"Piemonte in cifre"Vola solo il turismo Unioncamere: "Dal 2001 al

Commenti

Transcript

"Piemonte in cifre"Vola solo il turismo Unioncamere: "Dal 2001 al
Martedì
08/07/2014
12
Direttore Responsabile
Diffusione Testata
Giampaolo Roldi
148.114
"Piemonte in cifre"Vola solo il turismo Unioncamere: "Dal 2001 al 2013 il settore è
cresciuto del 46%". Calano imprese e occupati CITTÀ II turismo rilancia il Piemonte
che è la regione italiana con il più alto tasso di crescita della presenza di visitatori
nell'ultimo decennio: +46% tra il 2001 e il 2013. Il dato emerge dall'annuario
statistico «Piemonte in cifre», redatto da Unioncamere e Confindustria Piemonte, con
Intesa Sanpaolo e Unicredit. Un report che delinea il bilancio del 2013 e dei primi
mesi del 2014, cercando I Museo del Cinema, uno dei più amati per chi visita Torino
è il Piemonte. /FRANCESCO DEL BO di individuare i settori chiave per il rilancio
nei prossimi anni. Tra questi c'è sicuramente il turismo. Nel 2013 le presenze nella
nostra regione sono salite infatti a 12,69 milioni, con un incremento del 2,2% rispetto
all'anno pre cedente. Una crescita decisamente superiore alla media nazionale, che tra
il 2001 e il 2012 si attesta sull'8,7%. I ponti dolenti Ma la 22 esima edizione di
«Piemonte in Cifre» foto grafa una regione che ha ancora bisogno di aiuto soprattutto
se si guarda l'anagrafe delle imprese e il mercato del lavoro. Nel 2013 in Piemonte
sono nate 28.630 aziende e che, considerando le 31.119 cessazioni, il saldo è negativo
per 2.489 unità. Ed è un quadro a tinte fosche anche quello relativo al mercato del
lavoro. Gli occupati in Piemonte ammontano a 1 milione e 800 mila, oltre 45 mila in
meno rispetto al 2012 (2,4%) e il tasso di occupazione della popolazione in età 15-64
anni risulta pari al 62,4%, quasi un punto e mezzo percentuale in meno rispetto al
2012. REBECCA ANVERSA
Ritaglio stampa ad uso esclusivo interno, non riproducibile
———
Selpress è un'agenzia autorizzata da Repertorio Promopress
Estratto da pag.
Confindustria Piemonte
Pag.
1