LINEE GENERALI PROGETTO EDUCATIVO In

Commenti

Transcript

LINEE GENERALI PROGETTO EDUCATIVO In
LINEE GENERALI PROGETTO EDUCATIVO
In relazione allo sviluppo del bambino, compito del nido è:
− valorizzare la crescita attraverso il gioco, proponendo significative opportunità di
esperienze ludiche, e predisporre un contesto adeguato al momento evolutivo,
− predisporre un contesto di cura volto allo sviluppo delle sue potenzialità affettive,
− offrire occasioni di relazione (con i pari e gli adulti) per lo sviluppo delle sue
potenzialità sociali,
− favorire e sostenere la progressiva differenziazione e il consolidamento
dell'identità individuale,
− far acquisire un progressivo senso di sicurezza e di competenza,
− far vivere esperienze volte alla formazione e al consolidamento dell'autonomia,
− facilitare la comprensione e l'interiorizzazione delle regole sociali.
Il modello psico-pedagogico del nido prende come riferimenti teorici il modello
psicoanalitico, gli studi e le ricerche di Elinor Goldschmied, i richiami montessoriani e
gli assunti della pedagogia attivista. Le bambine e i bambini sono quindi considerati
soggetti unici (dotati di un proprio “stile” fin dalla nascita) e capaci, la cui identità va
rispettata e sostenuta al fine di contribuire al processo di crescita; sono soggetti attivi
dello sviluppo in tutte le sue dimensioni: costruiscono, sperimentano ed esplorano il
mondo senza mai “subire” l'intervento pedagogico, grazie all'adulto che agevola e
accompagna il loro percorso di crescita.
COME E' ORGANIZZATA LA STRUTTURA
Particolare rilevanza è stata riservata alla strutturazione degli ambienti, alla scelta dei
materiali e all’allestimento degli spazi pensati per rispondere alle esigenze dei bambini,
nella consapevolezza che il processo di apprendimento avviene all'interno di un
contesto formato da spazi fisici oltre che sociali.
Il nido è organizzato per sezioni omogenee per età, così suddivise:
− sezione lattanti, che accoglie bambine e bambini dai 6 ai 12 mesi,
− sezione medi, che accoglie bambine e bambini dai 12 ai 24 mesi,
− sezione grandi, che accoglie bambine e bambini dai 24 ai 36 mesi.
All’interno di ciascuna sezione viene garantito, in ogni momento della giornata, il
rapporto numerico educatrice di riferimento/bambino secondo la normativa di
riferimento.
La scelta di lavorare con educatrici di riferimento per sezione è dettata dalla volontà di
Dimillecolori – Asilo Nido e Ludoteca - Via Tolstoi 39, 20146 Milano
Tel. 0242296792 Fax 0247770040 Cell. 328.2775857
www.dimillecolori.it E-mail: [email protected]
1
offrire ai bambini una persona con la quale relazionarsi in modo privilegiato per gran
parte della giornata.
La giornata educativa
La giornata educativa al nido è scandita da ritmi e momenti ben definiti, affinché
possano essere chiaramente leggibili dai bambini che, a questa età, non possiedono la
cognizione del tempo. La prevedibilità di ritmi permette ai piccoli di orientarsi nella
giornata.
07.30-09.30
09.30-10.00
10.00-10.45
10.45-11.30
11.40-12.20
12.20-12.45
12.45-15.00
15.00-15.45
15.30-16.30
16.15-17.00
17.00-17.30
17.30-18.30
accoglienza – gioco libero
merenda di frutta e canzoncine
laboratori e attività
prepariamoci per la pappa (cambio)
pranzo
prepariamoci per la nanna
nanna
cambio e merenda
gioco libero e ricongiungimento - 1° gruppo uscite
laboratori del pomeriggio
ricongiungimento - 2° gruppo uscite
spuntino, cambio e ricongiungimento - ultimo gruppo di uscita
I momenti di cura
I momenti di cura (pranzo, sonno, cambio e merenda) rappresentano esperienze
significative per la costruzione della sicurezza affettiva del bambino, per lo sviluppo
dell'autonomia e del linguaggio, grazie alla relazione privilegiata con l’adulto di
riferimento e alla possibilità di socializzare con gli altri bambini.
I momenti di gioco
Le proposte di gioco organizzato a metà mattina e dopo la merenda del pomeriggio,
stimolano globalmente i sensi dei bambini ed ognuna è finalizzata ad accompagnare il
bambino nel suo sviluppo emotivo, affettivo, sensoriale/percettivo, sociale,
cognitivo/comunicativo ed espressivo. Queste proposte sono progettate, organizzate e
strutturate a seconda del gruppo di bambini e messe a punto sulla base
dell'osservazione dei singoli gruppi nell'ambiente e contenute nella programmazione
didattica redatta al termine del periodo di ambientamento.
La programmazione delle proposte di gioco organizzato prevede per ciascun gruppo
attività finalizzate a sostenere specifiche aree di sviluppo e si articola su cadenza
Dimillecolori – Asilo Nido e Ludoteca - Via Tolstoi 39, 20146 Milano
Tel. 0242296792 Fax 0247770040 Cell. 328.2775857
www.dimillecolori.it E-mail: [email protected]
2
settimanale.
SPAZI, MATERIALI E GIOCHI
La progettazione e l’allestimento degli spazi (non troppo vasti, con angoli di intimità,
diversificati, con tutte le possibilità di gioco accuratamente predisposte e rinnovate
periodicamente all’interno e all’esterno della struttura), sono stati condotti con
l’intento di favorire percorsi di sviluppo senza imporli e per comunicare senso di
sicurezza e protezione.
Lo spazio è visto quindi come “altro maestro” (Montessori) con le sue proposte mute.
Gli angoli di gioco predisposti in ciascuna sezione vengono pensati e allestiti per aiutare
il bambino, in base all’età, a scegliere situazioni di gioco riconoscibili e adatte al suo
percorso di crescita (es. gioco simbolico strutturato nella sezione grandi, angolo gioco
euristico nella sezione medi, angolo morbido nella sezione lattanti).
Anche alla scelta dei giochi e dei materiali viene rivolta la stessa attenzione riservata
agli spazi. Vengono privilegiati materiali naturali e di recupero, non strutturati, che
permettono al bambino di sperimentare una pluralità di sensazioni, percezioni e
scoperte e di alimentare la fantasia e l’esplorazione. Anche nella scelta del materiale
dei giocattoli viene posta particolare attenzione, preferendo il legno alla plastica.
L’AMBIENTAMENTO
Questo particolare momento, data la sua delicatezza e importanza, gode all’interno del
nostro servizio di una particolare attenzione da parte di tutto il personale coinvolto.
L’ambientamento è un momento pensato per permettere alla nuova famiglia di
conoscere il servizio nel suo insieme (le persone che ne fanno parte, gli spazi, i
materiali), e rappresenta un’occasione preziosa, per il personale del nido, per
conoscere il bambino e la sua famiglia.
I RAPPORTI CON LE FAMIGLIE
Durante l’anno vengono organizzati incontri e occasioni di confronto con le famiglie al
fine di instaurare un reciproco rapporto di fiducia, collaborazione e coinvolgimento e
mantenerlo nel tempo:
- colloquio pre-ambientamento per favorire una prima conoscenza reciproca dando le
principali informazioni rispetto all’organizzazione, al progetto educativo, le linee guida
dell’ambientamento e soprattutto per dare modo alle famiglie di raccontare del proprio
bambino e di esprimere domande, dubbi e perplessità,
- colloqui individuali (post-ambientamento, a metà e a fine anno e ogniqualvolta
venga richiesto dal genitore) per condividere le esperienze ed i progressi del bambino
al nido. I colloqui, di stile non direttivo, sono attuati secondo linee indicate da guide
interne collegialmente predisposte,
Dimillecolori – Asilo Nido e Ludoteca - Via Tolstoi 39, 20146 Milano
Tel. 0242296792 Fax 0247770040 Cell. 328.2775857
www.dimillecolori.it E-mail: [email protected]
3
- feste (di Natale, fine anno, ...)
- gita di fine anno,
- «the con le mamme», momenti di incontro e confronto tra la coordinatrice e le
mamme (2/3 volte all’anno),
e altre iniziative di coinvolgimento delle famiglie decise collegialmente su
suggerimento delle famiglie stesse.
Per rendere maggiormente partecipi le famiglie della vita del proprio bambino al nido,
viene realizzata dall’equipe una serie di documentazioni, scritte e fotografiche,
opportunamente definite in collettivo.
LE RISORSE UMANE E IL GRUPPO DI LAVORO
Ruoli e funzioni
All’interno del nido opera personale assunto a seconda delle differenti qualifiche
professionali, attraverso una selezione specifica nel rispetto delle norme vigenti. Il
personale all’interno del nido comprende figure professionali diverse: una titolare, una
responsabile amministrativa, una coordinatrice, personale educativo, una cuoca e un
addetto alle pulizie.
Il gruppo di lavoro
L’attività all’interno del servizio è considerata come il frutto di un lavoro di gruppo
responsabile nel suo complesso del benessere del bambino, che persegue un progetto
educativo in cui si coniugano teorie pedagogiche e operatività quotidiana. I vari profili
professionali operano secondo i valori della collaborazione e pariteticità.
RACCORDO CON LA SCUOLA D’INFANZIA
Partendo dal presupposto che il processo di crescita del bambino è unitario e
progressivo e dalla constatazione che molto spesso i servizi per l’infanzia offerti non
sono unitari, riteniamo sia importante un lavoro di raccordo con le scuole d’infanzia.
Riteniamo sia necessario realizzare, dove possibile, un’autentica continuità verticale fra
nido e scuola d’infanzia per ridurre lacerazioni sul piano affettivo ed emotivo e rendere
il cambiamento (di adulti di riferimento, compagni, spazi, temi, modalità di relazione
ecc.) il più graduale ed omogeneo possibile.
Le linee percorribili sono numerose e andranno articolate con le strutture presenti in
vicinanza del nostro nido e in base alla loro disponibilità.
Dimillecolori – Asilo Nido e Ludoteca - Via Tolstoi 39, 20146 Milano
Tel. 0242296792 Fax 0247770040 Cell. 328.2775857
www.dimillecolori.it E-mail: [email protected]
4