Cartella stampa - Festival del film Locarno

Commenti

Transcript

Cartella stampa - Festival del film Locarno
Cartella stampa
Bellinzona, 15 luglio 2015
Via Ciseri 23, ch–6601 Locarno
t +41(0)91 756 21 21 | f +41(0)91 756 21 49
[email protected] | www.pardo.ch
La cartella stampa e il materiale fotografico sono a disposizione sul sito
www.pardo.ch/press (area stampa)
Gli estratti di alcuni film della selezione ufficiale sono disponibili in qualità broadcast e in qualità web.
Per accedere al server, contattare l’Ufficio stampa ([email protected] / +41 91 756 21 21).
www.facebook.com/FilmFestivalLocarno
Twitter: @FilmFestLocarno, #Locarno68, @CarloChatrian
Indice generale
1 Introduzione di Carlo Chatrian, Direttore artistico
2 Introduzione di Mario Timbal, Direttore operativo
3 Giurie ufficiali
4 La selezione 2015
Piazza Grande
Concorso internazionale
Concorso Cineasti del presente
Pardi di domani
Signs of Life
Fuori concorso
Histoire(s) du cinéma
Retrospettiva
Open Doors
5 Il cinema svizzero a Locarno
6 First Features
7 Industry Days
8 Locarno Summer Academy
9 Allegati
La casa delle immagini
Partiamo con i film della Piazza Grande: Ricki and the Flash racconta una storia straordinaria per il
cinema americano, ovvero una madre che dopo aver lasciato la casa (la classica villa lussuosa) per un
modesto appartamento per seguire una propria indipendenza, chiamata da una situazione di crisi ci
fa ritorno e, seppure in punta di piedi, la abita con la sua persona, il suo look, il suo spirito. Una casa
di famiglia, solida come la pietra, sta al centro del nuovo film di Philippe Le Guay, Floride. L’uomo
che la abita (uno straordinario Jean Rochefort) appare invece fragile quanto la sua memoria; e quei
muri sono forse il solo appiglio cui aggrapparsi… Un rifugio è la casa di Ibiza dove ha scelto di vivere il
personaggio interpretato da Marthe Keller, protagonista di Amnesia di Barbet Schroeder. E una casa,
seppure vista da fuori, in una sera d’inverno, è protagonista della sequenza, a mio avviso più bella, di
La Vanité di Lionel Baier…
Le case, dunque. Un tempo erano i luoghi di espressione dell’autorità paterna e come tali sono
state un obiettivo sensibile da parte di quel cinema che ha accompagnato la voglia di cambiare
la società; oggi le case tornano come spazi carichi di affetto. Come non collegare questa idea al
clima di incertezza che stiamo attraversando? Sullo sfondo delle tante case che popolano i film del
programma – che vi lascerò scoprire – si agitano le immagini di quelle moltitudini che abbandonano
la loro casa per mettersi in cammino. O anche più semplicemente di quelle persone che guardano con
preoccupazione la loro casa, temendo di perderla dall’oggi al domani.
Superato dall’orgia di immagini in cui costantemente siamo immersi, il cinema non è più forse la casa
del mondo; e tuttavia il mondo ha ancora un disperato bisogno di una casa. È Chantal Akerman a
pronunciare la parola più chiara, al riguardo. Il suo No Home Movie è un film sulla fine di un rapporto
che diventa immagine della fine della casa. Esso è al contempo forse il miglior omaggio che si potesse
fare alla casa come un luogo senza particolari qualità dotato però di un estremo valore affettivo. La
casa è uno spazio di condivisione di un’emozione. Intesa in questo modo, la casa funziona un po’
come inquadratura, preleva una porzione di spazio (e di tempo) e le conferisce un valore particolare.
Il cinema allora è forse la casa che ci manca per poter leggere questo presente così confuso.
Casa del cinema è Locarno come ogni altro festival – anche se ogni direttore ha l’illusione che il “suo”
festival sia una casa un po’ più accogliente delle altre, nel nostro caso un grande passo avanti avverrà
quando la nuova “casa” sarà disponibile. Come ogni altro festival (beh forse non proprio come tutti),
Locarno è il luogo in cui si preserva e si rinnova quell’incontro tra uno sguardo e una comunità, tra una
storia condivisa e delle storie da scoprire. Di qui l’insistenza che ogni anno il programma del Festival dà
alla sua parte di rilettura della storia del cinema con premi, omaggi, cicli. Non c’è casa senza focolare,
quel luogo dove raccogliersi e ascoltare le storie che provengono dal mondo e finiscono per toccarci.
Histoire(s) du cinéma, che da quest’anno si allarga a inglobare tutti i programmi retrospettivi, è
proprio quel focolare popolato dalle tante storie che abbiamo incontrato in un anno di lavoro che
abbiamo deciso di condividere. Le storie di Locarno quest’anno portano i nomi di Marco Bellocchio
e Michael Cimino, Marlen Khutsiev e Bulle Ogier, Edward Norton e Andy Garcia, Walter Murch e
Georges Schwizgebel. A loro siamo grati per aver accolto il nostro invito.
Mi piace infine pensare che il regista meno legato all’idea di casa sia stato scelto come testimone
di questo programma. Come sapete #Locarno68 dedica la sua retrospettiva a Sam Peckinpah, che
quando ha filmato una casa, con The Osterman Weekend ne ha fatto il teatro di una guerra moderna!
Eppure i film di questo regista il cui nome evoca deserto e pistole, di fuorilegge e scazzottate sono
diventati a loro modo una casa, nel senso che molte persone in tutto il mondo li hanno eletti a propria
dimora. E credo che se Peckinpah ha così tanti ammiratori non è solo perché è uno straordinario
regista ma perché al fondo dei suoi racconti palpita un sentimento di appartenenza che è alla base di
ogni unione. Basta riguardare quella sequenza indimenticabile di Pat Garrett & Billy the Kid che sulle
liriche di “Knocking on Heaven’s Door” descrive il saluto di una donna al suo compagno per farci
capire che una casa è molto più di quattro mura.
Il Concorso internazionale offre un programma in cui due opere prime si aggiungono a un gruppo
di registi che hanno avuto modo di farsi apprezzare nel circuito dei festival. Alcuni sono dei graditi
ritorni a Locarno, altri tornano a fare film dopo un lungo silenzio. Come è nella tradizione di Locarno
al programma concorrono film documentari, film in prima persona, fiction più tradizionali e opere
che ibridano i generi.
Il Concorso Cineasti del presente, dedicato a opere prime e seconde, è la fucina del cinema del futuro.
Quest’anno siamo felici di una selezione che rispecchia quella diversità stilistica, formale e geografica
che ci sta molto a cuore. Finzioni impreziosite da cast di rilievo e film saggi, opere dal forte valore
politico e drammi toccanti raccontano il modo in cui i giovani registi vedono il cinema e il mondo.
Un lavoro di scoperta proseguito anche dalla sezione Pardi di domani, che presenta nei suoi due
concorsi cortometraggi e mediometraggi realizzati da giovani autori svizzeri e internazionali.
Signs of Life è la sezione dedicata a quei lavori che sperimentano nuovi modelli narrativi. Essa comprende
8 titoli, tutti in prima mondiale, che si offrono ognuno come un’esperienza visiva e sonora. Siamo felici
di ospitare nella sezione registi già affermati come José Luis Guérin, Pierre Léon, Massimo d’Anolfi e
Martina Parenti, Travis Wilkerson e altri che si faranno scoprire per la loro visionarietà.
La sezione Fuori concorso quest’anno più che mai accoglie film dal grande spessore umano e artistico
proposti da registi noti quali Claire Simon, Andrea Segre, Stéphane Goël, Alberto Fasulo. Completano
il programma cortometraggi e investigazioni fuori dagli schemi.
Il programma della Piazza Grande consentirà di effettuare un viaggio attraverso lo spazio e il tempo,
con film che rileggono momenti della storia trascorsa e che indagano le traiettorie emotive del
presente. D’eccezione è la presenza americana con 4 film molto diversi tra di loro, in cui lacrime e
riso, adrenalina ed emozioni la fanno da padroni.
Oltre ai 16 lungometraggi la Piazza Grande quest’anno include anche 3 cortometraggi. Si tratta
di opere di varia durata che ci hanno affascinato soprattutto per la visionarietà e la poesia:
dall’immersione nella grotta di Chauvet in Le dernier passage, al viaggio nel mondo senza tempo
immaginato da Mario Martone, passando per l’ultimo gioiello di Georges Schwizgebel.
7 i film svizzeri in queste sezioni, tutti caratterizzati da un taglio unico. Oltre al suo ultimo lavoro
Erlkönig, Schwizgebel avrà diritto a un omaggio che ripercorre la sua carriera. In Piazza Grande trovano
spazio i già citati Amnesia e La Vanité. Di notevole interesse la progettualità dell’opera collettiva
Heimatland, film che sono sicuro segnerà la prossima stagione e non solo perché raggruppa il meglio
della nuova generazione svizzera. Originale e toccante è Keeper che vede la presenza di Kacey Mottet
Klein nel ruolo protagonista. Due i film Fuori concorso, Fragments du paradis di Stéphane Goël e Yes
No Maybe di Kaspar Kasics.
Carlo Chatrian, Direttore artistico
#Locarno68: Vivere e condividere
È un panorama sempre più compresso e competitivo quello in cui si muove il Festival del film Locarno.
La proposta di eventi culturali cresce di anno in anno e la fruizione cinematografica vive un momento
di stravolgimento. Un momento che se da un lato penalizza fortemente le sale, dall’altro non intacca il
successo dei festival. Ma in questo contesto è cruciale la qualità dell’offerta che un evento è in grado
di affiancare alla programmazione artistica. Un’esperienza sempre più ricca e capace di coinvolgere,
che anche quest’anno abbiamo voluto potenziare, aggiungendo nuovi elementi.
Attori, registi, pubblico, professionisti e giornalisti. Sul manifesto 2015 ci sono loro, le persone
che animano il Festival. È una scelta lontana dall’essere solo simbolica: riflette la volontà di offrire
a tutte le categorie di festivalieri un ruolo centrale, in modo da segnare la loro memoria per la
ricchezza e la qualità dell’offerta. Qualità che si riflette da un lato nell’efficienza organizzativa,
che affiniamo di anno in anno, ma anche negli accorgimenti e miglioramenti strutturali realizzati
perseguendo un duplice scopo: permettere al pubblico di essere sempre più partecipe e – nello
stesso tempo – facilitare il lavoro ai professionisti. È su questo incrocio di esigenze che quest’anno
abbiamo ripensato la nuova entrata delle delegazioni in Piazza Grande e il nuovo Press Center in
Largo Zorzi che ospiterà le conferenze stampa. Si tratta di due nuove strutture, che pur rimanendo
dedicate agli addetti ai lavori, vengono inserite nel contesto pubblico del Festival e quindi con la
possibilità per tutti di aggiungere un nuovo pezzo al mosaico che forma l’esperienza #Locarno68.
Particolare attenzione è stata messa anche sulla comunicazione digitale, che vede la nascita di un
sito internet totalmente rinnovato. Una piattaforma studiata per essere uno strumento efficace,
ma anche una fonte di arricchimento di temi e contenuti multimediali, amplificati dalle rinnovate
possibilità di interazione garantite dai social network.
E sempre nell’ottica di offrire un’esperienza più ampia ai festivalieri – in collaborazione con l’Ente
turistico Ascona Locarno – l’accoglienza del pubblico al Festival assume un’importanza ancora
maggiore. Sia su pardo.ch con una nuova sezione dedicata alle informazioni pratiche e turistiche,
sia sui luoghi dell’evento, con un nuovo servizio che vedrà una squadra di collaboratori del Festival
andare attivamente incontro alle esigenze dei visitatori.
Augurando a tutti i festivalieri un ottimo #Locarno68, non mi resta che ringraziare i partner
dell’evento. Un ringraziamento che non è mai banale, perché sono la loro fiducia e passione che
rendono possibile un evento in cui la cultura vuole essere accessibile e da vivere in prima persona.
Mario Timbal, Direttore operativo
Giurie ufficiali
La giuria del Concorso internazionale
Udo Kier, attore (Germania)
Nadav Lapid, regista (Israele)
Daniela Michel, direttrice di festival (Messico)
MOON So-ri, attrice (Corea del Sud)
Jerry Schatzberg, regista (Stati Uniti)
La giuria del Concorso Cineasti del presente
Presidente: Júlio Bressane, regista (Brasile)
Fabrice Aragno, regista e direttore della fotografia (Svizzera)
Clotilde Courau, attrice (Francia)
Joanna Hogg, regista (Regno Unito)
Jay Van Hoy, produttore (Stati Uniti)
La giuria dei Pardi di domani
Presidente: Milcho Manchevski, regista (Repubblica di Macedonia)
Laura Bispuri, regista (Italia)
Denis Klebleev, regista (Russia)
Agustina Llambi Campbell, produttrice (Argentina)
Lorenz Merz, regista (Svizzera)
La giuria First Feature
Haden Guest, storico del cinema, direttore d’archivio (Stati Uniti)
Roger Alan Koza, critico cinematografico (Argentina)
Cristina Piccino, critico cinematografico (Italia)
Concorso internazionale
Jerry Schatzberg
SCARECROW
Stati Uniti – 1973 – 112’
MOON So-ri
OASISEU (Oasis) di LEE Chang-dong
Corea del Sud – 2002 – 139’
YEO-BAE-U (The Actress)
Corea del Sud - 2014 - 18’
Nadav Lapid
HAGANENET (The Kindergarten Teacher)
Israele/Francia – 2014 – 120’
LAMA? (Why?)
Israele – 2014 – 5’
Udo Kier
THE FORBIDDEN ROOM di Guy Maddin
Canada – 2015 – 132’
Concorso Cineasti del presente
Clotilde Courau
L’OMBRE DES FEMMES di Philippe Garrel
Francia/Svizzera – 2015 – 73’
Fabrice Aragno
FREDDY BUACHE – LE CINEMA
Svizzera – 2012 – 44’
L’INVISIBLE
Svizzera – 2015 – 30’
Prima mondiale
Jay Van Hoy
LOVE IS STRANGE di Ira Sachs
Stati Uniti/Francia/Brasile/Grecia – 2014 – 98’
Joanna Hogg
UNRELATED
Regno Unito – 2007 – 100’
I film delle giurie
Pardi di domani
Agustina Llambi Campbell
PAULINA di Santiago Mitre
Argentina/Brasile/Francia – 2015 –103’
Denis Klebleev
STRANGE PARTICLES
Russia – 2014 – 52’
Lorenz Merz
CHERRY PIE
Svizzera – 2013 – 85’
UN DIA Y NADA (One Day and Nothing)
Svizzera – 2008 – 20’
Milcho Manchevski
MAJKI (Mothers)
Macedonia/Francia/Bulgaria – 2010 – 123’
Laura Bispuri
VERGINE GIURATA (Sworn Virgin)
Italia/Svizzera/Germania/Albanien/Kosovo – 2015 – 84’
I film delle giurie
La selezione 2015
Piazza Grande
Concorso internazionale
Concorso Cineasti del presente
Pardi di domani
Signs of Life
Fuori concorso
Histoire(s) du cinéma
Retrospettiva Sam Peckinpah
Open Doors
Piazza Grande
05.08
RICKI AND THE FLASH di Jonathan Demme – Stati Uniti – 2015 – 100’
Excellence Award Moët & Chandon a Edward Norton
06.08 LA BELLE SAISON di Catherine Corsini – Francia – 2015 – 105’
LE DERNIER PASSAGE di Pascal Magontier – Francia – 2015 – 28’
Pardo alla carriera a Marlen Khutsiev
07.08
DER STAAT GEGEN FRITZ BAUER di Lars Kraume – Germania – 2015 – 105’
SOUTHPAW di Antoine Fuqua – Stati Uniti – 2015 – 123’
08.08
TRAINWRECK di Judd Apatow – Stati Uniti – 2015 – 125’
JACK di Elisabeth Scharang – Austria – 2015 – 95’
Presentazione Retrospettiva Sam Peckinpah
09.08
FLORIDE di Philippe Le Guay – Francia – 2015 – 110’
THE DEER HUNTER di Michael Cimino – Gran Bretagna/Stati Uniti – 1978 – 182’
Pardo d'onore Swisscom a Michael Cimino
10.08
ERLKÖNIG di Georges Schwizgebel – Svizzera – 2015 – 5’
GUIBORD S’EN VA-T-EN GUERRE di Philippe Falardeau – Canada – 2015 – 108’
Pardo alla carriera a Bulle Ogier
11.08
BOMBAY VELVET di Anurag Kashyap – India – 2015 – 148’
Presentazione Open Doors
12.08
PASTORALE CILENTANA di Mario Martone – Italia – 2015 – 19’
AMNESIA di Barbet Schroeder – Svizzera/Francia – 2015 – 96’
Premio Cinema Ticino a Teco Celio
13.08
LA VANITÉ di Lionel Baier – Svizzera/Francia – 2015 – 75’
QING TIAN JIE YI HAO (The Laundryman) di LEE Chung – Taiwan – 2015 – 110’
Vision Award Nescens a Walter Murch
14.08 ME AND EARL AND THE DYING GIRL di Alfonso Gomez-Rejon – Stati Uniti – 2014 – 105’
I PUGNI IN TASCA di Marco Bellocchio – Italia – 1965 – 107’
Pardo d’onore Swisscom a Marco Bellocchio
15.08 HELIOPOLIS di Sérgio Machado – Brasile – 2015 – 98’
Cerimonia di premiazione
Leopard Club Award a Andy Garcia
Prix du Public UBS
AMNESIA di Barbet Schroeder
Svizzera/Francia – 2015 – 96'
con Marthe Keller, Max Riemelt, Bruno Ganz, Joel Basman, Corinna Kirchhoff, Femi Reixach, Marie Leuenberger, Felix Pons,
Florentin Groll, Eva Barcelo
Produzione: Vega Film AG
Coproduzione: Les films du Losange
Vendite internazionali: Les films du Losange
Distributore svizzero: Vega Distribution AG
BOMBAY VELVET di Anurag Kashyap
India – 2015 – 148'
con Ranbir Kapoor, Anushka Sharma, Karan Johar
Produzione: Phantom Films
Vendite internazionali: Fox Star Studios India Pvt Ltd
DER STAAT GEGEN FRITZ BAUER di Lars Kraume
Germania – 2015 – 105'
con Burghart Klaußner, Ronald Zehrfeld, Lilith Stangenberg, Jörg Schüttauf, Sebastian Blomberg, Micheal Schenk
Produzione: zero one film GmbH
Coproduzione: Terz Filmproduktions GmbH
Vendite internazionali: Beta Cinema GmbH
Distributore svizzero: Look Now! Filmdistribution
Prima mondiale
ERLKÖNIG di Georges Schwizgebel
Svizzera – 2015 – 5'
Produzione: Studio gds
Coproduzione: RTS Radio Télévision Suisse
Vendite internazionali: Studio gds
Distributore svizzero: Studio gds
Prima mondiale
FLORIDE di Philippe Le Guay
Francia – 2015 – 110'
con Jean Rochefort, Sandrine Kiberlain, Laurent Lucas, Anamaria Marinca
Produzione: F comme Film, Ciné[email protected]
Coproduzione: Gaumont, Cinefrance 1888, France 2 Cinéma, Rhônes-Alpes Cinéma
Vendite internazionali: Gaumont International
Distributore svizzero: Frenetic Films
Prima mondiale
GUIBORD S'EN VA-T-EN GUERRE di Philippe Falardeau
Canada – 2015 – 108'
con Patrick Huard, Suzanne Clément, Irdens Exantus, Clémence Dufresne-Deslières, Sonia Cordeau, Paul Doucet, Jules Philip,
Robin Aubert, Micheline Lanctôt
Produzione: micro-scope
Vendite internazionali: Films Distribution
Distributore svizzero: Agora Film
Prima mondiale
HELIOPOLIS di Sérgio Machado
Brasile – 2015 – 100'
con Lázaro Ramos, Sandra Corveloni, Fernanda de Freitas, Kaique de Jesus, Elzio Vieira
Produzione: Gullane
Coproduzione: Fox International Productions
Vendite internazionali: Films Boutique
Distributore svizzero: Xenix
Prima mondiale
Piazza Grande
I PUGNI IN TASCA di Marco Bellocchio
Italia – 1965 – 107'
con Lou Castel, Paola Pitagora, Marino Masé
Produzione: Doria Cinematografica
Vendite internazionali: The Match Factory
Distributore svizzero: Filmcoopi Zürich AG
JACK di Elisabeth Scharang
Austria – 2015 – 95'
con Johannes Krisch, Corinna Harfouch, Birgit Minichmayr, Paulus Manker, Sami Loris, Sarah Viktoria Frick
Produzione: epo-film produktionsges.m.b.h.
Prima mondiale
LA BELLE SAISON di Catherine Corsini
Francia – 2015 – 105'
con Cécile de France, Izïa Higelin, Noémie Lvovsky, Kévin Azaïs, Laetitia Dosch, Benjamin Bellecour, Bruno Podalydès
Produzione: Chaz productions
Coproduzione: France 3 Cinéma, Artemis Productions
Vendite internazionali: Pyramide international
Distributore svizzero: cineworx gmbh
Prima mondiale
LA VANITÉ di Lionel Baier
Svizzera/Francia – 2015 – 75'
con Patrick Lapp, Carmen Maura, Ivan Georgiev
Produzione: Bande à part films
Coproduzione: Les films du poisson, RTS Radio Télévision Suisse, SRG SSR
Vendite internazionali: WIDE
Distributore svizzero: Frenetic Films
LE DERNIER PASSAGE di Pascal Magontier
Francia – 2015 – 28'
Produzione: Rup’Art Production
Coproduzione: Guy Perazio Engineering
Prima mondiale
ME AND EARL AND THE DYING GIRL di Alfonso Gomez-Rejon
Stati Uniti – 2014 – 105'
con Thomas Mann, Rj Cyler, Olivia Cooke, Nick Offerman, Connie Britton, Molly Shannon, Jon Bernthal
Produzione: Indian Paintbrush, Rhode Island Ave.
Vendite internazionali: Fox Searchlight Pictures
Distributore svizzero: Warner Bros. Entertainment Switzerland GmbH
PASTORALE CILENTANA di Mario Martone
Italia – 2015 – 19'
con Mattia Oricchio, Aurora Maria Marrocco, Nicole Pinto, Tiziano La Selva, Luigina Laurito
Produzione: Palomar
Prima internazionale
QING TIAN JIE YI HAO (The Laundryman) di LEE Chung
Taiwan – 2015 – 110'
con CHANG Hsiao-chuan, SUI Tang, WAN Qian
Produzione: 1 production film co.
Vendite internazionali: Ablaze Image
Opera prima
Piazza Grande
RICKI AND THE FLASH di Jonathan Demme
Stati Uniti – 2015 – 100’
con Meryl Streep, Kevin Kline, Mamie Gummer, Audra McDonald, Sebastian Stan, Rick Springfield
Produzione: Clinica Estetico, LStar Capital; TriStar Pictures
Vendite internazionali: Sony Pictures Releasing International
Distributore svizzero: The Walt Disney Company (Switzerland) Gmbh
Prima mondiale
SOUTHPAW di Antoine Fuqua
Stati Uniti – 2015 – 123'
con Jake Gyllenhaal, Rachel McAdams, Forest Whitaker, Naomie Harris, Rita Ora, Curtis James Jackson III (50 Cent)
Produzione: Escape Artists, Fuqua Films, Riche Productions, WanDa Pictures
Vendite internazionali: The Weinstein Company
Distributore svizzero: Ascot Elite Entertainment Group
THE DEER HUNTER di Michael Cimino
Gran Bretagna/Stati Uniti – 1978 – 182'
con Robert De Niro, John Cazale, John Savage, Christopher Walken, Meryl Streep
Produzione: EMI Films, Universal Pictures
Vendite internazionali: Tamasa Distribution
TRAINWRECK di Judd Apatow
Stati Uniti – 2015 – 125'
con Amy Schumer, Bill Hader, Brie Larson, Tilda Swinton, Colin Quinn, John Cena, LeBron James
Produzione: Judd Apatow p.g.a., Barry Mendel p.g.a.
Vendite internazionali: Universal Pictures International
Distributore svizzero: Universal Pictures International Switzerland GmbH
Piazza Grande
Concorso
internazionale
BELLA E PERDUTA di Pietro Marcello
Italia – 2015 – 86'
con Tommaso Cestrone, Sergio Vitolo, Gesuino Pittalis
Produzione: Avventurosa
Coproduzione: Rai Cinema
Prima mondiale
BRAT DEJAN (Brother Dejan) di Bakur Bakuradze
Russia/Serbia – 2015 – 113'
con Marko Nikolic, Misa Tirinda
Produzione: Vita Aktiva, Art & Popcorn
Coproduzione: CTB, Focus Plus Cinema, Look Film, Pilon Media
Prima mondiale
CHANT D’HIVER di Otar Iosseliani
Francia/Georgia – 2015 – 117’
con Rufus, Amiran Amiranashvili, Pierre Etaix, Mathias Jung, Mathieu Amalric, Enrico Ghezzi
Produzione: Pastorale productions, Pastorale productions
Coproduzione: Studio 99, Studio 99
Vendite internazionali: Les Films du Losange
Prima mondiale
CHEVALIER di Athina Rachel Tsangari
Grecia – 2015 – 99'
con Yorgos Kentros, Panos Koronis, Vangelis Mourikis, Makis Papadimitriou, Yorgos Pirpassopoulos, Sakis Rouvas
Produzione: Faliro House Productions, Haos Film
Coproduzione: Nova, The Match Factory
Vendite internazionali: The Match Factory
Prima mondiale
COSMOS di Andrzej Zulawski
Francia/Portogallo – 2015 – 103'
con Sabine Azéma, Jean-François Balmer, Jonathan Genet, Johan Libéreau, Victória Guerra, Clémentine Pons, Andy Gillet
Produzione: Alfama Films
Coproduzione: Leopardo Filmes
Vendite internazionali: Alfama Films
Prima mondiale
ENTERTAINMENT di Rick Alverson
Stati Uniti – 2015 – 104'
con Gregg Turkington, John C. Reilly, Tye Sheridan, Michael Cera, Amy Seimetz
Produzione: Jagjaguwar, Made Bed Productions, Nomadic Independence Pictures, Complex Corporation, Epic Pictures Group
Vendite internazionali: Stray Dogs, Epic Pictures Group
Prima internazionale
HAPPY HOUR di Ryusuke Hamaguchi
Giappone – 2015 – 317'
con Sachie Tanaka, Hazuki Kikuchi, Maiko Mihara, Rira Kawamura
Produzione: Fictive LLC, Neopa INC
Coproduzione: Kobe Workshop Cinema Project LLP
Prima mondiale
Concorso internazionale
HEIMATLAND di Lisa Blatter, Gregor Frei, Jan Gassmann, Benny Jaberg, Carmen Jaquier, Michael Krummenacher, Jonas Meier,
Tobias Nölle, Lionel Rupp, Mike Scheiwiller
Svizzera/Germania – 2015 – 99'
con Peter Jecklin, Julia Glaus, Issaka Sawadogo, Michèle Schaub, Morgane Ferru, Nicolas Bachmann, Gabriel Noah Maurer, Dashmir Ristemi,
Florin Schmidig, Egon Betschart, Roberto Garieri, Soumeya Ferro-Luzzi, Luna Arzoni, Liana Hangartner, Viola von Scarpatetti
Produzione: Contrast Film Bern GmbH
Coproduzione: 2:1 Film GmbH, Passanten Filmproduktion GBR
Distributore svizzero: Look Now!
Prima mondiale
JAMES WHITE di Josh Mond
Stati Uniti – 2015 – 88'
con Christopher Abbott, Cynthia Nixon, Scott Mescudi, Makenzie Leigh, Ron Livingston, David Call
Produzione: BorderLine Films, Relic Pictures
Vendite internazionali: Memento Films International
Distributore svizzero: Praesens Film AG
Prima internazionale, opera prima
JIGEUMEUN MATGO GEUTTAENEUN TEULLIDA (Right Now, Wrong Then) di HONG Sangsoo
Corea del Sud – 2015 – 121'
con JUNG Jaeyoung, KIM Minhee
Produzione: Jeonwonsa Film Co.
Vendite internazionali: Finecut
Prima mondiale
MA DAR BEHESHT (Paradise) di Sina Ataeian Dena
Iran/Germania – 2015 – 100'
con Dorna Dibaj, Fariba Kamran, Fateme Naghavi, Nahid Moslemi, Roya Afshar
Produzione: Bon Voyage Films, Sina Dena Films
Prima mondiale, opera prima
NO HOME MOVIE di Chantal Akerman
Belgio/Francia – 2015 – 115'
Produzione: Liaison cinématographique, Paradise Films
Vendite internazionali: Doc & Film International
Prima mondiale
O FUTEBOL di Sergio Oksman
Spagna – 2015 – 68'
Produzione: Dok Films
Coproduzione: TVE, Canal Brasil
Prima mondiale
SCHNEIDER VS. BAX di Alex van Warmerdam
Paesi Bassi/Belgio – 2015 – 95'
con Tom Dewispelaere, Alex van Warmerdam, Maria Kraakman, Annet Malherbe, Eugene Bervoets, Eva van de Wijdeven,
Pierre Bokma, Loes Haverkort, Henri Garçin
Produzione: Graniet Film
Vendite internazionali: Fortissimo Films
Prima internazionale
SUITE ARMORICAINE di Pascale Breton
Francia – 2015 – 145'
con Valérie Dréville, Kaou Langoët, Élina Löwensohn, Manon Évenat, Laurent Sauvage, Yvon Raude, Peter Bonke, Klet Beyer,
Ewen Gloannec, Catherine Riaux, Soukamba Dabo, Mélanie Degals, Morgane Lamanda, Tangi Daniel, Erwan Badin, Bertrand Le Guen
Produzione: Zadig Films
Coproduzione: Sylicone
Prima mondiale
Concorso internazionale
SULANGA GINI ARAN (Dark in the White Light) di Vimukthi Jayasundara
Sri Lanka – 2015 – 80'
con Steve De La Zilwa, Ruvin de Silva, Suranga Ranawaka, Mahendra Perera, Kaushalya Fernando
Produzione: Film Council Productions
Coproduzione: Les Films de l’Etranger
Vendite internazionali: Film Council Productions
Prima mondiale
TE PROMETO ANARQUÍA di Julio Hernández Cordón
Messico/Germania – 2015 – 88'
con Diego Calva, Eduardo Martínez Peña
Produzione: Interior XIII
Coproduzione: Rohfilm
Vendite internazionali: Latido Films
Prima mondiale
THE SKY TREMBLES AND THE EARTH IS AFRAID AND THE TWO EYES ARE NOT BROTHERS di Ben Rivers
Gran Bretagna – 2015 – 100'
con Oliver Laxe
Produzione: Artangel
Prima mondiale
TIKKUN di Avishai Sivan
Israele – 2015 – 120'
con Aharon Traitel, Khalifa Natour, Riki Blich, Gur Sheinberg, Omri Fuhrer, Shani Ben Haim
Produzione: Plan B Productions Ltd., The Mouth Agape, United King Films
Prima internazionale
Concorso internazionale
Concorso
Cineasti del presente
Cineasti del presente
and Vision Award Partner
Premio speciale della giuria
Cineasti del presente
DEAD SLOW AHEAD di Mauro Herce
Spagna/Francia – 2015 – 74'
Produzione: Nanouk Films, El Viaje Films
Coproduzione: Bocalupo Films
Prima mondiale, opera prima
DER NACHTMAHR di AKIZ
Germania – 2015 – 88'
con Carolyn Genzkow, Kim Gordon, Julika Jenkins, Arnd Klawitter, Wilson Gonzales Ochsenknecht
Produzione: OOO-Films GbR, Bon Voyage Films
Vendite internazionali: ERA K5 Media Group GmbH
Prima internazionale
DOM JUAN di Vincent Macaigne
Francia – 2015 – 108'
con Loïc Corbery, Serge Bagdassarian, Suliane Brahim, Alain Lenglet, Julie Sicard, Gérard Giroudon, Jérémy Lopez,
Clément Hervieu-Léger, Claire De La Rüe du Can, Gilles David
Produzione: Iconoclast
Coproduzione: ARTE France, La Comédie Française, Euromedia, Maïa Cinéma
Prima mondiale, opera prima
DREAM LAND di Steve Chen
Cambogia/Stati Uniti – 2015 – 90'
con Lida Duch, Sokun Nhem, Hak Kim
Produzione: Chen Office
Coproduzione: Anti-Archive
Prima mondiale, opera prima
EL MOVIMIENTO di Benjamín Naishtat
Argentina/Corea del Sud – 2015 – 67'
con Pablo Cedrón, Marcelo Pompei, Francisco Lumerman, Céline Latil
Produzione: Pucará Cine, Varsovia Films, Jeonju Cinema Project
Prima internazionale
KEEPER di Guillaume Senez
Belgio/Svizzera/Francia – 2015 – 91'
con Kacey Mottet Klein, Galatea Bellugi, Catherine Salée, Sam Louwyck, Laetitia Dosch
Produzione: Iota production
Coproduzione: Louise Productions, Offshore, Savage Film
Vendite internazionali: Be for Films
Distributore svizzero: Filmcoopi Zürich
Prima mondiale, opera prima
LE GRAND JEU di Nicolas Pariser
Francia – 2015 – 100'
con Melvil Poupaud, André Dussollier, Clémence Poésy
Produzione: Bizibi
Vendite internazionali: Bac Films International
Prima mondiale, opera prima
Concorso Cineasti del presente
LES ÊTRES CHERS di Anne Émond
Canada – 2015 – 102'
con Maxim Gaudette, Karelle Tremblay, Valérie Cadieux, Mikael Gouin
Produzione: Metafilms
Prima mondiale
LU BIAN YE CAN (Kaili Blues) di BI Gan
Cina/Cina – 2015 – 110'
con CHEN Yongzhong, ZHAO Daqing, LUO Feiyang, XIE Lixun, ZENG Shuai
Produzione: Blackfin (Beijing) culture&media Co.Ltd.
Coproduzione: Heaven Pictures (Beijing) the movie Co.Ltd.
Prima mondiale, opera prima
MOJ BRATE – MIO FRATELLO di Nazareno Manuel Nicoletti
Italia/Canada/Bosnia-Erzegovina – 2015 – 78'
con Stefano Gabrini, Marco Musacchio, Hamica Nametak, Karen Tomashavsky, William Anselmi, Vincenzo Maselli, Deb Joly
Produzione: Centro Sperimentale di Cinematografia
Prima mondiale, opera prima
OLMO & THE SEAGULL di Petra Costa, Lea Glob
Danimarca/Brasile/Portogallo/Francia – 2014 – 85'
con Olivia Corsini, Serge Nicolaï
Produzione: Zentropa Entertainments5, Busca Vida Filmes, O Som e a Fúria, Epicentre Films
Prima mondiale
SIEMBRA di Ángela Osorio Rojas, Santiago Lozano Álvarez
Colombia/Germania – 2015 – 80'
con Diego Balanta, Ines Granja, Jose Luis Preciado
Produzione: Contravia Films
Coproduzione: Autentika Films
Prima mondiale, opera prima
THE WAITING ROOM di Igor Drljaca
Canada – 2015 – 92'
con Jasmin Geljo, Masa Lizdek, Filip Geljo, Cynthia Ashperger, Ma-Anne Dionisio
Produzione: Timelapse pictures, Gearshift films, Yn films
Prima mondiale
THITHI di Raam Reddy
India – 2015 – 130'
con Abhi H.N, Thamme Gowda, Chenna Gowda, Pooja S.M.
Produzione: Prspctvs Productions
Prima mondiale, opera prima
Concorso Cineasti del presente
Pardi di domani
Pardi di domani Partner
Pardi di domani Partner
Concorso internazionale
ЗЕВС (Zeus) di Pavel Vesnakov – Germania/Bulgaria – 2015 – 30’
DEAR DIRECTOR di Marcus Lindeen – Svezia – 2015 – 14’
DES MILLIONS DE LARMES di Natalie Beder – Francia – 2015 – 22’
ECO di Xacio Baño – Spagna – 2015 – 20’
FILS DU LOUP di Lola Quivoron – Francia – 2015 – 24’
GULLIVER di Maria Alché – Argentina – 2015 – 25’
HISTÓRIA DE UMA PENA di Leonardo Mouramateus – Brasile – 2015 – 30’
I REMEMBER NOTHING di Zia Anger – Stati Uniti – 2015 – 18’
JUNILYN HAS di Carlo Francisco Manatad – Filippine – 2015 – 15’
KM 73 di Radu Ghelbereu – Gran Bretagna/Romania – 2015 – 15’
LA IMPRESIÓN DE UNA GUERRA di Camilo Restrepo – Francia/Colombia – 2015 – 26’
LA NOVIA DE FRANKENSTEIN di Agostina Galvez, Francisco Lezama – Argentina – 2015 – 13’
LAMPEDUSA di Philip Cartelli, Mariangela Ciccarello – Italia/Francia/Stati Uniti – 2015 – 14’
LAS CUATRO ESQUINAS DEL CÍRCULO di Katarina Stankovic – Germania/Messico/Serbia – 2015 – 24’
MAMA di Davit Pirtskhalava – Georgia – 2015 – 25’
MARIA DO MAR di João Rosas – Portogallo – 2015 – 33’
NOTHING HUMAN di Tom Rosenberg – Stati Uniti – 2015 – 17’
NUEVA VIDA di Kiro Russo – Argentina/Bolivia – 2015 – 16’
O QUE RESTA di Jola Wieczorek – Austria/Portogallo – 2015 – 39’
O TETO SOBRE NÓS di Bruno Carboni – Brasile – 2015 – 22’
SHIKUF (Reflection) di Osi Wald – Israele – 2014 – 4’
RENAÎTRE di Jean-François Ravagnan – Belgio – 2015 – 23’
SA PAGITAN NG PAGDALAW AT PAGLIMOT (The Ebb of Forgetting) di Liryc Dela Cruz – Filippine – 2015 – 14’
SALARIÉ ORIENTAL di Rinat Bekchintayev, Egor Shevchenko – Russia – 2015 – 19’
YELLOW FIEBER di Konstantina Kotzamani – Grecia – 2015 – 15’
Concorso nazionale
BABOR CASANOVA di Karim Sayad – Svizzera – 2015 – 35’
D’OMBRES ET D’AILES di Eleonora Marinoni, Elice Meng – Svizzera/Francia – 2015 – 13’
EIN ORT WIE DIESER di Philip Meyer – Svizzera – 2015 – 8’
HAUSARREST di Matthias Sahli – Svizzera – 2015 – 14’
JOCONDE di Lora Mure-Ravaud – Svizzera – 2015 – 14’
JUST ANOTHER DAY IN EGYPT di Corina Schwingruber Ilić, Nikola Ilić – Svizzera – 2015 – 11’
LA RIVIÈRE SOUS LA LANGUE di Carmen Jaquier – Svizzera – 2015 – 18’
LE BARRAGE di Samuel Grandchamp – Svizzera/Stati Uniti – 2015 – 14’
LES MONTS S’EMBRASENT di Laura Morales – Svizzera – 2015 – 21’
PERSI di Caterina Mona – Svizzera – 2015 – 17’
THE MEADOW di Jela Hasler – Svizzera – 2015 – 9’
Pardi di domani
Signs of Life
88:88 di Isiah Medina
Canada – 2015 – 65'
con Myles Taylor, Erik Berg, Eliza Brontë, Anne Denisse Valencia, Avery Medina
Prima mondiale, opera prima
CHI (Mr. Zhang Believes) di QIU Jiongjiong
Cina – 2015 – 135'
con MA Xiao'ou, CAI Yifan, ZHANG Jimmy
Produzione: All Ways Pictures
Prima mondiale
DEUX RÉMI, DEUX di Pierre Léon
Francia/Svizzera – 2015 – 66'
con Pascal Cervo, Luna Picoli-Truffaut, Serge Bozon, Bernard Eisenschitz, Jean-Christophe Bouvet
Produzione: Ferris & Brockman
Coproduzione: Garidi Films, Kapara pictures
Prima mondiale
L'ACCADEMIA DELLE MUSE di José Luis Guerin
Spagna – 2015 – 92'
con Raffaele Pinto, Emanuela Forgetta, Rosa Delor Muns, Mireia Iniesta
Produzione: Los Films de Orfeo
Prima mondiale
L'INFINITA FABBRICA DEL DUOMO di Martina Parenti, Massimo D'anolfi
Italia – 2015 – 74'
Produzione: Montmorency Film
Prima mondiale
MACHINE GUN OR TYPEWRITER? di Travis Wilkerson
Stati Uniti – 2015 – 71'
con Travis Wilkerson
Prima mondiale
RECOLLECTION di Kamal Aljafari
Germania – 2015 – 70'
Prima mondiale, opera prima
SLACKJAW di Zach Weintraub
Stati Uniti – 2014 – 71'
con Robert Malone, Blaise Hall, Jesse Rudoy
Produzione: Newhard Entertainment
Vendite internazionali: Newhard Entertainment
Prima mondiale
Signs of Life
Fuori concorso
CONTRE-POUVOIRS di Malek Bensmaïl
Algeria/Francia – 2015 – 97’
Produzione: Hikayet Films
Vendite internazionali: Hikayet Films
Prima mondiale
FRAGMENTS DU PARADIS di Stéphane Goël
Svizzera – 2015 – 85’
Produzione: Climage
Distributore svizzero: Agora Films
Prima mondiale
GENITORI di Alberto Fasulo
Italia – 2015 – 82’
con Associazione Vivere Insieme
Produzione: Nefertiti Film
Coproduzione: Rai Cinema
Prima mondiale
I SOGNI DEL LAGO SALATO di Andrea Segre
Italia – 2015 – 72’
Produzione: Ambleto SRL
Coproduzione: Rai Cinema
Prima mondiale
KAKI KOUBA di Kazuhiro Soda
Giappone/Stati Uniti – 2015 – 145’
con Koichi Watanabe, Yukiko Watanabe, Shinsuke Hirano
Produzione: Laboratory X, Inc.
Vendite internazionali: Laboratory X, Inc.
Prima mondiale
KIEV/MOSCOW. PART 1 di Elena Khoreva
Russia/Estonia/Ucraina – 2015 – 70’
Produzione: Realnost
Coproduzione: Marx Film
Vendite internazionali: Marx Film
Prima mondiale, opera prima
LE BOIS DONT LES RÊVES SONT FAITS di Claire Simon
Francia/Svizzera – 2015 – 144’
Produzione: Just Sayin’ Films, Pio & Co
Coproduzione: Tipi’mages Productions
Vendite internazionali: Be for Films
Prima mondiale
ROMEO E GIULIETTA di Massimo Coppola
Italia – 2015 – 56’
con Nino Smith, Mary Monrovich, Hasib Omerovic, Valerio Mastandrea, Massimo Coppola
Produzione: Standard Films, Indigo Film
Prima mondiale
TOPOPHILIA di Peter Bo Rappmund
Stati Uniti – 2015 – 62’
Coproduzione: Light brigade
Prima internazionale
Fuori concorso
VIVERE ALLA GRANDE di Fabio Leli
Italia – 2015 – 159’
Produzione: Human Tree S.r.l.s.
Prima mondiale, opera prima
YES NO MAYBE di Kaspar Kasics
Svizzera – 2015 – 105’
Produzione: Distant Lights GmbH, Schweizer Radio und Fernsehen SRG SSR
Distributore svizzero: Vinca Film GmbH
Prima mondiale
Shorts
ESTRATOS DE LA IMAGEN di Lois Patiño
Spagna – 2015 – 7’
Prima mondiale
L’ARCHITECTE DE SAINT-GAUDENS di Julie Desprairies, Serge Bozon
Francia – 2015 – 29’
con Mehdi Zannad, Elise Ladoué, Hélène Iratchet, Arnold Pasquier
Produzione: Les Films de la Liberté
Prima mondiale
NOITE SEM DISTÂNCIA di Lois Patiño
Portogallo/Spagna – 2015 – 23’
Produzione: Campus - Curtas Vila Do Conde
Vendite internazionali: AGÊNCIA - Portuguese Short Film Agency
Prima internazionale
RIOT di Nathan Silver
Stati Uniti – 2015 – 4’
con Nathan Silver, Cindy Silver
Produzione: Replacement Party Pictures, Industry Standard Films
Prima mondiale
THE GLORY OF FILMMAKING IN PORTUGAL di Manuel Mozos
Portogallo – 2015 – 15’
Produzione: Curtas Metragens CRL
Vendite internazionali: AGÊNCIA - Portuguese Short Film Agency
Prima internazionale
UNDISCLOSED RECIPIENTS di Sandro Aguilar
Portogallo – 2015 – 25’
Produzione: Curtas Metragens CRL
Vendite internazionali: AGÊNCIA - Portuguese Short Film Agency
Prima internazionale
Fuori concorso
Art Basel
Dopo il programma presentato dal Festival a Basilea nel mese di giugno, la sezione film di Art Basel ha concepito un programma per
Locarno.
ANFANGSSZENE di Karolin Meunier
Germania – 2015 – 8’
con Ceci Chuh
Produzione: Karolin Meunier
IT, HEAT, HIT di Laure Prouvost
Gran Bretagna – 2010 – 7’
Produzione: MOT International
THE GIRL CHEWING GUM di John Smith
Gran Bretagna – 1976 – 12’
Produzione: Tanya Leighton Gallery
TURBULENT di Shirin Neshat
Stati Uniti – 1998 – 10’
con Shoja Azari, Sussan Deyhim
Produzione: Gladstone Gallery
TWELVE di Melanie Manchot
Gran Bretagna – 2015 – 28’
con Stephen Giddings, Leon Jakeman, Catherine Emberton, Stephen Disley, Robbie Edwards
Produzione: Galerie m Bochum
Tela Brilhadora
Progetto speciale coordinato da Júlio Bressane.
GAROTO (Kid) di Júlio Bressane
Brasile – 2015 – 76’
con Marjorie Estiano, Gabriel Leone, Josie Antello
Produzione: Tb Produções
Coproduzione: Canal Brasil
Prima mondiale
O ESPELHO (The Mirror) di Rodrigo Lima
Brasile – 2015 – 64’
Produzione: Tb Produções
Coproduzione: Canal Brasil
Prima mondiale, opera prima
O PREFEITO (The Mayor) di Bruno Safadi
Brasile – 2015 – 70’
con Nizo Neto, Djin Sganzerla, Gustavo Novaes
Produzione: Tb Produções
Coproduzione: Canal Brasil, Cavideo, Pedro peregrino
Prima mondiale
ORIGEM DO MUNDO (Origin of the World) di Moa Batsow
Brasile – 2015 – 65’
Produzione: Tb Produções
Coproduzione: Canal Brasil
Prima mondiale, opera prima
Fuori concorso
Histoire(s) du cinéma
Pardo d’onore Swisscom
Leopard Club Award
Excellence Award
Moët & Chandon
Vision Award Nescens
Pardo d’onore Swisscom a Marco Bellocchio
BUONGIORNO, NOTTE di Marco Bellocchio – Italia – 2003 – 108’
I PUGNI IN TASCA di Marco Bellocchio – Italia – 1965 – 107’
L’ORA DI RELIGIONE di Marco Bellocchio – Italia – 2002 – 105’
VINCERE di Marco Bellocchio – Francia/Italia – 2009 – 128’
Pardo d’onore Swisscom a Michael Cimino
HEAVEN’S GATE di Michael Cimino – Stati Uniti – 1980 – 216’
THE DEER HUNTER di Michael Cimino – Gran Bretagna/Stati Uniti – 1978 – 182’
THUNDERBOLT AND LIGHTFOOT di Michael Cimino – Stati Uniti – 1974 – 115’
YEAR OF THE DRAGON di Michael Cimino – Stati Uniti/Francia – 1986 – 134’
Excellence Award Moët & Chandon a Edward Norton
25TH HOUR di Spike Lee – Stati Uniti – 2002 – 134’
FIGHT CLUB di David Fincher – Stati Uniti/Germania – 1999 – 139’
THE PAINTED VEIL di John Curran – Cina/Stati Uniti/Canada – 2006 – 125’
Leopard Club Award a Andy Garcia
Il riconoscimento viene assegnato quest’anno all’attore americano Andy Garcia.
Intitolato all’Associazione di sostegno del Festival, il Leopard Club Award rende omaggio a una grande personalità del cinema che
attraverso il suo lavoro è riuscita a segnare l’immaginario collettivo.
THE LOST CITY de Andy Garcia – États-Unis – 2005 – 144’
THE UNTOUCHABLES de Brian De Palma – États-Unis – 1987 – 119’
Vision Award Nescens a Walter Murch
APOCALYPSE NOW di Francis Ford Coppola – Stati Uniti – 1979 – 153’
RETURN TO OZ di Walter Murch – Gran Bretagna/Stati Uniti – 1985 – 108’
PARTICLE FEVER di Mark Levinson – Stati Uniti – 2013 – 99’
TOUCH OF EVIL di Orson Welles – Stati Uniti – 1958 – 111’
Pardo alla carriera a Bulle Ogier
BELLE TOUJOURS di Manoel De Oliveira – Portogallo/Francia – 2006 – 70’
ET CRAC di Jean Douchet – Francia – 1969 – 15’
LA SALAMANDRE di Alain Tanner – Svizzera – 1971 – 125’
LA VALLÉE di Barbet Schroeder – Francia – 1972 – 106’
LE PONT DU NORD di Jacques Rivette – Francia – 1981 – 127’
LES IDOLES di Marc’o – Francia – 1968 – 104’
Histoire(s) du cinéma
Pardo alla carriera a Marlen Khutsiev
BESKONEČNOST’ (Infinitas) di Marlen Khutsiev – ex URSS – 1992 – 206’
BYL MESJAZ MAJ (It Was the Month of May) di Marlen Khutsiev – ex URSS – 1970 – 113’
DVA FJODORA (Two Fyodor) di Marlen Khutsiev – ex URSS – 1958 – 88’
IJUL’SKIJ DOŽD’ (July Rain) di Marlen Khutsiev – ex URSS – 1966 – 115’
KHUTSIEV. MOTOR IDJOT! (Khutsiev. Action starts!) di Peter Shepotinnik – Russia – 2015 – 84’
POSLESLOVIE (Afterword) di Marlen Khutsiev – ex URSS – 1984 – 98’
ZASTAVA IL’IČA (Bastione Il’ich) di Marlen Khutsiev – ex URSS – 1965 – 115’
Omaggio a Alex Phillips
CREPÚSCULO di Julio Bracho – Messico – 1944 – 108’
EN LA PALMA DE TU MANO di Roberto Gavaldón – Messico – 1950 – 90’
LA MUJER DEL PUERTO di Arcady Boytler, Raphael J. Sevilla – Messico – 1933 – 76’
SUBIDA AL CIELO di Luis Buñuel – Messico – 1952 – 85’
Premio Cinema Ticino
Il Premio Cinema Ticino è attribuito quest’anno all’attore Teco Celio.
Il riconoscimento, assegnato ogni due anni, rende omaggio al lavoro di una personalità originaria, domiciliata o basata in Ticino da
almeno cinque anni, che si è particolarmente distinta in campo cinematografico o di persone originarie del Canton Ticino ma che
svolgono la loro attività professionale fuori dal Cantone. Il premio, lanciato nel 2009 dal Consiglio di Stato ticinese in collaborazione
con il Festival, è dotato di 30’000 CHF ed è finanziato tramite il Fondo Swisslos.
La giuria del 2015 è composta da Alberto Chollet, Federico Jolli, Frédéric Maire, Antonio Mariotti e David Streiff.
L’AMORE PROBABILMENTE di Giuseppe Bertolucci – Italia/Svizzera – 2001 – 107'
Cinema svizzero riscoperto – Omaggio a Georges Schwizgebel
Svizzera/Francia/Canada – 1974-2006 – 60’
Cinema svizzero riscoperto – Omaggio a Kurt Früh
DÄLLEBACH KARI di Kurt Früh – Svizzera – 1970 – 113’
HINTER DEN SIEBEN GLEISEN di Kurt Früh – Svizzera – 1959 – 103’
Histoire(s) du cinéma
A QUALCUNO PIACERÀ - STORIA E STORIE DI ELIO PANDOLFI di Caterina Taricano, Claudio de Pasqualis – Italia – 2015 – 70’
I DON’T BELONG ANYWHERE - LE CINÉMA DE CHANTAL AKERMAN di Marianne Lambert – Belgio – 2015 – 67’
Karlovy Vary
Per celebrare i 50 anni di gemellaggio delle due città, il festival di Karlovy Vary e quello di Locarno hanno realizzato un programma
di scambio, che ha avuto inizio con la proiezione de Il bacio di Tosca di Daniel Schmid a Karlovy Vary.
VYNÁLEZ ZKÁZY (Invention for Destruction) di Karel Zeman – ex Cecoslovacchia – 1958 – 78’
Histoire(s) du cinéma
Retrospettiva
Retrospettiva Partner
Retrospettiva Sam Peckinpah
Considerato uno dei grandi ribelli di Hollywood, Sam Peckinpah (1925 – 1984) ha firmato pellicole che hanno profondamente segnato
l’immaginario collettivo. Il Festival proporrà l’intera opera cinematografica del regista – con diverse copie restaurate – e una selezione
dei suoi lavori televisivi, delle collaborazioni e dei titoli che ha interpretato come attore. Le proiezioni saranno accompagnate da
discussioni animate da testimoni del cinema di Peckinpah, da cineasti e critici invitati a Locarno, e da una tavola rotonda.
La retrospettiva è curata dal programmatore e storico cinematografico Roberto Turigliatto. La pubblicazione che accompagna
l’evento, curata da Fernando Ganzo, è edita da Capricci e sarà disponibile nelle versioni francese e inglese.
La retrospettiva è sostenuta per il terzo anno dalla Posta Svizzera. Coorganizzatori della rassegna sono la Cinémathèque suisse
e la Cinémathèque française. Oltre alle due cineteche, con cui da anni il Festival collabora nella realizzazione delle retrospettive,
numerose altre istituzioni riprenderanno l’omaggio a Peckinpah, fra cui il Filmpodium di Zurigo, Les Cinémas du Grütli di Ginevra, il
Museo Nazionale del Cinema di Torino e la Film Society of Lincoln Center di New York.
Tra gli ospiti presenti a Locarno: l’attrice messicana Isela Vega, l’attrice austriaca Senta Berger et la produttrice e collaboratrice di
Peckinpah, Kathy Haber.
Regie
BRING ME THE HEAD OF ALFREDO GARCIA di Sam Peckinpah – Stati Uniti/Messico – 1974 – 112’
CONVOY di Sam Peckinpah – Stati Uniti/Gran Bretagna – 1978 – 110’
JUNIOR BONNER di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1972 – 100’
MAJOR DUNDEE di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1965 – 135’
PAT GARRETT & BILLY THE KID di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1973 – 122’
RIDE THE HIGH COUNTRY di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1962 – 93’
STRAW DOGS di Sam Peckinpah – Stati Uniti/Gran Bretagna – 1971 – 118’
THE BALLAD OF CABLE HOGUE di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1970 – 120’
THE CROSS OF IRON di Sam Peckinpah – Gran Bretagna/ex Repubblica democratica tedesca – 1977 – 133’
THE DEADLY COMPANIONS di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1961 – 93’
THE GETAWAY di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1972 – 122’
THE KILLER ELITE di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1975 – 123’
THE OSTERMAN WEEKEND di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1983 – 102’
THE WILD BUNCH di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1969 – 145’
Serie televisive
ABC STAGE 67 / NOON WINE di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1966 – 60’
BROKEN ARROW / THE TEACHER di Morse Hollingsworth – Stati Uniti – 1957 – 26’
KLONDIKE / SWOGER’S MULE di Elliot Lewis – Stati Uniti – 1960 – 26’
MAN WITHOUT A GUN / THE KIDDER di John H. Peyser – Stati Uniti – 1959 – 26’
TALES OF WELLS FARGO / APACHE GOLD di Earl Bellamy – Stati Uniti – 1957 – 26’
THE DICK POWELL THEATER / PERICLES ON 31ST STREET di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1962 – 50’
THE DICK POWELL THEATER / THE LOSERS di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1963 – 50’
THE RIFLEMAN di Arnold Laven, Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1958-1959 – 25’ x 6
THE WESTERNER di Sam Peckinpah, André De Toth, Bernard Kowalski, Donald McDougall, Ted Post, Bruce Geller, Tom Gries, Elliot
Silverstein – Stati Uniti – 1960 – 25’ x 13
ZANE GREY THEATER / LONESOME ROAD di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1959 – 25’
ZANE GREY THEATER / TROUBLE AT TRES CRUCES di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1959 – 26’
TOMBSTONE TERRITORY / JOHNNY RINGO’S LAST RIDE di Ted Post – Stati Uniti – 1958 – 26’
Retrospettiva
Materiali
ETOILES ET TOILES / SAM PECKINPAH di Jean-Claude Arié, Olivier Assayas – Francia – 1985 – 11’
INVASION OF THE BODY SNATCHERS di Don Siegel – Stati Uniti – 1956 – 80’
JINXED! di Don Siegel – Stati Uniti – 1982 – 100’
PASSION & POETRY - THE BALLAD OF SAM PECKINPAH di Mike Siegel – Germania – 2009 – 120’
PORTRAIT OF A MADONNA di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1952 – 28’
SAM PECKINPAH: MAN OF IRON di Paul Joyce – Stati Uniti/Gran Bretagna – 1992 – 91’
SAM PECKINPAH: PORTRAIT di Umberto Berlenghini, Michelangelo Dalto – Francia/Italia – 2006 – 78’
THE CINCINNATI KID di Norman Jewison – Stati Uniti – 1965 – 103’
THE GLORY GUYS di Arnold Laven – Stati Uniti – 1965 – 112’
THE WILD BUNCH: AN ALBUM IN MONTAGE di Paul Seydor – Stati Uniti – 1996 – 34’
TOM TIT TOT di Sam Peckinpah – Stati Uniti – 1958 – 13’
Retrospettiva
Open Doors
8 – 11 agosto
Open Doors Partner
Con il sostegno della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) del Dipartimento federale degli affari esteri, Open Doors
vuole sostenere e mettere in luce i registi di una regione del Sud e dell’Est del mondo il cui cinema indipendente è fragile. Questa
iniziativa si dedica ogni anno a una regione diversa, componendosi da un laboratorio di coproduzione e da proiezioni pubbliche.
Quest’anno Open Doors è dedicato a quattro paesi del Magreb: Algeria, Libia, Marocco e Tunisia.
Open Doors Screenings
Gli Open Doors Screenings offrono al pubblico una selezione di film particolarmente rappresentativi dell’universo cinematografico
della regione scelta.
BLA CINIMA di Lamine Ammar-Khodja – Francia – 2014 – 82’
C’ÉTAIT MIEUX DEMAIN di Hinde Boujemaa – Tunisia – 2012 – 71’
GABBLA (INLAND) di Tariq Teguia – Algeria/Francia – 2008 – 140’
HISTOIRE DE JUDAS di Rabah Ameur-Zaïmeche –Francia/Algeria – 2015 – 99’
LA CHINE EST ENCORE LOIN di Malek Bensmaïl – Algeria/Francia – 2009 – 124’
LES TERRASSES di Merzak Allouache – Algeria/Francia – 2013 – 92’
HORRA (LIBRE) di Moez Kamoun –Tunisia – 2014 – 95’
PRINTEMPS TUNISIEN di Raja Amari – Tunisia/Francia – 2014 – 92’
SUR LA PLANCHE di Leïla Kilani – Marocco/Francia/Germania – 2011 – 106’
Cortometraggi
CHOUF di Imen Dellil – Tunisia/Germania/Francia – 2014 – 26’
EN DEHORS DE LA VILLE di Rim Mejdi – Marocco – 2013 –18’
LA FIÈVRE di Safia Benhaim – Marocco/Francia – 2014 – 40’
RETOUR, VERS UN POINT D’ÉQUILIBRE di Nadia Chouieb – Algeria/Francia – 2009 – 23’
TARZAN, DON QUICHOTTE ET NOUS di Hassen Ferhani – Algeria/Francia – 2013 – 18’
Cortometraggi libici
80 di Muhannad Lamin – Libia – 2012 – 6’
DEAD END di Ahmed Aboub – Libia – 2015 – 8’
DRIFTING di Samer S. Omar – Libia – 2015 – 11’
GRAFFITI di Anas El Gomati e Ibrahim El Mayet – Libia – 2012 – 4’
LAND OF MEN di Kelly Ali – Libia – 2015 – 4’
MISSION IMPOSSIBLE di Najmi Own – Libia – 2015 – 16’
THE MOSQUE di Farag Al-Sharif – Libia – 2015 – 4’
THE RUNNER di Mohannad Eissa – Libia – 2014 – 4’
THE SANDWICH MAKER di Samer S. Omar – Libia – 2014 – 4’
THE SECRET ROOM di Ibrahim Y. Shebani – Libia – 2012 – 4’
Open Doors: il laboratorio di coproduzione
La tredicesima edizione, che avrà luogo dall’8 all’11 agosto, presenta una selezione di 12 progetti dei quattro paesi del Magreb. I
registi e i produttori coinvolti avranno l’opportunità di entrare in contatto con potenziali partner, principalmente europei, al fine di
incoraggiare il finanziamento dei loro progetti, che sarebbero altrimenti difficili da realizzare.
Diversi atelier saranno organizzati per i rappresentanti dei film, in modo da permettere loro di confrontarsi con le tecniche di
presentazione (pitch training diretti da Sibylle Kurz) e con le problematiche legate alla produzione e alla distribuzione nel cinema
indipendente.
Grazie a una collaborazione con EAVE (PUENTES Europe – Latin America Producers Workshop), i rappresentanti dei progetti avranno
la possibilità di partecipare a una sessione dedicata alla distribuzione classica e alternativa, tenuta da Sarah Calderón.
Open Doors
Un panel sulla tematica dei differenti tipi di finanziamento accessibili ai film magrebini e più in generale del mondo arabo, moderato
da Jean des Forêts (Petit Film/EAVE), verrà proposto ai partecipanti Open Doors e ai professionisti interessati.
Alcuni progetti potranno inoltre ricevere un aiuto alla scrittura grazie al partenariato con il TorinoFilmLab, e uno dei progetti
selezionati potrà partecipare alla prossima edizione dell’evento torinese.
Come la scorsa edizione, tre produttori dei film presentati avranno inoltre la possibilità di partecipare al Producers Network del
Marché du Film durante il Festival di Cannes 2016.
A conclusione dei quattro giorni di laboratorio saranno conferiti diversi premi. Un premio del valore di 50’000 CHF è finanziato
dall’iniziativa Open Doors in collaborazione con la Città di Bellinzona e il fondo svizzero di sostegno alla produzione Visions Sud Est,
anch’esso sostenuto dalla DSC. ICAM (Investing in Culture & Art in the South Mediterranean), nuova iniziativa finanziata dall’Unione
Europea (Programme Med Culture), offrirà per la prima volta un contributo di 20’000 euro per lo sviluppo o la post-produzione.
Il CNC (Centre national du cinéma et de l’image animée) offrirà un premio del valore di 10’000 euro e ARTE finanzierà un premio
di 6’000 euro. MAD Solutions, primo studio panarabo indipendente, selezionerà un progetto che premierà con un accordo di
distribuzione comprendente il finanziamento delle pubbliche relazioni, marketing, stampa e pubblicità.
Open Doors è realizzato in stretta collaborazione con l’Industry Office del Festival del film Locarno e conta sul supporto di ACE (Ateliers
du cinéma européen), EAVE (European Audiovisual Entrepreneurs) e Producers Network Marché du Film (Festival di Cannes). Il Festival
si avvale del contributo di Alex Moussa Sawadogo, esperto di cinema africano e direttore del festival Afrikamera di Berlino.
Progetti selezionati:
ALLER SIMPLE di Nadia Raïs – Tunisia
DIEU RECONNAÎTRA LES SIENS di Hassan Legzouli – Marocco
EN ATTENDANT LES HIRONDELLES di Karim Moussaoui – Algeria/Francia
INHEBEK HEDI di Mohamed Ben Attia – Tunisia
L’AMOUR DES HOMMES di Mehdi Ben Attia – Tunisia/Francia
LE FORT DES FOUS di Narimane Mari – Algeria
LE SACRIFIÉ di Amin Sidi-Boumédiène – Algeria
PAGAN MAGIC di Fyzal Boulifa – Marocco/Francia
RETINA di Nejib Belkadhi – Tunisia
RUQYA di Yanis Koussim – Algeria/Francia
SAINT INCONNU di Alaa Eddine Aljem – Marocco
THE COLONEL’S STRAY DOGS di Khalid Shamis – Libia/Sudafrica
Open Doors
Il cinema svizzero
a Locarno
I film svizzeri della selezione 2015
Piazza Grande
AMNESIA di Barbet Schroeder
ERLKÖNIG di Georges Schwizgebel
LA VANITÉ di Lionel Baier
Concorso internazionale
HEIMATLAND di Lisa Blatter, Gregor Frei, Jan Gassmann, Benny Jaberg, Carmen Jaquier, Michael Krummenacher, Jonas Meier,
Tobias Nölle, Lionel Rupp, Mike Scheiwiller
Concorso Cineasti del presente
KEEPER di Guillaume Senez
Pardi di domani – Concorso nazionale
BABOR CASANOVA di Karim Sayad – Svizzera – 2015 – 35’
D’OMBRES ET D’AILES di Eleonora Marinoni, Elice Meng – Svizzera/Francia – 2015 – 13’
EIN ORT WIE DIESER di Philip Meyer – Svizzera – 2015 – 8’
HAUSARREST di Matthias Sahli – Svizzera – 2015 – 14’
JOCONDE di Lora Mure-Ravaud – Svizzera – 2015 – 14’
JUST ANOTHER DAY IN EGYPT di Corina Schwingruber Ilić, Nikola Ilić – Svizzera – 2015 – 11’
LA RIVIÈRE SOUS LA LANGUE di Carmen Jaquier – Svizzera – 2015 – 18’
LE BARRAGE di Samuel Grandchamp – Svizzera/Stati Uniti – 2015 – 14’
LES MONTS S’EMBRASENT di Laura Morales – Svizzera – 2015 – 21’
PERSI di Caterina Mona – Svizzera – 2015 – 17’
THE MEADOW di Jela Hasler – Svizzera – 2015 – 9’
Signs of Life
DEUX RÉMI, DEUX di Pierre Léon
Fuori concorso
FRAGMENTS DU PARADIS di Stéphane Goël
LE BOIS DONT LES RÊVES SONT FAITS di Claire Simon
YES NO MAYBE di Kaspar Kasics
Il cinema svizzero a Locarno
Histoire(s) du cinéma
DÄLLEBACH KARI di Kurt Früh
HINTER DEN SIEBEN GLEISEN di Kurt Früh
LA SALAMANDRE di Alain Tanner
L’AMORE PROBABILMENTE von Giuseppe Bertolucci
OMAGGIO A GEORGES SCHWIZGEBEL
Film delle giurie
CHERRY PIE di Lorenz Merz
FREDDY BUACHE – LE CINEMA von Fabrice Aragno
L’INVISIBLE von Fabrice Aragno
UN DÍA Y NADA di Lorenz Merz
VERGINE GIURATA di Laura Bispuri
L’OMBRE DES FEMMES di Philippe Garrel
Semaine de la critique
ALS DIE SONNE VOM HIMMEL FIEL di Aya Domenig
LAMPEDUSA IN WINTER di Jakob Brossmann
Il cinema svizzero a Locarno
Panorama Suisse
Panorama Suisse presenta una selezione di film elvetici che hanno celebrato o celebreranno la loro prima nazionale o internazionale
nell’anno in corso. Da vedere ci sono film che hanno riscosso successi nel circuito festivaliero o nelle sale cinematografiche, come
pure pellicole che devono ancora uscire al cinema. I cinefili di tutto il mondo hanno la possibilità di scoprire l’attuale produzione
cinematografica svizzera in una sezione del Festival che le è dedicata.
In questa edizione, la selezione dei film è stata affidata a una commissione composta dai rappresentanti delle Giornate di Soletta,
dell’Accademia del Cinema Svizzero e di SWISS FILMS. SWISS FILMS presenta anche il «Rendez-vous du cinéma suisse», una tavola
rotonda in cui critici cinematografici internazionali discuteranno di alcuni film svizzeri.
I film selezionati:
ABOVE AND BELOW di Nicolas Steiner – Svizzera/Germania – 2015 – 118’
CHRIEG di Simon Jaquemet – Svizzera – 2014 – 110’
CYCLIQUE di Frédéric Favre – Svizzera – 2015 – 71’
DORA ODER DIE SEXUELLEN NEUROSEN UNSERER ELTERN di Stina Werenfels – Svizzera/Germania – 2015 – 90’
GROZNY BLUES di Nicola Bellucci – Svizzera – 2015 – 104’
HORIZONTES di Eileen Hofer – Svizzera – 2015 – 70’
IMAGINE WAKING UP TOMORROW AND ALL MUSIC HAS DISAPPEARED di Stefan Schwietert – Svizzera/Germania – 2015 – 86’
VECCHI PAZZI di Sabine Boss – Svizzera – 2015 – 89’
WILD WOMEN - GENTLE BEASTS di Anka Schmid – Svizzera – 2015 – 96’
WINTERGAST di Andy Herzog, Matthias Günter – Svizzera – 2015 – 82’
Cortometraggi
MESSAGES DANS L’AIR di Isabelle Favez – Svizzera/Francia – 2015 – 6’
NUVEM NEGRA di Basil Da Cunha – Svizzera – 2014 – 19’
Il cinema svizzero a Locarno
Scuole senza frontiere
Il Festival del film Locarno dedica per la quinta volta una giornata alle realtà formative in ambito cinematografico e audiovisivo
presenti nel Canton Ticino. Il programma di quest’anno offre una panoramica sui lavori più recenti prodotti da CISA (Conservatorio
internazionale di scienze audiovisive), SUPSI (Scuola universitaria professionale della Svizzera Italiana) e Accademia di architettura
dell’USI (Università della Svizzera Italiana). Come consuetudine viene, inoltre, invitato il CSC (Centro sperimentale di cinematografia).
Il CISA è una Scuola Specializzata Superiore in Cinema e Televisione: alla fine del primo biennio – in cui si affrontano le immagini come
esperienza e progettazione – si ottiene un diploma di “Designer visivo / Film”, mentre nell’anno di Post Diploma ci si specializza in
sceneggiatura, produzione, regia, fotografia, fonia e montaggio, conseguendo un post-diploma federale di “Cineasta cine-televisivo”.
In quest’occasione il CISA presenta film di diploma e di fine percorso del secondo anno.
La Fondazione CSC (con cui CISA ha stipulato un pluriennale accordo di collaborazione) è la più importante istituzione italofona
d’insegnamento, ricerca, sperimentazione e conservazione nel campo della cinematografia, con documentari, fiction, pubblicità e
animazione. Si articola in Scuola Nazionale del Cinema e in Cineteca Nazionale. Propone qui una panoramica di lavori recenti realizzati
dagli allievi delle diverse sedi (L’Aquila, Milano, Roma, Palermo, Torino).
Il corso di laurea in Comunicazione visiva della SUPSI si concentra sul design dell’immagine in movimento e sull’animazione come
materia trasversale rispetto ai diversi rami della grafica e dei nuovi media: si realizzano spot concepiti per il web, app, infografiche,
filmati promozionali e corti di video-arte. Questi sono i linguaggi presenti anche nei lavori selezionati.
L’Accademia di architettura di Mendrisio accoglie da diversi anni alcuni workshop legati alla cattedra in Stili e tecniche del cinema di
Marco Müller. Filmare l’architettura è un laboratorio sul campo guidato nel 2015 da Ila Bêka e Louise Lemoine (tra i più sorprendenti
cineasti europei), dal quale è scaturita una collezione di brevi filmati che consentono allo spettatore di ricostruire mentalmente lo
spazio complessivo, partendo da una successione d’inquadrature completate da dettagli.
Domenico Lucchini, Coordinatore
SUPSI, corso di laurea in Comunicazione visiva
BASTA UN CLICK PER CAMBIARE VITA di Rossella Parolo – 2015 – 0’37’’
GODAU di Samanta Martinoli – 2015 – 1’ 10’’
GUARDIANO DELLA LUCE di Samanta Martinoli – 2015 – 1’54’’
IL PARTNER PERFETTO di Lara Pilcante – 2015 – 2’43’’
KAMAL di Greta Molteni – 2015 – 2’38’’
L’ULTIMO SELFIE di Thiago Espindola – 2015 – 1’20’’
LA POSTA di Paride Dedini – 2015 – 3’54’’
LA VITA NON È UN GIOCO di Valentina D’Annunzio – 2015 – 1’42’’
LATTE E FIENO di Federico Paviani – 2015 – 2’18’’
LIVENT di Silvia Francinini – 2015 – 1’26’’
RED FLOWER di Thiago Espindola – 2015 – 2’44’’
UTRIP di Samanta Martinoli – 2015 – 2’07’’
Centro Sperimentale di Cinematografia
L’AQUILA PER NOI di Daniele Segre – 2015 – 25’
ASPETTANDO RIBOT di Giovanni Iavarone, Andrea Labate, Marco Serpenti – 2015 – 09’10”
IL PEDONE di Valentina Landenna, Pablo Poletti – 2015 – 0’30”
MARRY UP di Matteo Polo, Marco Serpenti, Matteo Zanin – 2015 – 0’58”
#viviMI di Andrea Labate, Valentina Landenna, Zenì Febo, Luigia Sergio – 2014 – 1’48”
COSMOETICO di Martina Scarpelli – 2015 – 4’46”
MECHANICK di Margherita Clemente, Lorenzo Cogno, Maria Garzo, Tudor A. Moldovan – 2015 – 6’
PARADOSSO di Rocco Venanzi, Maria Cesaro – 2015 – 3’48”
PERSEFONE di Grazia Tricarico – 2014 – 18’
SCOLPIRE IL TEMPO di Riccardo Cannella, Leandro Picarella – 2015 – 11’
Il cinema svizzero a Locarno
CISA, Conservatorio Internazionale di Scienze Audiovisive
HOTEL DÜSSELDORF di Riccardo Silvestri – 2015 – 35’
WINDOW di Massimiliano Piozzini – 2015 – 6’
ASCOLTAMI MORIRE di Riccardo Sirignano – 2015 – 9’
GLI 8 ELEMENTI di Vittorio Castellano – 2015 – 18’
FIN DU VACC di Giovanni Greggio – 2015 – 0’24”
Accademia di architettura
100 TESTE 100 OPINIONI di Matteo Frangi, Lara Monacelli, Marina Rondini – 2015 – 08’25”
IN BILIC di Giorgio Della Marianna, Joseph Redpath, Alessandra Tararà, Marija Urbaite – 2015 – 04’20”
GIOCHERANNO... di Giulia Brembilla, Elia Rossi, Nadia Ruseva, Barbara Stallone, Michele Taborelli – 2015 – 05’23”
AUTOMA ORGANICO di Alessio Crespi, Virginia Granata, Alessandro Sebastiani, Valentina Tonelli – 2015 – 03’07”
PET IN FUGA di Tuia Giannesini, Valentina Luvini, Andrea Pompili, Elisabetta Vito – 2015 – 04’13”
Il cinema svizzero a Locarno
First Features
Film candidati allo Swatch First Feature Award
Piazza Grande
QING TIAN JIE YI HAO (The Laundryman) di LEE Chung
Concorso internazionale
MA DAR BEHESHT (Paradise) di Sina Ataeian Dena
JAMES WHITE di Josh Mond
Concorso Cineasti del presente
DEAD SLOW AHEAD di Mauro Herce
DOM JUAN di Vincent Macaigne
DREAM LAND di Steve Chen
KEEPER di Guillaume Senez
LE GRAND JEU di Nicolas Pariser
LU BIAN YE CAN (Kaili Blues) di BI Gan
MOJ BRATE – MIO FRATELLO di Nazareno Manuel Nicoletti
SIEMBRA di Ángela Osorio Rojas, Santiago Lozano Álvarez
THITHI di Raam Reddy
Fuori concorso
KIEV/MOSCOW. PART 1 di Elena Khoreva
O ESPELHO di Rodrigo Lima
ORIGEM DO MUNDO di Moa Batsow
VIVERE ALLA GRANDE di Fabio Leli
Signs of Life
88:88 di Isiah Medina
RECOLLECTION di Kamal Aljafari
First Features
Industry Days
8 – 10 agosto
Con il sostegno di:
Un paradigma perduto
L’industria ha perso il suo paradigma; sta ancora affrontando le sfide dell’era digitale, ma come
ogni altra rivoluzione, anche questa porta con sé nuove opportunità e innovazioni. Alcune aziende
con un’esperienza più tradizionale, sono già riuscite ad adattarsi con successo ai nuovi modi di
consumo mediatico, altre non ancora. Sono molti i fattori che contribuiscono ai differenti ritmi
di sviluppo: come tutti sappiamo, i cambiamenti sono per loro natura più lenti in aree molto
differenziate come l’Europa, che raggruppano paesi, lingue, culture e regolamentazioni diverse.
Reinventare i modelli commerciali tradizionali e sperimentare nuove strategie per la distribuzione
dei film adattandole ad ogni singolo prodotto (non esiste un’unica soluzione valida per tutti!),
aiuterà a rivitalizzare l’industria e a coinvolgere un nuovo pubblico, più giovane, anche meno
cinefilo, come la comunità del web.
Considerando queste grandi sfide, gli Industry Days puntano, attraverso molteplici iniziative ed
opportunità di incontro, a fornire una piattaforma capace di riunire professionisti provenienti da
tutto il mondo e da profili differenti della filiera cinematografica, per raccogliere idee, trovare
nuove soluzioni e creare nuovi rapporti professionali. Con la quarta edizione di StepIn, gli Industry
Days propongono un ventaglio di idee per affrontare questioni specifiche legate alla distribuzione
di film indipendenti con un approccio molto concreto.
Onorando la lunga tradizione del Festival del film Locarno nella scoperta di nuovi talenti,
quest’anno gli Industry Days aggiungono un importante ingrediente al mix di partecipanti
dell’industria: una delegazione di giovani professionisti.
L’idea è quella di incoraggiare uno scambio intergenerazionale tra i professionisti dell’industria
cinematografica. Dopo l’edizione pilota dell’anno scorso, quest’anno viene infatti lanciata
ufficialmente l’Industry Academy, una nuova proposta formativa della Locarno Summer Academy.
L’Industry Academy, che accoglie undici giovani partecipanti provenienti da dieci paesi, è una
scorciatoia pratica verso l’industria cinematografica, con un orientamento marcatamente
europeo e internazionale. Questo programma formativo è fatto su misura per giovani professionisti
attivi nelle aree della vendita, della distribuzione sala e online, del marketing, dell’esercizio e della
programmazione.
Lo scopo è quello di creare uno spazio dove varie generazioni di professionisti abbiano modo di
scambiare idee, esperienze, pensieri e visioni per un futuro ricco di successi.
Nadia Dresti, Delegata alla Direzione artistica, Responsabile delle attività internazionali
Industry Days
Le iniziative dell’Industry Office
Alliance For Development (8 – 10 agosto)
Lanciata nel 2015 dall’Industry Office del Festival del film Locarno con il sostegno dell’Ufficio
federale della cultura UFC (Svizzera) nel contesto delle misure compensative MEDIA, del
Centre national du cinema et de l’image animée CNC (Francia), del Ministero dei beni e delle
attività culturali e del turismo MiBACT (Italia) e della Filmförderungsanstalt FFA (Germania), la
nuova iniziativa Alliance For Development si trova ora in fase di progetto pilota. Lo scopo è di
incoraggiare le collaborazioni tra questi quattro paesi per lo sviluppo e la co-produzione di progetti
cinematografici che offrano opportunità naturali per partenariati organici, creativi e finanziari.
L’iniziativa consiste nel proporre agli esponenti dell’industria europea che partecipano agli
Industry Days cinque progetti che hanno per la maggior parte già beneficiato dei finanziamenti
erogati dai neoistituiti fondi di sviluppo Francia­Italia e Italia­Germania. L’avvio del fondo di sviluppo
Francia­Germania è previsto entro la fine dell’anno. Essendo la Svizzera un partner di coproduzione
naturale per Francia, Germania e Italia, risulta sensata la sua inclusione nell’offerta di una piattaforma
specifica, che possa contribuire allo sforzo comune di questi paesi per intensificare le alleanze nelle
fasi iniziali di sviluppo cinematografico. Le delegazioni dei cinque progetti selezionati (regista e
produttori) parteciperanno agli Industry Days per presentare e discutere i loro progetti nel contesto
di Alliance For Development, che offre un programma mirato strutturato in incontri individuali
organizzati preventivamente e attività di networking per favorire la creazione di ulteriori contatti.
StepIn (domenica 9 agosto)
StepIn, ora nel suo quarto anno di vita, è una piattaforma di intercambio interdisciplinare e
internazionale in cui vengono discusse e sviluppate nuove strategie di distribuzione e vendita
cinematografica.
La mattinata sarà dedicata a incontri di lavoro a porte chiuse (è il momento del brainstorming della
giornata StepIn), a cui parteciperanno distributori, esercenti, agenti di vendita e registi, per lo più
membri delle organizzazioni partner di StepIn (Europa Distribution, Europa International, Europa
Cinemas e FERA) come pure produttori, finanziatori e festival. I partecipanti si chineranno su questioni
specifiche riguardo al futuro della distribuzione di film independenti in Europa e altri territori.
Nel pomeriggio, una breve esposizione dei concetti chiave aprirà la sessione plenaria di StepIn.
Nella parte conclusiva della giornata, ogni gruppo di lavoro è invitato a esporre i risultati delle
sue discussioni, delineando le sfide e condividendo ispirazioni, idee e raccomandazioni utili per
affrontarle con successo. Al termine di ogni presentazione c’è spazio per le domande e gli
interventi del pubblico.
StepIn.ch (sabato 8 agosto)
L’anno scorso, il tema centrale di StepIn.ch è stato l’uscita della Svizzera dalla sezione Media
del programma Europa Creativa. La riflessione sulle sfide che l’industria elvetica si è trovata ad
affrontare ha trovato terreno fertile tra i professionisti svizzeri ed Europei riunitisi. Continuando
con temi d’attualità, quest’anno StepIn.ch si concentrerà sulla (mancanza di) visibilità del
cinema svizzero sulle piattaforme nazionali e internazionali di video on demand. Al case study
di una piattaforma VoD europea seguirà un forum interattivo, durante il quale i rappresentanti
dell’industria cinematografica svizzera ed europea, di agenzie svizzere di promozione
cinematografica e di istituzioni culturali e politiche discuteranno la situazione attuale e si
scambieranno idee riguardo a possibili strategie per migliorare la visibilità dei film elvetici nel
mondo VoD. Domande e interventi del pubblico sono benvenuti. Il dibattito é organizzato in
collaborazione con Festival Tous Ecrans.
Industry Days
Locarno Industry Academy (5 – 12 agosto)
La Locarno Industry Academy vuole offrire una scorciatoia pratica verso l’industria cinematografica,
con un marcato orientamento europeo e internazionale, dando ai giovani
professionisti del settore l’opportunità di estendere la propria rete di contatti. La prima edizione
ospiterà dieci partecipanti provenienti da nove paesi più uno messicano, esplorando la prospettiva
di un’apertura internazionale del programma. Questa nuova iniziativa è stata
sviluppata in stretta collaborazione con Europa International, Europa Distribution ed Europa
Cinemas, con il sostegno dell’Ufficio federale della cultura, nel contesto delle misure compensative
MEDIA.
First Look on Israeli cinema (8 – 10 agosto)
Quest’anno, l’iniziativa First Look del Festival del film Locarno è rivolta a Israele. Avviata nel
2011, questa sezione presenta una selezione di film in post­produzione provenienti ogni anno
da un paese diverso. Grazie alla collaborazione con l’Israel Film Fund, quest’anno First Look
propone sei film in post­produzione, ognuno dei quali sarà presentato dal rispettivo produttore agli
agenti di vendita, i finanziatori, i distributori e i programmatori di festival presenti in sala.
Un giuria composta da tre professionisti dell’industria assegnerà al miglior film un premio in
servizi di post­produzione del valore di 60’000 euro sponsotizzato da Rotor Film e un premio in
servizi pubblicitari del valore di 5’500 euro offerto da Le Film Français.
Alla luce di alcune reazioni che l’edizione di quest’anno ha suscitato, Il Festival ha deciso di
cambiare il nome dell’iniziativa, rinominandola “First Look”, in quanto il precedente titolo “Carte
Blanche” non rispecchia in maniera corretta le modalità con cui il progetto è organizzato e dà adito
a interpretazioni inesatte.
Match­Me (8 – 10 agosto)
La novità di quest’anno è Match­Me!, una nuova iniziativa organizzata in partenariato con Cinema
do Brasil, CinemaChile, Proimagenes Colombia e IMCINE Mexico. Ogni istituto invita a Locarno fino
a quattro produttori, che presenteranno il loro lavoro a potenziali coproduttori, fondi di sviluppo o
vendita, tramite un servizio di matchmaking su misura. È inoltre prevista una serie di pranzi di lavoro
con esponenti dell’industria cinematografica, per dare modo ai partecipanti di sfruttare al meglio
quest’opportunità di scambio.
Gli Industry Days sono organizzati con il sostegno dell’Ufficio federale della cultura UFC nel
contesto delle misure compensative MEDIA.
Industry Days
Locarno Summer Academy
5 – 15 agosto
Locarno Summer Academy
Creata nel 2010 con l’intento di aiutare a sviluppare le capacità di talenti emergenti, la Locarno
Summer Academy è un progetto di formazione del Festival del film Locarno rivolto a giovani registi,
professionisti, studenti e critici cinematografici. La Locarno Summer Academy nasce dalla volontà
di valorizzare la dimensione di Locarno quale luogo d’incontro, scambio e riflessione sul cinema,
approfittando della struttura del Festival e dei suoi numerosi ospiti.
Novanta giovani promesse provenienti da tutto il mondo sono state selezionate per la sesta
edizione della Locarno Summer Academy. Un numero in crescita grazie all’introduzione della
Locarno Industry Academy, una nuova proposta dedicata ai professionisti attivi nella distribuzione,
vendita, marketing, esercizio e programmazione cinematografica.
La Locarno Summer Academy ospita cinque iniziative formative distinte, ognuna rivolta a un profilo
specifico del mondo del cinema. Il programma offre un ventaglio di iniziative di formazione che
spaziano dall’educazione generale per i più giovani, al training di critica cinematografica, a workshop
per la nuova generazione di professionisti dell’industria e per cineasti emergenti alla loro opera prima.
La Locarno Filmmakers Academy offre a quindici registi provenienti dalle migliori scuole di cinema
incontri giornalieri con rappresentati di punta del mondo del cinema, ovvero registi, attori,
produttori, direttori di festival e formatori professionali (alcuni nomi delle passate edizioni: Werner
Herzog, Abel Ferrara, Lav Diaz, Pedro Costa, Agnès Varda, Victor Erice, Aleksandr Sokurov). Dal
2014, partecipano a questa esperienza formativa anche sei giovani cineasti selezionati per la
Résidence Cinéfondation del Festival di Cannes. Quest’anno, la Locarno Filmmakers Academy
dà il benvenuto a due nuovi partner: Swatch e Red Bull. Un artista residente presso lo Swatch Art
Peace Hotel di Shanghai si unirà al gruppo, mentre la Red Bull Music Academy contribuirà con una
masterclass del compositore Brian Reitzell.
La Locarno Critics Academy si rivolge a dieci aspiranti critici che, oltre a incontrare critici affermati
e altri membri della comunità cinematografica, avranno modo di lavorare sotto la guida editoriale
di Eric Kohn (Indiewire), Brian Brooks (Film Society of Lincoln Center, New York), Ruedi Widmer
(ZHdK), Florian Keller (ASGC) e Stefan Gubser (Cineman.ch), coprendo il Festival con articoli e
recensioni che saranno pubblicati su Pardo Live e altre testate. Questa iniziativa è stata sviluppata
grazie al sostegno dell’Ufficio Federale della Cultura.
La Locarno Industry Academy vuole offrire una scorciatoia pratica verso l’industria cinematografica,
dando ai giovani professionisti del settore l’opportunità di estendere la propria rete di contatti
in Europa e nel mondo. La prima edizione ospiterà dieci partecipanti provenienti da nove paesi
europei e uno messicano, esplorando la prospettiva di un’apertura internazionale del programma.
Questa nuova iniziativa è stata sviluppata in stretta collaborazione con Europa International,
Europa Distribution e Europa Cinemas, con il sostegno dell’Ufficio Federale della Cultura (UFC) nel
contesto delle misure compensative MEDIA.
Locarno Summer Academy
La Locarno Summer Academy comprende altre due iniziative.
Organizzata dall’Università della Svizzera italiana e dal Festival del film Locarno in collaborazione
con la Semaine de la critique, la quindicesima edizione della Documentary Summer School è un
programma di formazione accademica residenziale che si rivolge a venticinque studenti universitari
provenienti dalle facoltà di cinema, audiovisivo e comunicazione di tutto il mondo. Quest’anno, la
Documentary Summer School affronta la questione dell’etica nella realizzazione di film documentari.
Nel corso di cinque giorni di conferenze, incontri e proiezioni, si esplorerà l’ampio ventaglio di
argomenti inerenti all’etica, con particolare riferimento alla rappresentazione degli altri: una
questione importante in un’epoca in cui le immagini godono di una diffusione immediata e pervasiva.
Giunto quest’anno alla 56a edizione, Cinema&Gioventù riunisce trentatré studenti delle scuole medie
superiori, professionali e universitarie svizzere e del Nord Italia. I partecipanti hanno la possibilità
di vivere il Festival da protagonisti, come membri di una giuria e/o come spettatori privilegiati,
incontrando registi, attori e partecipando a meeting con esperti del settore. Cinema&Gioventù è
un progetto del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) del Canton Ticino,
organizzato da Castellinaria festival internazionale del cinema giovane Bellinzona.
«Il precisarsi e l’allargarsi della proposta formativa che ha visto la Locarno Summer Academy diventare
un vero e proprio laboratorio indirizzato a tutte le professioni che compongono la galassia cinema è uno
dei progetti che più ci stanno a cuore. La Locarno Summer Academy ricopre infatti un ruolo strategico:
non solo perché rappresenta una continuità ideale con la vocazione del Festival di scoprire nuovi talenti
e favorire le diverse professionalità, ma anche perché dà un senso e nutre l’idea del Festival come
esperienza globale, luogo di trasmissione del sapere tra artisti e spettatori e di accrescimento reciproco.»
Carlo Chatrian, Direttore artistico del Festival
La Locarno Summer Academy gode del sostegno della Fondazione Ernst Göhner (Zugo) e della
fondazione Prof. Otto Beisheim-Stiftung (Baar).
Sophie Bourdon, Responsabile didattica della Locarno Summer Academy
Locarno Summer Academy
Partner Summer Academy
Filmmakers Academy
Critics Academy
Zurich University of the Arts
Centre for Publishing in the Arts
Industry Academy
Documentary Summer School
Cinema&Gioventù
Locarno Summer Academy
Allegati
Schweizerischer Verband Der FilmJournalistinnen und Filmjournalisten (SVFJ)
Association Suisse des Journalistes
Cinématographiques (ASJC)
Associazione Svizzera dei Giornalisti
Cinematografici (ASGC)
Semaine de la critique – 26. Edizione
La SEMAINE DE LA CRITIQUE è una sezione indipendente del Festival di Locarno. Dal 1990 è organizzata
dall'Associazione Svizzera dei Giornalisti Cinematografici e presenta 7 documentari molto particolari.
La SEMAINE DE LA CRITIQUE est une section indépendante du Festival de Locarno. Elle est organisée
depuis 1990 par l’Association Suisse des Journalistes Cinématographiques et présente un programme de 7
films documentaires très particuliers.
Die SEMAINE DE LA CRITIQUE ist eine vom Schweizerischen Verband der Filmjournalistinnen und
Filmjournalisten organisierte unabhängige Sektion des Internationalen Filmfestivals Locarno. Seit ihrer
Gründung 1990 zeigt die Semaine jedes Jahr eine Reihe von sieben herausragenden Dokumentarfilmen aus
aller Welt.
K2. Dotknąć nieba (K2. Touching the Sky) – Eliza Kubarska – prima internazionale
Poland / UK / Germany, 2015 – v.o. Polish, English; 72'
Prima: cinema Teatro Kursaal 07.08, 11.00
Bracia (Brothers) – Wojciech Staroń – prima mondiale
Poland, 2015 – v.o. Polish; 68'
Prima: cinema Teatro Kursaal 08.08, 11.00
Als die Sonne von Himmel fiel – Aya Domenig – prima mondiale
Switzerland, 2015 – v.o. Japanese, Swiss German; 80'
Prima: cinema Teatro Kursaal 09.08, 11.00
Mów mi Marianna (Call Me Marianna) – Karolina Bielawska – prima internazionale
Poland, 2015 – v.o. Polish; 73'
Prima: cinema Teatro Kursaal 10.08, 11.00
My Name is Gary – Blandine Huk & Frederic Cousseau – prima mondiale
France, 2015 – v.o. English; 85'
Prima: cinema Teatro Kursaal 11.08, 11.00
Lampedusa In Winter – Jakob Brossmann – prima mondiale
Austria / Italy / Switzerland, 2015 – v.o. Italian, English; 98'
Prima: cinema Teatro Kursaal 12.08, 11.00
The Ground We Won – Christopher Pryor – prima europea
New Zealand, 2015 – v.o. English; 91'
Prima: cinema Teatro Kursaal 13.08, 11.00
Schweizerischer Verband Der FilmJournalistinnen und Filmjournalisten (SVFJ)
Association Suisse des Journalistes
Cinématographiques (ASJC)
Associazione Svizzera dei Giornalisti
Cinematografici (ASGC)
PREMIO SRG SSR / Semaine de la Critique
Il premio SRG SSR / Semaine de la Critique, del valore di CHF 8'000, è conferito al regista e al
produttore del film vincitore.
Le Prix SRG SSR / Semaine de la Critique, est constitué d’une somme de CHF 8’000 octroyée au
réalisateur et au producteur du film gagnant.
Der von der SRG SSR gestiftete Preis der Semaine de la Critique im Wert von 8000 Franken geht
an den Produzenten und den Regisseur des besten Films.
PREMIO Zonta Club Locarno
La giuria ufficiale della Semaine de la critique attribuisce anche il “Premio Zonta Club Locarno" al
film che meglio promuove l'etica ad alti livelli”.
Le jury officiel de la Semaine de la critique décerne aussi le prix "Premio Zonta Club Locarno" au
film qui exprime au mieux l'engagement social.
Die Jury der Semaine de la critique vergibt zudem den «Premio Zonta Club Locarno» für einen
Film, der sich durch besonderes soziales Engagement auszeichnet.
LA GIURIA 2015
Thierry Lounas (FR)
Andreas Furler (CH)
Anke Leweke (DE)
SEMAINE DE LA CRITIQUE
www.semainedelacritique.ch
[email protected]
Sponsors and Partners
Institutional
Partners
Open Doors Partner
Main
Sponsors
ab
Sponsor
Destination
Sponsor
Retrospettiva Partner
Mobility
Partners
Official Car Provider
Official Airline
Official Carrier
Media Partner
Host Broadcaster
Pardo Live Partner
Communication Partner
Cineasti del presente
and Vision Award Partner
Event Partner
Premio speciale della giuria
Cineasti del presente
Locarno Short Film Nominee
for the European Film Awards
Summer Academy Partner
Summer Academy Partner
Media
Partners
Event
Partners
Pardi di domani Partner
Official Partner
Industry Partner
Suppliers
Official Champagne
Official Makeup
Official Computer
Supplier
Digital Cinema
Content Provider
Electricity Supplier
Official Hair Stylist
Official Coffee
Official Security
Services Supplier
Cinema Communication
Supplier
Official E-Bike
Supplier
Official Eyewear Supplier
Official Garden Design
Supplier
Official Technical
Supplier
Official Film Carrier
Official Furniture Supplier
Official Supporters
Partner Hotel
Official Event Solution
Partner
Official Carpet Supplier
Ringraziamo inoltre in ordine alfabetico
Nous remercions également par ordre alphabétique
Wir danken auch in alphabetischer Reihenfolge
Città di Bellinzona
Città di Lugano
Comune di Ascona
Comune di Brione s/Minusio
Comune di Brissago
Comune di Gambarogno
Comune di Gordola
Comune di Losone
Comune di Minusio
Comune di Muralto
Comune di Orselina
Comune di Ronco s/Ascona
Comune di Tenero-Contra
Comune di Terre di Pedemonte
Archivio di Stato, Bellinzona
Biblioteca Cantonale di Locarno
Centro Didattico Cantonale Ticino (DECS)
Centro sportivo nazionale della gioventù di Tenero (UFSPO)
Cinémathèque Française
Cineteca svizzera
CISA (Conservatorio Internazionale
di Scienze Audiovisive Pio Bordoni)
CSIA (Centro scolastico per le industrie artistiche)
CNC (Centre national du cinéma et de l’image animée)
Dipartimento del Territorio del Cantone Ticino
Ente Regionale per lo Sviluppo del Locarnese e Vallemaggia
GastroLago Maggiore e Valli
Gastro Ticino
Hotelleriesuisse sezione di Ascona e Locarno
Liceo Cantonale di Locarno
Meteo Svizzera
MiBACT – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
Presenza Svizzera
Regierungsrat des Kantons Bern
SAMS (Scuola d’arti e mestieri della sartoria Lugano)
Scuola Media di Locarno
SPAI (Scuola Professionale Artigianale Industriale)
STA (Scuola specializzata superiore di tecnica
dell’abbigliamento e della moda)
Stadt Bern Präsidialdirektion
SUPSI (Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana)
SVFJ (Schweizerischer Verband der Filmjournalistinnen
und Filmjournalisten)
Ticino Turismo
USI (Università della Svizzera italiana)
APG|SGA
Argus der Presse
ARTE France
Bellevue Palace Bern
Boutique Farfalla
Boutique Lifestyle Ascona
Capricci
CHC Business Solutions
Clear Channel Svizzera SA
Cryms
FFA - Filmförderungsanstalt
Film und Video Untertitelung
FOFT – Federazione Ortofrutticola Ticinese
Ghisla Art Collection Locarno
Gioielleria Bucherer, Locarno
Dr. Albert Gnägi
Gastronomie & Tourisme
GelateriaSvizzera (Riazzino)
Heineken Switzerland AG
Hertz
Hôtel du Lac Locarno
HP
Indiewire
Jannuzzi Smith · London | Lugano
Kursaal Locarno SA
LATI SA
Le film français
Leopard Club
Nüssli AG
NZZ am Sonntag - Neue Zürcher Zeitung
Pro Verzasca
Publigood
publisuisse
RailAway AG
Rapelli SA
REC
Rezzonico Editore
Rotor Film Babelsberg
SISA GREEN
SIX Payment Services
Stardrinks AG
SWISS FILMS
Tamaro Drinks SA
Transpalux (Suisse) SA
Ticino Management
4IT Solutions
ab
Emozionarsi
Momenti indimenticabili al Festival del film Locarno.
UBS sostiene il Festival del film
Locarno da oltre 30 anni
L’impegno di UBS, iniziato con una
semplice attività di sponsoring a livello
locale, ha preso sempre più corpo
nel corso degli ultimi trent’anni sino
a diventare una delle sponsorizzazioni
culturali più importanti per UBS a
livello svizzero. Il Festival rappresenta
una tappa fondamentale non solo nel
calendario degli appuntamenti internazionali, ma anche delle maggiori
manifestazioni svizzere, tra cui figurano altri eventi sostenuti da UBS
come ad esempio Art Basel, il Montreux Jazz Festival, Weltklasse Zürich
Contact
UBS Media Relations
Tel: +41-44-234 85 00
[email protected]
o Athletissima Lausanne. Il Festival
del film Locarno entusiasma un vasto
pubblico e grazie al suo dinamismo
coniugato alla tradizione offre agli
spettatori un’atmosfera inconfondibile
e un programma prestigioso dalle
grandi ambizioni.
Prix du Public UBS
Da oltre 10 anni, UBS è anche title
sponsor del «Prix du Public UBS», il
premio assegnato dal pubblico che
gode di una crescente popolarità. Il
Festival infatti, oltre alle giurie ufficiali,
grazie al «Prix du Public UBS» dispone
di una giuria popolare che ogni sera
esprime il proprio giudizio sui film proiettati in Piazza Grande. Nel 2014 il
«Prix du Public UBS» dal valore di
30'000 franchi è stato assegnato al film
svizzero «Schweizer Helden» di Peter
Luisi, a conferma del fatto che, agli
occhi del pubblico internazionale del
Festival, il cinema svizzero è in grado
di competere anche a livello mondiale.
«Prefestival»
Grazie al sostegno di UBS, il pubblico
può assistere ad una proiezione gratuita in Piazza Grande martedì 4 agosto,
la sera prima dell’apertura ufficiale del
Festival.
Comunicato stampa
Berna, 15 luglio 2015
Momenti di grande cinema al Festival del film Locarno –
Swisscom si riconferma sponsor principale
Dal 5 al 15 agosto, 160 000 cinefili da tutto il mondo si ritroveranno sulla Piazza Grande, e
Locarno si trasformerà nella capitale mondiale del film dʼautore. Swisscom sostiene il
Festival del film Locarno in veste di sponsor principale per la 19a volta e questʼanno
assegnerà il Pardo dʼonore Swisscom a due registi: Michael Cimino e Marco Bellocchio.
Il primo Pardo dʼonore Swisscom va al regista, sceneggiatore e produttore americano Michael
Cimino. Tra i suoi capolavori più noti vi sono «Thunderbolt and Lightfoot», «Heavenʼs Gate» e
«The Deer Hunter» (disponibilie anche su Swisscom TV). Il secondo Pardo viene assegnato a
Marco Bellocchio, cineasta, sceneggiatore e produttore italiano. Il suo film «I pugni in tasca»,
proiettato per la prima volta al Festival del film Locarno esattamente 50 anni fa, gli valse la Vela
dʼargento.
Lʼatmosfera unica del Festival del film Locarno, sulle sponde del Lago Maggiore circondato dalle
montagne, rinnova ogni anno lʼentusiasmo del pubblico. Questʼanno grazie allʼapp ufficiale del
Festival «Locarno68», sviluppata da Swisscom, gli spettatori potranno creare un ricordo personale
e unico dellʼevento e diventare parte integrante del Festival trasformandosi, per modo di dire, in un
«LeoPardo». Allʼinterno dellʼapp, dopo aver scattato un selfie sotto la voce «Pardo-Selfie»,
sullʼimmagine viene applicato un filtro simile al manifesto del Festival del film. Dopodiché è
possibile condividere con gli amici sui Social Media il proprio manifesto «personalizzato» del
Festival con lʼhashtag #IAMPARDO e caricarlo in una galleria online per partecipare al concorso. Il
tutto senza problemi ovunque ci si trovi grazie a Swisscom e alla rete migliore. Ogni giorno il
manifesto che ottiene il maggior numero di like vince un Samsung Galaxy S6 edge.
Anche questʼanno Swisscom assicura una comunicazione eccellente durante il Festival. Per
consentire ai 900 operatori media di trasmettere i propri dati in tutto il mondo, Swisscom ha
attrezzato la sala stampa con la più moderna infrastruttura e lʼaccesso a internet senza fili.
Ulteriori informazioni:
www.pardo.ch/swisscom
1/1
Dipartimento federale degli affari esteri DFAE
Segreteria generale SG-DFAE
Presenza Svizzera
Expo Milano 2015 - Concorso di cortometraggi
Nel quadro di Expo Milano 2015, Presenza Svizzera e il Festival del film Locarno si sono
uniti per organizzare un concorso di cortometraggi sul tema dell’alimentazione in
collaborazione con le scuole di cinema svizzere e italiane.
L’invito è stato accolto da alcune scuole svizzere e italiane, che hanno selezionato i seguenti
studenti quali partecipanti al progetto:
•
•
•
•
•
Carina Freire, Roman Hüben e Gregor Frei, ECAL Losanna
Alice Riva, HEAD Ginevra
Daniele Lucca, CISA Lugano
Monica Fenu, Andrea Labate, Marco Serpenti, Centro Sperimentale di
Cinematografia di Milano
Luana Giardino e Simone Pizzi, Civica Scuola di Cinema, Milano
Gli studenti invitati hanno realizzato cortometraggi sotto forma di documentari sui prodotti
della regione e i loro produttori. Adriano Schrade, dell’Associazione REC, ha seguito la
produzione e ha accompagnato gli studenti. Ad eccezione della durata limitata a tre minuti
senza dialoghi, gli studenti avevano la libera scelta circa il formato del documentario.
All’infuori della destinazione e della durata di tre minuti senza dialoghi, i realizzatori hanno
potuto quindi trattare il tema liberamente.
I cinque vincitori delle medaglie nell’ambito del concorso nazionale di prodotti regionali
hanno ricevuto la visita di uno studente svizzero e di uno studente italiano:
•
•
•
•
•
Pasticceria Marnin a Locarno per il suo panettone
Chäsi Girenbad à Girenbad-Hinwil per il suo formaggio Girenbaderli
Boucherie des Remparts a Villeneuve per il suo pâté di campagna
Gasthaus Alte Post a Zillis, per la sua torta di noci
Pêcherie Clerc & fils, Prangins, Nicolas Clerc per i suoi pesci
Nel mese di luglio i dieci film potranno essere visionati sul sito www.padiglionesvizzero.ch e
saranno diffusi sulle reti sociali, dove il pubblico potrà votare per il suo film preferito. Un
premio sarà assegnato anche da una giuria di professionisti.
Tutti i partecipanti al concorso e i responsabili delle scuole saranno presenti a Locarno per la
premiazione domenica 9 agosto presso la Fondazione Ghisla.
In seguito, nel corso degli ultimi tre mesi di Expo Milano 2015, i film saranno diffusi sui vari
schermi del Padiglione svizzero a Milano.
PAH
SAM PECKmIN
plete film director
a co
On the occasion of
ilm Locarno
F
el
d
l
va
ti
es
F
at
ve
retrospecti
He never won any Oscar and didn’t alway have the audience’s favors. His filmography
is short and unbalanced. But his films became cult and many movie fans and
contemporary directors like Tarantino or Scorsese, claim his influence. This book,
abundantly illustrated in color, provides a look back on his works, on both TV and
cinema screens, through film reviews, shooting stories and interviews.
17x24 cm, 196 pages, more than 100 illustrations
On sale during the festival and September 3d in bookshops
capricci
éditeur de cinéma
Our partners:
Official Airline:

Documenti analoghi