Antenna “EH” barattolo per i 20 metri.

Commenti

Transcript

Antenna “EH” barattolo per i 20 metri.
Antenna “EH” barattolo per i 20 metri.
(di Ignazio Secci ISØEMK)
dei caps);
•
n. 1 pezzo di lastrina di plexiglas
da 3 mm. di spessore (distanziali
spire);
Premessa
ricezione ho potuto solo saltuaria- •
mente provarla vista la scarsissima
cernenti informativa sull’antenna EH la sua altissima sensibilità e gli otti- •
di Ted Hart e le sue innumerevoli mi ascolti fatti di diverse stazioni
ne originale, avendo personalmente porta a propendere che essa vada •
realizzato alcune antenne per la bene anche in trasmissione anche se
gamma dei 40 metri, (ultima quella non come un dipolo classico: un mo- •
realizzata con barattoli di latta), c’è tivo in più per proseguirne la speri•
(per alimentazione a 50 ohm);
n. 16 viti con dado e rondelle
relative da 3x25 (fissaggio ban. 2 viti con dado ed una paglietta d’ancoraggio (fissaggio presa
Si trattava di una antenna, realizza- Materiali occorrenti
Amphenol);
bile per le diverse gamme radioa•
n. 6 viti autofilettanti da 3x12
inox (fissaggio complesso
bobine e tappo chiusura).
OM russo, un certo Nikolai RA3TOX.
Costruzione
Il particolare di questa
antenna, sempre del filo-
Si comincia, innanzitutto,
ne EH, a parte le sue ri-
con la realizzazione del
dimensioni
complesso
(appena 50 cm. di altez-
bobine
(network e link).
za), sta nel fatto che il
A tale proposito, stiriamo
network e relativo link di
bene il filo argentato e lo
alimentazione a 50 ohm,
trovano
n. 1 presa Amphenol da pannello
rattoli alle stecche di sostegno);
stato qualcosa che ha attirato in mentazione.
dotte
da cm. 12x12 ricavabile da moil basamento);
zioni rispetto alla sua configurazio- te i rari sprazzi di propagazione, mi
TOLO, costruita da un
n. 1 pezzo di laminato plastico
bile ex monitor o stampante (per
versioni con modifiche e rielabora- europee sia in cw, rtty e fonia duran-
matoriali, denominata EH BARAT- Per costruirla dovremo procurarci:
te da ex penna biro (supporto
complesso bobine);
Curiosando su Internet nei siti con- propagazione in banda: Comunque
modo particolare la mia attenzione.
n. 2 asticciole plastica trasparen-
avvolgiamo lasco su un
collocazione
supporto del diametro di
dentro il cilindro capaci-
circa 6 cm. Poiché le spire
tivo (cap) inferiore.
verranno leggermente più larghe del
L’articolo era redatto in russo a caratteri cirillici, e ho dovuto tentare •
la sua traduzione in italiano, per
n. 2 barattoli di latta in acciaio, diametro suddetto, una volta sisteda contenitori di latte in polvere mate ed assestate sui distanziali, po-
Alcune belle foto di dettaglio mo-
da 900 gr. da 13 cm. di diame- tranno essere definitivamente portate
tro per 16 di altezza (per i due al diametro previsto di 7 cm.
strano la metodica costruttiva del
caps);
cercare di capirci qualcosa.
complesso bobine (forse per i 10 •
metri) ma non lasciano comprende-
Per quanto riguarda i distanziali, ne
n. 1 stecca da 2 metri di lun- occorrono 5. Li ricaveremo tagliando
ghezza di tubo rigido in plastica a striscioline da 6 mm. di larghezza,
per impianti elettrici esterni da lunghe 7 cm. dallo spezzone disponibile. La foratura avverrà secondo la
16 mm. (supporto caps);
re la sua connessione ai caps.
Non restava che tentarne la costruzione e vedere, per tentativi speri- •
mentali se funzionava.
m. 3,50 circa di filo di rame ar- spaziatura in disegno. I fori da pratigentato da 2 mm. nuovo o recu- care saranno 16. Usandone uno come
40 metri, con l’avvolgimento realiz-
perato da qualche vecchia bobi- dima, realizzeremo i rimanenti.
na di accordatore o lineare (per Dopo averli ben rifiniti, infiliamo i
zato
la bobina principale);
Partendo dall’intento di farla per i
secondo
quanto
ipotizzavo
sufficiente per detta gamma, mi •
sono ritrovato qualcosa che invece
mo resistente da 2 mm. (per il complesso al barattolo.
Per realizzare il supporto delle bobilink);
accordava alla perfezione per i 20
metri, addirittura con un ROS su
tutta la banda di 1.1.
L’antenna è stata provata e carica
benissimo in trasmissione mentre in
distanziali sul filo già spiralato, ma li
m. 0,50 circa di filo elettrico bloccheremo solo ad ultimazione del
rigido ricoperto in plastica ter- supporto e prima del fissaggio del
•
m. 0,60 circa di filo flessibile ne, utilizzeremo due comuni asticcioricoperto in plastica, del tipo le trasparenti da penna biro.
buono argentato (connessione Le tagliamo da 8 cm. l’una e le siste-
miamo parallele distanziandole tra Per finalizzare il lavoro, sagomeremo particolarità di farlo esattamente al
loro 6 mm, fissandole con dei qua- a squadra i terminali del link, li puli- centro del fondo del barattolo, per
dratini di plexiglas alle estremità, remo e toglieremo da essi circa 8 poi stenderlo rasente ad esso verso il
come da disegno.
mm. di guaina. Collocata la bobina limitare del suo bordo esterno . Si
Sulla punta di una delle estremità, link dentro quella principale, infile- fora il fondo e vi si introduce il confisseremo il quadratino di plexiglas remo i terminali nei fori praticati in duttore che successivamente connetper le connessioni, come esemplifi- precedenza nella piastrina di con- teremo a massa, come da disegno.
cato.
nessione. Come riportato nel dise- Successivamente, a 180 gradi circa da
Nello spazio disponibile tra le due gno, il foro di sinistra nella citata detto foro, se ne pratica un atro ma
asticelle, alloggeremo la parte infe- piastrina è doppio perché vi risulte- sul bordo esterno del barattolo dal
riore della bobina, infilandovi due ranno infilati i capi terminali degli lato del fondo. In esso faremo passadei distanziali accoppiati, incollan- avvolgimenti della bobina principale re l’altro pezzo di filo flessibile rimadoli con Attak. I rimanenti tre di- e del link che saranno connessi in- stoci che dovrà collegare l’inizio della
stanziali li posizioneremo sopra e sieme come punto di massa del bobina del network al cap superiore. I
lateralmente
all’avvolgimento
e complesso; il foro a destra è invece fili sopra indicati verranno tagliati a
bloccheremo le spire con alcune singolo e vi sarà infilato il capo ini- misura e connessi solo dopo che agocce di colla.
La
solidità
vremo fissato il complesdell’intero
so bobine.
complesso sarà assicura-
Per fare questo foreremo
ta in modo definitivo.
il barattolo lateralmente
Per completare l’opera,
in verticale nel punto in-
occorre sistemare il link
dicato in disegno, con 2
all’interno della bobina
fori da 3 mm. distanti tra
principale.
loro 7 cm.
Il disegno di come dovrà
Foreremo
per
il
apparire la bobina una
posizionamento delle
8
volta terminata e con-
viti di fissaggio alle stec-
nessa chiarirà come pro-
che di supporto, ai 4
cedere.
punti
Realizzeremo il link con
per il fissaggio del coper-
il filo elettrico da 2 mm. rivestito in ziale del link.
plastica termo resistente. Avvolge- Attenzione!
anche
cardinali,
nonché
chio di chiusura.
Per
il
funzionamento Possiamo ora montare i due barattoli
remo 3 spire serrate del diametro di ottimale ed il rendimento massimo in sito. Risulteranno distanti tra loro
5 cm. che, data la rigidità del filo, dell’antenna il posizionamento del esattamente la misura di un diametro
saranno autoportanti.
link dovrà risultare al centro del (13 cm.). Collocheremo le 16 viti con
Si raccomanda di rispettare il verso network.
dado e rondella ai loro posti, serran-
dell’avvolgimento delle spire con Non ci resta che realizzare la strut- do bene ma senza forzare per non
quello della bobina principale.
tura dell’antenna con i due cilindri ovalizzare le stecche.
capacitivi che verranno sistemati alla Sistemeremo
anche
il
basamento,
giusta distanza mediante le quattro unendo i terminali delle stecche tra di
stecche di sostegno. Queste saranno loro mediante quattro spezzoni di
forate a misura come da disegno con tubo dello stesso tipo, opportunapunta da 3 mm. con l’ausilio di un mente sagomato.
trapano verticale.
Infiliamo il complesso bobine nel ba-
Mentre il barattolo superiore non rattolo inferiore, distanziando il loro
abbisogna di lavorazioni particolari supporto dalla parete con distanziaprima del suo montaggio, se non la tori in teflon. Prima di fissarlo occorre
realizzazione delle 4 coppie di fori di saldare i due fili flessibili che erano in
fissaggio da 3 mm., il barattolo infe- attesa di essere connessi. Quello proriore che conterrà il complesso delle veniente dal centro del barattolo infebobine ed il tappo di chiusura con la riore si porta al contatto delle masse
presa di alimentazione deve essere nella piastrina di connessione (punto
preventivamente approntato.
dove confluiscono i capi terminali
Inizieremo saldando il filo flessibile degli avvolgimenti della bobina prinche dovrà connettere alla massa cipale e del link), e quello che esce
complessiva il cap inferiore, con la lateralmente e che andrà a connetter-
sfalsato
gradi
di
l80
rispetto
all’altro filo che
va al cap inferiore.
Per realizzare il
tappo di chiusura,
ritaglieremo
un
disco
misura
della
del
co-
perchio del barattolo, ricavandolo dallo spezzone di laminato
plastico
da
3
mm.
Vi
praticheremo
ad un lato il foro
grande
ed
i
4
piccoli per il fissaggio della presa Amphenol ed i
due per il fissaggio che L’antenna è stata provata in ricezione
si al cap superiore, lo salderemo realizzeremo mediante dei cubetti di negli sprazzi di scarsa propagazione
all’inizio della bobina principale che teflon forati sopra e di lato, mediante imperante attualmente nei 20 metri,
avremo sagomato ad occhiello.
autofilettanti inox.
con ottima acquisizione di essi quan-
Sistemare le due viti autofilettanti Termineremo il lavoro, portando alla do presenti e di buona intensità. In
nei fori relativi e fissare il supporto presa i due fili di collegamento trasmissione, purtroppo oltre a quelle
del complesso bobine verticalmente dell’uscita provenienti dalla basetta locali, non è stato possibile ancora
sul barattolo, serrando bene per di connessione nel complesso delle provarla a distanza, cosa che è il progarantire la necessaria rigidità del bobine.
gramma per verificarne le potenziali-
tutto.
tà. Comunque la resa è di poco infe-
Si tirerà il filo flessibile dal foro la- Taratura
riore al classico dipolo, ma notevole
terale, lo si farà passare rasente alla
se si pensa che la nostra antenna mi-
stecca di fissaggio, e dopo averlo Questa si fa connettendo l’antenna sura appena 50 cm, basamento comtagliato a misura si salderà al bordo ad un transceiver munito possibil- preso!
inferiore del cap superiore: Control- mente di rosmetro interno. (Io ho Un augurio di buon lavoro a chi vorrà
lare che il suo posizionamento sia usato un IC 740). Si cerca il punto di provare a realizzarla e, come sempre,
risonanza del network. A tale punto a disposizione per eventuali chiaridovrebbe corrispondere un ROS di menti su quanto descritto.
1.1 su tutta la banda. Controllare
comunque con un MFJ 259B.
Quartu Sant’Elena, 10 Ottobre 2007
La centratura in frequenza si ottiene
provando a cortocircuitare le ultime Ignazio Secci, ISØEMK
due spire della bobina. Allo scopo
ho connesso a massa uno spezzonino di 5 cm. di filo flessibile, ho connesso al terminale di un puntale da
tester che faccio scorrere tra le citate ultime due spire, sino ad ottenere
il miglior compromesso di ROS ed il
massimo segnale irradiato indicato
dal misuratore di campo.
Risultati

Documenti analoghi

ANTENNA HF Portatile Wipe per Yaesu FT-817

ANTENNA HF Portatile Wipe per Yaesu FT-817 operazioni in HF comincia a farsi sentire, ascoltare la gamma dei 40 meri con un pezzo di filo e non poter trasmetterci e' qualcosa di frustrante, e' li che decido che e' il momento cercare e autoc...

Dettagli