trattamento con radiofrequenza di lesioni epatiche

Commenti

Transcript

trattamento con radiofrequenza di lesioni epatiche
Regione del Veneto - AZIENDA U.L.SS. N. 8 ASOLO
Ospedale di Castelfranco Veneto e Montebelluna
dipartimento diagnostica per immagini
unità operativa radiologia
TRATTAMENTO CON RADIOFREQUENZA DI LESIONI EPATICHE
- CONSENSO INFORMATO Le lesioni epatiche maligne, primitive o secondarie, possono essere trattate con una metodica
denominata “radiofrequenza” e questa procedura è ben codificata e praticata in tutto il mondo dal
1994.
Si utilizza come fonte distruttiva della neoplasia, il calore, molto elevato, che deve carbonizzare la
lesione utilizzando macchine dedicate e costruite appositamente per questo fine.
Il calore è sviluppato nella lesione da un ago del diametro di 1-2 mm, la cui punta è attiva in un
tipo di attrezzatura per un tratto di circa 3 cm, in un attrezzatura per fuoriuscita dalla punta
dell’ago, di alcuni uncini metallici che vengono aperti quasi come un ombrello all’interno della
neoplasia.
La procedura richiede l’anestesia generale per eliminare il notevole dolore che generalmente
caratterizza questo intervento; l’anestesia potrà durare da un minimo di 5 ad un massimo di 30
minuti e tutte le manovre saranno controllate in tempo reale con l’ecografia.
Le complicanze possibili sono molto importanti e vanno ricordate perché possono consistere in
lesioni del diaframma toracico ed emorragie o infezioni della lesione dopo il trattamento; sono
possibili anche eventuali lesioni agli organi circostanti il fegato.
Queste evenienze sono relativamente rare e nella nostra esperienza si sono verificate solo in 5
pazienti, durante un periodo di tempo di 10 anni.
Potendo utilizzare tutti e due i tipo di ago previsti siano di volta in volta in grado di scegliere la
procedura più richiesta per la sua patologia, la scelta della macchina e dell’ago più idonei per il
trattamento delle sue lesioni le sarà comunicata prima dell’anestesia generale.
Nei giorni successivi all’ intervento è possibile si verifichino alcune complicazioni molto comuni,
quali lieve febbre, debolezza e anemia, che generalmente possono essere trattate con antibiotici e
antiinfiammatori, con risoluzione entro alcuni giorni.
Sarà necessario nei mesi successivi eseguire delle TC o delle RM per controllare l’ efficacia del
trattamento, che può comunque essere ripetuto a distanza di tempo.
1
Qualora lo svolgimento della procedura diagnostica/interventistica e le possibili complicanze
non le fossero sufficientemente chiare è pregato di chiedere ulteriori delucidazioni al medico
che effettuerà l’indagine, prima di sottoscrivere il suo consenso.
Io sottoscritto/a………………………………………………………………………………………………………………………………..
dichiaro di essere stato/a adeguatamente informato/a dei problemi relativi alla mia situazione
clinica, di essere consapevole dell’ utilità dell’ indagine, delle modalità di svolgimento e degli
eventuali effetti collaterali e complicanze e pertanto:
ACCONSENTO ALL’ESECUZIONE DELL’ INDAGINE E ALLE MANOVRE INTERVENTISTICHE
PREVISTE.
NON ACCONSENTO ALL’ESECUZIONE DELL’INDAGINE
La Sua privacy è importante. Tutte le informazioni raccolte in questa procedura saranno considerate confidenziali. Se
pubblicheremo i risultati della Sua procedura in riviste mediche, non useremo informazioni che potrebbero svelare la Sua
identità. La sottoscrizione del presente modulo implicherà, ai sensi e per gli effetti della Legge 196/2003 che ha
sostituito la Legge 675/96 relativa alla “Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali”,
la dichiarazione che Lei è stato dettagliatamente ed esaurientemente informato ai sensi degli Art. 10 e 13 della Legge
citata in merito ai suoi diritti, prestando conseguentemente il suo consenso incondizionato al trattamento, comunicazione
e diffusione dei suoi dati personali, comprensivi dei dati contenuti nella sua cartella e concernenti la patologia di cui è
affetto/a per fini di catalogazione, elaborazione, conservazione e registrazione presso gli archivi della nostra struttura
per finalità gestionali, statistiche oltre che per scopi di ricerca scientifica, riconoscendo che tale attività è indispensabile
per il monitoraggio, lo sviluppo e l’ aggiornamento necessari per la miglior tutela della Sua salute. Tali dati potranno
essere inoltre condivisi in forma anonima con Società Scientifiche che ne facessero richiesta.
Data…………………………………………………………….
Firma……………………………………………………………………………………
2

Documenti analoghi