Verbale - Beni culturali e turismo

Commenti

Transcript

Verbale - Beni culturali e turismo
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA
IL PRESIDENTE
…………………..
CONSIGLIO DI FACOLTÀ DI BENI CULTURALI
Verbale N. 33
Adunanza del giorno 15 ottobre 2009
Vol. II
Pag. 97
Il giorno 15 ottobre 2009, presso l’Aula H della sede di Fermo, c.so Cefalonia, 70 alle
ore 15,00, previa convocazione n. 628 del 08.10.2009 del Preside, si è riunito il Consiglio
di Facoltà nella seguente composizione:
Professori di ruolo di I e II fascia:
Presente
1. Catani Enzo
X
2. Montella Massimo
X
3. Valacchi Federico
X
Ass. giust.
Assente
Professori fuori ruolo
1. Bairati Eleonora
Rappresentanti dei Ricercatori:
1. Dragoni Patrizia
X
Presente
Ricercatori titolari di affidamenti:
X
X
Presente
1. Brunelli Marta
X
2. Cerquetti Mara
X
3. Coltrinari Francesca
X
4. Fantin Andrea
X
5. Feliciati Pierluigi
Ass. giust.
X
6. Giontella Claudia
X
7. Meyer Susanne Adine
X
8. Pirani Francesco
X
9. Saracco Mauro
X
Funge da segretario il prof. Federico Valacchi.
Assente
X
2. Moscatelli Umberto
3. Scolaro Michela
Ass. giust.
Assente
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA
IL PRESIDENTE
…………………..
CONSIGLIO DI FACOLTÀ DI BENI CULTURALI
Verbale N. 33
Adunanza del giorno 15 ottobre 2009
Vol. II
Pag. 98
Il Presidente, prof. Catani, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la
seduta per il seguente
Ordine del giorno
1) Approvazione verbale del 16/09/2009;
2) Comunicazioni del Preside;
3) Regolamento didattico - regolamento Classi unificate;
4) Conferenze e seminari 2009-2010;
5) Nomina cultori della materia 2009-2010;
6) Riforma e requisiti per la Facoltà: discussione sulla bozza ministeriale n. 160 del
04/09/09;
7) Commissione didattica per la qualità;
8) Affidamenti e contratti 2009-2010;
9) Pratiche studenti;
10) Attrezzature didattiche e scientifiche;
11) Varie ed eventuali;
1. APPROVAZIONE VERBALE DEL 16/09/2009;
Il Preside sottopone all’approvazione il verbale della seduta del 16/09/2009 di cui è stata
consegnata copia all’inizio della seduta.
Unanime il Consiglio approva.
2. COMUNICAZIONI DEL PRESIDE
Il Preside comunica quanto segue:
- Con D.R. 981 del 29/09/2009 il prof. Enzo Catani è nominato Preside della Facoltà
di Beni Culturali per il triennio accademico 2009/2012;
- Con nota prot. 11070 del 17/09/09 l’Ufficio docenti di Ruolo comunica che, la
dott.ssa Patrizia Dragoni è confermata in ruolo a decorrere dal 1/3/09;
- Con nota prot. 11217 del 17/09/09 l’Ufficio Affidamenti e Contratti precisa che,
relativamente agli incarichi didattici esterni al personale e ricercatore , è necessario
accertare la compatibilità con lo svolgimento dei compiti istituzionali ed in
particolare la situazione complessiva del carico didattico all’interno dell’Ateneo;
- Con nota prot. 11670 del 22/09/2009 l’Ufficio Concorsi per il personale docente
comunica che eventuali modifiche dei componenti interni già designati nelle
commissioni giudicatrici per le procedure di valutazione comparativa per posti di
professore di 1^ e 2^ fascia e ricercatore devono essere comunicate entro e non oltre
il 23.10.09;
- Con nota del 25/09/2009 l’Area Segreterie Studenti chiede la disponibilità ad
accogliere studenti cinesi all’interno del progetto “Marco Polo” per l’a.a. 2010/2011;
- Con nota prot. 29 del 6/10/09 del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della
Ricerca, vengono precisate le modalità di svolgimento dei concorsi di ricercatore;
- Il Centro Rapporti Internazionali comunica che in data odierna la Facoltà ospiterà la
visita della delegazione dell’Università di Falun (Svezia);
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA
IL PRESIDENTE
…………………..
CONSIGLIO DI FACOLTÀ DI BENI CULTURALI
Verbale N. 33
-
-
Adunanza del giorno 15 ottobre 2009
Vol. II
Pag. 99
In risposta alla nota prot. 625 del 06/10/2009 la Segreteria Studenti conferma la
legittimità di quanto deliberato dal Consiglio di Facoltà del 16/09/2009
relativamente all’insegnamento della lingua straniera per la Laurea Magistrale
LM/89;
L’Ufficio legale trasmette una nota relativa ai compensi aggiuntivi al PTA in
relazione alle mansioni del dipendente;
Il Centro di Ateneo per l’Orientamento comunica i lusinghieri risultati della giornata
della matricola;
L’Acidiocesi di Fermo trasmette la “riflessione dell’Ufficio Diocesano Cultura e
Università”;
3. Regolamento didattico - regolamento Classi unificate;
Il Preside chiede al prof. Valacchi di illustrare la bozza di revisione del Regolamento
didattico elaborato dall’apposita Commissione.
Prende la parola il Prof. Valacchi che ricorda i passaggi che hanno condotto al testo
attuale.
La bozza di regolamento elaborata dalla Commissione è stata inviata a tutti i componenti
del Consiglio di Facoltà con la richiesta di suggerimenti e integrazioni.
Il testo definitivo, oggi in discussione, è stato trasmesso a tutti i docenti assieme alla
convocazione del Consiglio.
Il Prof. Valacchi precisa, inoltre, che nella formulazione del testo all’attenzione del
Consiglio si è tenuto conto di quanto deliberato nella seduta del 15 luglio 2009 in merito
all’istituzione del Consiglio di Classi unificate. Visti i lavori della Commissione, che
saranno presentati al Consiglio presumibilmente nella seduta di novembre, si è ritenuto di
ricondurre a Regolamento del Consiglio delle Classi Unificate quelle norme oggi contenute
nell’attuale Regolamento didattico di Facoltà ma di competenza del Consiglio di Classi
unificate.
Il Preside, quindi, passa alla lettura e all’approvazione, articolo per articolo, del
Regolamento didattico. Tutti gli articoli sono approvati all’unanimità.
Sottopone quindi il Regolamento didattico di Facoltà a votazione finale per l'approvazione
complessiva.
Il Consiglio, con voti favorevoli unanimi, approva il Regolamento didattico di Facoltà, che
viene allegato al presente verbale al n. 1, e lo trasmette ai competenti organi accademici
per i relativi provvedimenti.
4. Conferenze e seminari 2009-2010;
Il dott. Giuseppe Capriotti illustra il progetto contenente il programma delle conferenze
della Facoltà. Il programma, dal titolo Intorno ai Beni Culturali - incontri in Facoltà
prevede conferenze tenute da docenti della Facoltà e da esperti di Enti Pubblici
Territoriali del fermano. A questi ultimi è riconosciuto il rimborso delle spese di viaggio
che sosterranno per raggiungere la sede di Fermo. Considerato che il progetto sviluppa
l’esperienza del ciclo di conferenze tenute nell’A.A: 2008-2009, il Preside chiede al
Consiglio l’approvazione del programma di conferenze, dal titolo Intorno ai Beni
Culturali - incontri in Facoltà.
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA
IL PRESIDENTE
…………………..
CONSIGLIO DI FACOLTÀ DI BENI CULTURALI
Verbale N. 33
Adunanza del giorno 15 ottobre 2009
Vol. II
Pag. 100
Il Consiglio, con voti favorevoli unanimi, approva. Copia del programma viene allegata
al presente verbale (allegato 2)
5. Nomina cultori della materia 2009-2010;
Il Consiglio prende atto che sono pervenute le seguenti domande di attribuzione del titolo
di Cultore della materia:
Settore disciplinare
Docente proponente
Candidato
L-ANT-07
Enzo Catani
Alessandra Volpi
L-ART/04
Patrizia Dragoni
Andrea Viozzi
L-ART/04
Susanne Meyer
Silvia Scarpacci
Il Prof. Catani ribadisce che i cultori non devono lavorare per enti di preparazione agli
esami universitari. La nomina di cultore della materia non necessita di particolari titoli
post lauream magistrale ma di una comprovata capacità di ricerca del candidato,
certificata anche dal docente proponente.
Dopo aver esaminato il curriculum scientifico e formativo di ciascun candidato, il
Consiglio unanime delibera di attribuire ai candidati sopra elencati il titolo di cultore
della materia nelle discipline richieste.
Vista la richiesta pervenuta da alcuni docenti, il punto verrà riproposto al prossimo
Consiglio di Facoltà.
6. Riforma e requisiti per la Facoltà: discussione sulla bozza ministeriale n. 160 del
04/09/09;
Il Preside, prima di aprire la discussione, ricorda che la nota prot. 160 del 4-9-2009 del
Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca è stata inviata a tutti tramite mail in
allegato alla convocazione del Consiglio e procede all’illustrazione della stessa.
Il Preside sottolinea criticità e obiettivi della nota, segnala le problematiche generali e in
relazione alla Facoltà, analizza in particolare la questione dei parametri quantitativi, anche in
rapporto alle simulazioni sui requisiti di docenza e di numerosità degli studenti e la
questione delle sedi decentrate.
Al termine della sua analisi, il Preside esprime una vibrata protesta verso il modus operandi
del Ministro che informa circa il cambiamento delle regole senza prevedere piani di rientro o
altre vie di uscita. Le linee guida proposte non entrano nel merito del progetto, ma
analizzano le Facoltà solo dal punto di vista numerico.
Si apre quindi un ampio e articolato dibattito.
Tutti sottolineano la difficoltà di interagire con un tale documento, anche in vista delle altre
riforme in corso di realizzazione (governance e settori scientifico disciplinari).
In questa fase, oltre ad esprimere la preoccupazione per un atteggiamento comunque
punitivo per le sedi decentrate, a prescindere dai risultati scientifici e didattici delle stesse,
tutti gli interventi sottolineano la necessità di vigilare attentamente sugli sviluppi e di
valutare la possibilità e l’opportunità di alleanze che permettano il proseguo dell’attività
della Facoltà.
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA
IL PRESIDENTE
…………………..
CONSIGLIO DI FACOLTÀ DI BENI CULTURALI
Verbale N. 33
Adunanza del giorno 15 ottobre 2009
Vol. II
Pag. 101
Il Consiglio, unendosi alla protesta del Preside, chiede allo stesso di rappresentare quanto
sopra esposto in Senato Accademico.
7. Commissione didattica per la qualità
Il Preside chiede alla prof.ssa Giontella di riferire in merito al punto all’ordine del giorno.
Prende la parola la prof.ssa Giontella che illustra lo svolgimento dei lavori della
Commissione istituita con delibera del Consiglio di Facoltà del 22 aprile 2009
Prima di entrare nel merito la Commissione, nei due primi incontri, ha affrontato alcune
questioni procedurali ed ha individuato le modalità operative che devono contraddistinguere
il lavoro della stessa.
Nella prima riunione la stessa prof.ssa Giontella è stata indicata come Presidente.
Successivamente, è emersa la necessità, come peraltro previsto dalle modalità operative
relative alla pianificazione della progettazione e sviluppo del servizio erogato dai Corsi, di
individuare i referenti responsabili di ciascuna fase nonché la tempistica per l’esecuzione
delle stesse. La Commissione didattica ritiene più efficace individuare tali referenti al
proprio interno e, dopo approfondita discussione, propone di ripartire l’attuazione di tali fasi
assegnandole nel modo seguente:
1. Raccolta dati e informazioni sull’anno trascorso: Prof. Coltrinari; Prof. Saracco (quale
responsabile della Qualità);
2. valutazione e verifica del progetto dell’anno trascorso anche in relazione agli anni
precedenti: Prof.ssa Giontella;
3. riesame della progettazione: Prof. Fantin;
4. elaborazione del nuovo progetto: Prof.ssa Cerquetti;
5. validazione della progettazione durante e dopo l’erogazione del servizio: Prof.ssa
Scolaro.
Nella riunione del 10 dicembre 2009 si inizierà a discutere della progettazione 2008/2009
come base per la programmazione futura.
Il presente organigramma, unitamente alla tempistica, viene sottoposto all’approvazione del
Consiglio.
Il Consiglio prende atto della struttura, della razionalizzazione e della divisione dei compiti
che la Commissione si è data e ringrazia i componenti per il lavoro svolto.
8. Affidamenti e contratti
a.a. 2008-2009
Il Preside segnala che, a seguito della presa di servizio in data 07/05/09 del dott. Andrea
Fantin come Ricercatore non confermato per il settore scientifico-disciplinare IUS/10
(Classe L1) già docente contratto per gli insegnamenti di “Diritto dei Beni Culturali” alla
classe L1 e di “Diritto Amministrativo” alla classe LM/89 è necessario rimodulare il
compenso precedentemente stabilito per i suddetti contratti.
I contratti sottoscritti dal Dott. Fantin prevedevano un impegno didattico di 45 ore per ogni
singola materia.
Come si evince dai registri presentati, il Dott. Fantin, prima della presa di servizio, ha tenuto
24 ore di lezione in ogni singola materia.
Le restanti 21 ore, per ogni singola materia, devono considerarsi come affidamento gratuito.
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA
IL PRESIDENTE
…………………..
CONSIGLIO DI FACOLTÀ DI BENI CULTURALI
Verbale N. 33
Adunanza del giorno 15 ottobre 2009
Vol. II
Pag. 102
Considerato tuttavia che l’impegno didattico massimo di un ricercatore ammonta a 60 ore e
che il dott. Fantin ha preso servizio nel II semestre, l’impegno richiesto è di 30 ore.
L’impegno risultante dalla somma delle ore residue dei due insegnamenti è pari a 42 ore,
con una eccedenza di 12 ore rispetto a quello richiesto.
Alla luce di quanto sopra esposto, il Preside propone di considerare i contratti del Prof.
Fantin a pagamento per 24 ore cadauno; le restanti ore come affidamento gratuito.
Considerato che le ore in affidamento gratuito superano quelle richieste a un ricercatore, il
preside propone di considerare a pagamento le 12 ore eccedenti.
La seguente tabella riepiloga quanto esposto:
Insegnamento
Da contratto
Da ricercatore
Riepilogo
Totali Svolte Gratuite A pagamento Gratuite A pagamento
Diritto dei Beni Culturali
45
24
15
6
15
30
Diritto Amministrativo
45
24
15
6
15
30
Il Consiglio, con voti favorevoli unanimi, approva
a.a. 2009-2010
Il Preside comunica che è necessario correggere alcuni errori materiali contenuti
nell’allegato 3 al Consiglio di Facoltà del 16/07/2009, relativo al riepilogo degli affidamenti
e contratti per l’a.a. 2009-2010:
a) Classe L-1; Anno II; Insegnamento: Antropologia culturale (M-DEA/01).
Titolare del contratto Cingolani Giorgio.
Manca il compenso (€ 40,00 orarie per un totale di € 1.200,00)
b) Classe L-1; Anno I; Insegnamento: Archeologia delle province romane (L-ANT/07).
Titolare del contrato Stortoni Emanuela.
Trattasi di contratto e non di affidamento
Le seguenti correzioni vengono apportate al riepilogo che viene allegato al presente verbale
al n.3
Il Consiglio prende atto delle correzioni apportate.
Esce il Prof. Fantin alle 18,15
9. Pratiche studenti;
BONGARZONI FEDERICA
tipo pratica PASSAGGIO
La studentessa proveniente dal corso di laurea in Conservazione e Gestione dei beni storicoartistici (cl 13) di questo Ateneo viene ammessa al II anno di corso in Conservazione e
gestione dei Beni Culturali (cl L1) con la convalida di:
− Laboratorio di sistemi territoriali per la gestione dei Beni Culturali e del paesaggi (LANT/09: 3 cfu) per Archeologia di paesaggi (L-ANT/09: 3 di 9 cfu)
− Laboratorio di catalogazione e valorizzazione delle risorse documentarie (M-STO/08: 3
cfu) per Archivistica generale I (M-STO/08: 3 di 9 cfu)
− Letteratura latina medievale e umanistica (L-FIL-LET/08: 6 cfu) per Letteratura latina
medievale e umanistica + Laboratorio di analisi e commento dei testi(L-FIL-LET/08: 6 di
9cfu da recuperare i 3 cfu del Laboratorio )
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA
IL PRESIDENTE
…………………..
CONSIGLIO DI FACOLTÀ DI BENI CULTURALI
Verbale N. 33
Adunanza del giorno 15 ottobre 2009
Vol. II
Pag. 103
− Storia romana (seminario) (L-ANT/03: 3 cfu) per Storia romana (L-ANT/03: 3 di 6 cfu)
− Laboratorio di progettazione e allestimento degli spazi museali (ICAR/16: 3 cfu) per
Disciplina a scelta dello studente (3 di 12 cfu)
− Civiltà dell’Italia preromana (seminario) (L-ANT/06: 3 cfu) per Civiltà dell’Italia
preromana (L-ANT/06: 3 di 6 cfu)
La studentessa dovrà colmare i crediti mancanti per gli insegnamenti solo in parte
convalidati concordando un programma integrativo con il docente titolare
dell’insegnamento.
FILIPPETTI LICIA
tipo pratica
PASSAGGIO
La studentessa, proveniente dal corso di laurea in Scienze dei Beni storico-artistici, musicali,
cinematografici e teatrali (cl 13) presso l'Università degli studi di Siena viene ammessa al II
anno di corso in Conservazione e gestione dei Beni Culturali (cl L1) con la convalida di:
- Archeologia e storia dell’arte greca e romana (L-ANT/07: 5 cfu) per Archeologia e storia
dell’arte greca e romana (L-ANT/07: 5 di 9 cfu)
- Storia dell’arte medievale I (L-ART/01: 5 cfu) + Storia dell’arte medievale II (LART/01: 5 cfu) per Storia dell’arte medievale (L-ART/01: 10 di 12 cfu)
- Storia dell’arte moderna I (L-ART/02: 5 cfu) per Storia dell’arte moderna (L-ART/02: 5
di 12 cfu)
- Informatica applicata (NN: 5 cfu) + Informatica applicata (laboratorio avanzato: NN: 1 di
5 cfu) per Progettazione e gestione delle risorse digitali per i Beni Culturali (ING/INF-05:
6 cfu) e Informatica applicata (laboratorio avanzato :NN 4 cfu) per Laboratorio di
informatica per i Beni Culturali (ING-INF/05: 3 cfu)
- Storia della chiesa (M-STO/07: 5 cfu) + Storia del cristianesimo (M-STO/07: 1 di 5 cfu)
per Storia medievale (M-STO/01: 6 cfu)
- Storia delle tecniche artistiche (L-ART/04: 4 cfu) + Geografia (M-GGR/01: 5 cfu) +
Storia del cristianesimo (M-STO/07: 3 di 5 cfu) per Disciplina a scelta dello studente (12
cfu)
La studentessa dovrà colmare i crediti mancanti per gli insegnamenti solo in parte
convalidati concordando un programma integrativo con il docente titolare
dell’insegnamento.
ALESSANDRINI PRISCILLA
tipo pratica SECONDA LAUREA
Laureata in Economia e Management per Arte, Cultura e Comunicazione (cl 17) presso
l'Università Bocconi di Milano viene ammessa al 1 anno di Management dei Beni Culturali
con 15 debiti da recuperare nelle seguenti discipline:
- Storia dell’arte medievale o Storia dell’arte moderna o Storia dell’arte contemporanea (LART/01 o L-ART/02 o L-ART/03: 12 cfu)
- Storia medievale o Storia moderna o Storia contemporanea o Museologia (M-STO/01 o
M-STO/02 o M-STO/04 L-ART/04: 3 di 6 cfu)
RAMINI RAFFAELLA
tipo pratica SECONDA LAUREA
La studentessa in possesso del Diploma Universitario in Operatore dei Beni Culturali
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA
IL PRESIDENTE
…………………..
CONSIGLIO DI FACOLTÀ DI BENI CULTURALI
Verbale N. 33
Adunanza del giorno 15 ottobre 2009
Vol. II
Pag. 104
indirizzo Archivistico conseguito presso L'Università di Macerata, viene ammessa al 1 anno
di Management dei Beni Culturali senza debiti.
D'OTTAVIO RICCARDO
tipo pratica
ULTERIORE RICHIESTA
Lo studente, iscritto al II anno della laurea in Management dei Beni Culturali cl LM 89,
chiede di poter sostenere come disciplina a scelta l’esame di Storia dell'arte moderna per 9
cfu, anche se si tratta di un insegnamento attivato in un corso di studio di primo livello, e
non sostenuto dallo studente.
Si concede.
MELLUSO ROSA
tipo pratica ULTERIORE RICHIESTA
La studentessa, iscritta al II anno di Management dei Beni Culturali cl LM89,chiede
l'esonero dalla frequenza del laboratorio di Lingua Francese avanzato, in quanto studente
lavoratore come da certificazione allegata.
Si concede
La studentessa dovrà concordare con il docente titolare dell’insegnamento un programma
sostitutivo con relativa modalità di verifica ferma restando la prova di idoneità finale.
Quesito
Il Consiglio di Facoltà analizza la questione relativa alla disciplina a scelta per gli studenti
del Corso Triennale e Magistrale. Il Consiglio, considerata la realtà di sede distaccata della
Facoltà di Beni Culturali, considerato che esiste un solo corso di studi sia per la triennale
che per la Magistrale, considerato che per la Triennale è stata bandita una sola disciplina a
scelta mentre nessuna per la magistrale, delibera in via generale che è possibile ripetere
come disciplina a scelta una di quelle già sostenute ed appartenenti al proprio piano di studi
a condizione che:
- l’insegnamento su cui si vuole sostenere il secondo esame sia attivato in un anno
accademico successivo a quello in cui era attivato l’insegnamento su cui è stato sostenuto
il primo esame;
- il programma del secondo esame sia diverso da quello su cui è stato sostenuto il primo
esame;
- nella verbalizzazione del secondo esame il docente dichiari espressamente che il
programma è diverso da quello su cui è stato sostenuto il primo esame.
10. Attrezzature didattiche e scientifiche;
Il Preside comunica che è di prossima attivazione l’aula informatica, in quanto l’EUF ha
provveduto ad ordinare il materiale informatico e il prof. Saracco ha preso contatti con
l’Area economale dell’Ateneo per gli arredi.
Prende la parola la prof.ssa Coltrinari che chiede di verificare a che punto sia l’acquisto dei
nuovi videoproiettori e dell’implementazione della rete internet per le postazioni in
biblioteca.
11. Varie ed eventuali;
a. Partecipazione a Tipicità
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA
IL PRESIDENTE
…………………..
CONSIGLIO DI FACOLTÀ DI BENI CULTURALI
Verbale N. 33
Adunanza del giorno 15 ottobre 2009
Vol. II
Pag. 105
Il Preside illustra le note ricevute dal Preside della Facoltà di Scienze della formazione prof.
Michele Corsi e dal Sindaco Fermo dott. Saturnino Di Ruscio relative alla partecipazione a
Tipicità 2010.
Il Preside ricorda che già nell’edizione 2009 le due Facoltà sono state presenti all’iniziativa,
compartecipando al 50% alle spese. Anche per quest’anno il costo per ogni singola struttura
è pari a € 3.000,00 + IVA, oltre ai costi per la presenza e per il materiale che le singole
Facoltà intendono presentare.
Prende la parola la prof.ssa Coltinari che ricorda come le precedenti partecipazioni a
Tipicità, principale vetrina del Fermano, abbiano rappresentato un importante momento di
presentazione e di sintesi delle attività organizzate per il territorio.
Considerate le varie attività promozionali e di Orientamento già messe in campo, la prof.ssa
Coltrinari, in qualità di responsabile dell’orientamento, esprime il proprio assenso ad una
partecipazione che non si limiti alla distribuzione di materiale informativo e promozionale,
ma che contempli altre attività quali colloqui con tutti gli interessati o la partecipazione a
momenti pubblici.
Il naturale legame fra Beni Culturali e turismo, infine, permette alle due Facoltà di
presentare un’offerta coerente e completa.
Il Consiglio di Facoltà, con voti favorevoli unanimi, approva la partecipazione all’iniziativa
“Tipicità 2010 – Fermo, 13-15 marzo 2010 e la condivisione dell’iniziativa, sia dal punto di
vista finanziario, con la copertura del 50% della spesa prevista (€ 3.000,00 + IVA), sia da
quello organizzativo con la Facoltà di Scienze della formazione. La spesa graverà sul
cap.06.01.012 “dotazione spese funzionamento facoltà”.
Nulla più essendovi da discutere la seduta è tolta alle ore 19.00.
Il Preside
Prof. Enzo Catani
Il Segretario
Prof. Federico Valacchi