Internet - Dipartimento di Psicologia

Transcript

Internet - Dipartimento di Psicologia
Internet
La rete delle reti
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Internet
1. Che cos’è
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Internet
‰ Nata essenzialmente per esigenze militari (Arpanet)
y Un requisito specifico era quello di creare una rete priva di
un “centro” attaccabile dal nemico
‰ E’ il risultato dell’aggregazione di reti diverse,
talvolta anche tecnicamente differenti
differenti.
‰ Piccole reti locali (LAN) sono collegate a reti
metropolitane e territoriali (WAN) che a loro volta
sono collegate alle dorsali (Backbone), che
trasportano i dati per il mondo intero
intero.
3
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Arpanet
4
1969
1971
1973
1975
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Internet - Paesi connessi (1997)
5
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Problemi fondamentali
‰ Fare in modo che la trasmissione dei dati non debba
ricominciare dall’inizio se “cade la linea”
‰ Fare in modo che ci siano più percorsi che
connettono due computer
p
‰ Fare in modo che la “direzione
direzione dell’orchestra”
dell orchestra non
sia affidata a un unico computer
‰ Come si fa a indirizzare i dati verso un particolare
computer della rete?
6
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Commutazione
‰ Il problema dell’indirizzamento
dell indirizzamento accomuna Internet e
le centrali telefoniche
‰ In generale, se ho N “utenti” dovrei tirare un numero
di “fili” p
pari al numero degli
g utenti p
per p
permettere a
tutti di parlare con tutti
y In realtà i fili crescono con il quadrato del numero degli
utenti…
t ti
y Numero di fili = N x (N-1) / 2
‰ Tecniche di commutazione
7
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Telefonia - Commutazione di circuito
8
‰
In passato era realizzata via
hardware
‰
Le cifre del numero di
telefono individuano insiemi
di utenti sempre
p p
più p
piccoli
‰
La struttura della rete di
commutazione è ad albero
‰
Invece che col quadrato di
N, il numero di fili cresce
(circa) con N
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Internet - Commutazione di pacchetto
9
‰
Il file viene suddiviso in componenti di circa 1 Kb (pacchetti)
‰
Ad ogni pacchetto viene associata un intestazione che
specifica il suo numero d’ordine
‰
Ad ognii pacchetto
h tt viene
i
associato
i t l’”i
l’”indirizzo”
di i
” del
d l mittente
itt t e d
dell
destinatario
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Protocollo di base: TCP/IP
‰ TCP (Transmission Control Protocol) corrisponde al
layer 4 dell’OSI:
y Costruzione dei pacchetti, trasmissione/ricezione, ricostruzione dei
dati
‰ IP (Internet Protocol) corrisponde al layer 3 dell’OSI:
y Indirizzamento (Routing)
‰ I pacchetti vengono immessi nella rete come
bottiglie nell’oceano
‰ Come funziona questo “miracolo”?
10
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
L’Internet Protocol (IP)
‰ Nel momento in cui un pacchetto arriva a un certo
server, esso si domanda se il destinatario fa parte
della sua stessa famiglia
g
‰ Se la risposta
p
èp
positiva,, manda il messaggio
gg a
qualsiasi server che faccia parte della sottofamiglia
del destinatario
‰ Altrimenti lo manda a qualsiasi server che faccia
parte della famiglia principale
11
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Indirizzi IP (concetto base)
Esempio di indirizzo IP di classe C
193.205.20.70
Subnet (identificativo della rete)
Comp ter di destinazione
Computer
destina ione
12
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Una rete a commutazione di pacchetto
Router 2
Sorgente
Ro ter 1
Router
Ro ter 4
Router
Router 3
13
Router 5
Router 7
Destinazione
Router 6
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Problemi fondamentali risolti
‰
Fare in modo che la trasmissione dei dati non debba
ricominciare dall’inizio se “cade la linea”
y Non esiste una “linea” che possa cadere. Se qualche pacchetto
viene perso
perso, il sistema ne chiede nuovamente l’invio
l invio
‰
Fare in modo che ci siano p
più p
percorsi che connettono due
computer
y Qualsiasi computer della rete è in grado di indirizzare i pacchetti
‰
Fare in modo che la “direzione dell’orchestra” non sia affidata a
un unico computer
p
y Non c’è più un direttore d’orchestra; il sistema funziona “per conto
suo”. NB: è un concetto che riprenderemo
14
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
DNS (Domain Name System)
‰ Gli indirizzi IP sono mappati in apposite tabelle di
conversione
‰ Le tabelle sono note a tutti i server sul backbone
‰ Organizzazione gerarchica:
y SERVER.DOMAIN.TLD (“top level domain”)
y NB: “a rovescio” rispetto all’indirizzo IP (la famiglia più
grande è a destra)
‰ Esempio
y www.unimib.it
15
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Uniform Resource Locator (URL) (1)
‰ L
L’individuazione
individuazione del server non è l’unico
l unico problema
legato all’accesso
y Un server di solito contiene molti dati che un utente di
Internet vorrebbe poter scaricare
‰ Uniform Resource Locator (URL)
y risorsa = qualsiasi cosa sia raggiungibile attraverso Internet
‰ Un URL specifica con precisione sia il server, sia la
risorsa in questione
q estione
16
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Uniform Resource Locator (URL) (2)
‰ E
E’ una stringa di caratteri strutturata nel seguente modo:
y Protocollo da usare
y (opzionalmente) Nome e password dell’utente che richiede
l accesso
l’accesso
y Nome del server
y Percorso del file da raggiungere
y Eventualmente
E
t l
t dati
d ti relativi
l ti i alla
ll query da
d eseguire.
i
‰ Esempio:
p
http://www.psicologia.unimib.it/01_iscriversi/index.php
y http è il protocollo
y www.psicologia.unimib.it è il nome del server nel DNS
y index.php è il file che contiene i dati da visualizzare nel server
specificato.
17
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Il collegamento a Internet
‰ Per connettersi a Internet è necessario stipulare un
contratto con un Internet Service Provider (ISP)
‰ Il contratto può essere gratuito o oneroso a
seconda delle modalità del servizio offerto dal
provider
‰ Il costo della linea che connette l’utente
l utente con il
provider può essere fisso (tariffa “flat”) o variabile
(scatti telefonici) ed è comunque indipendente dalla
l
localizzazione
li
i
geografica
fi d
dell server a cuii cii sii vuole
l
collegare
18
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Connessione a Internet
LAN
router
local “modem”
modem
f
i
r
e
w
a
l
l
Internet
Service
Provider
ISP
network
firewall: software per filtrare pacchetti IP e/o indirizzi
19
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Internet
2. I servizi di Internet
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Servizi di rete
‰ Una rete è utile in quanto offre ai suoi utenti un certo
numero di servizi
‰ Si intende, in generale, la possibilità di accedere a
un certo ambito applicativo
pp
‰ Esempio: in una rete aziendale:
y Accesso a stampanti di rete
y Accesso a cartelle condivise
y Intranet
y …
21
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
I servizi della rete Internet
‰ Dagli inizi di internet ne sono nati moltissimi
‰ Alcuni sono morti
morti, oppure in agonia
‰ Altri sono vivi
vivi, e spesso la loro importanza è tuttora
in crescita
‰ Ci limitiamo a questi ultimi
22
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
I servizi di Internet - Classificazione
‰ Non è né semplice né univoca
‰ Si possono classificare sulla base dei protocolli
richiesti
y World Wide Web ((ce ne occuperemo
p
in seguito)
g
)
y Posta elettronica
y Trasferimento file
y Peer-to-peer
y Telefonia e videotelefonia
y Altri (ad esempio
esempio, Second Life…)
Life )
23
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Posta elettronica
‰ Richiede protocolli dedicati
y POP, IMAP per la ricezione
y SMTP per la trasmissione
‰ Dal p
punto di vista mediatico non è semplicemente
p
un’estensione dell’ordinaria posta
y Velocità istantanea del servizio
y Gratuita (a parte il costo dell’ISP)
24
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Posta elettronica vs. posta tradizionale
‰ Uso dei campi CC e CCN
y “Copia conoscenza” e “Copia conoscenza nascosta”)
‰ Uso di mailing list
‰ Priorità dei messaggi
‰ Return receipt
‰ Allegati
25
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Trasmissione e ricezione della posta
‰ Programmi specifici
y In passato il “best seller” era Eudora
y Oggi domina Outlook
y Tipicamente permettono di gestire InBox, OutBox, Box per
messaggi salvati ma non ancora inviati, cartelle (e
sottocartelle) in cui organizzare i messaggi ricevuti
‰ Servizi accessibili dal browser (Web Mail)
y Webmail
y Gmail
y Hotmail
y …
26
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Problemi della posta elettronica: virus
‰ Gli allegati di posta sono stati in passato i canali
principali di diffusione
‰ Oggi non è più vero
y E’ p
possibile contrarre virus anche semplicemente
p
visitando
un sito infetto
‰ Come difendersi?
y Antivirus
y In
I ognii caso: navigare
i
con prudenza
d
27
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Problemi della posta elettronica: Netiquette
‰ Significa “regole
regole di buona educazione in rete”
rete
‰ In generale: evitare qualsiasi comportamento che
possa arrecare danno o disturbo ai vostri
corrispondenti
p
y Inserire sempre il titolo delle mail
y Evitare di trasferire 20 gigabyte di allegati, o per lo meno
avvisare
i
chi
hi d
deve ricevere
i
il messaggio!
i !
y Evitare l’abuso dei messaggi di alta priorità
y In linea di principio, rispondere alle mail ricevute
y …
28
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Problemi della posta elettronica: spam
‰ Con questo termine si intende qualunque messaggio
non desiderato
‰ Si va dalla pubblicità a vere e proprie truffe
‰ Un esempio tipico: ricevete dalla vostra banca
(apparentemente) un messaggio in cui vi si chiede di
andare su un certo sito e immettere i vostri dati
29
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
La posta elettronica come medium
‰ La possibilità di utilizzare mailing list permette un
uso limitato in modalità uno-a-molti
y Ma non è broadcasting!
g
‰ La velocità e il costo nullo p
permettono un uso
massiccio della posta
y Con vantaggi, ma anche svantaggi
‰ L’email conserva il carattere asincrono della posta
tradizionale
30
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Trasferimento file (FTP)
‰ FTP = File Transfer Protocol
‰ Permette di realizzare attraverso Internet la
connessione diretta a un server
‰ Fornisce al’utente la visibilità di cartelle (e sotto
cartelle) condivise
‰ Accesso attraverso browser o programmi dedicati
(es WS_FTP)
31
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
FTP: vantaggi
‰ Permette di centralizzare documenti su server
rendendoli accessibili da qualsiasi postazione nel
mondo
y Esempio: personale aziendale in missione
‰ Semplice da usare, non richiede competenze
tecniche per la connessione
‰ Veloce, non ci sono limiti di spazio
32
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Peer-to-peer (1)
‰ Tutti i nodi sono “pari”
pari , e fanno da client e da server
‰ File sharing
‰ Esempi: µTorrent,
µTorrent eMule
‰ Sviluppi possibili: diffusione di film e programmi
televisivi (in parte già realizzato)
33
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Peer-to-peer (2)
‰ Come si fa a sapere dove sono i dati? Ci sono due
soluzioni
1. Alcuni computer della rete violano la regola del peer-
to-peer e di fatto fanno da server
y
y
Tali computer includono database che associano le risorse
disponibili ai nodi
Nel momento in cui si effettua il download, si entra
effettivamente
ff tti
t in
i modalità
d lità peer-to-peer
t
2 Tecnica torrent: i file scaricati sono indici che
2.
specificano quali sono i nodi della rete che
contengono determinate risorse.
34
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Peer-to-peer e mercato dei media
‰
Ci sono effetti importanti sul mercato dei media
media, in particolare
di musica e film
y “…nel 2006 sono state circa diecimila le cause intentate
dall industria discografica contro singoli "downloader"
dall'industria
downloader in 18 diversi
paesi.”, da Repubblica 21/1/2007
35
‰
Il problema non sembra arginabile
‰
Molti
M
lti musicisti
i i ti oggii cominciano
i i
a vedere
d
il mercato
t di
discografico
fi
come secondario rispetto all’esibizione diretta
‰
Da questo punto di vista il peer-to-peer è visto come un aspetto
di marketing
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Ascesa e caduta del peer-to-peer?
‰ Il traffico P2P è cresciuto con continuità fino al 2009
2009,
poi ha mostrato segni evidenti di flessione
‰ Ad esempio, una statistica del 2006 sosteneva che i
volumi di dati scambiati in modalità P2P fossero più
della metà di tutto il traffico Internet (Web + posta +
FTP +…)
‰ Un’altra statistica (dell'osservatorio di ricerca
Nielsen): gli utenti peer-to-peer italiani sono passati
d i6
dai
6,7
7 milioni
ili i di lluglio
li 2009 aii 4
4,9
9 milioni
ili i di lluglio
li
2010
36
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
P2P: Perché è in declino?
‰ Ci sono almeno due motivi
y La pressione esercitata dalle major, che ovviamente temono
il dilagare del fenomeno, e spingono perché gli stati si dotino
di soluzioni legali per arginarlo
y La crescente importanza di altri canali per la diffusione di
musica
us ca e filmati;
a ; in pa
particolare
co a e lo
o sstreaming
ea
g su Web
eb
‰ La gara tra P2P e streaming può essere vista come
una competizione “genetica”
y L’utenza esercita una “pressione selettiva”; sembra evidente
che la modalità streaming goda di un piccolo vantaggio…
37
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Telefono e videoconferenza via Internet
‰ Usano prevalentemente il protocollo VoIP (Voice
over IP)
‰ Esempi
y MSN Messenger
g ((oggi
gg Windows Live Messenger
g di
Microsoft)
y Skype
y Yahoo
Y h M
Messenger
38
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
VoIP – Servizi tipici
‰ Telefonate,, anche in conferenza
y Chiamate a cellulari e rete fissa
y Trasferimenti di chiamate, segreteria telefonica…
‰ Video chiamate e video conferenze
‰ Chat, SMS, MMS
‰ Condivisione del desktop tra più utenti
‰ Gestione di rubriche
‰ Ricerca di utenti
39
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
VoIP: vantaggi
‰ Costo bassissimo o addirittura nullo per l’utente
l utente
y Esempio: il costo della telefonata non dipende più dalla
distanza; telefonare a Milano o a Sidney ha gli stessi costi
‰ Non richiede un’infrastruttura dedicata diversa da
quella già fornita dalla rete Internet
y Quindi il costo è bassissimo anche per il provider!
40
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Dai computer alle reti
3. I nuovi telefoni
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Telefonia fissa
‰ Prima dell’era
dell era del computer: centrali
elettromeccaniche
‰ Dall’avvento del computer: centrali completamente
gestite via software
g
y Commutazione
y Istradamento
y Billing (tariffazione)
y Manutenzione
y ….
42
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Telefonia fissa - Servizi
‰ Anche il telefono fisso è in evoluzione
‰ Non si tratta più soltanto di supportare una
chiamata, ma di offrire agli utenti una miriade di
servizi aggiuntivi,
gg
, impensabili
p
p
prima dell’era
dell’informatica
y Follow me
y Visualizzazione del chiamante su display
y Segreteria telefonica
y Spese mensili
y …
43
Telefonia mobile
‰ Sostanziale la ricaduta tecnologica a seguito degli
sviluppi dell’hw e del sw
‰ Le generazioni dei telefoni cellulari:
y Inizio anni ‘80: TACS (1G)
( )
y Inizio anni ‘90: GSM (2G)
y Fine anni ‘90: UMTS (3G)
y 2012: The Next Thing (4G)
44
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Come funziona
‰ Il terminale (telefonino) è una radio ricetrasmittente
‰ Si connette con la più vicina antenna del sistema
mobile
‰ L’hw e il sw associati all’antenna si occupano di
istradare la chiamata
‰ Opportune interfacce connettono il sistema alle
centrali della rete fissa e alla rete Internet
45
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Le celle del sistema
‰ Il territorio viene
virtualmente suddiviso in
celle (da cui “telefonia
cellulare )
cellulare”)
‰ Al centro di ciascuna
cella si trova un’antenna
‰ Il sistema
i t
sii occupa
automaticamente di
connettere il terminale
mobile all’antenna più
vicina (handover)
46
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Un esempio: la rete GSM
47
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
1G: TACS
‰ Sta per Total Access
Communication System
Motorola DynaTac
y
8000x,, 1983
Peso = 800 g, lunghezza = 25 cm, costo
= 3895 dollari
‰ Introdotto negli Stati Uniti
nel 1979 e in Europa nel
1981
‰ Permetteva soltanto la
trasmissione della voce
‰ Usava segnali analogici
48
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
2G: GSM
‰ E
E’ tuttora in uso
‰ Tecnologia digitale
‰ Ha introdotto gli SMS (Short Message System),
System) che
più tardi si sono evoluti in MMS (Multimedia
Messaging Service)
‰ Dall
Dall’introduzione
introduzione del protocollo WAP ha permesso la
connessione a Internet
49
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
3G: UMTS
‰ E
E’ lo standard più avanzato disponibile oggi
‰ La copertura non è ancora capillare come quella del
GSM (che di fatto non è ancora morto)
‰ Permette videochiamate, connessione a Internet,
invio e ricezione di immagini, filmati ecc.
50
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
4G: il futuro (?)
‰ Invio e ricezione di dati su banda larga
‰ Possibilità di ricevere trasmissioni in streaming di
alta qualità
‰ Attualmente esistono prototipi (problemi drammatici
legati all
all’handover)
handover)
51
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Aspetti mediatici nuovi
‰
La mobilità comporta un aumento impressionante della
“raggiungibilità” della gente; le maglie della rete sociale si sono
strette
‰
Video-telefonate: scarso successo
y Costi?
y Eccessiva “invadenza” del mezzo?
‰
SMS
y Una via di mezzo tra un messaggio di posta e una telefonata,
p
hanno avuto un successo strepitoso
y Utilizzato con effetti determinanti anche in occasione di eventi
politici come la rivolta del mondo arabo
52
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Gli SMS
‰ La nascita del sistema SMS è curiosa e interessante
‰ Gli SMS vennero p
pensati in origine
g
p
per p
permettere la
trasmissione di brevi messaggi ad uso e consumo
del personale che gestiva il sistema
‰ A qualcuno venne in mente di renderli accessibili
anche agli utenti finali
‰ Magari se ne faranno qualcosa, pensarono…
y Volumi totali: nel 2000, 17 miliardi di messaggi worldwide,
nel 2004 sono diventati 500 miliardi
53
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
L’evoluzione dei terminali
‰ Ha avuto un
un’importanza
importanza non minore di quella delle
reti di telefonia mobile
‰ Già dal TACS al GSM si era passati da oggetti
scomodi e ingombranti
g
a telefonini che p
potevano
essere messi nel taschino della camicia
‰ Il passo successivo è avvenuto all’insegna della
CONVERGENZA
‰ di tecnologie diverse
54
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Computer palmari
‰ Cioè computer che stanno nel palmo della mano
‰ Detti anche PDA (Personal Digital Assistant)
‰ Primo esempio
p di p
palmare: MessagePad
g
di Apple
pp ((1993))
y Scarso successo commerciale
‰ Concepito come “computer da viaggio”, ad uso dei
manager
y Tra le funzionalità fondamentali
fondamentali, la possibilità di caricare e
scaricare dati da altri computer attraverso porte infrarosse e
Bluetooth
55
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Convergenza
‰ Telefonia mobile + Palmare = Smartphone
‰ E
E’ un PDA con capacità telefoniche
telefoniche, oppure un
computer con telefono incorporato?
y Entrambe le cose
‰ Caratteristica fondamentale: p
possibilità di installare
applicativi
y Che possono essere prodotti dalla casa madre o da terze
parti
ti (di
(dipende
d dagli
d li smartphone)
t h
)
56
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
Esempi
‰ Blackberry
‰ Windows phone
‰ iPhone di Apple
y Lanciato il 29 giugno 2007
y Il 10 settembre dello stesso anno la Apple
pp annunciò di avere
venduto un milione di esemplari
y In versione 3G (2008), lo stesso risultato è stato raggiunto a
tre giorni dal lancio!
57
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
iPhone
‰ Può essere
considerato oggi lo
standard di questa
q
classe di dispositivi
‰ E’ al punto di
convergenza tra
telefonino,
l f i
PDA e iPod
iP d
(lettore musicale)
58
Piero Schiavo Campo – Teoria e Tecniche dei Nuovi Media – Università degli studi di Milano Bicocca - AA 2011/12
A cosa si deve il successo dell’iPhone?
‰ A reali necessità della gente?
‰ Al marketing?
‰ Al brand?
59

Documenti analoghi