LIBRI, DVD dicembre 2015 - Comune di Gropello Cairoli

Commenti

Transcript

LIBRI, DVD dicembre 2015 - Comune di Gropello Cairoli
DICEMBRE 2015
LIBRI
SAGGISTICA
ALPINISMO
Weathers Beck, A un soffio dalla fine
Nel libro si racconta della storia di Jon Krakauer, il giornalista che partecipò a una delle quattro spedizioni
sull'Everest di quel 10 maggio 1996 che si concluse con la morte di nove persone, e che riuscì a salvarsi. Fra i
sopravvissuti, ci fu anche un medico anatomopatologo americano con la passione dell'alpinismo: Beck
Weathers. Costui ora racconta la sua versione di quella tragedia dell'Everest, provocata da un'imprevista
bufera, che sulla vetta del mondo è sinonimo di morte certa. Le temperature proibitive e la scarsità di ossigeno,
infatti, rendono difficoltoso ogni passo persino quando le condizioni atmosferiche sono favorevoli.
CRIMINALI DI GUERRA NAZISTI
Lichtblau Eric, I nazisti della porta accanto
Il Premio Pulitzer Eric Licthblau ci regala con questo libro l’acuta e sconvolgente ricostruzione di fatti che
credevamo di conoscere, ma che nessuno prima di lui aveva raccontato nei particolari. Leggendo queste
pagine si ha l’impressione di avere davanti agli occhi la sceneggiatura di un film di fantaspionaggio: la storia di
come l’America divenne un rifugio sicuro per gli uomini di Hitler.
È ampiamente noto che dopo il crollo del Terzo Reich migliaia di gerarchi nazisti trovarono rifugio in
Sudamerica. Criminali di guerra come Mengele, Eichmann, Priebke, Barbie e numerosi altri fuggirono
indisturbati, avvalendosi dell’assistenza di una misteriosa ed efficiente organizzazione, nome in codice Odessa, che
operava in tutta Europa anche con l’aiuto di alte autorità ecclesiastiche e della Croce Rossa.
Si sospettava che dopo la guerra molte centinaia di nazisti si fossero insediati indisturbati anche negli Stati Uniti.
Incredibilmente, molti di loro, benché riconosciuti come criminali di guerra, furono reclutati dall’FBI e dalla CIA e utilizzati
come informatori negli anni della Guerra fredda. Fu così che per molti anni, protetti dalla passività e dall’acquiescenza
delle agenzie americane, personaggi come Ivan Demjanuk, meglio noto ai sopravvissuti del campo di concentramento di
Sobibor come Ivan il Terribile, Otto von Bolschwing, già ufficiale delle SS e stretto collaboratore di Adolf Eichmann,
Jakob Reimer, noto per aver partecipato alla «liquidazione» del ghetto di Varsavia, e numerosi altri nazisti, vissero
indisturbati negli Stati Uniti in quanto «meritevoli di protezione»
CUCINA
Bianchi Marco, La mia cucina italiana
Erano gli anni Cinquanta quando Ancel Keys, biologo nutrizionista statunitense, rimase stregato dalla bassa
incidenza di patologie cardiovascolari e di disturbi gastrointestinali in Italia e in Grecia e decise di studiarne le
ragioni. Ce l'avevamo sotto gli occhi, eppure è a lui che dobbiamo la codifica di un vero e proprio tesoro: la
dieta mediterranea, uno stile alimentare naturalmente alleato del nostro benessere. Riduzione del rischio
cardiovascolare, protezione dal declino cognitivo, effetto antinfiammatorio, maggiore longevità e una migliore
percezione di sé sono solo alcuni dei benefici che seguire questo regime comporta: ecco perché Marco
Bianchi ha scelto di riscoprirlo, misurandosi con i piatti provenienti dalla cucina regionale. "La mia cucina italiana" è un
vero e proprio ritratto gastronomico della nostra penisola: 20 regioni, 200 ricette. Tante sono già perfettamente bilanciate
nella loro versione originale: il nostro corpo ringrazia per tanti primi (le profumatissime zuppe del Nord, le varie
combinazioni di cereali e legumi del Centro, per non parlare della pasta di semola di grano duro del Sud), per antipasti e
contorni prelibati a base delle verdure locali, ma anche per secondi di pesce degni del più classico dei pranzi della
domenica e dolci ricchissimi, grondanti mandorle e uvetta. Altre ricette, invece, sono state reinterpretate, nel rispetto
della tradizione, per esaltarne le potenzialità salutari e prenderci così al meglio cura di noi...
FINANZA PUBBLICA – CITTA’ DEL VATICANO
Fittipaldi Emiliano, Avarizia
Che in Vaticano alligni il vizio dell'avarizia è stato spesso denunciato, da Dante alle pagine di cronaca di
oggi, ma si tratta quasi sempre di scoop per sentito dire, intercettazioni spesso smentite, voci di corridoio.
Emiliano Fittipaldi, che da anni segue questi temi per "L'Espresso", ha raccolto da fonti confidenziali una
grande quantità di documenti interni del Vaticano verbali, bilanci, relazioni - e grazie a questo è in grado di
tracciare le prime mappe dell'impero finanziario della Chiesa (...) Un'inchiesta tutta fondata su documenti e fonti interne
alla curia, che fotografa un momento cruciale della storia vaticana...
Nuzzi Gianluigi, Via Crucis
Dopo "Vaticano spa" e "Sua Santità", Gianluigi Nuzzi torna con una nuova inchiesta raccontando
dall'interno la lotta che Francesco e i suoi fedelissimi stanno conducendo per riformare la chiesa. Tutto a
partire da registrazioni e documenti inediti. Non era mai successo che un giornalista potesse ascoltare la
registrazione di diversi incontri riservati tra i vertici del Vaticano e il papa. Ecco Francesco, nominato da poco più di tre
mesi, mentre sferra un attacco contro la nomenclatura da anni a capo delle finanze della Santa Sede. Bergoglio chiede
trasparenza dopo aver preso visione dei bilanci non ufficiali che documentano sia la malagestione degli amministratori,
sia operazioni di puro malaffare. Una situazione negativa mai conosciuta nel suo insieme, e qui svelata, che fa capire
perché Benedetto XVI si è dimesso. I fasti dei cardinali e le regge a canone zero, la fabbrica dei santi, le offerte dei fedeli
sottratte alla beneficenza, i furti e le truffe commerciali, il buco nero delle pensioni, le veline e i veleni di chi sabota la
vigorosa rivoluzione del papa, tra spionaggio, scassinamenti e azioni di delegittimazione. Una guerra, qui ricostruita
come in un giallo. In gioco è il futuro della chiesa e la sua credibilità nel mondo.
REATI PENALI. OMICIDIO
Zecchi Simona, Pasolini massacro di un poeta
Il 2 novembre 1975, all'Idroscalo di Ostia, si consuma il "massacro tribale" di uno dei maggiori intellettuali del ventesimo
secolo: Pier Paolo Pasolini. L'inchiesta di Simona Zecchi riparte proprio da quella sciagurata notte e, con l'ausilio di
prove fotografiche mai emerse sinora, documenti inediti, interviste e testimonianze esclusive, fa tabula rasa
dei moventi ufficiali e delle piste finora accreditati, dall'"omicidio a sfondo sessuale" al "misterioso" Appunto
21 di Petrolio. Come nella Lettera rubata di Edgar Allan Poe, lo "schema perfetto" che condusse il poeta
friulano fra le braccia dei suoi carnefici è sempre stato sotto gli occhi degli inquirenti e, in parte, dell'opinione
pubblica: un oscuro attentato a pochi passi dall'abitazione di Pasolini la cui funzione viene finalmente svelata,
un furto di bobine come espediente dai tratti inediti, la presenza di più macchine all'Idroscalo e la prova del
doppio sormontamento del corpo ormai agonizzante, i testimoni che nessuno ha mai voluto veramente ascoltare, la
matrice fascista dell'agguato, la direzione dell'intelligence nostrana, i tentativi di alcuni giornali di trasformare Pasolini in
imputato nello stesso processo che avrebbe dovuto stabilire l'identità dei suoi assassini. Tra le numerose inchieste che
hanno cercato di decostruire la gigantesca opera di depistaggio messa in atto già all'indomani dell'omicidio, Pasolini,
massacro di un poeta si incarica di dire la verità, tutta la verità.
RETORICA
Carofiglio Gianrico, Con parole precise: breviario di scrittura civile
Con parole precise più che un titolo è una risposta. Una risposta sintetica e frontale alla domanda: come
bisogna scrivere? Dicendo "con parole precise" non si indica una qualità, ma un modo. Un modo di
argomentare, di comunicare, di esprimersi. Come? Con parole precise. Un po' come dire "ad alta voce". E
con la sua inconfondibile voce, Gianrico Carofiglio ci propone un decalogo, un prontuario, un breviario
(questa è la parola precisa) della scrittura onesta, coltivata, democratica: in una parola, civile. Ci spiega
perché tanti testi giuridici - ma anche politici, burocratici, aziendali - sono scritti male. Ma soprattutto ci spiega
come fare a scrivere bene. Contrapponendo, all'astratta e compiaciuta opacità di certa lingua delle istituzioni, la
concretezza di una scrittura sobria e attenta. Una scrittura bella: dunque più efficace e più persuasiva. Perché scrivere
bene ha un'attinenza diretta con la qualità del ragionamento. Implica chiarezza di idee da parte di chi scrive e provoca in
chi legge una percezione di onestà. Come sosteneva Calvino, infatti, «cercare di pensare e d'esprimersi con la massima
precisione possibile proprio di fronte alle cose più complesse è l'unico atteggiamento onesto e utile»
STORIA
Helm Sarah, Il cielo sopra l’inferno
Maggio 1939. Centinaia di donne - casalinghe, dottoresse, cantanti d'opera, politiche, prostitute -, provenienti
da un carcere comune, raggiunsero prima in treno e poi su camion un luogo nascosto nei boschi a nord di
Berlino. Attraversarono, poi, gli enormi cancelli di ferro tra gli insulti, le urla, i latrati dei cani e le percosse
delle guardie. Erano le prime prigioniere di Ravensbrück, il nuovo campo di concentramento femminile
"modello" ideato da Heinrich Himmler. In sei anni vi furono rinchiuse 130.000 donne, provenienti da più di
venti Paesi in tutta Europa. Erano di diversa estrazione, nazionalità, credo politico; solo poche tra loro erano
ebree: Ravensbrück serviva ai nazisti per eliminare tutti "gli esseri inferiori" Zingare, esponenti della
Resistenza, nemiche politiche vere o presunte, disabili, "pazze" dovettero sopportare privazioni, sevizie, malattie, lavori
forzati, esperimenti "medici" ed esecuzioni sommarie. Negli ultimi mesi di guerra il lager divenne un campo di sterminio,
perché era necessario far sparire in fretta "le prove" della sua reale funzione ed entro l'aprile del 1945 vi vennero
trucidate tra le 30.000 e le 90.000 donne, molte con i loro bambini. Per anni, fino alla fine della Guerra Fredda, la verità
su Ravensbrück è rimasta nascosta. Grazie a interviste esclusive e documenti inediti, Sarah Helm ci offre una vivida
ricostruzione e una testimonianza di uno dei capitoli più tristi della nostra Storia.
Kyle Chris, American Sniper
Storia di Chris Kyle, membro dei Navy SEAL degli Stati Uniti che, tra il 1999 e il 2009 ha fatto registrare il più alto
numero di uccisioni ad opera di uno sniper di tutta la storia militare Americana. I suoi compagni d’armi, che ha protetto
con precisione letale dall’alto dei tetti e da altre postazioni invisibili durante la guerra in Iraq, lo chiamavano “ La
Leggenda”, mentre, per i nemici era il diavolo di Ramadi, sul cui capo era stata posta una taglia,
NARRATIVA
NARRATIVA ITALIANA
Guccini Francesco, Un matrimonio, un funerale, per non parlar del gatto
Da dietro il crinale della collina si vede arrivare il piccolo corteo, preceduto dal suonatore di fisarmonica e dal
mescitore di vino. Lo sposo e la sposa sono in cammino dall'alba, raggiungeranno la chiesa non proprio
freschissimi e poi, dopo la cerimonia, riprenderanno la strada insieme agli altri, di nuovo per mulattiere, pronti
a godersi un pranzo e una cena con l'appetito rinvigorito dalla scarpinata. Un matrimonio oggi inimmaginabile,
che era perfettamente normale quando il piccolo Francesco Guccini vi prendeva parte, portando in dono agli
sposi un dono veramente prezioso... E ancora: il funerale del mitico Gigi dell'Orbo, il sarto sempre ubriaco, il
tenore lirico appassionato di ciclismo, la contadina poetessa, l'uomo che era convinto di dover reggere il cielo e tante
altre "istantanee", colme di ironia e appena velate di malinconia, di un tempo andato che non ritornerà. Qualche volta, tra
queste pagine, la pellicola della memoria dell'autore resta impressionata da figure sfuggenti, sornione come gatti, dolci
come il ricordo di chi se n'è andato, o forse un po' beffarde come fantasmi... Questi racconti sono un viaggio attraverso il
tempo e i registri narrativi, e riportano in vita per noi esistenze minime, destinate a essere dimenticate se non
giungessero le parole a rievocarle.
Veltroni Walter, Ciao
Un doppiopetto grigio, il Borsalino in mano, un velo di brillantina sui capelli, lo sguardo basso. Sotto un cielo
che affonda nel rosa di un tramonto infinito, un ragazzo degli anni Cinquanta torna dal passato, si ferma sul
pianerottolo della casa di famiglia e aspetta il figlio, ormai adulto. Com'è possibile? E perché è tornato ora,
dopo tanto tempo? Sono due sconosciuti, ma sono padre e figlio. Insieme per la prima volta e solo per una
sera, provano a raccontarsi le loro vite, quello che è stato e quello che poteva essere, la storia di due
generazioni vicine eppure diversissime. Le parole dell'infanzia, i paesaggi, i volti trasformati dal tempo; e
Roma, quella più bella. Quella della radio, e della televisione che quel ragazzo timido e geniale ha contribuito a fondare.
Ma qual è l'eredità di un padre che non c'è mai stato? Forse la malinconia, certe tristezze improvvise, la voglia di
scherzare e di prendersi in giro, il ricordo commosso della donna che li ha amati. In un viaggio attraverso il dolore della
perdita e la meraviglia della ricerca delle proprie radici, le parole si mescolano e si intrecciano fino a rivelare ciò che li
unisce davvero. Perché non smettiamo mai di cercare il padre.
Vitali Andrea, La verità della suora storta
Santo Sisto ha la manualità e la fantasia giuste del meccanico di rango. Da ragazzo ha riparato perfino
una Peugeot 403 senza fare una piega, lasciando a bocca aperta il Scatòn, il suo capo officina che i
diesel manco li conosceva. Però adesso fa il tassista. Si è comprato un Millenove e aspetta i clienti alla
stazione ferroviaria di Bellano. Pochi. Arrivano da Sondrio o da Lecco e Milano, e vanno in visita
all'ospedale o su al cimitero. Oggi gli è capitato un fattaccio. Una donna è arrivata dopopranzo, poco
prima che dalla radiolina che tiene in macchina partisse la sigla di "Tutto il calcio minuto per minuto". Non
che fosse importante: ultima giornata; campionato 1970 già bell'e andato al Cagliari, però... Gli ha chiesto
di essere portata al cimitero, che non sa nemmeno dov'è. Ma poi, arrivati là, il Sisto si è accorto che la donna era morta.
Proprio lì, sul sedile posteriore del Millenove, macchiandolo pure di urina. Un guaio mica da ridere. Da tirare in ballo il
maresciallo Riversi. Anche perché la donna è senza borsetta e non si riesce a capire chi sia, né chi stesse cercando al
cimitero di Bellano in quel pomeriggio di fine aprile.
Volo Fabio, E’ tutta vita
Stavano così bene insieme, cosa è successo alla loro vita? Cosa è successo ai due chiusi in una camera d'albergo con il
cartello "non disturbare" sulla porta? Dove sono finite la passione, la complicità? Il romanzo è un'immersione
nella vita quotidiana di una coppia, nell'evoluzione di un amore. Racconta la crisi che si scatena alla nascita
di un figlio e, ancora di più, racconta di quando qualcosa rompe l'incantesimo tra due innamorati. E
suggerisce, lascia intravedere una risposta, una via d'uscita. È come se i protagonisti dei suoi romanzi più
amati, "Il giorno in più" o "Il tempo che vorrei", si ritrovassero ad affrontare quello che viene dopo
l'innamoramento, la responsabilità e la complessità dello stare insieme per davvero. Volo sorprende per la
capacità di fotografare e dare un nome ai sentimenti, perfino quelli meno nobili e non per questo meno comuni. Si tratta
di un romanzo diretto, sincero, spudorato. Leggendolo capita di ridere e commuoversi, come quando qualcosa ci
riguarda da vicino.
NARRATIVA STRANIERA
Groen Hendrik, Piccoli esperimenti di felicità
83 anni e un quarto sono 37.765 giorni. E sono proprio tanti. 83 primavere senza la certezza di vedere la
prossima, o che ne valga la pena. Hendrik è il tipo d'uomo che fa conti del genere ogni giorno. Anche
perché nella sua casa di riposo c'è poco altro da fare. La vita trascorre placida, fin troppo: due chiacchiere
con l'amico Evert; la curiosità per i nuovi arrivati e la sopportazione della severissima direttrice,
probabilmente nipote di un ex gerarca nazista. Hendrik ha sempre fatto buon viso a cattivo gioco, ma ora
si chiede se davvero ne sia sempre valsa la pena. E soprattutto se vale la pena di continuare così. E
siccome nella vita bisogna avere dei progetti, o perlomeno fare degli esperimenti, Hendrik decide due
cose. La prima: farsi dare dal suo medico la pillola della dolce morte. La seconda: concedersi un anno,
prima di prenderla, e in quell'anno fondare un club. Nasce così il Club dei vecchi ma non (ancora) morti, con regole di
ammissione rigidissime per partecipare alle varie attività, tra cui: l'ingresso a un casinò, un workshop di cucina, un corso
di tai chi... In quest'anno di vita succederanno tante cose, tante scoperte, tante perdite e molti piccoli esperimenti di
felicità... e alla fine si vedrà chi l'avrà vinta: la pillola o una nuova primavera da attendere.
Haruki Murakami, La strana biblioteca
Tornando a casa dopo la scuola, uno studente si ferma in una strana biblioteca. Certo, anche la sua richiesta
è un po' strana. Chiede alla bibliotecaria qualche libro che possa soddisfare la sua ultima curiosità (è un
bambino curioso, il nostro protagonista): la riscossione delle tasse nell'impero ottomano. La bibliotecaria lo
manda alla stanza 107. Qui l'aspetta un altro bibliotecario, ancora più bizzarro della prima: "aveva la faccia
coperta di piccole macchie nere, come tanti moscerini. Era calvo e portava occhiali dalle lenti spesse. La sua
calvizie non era uniforme. Tutt'intorno al cranio gli restavano ciuffi di capelli bianchi ritorti, come in un bosco
dopo un incendio". E davvero una ben strana biblioteca, questa! Il bibliotecario accompagna il bambino
attraverso un labirinto di corridoi e stanze, finché non arrivano in una stanza dove riposa un piccolo uomo vestito con
una pelle di pecora. E qui le cose si fanno brutte: il bibliotecario e l'uomo-pecora spingono il piccolo in una cella. Il
bambino rischia di fare una fine terribile se non arrivasse in suo soccorso una ragazza sconosciuta.
Lee Harper, Và, metti una sentinella
La ventisettenne Jean Finch “Scout” torna a casa da New York per visitare l’anziano padre, Atticus. Sullo
sfondo delle tensioni per i diritti civili che negli anni cinquanta stanno trasformando il Sud degli Stati Uniti, il
ritorno di Jean prende un sapore agrodolce quando viene a sapere la verità inquietante sulla sua famiglia e
sulle persone a lei più care.
Oe Kenzaburo, L’eco del paradiso
Nello studio di K., il famoso scrittore, si sente solo il veloce ticchettare della macchina da scrivere. A un
tratto, il silenzio. Le sue dita si sono fermate, adagiate sulle lettere che compongono il nome di una donna.
Marie. K. ricorda ancora quando sono diventati amici, tanti anni fa. In particolare un giorno di primavera,
durante una manifestazione. Improvvisamente, tra le decine di persone giunte fin lì per aiutare, era apparsa
lei, i capelli neri un po' scomposti, lo sguardo spensierato e il sorriso pieno di sole. K. aveva capito di
trovarsi davanti a una donna speciale, una donna che calamitava le attenzioni di tutti con la sua semplicità e
innocenza. Molti anni sono passati, e gli occhi gioiosi di Marie si sono velati di un dolore impossibile da
superare. Per questo è fuggita oltreoceano. Tra le impervie alture messicane ha cercato la pace, aiutando
le donne e i bambini del luogo, a cui si è dedicata con totale abnegazione. Adesso coloro che lei ha aiutato vogliono
renderle omaggio, dedicandole un film. E nessuno meglio di K. può farlo, solo lui può scrivere la sceneggiatura. Ma
accettare questo compito significa anche riaprire il vaso del dolore, ridestare ricordi nascosti tra le pieghe del tempo.
Quando un sorriso radioso poteva turbare il cuore di chiunque ne fosse illuminato. Kenzaburō Ōe, premio Nobel per la
letteratura, ci offre il meraviglioso ritratto di una grande donna. Un romanzo che si interroga sull'amore universale, sul
ritrovare la strada donando sé stessi, anche se per farlo servono sacrificio e coraggio.
Salter James, Un gioco e un passatempo
Sullo sfondo della sonnolenta provincia francese degli anni Sessanta si consuma la passione bruciante fra
due giovani: Anne-Marie, una bella commessa francese diciottenne, e Philip Dean, ventiquattrenne
americano in fuga dal college. A raccontarla è un narratore anonimo che ha avuto in prestito da alcuni amici
una casa a Autun, in Borgogna. Morbosamente geloso della felicità dei due amanti, legati da una sessualità
avventurosa ed estrema, quasi ipnotica, il narratore-voyeur ripercorre a ritmo vorticoso la stagione più
intensa della loro vita - sono a volte fotografie, lampi, sensazioni acute e fuggevoli - mescolando, forse, realtà
e immaginazione. In una storia che è anche ricca di tenerezza, la carnalità diventa incontro di anime, di quelli
che lasciano dietro di sé "le reliquie dell'amore, soffuse di dolorosa bellezza".
Salter James, Tutto quel che è vita
Nel 1944, alla vigilia di uno degli scontri navali decisivi per la risoluzione del secondo conflitto mondiale, Philip Bowman è
un sottotenente della Marina militare americana di stanza nel Pacifico. È l'esordio avventuroso di una vicenda umana
che si dipana per quarant'anni, in una sorprendente ricchezza di scenari, incontri ed esperienze. Dal Giappone a New
York, dove Bowman diventa editor in una piccola casa editrice; alla Virginia delle grandi proprietà terriere e
delle vecchie tradizioni; a Londra, cuore pulsante di una "geografia editoriale" fatta di contatti e affinità
personali; alla Spagna, teatro di una esaltante passione amorosa. A scandire il racconto, una galleria di
ritratti femminili cui corrispondono altrettanti modi di intendere e vivere l'amore in tutte le sue sfaccettature e
le sue insidie. Perché questa è, più di ogni altra cosa, la cronaca di una lunga e intensa vicenda sentimentale
nella quale si affacciano molte donne e molti amori. Sullo sfondo il tributo ai libri, non privo di ironia, ai loro
autori dagli alterni talenti e fortune, alle consuetudini di un mondo editoriale d'altri tempi. Volti, indumenti,
scorci di paesaggio rubati dal finestrino di un'auto, di un aereo o di un treno, incroci di sguardi, aspettative,
tradimenti, fantasie: quel che conta nella vita, quel che resta o vorremmo restasse quando ci guardiamo indietro, e che
solo la scrittura, forse, può salvare, fissandolo nel flusso impercettibile e implacabile dei giorni.
AVVENTURA
Berry Steve, Il patto dei giusti
31 dicembre 1936. Seppur a malincuore, il presidente Roosevelt è costretto ad approvare la costruzione di
un nuovo, immenso museo destinato ad accogliere la collezione di dipinti di Andrew Mellon, ex segretario
del tesoro degli Stati Uniti. Ma l'opposizione di Roosevelt non ha nulla a che fare con l'arte, è Andrew Mellon
di cui il presidente ha paura. Quel progetto faraonico, infatti, è solo una facciata per nascondere un
pericoloso segreto... Venezia, oggi. Per una volta nella vita, Cotton Malone vorrebbe passare un tranquillo
weekend nella sua libreria antiquaria di Copenhagen. Ma quando Stephanie Nelle, il suo ex-capo alla
sezione Magellano, l'ha implorato di aiutarla, non si è potuto tirare indietro. Perché tra le calli di Venezia si
nasconde un uomo che è in possesso di alcune informazioni top secret del governo, informazioni che, se fossero
rivelate, potrebbero mettere gli Stati Uniti in ginocchio. E Malone deve fermarlo, prima che sia troppo tardi...
Cussler Clive, Naufragio
E questa volta, durante i soccorsi a una barca in avaria qualcosa va storto e Kurt viene ferito gravemente.
quando si riprende, i suoi ricordi sono confusi e frammentari. Ha visto davvero annegare un suo vecchio amico
insieme ai figli, o lo yacht era vuoto quando ci è salito a bordo? Kurt non riesce a ricordare, ma è più che
determinato a saperne di più. Insieme all'inseparabile braccio destro Joe Zavala, comincia un'indagine serrata
che lo porterà nel mondo oscuro e pericoloso della criminalità informatica, tra scienziati in fuga e incidenti
molto sospetti, fino ad arrivare a scoprire una sinistra organizzazione dedita al traffico di esseri umani. Ma
questa è solo la punta dell'iceberg delle scoperte terribili che lo attendono, in una incredibile avventura da Monaco alla
Corea del Nord, alle coste frastagliate del Madagascar...
Rollins James, La città di ghiaccio
Di ritorno da uno scavo, l'archeologa Ashley Carter rimane sconcertata nel trovare dei militari ad attenderla
in casa. In una grotta nei pressi di una base militare in Antartide, è stato rinvenuto per caso un antico idolo
scolpito nel diamante e, sebbene dalle prime analisi risulti che quell'oggetto risalga all'epoca preistorica, non
è stato possibile collegarlo a nessuna civiltà conosciuta. E adesso l'esercito sta organizzando una
spedizione archeologica che s'inoltri tra i ghiacci in cerca di risposte... e di altri tesori simili. E vuole che sia
Ashley a guidarla. Per lei, è un'occasione da cogliere al volo. Tuttavia, già all'ingresso di quel labirinto di
tunnel di ghiaccio, Ashley e la sua squadra avvertono una presenza inquietante aleggiare su di loro. Come
se qualcuno - o qualcosa - li stesse seguendo e controllando. E, quando scoprono una grotta piena di
diamanti enormi, al cui interno sono incastonati dei teschi umani, per loro è l'inizio di un incubo. Perché sono diventate
prede di un nemico spietato e sfuggente, pronto a tutto pur d'impedire al gruppo di portare alla luce il suo segreto...
Smith Wilbur, Il leone d’oro
Africa orientale, seconda metà del diciassettesimo secolo. Il naufrago che viene ritrovato sulla costa, a bordo
del relitto di una nave, dovrebbe essere morto. Quel che resta di lui appare troppo mal ridotto perché il suo
cuore batta ancora. E invece quell’uomo si risveglia, con un urlo agghiacciante. È il soffio della rabbia a
tenerlo in vita, nonostante le orribili ferite e le mutilazioni. È il desiderio di vendetta a bruciargli dentro come il
vento del deserto, e a spingerlo verso il suo destino. Perché lui è il temuto Avvoltoio, e ha un solo obiettivo:
uccidere Hal Courteney e tutti quelli che ama. Hal Courteney incarna la quintessenza di una vita vissuta
pericolosamente: avventuriero insignito dell’ordine del Leone d’Oro, ha per moglie una nobile guerriera
etiope che combatte al suo fianco, possiede un cospicuo tesoro e un ancor più cospicuo numero di nemici. Hal è
convinto di aver seppellito per sempre il suo peggiore avversario, l’Avvoltoio, responsabile dell’ingiusta condanna di suo
padre. Ma le loro strade sono destinate a incrociarsi ancora, in modi rocamboleschi e inaspettati, in una sequenza di
inseguimenti e capovolgimenti di fronte che trovano il loro teatro ideale in una Zanzibar esotica e affascinante, coacervo
di influenze occidentali, arabe e africane: un’isola feroce e ammaliante in cui tutto è possibile e tutto è concesso, e dove
si può vendere e comprare qualunque cosa, anche la vita. Un ritmo mozzafiato, ricco di azione e di passioni travolgenti:
amore e odio, onore e vendetta, paura e coraggio si alternano incessantemente in una trama che non lascia scampo al
lettore…
FANTASY
Brooks Terry, La lama del druido supremo
Racconta la leggenda che Paxon Leah discende dalla dinastia guerriera che un tempo regnava sulle Terre
Alte e combatteva con armi magiche. Ma tali re, regine ed eroi non esistono più da tempo e non c'è nulla
di magico nell'antica spada che riposa sopra il camino di Paxon. Paxon che vive una vita tranquilla,
occupandosi dei modesti affari di famiglia – fino a che circostanze straordinarie irrompono, per
sconvolgere il suo mondo e riscrivere il suo destino. Quando la sorella minore – dal carattere fiero e
irriverente – è rapita da un misterioso straniero, Paxon prova a salvarla con la sola arma di cui dispone.
Durante il duello Paxon fa una scoperta davvero sconvolgente: la spada dei suoi antenati è magica. Ma
questa magia, formidabile e inattesa, è pericolosa nelle mani di chi non è allenato a gestirla, e Paxon deve
imparare a farlo in fretta, perché lo scontro con l'oscuro stregone Arcannen è appena iniziato. Abbandona la casa natale,
dove lascia il cuore, e parte per Paranor, dove apprenderà i segreti della magia per conquistare il diritto di diventare
protettore dell'Ordine dei Druidi. Ma l'ombra del tradimento serpeggia tra i Druidi. E la magia più nera sta cercando di
trasformare un'anima innocente in un emissario del male. Per fermare un complotto che minaccia non solo l'Ordine dei
Druidi ma tutte le Quattro Terre, Paxon deve fare appello alla profonda magia del suo sangue e allo straordinario ardore
dei suoi avi nella battaglia che il fato ha in serbo per lui.
GIALLO, THRILLER, MISTERY, NOIR, SPIONAGGIO
Carrisi Donato, La ragazza nella nebbia
La notte in cui tutto cambia per sempre è una notte di ghiaccio e nebbia ad Avechot, un paese rintanato in
una valle profonda fra le ombre delle Alpi. Forse è stata proprio colpa della nebbia se l'auto dell'agente
speciale Vogel è finita in un fosso. Un banale incidente. Vogel è illeso, ma sotto shock. Non ricorda perché è
lì e come ci è arrivato. Eppure una cosa è certa: l'agente speciale Vogel dovrebbe trovarsi da tutt'altra parte,
lontano da Avechot. Infatti, sono ormai passati due mesi da quando una ragazzina del paese è scomparsa
nella nebbia. Due mesi da quando Vogel si è occupato di quello che, da semplice caso di allontanamento volontario, si è
trasformato prima in un caso di rapimento e, da lì, in un colossale caso mediatico. Perché è questa la specialità di Vogel.
Non gli interessa nulla del dna, non sa che farsene dei rilevamenti della scientifica, però in una cosa è insuperabile:
manovrare i media. Attirare le telecamere, conquistare le prime pagine. Ottenere sempre più fondi per l'indagine grazie
all'attenzione e alle pressioni del "pubblico a casa". Santificare la vittima e, alla fine, scovare il mostro e sbatterlo in
galera. Questo è il suo gioco, e questa è la sua "firma". Perché ci vuole uno come lui, privo di scrupoli, per far sì che un
crimine riceva ciò che gli spetta: non tanto una soluzione, quanto un'audience. Sono passati due mesi da tutto questo, e
l'agente speciale Vogel dovrebbe essere lontano, ormai, da quelle montagne inospitali. Ma allora, cosa ci fa ancora lì?
Connelly Michael, Il dio della colpa
Mickey Haller è un uomo complicato, con una vita complicata. Deve fare i conti con un passato di eccessi,
con una figlia che non vuole più saperne di lui e, più prosaicamente, con le necessità quotidiane, tra cui
quella di guadagnare quel tanto che basta a mandare avanti il suo studio. È per questo che, quando riceve
un messaggio sul cellulare mentre è in un’aula di tribunale, impegnato a difendere il suo cliente dall’accusa di
aggressione, la sua attenzione viene immediatamente catturata. A mandarglielo è Lorna, la sua segretaria, e
il testo è questo: «Chiamami subito. Si tratta di un 187». Il numero, che in California corrisponde al codice
dell’omicidio, cattura immediatamente la sua attenzione. Occuparsi della difesa in un caso di omicidio significa
guadagnare un bel mucchio di soldi e l’eventualità non lo lascia certo indifferente. Quando poi scopre che la vittima, una
prostituta che pensava di aver rimesso sulla retta via, era già stata sua cliente, non ha più dubbi sull’opportunità di
accettare l’incarico. A muoverlo però non è solo il bisogno di guadagnare, ma i fantasmi di un passato che gli si rivela
diverso da come l’aveva vissuto e una sete di giustizia che nasconde un forte desiderio di redenzione personale. Ed è
proprio il personaggio di Haller, l’avvocato fuori dagli schemi che prepara i processi dal sedile posteriore della sua
Lincoln, un uomo pieno di difetti, ma forse proprio per questo decisamente autentico, a rendere così speciali i romanzi di
cui è protagonista.
Cooper Glenn, L’invasione delle tenebre
Londra è una città fantasma. I pochi che non hanno voluto − o non hanno potuto – dare seguito all’ordine
d’evacuazione del governo, sono barricati in casa, nella vana speranza che tutto quello che stanno vivendo
sia un incubo da cui presto si sveglieranno. Ma è tutto reale. Perché sono reali le vetrine infrante, i negozi
saccheggiati, i cadaveri lasciati per strada. E, soprattutto, sono reali le bande di uomini assetati di sangue
che, dopo essere comparsi all’improvviso dal nulla, stanno mettendo a ferro e fuoco la città e alcuni suoi
sobborghi. Uomini che continuano ad arrivare senza sosta, come l’onda di piena di un fiume immenso. Un
fiume che ha la sua sorgente all’Inferno, come sanno bene John Camp ed Emily Loughty. Dopo il loro ultimo
«viaggio» nel mondo dei Dannati, infatti, i varchi interdimensionali non soltanto si sono moltiplicati, ma sono anche
rimasti aperti, portando letteralmente l’Inferno in Terra e catapultando centinaia d’innocenti «dall’altra parte». E c’è solo
una persona che sa come chiudere per sempre le Porte delle Tenebre: Paul Loomis, l’ex capo di Emily. Purtroppo Paul
Loomis è morto, si è suicidato sette anni fa, dopo aver ucciso la moglie e l’amante di lei con due colpi di fucile. Ma Emily
e John sanno dove trovarlo e come mettersi in contatto con lui. Perché lo hanno già incontrato all’Inferno…
Cornwell Patricia, Cuore depravato
Cambridge, Massachusetts Kay Scarperta riceve sul cellulare un messaggio che sembra arrivare dal numero di
emergenza di sua nipote Lucy, con un link a un video girato da un apparecchio di sorveglianza che riprende la stessa
Lucy e risale a quasi vent'anni prima Ma come è possibile? La famosa anatomopatologa si ritrova così al centro di un
vero e proprio incubo dai risvolti molto personali Comincia a scoprire oscuri e terribili segreti che riguardano la nipote che
lei tanto ama e che ha cresciuto come una figlia A questo primo video ne seguono altri, con chiare e pericolose
implicazioni legali, che lasciano Kay in uno stato di isolamento, preoccupazione e confusione
Grisham John, L’avvocato canaglia
Non si può certo dire che Sebastian Rudd sia un avvocato come tutti gli altri. Non possiede uno studio vero
e proprio, ma il suo ufficio si trova a bordo di un grande furgone nero blindato dotato di vari comfort - wi-fi, un
frigorifero pieno di superalcolici, delle comode poltrone e un buon equipaggiamento di armi. Non ha soci in
affari, ma accanto a lui c'è sempre un uomo, che lui chiama Partner, armato fino ai denti, che gli fa da
autista, guardia del corpo, confidente, impiegato e caddy, quando gioca a golf. Sebastian ha anche una ex
moglie che non smette mai di procurargli guai e un figlio piccolo che non vede tanto quanto vorrebbe.
Sebastian Rudd difende i peggiori criminali, i casi disperati, in poche parole tutte quelle persone che nessun
avvocato si sognerebbe di avvicinare. Insomma, fa il lavoro sporco. Ritiene che ognuno abbia diritto ad avere un
processo equo, anche a rischio di diventare lui stesso il bersaglio dei suoi assistiti e di essere costretto a sua volta a
usare metodi poco ortodossi. Sebastian odia le ingiustizie, detesta i poteri forti e si prende gioco delle istituzioni. Narrato
in prima persona, "L'avvocato canaglia" racconta la vita professionale e privata di un vero anticonformista, un uomo
sarcastico, eccessivo, arrogante, scaltro, ma molto umano...
Holt Anne, Quota 1222
Hanne Wilhelmsen ha lasciato la polizia ormai da tempo – da quando un proiettile le ha leso la spina dorsale,
costringendola per sempre su una sedia a rotelle. Ora vive una vita ritirata, ai limiti della misantropia, da cui ha escluso
vecchi amici ed ex colleghi. Ma la sua antica professione sembra perseguitarla. Isolata in un albergo d’alta quota insieme
agli altri passeggeri di un treno che ha deragliato, Hanne suo malgrado si ritrova a indagare. Nell’hotel vengono infatti
rinvenuti due sacerdoti uccisi. Prima uno poi l’altro. E tra gli ospiti si è scatenato il panico. Occorre quindi far presto, per
evitare che l’assassino colpisca ancora.
Kepler Lars, Il porto delle anime
Jasmin è una donna, una madre, un soldato dell'esercito svedese. Vive per l'amore del figlio Dante, avuto da
un commilitone, un uomo segnato che cerca di affogare nell'alcol e nella droga gli orrori della guerra. Jasmin
in Kosovo è stata ferita gravemente, e mentre lottava tra la vita e la morte la sua anima si è trovata per
qualche giorno in un posto misterioso, una specie di sovraffollata, caotica e minacciosa città portuale. Lì ha
visto uno dei suoi uomini imbarcarsi e prendere il largo... Senza tornare mai più. È soltanto grazie alla sua
forza interiore se Jasmin riesce a capire come lasciare quel posto terribile, come tornare indietro, alla vita. Ma
pochi anni dopo la prima esperienza nel porto delle anime, Jasmin è costretta a farvi ritorno. Solo che stavolta
non è da sola: con lei c'è anche suo figlio. Anche lui era a bordo dell'auto quando hanno avuto il tremendo incidente che
li ha fatti precipitare nello stato sospeso tra la vita e la morte che Jasmin purtroppo conosce bene. Purtroppo, perché
mentre lei si riprende quasi subito, le condizioni di Dante si rivelano più critiche. E Jasmin sa di non poter abbandonare il
figlio da solo, immerso nei pericoli della città misteriosa. Non c'è che una soluzione: rischiare di nuovo la morte, tornare
nel porto delle anime e lottare per quello che ha di più caro.
Link Charlotte, L’inganno
Richard Linville, ex poliziotto in pensione, viene picchiato, torturato e ucciso mentre era a casa da solo. Melissa
Cooper, insegnante di scuola infantile, viene uccisa nello stesso modo di Richard Linville. Caleb Hale è il
poliziotto che sta indagando sui due omicidi, avvenuti a qualche settimana di distanza e con l’unico legame tra
le due vittime una relazione avvenuta sedici anni prima. Nel frattempo Caleb deve occuparsi anche di Kate
Linville, la figlia di Richard, tornata per sistemare gli affetti del padre. Nel frattempo Stella e Jonas, genitori
adottivi di Sammy, ricevono il giorno del quinto compleanno del bambino la visita di Terry, la madre naturale, e
Neil, il suo nuovo compagno, un tipo violento. Sicuramente la visita nasconde un secondo fine visto che Terry non si è
interessata del figlio per cinque anni. Tre famiglie che sembrano distantissime tra di loro, ma che nascondono un gran
segreto che solo il killer conosce.
Malvaldi Marco, Buchi nella sabbia
Ernesto Ragazzoni avrebbe voluto che sulla propria tomba fosse scritto: "D'essere stato vivo non gli importa".
Poeta dei buchi nella sabbia e delle "pagine invisibilissime", dell'arte giullaresca realizzata nella vita fuori dal
testo, è in un certo senso il testimone di questo "dramma giocoso in tre atti". Come grottesco contrappasso,
accanto a lui, bohémien anarchicheggiante e antimilitarista, agirà come in duetto un rigido ufficiale dei regi
carabinieri. Siamo nel 1901, tempo di attentati (il re Umberto è stato appena ucciso), e a Pisa, terra di
anarchia. Al Teatro Nuovo si aspetta il nuovo re, per una rappresentazione della Tasca di Giacomo Puccini. Le
autorità sono in ansia: il tenore della compagnia "Arcadia Nomade", i cavatori di marmo carrarini convocati per
alcuni lavori, gli stessi tecnici de teatro, sono tutti internazionalisti e quindi sospetti. E nell'ottusa paranoia dei tutori
dell'ordine, perfino il compositore, il grande Puccini, è da temere tra i sovversivi. A scombinare ancor di più le carte è
l'intervento di quello stravagante di Ragazzoni, redattore del giornale "La Stampa". Fatalmente l'omicidio avviene, proprio
sul palcoscenico al culmine del melodramma, e non resta che scoprire se sia un complotto reazionario o un atto
dimostrativo di rivoluzionari. O un banale assassinio...
Milani Mino, Storia ingrata
Uno studente in Farmaceutica con molte assenze, "sighnorine belle ciccione" e una vedova gentile che
gestisce una pensione... Tra cortili fioriti e acciottolati lindi Melchiorre Ferrari si misura con questi e altri ben
più inquietanti personaggi, durante un'insolita indagine, in cui si trova a leggere lettere profumate e
sgrammaticate, ma anche altre lettere senza profumo e molto ben scritte. L'Imperial Regio Commissario,
frastornato anche da altri odori assai più sgradevoli, svolge il suo compito e scopre verità scomode. Con i
suoi metodi poco ortodossi - che "dovrebbero insegnarli anche a Vienna" - riuscirà Melchiorre a mettere il
punto finale a questa storia, per lui troppo ingrata? Riuscirà il Commissario ad assicurare alla giustizia i
responsabili dei terribili e incomprensibili accadimenti?
Patterson James, Il prigioniero
Dopo un inseguimento che ha visto morire il suo migliore amico Hughie, Michael Bennett è riuscito a
catturare il terribile Miguel Perrine, detto il Re Sole, capo di un cartello messicano della droga, che dal
carcere giura vendetta. E infatti un anno dopo, quando inizia il processo, un killer ispanico uccide il giudice. Il
mandante è chiaramente il Re Sole. Vista la sospensione del processo, Bennett decide di trascorrere una
breve vacanza a Newburgh, nella casa sul lago. Ma la situazione nella cittadina, un tempo tranquilla e felice,
è esplosiva: due bande rivali, i Latin Kings e i Bloods, si dividono il mercato della droga e seminano il terrore,
arrivando perfino a colpire due dei figli di Bennett. Troppi fronti aperti anche per un uomo d'azione come lui,
soprattutto quando arriva la spaventosa notizia che il Re Sole è riuscito a fuggire dal carcere e vuole la morte di
Bennett...
Simoni Marcello, La biblioteca perduta dell’alchimista
Quali misteri nasconde il Turba philosophorum, il libro segreto degli alchimisti? È la primavera del 1227 e la
regina di Castiglia è scomparsa in modo misterioso. Strane voci corrono per il regno e alcuni parlano di un
intervento del Maligno. L'unico in grado di risolvere l'enigma è Ignazio da Toledo, grande conoscitore dei
luoghi e delle genti grazie ai suoi numerosi viaggi tra Oriente e Occidente e alla sua capacità di risolvere
arcani e antichi misteri. A Cordoba, dove Ignazio viene convocato, incontra un vecchio magister che gli parla
di un libro che tutti stanno cercando e che potrebbe dargli indizi sull'accaduto. Ma il giorno dopo verrà trovato
morto avvelenato. Le ricerche del mercante di reliquie partono subito fino al rinvenimento del mitico Turba
philosophorum, un manoscritto attribuito a un discepolo di Pitagora, che conserva l'espediente alchemico più ambito al
mondo: la formula per violare la natura degli elementi. L'incontro poi con una monaca e con un uomo considerato da tutti
un posseduto, ma in verità affetto da saturnismo, indirizzeranno Ignazio verso il castello di Airagne e dal suo misterioso
signore, il Conte di Nigredo. Qui è custodito un terribile segreto, ma non sarà facile mettersi in salvo dopo averlo
scoperto...
LIBRI DEL CONCORSO “PROVINCIA IN GIALLO 2015” DONATI DAL ROTARY CAIROLI:
Amoroso Elisabetta, L’orarista
Elisabetta Amoroso sono io. Vivo alla Spezia con un marito toscano e tre figli adolescenti; insegno matematica a studenti
indolenti e impertinenti e per tutti questi bei motivi in rima, mi ritrovo costantemente sull'orlo di una crisi di nervi.
Come l scura? Con tranquillanti, ansiolitici e libri. La lettura è la mia passione da sempre e da qualche anno mi diletto
anche nella scrittura pubblicando diari, romanzi e racconti di vario genere, soprattutto umoristici.
Bardi marta, I vicoli stretti di Poggio Sant’Elvio
La vita tranquilla di una cittadina di provincia viene sconvolta da una serie di delitti. Chi uccide ha in mente un
disegno preciso, si accanisce contro amici e componenti di uno stesso nucleo familiare. Sei omicidi. Un killer
che agisce sempre in modi diversi. Una storia di maschilismo e di violenza privata.
Bartolone e Messi, Il commissario Martini si arrabbia!
E’ iniziato il lungo inverno del 1939. Torino è sull’orlo del caos ma nessuno, tranne martini, sembra
accorgersene. Pettegolezzi, invidie avidità sono gli elementi consueti della commedia umana, eppure l’ombra
della guerra già s’allunga e opprime l’animo umano. Quando un mite e geniale inventore viene ucciso, l’ex
commissario non si perdona di averlo saputo proteggere. Il commissario si arrabbia e si ripromettere di
scoprire ad ogni costo l’assassino.
Cioni Marco, Verticale
Una notte d’inverno, in una città italiana, il vescono Valcher compie un tragitto verticale che lo porta a concludere i suoi
giorni sulla strada qualche piano più giù. La commissaria Angela Logo indaga e si imbatte sulle varie diversità
dell’umanità di una città come molte in Italia: ambiziosa e meschina, ipocrita e con povere storie.
De Falco Roberta, Il tempo non cancella
In polizia da molti anni, il commissario Benussi conosce il suo mestiere. Sa che può regalare grandi
soddisfazioni e gigantesche rotture di scatole. Ma tutto sommato non si può lamentare, dal momento che,
qua e là, gli lascia il tempo di dedicarsi alla sua vera passione, la scrittura. Ora che ha finalmente terminato il
suo romanzo, non può credere al colpo di fortuna che gli è capitato. Rhoda Wallace, uno dei più importanti
agenti letterari, è a Trieste in occasione di un evento prestigioso. L'università si prepara infatti a coronare con
la laurea honoris causa la lunga carriera di Ivo Radek, famosissimo scrittore di origini istriane da lei
rappresentato. Per Benussi è un'occasione perfetta per incontrarla di persona e convincerla a leggere il suo
testo. Qualcosa però va storto e Radek viene ritrovato in fin di vita tra gli scaffali della biblioteca di facoltà. La ferita alla
testa fa da subito pensare a un'aggressione, ma chi poteva desiderare la morte dell'anziano scrittore? In realtà, avviando
le indagini, a Benussi e alla sua squadra basta poco per capire che intorno alla vittima si dipana una fitta rete di rancori.
Tra grandi editori che si contendono furiosamente le sue opere, familiari delusi e rivali invidiosi, sono in molti quelli su cui
potrebbero cadere i sospetti. Ma è dove l'odio ha radici profonde che la colpa si annida più facilmente. In una Trieste
affascinante e malinconica, un giallo dalle tinte delicate che getta uno sguardo intelligente e critico sul mondo dei libri.
Ferro Claudio, Come un killer al buio
"Bellissima. Non era mai riuscito a decifrare quel qualcosa di lei che l'aveva colpito dal primo momento in cui l'aveva
vista, ma soltanto ora si accorgeva che la sua donna era anche bellissima."
Guerrini Ermanno, Coercizione
Inizia con una serie di misfatti: droga, materiale pedopornografico e, infine, omicidio. Crimini abietti che
sono tutti a carico di un rispettabile uomo di chiesa. Don Giovanni si ritrova catapultato tra le accuse. E
questo romanzo ha tutte le carte in regola per proiettare il lettore in un intricato groviglio di indagini e
misteri. Un giornalista che si improvvisa detective, un avvocato che torna alla ribalta dopo anni di inattività e
di lotta contro una malattia terribile. E poi la storia dei potenti e dei corrotti, di un giornalismo degno di
chiamarsi tale, Coercizione è anche il racconto dell'indipendenza e della ricerca della verità. Non manca
nemmeno l'amore, sì, una bella storia d'amore che fa da cornice a una storia già di per sé piena di sorprese e colpi di
scena.
Mariani Maurizio, Il sangue dei fratelli
Italia. 26 ottobre 1925. Poche settimane prima della promulgazione delle leggi "liberticide" che metteranno al
bando la Massoneria e le altre libere associazioni che potrebbero essere di ostacolo alla dittatura del Duce.
Gli eventi si svolgono in una non specificata, e immaginaria, città dell'Emilia, nella quale le camicie nere si
stanno definitivamente impadronendo del potere e imponendo con la forza il proprio volere. Una squadraccia
fascista irrompe nella locale casa massonica, devastandone il Tempio, e cercando di impossessarsi della lista
degli aderenti all'Ordine. E sarà proprio nei locali della Loggia che, il giorno successivo, verranno ritrovati i
cadaveri di due camicie nere. Ad occuparsi delle indagini è l'integerrimo Commissario di Polizia Italo Neri e i
suoi due colleghi: il disincantato veterano Pietro Gualandi e il giovane ed entusiasta Nicola Artuso. In un clima
arroventato dalla lotta tra le diverse anime del Partito Fascista, i tre poliziotti si ritrovano così immersi in un complicato
scenario in cui si intrecciano politica, interessi personali e malaffare e dove non sempre le cose e le persone sono come
appaiono in superficie.
Mazza Carlo, Il cromosoma dell’orchidea
La vicenda che si svolge in una località non indicata espressamente (le vicende raccontate potrebbero svolgersi
in un qualunque luogo di questa nostra martoriata nazione) è di strettissima attualità. Il sindaco Gabriele Loverò
sta per affrontare le nuove elezioni comunali. Si ripresenterà per tentare di ottenere il suo secondo mandato e
verrà avvicinato da alcuni imprenditori edili e da un senatore che in cambio del loro appoggio e quindi
dell’apporto considerevole di voti e di denaro chiedono “piccole cortesie tra amici”.
Pepino Alessandra, Cattivi presagi
Giugno 2013: una pioggia torrenziale si abbatte su Napoli. Complice un black out, due fatti di sangue
avvengono all'interno di uno stesso condominio: Cesare Melchionna, famoso scrittore in crisi, rinviene per
caso il cadavere strangolato e brutalmente percosso della sua avvenente vicina, Benedetta Fierro, nascosto
alla meglio tra le piante del cortile. A pochi minuti di distanza, un colpo di pistola raggiunge alla testa
l'ingegnere Ignazio Botta, misantropo conclamato che abita al primo piano dello stabile. A tentare di risolvere i
due casi, apparentemente estranei l'uno all'altro, è chiamato Jacopo Guerra, ispettore dal carattere burbero
ma incapace di non farsi coinvolgere emotivamente dagli eventi. Parallela all'indagine ufficiale, si sviluppa
quella segreta di Costanza, sorella di Benedetta, costretta fino a quel momento in casa da una forma cronica di
agorafobia, che trova nel dolore la forza per guardare in faccia le sue paure e mettersi sulle tracce dell'assassino. Qual è
il filo sottile che tiene avvinte le due vittime? E che ruolo svolge nella vicenda il senzatetto che ha tenuto compagnia
all'ingegnere durante la sua ultima cena? False ipotesi e piste ingannevoli si intrecciano incessantemente fino al
raggiungimento della più amara delle verità.
Piani Paolo, Il canto dello spaventapasseri
Il detective Simone Simoncini, detto Saimon, ex ultras della Fiorentina, fisicamente fuori forma, scorbutico e diretto, vigila
sul presidente di un’importante associazione animalista che ha ricevuto delle minacce. Un misterioso
personaggio travestito da spaventapasseri, infatti, insidia gli abitanti della zona dove l’associazione ha sede (le
colline del Mugello) accanendosi con particolare ferocia sui cacciatori. Conducendo poi il romanzo sul terreno
del thriller storico, la trama si intreccia con una storia che corre parallela nel secolo XVI: nella Firenze
rinascimentale, l’alchimista Mordecai Damian tenta di appropriarsi del segreto della ceramica invetriata
policroma, inventata dalla famiglia Della Robbia. La sua formula è il tassello mancante per la realizzazione del
suo più grande sogno. “Come un velo di seta che scivola sul corpo di una donna, la scrittura fluida e l’incedere
del racconto lasciano intravedere progressivamente la storia: questa vi appassionerà a tal punto da farvi divorare l’intero
romanzo fino all’ultima pagina e, una volta letto l’epilogo, vorreste soltanto ricominciare tutto da capo”
Petrolino Nicola, Rosso plastica
Un uomo che ha scontato una pena di quindici anni per aver fatto parte di un gruppo rivoluzionario di
estrema sinistra, si uccide pochi giorni prima di lasciare il carcere. La sua ex compagna scopre attraverso il
computer che lui le ha lasciato labili indizi che la spingono ad iniziare una ricerca per capire i motivi di un
gesto apparentemente senza senso. Il filo di Arianna che lei seguirà per orientarsi in un mondo in cui nulla è
come appare, è il colore “rosso plastica”, quello usato come dominante cromatica per i suoi quadri, da un
pittore misteriosamente scomparso.
Piombino in giallo, a cura di Guardavilla Emilio
I crimini commessi, poi indagati, quasi sempre risolti e spesso puniti con pene esemplari, appartengono alla
migliore tradizione del giallo e del noir; delitti perfetti e imperfetti perpetrati con lucida follia da delinquenti dalla
mente ottenebrata dal salmastro e dallo spolverino. A far da comune denominatore ai plot concepiti per
questa raccolta figurano due comparse sempre defilate nelle descrizioni ma altrettanto determinanti nello
sviluppo dell’azione: il mare e l’acciaio. Due personaggi in cerca di autore per un romanzo che ancora non ha
visto la sua stesura definitiva.
Polini Andrea, Cinque casi per il maresciallo Ferrari
Sensitivo e radioestesista noto e apprezzato prima di arruolarsi nell'arma, il maresciallo Mario Ferrari - anziano
carabiniere ormai prossimo al congedo - mai ha osato applicare le sue particolari qualità alle investigazioni (temendo per
questo di essere deriso dai colleghi) fin quando non ha avuto a che fare con il caso di una giovane prostituta uccisa,
caso all'apparenza irrisolvibile e di imminente archiviazione. Sciogliere il bandolo della matassa risulterà assai amaro per
Ferrari, che da lí in avanti non rinuncerà piú a unire - nello svolgimento del proprio lavoro - le sue inusuali doti a altre che
lo caratterizzano e che sono ugualmente rare: saggezza e umanità.
Quattrocchi Giuseppe, La borsa dell’avvocato
“Gli ingredienti ci sono tutti: un'ambientazione tipica della Sicilia dell'entroterra, una società atavica con i suoi
modi di fare, le sue usanze, i suoi ritmi. Finestre e pareti che nascondono accordi, amori proibiti e chiacchiere da
paese. E poi l'omicidio e una borsa che scompare con il suo prezioso contenuto. Ad andarci di mezzo è il piccolo
Enzo, che diviene l'emblema di una comunità che punisce chi non segue le regole e che allo stesso tempo porta
rispetto, quel rispetto dettato da canoni antichi ma incancellabili. Sono queste le premesse di 'La borsa
dell'avvocato', giallo di paese che verrà risolto grazie al prezioso contributo di un maresciallo dei carabinieri alla
sua ultima indagine."
Repetto Giovanna, L’alibi della vittima
A Rocca Persa, cittadina dell'agro pontino a pochi chilometri da Roma, fa ogni tanto la sua comparsa Memè, individuo di
cui non si sa nulla tranne che fa girare cocaina purissima. Il Maresciallo Trevisan è sulle sue tracce da mesi, ma l'identità
dell'uomo resta ancora un mistero. Perfino per Greta, giovane femme fatale che frequenta assiduamente
Memè per "lavoro" e che fa di tutto per sostituirsi a lui nel traffico clandestino. Al Servizio per le
Tossicodipendenze del paese, intanto, l'ostinata assistente sociale Holy Mary e la diplomatica psicologa
Lina lottano per debellare il flagello della dipendenza, mettendo a punto percorsi di riabilitazione per
un'utenza che spesso si rivolge a loro per problemi ben più gravi della droga. La sera del 2 settembre viene
ritrovato il cadavere di Memè in un appartamento di via Merulana a Roma. La stessa sera molti abitanti di
Rocca Persa si trovano nella capitale, ognuno con un alibi più o meno ferreo ma tutti con un movente altrettanto
credibile. Chi è stato allora a uccidere Memè? Il docile Marco, nipote della proprietaria dell'appartamento nonché
tossicodipendente di Rocca Persa? Gaetano, ex detenuto per rapina a mano armata? Oppure l'affascinante Greta?
Roversi Paolo, Solo il tempo di morire
Prima che Milano diventi la città da bere qualcuno deve conquistarsi il proprio posto al sole sotto la
Madonnina. In lizza ci sono tre banditi con le rispettive batterie, e uno sbirro cocciuto e implacabile pronto a
contrastarli. Sullo sfondo, la Milano degli anni Settanta e Ottanta, la città rossa, teatro di una lotta senza
quartiere per la supremazia fra grandi organizzazioni criminali e nascenti bande spietate. Ognuna col proprio
sogno terribile e ambizioso: Faccia D’Angelo, il Catanese e il bandito dagli occhi di ghiaccio, tre uomini molto
diversi che si contendono la supremazia su una metropoli fatta di rapine e gioco d’azzardo, di bische e
rapimenti, di bordelli di lusso e di ruffiani, di bombe e morti ammazzati, di camorristi e mafiosi, di donne
bellissime e pericolose, di auto potenti e abiti sartoriali ma, soprattutto, di fi umi di cocaina e denaro. Un romanzo che è
una corsa a perdifiato dal 1972 al 1984, dodici anni di storia criminale che hanno cambiato faccia alla città e all’Italia.
Scalise Cinzia, Cuore e diritto
Il tormentato e contradditorio rapporto tra due giovani magistrati inquirenti (continui inseguimenti, frettolose
fughe, repressa passione) è sullo sfondo di intricate indagini su delitti - apparentemente inspiegabili - che
maturano in molteplici ambienti sociali. Comune denominatore, spettatore onnipresente ed invadente, il mare
delle più belle località costiere italiane. Quattro storie che penetrano la complessa realtà della Calabria che si
affaccia sullo Ionio per poi proiettare il lettore nelle acque toscane dell'Argentario, che nascondono un segreto
che viene dal passato.
Schettino Simone, Il giorno migliore per investire un uomo
Si sa, la vita dello studente universitario è una vita tranquilla: casa, studio, ogni tanto una serata con gli amici.
Una vita senza troppe sorprese, insomma. Ma Gabriella e Luca non sono comuni studenti, loro sono una coppia
esplosiva, agli antipodi per carattere ed estrazione sociale. Tornando a casa da una serata in discoteca, i due
investono un uomo rimasto in panne con l'auto. Senza pensarci troppo, Gabriella ruba dalla macchina del
malcapitato una valigetta. Solo diverse ore dopo l'incidente scoprono di essersi impossessati di una fortuna in
contanti. Da questo momento in poi saranno costretti a intraprendere una rocambolesca fuga, durante la quale
dovranno affrontare criminali sanguinari, pericolosi amanti e le loro stesse paure.
Schiavone Alberto, Nessuna carezza
Veronica e Mauro, una normale coppia di trentenni prossimi a diventare genitori: lei lavora come cameriera, lui ha un
contratto a termine presso un ingrosso alimentare. Una sera Mauro investe un collega, ferendolo: per
sostituirlo, l'azienda è costretta ad assumere in via definitiva un altro dipendente. Veronica, apprendista Lady
Macbeth di provincia, convince allora Mauro a uccidere uno dei lavoranti, in modo che questa volta la "fortuna"
cada su di loro. Vittima designata è Viktor, omone silenzioso e solitario e per questo "sostituibile". Intorno a
questa vicenda si agita una schiera di personaggi sospesi tra mediocrità e piccole vanità, onestà e malaffare:
da Dana, contabile con una doppia vita da mantide religiosa del sesso, al vecchio Donatello, il proprietario
dell'ingrosso, che si arrampica sul tetto dell'azienda per spiare i suoi impiegati, per arrivare a suo figlio che sta
tramando una cessione dell'azienda all'insaputa del padre. Il finale sarà un ritorno al punto di partenza: una rumorosa
solitudine.
Sedge Michael, L’oracolo
Riusciva solo a richiamare alla mente le angosciose sensazioni che aveva provato nell’antro della Sibilla e le
parole cantilenanti “ L’anima non può morire. Essa sopravvivrà per sempre”. Un mostro si aggira nella casa
preso le antiche rovine di Cuma, dove nel 427 A.C. una fanciulla fu scelta dagli Dei per divenire la Sibilla,
l’Oracolo delle genti greco-romane che abitavano l’area. Si dice sia scritto che la catena di oracoli, passando
da una ragazza all’altra, continui per sempre
Uggè Stefano, La setta delle tre erre
Romanzo noir ambientato in Piemonte, fra le varie bellezze misteriose della Città di Torino, con i suoi dintorni,
molto affascinante ma magicamente nera. Sandro e Katy, i primi protagonisti, due giovani rappresentanti si
incontrano a Torino e, rapidamente, vengono catapultati in un vortice di eventi provocati da Vincenzo, un uomo
malvagio e potente, capo supremo di una setta satanica che svolge i suoi macabri rituali nei sotterranei del
Tempio della Gran Madre di Dio. Lo scrittore presenta nel romanzo una sequenza di scenari e situazioni molto
particolari, tra il reale ed il surreale, il noir ed il thriller, la fantasia e la realtà si intrecciano in modo fluido.
Viborg Ioan, Marineide: un caso stupefacente
L’ispettore Marineo ritorna con due casi, uno più “stupefacente” dell’altro: nel primo seguirà una pista che
dalla Colombia arriva direttamente a Castropietro; nel secondo, restituisce la dote ad una signorina che
l’aveva persa in maniera alquanto singolare.
Zucchini Renzo, La prova del nove
“Un buon scrittore deve poter giocare su molte tastiere. È nettamente poligamo. E di una poligamia che implichi anche
diversità tra le amate, diversità notevoli. Ho voluto travisare questo aforisma di Gianfranco Contini (lui si riferiva ai lettori)
perché la scrittura di Renzo Zucchini sta, a mio avviso, tutta in questa definizione: infatti, pur partendo da una traccia
comune, in questo caso il racconto giallo, si biforca poi in giochi linguistici, in bisticci lessicali ed espressionistici che
delimitano atmosfere e contesti diversi, il presente, il passato, le tradizioni, il web… Insomma sono le parole il primo e
più originale motore narrativo della scrittura di Renzo Zucchini” (dalla prefazione di Pierantonio Pardi).
ROSA, SENTIMENTALE, DONNE
Wickham Madeleine, Affari d’oro
Liz e Jonathan Chambers sono in un momento difficile della loro vita. Entrambi insegnanti, non riescono a
vendere la loro casa, hanno acquistato una scuola privata al cui interno hanno ricavato la loro nuova
abitazione e così si ritrovano presi tra due mutui, con i debiti che aumentano e una figlia adolescente infelice,
Alice, afflitta dai problemi della sua età, che tutto avrebbe voluto fare tranne che traslocare. Ma ecco che
arriva Marcus Witherstone, un facoltoso agente immobiliare, che si offre di aiutarli. Marcus conosce gli
affittuari che fanno al caso loro, la supermodaiola PR Ginny e il quasi-famoso attore Piers, che si trasferiranno
a casa di Liz e Jonathan e tutto si aggiusterà. Ma ben presto tra Marcus e Liz scocca la scintilla, Jonathan è
perso nel suo lavoro e nessuno si accorge che la giovane Alice ha una passione sconsiderata per Piers e Ginny... Quanti
guai in arrivo!
Todd Anna, After: anime perdute
Tessa è pronta per iniziare una nuova vita a Seattle. Da sola. Troppe volte il suo cuore ha dimenticato le cose
terribili che Hardin le ha fatto, ma ora la ragione non le permette più di rinunciare al suo sogno e alla sua
dignità. E restare lontani, forse, farà bene a entrambi. Mentre lei però cerca di ricominciare da zero, suo padre
e Hardin inaspettatamente si avvicinano l'un l'altro. Che sia la prova che Hardin è cambiato e può diventare
una persona migliore? O è soltanto una finzione? C'è ancora una speranza per loro? Tessa ci vuole credere e
si getta ancora una volta a capofitto in questo tormentato rapporto. Tra lei e Hardin le cose sembrano andare
meglio del solito e le notti sono più passionali che mai. Eppure chi le sta accanto è convinto che la loro storia
entrerà presto in una nuova spirale distruttiva dalla quale Tessa non potrà uscire indenne. Per salvare la sua relazione
dovrà lottare con tutta se stessa. Senza contare che il destino ha in serbo un colpo crudele che tirerà fuori il peggio di
Hardin... Tessa riuscirà a dissipare le tenebre che Hardin ha in sé?
Van Dyken Rachel, Ricordati di amare
Da quattro anni Gabe Hyde vive in una menzogna. I suoi amici i lo conoscono come un ragazzo allegro, sfacciato, che
ama divertirsi e tornare a casa ogni sera con una conquista diversa. Nessuno sa che quella è una maschera che Gabe si
è cucito addosso per nascondere la verità al mondo, lo stesso mondo che un tempo lo adorava come un idolo e che
adesso, se scoprisse il suo segreto, lo trascinerebbe nel fango. E tutto per un unico, terribile errore che ha distrutto ciò
che aveva di più caro. Dilaniato dal rimpianto e dal senso di colpa, Gabe è convinto di non avere più diritto di essere
felice. Almeno finché non incontra Saylor. Sorriso innocente e luminosi occhi azzurri, Saylor è la classica brava ragazza
cui di solito basta un'occhiata per capire che Gabe è un poco di buono dal quale è meglio stare alla larga. Invece lei è la
sola in grado di leggere nel suo cuore. E a credere che meriti una seconda occasione. Ma l'amore che li lega darà a
Gabe la forza necessaria per ricominciare o trascinerà anche Saylor nell'abisso?
STORICO
Dicker Joel, Gli ultimi giorni dei nostri padri
Londra, 1940. Per evitare la distruzione dell’esercito britannico a Dunkerque, Churchill ha un’idea che
cambierà il corso della guerra: creare una squadra dei servizi segreti che lavori nella discrezione più assoluta,
la SOE, Special Operations Executive. La SOE è incaricata di azioni di sabotaggio e intelligence tra le linee
nemiche: la novità è coinvolgere le persone più insospettabili tra la popolazione locale. Qualche mese dopo, il
giovane Paul-Émile lascia Parigi per Londra nella speranza di unirsi alla Resistenza. Subito reclutato dalla
SOE, è inserito in un gruppo di connazionali che diventeranno suoi compagni e amici del cuore. Addestrati e
allenati in Inghilterra, i soldati che passeranno la selezione verranno rimandati nella Francia occupata e scopriranno
presto che il controspionaggio tedesco è già in allerta... L’esistenza stessa della SOE è rimasta a lungo un segreto.
Settant’anni dopo i fatti, Gli ultimi giorni dei nostri padri è uno dei primi romanzi a evocarne la creazione e a raccontare le
vere relazioni tra la Resistenza e l’Inghilterra di Churchill.
Paradisi Eric, Il parrucchiere di Auschwitz
In una gelida notte d'inverno, la voce di Flor si leva sulla città innevata per raccontare, in un canto intimo e
toccante, una storia all'uomo che ama: la storia di suo nonno Maurizio, barbiere del ghetto in una Roma
occupata dai nazisti, e di Alba, la ragazza dai capelli biondo cenere che crede in un futuro diverso e che per
questo ha abbracciato la Resistenza. Fortunosamente scampato alla retata che gli ha portato via l'intera
famiglia, Maurizio trova rifugio nell'appartamento di Alba, dove, giorno dopo giorno, fra speranza e
trepidazione, attende che lei faccia ritorno dalle sue missioni clandestine. Finché non arriva la domenica: allora, come in
un rituale tutto loro, le spunta i capelli rinnovandole la sua promessa di una vita insieme dopo la guerra. Il sogno, però, si
infrange in una mattina di primavera, quando i fascisti li sorprendono nel sonno: lei finisce in carcere, lui su un treno
diretto ad Auschwitz. Lì, nel più funesto dei campi, Maurizio riuscirà a sopravvivere proprio grazie alla sua destrezza con
forbici e rasoio e all'inestinguibile ricordo di quel volto, di quei capelli. Ma la neve continua a cadere, intanto, e il racconto
di Flor, intrecciandosi con quello della propria vicenda amorosa, si fa struggente messaggio per l'amato, invito accorato a
trovare, a sua volta, la forza e le motivazioni con cui far fronte al distacco e agli eventi di una storia che sembra
perennemente riecheggiare se stessa.
LIBRI PER BAMBINI/RAGAZZI
Agostini S., Tonin M. – La famiglia Caccapuzza
Attenzione, bambini, siam qui per raccontare la storia di una vacanza assai singolare: i simpatici Caccapuzza
vanno dai cugini puliti e profumati che si chiaman Perfettini. Appena vedono i parenti puzzolenti, i cugini li
trovano alquanto repellenti. Ma quando dei ladri tenteranno di rubare con puzze spaventose li faranno
scappare! I Caccapuzza portano un sacco di allegria e piacciono a tutti con la loro simpatia. Età di lettura: da
3 ann
Alfa Beta, Junakovic S. – Se vede una scala, Ninetta curiosa…
Se vede una scala, Ninetta curiosa... Questa è una scala eccezionale: sale, poi scende, e ancora risale.
Dove finisca nessuno lo sa, Nina curiosa comunque ci va. Trova una lettera ad ogni gradino, è divertente
questo giochino! Ma a conti fatti, gradini ventuno: ci sono tutti, o c'è fuori qualcuno? Che dici, Nina, un
moderno alfabeto si può accettare che resti incompleto? No, no davvero, seguiamo Ninetta, lei questa
scala la vuole perfetta! Età di lettura: da 3 anni.
Amant Kathleen – Anna dorme senza ciuccio
Una storia sul coraggio di rinunciare al ciuccio. Età di lettura: da 1 anno.
Amant Kathleen – Anna impara ad usare il water
Anna impara finalmente a usare il water per fare la pipì e la popò: è finalmente diventata grande. La storia è
rivolta ai giovanissimi lettori e vuole aiutarli ad affrontare le prime piccole difficoltà. Età di lettura: da 3 anni.
Animali dello stagno
Questo libretto contiene tante parole accompagnate da immagini vivaci e colorate. Le pagine si possono pulire con un
panno bagnato. Età: da 1 anno di vita.
Bilgrami Shaheen – Alla scoperta dei dinosauri
Un argomento affascinante, per bambini da 3 anni.
Brun-Cosme N., Tallec O. – Lupo e lupetto
Lupo vive tutto solo sotto il suo alberello. Ma un giorno Lupetto arriva e si piazza da lui. Quell'imprudente non
solo osa intrufolarsi per dormire, ma resta lì anche il giorno successivo, per la seduta quotidiana di ginnastica
di Lupo. Il nostro Lupo però, per niente rancoroso, gli offre perfino qualche frutto per la colazione; e dopo
pranzo parte per l'abituale passeggiatina, ma al suo ritorno - che stupore! - il nuovo amichetto non c'è più. Che
strano sentimento quello che prova Lupo... in fondo in compagnia si stava meglio! E dove sarà finito il piccolo
Lupetto? Età di lettura: da 5 anni.
Cassinelli Attilio – Bat e la luna
Che bella la luna! Bat ha un'idea: andare a veder se qualcuno ha bisogno d'aiuto. Ma chi lo accompagnerà?
Deacon Alexis – Cip e Croc
Sulla sabbia, una accanto all'altra, ci sono due uova abbandonate. Quando il guscio si rompe due fratelli si
affacciano al mondo: un pappagallo e... un coccodrillo! Ma un pappagallo e un coccodrillo non possono
essere fratelli! Oppure sì? Età di lettura: da 4 anni.
Klinting Lars – Teodoro fa la torta
Teodoro adora cucinare. E' arrivato Ciccio che vuole fargli gli auguri di compleanno. Un ottimo pretesto per
tirare fuori il libro delle ricette e preparare l'ottima torta margherita. L'impasto è squisito e la torta viene fuori
perfetta. E meno male, perché ecco che suona di nuovo il campanello... Età di lettura: da 3 anni.
Jadoul Emile – Papà isola
C'era una volta un'orsa che si chiamava Betty e un orso che si chiamava Gigi. L'orso Gigi presto sarebbe
diventato papà... Età di lettura: da 3 anni.
Jadoul Emile – Che freddo, signor orso!
Brrr! Che gran freddo sotto la neve! Il signor Orso corre verso casa... Ma da dove vengono questi strani
rumori? Solleva le alette e scopri cosa si nasconde dietro ciascun ometto! Un nuovo libro per stimolare la
curiosità e l'attenzione nei bambini. Età di lettura: da 2 anni.
Kinney Jeff – Diario di una schiappa, portatemi a casa!
Tempo di vacanze per Greg! La mamma ha deciso che partiranno per un viaggio di famiglia: è proprio quello
che ci vuole per passare un po' di tempo insieme e divertirsi. Ma il viaggio si trasforma presto in un vero
disastro! Gabbiani impazziti, bagni puzzolenti e letti scomodissimi, il paraurti ammaccato, e un maialino in fuga
non sono esattamente quello che Greg si aspettava da una vacanza di puro relax. Ma anche il peggior viaggio
di sempre può trasformarsi in un'avventura... e questa gli Heffley non la dimenticheranno facilmente!
Moriconi Renato – Il Barbaro
C'era una volta un coraggioso guerriero che montò sul suo fiero cavallo e partì per una terribile impresa. Combatté
contro serpenti, ciclopi e giganti, sopravvisse alle frecce, affrontò mostruosi leoni, evitò le piante carnivore e infine... Età
di lettura: da 3 anni.
Maudet M. Leroy j,– Quando sarò grande
Età’ di lettura da 0 a 2 anni.
Mcghee a., Reynolds Peter h. – Un giorno
La storia della vita - di ogni vita - dalle prime gioie date da un figlio al giorno, giusto ma doloroso, in cui se ne va
di casa. Una storia semplice e universale, riccamente illustrata e adatta anche alle mamme. Età di lettura: da 5
anni.
Maudet Matthieu – Io Vado!
"Io vado!" Per uccellino è arrivato il momento di lasciare il nido. In famiglia tutti hanno qualche cosa per lui,
tutti lo incoraggiano e lo accompagnano con piccoli gesti affettuosi: "Mettiti il maglione che potrebbe fare
freddo", "Eccoti dei biscotti se ti viene fame", "Portati la torcia se per caso torni tardi", "Mettiti il mio cappello
che potrebbe esserci il sole". C'è posto anche per un ombrellino, un libro come antidoto contro la noia e una
radio per avere compagnia. E così, ben equipaggiato, uccellino si avvia tutto solo all'avventura. Ma dov'è
diretto? Una storia lieve con un finale a sorpresa per accompagnare le prime esperienze di autonomia dei piccoli. Età di
lettura: da 3 anni.
Palombi Claudia, Pesciolino dove sei?
Pensato per i bimbi alle prese con i primi bagnetti, il libro è interamente in plastica e riproduce tante
situazioni divertenti per invogliare i più piccoli a fare il bagnetto. Età di lettura: 2-4 mesi.
Pecorella
Libro in stoffa con sonaglio. Pecorella ascolta i versi degli animali. Età: da 6 mesi.
Pica elisabetta – solo un puntino
Un lupo molto affamato divora senza scrupoli una preda dopo l'altra: dall'antipasto alla frutta non si fa
mancare davvero nulla, neanche il dessert. Tra morsi, bocconi e grandi scorpacciate, un invito a fermarsi
quando si è ancora in tempo. Età di lettura: da 3 anni.
Ruzzier Sergio – Una lettera per Leo
Leo è il postino del paese. Un giorno incontra Cip che si è smarrito: subito decide di portarlo a casa e di
tenerlo con sé. I due passano molto tempo insieme e diventano grandi amici, ma un giorno Cip deve
partire. Come faranno Cip e Leo a restare legati in amicizia?
Sepulveda Luis – Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà
È dura per un cane lupo vivere alla catena, nel rimpianto della felice libertà conosciuta da cucciolo e nella
nostalgia per tutto quel che ha perduto. Uomini spregevoli lo hanno separato dal suo compagno Aukaman,
il bambino indio che è stato per lui come un fratello. Per un cane cresciuto insieme ai mapuche, la Gente
della Terra, è odioso il comportamento di chi non rispetta la natura e tutte le sue creature. Ora la sua
missione - quella che gli hanno assegnato gli uomini del branco - è dare la caccia a un misterioso fuggitivo,
che si nasconde al di là del fiume. Dove lo porterà la caccia? Il destino è scritto nel nome, e questo cane
ha un nome importante, che significa fedeltà: alla vita che non si può mai tradire e anche ai legami d'affetto che il tempo
non può spezzare.
Taylor S., Cardon L. – Come far felice un ippopotamo
Cosa si fa quando un ippopotamo viene a trovarti? Si fa splish, splosh e splash insieme in un bel bagno
caldo? Gli prepari una deliziosa insalata per merenda? Apri questo libro e scoprirai... come far felice un
ippopotamo! Età di lettura: da 4 anni.
Wolf Matt – Le stagioni
Tante tante finestrelle, piene di sorprese e curiosità sulle quattro stagioni, racchiuse in una morbida
copertina imbottita! Alza le finestrelle che si aprono sulle illustrazioni coloratissime e scopri l'autunno,
l'inverno, la primavera e l'estate insieme ai simpatici protagonisti del libro!
Wolf Matt - Colori
Tocca e scopri i colori! Chi è giallo e soffice? Il pulcino! Cos'è Rosso e liscio? Il pomodoro! Cos'è morbida e blu? La lana
del gomitolo! E chi ha il pelo bianco e morbido? L'orso bianco! Tante cose colorate, da guardare e da toccare, per
imparare a riconoscere tutti i colori dell'arcobaleno!
DVD
FILM
GIALLO, THRILLER, NOIR
Premonition con Sandra Bullock
La vita di Linda viene sconvolta dalla terribile notizia che suo marito è morto in un incidente stradale. Ma quella
terribile tragedia è in realtà l'inizio di un incubo senza fine. La mattina dopo aver ricevuto la notizia Linda si
risveglia trovando il marito vivo e vegeto accanto a sé. Poco a poco si rende conto di vivere la giornata
antecedente la morte del coniuge, mentre il giorno successivo la riporta in avanti nel tempo, a decesso già
avvenuto. Le giornate si susseguono senza piú un apparente ordine temporale e Linda è sull'orlo della follia, ma
nella sfida contro il tempo intravede la possibilità di evitare la morte del marito.
WESTERN
Blueberry con Vincent Cassell e Juliette Lewis
Mike Blueberry è lo sceriffo del piccolo villaggio di Palamito, sperduto nel Selvaggio West. I suoi legami
privilegiati con i Pellerossa, che lo avevano salvato dalla morte accogliendolo come un figlio, lo rendono molto
diverso dagli uomini della sua razza. Ma un giorno il misterioso assassino Wally Blunt arriva in città alla ricerca
di un tesoro indiano. Blueberry, con l'aiuto di Runi, lo sciamano con cui è cresciuto, e della bella Maria,
assetata di vendetta, dovrà affrontare Blunt in una dura battaglia. Ma nel cuore delle montagne sacre si
troverà a dover combattere anche i propri demoni interiori per conquistare la libertà.
CARTONI ANIMATI, FILM per RAGAZZI
Sammy 2: la grande fuga
Sammy e Ray si stanno godendo la spiaggia di un atollo, mentre guidano i neonati Ricky e Ella verso il
mare. Improvvisamente, un bracconiere si avventa su di loro e, dopo averli catturati, li spedisce a Dubai
dove dovranno far parte di uno spettacolare show acquatico nell'acquario privato di un locale esclusivo. Il
boss della vasca, il cavalluccio marino Big D, vorrebbe organizzare con loro una grande fuga. Ma con i loro
nuovi amici, Jimbo il pesce Blob, Anabel la dolce piovra e una intera famiglia di pinguini, Sammy e Ray
elaborano un piano di fuga tutto loro. Dopo una serie di emozionanti avventure, i nostri piccoli eroi Ricky e
Ella, si dirigono verso sud per incontrare Shelly, il primo e mai dimenticato amore di Sammy.

Documenti analoghi

Nuovi acquisti autunno/inverno 2015

Nuovi acquisti autunno/inverno 2015 melodia volteggiamo dentro al Teatro, per assistere allo spettacolo meraviglioso e crudele della Ballerina dal cuore spezzato: il nostro volo ci porterà a conoscere altri, sventurati personaggi fin...

Dettagli