scarica il programma

Commenti

Transcript

scarica il programma
India del Nord
In occasione del Kumbh Mela di Haridwar
Tappe: Jaipur, Agra, Delhi, Haridwar
Date: dal 30 marzo all’8 aprile 2016
Durata: 10 giorni / 8 notti
In pensione completa e con guida locale parlante italiano
KUMBH MELA
L’origine del Kumbh Mela risale al mito cosmogonico del vaso di nettare narrato nei testi Vedici.
La leggenda racconta che gli dei (Deva) e i demoni (Asura) agitarono gli oceani, creando
l’”amritha”, nettare dell’immortalità e ambrosia della vita. Ma ciò che nacque nell’accordo fu
presto motivo di diffidenza e scontro: per contenderselo gli Asura iniziarono ad inseguire gli dei
che a loro volta fuggirono per 12 giorni e 12 notti (corrispondenti a 12 anni per gli uomini).
Dhanvantari, il Medico divino reincarnazione di Vishnu, si impossessò della brocca (Kumbh) di
ambrosia e con quella fuggì inseguito dai demoni. Durante la sua fuga si fermò 4 volte sulla terra
a riposare e ogni volta alcune gocce uscirono dal vaso bagnando il suolo. Da queste gocce
nacquero le 4 città sacre: Prayag e Haridwar nell’Uttar Pradesh, Ujjain nel Madhya Pradesh, e
Nashik nel Maharashtra. Ogni 3 anni, da allora, si svolge una cerimonia (Mela) grandiosa, a
rotazione nelle quattro località. Dei e demoni, bene e il male, e l'eterna lotta tra i due, sono al
centro della mitologia indù. Durante l'allineamento di buon auspicio di stelle e corpi planetari, le
acque sacre del Gange a Haridwar nell’Ardh Kumbh - la Purna Kumbh Mela ("Completa" Kumbh
Mela) si celebra in quattro luoghi principali (Prayag o Allahabad, Haridwar, Ujjain, e Nashik)
ogni tre anni, a rotazione, mentre l'Ardh Kumbh Mela in due luoghi (Haridwar e Prayag) ogni sei
- vengono trasformate in nettare che può lavare via i peccati di 88 generazioni. E volete che ciò
che ha attirato gli dei non attiri gli essere viventi? Milioni di devoti Indu arrivano nella speranza
di soddisfare la loro ricerca spirituale di moksha o liberazione dal ciclo delle rinascite. Vengono i
gruppi dei Sadhu delle varie Akhada e gareggiano per rendere le processioni, sia all’andata sia al
ritorno, più trionfali usando elefanti, cavalli, cammelli, carri e bande di musicisti. Tra i
numerosi pellegrini che rendono bello questo viaggio, non c'è dubbio che i sadhu offrano le
stravaganze più affascinanti con i loro comportamenti: i sadhu Naga (saggi nudi) dell'Himalaya,
vestiti solo di cenere, aprono la processione nelle acque sacre; si possono vedere varie forme di
DOIT Viaggi di I.T.P. Srl – Galleria San Carlo, 5 – 35133 Padova
Tel 049618500 Fax 049613955 Email [email protected] Web www.doitviaggi.com
1
I nostri viaggi 2016
India del Nord - 03
Tapasya (meditazione): chi si tiene in equilibrio solo su una gamba, chi tiene una mano alzata
per anni e anni. Può capitare di vedere l’esibizione di qualche sadhu che solleva un peso con il
suo pene! Non hanno rivali nell’attirare l'attenzione i sadhu Aghori che banchettano sui resti
umani. Partecipare a questa straordinaria convergenza religiosa aiuta a comprendere il
profondo fondamento filosofico nella vita spirituale di una antica civiltà.
ITINERARIO
1° giorno: 30 marzo mercoledì
PADOVA – VENEZIA – DUBAI
Trasferimento con pullman riservato all’aeroporto di Venezia in tempo utile per il volo di linea EK
136 in partenza per Dubai alle 15:25. (Su richiesta possibilità di partire da Milano o Roma).
2° giorno: 31 marzo giovedì
DUBAI – DELHI
Arrivo alle 00:10. Proseguimento con il volo EK 510 alle ore 04:30 per Delhi. Arrivo alle ore 09:00
all’aeroporto internazionale di Delhi. Disbrigo delle formalità doganali, incontro con la guida.
La storia di New Delhi, l’attuale capitale della più grande democrazia del mondo, risale ad oltre
3000 anni fa ed è menzionata anche nel leggendario poema indiano “Mahabharata” come
visione dell’antica “Indraprastha”. Per ben sette volte Delhi ha combattuto per la sua
sopravvivenza, ed ogni dinastia regnante, che fosse indù, mussulmana, mogol o britannica,
lasciò dietro di sé, ognuna nel proprio stile, una ricca eredità culturale ed architettonica
espressa in templi e mercati, palazzi e fortezze, monumenti funebri e torri. Fu infatti da Delhi
che l’imperatore persiano Nadir Shah si portò via il magnifico Trono del Pavone e il famoso
diamante Kohinoor, oggi ammirabile con i Gioielli della Corona Britannica. Gli Inglesi
spostarono la loro capitale da Calcutta a Delhi nel 1911, affidandone la progettazione a due loro
architetti, Edwin Lutyens e Herbert Baker.
Prima di raggiungere l’hotel si visita la Qutub Minar, una torre alta 75 metri dalle stupefacenti
proporzioni edificata tra il XII e il XIII secolo inserita nella lista del patrimonio mondiale
dell'UNESCO. Vicino alla Qutub Minar si visita la moschea Qwatul Islam, la prima moschea fatta
dai musulmani in India. Arrivo all’Hotel Crowne Plaza Okhla ***** e assegnazione delle camere
riservate. Dopo il pranzo si visita la vecchia Delhi risalente all’epoca di Shah Jahan che ancora
mantiene il suo stile medioevale con le fortezze, i bazar e le moschee: la moschea del venerdì
"Jama Masjid", la più grande dell’India costruita in classico stile mughal, dall'esterno il Forte Rosso,
che fu il palazzo degli imperatori musulmani, il mausoleo di Gandi Raj Ghat, dove una lastra di
marmo nero segna il punto della sua cremazione, un luogo molto venerato, nel cuore di tutti gli
indiani. Si prosegue il giro panoramico con il Palazzo del Presidente, il Parlamento Indiano e l’India
Gate, simbolo dell’India moderna. Rientro in Hotel. Cena e pernottamento.
3° giorno: 1 aprile venerdì
DELHI – JAIPUR (Km. 265 / circa 6 ore)
Dopo la prima colazione si visita il tempio Sikh Bangla Sahib Gurdwara, per osservare la
spiritualità dei Sikh che ogni giorno visitano questo santuario. Gli otto Guru Sri Harkishan vi
sostarono per diversi mesi come ospiti del Raja Jai Singh. Da allora, è diventato luogo di
DOIT Viaggi di I.T.P. Srl – Galleria San Carlo, 5 – 35133 Padova
Tel 049618500 Fax 049613955 Email [email protected] Web www.doitviaggi.com
2
I nostri viaggi 2016
India del Nord - 03
pellegrinaggio sia per gli Indù sia per i Sikh, che venerano il Guru Harkishan, che a soli 5 anni, dopo
essere stato riconosciuto come un’anima perfetta senza paura e completamente illuminata, fu
nominato successore dal settimo Guru, Sri Har Rai. E’ particolarmente interessante la cucina della
mensa dove viene offerto cibo a chiunque due volte al giorno. Partenza per Jaipur. Pranzo. Arrivo
all'Hotel Jaipur Marriott *****, assegnazione delle camere riservate.
Jaipur, la “città rosa”, capoluogo del Rajasthan, nodo commerciale e turistico di prim’ordine, è
oggi un centro di almeno 3.000.000 di persone in un’area semidesertica. Lo stato del Rajasthan
evoca sempre nella nostra mente la terra dei Maharaja e dei regni principeschi situati ai limiti
del deserto Thar, dove i cammelli lasciano le loro impronte sulla sabbia e dove i menestrelli e
cantastorie ancora girano di villaggio in villaggio raccontando le storie degli antichi splendori.
Jaipur, la capitale è famosa per i suoi edifici di arenaria rosa. Fu fondata dal re astronomo Sawai
Jai Singh II e costruita secondo il Shilpa Shastra, l’antico trattato indù sull’architettura e la
scultura. Cinta da mura in cui si aprono sette porte, tanti quanti sono i blocchi in cui è
suddivisa, la città ha una planimetria armoniosa e belle strade lastricate. Jaipur rivive con il suo
passato storico le leggende degli antichi Rajput.
Cena e pernottamento in hotel.
4° giorno: 2 aprile sabato
JAIPUR
Dopo colazione escursione alla famosa fortezza-palazzo di Amber del XVI sec. Saliti alla reggia a
dorso di elefante, il panorama sulla vallata è splendido ma ancor più stupefacente è lo spettacolo
delle architetture moghul e delle decorazioni che culminano al “Palazzo del piacere” nella Sheesh
Mahal (sala degli specchi), dove la luce è riflessa in ogni piccolo pezzo dei centinaia di specchi che
illuminano la stanza. Sulla strada per Amber ci si ferma a vedere l’Hava Mahal o Palazzo dei Venti,
simbolo di Jaipur, che mostra un’esuberante facciata intagliata costruita nel 1799 da cui le regine
e le dame di corte si nascondevano e allo stesso tempo spiavano la vita in strada senza essere
viste. Rientro in città e dopo il pranzo visita al City Palace abitato dal Maharaja con bei giardini e
padiglioni. Al centro si trova il cuore abitativo e cioè il Chandra Mahal di sette piani trasformato in
museo: appena fuori i grandi vasi d’argento dal diametro di quasi due metri che il Maharaja, devoto
indù, utilizzava per trasportare l’acqua sacra indiana ogni qualvolta si doveva recare in Inghilterra.
Si conclude con Jantar Mantar, l’Osservatorio Astronomico che fece da modello per diversi altri
osservatori, costruito dallo stesso Jai Singh II. Rientro in Hotel. Cena e pernottamento.
5° giorno: 3 aprile domenica
JAIPUR - FATEHPURSIKRI - AGRA (Km. 240 / circa 5 ore)
Dopo colazione partenza per Agra. Durante il percorso sosta a Fatehpur Sikri, costruita nel 1569
per essere la capitale dell’imperatore Akbar e poi abbandonata dieci anni dopo a causa della
mancanza d’acqua. E’ grazie a quest’abbandono che la città non ha subito alcuna distruzione
durante le guerre alla fine dell’epoca Moghul ed è restata completamente intatta. Si possono
quindi visitare le sale delle udienze, le sale private, le residenze dei ministri, il pilastro con i simboli
della religione Aine-è-Akbri, inventata da Akbar, Punch Mahal, un curioso edificio di cinque piani
che assomiglia ad una costruzione buddhista, il caravanserail, il palazzo di Birbal, la grande
moschea, la tomba di un mussulmano santo, Cheikh Salim Chisti. Secondo la leggenda Akbar
aveva avuto il suo figlio Aurangzeb pregando questo santo e questa tomba è sempre meta di
pellegrinaggio da parte delle donne che vogliono avere un figlio. Da ultimo la porta delle vittorie
DOIT Viaggi di I.T.P. Srl – Galleria San Carlo, 5 – 35133 Padova
Tel 049618500 Fax 049613955 Email [email protected] Web www.doitviaggi.com
3
I nostri viaggi 2016
India del Nord - 03
Buland Darwaza, la più grande in Asia con i suoi 53 m di altezza. Pranzo. Proseguimento per Agra.
Arrivo all’Hotel Courtyard by Mariott ***** e assegnazione delle camere riservate. Cena e
pernottamento.
6° giorno: 4 aprile lunedì
AGRA – DELHI (Km. 200 / circa 3 ½ ore)
Le strette e tortuose stradine, l'architettura, la particolarità dei suoi gioielli e del suo artigianato
fanno di Agra una delle più belle città del mondo. Dopo colazione, visita al famoso Taj Mahal, il più
bel monumento dell’India ed una delle 7 meraviglie del mondo. E’ una costruzione Moghul fatta
erigere dall’imperatore Shah Jeahn in memoria di sua moglie Mumtaz Mahal, la signora del Taj,
morta nel 1629 dopo 17 anni di matrimonio e dopo aver partorito 14 figli. La costruzione del più
grande monumento all’amore fu intrapresa nel 1631 e completata nel 1653. Visita del Forte di
Agra, costruzione iniziata dall’imperatore Akbar nel 1565, proseguita dai suoi successori fino ad
arrivare al nipote, Shan Jehan. All’interno si trovano la moschea Moti Masjid costruita da Shah
Jehan nel 1645 con proporzioni giudicate ideali tanto da compararla ad una perla perfetta, Diwan-iAm, il padiglione delle udienze pubbliche, la sala del trono, la sala delle udienze private. Qui si
trovava il famoso trono del pavone prima di essere portato a Delhi da Aurangzeb e più tardi in Iran.
Nel pomeriggio visita del mausoleo Itmad-Ud-Daulah e di Sikandra con la tomba di Akbar.
Partenza per Delhi. Pranzo in ristorante. Dopo pranzo visita al tempio Akshardham, un esempio di
architettura moderna. Arrivo al Radisson Blu Hotel Ghaziabad *****. Cena e pernottamento.
7° giorno: 5 aprile martedì
DELHI – HARIDWAR (Km. 211 / circa 6 ore)
Dopo la prima colazione in hotel trasferimento a Haridwar. Già lungo il percorso si incontrano
gruppi di pellegrini provenienti da tutta l’India. Parte di questo coloratissimo panorama del folklore
Indiano si arriva al campo tendato Agman. Pranzo al campo. Si parte quindi per un primo assaggio
della fiera.
8° giorno: 6 aprile mercoledì
HARIDWAR
Dopo la prima colazione in campo tendato partenza con un accompagnatore locale alla scoperta
degli aspetti sconosciuti della spiritualità Indu. Si cercherà di visitare qualche campo di Naga
Sadhu (non è possibile garantire queste visite perché i Naga Sadhu evitano di entrare in contatto
con il mondo). Si visita l’Ashram dei guru dove i devoti vengono ad ascoltare i sermoni dei maestri.
Sarà una giornata piena di emozioni per i fotografi che troveranno soggetti interessanti in ogni
angolo tra pellegrini, santoni e venditori. Dopo una intensa giornata piena di sorprese si torna al
campo tendato in tarda serata. Cena e pernottamento al campo tendato.
9° giorno: 7 aprile giovedì
HARIDWAR – DELHI (Km. 225 / circa 6 ore)
E’ il giorno del bagno reale. Ci si sveglia presto e, dopo una tazza di caffe/te (si porta la prima
colazione al sacco), si parte per partecipare ad un evento inimmaginabile per chi non ha mai
partecipato ad una Kumbha. Ci avvicineremo al campo di una delle Akhada per assistere alle
preparazioni dei santoni per la processione fino al Gange che termina con il bagno reale. Faremo
parte di questa processione per arrivare al Gange dove questi santoni allegri, vivaci e pieni di
DOIT Viaggi di I.T.P. Srl – Galleria San Carlo, 5 – 35133 Padova
Tel 049618500 Fax 049613955 Email [email protected] Web www.doitviaggi.com
4
I nostri viaggi 2016
India del Nord - 03
energia si tuffano nel fiume sacro inneggiando a Shiva. Un gruppo di santoni esce dal Gange dopo
il bagno reale, poi ne sopraggiunge un altro e lo spettacolo non si ferma mai. Dopo questa
esperienza unica si torna al campo tendato per una doccia e il pranzo. Dopo pranzo si parte per
Delhi dove si arriva in tarda serata all’Hotel Holiday Inn (Airport Hotel) ****. Cena e pernottamento.
10° giorno: 8 aprile venerdì
DELHI - ITALIA
Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo internazionale EK 513 in partenza alle ore
04:15 con arrivo alle ore 06:10 a Dubai. Ripartenza con il volo EK 135 alle ore 09:35 e arrivo a
Venezia alle ore 13:55. Trasferimento in pullman a Padova. (Su richiesta il ritorno può essere
effettuato su Milano o Roma).
PREZZI E INFORMAZIONI
Quota in camera doppia
Supplemento camera singola
€ 2200
€
550
Gruppo di minimo 10 persone
Le quote di partecipazione sono state calcolate sulla base del cambio 1 Euro = 70,69 RUPIE
INDIANE INR - 1 RUPIA INDIANA INR = 0,01411 EURO EUR (29/7/2015). Eventuali adeguamenti
valutari potranno essere applicati 20 giorni prima della partenza. La parte quotata in Rupie Indiane
corrisponde al 60% del totale.
LA QUOTA COMPRENDE:




trasferimento in pullman riservato da Padova all’aeroporto di Venezia e viceversa;
passaggi aerei in classe economica con voli di linea Emirates Venezia / Dubai / Delhi /
Dubai / Venezia;
tasse aeroportuali (al momento della stesura del programma € 78 );
visto d’ingresso in India;
DOIT Viaggi di I.T.P. Srl – Galleria San Carlo, 5 – 35133 Padova
Tel 049618500 Fax 049613955 Email [email protected] Web www.doitviaggi.com
5
I nostri viaggi 2016
India del Nord - 03









franchigia bagaglio da stiva kg. 30 sui voli internazionali; bagaglio a mano kg. 8;
nr.8 pernottamenti in camera doppia
trattamento di pensione completa come da programma;
trasferimenti, visite ed escursioni come da programma con pullman riservato A/C;
guida locale parlante italiano durante tutto il tour;
accompagnatore DOIT VIAGGI dall’Italia (con 10 partecipanti);
tasse e percentuali di servizio;
la polizza assicurativa ANNULLAMENTO VIAGGIO, inclusa MEDICO BAGAGLIO
borsa da viaggio (1 a coppia), guida e documentazione di viaggio.
LA QUOTA NON COMPRENDE:


le mance pari a Euro 50 che verranno raccolte in loco dall’accompagnatore;
le bevande; gli extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato
alla voce “la quota comprende”.
Città
Hotel
Categoria
Notti
Data
Delhi
Crowne Plaza Okhla
Deluxe
01
31/01 Apr’16
Jaipur
JaipurMarriott
Deluxe
02
01/03 Apr’16
Agra
Courtyard by Marriot
Deluxe
01
03/04 Apr’16
Delhi
Radisson Gaziabad
Deluxe
01
04/05 Apr’16
Haridwar
Agman India Tented accommodation
Tende
02
05/07 Apr’16
Delhi
Holiday Inn International airport
Superior
01
07/08 Apr’16
DOIT Viaggi di I.T.P. Srl – Galleria San Carlo, 5 – 35133 Padova
Tel 049618500 Fax 049613955 Email [email protected] Web www.doitviaggi.com
6
I nostri viaggi 2016
India del Nord - 03

Documenti analoghi