15870/09 - consilium

Commenti

Transcript

15870/09 - consilium
CONSIGLIO
DELL'UNIONE EUROPEA
Bruxelles, 13 novembre 2009 (18.11)
(OR. en)
15870/09
ENFOPOL 287
CRIMORG 170
NOTA PUNTO "I/A"
del:
Segretariato generale
al:
COREPER/ Consiglio
n. doc. prec.:
15246/09 ENFOPOL 274 CRIMORG 165
Oggetto :
Progetto di risoluzione del Consiglio sullo scambio dei risultati delle analisi del
DNA
1.
Nel 2001 il Consiglio ha approvato una serie europea standard (ESS) di loci che include sette
marcatori del DNA. Nel 2005 il gruppo di lavoro "DNA" della Rete europea di istituti di
scienza forense (ENFSI) ha iniziato a riesaminare l'utilità dell'ESS alla luce del maggiore
scambio dei risultati delle analisi del DNA. Nel 2007 la presidenza tedesca ha informato il
Gruppo "Cooperazione di polizia" sui lavori del gruppo di lavoro "DNA" dell'ENFSI.
2.
Poiché lo scambio di dati sul DNA tra gli Stati membri è in aumento e le banche dati
nazionali sul DNA si stanno sviluppando in dimensione e numero, è necessario migliorare la
probabilità di concordanza rivedendo il numero di marcatori del DNA comuni dell'UE. Nel
2009 il gruppo di lavoro "DNA" dell'ENFSI è giunto alla conclusione che si ritiene necessario
ampliare l'ESS esistente da sette a dodici marcatori.
15870/09
paz/PAZ/mr/T
DG H 3A
1
IT
3.
La presidenza ha pertanto avanzato la proposta di sostituire la risoluzione del Consiglio, del
25 giugno 2001, sullo scambio dei risultati delle analisi del DNA1 con un nuovo progetto di
risoluzione.
4.
Nella riunione del 10 novembre 2009 il Comitato dell'articolo 36 ha raggiunto un accordo sul
testo del progetto di risoluzione del Consiglio.
5.
Si chiede pertanto al Coreper di invitare il Consiglio ad adottare l'allegata risoluzione del
Consiglio.
______________________
1
GU C 187 del 3.7.2001, pag. 1.
15870/09
paz/PAZ/mr/T
DG H 3A
2
IT
ALLEGATO
PROGETTO DI
RISOLUZIONE DEL CONSIGLIO
sullo scambio dei risultati delle analisi del DNA
IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,
RAMMENTANDO gli obiettivi del trattato sull'Unione europea;
TENENDO PRESENTE la protezione dei dati personali prevista nella decisione quadro
2008/977/GAI sulla protezione dei dati personali trattati nell’ambito della cooperazione giudiziaria
e di polizia in materia penale e nella convenzione del Consiglio d'Europa n. 108 sulla protezione
delle persone rispetto al trattamento automatizzato di dati di carattere personale, firmata a
Strasburgo il 28 gennaio 1981, nella raccomandazione n. R (87) 15 del comitato dei ministri del
Consiglio d'Europa, del 17 settembre 1987, che disciplina l'uso di dati personali nel settore della
pubblica sicurezza e, per quanto pertinente, nella raccomandazione n. R (92) 1 del comitato dei
ministri del Consiglio d'Europa, del 10 febbraio 1992, sull'impiego di analisi di DNA nell'ambito
della giustizia penale;
TENENDO CONTO dei lavori del gruppo di lavoro "DNA" della Rete europea di istituti di scienza
forense (ENFSI) sull'armonizzazione dei marcatori del DNA e delle tecniche in materia di DNA;
15870/09
ALLEGATO
paz/PAZ/mr/T
DG H 3A
3
IT
CONSIDERANDO l'esistenza di aspetti tecnici associati con la ricerca in materia di DNA dei quali
occorre tenere conto nello sviluppo delle attività di cooperazione;
TENENDO PRESENTE che l'attuale serie europea standard di marcatori del DNA consiste in sette
marcatori del DNA;
CONSIDERANDO che lo scambio di dati sul DNA tra gli Stati membri sta progredendo
rapidamente e le banche dati nazionali sul DNA stanno aumentando in dimensione e numero e
ricordando che il valore statistico dei dati sul DNA corrisponde alla probabilità di concordanza
casuale e dipende interamente dal numero di marcatori del DNA che sono stati analizzati in modo
affidabile, si ritiene necessario ampliare la serie europea standard (ESS) di loci adottata nel 2001;
RAMMENTANDO che l'articolo 7, paragrafo 1 della decisione 2008/616/GAI del Consiglio
relativa all’attuazione della decisione 2008/615/GAI sul potenziamento della cooperazione
transfrontaliera, soprattutto nella lotta al terrorismo e alla criminalità transfrontaliera2 fa obbligo
agli Stati membri di utilizzare le norme esistenti in materia di scambio di dati sul DNA, quali la
"serie europea standard" (European Standard Set — ESS) o la serie di loci standard dell’Interpol
(Interpol Standard Set of Loci — ISSOL), a decorrere dalla data di attuazione in conformità
all'articolo 23.
RICORDANDO le proprietà dei profili DNA di cui all'allegato, capo 1, punto 1.1 della decisione
2008/616/GAI del Consiglio;
CONVINTO che l'aumento del numero di marcatori faciliti uno scambio di informazioni efficace;
INCORAGGIANDO gli Stati membri ad attuare la nuova ESS non appena ciò sia materialmente
possibile e comunque entro 24 mesi dalla data di adozione della presente risoluzione.
HA ADOTTATO LA PRESENTE RISOLUZIONE CHE SOSTITUISCE LA RISOLUZIONE
2001/C 187/01 DEL CONSIGLIO, DEL 25 GIUGNO 2001, SULLO SCAMBIO DEI RISULTATI
DELLE ANALISI DEL DNA:
2
GU L 210 del 06.8.2008, pag. 12.
15870/09
ALLEGATO
paz/PAZ/mr/T
DG H 3A
4
IT
I.
DEFINIZIONI
1.
Per "marcatore del DNA" si intende il locus di una molecola che contiene tipicamente
informazioni diverse nei diversi individui.
2.
Per "risultato dell'analisi del DNA" si intende il codice alfanumerico risultante
dall'analisi di uno o più loci del DNA e impiegato a fini di registrazione. Ad esempio, il
risultato dell'analisi del DNA D3S1358 14-15, D21S11 28-30 indica che l'individuo è
del tipo 14-15 relativamente al marcatore del DNA D3S1358 e del tipo 28-30
relativamente al marcatore del DNA D21S11.
3.
Per "serie europea standard " (European Standard Set - ESS) si intende la serie di
marcatori del DNA elencati nell'allegato 1.
4.
Per "marcatore ESS" si intende un marcatore del DNA compreso nella serie europea
standard (ESS). nonché
5.
Per "risultato dell'analisi ESS" si intende un risultato dell'analisi del DNA ottenuto
impiegando i citati marcatori del DNA compresi nell'ESS.
II.
TECNICHE IN MATERIA DI DNA NELL'AMBITO DELLA SCIENZA FORENSE
1.
Per l'analisi forense del DNA, gli Stati membri sono invitati ad impiegare almeno i
marcatori del DNA elencati nell'allegato 1 che costituiscono l'ESS, allo scopo di
facilitare lo scambio dei risultati dell'analisi del DNA. Qualora siano disponibili
informazioni da loci supplementari, gli Stati membri sono esortati a fornirle quando
scambiano dati sul DNA.
2.
Gli Stati membri sono invitati ad elaborare i risultati dell'analisi ESS conformemente a
tecniche in materia di DNA scientificamente sperimentate e approvate, in base a studi
svolti nel contesto del gruppo di lavoro "DNA" dell'ENFSI. Gli Stati membri
dovrebbero essere in grado di specificare, dietro richiesta, i requisiti di qualità e le prove
valutative in uso.
15870/09
ALLEGATO
paz/PAZ/mr/T
DG H 3A
5
IT
III.
SCAMBIO DEI RISULTATI DELLE ANALISI DEL DNA
1.
Nello scambio dei risultati delle analisi del DNA gli Stati membri sono esortati a
limitare tali risultati alle zone cromosomiche prive di espressione genetica, un'analisi
cioè che notoriamente non fornisce informazioni su specifiche caratteristiche ereditarie.
2.
Non risulta che i marcatori del DNA di cui all'allegato 1 contengano informazioni su
specifiche caratteristiche ereditarie. Qualora la scienza evolvesse in modo da consentire
di determinare che uno qualsiasi dei marcatori del DNA raccomandati nella presente
risoluzione fornisce informazioni su specifiche caratteristiche ereditarie, si raccomanda
agli Stati membri di non impiegare più il marcatore in questione nello scambio dei
risultati delle analisi del DNA. Si raccomanda inoltre agli Stati membri di essere pronti
a distruggere i risultati delle analisi del DNA da essi eventualmente ricevuti, qualora
fosse dimostrato che tali risultati contengono informazioni su specifiche caratteristiche
ereditarie.
15870/09
ALLEGATO
paz/PAZ/mr/T
DG H 3A
6
IT
ALLEGATO 1
La serie europea standard (ESS) comprende i seguenti marcatori del DNA:
D3S1358
VWA
D8S1179
D21S11
D18S51
HUMTH01
FGA
D1S1656
D2S441
D10S1248
D12S391
D22S1045
15870/09
ALLEGATO I
paz/PAZ/mr/T
DG H 3A
7
IT

Documenti analoghi