4. TERAPIA DELLA BAMBOLA Fantone

Commenti

Transcript

4. TERAPIA DELLA BAMBOLA Fantone
TERAPIA DELLA BAMBOLA:
QUANDO LA BAMBOLA NON E’
UN GIOCATTOLO !!
:
Dott.ssa Mara Fantone
Psicologa - Psicoterapeuta
Terapia della Bambola…….
Da dove inizio ???
2
IMPORTANTE !!!!!!!
1) Non si improvvisa, la Terapia
della Bambola non è consegnare
un Cicciobello all’anziano!!
2) Richiede informazione e
formazione
4) La somministrazione deve essere monitorata e
coordinata da operatori professionali con specifiche
competenze in quanto la somministrazione viene
considerata come una terapia vera e propria, non è
una semplice un’attività ludica.
3
La Terapia della Bambola
La terapia della bambola chiamata anche
"Doll Therapy" o “Empathy Doll” è una terapia
che favorisce la diminuzione di alcuni disturbi
del comportamento. Tramite l’accudimento e
il maternage della bambola terapeutica la
persona attiva relazioni tattili e affettive.
La comunicazione con la bambola può essere
verbale e/o non verbale
4
LA FUNZIONE TERAPEUTICA:
Bisogna considerare il ruolo che occuperà
l’oggetto bambola all’interno di una relazione
affettiva con il paziente : bambola – bambino.
La bambola è il bambino da accudire, da
curare, da accarezzare, da guardare, da
stringere e in questa alternanza, stimolando
emozioni arcaiche, i pazienti riconoscono vero
l’oggetto inanimato e la cura della bambola
favorisce la diminuzione di gravi disturbi
comportamentali.
6
- La paziente riconosce solo come oggetto inanimato la bambola
e quindi lo manipola inizialmente per poi dimenticarlo non
considerandolo come elemento relazionale.
- La paziente accudisce l’oggetto bambola riconoscendolo come
bambino a tutti gli effetti e accudendolo più o meno
intensamente duranti i vari momenti della giornata
- La paziente può alternare momenti di forte accudimento nei
confronti dell’oggetto bambola e momenti di disattenzione o
indifferenza o rifiuto. Fluttuazione dell’attenzione.
7
OBIETTIVI
•
Contenere il disturbo del comportamento
•
Contenere l’aumento della terapia farmacologica
•
Mantenere e migliorare la comunicazione
•
Stimolare la manualita’ e la memoria procedurale
•
Migliorare il tono dell’umore
•
Facilita il rilassamento
•
Stimola i processi attentivi
•
Stimolare la relazione
•
Mantenere interessi e contenere l’apatia
7
OBIETTIVI
•
Evitare aumento terapia farmacologica
•
Evitare prescrizioni contenzioni
•
Favorire maggiore benessere, maggiore apertura
relazionale
•
Contenere il senso di frustrazione e impotenza
dell’operatore e del familiare di fronte le criticità
dell’ospite/parente
•
Favorire la partecipazione attiva dell’operatore nel
percorso assistenziale e riabilitativo dell’ospite
8
CARATTERISTICHE SPECIFICHE DELLA BAMBOLA
•
- Peso
•
- Posizione delle braccia e delle gambe
•
- Dimensioni
•
- Sguardo
•
- Tratti somatici
•
- Materiale
5
IL PERCORSO TERAPEUTICO
•
Formazione dei parenti
•
Formazione del personale
•
Il lavoro d’èquipe
8
EQUIPE
TERAPIA DELLA
BAMBOLA
OSPITE
FAMILIARE
11
EQUIPE DI LAVORO
• L’équipe di lavoro si è consolidata attraverso :
SUPERVISIONE ( Trimestrale)
• FORMAZIONE
OBIETTIVI
• Creare un gruppo di lavoro coeso
• Condividere la metodologia
12
IL FAMILIARE
•
Viene informato e formato quando si avvia
la sperimentazione
•
Viene aggiornato circa i cambiamenti in
merito alla somministrazione
•
Vengono condivise le eventuali criticità
•
Viene attivamente coinvolto nella
sperimentazione
13
OSPITI COINVOLTI ( Tapparelli )
•
14 CASI PRESI IN OSSERVAZIONE dall’avvio
della sperimentazione
•
6 SPERIMENTAZIONI CHIUSE ( per decesso o
per aggravamento condizioni cliniche)
•
N. 8 Sperimentazioni in corso : 1 al Centro
Diurno - 1 RSA 1Piano- 3 NAT- 3 RSA Cervignasco
14
CRITERI DI INDIVIDUAZIONE DELL’OSPITE
•
DIAGNOSI DI DEMENZA
•
DISTURBI DEL COMPORTAMENTO
•
ATTENZIONE E INTERESSE SPONTANEA
VERSO LA BAMBOLA
•
RICONOSCE LA BAMBOLA COME BAMBINO
15
PASSAGGI SALIENTI DELLA
SPERIMENTAZIONE
La consegna
• L’osservazione e i tempi
dell’accudimento
• La registrazione dei dati
• Il ritiro
•
16
LA DOCUMENTAZIONE
•
PROCEDURA DI CONSEGNA
•
CONSENSO INFORMATO DA PARTE DEI PARENTI
•
SCHEDA DI INSERIMENTO SPERIMENTAZIONE ( Informazioni
cliniche, anamnestiche, test, terapia farmacologica…..)
•
SCHEDE DI OSSERVAZIONE: Scheda Osservativa
sperimentazione bambola terapeutica - Scheda di
osservazione giornaliera )
•
REGISTRO CONSEGNE ( Agitazione psicomotoria:
Somministrata Terapia della Bambola con beneficio)
17
CONCLUSIONI
•
La terapia della bambola è sicuramente efficace per
il trattamento di alcuni disturbi comportamentali
•
E’importante garantire e mantenere corrette
modalità di consegna e di ritiro delle bambole
terapeutiche
•
E’ importante mantenere delle corrette procedure di
trattamento rispettando i protocolli terapeutici di
inserimento
•
Bisogna valurare con molta attenzione gli
inserimenti utilizzando le schede osservative
somministrate nella prima fase di testificazione
•
Analizzare con attenzione le possibili criticità
utilizzando le informazioni relative alla storia
personale del paziente ed osservando tutti i segnali
verbali e non verbali evidenziati dal paziente
19

Documenti analoghi