Read more... - Sposaitalia

Commenti

Transcript

Read more... - Sposaitalia
STORIA, STUDIO E RICERCA A SI’ SPOSAITALIA COLLEZIONI
Le iniziative speciali dell’edizione 2011
Sì Sposaitalia Collezioni, da oggi fino a lunedì 20 giugno, non sarà soltanto l’osservatorio di
riferimento per il settore bridal a livello mondiale. L’appuntamento milanese sarà anche
sinonimo di ricerca e celebrazione.
Due gli appuntamenti da segnalare per quanti visiteranno la mostra: i risultati di una ricerca
sull’universo del matrimonio, a livello internazionale, curata da Condè Nast in collaborazione
con SposaItalia e una speciale celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, curata da sette
noti marchi aderenti a Smi- Sistema Moda Italia.
Chi è la Sposa oggi
(Sì Sposaitalia Collezioni – Condè Nast)
L’indagine ha coinvolto 4000 donne, fra i 20 e i 35 anni con un matrimonio programmato
nell’arco dei successivi 12 mesi alla ricerca, in Italia, Spagna, UK e Usa. Il primo dato significativo
è italiano e rivela che la concentrazione massima dei matrimoni si registra nella fascia d’età tra
i 25 e i 28 anni, ragazze che, mediamente destinano al matrimonio un budget intorno ai 40
mila euro. Le spose inglesi spendono un po’ di più, circa 43 mila euro, più parsimoniose le
americane con una media di 35 mila euro.
In Italia le voci di budget che maggiormente incidono sulla spesa delle nozze sono: l’abito da
sposa, il viaggio di nozze e le bomboniere. Concentrando l’attenzione, in particolare,
sull’acquisto dell’abito per lei, dalla ricerca emerge una tendenza delle spose a farsi
consigliare soltanto da personale esperto in atelier e la spesa per il modello prescelto va dai
2400 fino ai 6000 euro. La marca dell’abito costituisce un valore aggiunto nel momento della
scelta da parte delle spose, valore che aumenta laddove la griffe è particolarmente
riconoscibile. Anche il Made in Italy rappresenta un elemento apprezzato e valorizzato dal
pubblico italiano.
150 anni di Unione…un matrimonio da ricordare
Le celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, come noto, sono il fil rouge di quest’anno 2011,
e anche Sì Sposaitalia Collezioni ha voluto interpretare a suo modo l’evento. Dalin, Dem, Elena
Della Rocca, Mariel Sposa, Michela Elite, Nicole Spose, Rita Couture e Lisa Tibaldi sono gli otto
produttori italiani di abiti da sposa e da cerimonia, membri di SMI – Sistema Moda Italia - che
hanno firmato otto abiti, unici ed esclusivi, ispirati alle celebrazioni del 150esimo. Otto capi unici
per sottolineare ancora una volta come la creatività e l’eccellenza siano i veri capisaldi del
made in Italy, modelli esclusivi che, anche nel nome, hanno voluto ricordare grandi italiane Enrichetta De Lorenzo, amata da Carlo Pisacane, la Contessa di Castiglione, Sophia, solo per
citarne alcune - sono frutto di sartorialità e grande abilità realizzativa.
Tutto negli otto abiti concorre alla creazione di un’immagine sofisticata e di gran classe dove
trova posto, declinato in diverse soluzioni, anche il tricolore: taffettà e coccarde per Lisa Tibaldi;
organza e cascate di rose per Dem; ricami floreali per Rita Couture; drappeggi e fascio tricolore
gioiello per Dalin; organza ricamata a mano per Elena Della Rocca; splendidi fiori per
celebrare la bellezza di tutte le donne d’Italia per Mariel; pizzo chantilly e duchesse per l’abito
dedicato a Sophia Loren di Nicole Spose; tagli haute couture e linee pulite in mikado di seta
per Michela Elite.
Le particolari creazioni saranno esposte a fieramilanocity. Momento ufficiale della
manifestazione sarà la presentazione, cui seguirà un happy-hour, in programma per domenica
19 giugno alle ore 17.00, nello spazio antistante l’esposizione, durante il quale interverrà Paolo
De Vitis, Presidente della sezione sposa di SMI.
Milano, 17 giugno 2011
Ufficio Stampa Fiera Milano
Rosy Mazzanti – [email protected]
Simone Zavettieri – [email protected]
Tel. 02 4997 7457