"Relazione delle attività svolte in occasione dei

Transcript

"Relazione delle attività svolte in occasione dei
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Relazione delle attività svolte in occasione dei seminari di Agroecologia
21 ottobre - 16 novembre 2010
Il contenuto di questo report è incentrato sulle attività che sono state svolte da Deafal
ONG in collaborazione con Jairo Restrepo Rivera (esperto di agroecologia e membro del
COAS) in Italia tra ottobre e novembre del 2010.
Le attività hanno avuto inizio con la partecipazione a Terra Madre di Jairo Restrepo e dello
staff di Deafal ONG, e sono poi proseguite con la realizzazione dei seminari di Agroecologia
alla Cascina Santa Brera di San Giuliano Milanese(MI) e a Pieve Torina (MC).
Nelle giornate in cui non erano previste lezioni è stato realizzato un lungo percorso per
presentare il progetto ad alcune aziende dislocate in tutto il paese e per far conoscere a
Restrepo le differenti realtà produttive italiane. Di seguito sono descritte le attività in
modo più dettagliato.
Partecipazione a Terra Madre. I giorni di Terra Madre sono stati contraddistinti da un
continuo incontro con persone provenienti da diverse parti del mondo, momenti di scambio
di esperienze e di condivisione. A Terra Madre erano presenti anche Marcos Sandoval,
rappresentante e autorità comunitaria di San Andrés Chicahuaxtla (comunità messicana
nella quale Deafal sta lavorando da ormai due anni) e Leonardo Durán, responsabile
dell’area commerciale della Tosepan (cooperativa messicana di oltre 3.000 soci di
produttori di caffè e miele biologici, situata a Cuetzalan –Puebla- con la quale Deafal ha
relazioni lavorative e di scambio di esperienze).
Ognuno ha partecipato ed è intervenuto a diversi incontri: Marcos Sandoval a quelli sul
tema delle popolazioni indigene e sul tema della comunicazione, Leonardo Durán a quelli
sulla certificazione, Jairo Restrepo a quelli sui semi e sulla certificazione.
Erano inoltre presenti Cecilia Erna Gutiérrez Gonzáles (socia di Deafal México) e Anabel
León Trueba (presidentessa di CNECyM, partner messicano di Deafal).
Terra Madre
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Incontro con delegazione Rwanda – Sierra Leone. Durante l'organizzazione dei seminari
Deafal ONG era entrata in contatto con Dennis Bejarano, la rappresentante colombiana per
Terra Madre in Italia. Su loro richiesta è stato organizzato a Bra (CN) un breve incontro tra
Restrepo e un gruppo di delegati di Terra Madre provenienti dal Rwanda e dalla Sierra
Leone. I delegati hanno raccontato a Restrepo la loro forma organizzativa e spiegato
alcune problematiche tecniche e commerciali dell'attività agricola nei loro paesi.
Restrepo ha posto loro alcune domande ed ha fatto una breve introduzione sull'agricoltura
organica, spiegando che può essere un modello adattabile alla realtà africana.
Cascina Le Caselle. Nella giornata di spostamento dal Piemonte alla Lombardia è stata
visitata un’interessante azienda membro dell'Associazione La Buona Terra, che opera
nell'area bresciana del lago di Garda. In passato i titolari de Le Caselle, avevano un grande
allevamento di vacche da latte, che però hanno poi scelto di abbandonare per dare un
diverso orientamento all’attività.
Da qualche anno a questa parte l'attività della cascina, infatti, è stata riorganizzata: è
stata eliminata la produzione di latte (sono rimaste solo poche vacche da carne), e si è
puntato a trasformarla in una cascina eco-educativa. Perciò in una parte della struttura
sono state ricavate delle camere per l'accoglienza dei visitatori e un vecchio annesso
agricolo è stato ristrutturato e adibito a salone per riunioni e per corsi di vario genere.
Inoltre è stato creato un agri-nido che ospita diversi bambini che usufruiscono del servizio
di mensa biologica. Le attività agricole sono ormai funzionali all'autoconsumo (ortaggi) e
allo sviluppo “sociale” dell'azienda: per esempio i piccoli frutti prodotti dai filari
impiantati qualche anno fa sono raccolti solitamente dagli ospiti e dai gruppi che visitano
la cascina.
Viene ancora coltivato qualche ettaro a seminativo per soddisfare una parte delle esigenze
alimentari delle vacche da carne.
Presso la Cascina è stata organizzata una riunione con alcuni soci de La Buona Terra. È
stato spiegato il progetto e Restrepo ha potuto illustrare le basi teoriche dell'agroecologia.
I partecipanti hanno mostrato grande interesse ed hanno richiesto di essere coinvolti,
come associazione, nel prossimo ciclo di seminari.
Le Caselle
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Azienda Biologica Il Cammino. Questa azienda, fondata negli anni 70 da alcune persone
che volevano condividere un percorso religioso, produce col metodo biologico una grande
quantità di prodotti.
L'allevamento di vacche da latte fornisce la materia prima per la produzione di formaggi
lavorati in azienda. Le verdure e la frutta coltivate vengono venduti in due punti vendita
sia freschi che trasformati, infatti nel laboratorio aziendale vengono prodotti sughi,
conserve, confetture ed altro.
Le peculiarità dell'azienda è che una parte dei terreni viene lavorata con mezzi trainati da
cavalli.
La struttura aziendale data da lavoratori-soci che escludono spese per il personale, la
trasformazione diretta in azienda, la bassa meccanizzazione, fanno de Il Cammino
probabilmente la realtà agricola più solida da un punto di vista economico tra quelle
visitate nelle tre settimane.
Il Cammino
Seminario presso la Cascina Santa Brera. Il seminario, durato tre giorni completi in cui
sono stati affrontati temi sia teorici sia pratici, si è svolto in un clima molto rilassato e
proficuo. Durante il seminario, Cecilia Erna Gutiérrez Gonzáles e Anabel León Trueba
hanno presentato il progetto in corso in Messico “Acqua Terra e Tradizioni”, suscitando
grande interesse da parte dei presenti.
I circa 25 partecipanti si sono trattenuti a lungo dopo il termine delle lezioni giornaliere ed
alcuni di loro hanno scelto di fermarsi a dormire in cascina per tutta la durata del corso.
Durante il seminario vari produttori si sono resi disponibili ad avviare una sperimentazione
con Deafal e COAS.
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Cascina Santa Brera
Dopo il seminario in Cascina Santa Brera il gruppo si è spostato a Roma e successivamente
in Puglia e Basilicata. Questa parte del viaggio è stata realizzata in coordinamento con
Memmo Buttinelli, che con la sua associazione “Michele Mancino” sta portando avanti da
anni progetti di solidarietà agli agricoltori in Italia e all'estero.
Incontro al Centro di Iniziativa Popolare (CIP) di Roma. La serata del 30 Ottobre è stata
realizzata grazie ai militanti del CIP, che hanno inserito l'intervento di Jairo Restrepo e
Deafal ONG in un’iniziativa sulla loro esperienza negli assentamentos dei Sem Terra in
Brasile. Restrepo ha raccontato il suo lavoro, ha affrontato il tema della certificazione, di
come spesso essa divenga uno strumento di controllo e repressione ed ha scambiato idee
con i partecipanti.
Sono intervenuti anche Memmo Buttinelli, il quale ha illustrato le iniziative sul tema
dell’acqua che si stanno portando avanti tanto in Italia come in Palestina, e Nicola Pagani
che ha parlato dell’idea di cooperazione di Deafal ONG e dei progetti che si stanno
realizzando.
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Incontro presso il CIP
Cooperativa Olearia Sannicolese. La cooperativa è nata negli anni 70 e al momento è
costituita da circa 2.000 soci che ogni anno conferiscono circa 30.000 quintali di olive per
la molitura. Questa visita è stata condotta da Ivano Gioffreda, uno dei soci più attivi della
cooperativa, che ha mostrato tutto il processo produttivo dalla consegna delle olive
all'imbottigliamento dell'olio.
Gioffreda ha spiegato che l'olio prodotto è ottenuto esclusivamente dalla frangitura di due
varietà autoctone di oliva, la Ogliarola salentina e la Cellina di Nardò. Da queste olive
nascono due oli differenti: uno dal gusto fruttato forte e uno dal gusto delicato.
Una delle scelte strategiche dell'azienda è stata quella di non vendere a intermediari e
commercianti il prodotto ma di smistarlo agli associati e di venderlo direttamente nello
spazio del frantoio di Sannicola.
Olearia Sannicolese
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Visita al frantoio mobile. Proseguendo per qualche decina di chilometri verso sud ci si è
fermati a visitare un frantoio mobile al lavoro. Il macchinario può essere trasportato con
un furgoncino, e svolge tutte le operazioni di un frantoio fisso, dal lavaggio alla molitura; è
capace di frangere circa 1 quintale di olive l’ora.
Al momento della visita, il frantoio era utilizzato per la frangitura delle olive nel terreno
del produttore Stefano Peveri.
Nei paraggi del frantoio mobile c'è stata una lunga conversazione con una famiglia di
agricoltori, con i quali si è parlato dell'importanza della conservazione e della copertura
del suolo, della nocività dei diserbanti e di alternative colturali alle normali lavorazioni del
terreno.
Frantoio Mobile
Visita ad un vigneto di Negramaro. Il vigneto è coltivato da Giovanni Giancani che lavora
a Monteroni, a pochi chilometri da Lecce. Con lui sono stati visitati il vigneto, i campi di
ortaggi e cereali e l’uliveto. L’agricoltore lavora praticamente da solo quattro ettari di
terreno, usa macchinari abbastanza pesanti e il problema del compattamento del suolo è
molto evidente. Oltre a coltivare produce porcellana e succo d'orzo. L’agricoltore ha
richiesto di poter ospitare nei suoi terreni un prossimo seminario con Restrepo.
Vigneto di Giovanni Giancani
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Azienda Biologica Nuovo Muretto. Presso Putignano l'azienda di Paolo Casulli produce
latticini a partire dalle sue vacche allevate in modo semi-brado. La maggior parte della
razione per le vacche viene prodotta nei terreni coltivati dalla famiglia Casulli.
La visita dell'azienda è stata l'occasione per suggerire a Casulli alcune migliorie da
apportare all'allevamento. Restrepo ha dedicato un'intera mattinata ad illustrare come
poter utilizzare al meglio il letame della lettiera applicando della paglia e della polvere di
roccia. Inoltre ha fornito a Casulli delle indicazioni su come razionalizzare il pascolo e
suggerito una tecnica molto semplice per bilanciare al meglio gli apporti di proteine e
carboidrati all'interno della razione per le vacche, oltre a dare altre indicazioni tecniche
da mettere in pratica durante il momento della mungitura (blocchi nutrizionali).
Azienda Biologica Nuovo Muretto
Incontro con Gervasio Ungolo, segretario dell'associazione Michele Mancino.
Ungolo è un attivista che per anni ha lavorato in progetti di solidarietà e supporto ai
migranti stagionali che vengono “contrattati” per i lavori nelle campagne. Ha raccontato la
terribile situazione in cui si vengono a trovare le persone al soldo dei caporali, che per
riempire un cassone di pomodori da 3 quintali vengono pagati circa 25 euro. A questo
compenso vengono sottratti dal caporale alcuni “servizi” come il prezzo del viaggio al
campo di lavoro. Attualmente i progetti di supporto ai migranti portati avanti
dall’associazione Michele Mancino sono sospesi per mancanza di fondi.
Birrificio lucano. Presso Potenza, Felice Curci e la sua compagna conducono un birrificio
artigianale che lavora in parte in conto terzi e in parte producendo una birra originale
chiamata Bri'hant. Questa bevanda è prodotta in due versioni, una bionda e una ambrata.
Durante la conversazione con Restrepo, in cui si è parlato molto di materie prime e di
processi di fermentazione, è emerso il desiderio di Felice di arrivare a produrre un
prodotto quanto più locale ed etico. Infatti il birrificio vorrebbe ottenere un prodotto
fabbricato da orzo e luppolo coltivati in zona col metodo biologico e ottenere il malto in
stabilimenti locali. Restrepo gli ha fornito alcune indicazioni e suggerimenti per migliorare
le sperimentazioni che Felice già sta realizzando.
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Azienda Agricola con produzione di Kiwi. In questa azienda, localizzata a pochi
chilometri da Latina, Restrepo ha potuto conoscere un'esperienza di produzione industriale
di Kiwi. Il lavoro del titolare dell’azienda è caratterizzato dalla pesante meccanizzazione
(3 trattorini per soli 6 ettari di terreno) e da un uso massiccio di fertilizzanti, diserbanti e
antiparassitari di sintesi.
Il motivo della visita è stato un problema molto serio che affligge la coltivazione da tempo:
la pianta viene attaccata attraverso le ferite di potatura da un batterio che provoca il
marciume del legno ed emana un pessimo odore. Restrepo ha affrontato molti aspetti che
possono essere migliorati nella conduzione dell'azienda, come l'utilizzo delle macchine, la
gestione delle acque di irrigazione e la fertilizzazione. Inoltre ha suggerito un preparato
minerale per combattere nell'immediato il problema riportato sopra e la preparazione ed
uso di fosfiti.
Azienda di Kiwi
Tenuta di Paganico. Con Jacopo Goracci, il direttore della grande proprietà situata a
pochi chilometri da Grosseto, è stato fatto un giro conoscitivo di parte dei 1.500 ettari
aziendali. La visita si è concentrata molto sugli allevamenti di vacche (di razza chianina,
maremmana e limousine) e maiali (di razza cinta senese) perché è proprio la produzione di
carne l'attività principale dell'azienda.
Goracci si è dimostrato fin da subito molto interessato ai suggerimenti di Restrepo, volti
soprattutto a migliorare la lavorazione del letame, e dunque la concimazione delle colture
destinate ad alimentare le bestie, e il benessere degli animali in stalla come fattore di
miglioramento della qualità della carne.
Insieme al direttore della tenuta è stata anche visitata una vasta area boschiva che
possiede caratteristiche peculiari.
Infatti, il fondatore della Tenuta, aveva progettato di far pascolare tutto il bestiame in
bosco, e per raggiungere questo obiettivo aveva redatto un piano di assestamento per
ottenere delle fustaie di cerro.
Grandi particelle di cerro governato ad alto fusto è proprio ciò che si incontra
addentrandosi oggi nella Tenuta di Paganico. Le fasce tagliafuoco che dividono le
particelle di bosco, larghe all'incirca 100 metri, vengono coltivate a cereali e leguminose.
Osservando che in queste fasce le lavorazioni vengono effettuate lungo la massima
pendenza, Restrepo ha suggerito a Goracci di seguire un corso di permacultura per studiare
un sistema di disegno del terreno che contribuisca a conservare il suolo e le risorse idriche.
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Tenuta di Paganico
Vivai Sandro Bruschi. Presso Pistoia è stata visitata questa grande azienda vivaistica che
lavora molto sia in Italia sia con l'esportazione all'estero dei propri prodotti. Il vivaio
produce più di 1.800 varietà di piante coltivate su circa 230 ettari di terreno.
Nel settore vivaistico si fa un massiccio uso di prodotti di sintesi per la fertilizzazione, il
diserbo e la protezione da insetti e patologie, per questo nell'incontro con il titolare
Restrepo ha posto molte domande e sollevato numerose critiche al comportamento
dell'azienda.
In un momento successivo, insieme ai tecnici di campo, è stato possibile fornire delle
alternative praticabili all'uso massiccio di prodotti chimici, con ricadute positive sulla
salute umana, su quella del suolo e sul bilancio economico dell'azienda.
L'incontro si è concluso dopo una lunga chiacchierata, in cui i tecnici si sono detti molto
interessati a incontrare Restrepo in una nuova visita e a sperimentare nuove tecniche di
coltivazione in un appezzamento del vivaio.
Vivai Sandro Bruschi
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Visita ad un’azienda agricola di San Casciano dei Bagni. Il titolare dell’azienda è un
agricoltore che gestisce una parte del patrimonio famigliare ereditato alla morte del
padre. Attualmente lavora circa 120 ettari di terreno, principalmente a seminativo, ma
vorrebbe smettere a causa dell'insostenibilità economica di questa attività. Con
l’agricoltore, infatti, si è affrontato il tema della non redditività dell'agricoltura negli
ultimi anni a causa dei prezzi bassissimi delle derrate alimentari e degli elevati costi di
produzione.
Secondo il titolare dell’azienda varrebbe la pena abbandonare completamente l'agricoltura
perché è stata stretta in un mercato mondiale che è la negazione dei piccolissimi contesti
di mercati locali, in cui i prodotti sono trasportati per pochi chilometri e quindi venduti a
prezzi giusti per i contadini. L’agricoltore ha deciso di darsi un'ultima chance passando a
coltivare col metodo biologico, che molti suoi colleghi gli hanno consigliato con
convinzione.
Questo incontro è stato forse il più difficile per Restrepo, che ha trovato di fronte a sé una
persona davvero demotivata e scorata e che per questo ha ascoltato con sfiducia le
differenti alternative che gli sono state proposte.
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Podere Bulgherino (San Casciano dei Bagni). Il titolare dell'azienda Gianni Barzi ha
mostrato una realtà produttiva molto differente dalla precedente. Barzi, aiutato da suo
padre, è passato già da molti anni al biologico ed ha una produzione abbastanza
diversificata che commercializza in un punto vendita in paese. Buona parte del reddito
dell'azienda, però, deriva dalla vendita del tartufo, raccolto nel periodo autunnale.
Il titolare ha illustrato diversi metodi di difesa della vite che si usavano in passato e che
ora sono stati abbandonati. È stato affrontato nuovamente il problema di una buona
lavorazione del letame. Ancora una volta è stato visto come gli allevatori in Italia non
facciano un buon trattamento delle deiezioni animali lasciandole all'aperto per molti mesi.
Barzi è sembrato molto interessato dalla proposta dell'agricoltura organica e si è reso
disponibile a partecipare a futuri seminari e mettere a disposizione una parte del proprio
terreno per delle sperimentazioni.
Podere Bulgherino
Acerona Country House. Francesco Bologna è un altro grande proprietario terriero della
zona di San Casciano, che ha mostrato una grande frustrazione per la situazione del mondo
agricolo. Però ha ammesso che con la cooperazione tra agricoltori, per esempio
nell'acquisto di alcune macchine, si riesce ad abbattere alcuni costi. Secondo Bologna
l'insostenibilità dell'attività agricola risiede ancora una volta nei prezzi bassissimi delle
derrate e nell'alto costo della mano d'opera.
Bologna non si è mai avvicinato al biologico, ma si è dimostrato attento ai ragionamenti e
alle proposte avanzati da Restrepo, al punto che ha anche ipotizzato di partecipare
insieme ad altri colleghi al seminario di Pieve Torina, si è appuntato alcuni preparati ed ha
dato la sua disponibilità per organizzare un futuro seminario da lui e con i produttori a lui
vicini.
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Al Seminario di Pieve Torina (MC), organizzato in collaborazione con Coldiretti Macerata,
hanno partecipato circa 45 persone provenienti da diverse regioni italiane. Le attività si
sono svolte con grande coinvolgimento dei partecipanti, che nella giornata di sabato si
sono intrattenuti a discutere con Restrepo fino alle 21.
Anche la relazione con Coldiretti è stata molto buona: la Federazione ha apprezzato il
lavoro svolto ed è risultata concorde con le posizioni di COAS-Deafal emerse durante il
seminario. Anche nel caso delle Marche, svariati agricoltori hanno dato la loro disponibilità
a partecipare ad una sperimentazione.
Pieve Torina
Le considerazioni di Jairo Restrepo Rivera. L'elevato numero di aziende visitate e la
grande diversità di paesaggi incontrati hanno permesso di consegnare a Restrepo un quadro
abbastanza dettagliato dell'agricoltura italiana. Un aspetto che l’ha particolarmente
colpito e che accomuna i produttori dal Piemonte alla Puglia, è l'angoscia con cui la
maggior parte degli agricoltori svolge il suo lavoro.
Questo sentimento è dettato principalmente dal risicato o nullo margine di guadagno in cui
è stretto chi opera nell'agricoltura, dalla dipendenza dai sussidi europei e dalla ristrettezza
di alcune norme igienico/sanitarie. Tali regole costringono gli imprenditori a fare grandi
investimenti e a vivere nell'angoscia dei controlli, che possono portare a multe che
sarebbero devastanti per l'azienda.
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]
Deafal
Delegazione Europea per l’Agricoltura Famigliare in Asia, Africa e
America Latina
Restrepo ha notato più volte che questa situazione mette gli agricoltori in uno stato di
paura perenne, che impedisce loro di trovare strategie aziendali di buon senso per
massimizzare le risorse a disposizione e per inventare e sperimentare nuove soluzioni.
Un esempio tipico è lo stoccaggio del letame, che in Italia avviene all'aria aperta, senza
protezione dalla pioggia e con accumulazione di materiale durante molti mesi.
Queste condizioni fanno in modo che il letame, invece di maturare, avvii un processo di
putrefazione che lo rende inservibile quando non dannoso per la concimazione delle
colture.
Ciò che Restrepo ha notato è che i produttori, in questo caso come in molti altri, non si
chiedono se ciò che stanno facendo è corretto e si limitano a fare in modo di essere in
regola con quanto indicato dalle norme.
Dopo i seminari. Il bilancio delle settimane di attività in giro per l'Italia è sicuramente
positivo.
C'è da parte di Deafal, di Restrepo e di molti agricoltori incontrati, il desiderio di
partecipare attivamente a questo progetto e di farlo crescere attraverso nuovi incontri ed
esperienze pratiche.
Restrepo, prima di partire, ha ringraziato Deafal per l'esperienza vissuta in Italia con “un
gruppo di persone con le quali vale la pena costruire”, ed ha messo a disposizione il
proprio impegno e la propria presenza, sia con un ritorno in Italia, sia fornendo aiuto a
distanza.
Oltre a un probabile nuovo ciclo di seminari in primavera-estate 2011 il punto marcante
del progetto vuole essere l'avvio di attività sperimentali presso le aziende agricole
contattate, alcune delle quali hanno già manifestato interesse e sono già state contattate
per definire una formula condivisa di accompagnamento e monitoraggio della
sperimentazione, che si adatti alle esigenze specifiche.
Sede legale Via Angera 3, operativa Via Angera 3
20125 Milano tel 0267574337-326 fax . 0267574324, codice fiscale 13164890157
Banca Popolare di Milano IBAN IT30L0558401661000000002257
Web site www.agriculturafamiliar.org
Milano: [email protected], Firenze:[email protected]
Roma: [email protected], Brasile: [email protected],
Messico:[email protected]

Documenti analoghi