Aprile - Dipartimento per le pari opportunità

Commenti

Transcript

Aprile - Dipartimento per le pari opportunità
RELAZIONE
S ERVIZIO 1522
1 – 30 APRILE 2016
MESE
N° TELEFONATE
18 dicembre 2012 – 31 dicembre 2012
2.249
1 gennaio 2013 – 31 gennaio 2013
4.730
1 febbraio 2013 – 28 febbraio 2013
4.492
1 marzo 2013 – 30 marzo 2013
4.617
1 aprile 2013 – 31 aprile 2013
3.793
1 maggio 2013 – 31 maggio 2013
6.137
1 giugno 2013 – 30 giugno 2013
6.815
1 luglio 2013 – 31 luglio 2013
4.794
1 agosto 2013 – 31 agosto 2013
5.364
1 settembre 2013 – 30 settembre 2013
6.018
1 ottobre 2013 – 31 ottobre 2013
6.450
1 novembre 2013 – 30 novembre 2013
5.121
1 dicembre 2013 – 31 dicembre 2013
4.960
1 gennaio 2014 – 31 gennaio 2014
4.225
1 febbraio 2014 – 28 febbraio 2014
3.381
1 marzo 2014 – 31 marzo 2014
4.568
1 aprile 2014 – 30 aprile 2014
3.822
1 maggio 2014 – 31 maggio 2014
3.849
1 giugno 2014 – 30 giugno 2014
3.599
1 luglio 2014 -31 luglio 2014
4.129
1 agosto 2014 – 31 agosto 2014
3.836
1 settembre 2014 – 30 settembre 2014
3.568
1 ottobre 2014 – 31 ottobre 2014
3.458
1 novembre 2014 – 30 novembre 2014
3.462
1 dicembre 2014 – 31 dicembre 2014
3.139
1 gennaio 2015 – 31 gennaio 2015
3.103
1 febbraio 2015 – 28 febbraio 2015
2.544
1 marzo 2015 – 31 marzo 2015
2.792
1 aprile 2015 – 30 aprile 2015
2.857
1 maggio 2015 – 31 maggio 2015
3.120
1 giugno 2015 – 30 giugno 2015
3.264
1 luglio 2015 – 31 luglio 2015
2.748
1 agosto 2015 – 31 agosto 2015
3.075
1 1 settembre 2015 – 30 settembre 2015
3.237
1 ottobre 2015 – 31 ottobre 2015
3.311
1 novembre 2015 – 30 novembre 2015
3.372
1 dicembre 2015 – 31 dicembre 2015
2.807
1 gennaio 2016 – 31 gennaio 2016
2.795
1 febbraio 2016 – 29 febbraio 2016
2.655
1 marzo 2016 – 31 marzo 2016
2.893
1 aprile 2016 – 30 aprile 2016
2.538
TOTALE TELEFONATE
157.680
L’UTENZA
Es a minando il periodo che va dal 18 di cembre 2012, data in cui il Numero di Pubblica Utilità 1522 è s ta to a ffidato in gestione all’Associazione Nazionale Volontarie del Tel efono Ros a – Onl us , a l 30 a pri le 2016, osserviamo che i l numero totale di telefonate accolte dalle opera tri ci del Servi zi o è s a l i to a 157.680 Il mese di Aprile 2016, nello specifi co, ri s ul ta ca ra tteri zza to da l l a pres enza di 2.538 conta tti . Vol endo effettuare una suddivisione delle chiamate, rispetto ai contenuti che l ’utenza ha porta to a l l’attenzione del 1522, possiamo notare che 1.319 ha nno a vuto come uni co fi ne l o s cherzo, l a mol estia o addirittura l e chiamate s ono state effettuate da persone che hanno di chi a ra to di a ver s ba gl i a to numero. L’UTENZA Maschi e Femmine
Sesso
Totale
Percentuale
Femmina
1119
91,8%
Maschio
100
8,2%
Totale
1219
100%
2 Nel periodo preso in esame, rispetto ai 1.219 utenti che hanno preso contatti con il Servi zi o 1522, 1.119 s ono risultati essere di genere “Femminile” mentre i res ta nti 100 di genere “Ma s chi l e”. Nazionalità
Nazionalità
Totale
Percentuale
Italiana
1127
92,45%
Straniera
92
7,55%
Totale
1219
100%
3 Il 92,45% degli utenti risulta essere di “Nazionalità” “Italiana”, mentre il 7,55% ,“Stra niera”. Nazionalità straniere
Nazionalità
Totale
Percentuale
Marocco
16
17,39%
Brasile
9
9,78%
Romania
8
8,7%
Perù
7
7,61%
Ecuador
4
4,35%
Russia
4
4,35%
Albania
3
3,26%
Bielorussia
3
3,26%
Polonia
3
3,26%
Tunisia
3
3,26%
Non Identificato
2
2,17%
4 Bulgaria
2
2,17%
Colombia
2
2,17%
India
2
2,17%
Palestina
2
2,17%
Sri Lanka
2
2,17%
Argentina
1
1,09%
Bangladesh
1
1,09%
Bosnia ed Erzegovina
1
1,09%
Camerun
1
1,09%
Cina
1
1,09%
Corea del Nord
1
1,09%
Costa d'Avorio
1
1,09%
Cuba
1
1,09%
Filippine
1
1,09%
Germania
1
1,09%
Mali
1
1,09%
Moldavia
1
1,09%
Portogallo
1
1,09%
Regno Unito
1
1,09%
Repubblica Dominicana
1
1,09%
Serbia
1
1,09%
Slovenia
1
1,09%
Ucraina
1
1,09%
Uganda
1
1,09%
Ungheria
1
1,09%
Totale
92
100%
5 I 92 utenti stranieri ri feriscono di essere originari del “Ma rocco” nel 17,39% dei casi; del “Bra s i l e” nel 9,78%; della “Romania” nell’8,7%; del “Perù” nel 7,61%; s ia dell’ “Ecuador” che della “Rus s i a ” nel 4,35%; dell’ “Al bania”, della “Bielorussia”, della “Polonia” e del l a “Tuni s i a ” nel 3,26%; del l a “Bul garia”, della “Colombia”, dell’ “India”, della “Palestina” e del l o “Sri La nka ” nel 2,17%; nel l o 1,09% dei seguenti paesi: “Argentina”, “Bangladesh”, “Bosnia ed Erzegovina”, “Ca merun”, “Ci na ”, “Corea del Nord”, “Cos ta d’Avori o”, “Cuba ”, “Fi l i ppi ne”, “Germa ni a ”, “Ma l i ”, “Mol da vi a ”, “Portoga llo”, “Regno Unito”, “Repubblica Dominicana”, “Serbia”, “Slovenia”, “Ucraina”, “Uganda ” e “Ungheri a ”. Il da to ri s ul ta “Non i denti fi ca to” nel 2,17% dei ca s i . Motivi di chiamata
Tipo di chiamata
Totale
Percentuale
Informazioni sui Centri Antiviolenza Nazionali
436
35,77%
Richiesta di aiuto vittima di violenza
320
26,25%
Informazioni sul servizio 1522
157
12,88%
Numeri utili per chiamate fuori target
97
7,96%
Segnalazione di un caso di violenza
95
7,79%
Richiesta di aiuto vittima di stalking
63
5,17%
Informazioni giuridiche
34
2,79%
Emergenza
7
0,57%
Chiamata Internazionale fuori orario
5
0,41%
Responsabilità giuridica degli/delle operatori/trici dei servizi pubblici
4
0,33%
Segnalazione disfunzione servizi pubblici/privati
1
0,08%
Totale
1219
100%
6 Nel mese di Aprile 2016, i “Motivi di chiamata” che hanno spinto l’utenza a prendere conta tti con i l Numero Na zionale Antiviolenza e Stalking ri sultano distribuiti percentualmente i n questo modo: “Informazioni sui Centri Antiviolenza Na zionali” nel 35,77% dei casi; “Richiesta di a i uto vi tti ma di vi ol enza” nel 26,25%; “Informazioni sul s ervizi o 1522” nel 12,88%; “Numeri uti l i per chi a ma te fuori ta rget” nel 7,96%; “Segnalazione di un caso di vi olenza” nel 7,79%; “Ri chiesta di aiuto vi ttima di s talking” nel 5,17%; “Informazioni giuridiche” nel 2,79%; “Emergenza” nello 0,57%; “Chi a ma ta Internazionale fuori orario” nello 0,41%; “Responsabilità giuridica degli/del l e opera tori /tri ci dei s ervi zi pubblici” nello 0,33% e “Segnalazione disfunzi one s ervi zi pubbl i ci /pri va ti ” nel l o 0,08%. 7 Lingue colloquio
Lingua
Totale
Percentuale
Italiano
1210
99,26%
Arabo
8
0,66%
Francese
1
0,08%
Totale
1219
100%
Il 99,26% delle chiamate si s ono s vol te i n “Ita l i a no”; l o 0,66% i n “Ara bo” mentre l o 0,08% i n “Fra nces e”. 8 Disabilità
Disabilità
Totale
Percentuale
No
1129
92,62%
Non identificato
69
5,66%
Sì
21
1,72%
Totale
1219
100%
Il 92,62% dell’utenza non ha espressamente ri ferito la presenza di una “Disabilità” mentre l’ 1,72% ne ha confermato la presenza; la percentuale in cui questo dato risulta “Non i denti fi ca to” è pa ri i nvece a l 5,66% dei ca s i . 9 Transessualismo
Transessuale
Totale
Percentuale
No
1143
93,77%
Non identificato
71
5,82%
Sì
5
0,41%
Totale
1219
100%
Lo 0,41% dell’utenza ha ri ferito all’operatrice del Servi zio che ha a ccol to l a chi a ma ta di es s ere “Tra ns essuale” mentre i l 93,77% di non esserlo; il dato risulta “Non i denti fi ca to” nel 5,82% dei ca s i . 10 Orientamento sessuale
Orientamento sessuale
Totale
Percentuale
Eterosessuale
1150
94,34%
Non identificato
68
5,58%
Omosessuale
1
0,08%
Totale
1219
100%
Rel ativamente alla va riabile “Orientamento Sessuale”, l ’utenza riferisce di essere “Eterosess ua l e” nel 94,34% dei ca s i e “Omos es s ua l e” nel l o 0,08%. Nel ri ma nente 5,58% dei ca s i non è s ta to pos s i bi l e i denti fi ca re i l da to i n es a me. 11 Regioni
Regione
Totale
Percentuale
Lombardia
171
14,03%
Lazio
149
12,22%
Sicilia
121
9,93%
Campania
118
9,68%
Piemonte
114
9,35%
Non definito
75
6,15%
Puglia
74
6,07%
Emilia-Romagna
73
5,99%
Toscana
52
4,27%
Veneto
44
3,61%
Liguria
41
3,36%
Sardegna
35
2,87%
Marche
31
2,54%
Calabria
29
2,38%
Abruzzo
28
2,3%
Friuli-Venezia Giulia
17
1,39%
Umbria
15
1,23%
Trentino-Alto Adige
12
0,98%
Basilicata
8
0,66%
Non risponde
5
0,41%
Valle d'Aosta
4
0,33%
Molise
3
0,25%
Totale
1219
100%
12 Ri s petto alla provenienza regionale delle chiamate giunte al Servizio 1522 nel mese considerato, le percentuali ri sultano così dis tri bui te: “Lomba rdi a ”, 14,03%, “La zi o”, 12,22%; “Si ci l i a ”, 9,93%; “Ca mpa nia”, 9,68%; “Pi emonte”, 9,35%; “Puglia”, 6,07%; “Emili a ‐Roma gna ”, 5,99%; “Tos ca na ”, 4,27%; “Veneto”, 3,61%; “Li guria”, 3,36% “Sardegna”, 2,87%; “Ma rche”, 2,54%; “Ca labria”, 2,38%; “Abruzzo”, 2,3%; “Fri uli‐ Venezia Giulia”, 1,39%; “Umbri a , 1,23%; “Trenti no‐Al to Adi ge”, 0,98%; “Ba s i l i ca ta ”, 0,66%; “Va l l e d’Aos ta ” 0,33% e “Mol i s e”, 0,25%. Il da to in esame ri sulta “Non definito” nel 6,15% dei ca si mentre da qua nto emers o nel l o 0,41% del le chiamate, l’utenza ha preferito “Non ri spondere” a ques ta doma nda . Lomba rdi a e La zi o confermano di essere l e regioni da cui provengono il maggior numero di tel efona te. La Si ci l i a s i col l oca al terzo posto con il 9,93%: ci ò forse ra ppresenta ma ggi or cons a pevol ezza del di s a gi o s offerto e s ubi to. Primo Contatto
Primo Contatto
Totale
Percentuale
Sì
800
65,63%
No
419
34,37%
Totale
1219
100%
Il 65,63% delle chiamate risulta essere un “Pri mo Contatto”, mentre nel restante 34,37% non l o è. 13 S EGNALAZIONE DI UN CAS O DI VIOLENZA
Sesso vittime
Sesso
Totale
Percentuale
Femmina
90
94,74%
Maschio
5
5,26%
Totale
95
100%
Dura nte i l mese di Aprile 2016, l e s egnalazioni di una caso di vi olenza da parte di “Terze pers one” s ono state 95. Di queste 95, 90 s ono state segnalate da donne e 5 da uomini, con una percentua l e del 94,74% nel pri mo ca s o e del 5,26% nel s econdo. 14 VITTIME DI VIOLENZA Nel mese di Aprile 2016, l e operatrici del Servi zi o Na zi ona l e 1522 ha nno forni to a ccogl i enza , s upporto ed ori enta mento per s i tua zi oni di vi ol enza i n 320 chi a ma te. Sesso vittime
Sesso
Totale
Percentuale
Femmina
299
93,44%
Non identificato
14
4,38%
Maschio
7
2,19%
Totale
320
100%
Di queste 320 vi ttime giunte all’attenzione del servizio, 299 (93,44%) ri s ultano essere donne e 7 (2,19%), uomi ni. In 14 (4,38%) ca s i non è stato possibile identificare il sesso della vi ttima. 15 DONNE VITTIME DI VIOLENZA I da ti che verranno da questo momento presi i n considerazione si ri feriscono a lle 299 chi amate che i dentificano come vi ttima di vi olenza delle donne.
Nazionalità
Nazionalità
Totale
Percentuale
Italiana
257
85,95%
Straniera
42
14,05%
Totale
299
100%
Le percentuali relative alla “Na zionalità” indicano che l ’85,95% delle donne vi ttime di vi olenza, che nel mese di Aprile hanno preso contatti con i l Numero di Pubbl i ca Uti l i tà , s ono di na zi ona l i tà “Ita l i a na ”, mentre i l 14,05%, “Stra ni era ”. 16 Nazionalità straniere
Nazionalità
Totale
Percentuale
Marocco
5
11,9%
Perù
5
11,9%
Romania
5
11,9%
Brasile
4
9,52%
Albania
2
4,76%
Ecuador
2
4,76%
Polonia
2
4,76%
Russia
2
4,76%
Argentina
1
2,38%
Bangladesh
1
2,38%
Bielorussia
1
2,38%
Bosnia ed Erzegovina
1
2,38%
Colombia
1
2,38%
Corea del Nord
1
2,38%
Costa d'Avorio
1
2,38%
Filippine
1
2,38%
Germania
1
2,38%
India
1
2,38%
Repubblica Dominicana
1
2,38%
Slovenia
1
2,38%
Tunisia
1
2,38%
Uganda
1
2,38%
Ungheria
1
2,38%
Totale
42
100%
17 Le percentuali relative alla provenienza territoriale del l e 42 vi tti me di na zi ona l i tà s tra ni era s i di s tribuiscono in questo modo: “Ma rocco”, “Perù” e “Romania” nell’ 11,9% dei casi; “Bras i l e” nel 9,52%; “Al ba ni a ”, “Ecua dor”, “Pol oni a ” e “Rus s i a ” nel 4,76%; “Argenti na ”, “Ba ngl a des h”, “Bi el orus s i a ”, “Bos ni a ed Erzegovi na ”, “Col ombi a ”, “Corea del Nord”, “Cos ta d’ Avori o”, “Fi l ippine”, “Germania”, “India”, “Repubblica Dominicana”, “Sl oveni a ”, “Tuni s i a ”, “Uga nda ” ed “Ungheri a ” nel 2,38% dei ca s i . Fascia d'età vittime
Età
Totale
Percentuale
35 - 44 anni
78
26,09%
45 - 54 anni
72
24,08%
25 - 34 anni
60
20,07%
65 ed oltre
38
12,71%
55 - 64 anni
31
10,37%
18 - 24 anni
10
3,34%
Non identificato
5
1,67%
Nessuna risposta
4
1,34%
Inferiore a 18 anni
1
0,33%
Totale
299
100%
18 Le donne vi ttime di vi olenza risultano a vere una “Fascia di età” compresa tra i “35 ed i 44 a nni” nel 26,09% dei casi; tra i “45 ed i 54 a nni” nel 24,08%; tra i “25 ed i 34 a nni ” nel 20,07%; da i “65 ed ol tre” nel 12,71%; tra i “55 ed i 64 a nni” nel 10,37%; tra i “18 ed i 24 a nni” nel 3,34% ed “Inferiore a 18 a nni ” nel l o 0,33% dei ca s i . Si ri scontra inoltre un 1,34% di casi in cui non è stata riferita a lcuna ri s pos ta , ed un 1,67% i n cui ques to da to ri s ul ta “Non i denti fi ca to”. 19 Occupazione lavorativa vittime
Occupazione
Totale
Percentuale
Occupata/o
105
35,12%
Disoccupata/o
66
22,07%
Pensionata/o
43
14,38%
Casalinga/o
42
14,05%
Lavoratrice/tore in nero
16
5,35%
Non risponde
12
4,01%
Studentessa/Studente
7
2,34%
Ritirata/o o inabile al lavoro
6
2,01%
Non identificato
2
0,67%
Totale
299
100%
Secondo quanto emerge dai dati statistici in esame, l a vittima di vi olenza ri s ul ta “Occupa ta ” nel 35,12% dei casi e “Disoccupata” nel 22,07%; proseguendo nella ri levazione s ta ti s ti ca dei da ti , i l 14,38% dei casi risulta “Pensionata”; il 14,05% “Ca salinga”; i l 5,35% “La voratrice i n nero”; i l 2,34% “Studentessa” ed il 2,01% “Ritirata o inabile al l avoro”. Nel 4,01% dei ca si l ’utenza non ha ri spos to a l la domanda posta dalle operatrici, mentre nello 0,67% del l e chi a ma te non è s ta to pos s i bi l e i denti fi ca re ques to da to. 20 Titoli di studio vittime Titolo
Totale
Percentuale
Non identificato
128
42,81%
Licenza Media Superiore
81
27,09%
Licenza Media Inferiore
46
15,38%
Laurea o Diploma di laurea
26
8,7%
Non risponde
14
4,68%
Licenza Elementare
4
1,34%
Totale
299
100%
Secondo quanto emerso nel 42,81% delle chiamate, il dato rel a ti vo a i “Ti tol i di s tudi o vi tti me” ri s ulta “Non identificato”; nel 27,09% ri sul ta “Li cenza Medi a Superi ore”; nel 15,38% “Li cenza Medi a Inferiore”; nell’8,7% “Laurea o Diploma di laurea”; nell’ 1,34% “Li cenza Elementare” mentre nel 4,68% non vi ene forni ta ri s pos ta . 21 Stato civile vittima Stato civ ile
Totale
Percentuale
Coniugata/o
161
53,85%
Nubile/Celibe
88
29,43%
Separata/o
26
8,7%
Divorziata/o
12
4,01%
Vedova/o
9
3,01%
Non risponde
2
0,67%
Non identificato
1
0,33%
Totale
299
100%
La donna vi tti ma di vi ol enza ri s ul ta “Coni uga ta ” nel 53,85% dei ca s i ; “Nubi l e” nel 29,43%; “Sepa ra ta ” nel l ’8,7%; “Di vorzi a ta ” nel 4,01% e “Vedova ” nel 3,01%. Lo 0,67% i ndica la percentuale i n cui il dato risul ta “Non ri s ponde” e l o 0,33%, quel l o i n cui l o s tes s o è “Non i denti fi ca to”. 22 Figli vittime
Figli
Totale
Percentuale
Si
223
74,58%
No
74
24,75%
Non risponde
1
0,33%
Non identificato
1
0,33%
Totale
299
100%
Le utenti del 1522, nel periodo in esame, hanno riferito nel 74,58% delle chia ma te di a vere fi gl i , mentre nel 24,75% di non averne. Si registrano inoltre uno 0,33% di contatti in cui ri spettivamente non è s ta ta forni ta a l cuna ri s pos ta e i l da to non è s ta to i denti fi ca to. 23 Figli minori vittime
Figli minori
Totale
Percentuale
Si
136
60,99%
No
84
37,67%
Non identificato
3
1,35%
Totale
223
100%
Ri guardo i figli delle donne vi ttime di vi olenza, gl i s tes s i s ono dei mi nori nel 60,99% dei ca s i , mentre nel 37,67% ha nno ra ggi unto l a ma ggi ore età . Nel res ta nte 1,35% dei ca s i non è s ta to pos s i bi l e i denti fi ca re ques to da to. 24 Figli subiscono
Figli subiscono
Totale
Percentuale
No
173
77,58%
Si
32
14,35%
Non identificato
15
6,73%
Non risponde
3
1,35%
Totale
223
100%
Non s ubisce vi olenza di retta i l 77,58% dei fi gl i del l e utenti che denunci a no a l s ervi zi o una s i tuazione di a buso e/o maltrattamento. Nel 14,35% dei ca s i i fi gl i s ono vi tti me di rette del l a vi ol enza. Il dato risulta “Non identifi ca to” nel l ’6,73% dei ca s i , mentre nel l ’ 1,35% non è s ta ta forni ta ri s pos ta a ques ta doma nda . 25 Figli assistono
Figli assistono
Totale
Percentuale
Si
129
57,85%
No
75
33,63%
Non identificato
15
6,73%
Non risponde
4
1,79%
Totale
223
100%
I fi gli assistono a i comportamenti vi olenti messi in atto ai danni della madre nel 57,85% dei ca s i , mentre nel 33,63% non s ono pres enti . Non è s tato possibile identificare il dato i n esame nel 6,73% dei casi e nell’1,79% le donne vi tti me di vi olenza che hanno contattato il 1522, ha nno preferito non fornire rispos ta a l cuna a l ques i to pos to dall’operatrice. Le utenti non percepiscono che ass i s tere è di per s e un s ubi re vi ol enza . 26 Reazioni figli
Reazione
Totale
Percentuale
Inquietudine
91
70,54%
Comportamenti adultizzati di accudimento verso i familiari
15
11,63%
Aggressività
10
7,75%
Altro
10
7,75%
Ipermaturità
2
1,55%
Disturbi gastro-intestinali
1
0,78%
Totale
129
100%
Fra l e diverse opzioni proposte dalle operatrici del 1522 a lle vi ttime di vi olenza, a l l ’i nterno del l e qua li poter ca talogare l e reazioni dei loro figli di fronte alla vi olenza assistita, le utenti, nel mese di Apri l e, hanno così ri sposto: i l 70,54% ha riscontra to “Inqui etudi ne”; l ’11,63% “Comporta menti a dultizzati di accudimento verso i familiari”; i l 7,75% ri spettivamente un comporta mento “Al tro” ri s petto a quelli proposti e “Aggressività ”; l ’ 1,55% “Iperma turi tà ” e l o 0,78% “Di s turbi ga s tro‐
i ntes ti na l i ”. 27 L’AUTORE DI VIOLENZA Schede con uno o più autori
Schede con uno o più autori
Totale
Percentuale
Singolo autore
292
97,66%
Schede con 2 autori
4
1,34%
Schede con 3 autori
3
1%
Totale
299
100%
Nel mese di Aprile, nella quasi totalità dei ca si (97,66%) è stato i ndividuato un “Singolo a utore” di vi ol enza ; nel l ’1,34%, “Due”; mentre nel l ’ 1%, “Tre”.
Sesso
Sesso
Totale
Percentuale
Maschio
291
94,17%
Femmina
16
5,18%
Non identificato
2
0,65%
Totale
309
100%
Da i dati ri levati nel mese di Aprile 2016 ri sulta che il 94,17% degli a utori di vi olenza è un “Uomo”, il 5,18% una “Donna”, mentre nello 0,65% dei casi non è stato poss i bi l e i denti fi ca re i l s es s o del res pons a bi l e del l a vi ol enza s ubi ta . 28 Rapporto con la vittima Rapporto
Totale
Percentuale
Marito / Moglie
137
44,34%
Convivente
54
17,48%
Figlio / Figlia
22
7,12%
Ex Convivente
17
5,5%
Padre / Madre
12
3,88%
Ex Marito / Ex Moglie
11
3,56%
Ex Partner
10
3,24%
Vicino
10
3,24%
Partner
8
2,59%
Conoscente
6
1,94%
Non identificato
5
1,62%
Collega - Datore di lavoro
5
1,62%
Sconosciuto
3
0,97%
Fratello / Sorella
2
0,65%
Altro familiare
2
0,65%
Amico/a
2
0,65%
Altro
2
0,65%
Non Risponde
1
0,32%
Totale
309
100%
29 Anda ndo a d indagare i l tipo di relazione che l’autore della vi ol enza ha con l a donna vi tti ma , l e percentuali s i distribuis cono nel l a ma ni era s eguente: nel 44,34% dei ca s i l ’a ggres s ore è i l “Ma ri to”; nel 17,48% i l “Convivente”; nel 7,12% il “Figlio / Figlia“; nel 5,5% l ’ “Ex Convi vente”; nel 3,88% i l “Pa dre / Ma dre”; nel 3,56% l ’ “Ex Ma ri to/ Ex Mogl i e”; nel 3,24% l ’ “Ex Pa rtner” ed i l “Vi ci no”; nel 2,59% i l “Partner”; nell’ 1,94% un “Conoscente”; nell’1,62% un “Col l ega ‐ Da tore di l a voro”; nello 0,97% uno “Sconosciuto”; nello 0,65% rispettiva mente i l “Fra tel l o / Sorel l a ”, un “Al tro fa miliare”, un “Amico” ed “Altro” ri spetto a quelli el enca ti . Lo 0,32% del l ’utenza non ha forni to ri s pos ta a l ques i to, mentre l ’1,62% dei ca s i non è s ta to i denti fi ca to. 30 Nazionalità
Nazionalità
Totale
Percentuale
Italiana
257
83,17%
Straniera
52
16,83%
Totale
309
100%
Nel mese di Aprile 2016, l a “Nazionalità” dell’autore di vi ol enza è nel l a ma ggi or pa rte dei ca s i i ndi ca ta come “Ita l i a na ”(83,17%), mentre nel res ta nte 16,83% ri s ul ta es s ere “Stra ni era ”. 31 Classe di età
Età
Totale
Percentuale
45 - 54 anni
74
23,95%
35 - 44 anni
71
22,98%
65 ed oltre
47
15,21%
55 - 64 anni
45
14,56%
25 - 34 anni
43
13,92%
Non identificato
13
4,21%
18 - 24 anni
8
2,59%
Nessuna risposta
6
1,94%
Inferiore a 18 anni
2
0,65%
Totale
309
100%
Le percentuali relative alla “Cl asse di età” del responsabile della vi olenza risultano così distribui te: tra i “45 ed i 54 a nni” nel 23,95%; tra i “35 ed i 44 a nni” nel 22,98%; dai “65 ed oltre” nel 15,21%; tra i “55 ed i 64 a nni” nel 14,56%; tra i “25 ed i 34 a nni ” nel 13,92%; tra i “18 ed i 24 a nni ” nel 2,59%; l o 0,65% è l a percentua l e, i nvece, del l ’a utore che ha un’età “Inferi ore a 18 a nni ”. Nel 4,21% dei casi non è stato possibile identificare il dato s uddetto, mentre nell’1,94% non è stata forni ta a l cuna ri s pos ta . 32 Occupazione Occupazione
Totale
Percentuale
Occupata/o
158
51,13%
Disoccupata/o
52
16,83%
Pensionata/o
47
15,21%
Non risponde
24
7,77%
Lavoratrice/tore in nero
20
6,47%
Non identificato
3
0,97%
Studentessa/Studente
3
0,97%
Casalinga/o
1
0,32%
Ritirata/o o inabile al lavoro
1
0,32%
Totale
309
100%
L’a utore della vi olenza risulta “Occupata/o” nel 51,13% dei casi e “Dis occupa ta /o” nel 16,83%; a s egui re, ri s ul ta “Pens i ona ta /o” nel 15,21% dei ca s i ; “La vora tri ce/tore i n nero” nel 6,47%; “Studentessa/Studente” nello 0,97%; “Ca s alinga/o” e “Ritirata/o o inabile al l a voro“ nel l o 0,32%. Nel 7,77% dei casi l’utenza non ha fornito risposta, mentre nello 0,97% dei casi il da to è ri s ul ta to “Non i denti fi ca to”. 33 Titoli di studio Titolo di studio
Totale
Percentuale
Non identificato
155
50,16%
Licenza Media Superiore
73
23,62%
Licenza Media Inferiore
59
19,09%
Laurea o Diploma di laurea
12
3,88%
Licenza Elementare
10
3,24%
Totale
309
100%
L’a utore di vi olenza risulta i n possesso della “Licenza Medi a Superi ore” nel 23,62% dei ca s i ; di quella “Inferiore” nel 19,09%; della “Laurea o Diploma di l a urea ” nel 3,88%; mentre i l res ta nte 3,24% ri s ulta avere la “Li cenza Elementare”. Sottolineiamo che, nel periodo in esame, non è s ta to pos s i bi l e i denti fi ca re i l “Ti tol o di s tudi o” del l ’a ggres s ore nel 50,16% del l e chi a ma te. 34 Stato civile
Stato civ ile
Totale
Percentuale
Coniugata/o
170
55,02%
Nubile/Celibe
93
30,1%
Separata/o
20
6,47%
Non risponde
11
3,56%
Divorziata/o
9
2,91%
Non identificato
3
0,97%
Vedova/o
3
0,97%
Totale
309
100%
L’a utore del l a vi ol enza è “Coni uga ta /o” nel 55,02% dei ca s i ; “Nubi l e/Cel i be” nel 30,01%; “Sepa rata/o” nel 6,47%; “Di vorziata/o” nel 2,91% e “Vedova /o” nel l o 0,97%. Pros eguendo, nel 3,56% dei casi l’utenza “Non ri sponde”, mentre i l da to ri s ul ta “Non i denti fi ca to” nel l o 0,97%. 35 LA VIOLENZA SUBITA Tipi di violenza
Violenza
Totale
Percentuale
Fisica
158
52,84%
Psicologica
120
40,13%
Minacce
8
2,68%
Sessuale
4
1,34%
Economica
4
1,34%
Non identificato
3
1%
Molestie sessuali
2
0,67%
Totale
299
100%
Nel mese di Aprile 2016, relativamente ai “Ti pi di vi ol enza ” che s ono gi unti a l l ’a ttenzi one del Servi zio 1522 e per i quali le operatrici hanno fornito supporto e orientamento, osserviamo quanto s egue: si tra tta di vi olenza “Fisica” nel 52,84% dei ca si, di vi ol enza “Ps i col ogi ca ” nel 40,13%; di “Mi na cce” nel 2,68%; di vi olenza “Sessuale” ed “Economica” nell’ 1,34% e di “Molesti e s es s ua l i ” nel l o 0,67% dei ca s i . Non è s ta to, i nvece, pos s i bi l e i denti fi ca re i l da to i n es a me nel l ’ 1% dei ca s i . 36 Frequenza violenza Frequenza
Totale
Percentuale
Ripetuti episodi, la violenza durava da anni
239
79,93%
Ripetuti episodi, la violenza durava da mesi
38
12,71%
Un unico episodio
10
3,34%
Pochi episodi
7
2,34%
Non identificato
3
1%
Non risponde
2
0,67%
Totale
299
100%
Anda ndo a d indagare l a “Frequenza della vi olenza” denunci a ta o s egna l a ta a l l e opera tri ci del Numero Nazionale emerge che: nella ma ggi or pa rte dei ca s i s i tra tta di “Ri petuti epi s odi , l a vi ol enza durava da a nni” (79,93%); nel 12,71% i nvece si tra tta comunque di “Ripetuti episodi ” ma “La vi ol enza durava da mesi”; nel 3,34% s i è parlato di “Un unico episodi o” e nel 2,34% vengono ri feri ti “Pochi epi s odi ”. Corri s ponde all’ 1% il da to “Non i denti fi ca to”, mentre l o 0,67% del l e vi tti me non ha forni to ri s pos ta a l cuna . 37 Luogo violenza
Luogo
Totale
Percentuale
La propria casa
277
92,64%
Altro
6
2,01%
La strada
5
1,67%
Il luogo di lavoro
4
1,34%
Non identificato
3
1%
Un locale pubblico
2
0,67%
La casa altrui
1
0,33%
L'automobile
1
0,33%
Totale
299
100%
Tea tro delle violenze subite dalle donne è “La propria casa” nella quasi tota l i tà del l e s i tua zi oni ri feri te (92,64%); è i nvece un l uogo “Al tro” ri spetto a quelli ri portati nel l e opzi oni nel 2,01% dei ca s i; “La strada” nell’1,67%; “Il luogo di lavoro” nell’1,34%; “Un locale pubblico” nello 0,67%; “La ca s a altrui” e “L'a utomobile” nello 0,33% dei casi. L’ 1% corri s ponde a l l a percentua l e del da to “Non i denti fi ca to”. 38 Inizio comportamento Inizio
Totale
Percentuale
Da anni
232
77,59%
Da diversi mesi
43
14,38%
Meno di due settimane
11
3,68%
Non identificato
7
2,34%
Oltre un mese
3
1%
Non risponde
3
1%
Il periodo di “Inizio” della vi olenza subita dalle donne è collocabile “Da anni” nel 77,59% dei ca s i ; “Da di versi mesi” nel 14,38%; da “Meno di due settimane” nel 3,68% e da “Ol tre un mes e” nel l o 1%. Res ta un 2,34% di casi in cui tale dato risulta “Non i dentificato” mentre l ’1% del l ’utenza non ha ri s pos to. 39 Variazione comportamento Variazione
Totale
Percentuale
Si, per frequenza e gravità
153
51,17%
No
70
23,41%
Si, per gravità
54
18,06%
Si, per frequenza degli episodi
13
4,35%
Non identificato
9
3,01%
Totale
299
100%
Es pl orando una eventuale “Variazione” nel tempo della vi olenza subita, l e percentua l i ri s petto a questa va riabile s ono distribuite nel modo seguente: “Si, per frequenza e gravi tà ” nel 51,17% dei ca s i; “No”, nessuna va riazione nel 23,41%; “Si , per gra vità” nel 18,06%; “Si , per frequenza degl i epi sodi” nel 4,35% dei vi ssuti ra ccontati. Il dato è risultato “Non i dentifica to” nel 3,01% dei ca s i . 40 Stati d'animo Stati d'animo
Totale
Percentuale
Ha paura o timore per la propria incolumità
110
36,79%
Prova un grave stato di soggezione
61
20,4%
Prova fastidio
29
9,7%
Ha paura di morte
29
9,7%
Prova ansia
22
7,36%
Si sente molestata ma non ha timore di pericolo imminente
19
6,35%
Ha paura per l’incolumità dei propri cari
15
5,02%
Non identificato
11
3,68%
Non risponde
3
1%
Totale
299
100%
41 Rel ativamente alla va riabile dello “Stato d’animo” è emerso che la vi ttima di vi olenza “Ha pa ura o ti more per la propria incolumità” nel 36,79% dei casi; “Prova un gra ve s ta to di s oggezi one” nel 20,4%; “Prova fa s tidio” ed “Ha paura di morte” ri s petti va mente nel 9,7%; “Prova a ns i a ” nel 7,36%; “Si s ente molestata ma non ha ti more di peri col o i mmi nente” 6,35% e “Ha pa ura per l ’i ncolumità dei propri cari” nel 5,02%. Nel 3,68% dei casi il dato ri sulta “Non identificato”, mentre l ’1% del l ’utenza non ha forni to ri s pos ta a l ques i to. 42 Hanno sporto denuncia
Denuncia
Totale
Percentuale
No, non ha mai sporto denuncia
235
78,6%
Si, ha sporto denuncia
42
14,05%
Si, ha sporto denuncia che poi ha ritirato
14
4,68%
Non identificato
8
2,68%
Totale
299
100%
Anda ndo a d analizzare l a va riabile relativa alla denuncia emerge che la donna che subisce vi olenza non l ’ha mai s porta nel 78,6% dei casi, mentre lo ha fatto il 14,05% dell’ utenza; nel 4,68%, i nvece, l a vi ttima “Ha s porto denuncia che poi ha ri tirato”. Non è stato pos s i bi l e i denti fi ca re i l da to i n es a me nel 2,68% dei ca s i . 43 Motivo ritiro o mancata denuncia
Motiv o
Totale
Percentuale
Non vuole compromettere la famiglia
77
25,75%
Non identificato
56
18,73%
Ha paura
43
14,38%
Ha paura del violento
37
12,37%
Non ha un posto sicuro dove andare
26
8,7%
Altro
17
5,69%
E' tornata dal maltrattante
15
5,02%
E' stata invitata dalle FF.OO. a non fare denuncia o ritirarla
11
3,68%
Non risponde
11
3,68%
Ha già denunciato e non è successo niente
4
1,34%
Non ha fiducia nelle Forze dell'Ordine
2
0,67%
Totale
299
100%
44 Nel mese di Apri l e 2016 l e percentua l i rel a ti ve a i “Moti vi di ri ti ro o ma nca ta denunci a ” s i di s tribuiscono i n ques to modo: l a donna vi tti ma di vi ol enza “Non vuol e compromettere l a fa mi glia” nel 25,75% dei casi; “Ha paura” nel 14,38%; “Ha paura del vi olento” nel 12,37%; “Non ha un pos to sicuro dove andare” nel l ’ 8,7%; nel 5,69% dei ca s i vi ene i ndi ca to un moti vo “Al tro” ri s petto a quelli ci tati dalle operatrici che hanno a ccolto l a chiamata; nel 5,02% dei ca s i l a donna che s ubisce vi olenza “E' torna ta da l ma l tra tta nte”; “E' s ta ta i nvi ta ta da l l e FF.OO. a non fa re denuncia o ritirarla” nel 3,68%; “Ha già denunciato e non è successo niente” nell’ 1,34% dei ca s i e “Non ha fiducia nelle Forze dell'Ordine” nello 0,67%. Non è s ta to pos s i bi l e i denti fi ca re i l da to rel a tivo alla va riabile “Motivo ri tiro o mancata denuncia” nel 18,73% dei casi, mentre i l 3,68% dei conta tti non ha forni to ri s pos ta . 45 Trasferimenti verso servizi esterni
Trasferimento
Totale
Percentuale
Si
284
94,98%
No
15
5,02%
Totale
299
100%
Nel periodo i n esame, le operatrici del Servi zio 1522 ha nno i ndirizzato l a donna vi ttima di vi olenza vers o un “Servizio esterno” nella quasi totalità delle situazioni (94,98%); ques to non è a vvenuto nel ri ma nente 5,02% dei ca s i . 46 Tipi di trasferimento verso servizi esterni
Tipologie di serv izio
Totale
Percentuale
Centri e Servizi Antiviolenza
276
97,18%
Case protette e di accoglienza
4
1,41%
Consultori familiari
2
0,7%
112 - Stazioni Carabinieri
1
0,35%
Servizi di psicologia ASL
1
0,35%
Totale
284
100%
Ri s petto alla ti pologia di s ervizio presso cui le operatrici del 1522 ha nno indirizzato le utenti, i da ti mos tra no che quasi sempre si è tra ttato di “Centri e Servizi Antivi olenza” (97,18%); nell ’1,41% dei ca s i i nvece l ’invio è s tato effettuato presso “Ca se protette e di a ccogl i enza ”; nel l o 0,7% vers o i “Cons ultori familiari” e nello 0,35% vers o il “112 ‐ Sta zioni Ca rabinieri” ed i “Servizi di ps i col ogi a ASL”. 47 I ri s ultati ottenuti nel mese di Aprile 2016 evi denziano la trasversalità del fenomeno i nda ga to: l a vi ol enza messa i n a tto sulle donne è distribuita i n modo omogeneo su tutto il territorio naziona l e. Non è possibile definire un contes to s oci o‐ cul tura l e che pi ù di a l tri s i a determi na nte nel l a genera zi one di ques ta dra mma ti ca pi a ga . Le donne non denunciano nella maggior parte dei casi s oprattutto le vi olenze fisiche e psicologiche di cui sono vi ttime ripetutamente da a nni nelle proprie mura domestiche. Tra gli autori di vi olenza s i denunciano meno i mariti, i convi venti ed i fi gl i , come di chi a ra to da l l a ma ggi or pa rte del ca mpi one che s i è ri vol to a l 1522 nel peri odo cons i dera to. I da ti portano alla luce l’immagine di una “vi tti ma ” che da un l a to non s i s ente a utori zza ta a denunci a re, perché “non vuol e compromettere l a fa mi gl i a ” fors e a l fi ne di proteggerne “l ’i mmagine” o nel tentativo di garantirne l’esistenza, dall’altro “ha paura” dei potenziali effetti e del le possibili ripercussioni che accusare e veder i ncrimi na to i l propri o “ca rnefi ce” potrebbero a vere. Il fa tto che l e tre motivazioni più i ndicate come s oggiacenti la s celta di non denunciare o di ri tirare l a denuncia continuino a d essere “la vol ontà di non compromettere la famigli a ”, un moti vo “non i dentificato” e l a “paura”, potrebbe lasciar s pazio all’idea che fors e una corretta i nforma zi one del l’utenza rispetto ai risvolti di un’eventuale denuncia nei primi due casi e l a pos s i bi l i tà per l a vi tti ma di ri chiedere l ’allontanamento del vi olento dall’abitazione, o di essere inserita all’interno di una ca sa ri fugio costituiscano delle rassicurazioni sufficienti per poter s porgere denuncia. Nel caso i n cui l’aggressore è il marito o il convi vente, la probabilità di uscire fuori dal ci clo della vi ol enza è ma ggi ore, qua ndo l a donna chi ede a i uto e s os tegno a l l ’es terno del l a coppi a . I Centri Antiviolenza, la ti pologia di s ervizio presso cui le opera tri ci del 1522 ha nno ri tenuto pi ù opportuno i ndirizzare l’utenza, sembrano es s ere, i n ta l e ci rcos ta nza , una vi a es s enzi a l e per i ntrodurre la donna i n un percors o di fuori us ci ta da l l a vi ol enza , i n vi rtù del l a pl ura l i tà di professionalità presenti i n grado di fornire sia un’assistenza s otto i l profilo legale, che s otto quell o ps i col ogi co. 48 VITTIME DI STALKING Sesso vittime
Sesso
Totale
Percentuale
Femmina
58
92,06%
Maschio
5
7,94%
Totale
63
100%
Corri s pondono a 63 l e richieste d’aiuto da parte di vi tti me di s ta l ki ng pervenute a l Numero di Pubbl ica Utilità 1522. Tra queste, 58 chi amate s ono s ta te effettua te da donne e 5 da uomi ni . Es s endo più significativo il dato relativo alle donne, di seguito verranno a nalizzate esclusiva mente l e ca ra tteri s ti che di ques to s ottogruppo. 49 DONNE VITTIME DI STALKING Nazionalità
Nazionalità
Totale
Percentuale
Italiana
59
93,65%
Straniera
4
6,35%
Totale
63
100%
La ma ggior parte del l e donne ri s ul ta es s ere di “Na zi ona l i tà ” “Ita l i a na ” (93,65%); mentre è “Stra ni era ” nel 6,35% dei ca s i . 50 Nazionalità straniere
Nazionalità
Totale
Percentuale
Romania
2
50%
Colombia
1
25%
Serbia
1
25%
Totale
4
100%
Rel ativamente alle donne di nazionalità s traniera considerate, esse risul ta no proveni re: nel 50% dei casi dalla “Romania”, mentre nel restante 25%, ri s petti va mente da l l a “Col ombi a ” e da l l a “Serbi a ”. Fascia d'età
Età
Totale
Percentuale
25 - 34 anni
15
23,81%
35 - 44 anni
15
23,81%
45 - 54 anni
12
19,05%
55 - 64 anni
11
17,46%
18 - 24 anni
4
6,35%
Non identificato
3
4,76%
65 ed oltre
2
3,17%
Nessuna risposta
1
1,59%
Totale
63
100%
51 Le donne vi ttime di stalking hanno una età compres a : tra i “25 ed i 34 a nni ” e tra i “35 ed i 44 a nni” rispettivamente nel 23,81% dei casi; tra i “45 ed i 54 a nni” nel 19,05%; tra i “55 ed i 64 a nni ” nel 17,46%; tra i “18 ed i 24 a nni” nel 6,35%; dai “65 ed oltre” nel 3,17%. Nel 4,76% dei casi il dato ri s ul ta “Non i denti fi ca to”, mentre l ’1,59% del l ’utenza non ha forni to ri s pos ta . 52 Occupazione lavorativa
Occupazione
Totale
Percentuale
Occupata/o
35
55,56%
Disoccupata/o
8
12,7%
Studentessa/Studente
6
9,52%
Pensionata/o
4
6,35%
Non risponde
4
6,35%
Casalinga/o
3
4,76%
Lavoratrice/tore in nero
1
1,59%
Ritirata/o o inabile al lavoro
1
1,59%
Non identificato
1
1,59%
Totale
63
100%
È emerso che l a donna da un punto di vi sta l a vora ti vo ri s ul ta “Occupa ta ” nel 55,56% dei ca s i , mentre è “Disoccupata” nel 12,7%; a ndando a vanti, nel 9,52% è una “Studentes s a ”; nel 6,35% è “Pens ionata”; nel 4,76% è “Ca salinga”; l ’1,59%, i nfine, è l a percentuale rispettiva mente dei casi i n cui l a donna è sia “Lavoratrice in nero” e s i a “Ri ti ra ta o i na bi l e a l l a voro”. Nel 6,35% dei ca s i l ’utenza non ha forni to ri s pos ta , mentre l ’1,59% dei da ti non è s ta to i denti fi ca to. 53 Titoli di studio
Titolo
Totale
Percentuale
Non identificato
28
44,44%
Licenza Media Superiore
22
34,92%
Laurea o Diploma di laurea
10
15,87%
Licenza Media Inferiore
3
4,76%
Totale
63
100%
Nel periodo i n esame non è s tato possibile identificare la va ri a bi l e del “Ti tol o di s tudi o” del l a vi tti ma di stalking nella quasi metà delle s ituazioni (44,44%). Il 34,92% delle donne è i n pos s es s o del la “Licenza Media Superiore”; il 15,87% della “La urea o Diploma di l a urea ” ed i l 4,76% del l a “Li cenza Medi a Inferi ore”. 54 Stato civile
Stato civ ile
Totale
Percentuale
Nubile/Celibe
35
55,56%
Coniugata/o
13
20,63%
Separata/o
9
14,29%
Divorziata/o
3
4,76%
Vedova/o
2
3,17%
Non identificato
1
1,59%
Totale
63
100%
Per qua nto ri guarda lo “Stato civile” la donna dichiara di es s ere: “Nubi l e” nel 55,56% dei ca s i ; “Coni ugata” nel 20,63%; “Separata” nel 14,29%; “Di vorzi a ta ” nel 4,76% e “Vedova ” nel 3,17%. Nel l ’ 1,59% dei ca s i i l da to non è s ta to i denti fi ca to. 55 LO STALKER Sesso
Sesso
Totale
Percentuale
Maschio
52
82,54%
Femmina
10
15,87%
Non identificato
1
1,59%
Totale
63
100%
Prendendo in considerazione l’autore del comportamento di stalking, nel periodo in esame, vi ene i ndividuato un “Ma schio” nell’82,54% dei ca si; una “Femmina” nel 15,87%, mentre nel l ’1,59% i l da to ri s ul ta “Non i denti fi ca to”. 56 Rapporto con la vittima
Rapporto
Totale
Percentuale
Ex Partner
18
28,57%
Vicino
10
15,87%
Marito / Moglie
7
11,11%
Conoscente
7
11,11%
Ex Convivente
6
9,52%
Collega - Datore di lavoro
6
9,52%
Altro familiare
4
6,35%
Partner Occasionale
2
3,17%
Non identificato
1
1,59%
Sconosciuto
1
1,59%
Altro
1
1,59%
Totale
63
100%
Le percentuali che i ndicano i l tipo di rapporto esistente con la vi ttima s i distribui s cono nel modo s eguente: l o stalker è l ’ “Ex Pa rtner” nel 28,57% dei casi; un “Vi cino” nel 15,87%; ri spettivamente il “Ma ri to” ed un “Conoscente” nell’11,11%; l ’ “Ex Convi vente” e un “Collega ‐ Datore di lavoro” nel 9,52%; un “Al tro familiare” nel 6,35%; un “Pa rtner Occa sionale” nel 3,17%; uno “Sconos ci uto” ed un “Al tro” a lla ti pologie indicate nell’1,59%. Sempre i n questa percentuale non è s ta to pos s i bi l e i denti fi ca re i l da to. 57 Nazionalità Nazionalità
Totale
Percentuale
Italiana
59
93,65%
Straniera
4
6,35%
Totale
63
100%
Lo s ta lker risulta essere di nazional i tà “Ita l i a na ” nel 93,65% dei ca s i e “Stra ni era ” nel 6,35%. Classe di età
Età
Totale
Percentuale
35 - 44 anni
20
31,75%
45 - 54 anni
14
22,22%
25 - 34 anni
8
12,7%
55 - 64 anni
7
11,11%
Non identificato
6
9,52%
65 ed oltre
4
6,35%
18 - 24 anni
3
4,76%
Nessuna risposta
1
1,59%
Totale
63
100%
58 Nel mese di Aprile è emerso che l’autore dello stalking ha un’età compresa tra i “35 ed i 44 a nni ” nel 31,75% dei ca si; tra i “45 ed i 54 a nni” nel 22,22%; tra i “25 ed i 34 a nni” nel 12,7%; tra i “55 ed i 64 a nni” nell’11,11%; dai “65 ed oltre” nel 6,35%; un’età compres a tra i “18 ed i 24 a nni ” nel 4,76% dei ca s i . Ri ma ne il 9,52% dei ca si i n cui il dato ri sulta “Non identificato”, mentre l’1,59% dell’utenza non ha forni to ri s pos ta . Occupazione
Occupazione
Totale
Percentuale
Occupata/o
32
50,79%
Non risponde
11
17,46%
Disoccupata/o
8
12,7%
Pensionata/o
5
7,94%
Lavoratrice/tore in nero
3
4,76%
Studentessa/Studente
3
4,76%
Non identificato
1
1,59%
Totale
63
100%
59 Ri s petto all’ “Occupazione” dello stalker, s econdo quanto riferito alle operatrici del s ervi zi o 1522, l e percentua l i s ono cos ì di s tri bui te: nel 50,79% dei ca s i l a pers ona è “Occupa ta /o”; “Di s occupata/o” nel 12,7%; proseguendo, essa è nel 7,94% “Pens i ona ta /o”; nel 4,76% dei ca s i ri s pettivamente sia “Lavoratrice/tore in nero” e sia “Studentessa/Studente”. Nel 17,46% dei ca s i l ’utenza ha preferito non fornire ri sposta alla variabile indagata, mentre l’1,59% dei dati non s ono s ta ti i denti fi ca ti . Titoli di studio
Titolo di studio
Totale
Percentuale
Non identificato
34
53,97%
Licenza Media Superiore
13
20,63%
Laurea o Diploma di laurea
9
14,29%
Licenza Media Inferiore
7
11,11%
Totale
63
100%
60 Non è s tato possibile identificare il dato relativo a l “Titolo di studio” dello s ta l ker nel 53,97% dei ca s i. Nel 20,63% dei casi la persona ha conseguito la “Li cenza Medi a Superi ore” e nel 14,29% l a “La urea o Diploma di l a urea ”. Nel l ’ 11,11% dei ca s i , i nvece ha ra ggi unto l a “Li cenza Medi a Inferi ore”. Stato civile
Stato civ ile
Totale
Percentuale
Nubile/Celibe
25
39,68%
Coniugata/o
24
38,1%
Non risponde
6
9,52%
Separata/o
4
6,35%
Divorziata/o
3
4,76%
Non identificato
1
1,59%
Totale
63
100%
61 Lo “Sta to ci vile” dello stalker ri sulta essere: “Nubile/Celibe” nel 39,68%; “Coni ugata/o” nel 38,1%; “Sepa rata/o” nel 6,35% e “Divorziata/o” nel 4,76%. Nel 9,52% dei ca s i l ’utenza non ha forni to ri s pos ta , mentre nel l ’1,59% i l da to non è s ta to i denti fi ca to. 62 LO STALKING Frequenza violenza
Frequenza
Totale
Percentuale
Ripetuti episodi, la violenza durava da anni
20
31,75%
Non identificato
17
26,98%
Ripetuti episodi, la violenza durava da mesi
16
25,4%
Non risponde
7
11,11%
Pochi episodi
3
4,76%
Totale
63
100%
Nel mes e di Apri l e 2016 i l da to rel a ti vo a l l a “Frequenza ”, ovvero a l l a rei tera zi one del comporta mento di stalking, nel 31,75% dei casi coincide con s ituazioni in cui si è all a pres enza di “Ri petuti episodi, l a vi olenza durava da anni”; non è stato possibile identi fi ca re ques to da to nel 26,98% dei casi; proseguendo, si tra tta di “Ripetuti episodi, l a vi olenza durava da mesi ” nel 25,4% dei casi e di “Pochi episodi” nel 4,76% dei casi. Nell’ 11,11% dei casi l’utenza preferisce non fornire a l cuna ri s pos ta a l da to i nda ga to. 63 Inizio comportamento Inizio
Totale
Percentuale
Da diversi mesi
21
36,21%
Da anni
20
34,48%
Meno di due settimane
8
13,79%
Oltre un mese
7
12,07%
Non identificato
2
3,45%
Totale
58
100%
L’“Ini zio del comportamento” persecutori o è s ta to da ta to da l l e utenti nel 36,21% dei ca s i i n “Di versi mesi” precedenti; nel 34,48% i n “Anni” antecedenti le chiamate; nel 13,79% i n “Meno di due s ettimane”; nel 12,07% i n “Oltre un mese”, mentre nel 3,45% dei ca si non è s ta to pos s i bi l e i denti fi ca re ques to da to. 64 Variazione comportamento
Variazione
Totale
Percentuale
Si, per frequenza e gravità
28
48,28%
No
11
18,97%
Non identificato
8
13,79%
Si, per gravità
7
12,07%
Si, per frequenza degli episodi
4
6,9%
Totale
58
100%
Nel 48,28% dei casi emerge una va riazione del comportamento s tesso “Per frequenza e gra vi tà ”; nel 18,97% non è emersa va riazione del comportamento persecutorio nel corso del tempo né per frequenza né per gra vità degli episodi stessi. Nel 12,07% dei casi, invece, solo “Per gravità ” e s ol o “Per frequenza degli episodi” nel 6,9%. Nel 13,79% dei casi non è s tato possibile i dentificare il dato i n es a me. 65 Stati d'animo
Stati d'animo
Totale
Percentuale
Ha paura o timore per la propria incolumità
23
39,66%
Prova un grave stato di soggezione
10
17,24%
Si sente molestata ma non ha timore di pericolo imminente
7
12,07%
Non identificato
5
8,62%
Prova fastidio
5
8,62%
Prova ansia
5
8,62%
Ha paura di morte
3
5,17%
Totale
58
100%
La vi tti ma di stalking per il quale è stato contattato i l Servizio 1522 nel periodo in considera zi one: “Ha pa ura o ti more per l a propri a i ncol umi tà ” nel 39,66% dei ca s i ; “Prova un gra ve s ta to di s oggezione” nel 17,24%; “Si s ente mol es ta ta ma non ha ti more di peri col o i mmi nente” nel 12,07%”; “Prova fa s tidio” e “Prova a nsia”, rispettiva mente nell’ 8,62% ed “Ha paura di morte” nel 5,17%. Nel l ’ 8,62% dei ca s i i l da to è ri s ul ta to “Non i denti fi ca to”. 66 Tipi di comportamento persecutorio
Comportamento
Totale
Percentuale
Ha inviato messaggi, telefonate, e-mail, lettere o regali indesiderati
37
19,17%
L'ha minacciata/o
31
16,06%
Ha cercato insistentemente di parlare con lei/lui
23
11,92%
L'ha aspettata/o fuori casa o lavoro o scuola
23
11,92%
L'ha seguita/o o l'ha spiata/o
20
10,36%
Ha chiesto ripetutamente appuntamenti
16
8,29%
Ha cercato di picchiarla/o o l'ha picchiata/o
11
5,7%
Ha minacciato persona a lei/lui care
11
5,7%
La/o discredita pubblicamente
10
5,18%
E' vittima di cyberstalking
4
2,07%
Ha minacciato chi ha cercato di aiutarla/o
3
1,55%
Altro
3
1,55%
Non identificato
1
0,52%
Totale
193
100%
67 Nel mese di Aprile, rispetto al tipo di comportamento s ubito, l e vi ttime ha nno di chi a ra to che l o s ta lker “Ha inviato messaggi, telefonate, e‐mail, lettere o regali i ndesiderati” nel 19,17% dei ca s i ; “L'ha mi nacciata” nel 16,06%; “Ha cercato insistentemente di parlare con lei” e “L'ha aspetta ta /o fuori casa o lavoro o scuola” ri spetti va mente nel l ’11,92% dei ca s i ; ; nel 10,36%, i nvece, “L'ha s eguita o l 'ha s piata”; nell’8,29% l o stalker “Ha chiesto ri petutamente a ppuntamenti”; “Ha cercato di pi cchiarla o l 'ha pi cchi a ta ” e “Ha mi na cci a to pers ona a l ei ca re” nel 5,7% dei ca s i ; “La /o di s credita pubblicamente” nel 5,18%; “E' vi tti ma di cybers ta l ki ng” nel 2,07%; nel l ’ 1,55% “Ha mi nacciato chi ha cercato di aiutarla”; sempre nella stessa percentua l e è s ta to menzi ona to un comporta mento persecutorio “Altro” da quelli presenti in elenco. Nello 0,52% dei casi non è s ta to pos s i bi l e i denti fi ca re ta l e da to. 68 Hanno sporto denuncia Denuncia
Totale
Percentuale
No, non ha mai sporto denuncia
39
67,24%
Si, ha sporto denuncia
12
20,69%
Non identificato
6
10,34%
Si, ha sporto denuncia che poi ha ritirato
1
1,72%
Totale
58
100%
La donna che subisce l o stalking “Non ha mai sporto denuncia” nel 67,24% dei casi; l o ha fatto nel 20,69%, mentre nel l ’1,72% dei ca s i ha s porto una denunci a che poi ha ri ti ra to. Il da to “Non i denti fi ca to” coi nci de con i l 10,34% dei ca s i . 69 Motivo ritiro o mancata denuncia
Motiv o
Totale
Percentuale
Non identificato
19
32,76%
Ha paura
13
22,41%
Altro
10
17,24%
Non vuole compromettere la famiglia
5
8,62%
Ha paura del violento
5
8,62%
E' stata invitata dalle FF.OO. a non fare denuncia o ritirarla
2
3,45%
E' tornata dal maltrattante
2
3,45%
Ha già denunciato e non è successo niente
1
1,72%
Non risponde
1
1,72%
Totale
58
100%
70 Nel periodo considerato non è s tato possibile identificare il da to ri gua rda nte i l “Moti vo ri ti ro o ma ncata denuncia” nel 32,76% dei casi. Nel 22,41% dei ca s i , i nvece, l a donna “Ha pa ura ”; nel 17,24% è ri conos ci uto un moti vo “Al tro” ri s petto a quel l i menzi ona ti da l l e opera tri ci ; pros eguendo, emerge che l a donna “Non vuole compromettere l a fa mi gl i a ” ed “Ha pa ura del vi ol ento” rispettiva mente nel l ’ 8,62%; “E' s ta ta i nvi ta ta da l l e FF.OO. a non fa re denunci a o ri ti ra rla” ed “E' tornata dal maltrattante” nel 3,45%, mentre “Ha già denunciato e non è s ucces s o ni ente” nel l ’ 1,72%. Nel l ’1,72% dei ca s i l ’utenza ha preferi to non forni re ri s pos ta a ques ta doma nda . 71 Trasferimenti verso servizi esterni
Trasferimento
Totale
Percentuale
Si
54
93,1%
No
4
6,9%
Totale
58
100%
Le operatrici del Numero Nazionale che hanno a ccolto e gestito la ri chiesta di a i uto per s ta l ki ng nel l’ Aprile 2016, ha nno poi i ndirizzato la persona verso un “Servizio esterno” nella qua s i tota l i tà dei ca s i (93,1%); ci ò non è a vvenuto nel 6,9% del l e s i tua zi oni . 72 Tipi di trasferimento verso servizi esterni
Tipologie di serv izio
Totale
Percentuale
Centri e Servizi Antiviolenza
54
100%
Totale
54
100%
Nel le situazioni in cui è s tato indicato all’utenza un s ervizio terri toriale s i trattava s empre di Centri Anti vi ol enza (100%). 73 74