le «navarea - Il saturatore

Commenti

Transcript

le «navarea - Il saturatore
LE «NAVAREA»
L'aggiornamento delle carte e dei documenti nautici riveste la massima importanza per il navigante, sia
esso in altura su una grande nave che presso la costa su un piccolo battello. Anzi, sotto certi punti di vista,
l'essere vicino alla costa e su un mezzo poco dotato di strumentazione nautica significa un maggiore
impegno che il navigante deve porre nella condotta della navigazione. Le insidie degli oceani sono
principalmente i venti e le onde; quelle delle acque ristrette sono naturalmente anche venti e onde ma ad
esse si aggiungono quelle dovute ai bassifondi, al segnalamento marittimo e alle attività umane, tanto per
citare alcune altre cause di possibile pericolo. Per esempio, dopo una bella navigazione condotta con
perizia e soddisfazione, si deve entrare in un porto minore e, per incuria o dimenticanza, non si è
provveduto all'aggiornamento delle notizie che lo riguardano. Così potrebbe darsi il caso che, per esempio,
un fanale sia spento e alcuni lavori in corso rendano pericoloso l'approccio notturno, e così via.
Non sempre peraltro si riesce ad avere un insieme di notizie aggiornate se non facendo capo alle autorità
marittime che possono dare tutte le informazioni necessarie. Per aggiornare i documenti nautici si sa che
vengono emessi i cosiddetti «avvisi ai naviganti», i più urgenti per radio, gli altri per posta con fascicoli di
notizie che servono a riportare sulle carte, sui portolani e sulle altre pubblicazioni, le varianti e le correzioni
necessarie. A questo sistema - che peraltro è in corso di modernizzazione - si affianca quello detto delle
Navarea.
SCHEMA DI NAVAREA III
Trasmette in inglese e spagnolo
Stazione radio Madrid Radionaval - EBA
Frequenza KHz
Tipo di
emissione
Orario
UTC
2.814
A1A
0048
4.216
"
"
6.388
"
"
8.528,5
"
"
6.388
A1A
0903
8.528,5
"
"
13.059
"
"
17.018
"
"
6.388
F1B
1003
8.528,5
"
"
13.059
"
"
17.018
"
"
6.388
A1A
1618
8.528,5
"
"
13.059
"
"
17.018
"
"
6.388
F1B
1703
8.528,5
"
"
13.059
"
"
17.018
"
"
4.261
A1A
1948
6.388
"
"
8.528,5
"
"
13.059
"
"
Dopo che IMO e IHO (rispettivamente International Maritime
Organization e International Hydrographic Organization www.iho.shom.fr) sono giunte a una conclusione circa le
modalità di radiodiffusione delle notizie di carattere nautico, la
superficie del pianeta è stata suddivisa in sedici zone
(illustrate nella figura), delle quali quella che interessa il
Mediterraneo è la Navarea III, il cui centro coordinatore si
avvale della stazione di Madrid Radionaval per la diffusione in
tutta l'area (vedi tavola).
Gli avvisi vengono trasmessi in lingua inglese e in una o più
lingue ufficiali delle Nazioni Unite e contengono in linea di
massima le seguenti notizie: zona (Navarea), numero di serie
annuale, località, natura del pericolo, posizione, ora di
osservazione, nota in cui può venir precisata anche la stessa
durata di validità dell'avviso.
In particolare l'Istituto Idrografico pubblica e diffonde tre volte
all'anno (quindi ogni 4 mesi) una raccolta di informazioni in
vigore; raccolta che viene aggiornata a ogni edizione del
bollettino quindicinale di avvisi ai naviganti. Vengono cioè
comunicati gli annullamenti e le nuove informazioni.
Avendo pertanto a disposizione l'elenco quadrimestrale,
questo può essere facilmente aggiornato in modo da poterlo
consultare al momento che serve. E siccome si tratta di
notizie molto spesso spicciole, riguardanti piccoli sorgitori e
zone particolari, frequentate spesso da diportisti, tale raccolta
di dati può rivelarsi preziosa in molti casi.
Ma come si distinguono le informazioni nautiche in questo
sistema? I mari italiani sono stati suddivisi in aree, ognuna
delle quali è contraddistinta da una lettera, e nelle zone di
responsabilità delle Capitanerie, contraddistinte da un codice
di due cifre. La tavola pubblicata illustra la suddivisione e i
relativi codici.
Gli avvisi degli ultimi 4 giorni vengono
ritrasmessi alle ore 1618 (A1A) - 1703 (F1B) 1948 (A1A)
Gli avvisi compresi tra il 4° e il 10° giorno
scorsi vengono rirasmessi alle ore: 0048 (A1A)
- 0903 (A1A) - 1003 (F1B)
Gli avvisi compresi tra il 10° ed il 45° giorno
scorsi vengono ritrasmessi ogni domenica
dopo la regolare trasmissione delle 1618 (A1A)
CODICE ALFANUMERICO DEI MARI E DELLE CAPITANERIE
R01 Generalità
A Mar di Corsica
B Mar di Sardegna
C
Canale di Sardegna
D Mar Ligure
E Tirreno Settentrionale
F
Tirreno Cent. - Settore W G Tirreno Cent. - Settore E H Tirreno Mer. - Settore W
I
Tirreno Mer. - Settore E
L Stretto di Sicilia
M Ionio Meridionale
N
Ionio Settentrionale
P Adriatico Meridionale
S Adriatico Centrale
T
Adriatico Settentrionale
02 Cagliari
03 Porto Torres
04
Olbia
05 Imperia
06 Savona
07
Genova
08 La Spezia
09 Marina di Carrara
10
Viareggio
11 Portoferraio
12 Livorno
13
Civitavecchia
14 Roma
15 Gaeta
16
Napoli
17 Torre del Greco
18 Castellam. di Stabia
19
Salerno
20 Vibo Valentia M.
21 Reggio Calabria
22
Messina
23 Milazzo
24 Palermo
25
Trapani
26 Mazara del Vallo
27 Porto Empedocle
28
Siracusa
29 Augusta
30 Catania
31
Crotone
32 Taranto
33 Gallipoli
34
Brindisi
35 Bari
36 Molfetta
37
Manfredonia
38 Termoli
39 Pescara
40
S. Ben. del Tronto
41 Ancona
42 Pesaro
43
Rimini
44 Ravenna
45 Chioggia
46
Venezia
47 Monfalcone
48 Trieste
L'informazione nautica viene pertanto «intitolata» da una sequenza di lettere e numeri, che ne permettono
la identificazione.
La prima lettera indica il mare, per esempio D = Mar Ligure; seguono due cifre che indicano la zona di
giurisdizione della Capitaneria, per esempio 07 = Genova; oppure altre due lettere, uguali a quella del
mare, se l'informazione riguarda acque esterne a quelle di giurisdizione; tre cifre che sono la numerazione
progressiva relativa a quella Capitaneria o a quel mare.
Per esempio: D07123 significa: notizia relativa al Mar Ligure, zona di giurisdizione di Genova ed è la 123a
notizia dell'anno emessa a Genova. Oppure DDD015, significante informazione relativa al Mar Ligure, fuori
giurisdizione ed è la 15a del genere dell'anno.
Navtex (NAVigational TEleX) è uno dei servizi integrati nel sistema GMDSS, e
consiste nella trasmissione via radio di avvisi codificati per una ricezione automatica
che si ottiene con apparecchi dedicati. Il servizio Navtex, a differenza dei servizi
irradiati in VHF, libera i naviganti dall'obbligo di stare all'ascolto dei bollettini e di
doverli trascrivere. È un utile e comodo aiuto alla navigazione che contribuisce
effettivamente alla sicurezza in mare, perchè nessun bollettino andrà più perduto:
anche in nostra assenza, il ricevitore memorizza gli avvisi per essere poi letti
successivamente.
I bollettini riguardano le situazioni-previsioni Meteo e gli Avvisi ai Naviganti.
Esempio di bollettino Navtex ricevuto il 23 marzo 2005, ore 07.20 UTC
ZCZC UE91
230720 UTC MAR 05
WEATHER FORECAST OVER MEDITERRANEAN AREAS ISSUED BY ROME
METEOROLOGY CENTRE OF 00 23/03/2005 AND VALID UP TO 18 UTC OF
23/03/2005
1. WARNINGS: THUNDERSTORMS UNDER COURSE:NIL THUNDERSTORMS
FORECAST:OVER CORSICAN SEA, LIGURIAN SEA AND NORTHERN TYRRHENIAN
SEA. GALES UNDER COURSE:NIL
GALES FORECAST:NIL
2. WEATHER SITUATION: WEAK COLD FRONT ON WESTERN MEDITERRANEAN SEA
IS SLOWLY MOVING EASTWARDS. FRONTAL SYSTEM ON LEVANTINE BASIN IS
MOVING EASTWARDS. A PRESSURE FIELD OVER ALL ITALIAN SEAS IS
TEMPORARY INCREASING.
3. FORECAST TO 18 UTC OF TODAY AND 12 HOURS OUTLOOK.
NORTHERN ADRIATIC SEA: SOUTHEASTERLY WIND FORCE 3 WEAKENING PARTLY CLOUDY LOCAL
LY CLOUDY -MODERATE LOCALLY BAD VISIBILITY -SMOOTH SEA /OUTLOOK:
SOUTHEASTERLY WIND FORCE 3 -MOSTLY CLOUDY. CENTRAL ADRIATIC SEA:
SOUTHEASTERLY WIND FORCE 3 -PARTLY CLOUDY INCREASING CLDNS MODERATE LOCALLY POOR VISIBILITY -SMOOTH SEA /OUTLOOK:
SOUTHEASTERLY WIND FORCE 3 -LOCAL RAIN.
4. WIND AND SEA OUTLOOK, OVER ITALIAN SEAS, FROM O6 UTC OF
TOMORROW
NORTHERN ADRIATIC SEA: S 1 SEA 2/SE 3 SEA 3/SE 2 SEA 2/SE 3 SEA 3.
CENTRAL ADRIATIC SEA: E 3 SEA 2/SE 3 SEA 3/SE 3 SEA 3/SE 3 SEA 3,
END METEOMAR.
NNNN
Per allestire la stazione NAVTEX
Ricevitore NAVTEX mod. NASA CLIPPER da montare a
incasso, display LCD retroilluminato da 16 linee per 40
caratteri. Dim. 150 x 112 mm. Fornito con antenna a
tubetto, alta 20cm, installabile a poppa. Lavora sulle
frequenze di 518 e 490kHz per la ricezione in automatico
dei bollettini, che restano in memoria anche ad apparecchio
spento. Il consumo irrisorio (50mA) permette di mettere in
pratica il concetto primario del Navtex, ossia disporre di una
fonte permanente di informazioni non presidiata: il
ricevitore potrà restare acceso a tempo indeterminato, senza
pregiudicare la riserva di corrente della barca.
oppure
Ricevitore NAVTEX mod. NASA STANDARD da
montare su staffa, display LCD a contrasto regolabile da 16
linee per 20 caratteri. Dim. 150 x 112 mm. Fornito con
antenna a tubetto, alta 20cm, installabile a poppa. Lavora
sulle frequenze di 518 e 490kHz per la ricezione in
automatico dei bollettini, che restano in memoria anche ad
apparecchio spento fino a una capacità di 8000 caratteri.
Consumo bassissimo: 50mA.
oppure
Chi già possiede una stazione Meteofax o un impianto radio
HF-SSB, può decodificare i bollettini con il Software di
decodifica JVComm 32.
Il più semplice ed efficiente programma per Windows.

Documenti analoghi

Navtex - Angelo Brunero

Navtex - Angelo Brunero tali informazioni . É stato sviluppato con lo scopo di realizzare un sistema a basso costo, di semplice uso, che metta in grado gli utenti di ricevere informazioni relative alla sicurezza della nav...

Dettagli

AVV VISI A AI NA VIGA ANTI

AVV VISI A AI NA VIGA ANTI 1) Inserire un limite di zona regolamentata (INT N - 2.1) congiungente i punti: a) 40°28.55'N - 017°13.29'E, costa; b) 40°28.45'N - 017°13.30'E; c) 40°28.44'N - 017°13.18'E; d) 40°28.33'N - 017°13....

Dettagli