Scarica Pdf - Alessandro Luigi Perna

Commenti

Transcript

Scarica Pdf - Alessandro Luigi Perna
SETTIMANE MUSICALI INTERNAZIONALI DELLA
COMUNITÀ COLLINARE INTORNO AL LAGO DI VIVERONE:
CONCERTI: 2 AGOSTO – 7 SETTEMBRE 2008
CORSI: 26 LUGLIO – 13 AGOSTO 2008
SOTTO IL PATRONATO DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, MINISTERO
DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, MINISTERO DEI BENI CULTURALI
CREDITI DI MUSICA SUL LAGO
Ideazione del Festival: Alberto Zola, Sergio Patria, Giulio Monti
Organizzazione: A.Gi.Mus. - Sezione di Biella - Nuovo Insieme Strumentale Italiano (N.I.S.I.)
Direzione Artistica: - Sergio Patria e Elena Ballario
Segreteria organizzativa: Stefania Lacchia
Comunicazione e grafica a cura di: Fabrizio Lava - E20Progetti - Biella
Responsabile dell’ufficio stampa: Alessandro Luigi Perna - Studio Perna – Milano
Collaboratrice dell’ufficio stampa: Letizia Merlo - E20Progetti - Biella
Comitato promotore:
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Francesco Comotto - Sindaco del Comune di Settimo Rottaro e Presidente della Comunità Collinare
Pier Franco Causone - Sindaco del Comune di Maglione
Giulio Monti - Sindaco del Comune di Viverone
Amanda Prelle - Sindaco del Comune di Palazzo Canavese
Giovanni Gianotti - Sindaco del Comune di Cossano
Mario Enrico - Sindaco del Comune di Borgo d’Ale
Angiolino Santina - Sindaco del Comune di Azeglio
Favaro Benito - Sindaco del Comune di Piverone
Vittorio Barazzotto - Sindaco di Biella
Enti sostenitori:
•
•
•
•
•
•
•
•
Presidenza del Consiglio Regionale del Piemonte
Regione Piemonte
Provincia di Biella
Città di Biella
Santuario di Oropa
Fondazione Cassa di Risparmio Biella
Fondazione Cassa di Risparmio di Torino
Camera di Commercio di Biella
Con il patrocinio di:
• Provincia di Torino
Partner:
•
•
•
•
ATL della Valsesia e Vercelli
ATL Biellese
Biella Turismo
Turismo Torino e Provincia
Sponsors:
•
•
•
•
•
Lauretana S.p.A.
Agorà Palace Hotel
Augustus Hotel Biella
Biella Auto
Imaie – Istituto per la tutela dei diritti degli artisti, interpreti ed esecutori
Località degli spettacoli in ordine cronologico:
•
•
•
•
2 agosto - Comune di Viverone (Biella)
6 agosto - Comune di Piverone (Torino)
9 agosto - Comune di Settimo Rottaro (Torino)
12 agosto - Comune di Azeglio (Torino)
2
•
•
•
•
•
15 agosto - Comune di Maglione (Torino)
18 agosto - Comune di Palazzo Canavese (Torino)
23 agosto - Comune di Cossano Canavese (Torino)
26 agosto - Comune di Borgo d’Ale (Vercelli)
7 settembre - Comune di Biella - Oropa Santuario
INFO PER IL PUBBLICO
BIGLIETTERIA
Costo del biglietto:
• posto unico euro 10.00 per i concerti del 2, 6 e del 15 agosto
• posto unico euro 6.00 per i concerti del 9, 12, 18, 26 agosto e del 7 settembre
Nb. Per i residenti nei comuni della Comunità Collinare e per i soci A.Gi.Mus 2008 il costo del biglietto sarà
ridotto del 50%
Orari:
•
•
per i concerti principali vedere il comunicato da pag. 12
per i concerti finali dei corsi vedere il comunicato da pag. 13
Ingresso gratuito
•
ingresso gratuito ai concerti finali degli allievi dei corsi di Biella Oropa Santuario e di Viverone.
In caso di maltempo
•
•
I concerti del 2/6/12/15 agosto si terranno nella Palestra Comunale del comune di Piverone (Strada per
Zimone)
Il concerto del 18 agosto a Palazzo Canavese in caso di maltempo si terrà presso il Centro Comunitario
“A.Olivetti”.
Per informazioni al pubblico:
Musica sul lago:
www.musicasullago.it;
A.Gi.Mus - Sezione di Biella:
via Salussola 4 - 13885 Salussola (BI)
tel./fax +39 0161 993018
[email protected] - www.agimusbiella.it
Segreteria Oganizzativa:
Stefania Lacchia - [email protected]
Comunità Collinare c/o Comune di Viverone
via Umberto I, n° 107 - 13886 Viverone (BI)
tel./fax +39 0161 987810
orario segreteria:dal martedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30
[email protected] - www.intornoallago.it
Amministrazione Santuario di Oropa
Ufficio Accoglienza - Santuario di Oropa
tel. +39 015 25551200 - fax +39 015 25551219
[email protected] - www.santuariodioropa.it
3
INFO PER I GIORNALISTI
Fino al 2 agosto
Studio Perna – Giornalismo & fotografia
Contatto: Alessandro Luigi Perna
Tel. 02/2046240 - cell. 338/5953881
E-mail: [email protected]
Dal 3 agosto
E20PROGETTI srl
Contatto: Letizia Merlo
[email protected]
via Milano, 94 - 13900 - Biella - ITALY
tel. +39 015 25.29.201 - fax +39 015 25.29.193
cel. +39 328 32.66.138 - skype name: letiziamerlo
www.e20progetti.it
4
CONTRO “LA SUBCULTURA MASSIFICATA” UN
FESTIVAL DI QUALITÀ “INTORNO AL LAGO”
«Una dolce melodia di archi e pianoforte emergeva come dal nulla, in una notte di mezza estate, nei pressi
di una villa storica affacciata sul lago. Non pareva vero di sentire tanta qualità lontano da un auditorium
cittadino e allora provai a seguire le note che si rincorrevano avvicinandomi alla fonte di quel magico fluire
di suoni. Dopo pochi minuti di vibrante ricerca ecco svelato l’arcano: mi trovavo nel bel mezzo di un
concerto delle Settimane Musicali “Intorno al Lago” circondato da appassionati di buona musica giunti da
ogni dove per godere della bravura di artisti di altissimo livello immersi nella cornice affascinante di luoghi
nuovi fino a ieri sconosciuti……»
In queste poche righe, che avrebbe potuto lasciare un ipotetico visitatore passato dalle nostre parti, si può
ritrovare quell’atmosfera magica che accompagna tutti coloro i quali seguono i concerti del corposo e
variegato programma di questa kermesse estiva giunta quest’anno alla sua VI edizione. Sotto il denominatore
comune della professionalità e della qualità si susseguono nell’arco di quattro settimane una serie di
appuntamenti musicali che, toccando tutti gli otto comuni della Comunità Collinare “Intorno al Lago”,
portano sul nostro territorio i più svariati generi musicali. Si potrà ascoltare un’orchestra sinfonica in una
scenografica piazza storica, musica etnica in un paese che è anche museo artistico a cielo aperto, jazz o irish
music in un caratteristico borgo collinare, un’orchestra sinfonica internazionale in una chiesa barocca,
l’operetta o il musical in un paesino arroccato ai piedi della Serra, un quintetto d’archi o un’esibizione di
strumenti tradizionali in una romantica piazzetta. E tutto questo ha inizio, tradizionalmente, con l’esibizione
di una grande voce del nostro tempo (ricordiamo Luciana Serra, Ugo Pagliai, Catherine Spack, Alessandro
Haber, e per questa edizione Amanda Sandrelli) nella suggestiva cornice di una villa storica che,
appoggiandosi sui primi contrafforti della morena orientale dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea, getta il suo
sguardo sul lago di Viverone.
E’ un appuntamento importante nel quale crediamo fortemente e che cerchiamo di mantenere in vita con tutti
i nostri sforzi perché c’è tanto bisogno di respirare quelle emozioni e quelle suggestioni che solo
un’esibizione dal vivo e di elevata qualità artistica sa regalare contrapponendosi alla sub-cultura massificata
proposta troppo spesso dal palinsesto televisivo.
C’è altresì bisogno di respirare aria pura nel vero senso della parola lontani dallo smog e dagli affanni delle
metropoli per cui Vi invitiamo a scoprire la nostra terra e i nostri luoghi magari partendo proprio degli
spettacoli offerti dalle Settimane Musicali. Il giorno seguente il concerto potrete passeggiare rilassandovi
sulle sponde del lago, inforcare la mountain bike o montare in sella ad un cavallo per percorrere qualche
tratto dell’Alta Via dell’Anfiteatro morenico di Ivrea o qualcuno dei sentieri turistici che stiamo realizzando,
pagaiare verso l’area palafitticola e naturalistica del Maresco, visitare i caratteristici borghi della Comunità
Collinare degustando qualche prodotto tipico accompagnato dall’immancabile ed impareggiabile vino
Erbaluce. Ottimi ristoranti, hotel, campeggi, agriturismi e B&B sapranno accogliervi nel modo più
opportuno. A questo punto non mi resta che salutarVi con un arrivederci a breve al primo appuntamento
…… “Intorno al Lago”.
Francesco Comotto
Presidente della Comunità Collinare
5
MUSICA, NATURA, FEDE E ARTE AL SANTUARIO DI OROPA
Secolare luogo di spiritualità, il Santuario di Oropa accoglie la rassegna “Musica sul Lago” rinnovando
l’entusiasmo con cui, già nella scorsa edizione, ha dato il benvenuto agli allievi delle master-class che hanno
allietato l’estate di Oropa.
Anche quest’anno, le stanze del Santuario ospiteranno i musicisti che si eserciteranno per poi esibirsi davanti
al pubblico di visitatori che vengono qui a trascorrere l’estate al cospetto della Madonna Nera: le note del
flauto, del pianoforte e del canto varcano la dimensione del tempo in un luogo che, ancora oggi, dopo sette
secoli di storia, rappresenta un centro di meditazione dove la fede, l’arte e la natura si incontrano.
Tra i suggestivi spazi di Oropa, i giovani artisti avranno modo di perfezionare la loro tecnica immersi nella
Riserva Naturale, dove l’architettura del Santuario e del Sacro Monte, inserito nella lista del patrimonio
mondiale dell’umanità dall’UNESCO, incontra la natura in un eccezionale esempio di paesaggio
sacralizzato.
Auguriamo agli allievi di quest’anno di trascorrere un’esperienza unica, di crescita professionale e personale,
qui nel silenzio dove il suono della musica rompe l’attesa, dove si cela lo spazio dell’anima, la conoscenza
profonda di se stessi, senza tempo.
Oliviero Girardi
Segretario del Santuario di Oropa
6
UN VIAGGIO ATTRAVERSO LA MUSICA DEL MONDO
Il Festival di Musica sul lago è stato concepito sin dalla prima edizione con l’intenzione di condurre gli
spettatori in un viaggio attraverso le più diverse forme ed esperienze musicali. Ha perciò sempre proposto
spettacoli con interpreti provenienti da ogni parte del mondo. Ma ogni serata ha sempre avuto un minimo
comune denominatore: l’altissima qualità degli artisti che salivano sul palco. La stessa qualità che viene
riproposta nell’edizione 2008 della manifestazione. A dimostrarlo, sin dalla tradizionale serata inaugurale di
Viverone, è l’artista ospite di sabato 2 agosto: la figlia d'arte Amanda Sandrelli. A lei il compito di ripetere il
successo del 2007 di Alessandro Haber che l’anno scorso interpretò uno spettacolo tutto dedicato al tango.
Proprio come farà lei: la Sandrelli è infatti la protagonista di “Storie di tango e di passioni”, una performance
con voce, chitarra e bandoneon, costruita sulle pagine più emblematiche di alcuni dei maggiori poeti della
storia argentina. Musica e parole che si rincorrono, magia e ricordi che si uniscono in un solo istante, sulle
note delle composizioni che più hanno emozionato il pubblico nella storia della musica moderna.
Nella Piazza Lucca di Piverone il gruppo strumentale dell'Orchestra Bartolomeo Bruni della Città di Cuneo
proporrà invece un'insolita nuova versione del Maestro di Cappella. Protagonisti della serata Matteo Peirone
e Linda Campanella che, diretti da Eddi De Nadai, daranno vita a esilaranti e imbarazzanti situazioni in una
commedia degli equivoci dal ritmo incalzante. La cornice imponente e raffinata della Chiesa Parrocchiale di
Settimo Rottaro accoglierà invece il caldo suono dell'Orchestra Siglo XXI di Madrid che offre al pubblico un
solista d'eccezione di soli sedici anni. Ad Azeglio il tradizionale concerto orchestrale continua con “Il giro
del mondo in ottanta giorni”: le più belle e popolari arie dei nostri tempi riproposte in chiave lirica e
sinfonica dall'Orchestra Città di Grosseto e dai suoi due cantanti solisti.
A essere sensazionale è però lo spettacolo di ferragosto a Maglione con i Cosacchi del Don. Protagonisti
trenta ballerini lanciati in spericolate danze tradizionali, acrobazie vorticose e coreografie indimenticabili.
Altro personaggio di spicco in programma è a Palazzo Canavese Luigi Maio con l'Ensemble “Il Nuovo
Contrappunto” che si cimenterà in un virtuosistico divertimento tutto fatto di effetti dinamici e fonici.
L’atmosfera a Cossano Canavese è invece molto più raccolta e intima. Sul palco ci sarà infatti il “Fabbro
armonioso”, un ensemble specializzato in musica antica che interpreta un suggestivo programma con brani di
autori tedeschi e italiani del XVII e XVIII secolo. Dal titolo pragmatico e inusuale ma di certo una sorpresa
da non perdere è “Demenza”, lo spettacolo di Elio Pandolfi e dei suoi partners che denuncia con ferocia e
ironia irresistibile il fanatismo popolare. Il prestigioso Ensemble di fiati Gottlieb dell'Orchestra Nazionale
Sinfonica della Rai chiude questa edizione della rassegna alla Sala Convegni del Santuario di Oropa,
aggiungendo così a Musica sul Lago un concerto in più rispetto all’anno scorso in una sede prestigiosissima .
Grazie naturalmente a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione della VI edizione del Festival
Musica sul Lago. E soprattutto: buona musica a tutti!
Sergio Patria
Presidente di A.Gi.Mus. - Sezione di Biella
7
MUSICA SUL LAGO: NOVE CONCERTI E 12 CORSI CON I MAGGIORI
PROTAGONISTI DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO
Un mese di spettacoli e corsi nell’affascinante cornice del lago di Viverone, nei palazzi e nei borghi delle
province di Torino, Biella e Vercelli. Torna il festival estivo “Musica sul Lago” che per l’edizione 2008 si amplia
aggiungendo la data al Santuario di Oropa. In programma propone concerti di musica classica e da camera,
musica sudamericana, recital dal vivo e spettacoli di danza. A inaugurare la VI edizione del Festival sarà
Amanda Sandrelli accompagnata dalle note malinconiche del tango di Astor Piazzolla. Di scena poi in ordine
cronologico Matteo Peirone accompagnato dall’Orchestra “B. Bruni” della Città di Cuneo, L’Orquestra Siglo
XXI di Madrid, l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto diretta Francesco Di Mauro con il soprano Santina Lanza
e il tenore Sergio Cerutti, il gruppo artistico russo Cossack Curen, Luigi Maio e l’Ensemble Nuovo
Contrappunto, l’Ensemble “Il fabbro armonioso”, Elio Pandolfi con Sebastiano Brusco, Marco Scolastra e
Tetraktis Percussioni. A chiudere il festival è infine l’Ensemble di Fiati Gottlieb dell'Orchestra Sinfonica
Nazionale della RAI. Come di consueto i corsi al Santuario di Oropa e a Viverone (anticipati al 26 luglio)
affiancano il ricco programma di spettacoli.
CONCERTI – Arrivato alla sua VI edizione il festival Musica sul Lago, curato da Sergio Patria ed Elena
Ballario, ripropone la sua formula vincente all’insegna del rinnovamento e della tradizione offrendo 12 corsi e
9 spettacoli (con la novità del Santuario di Oropa) in cui parole e musica, voci e strumenti, attori e musicisti
si rincorrono e s’incontrano dal 2 agosto al 7 settembre sui palchi dei borghi delle province di Torino, Biella e
Vercelli. La serata d’inaugurazione degli spettacoli principali è il 2 agosto a Viverone (Villa Paolina) con lo
spettacolo “Storie di tango e di passioni”, in cui la voce della figlia d’arte Amanda Sandrelli si fa accompagnare
dalla chitarra e dal bendoneon del duo Bandini-Chiacchiaretta. Il 6 agosto a Piverone (Piazza Lucca) Matteo
Peirone, accompagnato dall’Orchestra “B. Bruni” della Città di Cuneo, dà vita invece alla pastiche teatrale “Se
mi danno il permesso un’aria canterò”, mentre il 9 agosto a Settimo Rottaro (Sagrato della Chiesa Parrocchiale)
è protagonista“L’Orquestra Siglo XXI di Madrid”con musiche di Mozart, Elgar e Wieniawski. Il 12 agosto
ad Azeglio (Piazza Massimo D'Azeglio) l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto diretta da Francesco Di Mauro
accompagna il soprano Santina Lanza e il tenore Sergio Cerutti in “Ciak…!!! Si gira… Il mondo in ottanta
minuti”. Tutta un’altra atmosfera è quella dei balletti dei Cosacchi del Don e del gruppo artistico russo Cossack
Curen in programma il 15 agosto a Maglione (Piazza Massimo D’Azeglio), a cui segue la pièce teatrale
“Nonsense” di Luigi Maio (voce recitante) e dell’Ensemble Nuovo Contrappunto il 18 agosto a Palazzo
Canavese (Piazza della Chiesa Parrocchiale). Più intimista è il concerto da camera previsto per il 23 agosto a
Cossano Canavese (Sagrato della Chiesa Parrocchiale) eseguito dall’Ensemble “Il fabbro armonioso” con
musiche di Bach, Telemann, Finger e Schaffrath. Il 26 agosto a Borgo d’Ale (Teatro Comunale) a tenere la
scena è invece Elio Pandolfi, voce recitante nel “Concerto della Demenza”, insolita pagina di Vieri-Tosatti
preceduta dalle amatissime arie di Gershwin e Ravel, interpretate da Sebastiano Brusco e Marco Scolastra al
pianoforte e dall'Ensamble Tetraktis Percussioni. Il festival si conclude il 7 settembre al Santuario di Oropa
(Sala Convegni) con l’Ensemble di Fiati Gottlieb dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI che ha in
programma l’Ouverture de “Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini nella trascrizione di W. Sedlak, la Petite
Symphonie di C. Gounod, il “Rondino in mib maggiore op. 25” di L. van Beethoven, e infine la “Serenata in do
minore” K 388 di W. A. Mozart.
CORSI – Anticipati al 26 luglio, a condurre i corsi di Viverone a Villa Lucca fino al 1° agosto sono Glauco
Bertagnin, Paola Tumeo e Sergej Galaktionov per il violino, Marco Ferrari e Sergio Patria per il violoncello,
Davide Botto per il contrabbasso, e Frederic Zigante per la chitarra. A quelli indicati si aggiungono i corsi di
Musica da Camera e Orchestra Giovanile tenuti da Sergio Patria e Elena Ballario, curatori di tutta la
manifestazione. A conclusione è previsto come al solito un concerto finale a ingresso gratuito tenuto sempre a
Viverone proprio il 1° agosto. Sono invece dal 5 al 10 agosto i corsi di clarinetto e pianoforte tenuti alla Sala
Congressi del Santuario di Oropa da Fulvio Schiavonetti e Francesco Monopoli. A coronamento dei loro
sforzi il concerto finale degli allievi si terrà domenica 10 agosto. Discorso a parte invece per l’incontro con
Luciana Serra che avrà luogo nelle giornate del 12 e 13 agosto con concerto finale la sera del secondo giorno
alle 21.00. Notevolissimi sono i curriculum degli insegnanti. Bertagnin dal 1980 è altro primo violino solista dei
"Solisti Veneti". Paola Tumeo dal 1984 è docente titolare della Cattedra di Violino presso il Conservatorio G.
Verdi di Torino. Galktionov, nato in Russia, è solista della Filarmonica di Mosca e Primo violino stabile del
Teatro Regio di Torino. Il torinese Marco Ferrari come solista e come membro di varie formazioni
cameristiche svolge un'intensa attività concertistica in tutto il mondo. Botto è primo contrabbasso dell'orchestra
del Teatro Regio di Torino e docente di contrabbasso presso il Conservatorio "Giuseppe Verdi" della
medesima città. Frédéric Zigante si è guadagnato una posizione di primo piano a livello internazionale per la
sua attività poliedrica lontana dai luoghi comuni attribuiti alla chitarra. Schiavonetti ha collaborato con importanti
orchestre e principalmente con l’Orchestra Sinfonica di Torino della RAI. Monopoli ha tenuto una
8
notevolissima attività di concerti in Italia e all’estero e attualmente è docente e componente del Consiglio
Accademico del Conservatorio "N. Piccinni" di Bari. La prestigiosa carriera di Luciana Serra l'ha portata ad
essere stata protagonista in tutti i più importanti teatri italiani e del mondo.
SERGIO PATRIA E ELENA BALLARIO - Sergio Patria, con Elena Ballario direttore artistico del festival e
coordinatore dei corsi, è stato primo violoncello nell’Orchestra Sinfonica di Bogotà (Colombia), allo
Stadttheater di Lucerna (Svizzera) e dal 1974 al 1999 al Teatro Regio di Torino. Docente di violoncello al
Conservatorio G. Verdi di Torino dal 1977, lo è stato anche tra gli altri al Conservatorio di San Cristobal
(Venezuela), al Conservatorio dell’Università Nazionale Colombiana (Colombia), al Conservatorio e alla
Scuola Comunale di Lucerna, alla Scuola di Alto Perfezionamento di Saluzzo. Come interprete di concerti per
violoncello ed orchestra ha suonato sotto la guida di importanti direttori, tra i quali: Y. Ahronovitch, R. Chailly,
O. Nussio, T. Costin, S. Caduff,. E. H. Beer, M. Horvat, S. Lorant, B. Martinotti, A. Peiretti, M. Peiretti e F.
Zigante. Nel 2001 ha eseguito in prima esecuzione la “Rapsodia per violoncello e orchestra”, composta per lui dal
compositore A. Peiretti con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo. Elena Ballario, biellese, contemporaneamente
agli studi pianistici si è dedicata anche allo studio del violino e della composizione. Ha tenuto numerosi concerti
come solista e solista con orchestra in centri e per associazioni tra i più importanti in Italia ed all'estero.
Premiata a concorsi pianistici nazionali ed internazionali, è attiva anche come compositore di testi per la
didattica, brani per pianoforte e di musica da camera, trascrizioni ed elaborazioni, tra le quali programmi
monografici dedicati a G. Rossini, G. Verdi, F. Chopin, all’operetta, alle favole, all’opera lirica. Sue
composizioni sono state eseguite in Italia (tra le sedi Accademia Nazionale di Santa Cecilia - Parco della Musica,
Emilia Romagna Festival, Festival della Poesia di Parma, Festival della Letteratura di Verona, Settembre Dantesco
di Ravenna, Bolzano Sala Monteverdi-Amici della Lirica) Slovenia, Cina (Istituto di Cultura di Canton e
Pechino), Francia (Nizza Università del mediterraneo), Spagna e Svizzera. E' infine docente al Conservatorio di
Torino.
IL 2 AGOSTO VIVERONE (BIELLA) – “Quell’abbraccio così stretto tra uomo e donna l’ha inventato il tango.
Nessuna danza precedente aveva mai osato tanto. Esiste segno più evidente dell’amore?” si domanda Horacio
Ferrer. Il tango è infatti la perfezione sensuale di un istante, la solennità dell’erotismo di corpi e sguardi. E’
musica sporca e graffiante nata nei luoghi ai confini della legalità (case di appuntamenti e bische clandestine) e
perciò intrisa di una fisicità liricamente minimalista. Il tango è tutte queste cose e moltissimo altro ancora. A
raccontarlo è “Storie di tango e di passioni”, lo spettacolo che apre il festival il 2 agosto a Villa Paolina a
Viverone. Un viaggio intenso tra le note di Astor Piazzola (il compositore di tango oggi più conosciuto e amato
al mondo), le poesie di Josè Luis Borges e le canzoni di Carlos Gardel. Le musiche, che interpretano la
sensualità e la passione, il ritmo lento e l’atmosfera magica tipiche della cultura sudamericana, sono eseguite da
Giampaolo Bandini, oggi considerato uno tra i più brillanti e talentuosi chitarristi della sua generazione, e
Cesare Chiacchiaretta, pluripremiato musicista di bandoneon e profondo conoscitore di Astor Piazzolla. Attrice
protagonista della serata è Amanda Sandrelli, figlia di due “icone” del cinema e della canzone d’autore come
Stefania Sandrelli e Gino Paoli e, a sua volta, affermata attrice di cinema, di teatro e di televisione. A lei è
affidato il compito di interpretare le pagine più suggestive di alcuni dei poeti più famosi della letteratura
argentina. E di trasmettere la carica emotiva e il pathos che solo il tango sa dare.
6 AGOSTO PIVERONE (TORINO) – Il secondo spettacolo in programma è quello del 6 agosto in piazza
Lucca a Piverone. “Se mi danno il permesso un’aria canterò!” è la divertente pastiche teatrale per voce di
basso, soprano e orchestra di e con Matteo Peirone. Siamo nel Settecento, e un direttore musicale (Eddi De
Nadai) si trova ad avere a che fare con un’orchestra (l’Orchestra “B. Bruni” della Città di Cuneo) svogliata e
poco preparata con la quale deve montare un’aria da concerto da eseguire in pubblico. Per chi non l’avesse ancora
capito è la celeberrima trama del “Maestro di Cappella” di Domenico Cimarosa: una “prova d’orchestra” in
uno dei tanti teatri d’opera, con prime donne e strumentisti indisciplinati, le immancabili “pause caffè”
(tipiche di ogni orchestra che si rispetti) e le divertenti sfuriate del Maestro. Non manca in scena il momento
dedicato alle audizioni: quella della soprano spagnola Dolores Flamenco, della francese Chantalle Olympia e della
tedesca Fraulein Gertrude Hertz, tutte affidate alla soprano Linda Campanella - intensa interprete di ruoli da
soprano lirico-leggero di coloritura e molto prolifera nell’attività d’incisione discografica. Alla fine il Maestro,
interpretato proprio da Matteo Peirone, riuscirà nel suo intento e a trionfare sarà la musica di Rossini, Mozart e
Offenbach.
9 AGOSTO SETTIMO ROTTARO (TORINO) – Il 9 agosto sul Sagrato della Chiesa Parrocchiale di Settimo
Rottaro è la volta dell’Orquestra Siglo XXI di Madrid diretta da Carlos Luis Badia: qualità, sonorità e
interpretazione ai massimi livelli, tanto che l’Orchestra – impegnata in un’esibizione di fronte alla Regina Sofia
di Spagna nell’Auditorium di Musica Nazionale di Madrid – ha ricevuto una memorabile standing ovation. In
programma le più belle musiche di Edward Elgar, uno dei compositori più prestigiosi d’Inghilterra, definito il
“rinnovatore” della musica inglese. Dopo un’umile infanzia e una carriera da autodidatta, divenne infatti celebre
9
nel 1889 con le sue “Variazioni Enigma”, seguite dalla Serenata in Mi minore op. 20. Seppure la produzione di
Elgar rientri nella classica produzione ottocentesca di pezzi salottieri, brani per violino, pianoforte e piccoli
complessi da camera, la sua maturità espressiva e melodica lo fanno rientrare a pieno titolo nei grandi autori
della musica inglese del Novecento. Alla sua musica segue quella del polacco virtuoso del violino Wieniawsky e
quella di Mozart, di cui si potrà apprezzare la Sinfonia in la Maggiore n.29 K201 - “lo svolgimento più ricco” e
drammatico che Mozart avesse scritto fino a quel momento” secondo il musicologo Einstein. Ma la vera
protagonista della serata è Ana Maria Badia Nikiforova, classe 1992 ed ex “bambina prodigio” che ha incantato
i critici di tutto il mondo con il suo violino.
12 AGOSTO AZEGLIO (TORINO) – “Ciak…!!! Si gira… Il mondo in ottanta minuti!” è il titolo del quarto
concerto in programma il 12 agosto ad Azeglio in Piazza Regina Margherita. Conosciuta in tutta Italia,
l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto, diretta da Francesco Di Mauro, propone le più belle e popolari arie
dei nostri tempi: da “Mamma mia dammi cento lire” a “Besame Mucho” fino a “Cielito lindo”, “Il Dottor
Zivago” e “Torna a Surriento”. Un concerto straordinario che ripropone in chiave lirica e sinfonica successi
musicali consacrati dal grande schermo come “New York New York” e “Lawrence d’Arabia”. Con una vasta
esperienza artistica nella gestione di grandi masse orchestrali, Di Mauro è conosciuto in mezzo mondo grazie
alle sue direzioni di orchestre in Italia, Francia, Svizzera, Spagna, Croazia, Portogallo, Australia, Russia,
Bulgaria, Argentina, Brasile, Messico, Stati Uniti. Tra i suoi più recenti impegni: il Barbiere di Siviglia di
Gioachino Rossini al Festival di Metaponto, il Don Carlos di Giuseppe Verdi al Teatro dell'Opera di Zagabria, il
concerto con l'Orchestra Sinfonica Arturo Toscanini di Parma in commemorazione della strage del 2 agosto 1980
trasmesso in mondovisione dalla Rai, il concerto in memoria della strage di Piazza Fontana con l'Orchestra
Filarmonica di Torino, e due tournée con l'Orchestra Sinfonica Siciliana. Sul palco accanto a Di Mauro, nominato
nel 2001 Coordinatore alla Direzione Artistica dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, il soprano Santina Lanza,
interprete protagonista delle più importanti opere (da Carmen alla Turandot fino alla Tosca) e vincitrice nel
1995 del premio speciale per la migliore interpretazione dell’aria dell’Ottocento al concorso “Vincenzo
Bellini” di Caltanissetta. Le fa da contrappunto il tenore Sergio Cerutti, che si divide da sempre tra il repertorio
lirico e quello leggero lavorando con artisti del calibro di Elisabetta Viviani, Vilma de Angelis e Arturo Testa.
15 AGOSTO MAGLIONE (TORINO) – “I Cosacchi fondarono lo Stato Russo” disse il grande scrittore russo
Lev Tolstoj. “Datemi un centinaio di Cosacchi del Don e conquisterò il mondo” disse Napoleone Bonaparte.
Presenti in Russia da quasi 1000 anni e caratterizzati da valori culturali, sociali e spirituali comuni, sintesi e frutto
dell’unione di centinaia di tribù e popoli di razze diverse che si spostavano continuamente nelle steppe tra
l’Europa e l’Asia, valorosissimi guerrieri, i Cosacchi sono oggi tre milioni sparpagliati in varie zone della
Russia. A loro è dedicato il quinto appuntamento del festival: il 15 agosto in Piazza Regina Margherita a
Maglione si esibirà infatti il corpo di ballo del balletto Statale Russo “I Cosacchi del Don” diretto da Viktor
Preobrazhensky. La coreografia costruisce uno spettacolo indimenticabile: i Cosacchi del Don e il loro gruppo
artistico Cossack Curen sono la massima espressione professionale della cultura cosacca, riconosciuta anche
dallo Stato russo. Il ballo è un susseguirsi di danze di guerra, con movimenti irruenti e travolgenti tipici della
danza cosacca della regione di Khoper, e di giochi di spade che si ispirano alla Danza di Tersa (entrambi
interpretati dalla compagine maschile della compagnia), a cui si alternano eleganti e fiere miniature e
quadriglie, queste ultime affidate alle ballerine donne. Un crescendo di ritmo e un indimenticabile affresco
della cultura cosacca, con scenografici salti “avvitati”, giri mozzafiato, saltelli in ginocchio, in punta di piedi e
rimbalzi in spaccata.
18 AGOSTO PALAZZO CANAVESE (TORINO) - Il 18 agosto a Palazzo Canavese in Piazza della Chiesa
Parrocchiale si torna a sonorità e ritmi più classici. Ad aprire la serata è “Nonsense”, un concerto che presenta un
programma di musica del settecento fuori dagli stilemi settecenteschi, in cui l’elaborazione per strumenti
“moderni” non fa altro che sottolineare quanto la musica travalica lo stile e si propone come descrizione di stati
d’animo universali. L’Ensemble Nuovo Contrappunto, diretto da Mario Ancillotti, propone infatti nella prima
parte del loro spettacolo “Musica notturna per le strade di Madrid” di Luigi Boccherini, in cui si rivive
l’atmosfera fervida e allucinata di una Spagna piena di suoni e colori. A descriverli, prestando la voce ai
versi di Garcia Lorca, è Luigi Maio, musicista, attore e autore genovese che ha saputo catturare nelle sue
interpretazioni l’attenzione del pubblico concertando con eccezionale talento parola e gestualità con le note
degli strumenti. Nella seconda parte della serata si passa alla tradizione del “nonsense” britannico con
“Facade” di William Walton: un virtuosistico divertimento esercitato su versi a effetti dinamici e fonici, il tutto
giocato sulla varia velocità di direzione ritmica sulle rime e assonanze. L’idea di esplorare la musica in ogni
suo aspetto, anche meno conosciuto, è proprio il principio ispiratore del Nuovo Contrappunto, ensemble che
ama aprirsi alle più varie esperienze del linguaggio contemporaneo e del Novecento.
23 AGOSTO COSSANO CANAVESE (TORINO) – Un altro ensemble è protagonista del concerto del 23
agosto a Cossano Canavese sul Sagrato della Chiesa Parrocchiale. Si chiama “Il fabbro armonioso” ed è
10
composto da Gian Marco Solarolo (oboe barocco), Alfredo Perdetti (corno naturale) e Cristina Monti
(spinetta). A loro è affidato il compito di restituire sonorità e atmosfere della “Sonata da camera in Italia e
Germania tra XVII e XVIII secolo”. La musica è naturalmente quella di Bach, Telemann, Schaffrath e
Finger. L'ensemble nasce infatti dal proponimento di valorizzare e diffondere la letteratura cameristica con
strumenti a fiato del XVIII secolo eseguendola su strumenti originali. Il suo repertorio privilegia sonate di
autori italiani e tedeschi. I componenti dell'ensemble, formatisi in Italia e all'Estero con musicisti quali
B.Kuijken, F.Theuns, M.Hantai, A.Bernardini, P. Dombrecht, R.Gini, L.Ghielmi e A.Alessandrini, svolgono
da anni attività concertistica e singolarmente collaborano con alcuni tra i più importanti gruppi e orchestre
barocche. Attivo dal 1992, “Il Fabbro Armonioso” ha tenuto concerti in tutta Italia suonando in suggestive
sedi come la Chiesa di S.Maria della Pietà a Venezia, la Chiesa di S.Maria Maggiore ad Assisi, l'Oratorio di
S.Paolo all'Orto a Pisa, la Chiesa di S.Pelagia e la Cappella dei Mercanti a Torino, il Teatrino di Villa Reale a
Monza, il Castello di Rovereto, Villa Aldrovandi Mazzacorati a Bologna. I componenti dell'ensemble hanno
effettuato anche registrazioni radiofoniche per RAI Radio 3, la Radio Vaticana, la RTSI, la Radio spagnola 2
e incisioni discografiche per le case Stradivarius, Bongiovanni, Ricordi, Tactus, Nuova Era, Agorà e altre..
26 AGOSTO BORGO D’ALE (VERCELLI) - Lo spettacolo vede come protagonista Elio Pandolfi che il 26
agosto al Teatro Comunale di Borgo d’Ale recita ne “Il Concerto della Demenza” di Tosatti, uno spettacolo
eseguito in prima assoluta nel 2005 al Festival dei Due Mondi di Spoleto. Il grande attore, interprete eclettico, ha
lavorato tra gli altri con Luchino Visconti, Garinei e Giovannini, Luciano Salce, Johnny Dorelli e Gloria
Guida, Gigi Proietti e Rascel. Dal 1985 si dedica assiduamente all’Operetta e al suo antico amore: l’Opera lirica.
Memorabili sono le sue interpretazioni di Njegus ne “La vedova allegra” di Lehàr nei maggiori teatri italiani e
lo straordinario consenso di critica ricevuto nel ruolo di Spalanzani ne “I racconti di Hoffmann” di Offenbach.
Nel 2001 ha ricevuto il premio internazionale del Festival dell’Operetta di Trieste, dove è ritornato nel 2005 con
“La vedova allegra” sotto la direzione di Daniel Oren. E’ voce recitante in alcuni dei capolavori del Novecento
musicale, come “Pierino e il lupo di Prokof’ev”, “Histoire de Babar” di Poulenc, “Sports et divertissements”
di Satie, “L’histoire du Soldat” di Stravinskij. Mimo, cantante e doppiatore (sua è tra gli altri la voce di David
Niven, Spencer Tracy e Philippe Noiret) dà voce al lavoro giovanile di Vieri Tosatti, un testo che egli scrisse
dando voce al suo forte senso del paradossale e dell’umorismo, anche nelle loro forme più violente. Un gioco, un
divertissement per i due pianoforti di Sebastiano Brusco e Marco Scolastra, a cui si aggiungono làmine,
ferraglie varie, telefoni e petardi eseguiti dalla Tetraktis Percussioni (composta da Gianni Maestrucci, Leonardo
Ramadori e Gianluca Saveri). Anche la musica si adegua al messaggio ironico e dissacrante del concerto, e
omaggia due rappresentanti delle avanguardie storiche: Gorge Gershwin (An American in Paris) e Maurice
Ravel (Boléro).
7 SETTEMBRE SANTUARIO DI OROPA (BIELLA) – A concludere il festival di Musica sul Lago e novità
della VI edizione è la data alla Sala Convegni del Santuario di Oropa che prevede il concerto dell’Ensemble
Fiati Gottlieb dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI. A comporre la formazione sono Dante Milozzi
con il flauto, Francesco Pomarico e Teresa Vicentini con gli oboi, Enrico Maria Baroni e Franco da Ronco con i
clarinetti, Corrado Saglietti e Marco Tosello con i corni, Andrea Corsi e Cristian Crevena con i fagotti. Si
comincia con l’Ouverture de “Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini nella trascrizione di W. Sedlak, si prosegue
con la Petite Symphonie di C. Gounod, si passa poi al “Rondino in mib maggiore op. 25” di L. van Beethoven, e
si conclude con la “Serenata in do minore” K 388 di W. A. Mozart. I complessi da camera che si formano
all'interno dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai sono costituiti dalle prime parti e dai professori
d'orchestra, spesso protagonisti come solisti della Stagione Sinfonica della Rai. Ogni gruppo si propone
l'obiettivo di far conoscere e apprezzare le possibilità tecniche ed espressive di ciascuno strumento e delle varie
combinazioni, sfruttando la versatilità e la potenzialità dei singoli elementi, presentando un repertorio che va
dal classico al contemporaneo. Accolti sempre da un pieno successo di pubblico e di critica, i solisti
dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai integrano la loro attività concertistica con registrazioni e proficue
collaborazioni con case discografiche, unendosi sovente a solisti d'eccezione. In questa prospettiva si inserisce
anche l'attività dell’Ensemble di Fiati Gottlieb che si esibisce regolarmente in tutta Italia nei più prestigiosi
circuiti cameristici.
11
PROGRAMMA CONCERTI 2008
Sabato 2 agosto - ore 21.15
VIVERONE
Villa Paolina (via Zimone, 1)
“Storie di tango e di passioni”
Amanda Sandrelli voce recitante
Giampaolo Bandini chitarra
Cesare Chiacchiaretta bandoneon
Mercoledì 6 agosto - ore 21.15
PIVERONE
Piazza Lucca
“Se mi danno il permesso un’aria canterò!”
Pastiche teatrale per voce di basso, soprano e orchestra
di e con Matteo Peirone
da “Il Maestro di Cappella” di Domenico Cimarosa
con arie di G. Rossini, W. A. Mozart, J. Offenbach
Orchestra: “B.Bruni” della Città di Cuneo
Direttore: Eddi De Nadai
Personaggi e interpreti:
Il Maestro di Cappella: Matteo Peirone - basso
Segretario del Maestro: Francesco Squarotti – attore
Soprani: Dolores Flamenco, Chantal Olympia, Fraulein Gertrude Hertz, Linda Campanella
Sabato 9 agosto - ore 21.15
SETTIMO ROTTARO
Sagrato della Chiesa Parrocchiale
Orquestra Siglo XXI di Madrid
Carlos Luis Badia: direttore
Ana Maria Badia: violino solista
Musiche di: H. Wieniawski, W.A. Mozart
Martedì 12 agosto - ore 21.15
AZEGLIO
Piazza Regina Margherita
"CIAK....!!! SI GIRA.... IL MONDO IN OTTANTA MINUTI!"
Orchestra Sinfonica Città di Grosseto
Santina Lanza: soprano
Sergio Cerutti: tenore
Francesco Di Mauro: direttore
Venerdì 15 agosto - ore 21.30
MAGLIONE
Piazza Regina Margherita
Balletto Statale Russo “I Cosacchi del Don”
Lunedì 18 agosto - ore 21.15
PALAZZO CANAVESE
Piazza della Chiesa Parrocchiale
“Nonsense”
Ensemble Nuovo Contrappunto
Luigi Maio: voce recitante
12
Mario Ancillotti: direttore
Musiche di: L. Boccherini, W. Walton
Sabato 23 agosto - ore 21.15
COSSANO CANAVESE
Sagrato della Chiesa Parrocchiale
“ La sonata da camera in Italia e in Germania tra XVII e XVIII secolo”
Ensemble “Il fabbro armonioso”
Gian Marco Solarolo: oboe barocco
Alfredo Pedretti: corno naturale
Cristina Monti: spinetta
Martedì 26 agosto - ore 21.15
BORGO D'ALE
Teatro Comunale
“Il Concerto della Demenza”
Elio Pandolfi: voce recitante
Sebastiano Brusco, Marco Scolastra: pianoforti
Tetraktis Percussioni - Gianni Maestrucci, Leonardo Ramadori, Gianluca Saveri
Musiche di: G. Gershwin, M. Ravel, Vieri Tosatti
Domenica 7 settembre ore 17.00
BIELLA OROPA SANTUARIO
Sala Convegni
Ensemble di Fiati Gottlieb dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI
Dante Milozzi: flauto
Francesco Pomarico, Teresa Vicentini: Oboi
Enrico Maria Baroni, Franco da Ronco: Clarinetti
Corrado Saglietti, Marco Tosello: Corni
Andrea Corsi, Cristian Crevena: Fagotti
Musiche di: G. Rossini, C. Gounod, L.van Beethoven e W. A. Mozart
CORSI E CONCERTI FINALI
VIVERONE – CORSI
Villa Lucca (via Umberto I)
26 luglio / 1 agosto
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Glauco Bertagnin, Violino
Paola Tumeo, Violino
Sergej Galaktionov, Violino
Marco Ferrari, Violoncello
Sergio Patria, Violoncello
Davide Botto, Contrabbasso
Frederic Zigante, Chitarra (dal 26 al 31 luglio)
Sergio Patria – Elena Ballario Musica da Camera
Sergio Patria – Elena Ballario Orchestra Giovanile
VIVERONE – CONCERTI FINALI
Chiesa di San Rocco
Giovedì 31 luglio
• ore 21.00: I saggio degli allievi dei corsi
Venerdì 1 agosto
• Ore 17,00: II saggio degli allievi dei corsi
13
•
•
Ore 21.00: Concerto finale dell'Orchestra giovanile dei corsi.
A seguire - Chiesa di San Rocco: Consegna degli attestati di partecipazione e delle borse di studio.
OROPA SANTUARIO – CORSI
(Sala Congressi)
5/10 agosto
• Fulvio Schiavonetti, Clarinetto
• Francesco Monopoli, Pianoforte
12/13 agosto
• Incontro con Luciana Serra: “A proposito di tecnica vocale….”.
OROPA SANTUARIO – CONCERTI FINALI
Sala Congressi
Domenica 10 agosto
• Ore 17.00 e 21.00: Concerti finali dei corsi di clarinetto e pianoforte
Mercoledì 13 agosto
• Ore 21.00: Concerto finale dell’incontro con Luciana Serra.
:
NB. Ingresso gratuito ai concerti dei Corsi
14

Documenti analoghi