mani
Gambe
Piedi
Occhi
Naso
Bocca
TRADUZIONE
Koka
Duart
Kembet
Kembet
Syte
Hunda
Goja
PRONUNCIA
coca
Duart
Kembet
Kembet
Syte
Hunda
Goia
DANZA TIPICA DEL PAESE D’ORIGINE:
Nel nostro paese la musica e le danze popolari ricoprono una grande importanza, e
vengono usate in tutte le feste familiari e popolari.
Le più importanti sono: Progonishte (danza che si svolge in gruppo tenendosi per mano e
facendosi guidare dal primo), Napoleoni ( danza che si svolge in coppia separatamente)
più usata nell’ Albania centrale.
7-LE FESTIVITA’
IL COMPLEANNO:COME SI FESTEGGIA:
Il compleanno si festeggia solitamente a scuola con una piccola festa tra i compagni e gli
insegnanti ed a casa con i familiari e amici. Sia a scuola che a casa il festeggiato riceve
regali.
ALTRE FESTE TIPICHE:
La festa nazionale si festeggia il 28 novembre. In Albania il 7 marzo si festeggiano gli
insegnanti.
Inoltre si festeggiano le ricorrenze religiose delle tre religioni presenti sul territorio.
49
TRAVESTIMENTI-MASCHERE :
Non esistono maschere tipiche albanesi, ed il mascheramento non e’ usuale in Albania,
tranne che nella città di Korca . Negli ultimi anni tuttavia alcune maschere d’origine italiane
vengono utilizzate dai bambini durante il carnevale (che comunque non è una festa tipica).
8-LA FAMIGLIA
Mamma
Papa’
Fratello
sorella
TRADUZIONE
Nena-mami
Babai
Vellai
Motera
PRONUNCIA
Nna – mami
Babai
Vlai
Motra
NOTIZIE SULLA FAMIGLIA:
Fino a qualche anno fa la famiglia albanese era di tipo patriarcale e solitamente diverse
generazioni vivevano insieme nella stessa casa seguendo le regole del capofamiglia.
Attualmente ci sono stati molti cambiamenti nella vita sociale ed anche la famiglia è
diventata essenzialmente mononucleare composta da padre, madre e figli. A causa
dell’emigrazione molte famiglie poi si sono ridotte a uno o due componenti.
Nelle zone rurali sussiste tuttavia la tendenza alla famiglia allargata.
50
MEDIATORE:
Rana Faqih
PAESE D’ORIGINE:
India
1-I SALUTI
2-ABITUDINI SCOLASTICHE, PASTI
I BAMBINI SI SVEGLIANO ALLE H.:7,00
PRANZO:13.00
MERENDA:intervallo alle 10,30 e alle 16.00
CENA:21.00
LA SCUOLA:NOTIZIE ED INFORMAZIONI:
Oggi in India l’alfabetizzazione è oltre il 65%. La scuola dell’obbligo è fino a 16 anni.
L’istituzione è divisa in: scuola materna, elementare (primary) età 6-11 anni, media
(middle) età 11-14 e superiore (secondary/high) età 14-17. Poi ci sono colleges e le
università, quelli statali, altri gestiti dalle associazioni religiose, da privati e quelli tecnici
come giurisprudenza, agraria, ecc.
Ci sono più scuole private che statali e frequentano le scuole più maschi che femmine. Lo
stato di Kerala a sud ha la più alta percentuale di alfabetizzazione e lo stato di Bihar a
nord la più bassa.
3-I COLORI (RANG)
EVENTUALI SIGNIFICATI DEI COLORI NELLA CULTURA:
rosso: simbolo del matrimonio e buona fortuna
nero: associato a Kali la dea della distruzione
verde: usato molto nelle feste simbolo della fertilità e salute
bianco:il loto fiore sacro di tante leggende, la fontana della vita
blu: il dio Krishna ritratto di questo colore e simbolo del cielo
51
4-GLI ANIMALI (GIANVAR)
EVENTUALE SIGNIFICATO DI ALCUNI ANIMALI NELLA CULTURA:
Pavone: l’uccello nazionale, una volta era ricercato per il cibo ma ora ne è vietata la
caccia.
Tigre: simbolo nazionale
5-IL CIBO
RICETTA FACILE DA REALIZZARE A SCUOLA COI BAMBINI:
CHAPPATI (pane indiano):
farina integrale, acqua, sale, olio. Fare l’impasto con la farina, l’acqua, il sale e una goccia
di olio. Lasciare riposare per circa 30 minuti. Formare delle palline e stenderle formando
un cerchio. Mettere una padella sul fuoco e cuocere i chappati con una goccia di olio su
ciascuno.
PIATTI TIPICI:
L’India è una nazione con così diverse culture ed usanze che non esiste un solo piatto
nazionale, comunque il prodotto principale è il riso. L’uso delle spezie e ghee (olio) è molto
importante nella cucina indiana. Le spezie più comuni sono: cannella, cardamomo,
zenzero, kurkuma, noce moscata, garofano. La bevanda principale a sud è il caffè e a
nord il tè (Darjeeling). A sud si usa molto l’acqua di cocco (coconut water) ed a nord lo
yogurt frullato con l’acqua (Lassi). I dolci: a nord nella preparazione dei dolci viene usato il
latte e il formaggio (cottage cheese) e lo sciroppo di zucchero, invece a sud la farina di
riso e di cocco. Dopo i pasti c’è l’usanza di mangiare Paan (foglia di una specie di noce)
come digestivo.
52
6-IL CORPO (SHARIR)
DANZA TIPICA DEL PAESE D’ORIGINE:
In India vi sono nove tipi di danze classiche. KATHAKALI e BHARAT NATYAM, del Kerala
(sud) con maschere e costumi particolari. KHATAK del nord, esprime emozioni. MANIPURI
dello stato di Manipur, molti gesti con le mani, costumi e tanti colori, adorazione del dio
Indira. Inoltre vi sono le danze folk e tribali.
7-LE FESTIVITA’
IL COMPLEANNO:COME SI FESTEGGIA:
Oggi il compleanno si festeggia come l’occidente con una torta e si festeggia con gli amici,
ma anche con riti religiosi e tradizionali specialmente dei bambini.
ALTRE FESTE TIPICHE:
Diwali (festa delle luci) si festeggia in novembre.
Ganesh chaturthi: compleanno del dio Ganesh (elefante) si festeggia in settembre.
Ramadan e Bakri eid per i musulmani
Christmas (Natale) e Easter (Pasqua) per i cristiani
Republic day: 26 gennaio
Indipendence day: 15 agosto
53
TRAVESTIMENTI-MASCHERE :
Solo nelle danze classiche.
8-LA FAMIGLIA
NOTIZIE SULLA FAMIGLIA:
La società è divisa in caste, sub caste, famiglie e clan. L’interazione sociale ha la priorità
più alta, i legami sociali sono durevoli riguardano rispetto, onore, ospitalità, regali, diritti e
doveri. Dalla nascita un bambino impara che il suo “destino” stato scritto dalle forze divine
e che nella sua vita sarà seguito da un “piano”. Nonostante L’urbanizzazione e l’influenza
dell’occidente, la famiglia estesa (joint) prevale ed è la forza primaria della società. Le
famiglie più note sono i Tata e i Birla, 67% della popolazione lavora nell’agricoltura e i
fattori determinanti sono lo status sociale e la posizione economica
54
MEDIATORE:
Rita Yea
PAESE D’ORIGINE:
Cina
1 I SALUTI
ciao
benvenuto
arrivederci
TRADUZIONE
你好
欢迎
再见
PRONUNCIA
Ni hao
Huan yin
Zai gien
TRADUZIONE
白色
黑色
红色
绿色
黄色
蓝色
棕色
PRONUNCIA
Bai sè
Hei sè
Hon sè
Liu sè
Huan sè
Lan sè
Zon sè
TRADUZIONE
狗
狮子
鱼
鹰
老鼠
企鹅
像子
熊猫
骆驼
猴子
女
PRONUNCIA
cou
Shi zi
yu
yin
Lao su
cie
Xian zi
Xion mao
Luo tuo
Hou zi
Nai niu
2 I COLORI
bianco
nero
Rosso
Verde
Giallo
Blu
marrone
3 GLI ANIMALI
Cane
Gatto leone
Pesce
Aquila
Topo
Pinguino
Elefante
Panda
Cammello
Scimmia
mucca
55
4 IL CORPO
Testa
Mani
Gambe
Piedi
Occhi
Naso
bocca
TRADUZIONE
头
手
腿
脚
眼睛
鼻子
嘴巴
PRONUNCIA
Tou
Shou
Tui
Giao
Yen gin
Pi zi
Zui pa
TRADUZIONE
妈妈
爸爸
兄弟
姐妹
PRONUNCIA
Ma ma
Pa pa
Shon dì
Gie mei
5 LA FAMIGLIA
Mamma
Papa’
Fratello
sorella
56
RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DEL PROGETTO “IL TRENINO DI TEDDY”
Nome della scuola:
Indirizzo:
Insegnante di riferimento:
Eventuali collaborazioni con altri insegnanti:
Periodo e orario di svolgimento dell’intervento:
Classi dove si intende svolgere il progetto:
DESCRIZIONE E MODALITÀ DELL’ INTERVENTO RICHIESTO
Numero ore totali dell’attività:____________________________________
Numero ore di attività con la presenza del mediatore:_________________
Numero ore di attività con la presenza della tirocinante:_______________
57
Argomenti delle lezioni:___________________________________________
Numero di alunni stranieri presenti in classe:__________________________
Il progetto può prevedere un momento di incontro tra la tirocinante e l’insegnante che
intende realizzare il progetto per organizzare al meglio le attività.
LE RICHIESTE DEVONO ESSERE INVIATE A STEFANIA VALENZA
CENTRO STUDI E RICERCHE PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA
PIAZZALE SANTAFIORA N. 9 TEL 0521.281808 - FAX 0521.506157
Non sono allegate le schede dell’Africa Sub Sahariana e della Moldavia
tuttavia è possibile attivare la collaborazione con i mediatori.
58

Documenti analoghi